Image

Adenocarcinoma polmonare: che cos'è, sintomi e trattamento

L'adenocarcinoma polmonare è un tumore formato dal tessuto ghiandolare dei polmoni e dei bronchi. Di norma, la neoplasia si trova sulla superficie dei piccoli bronchi, ma può anche essere localizzata su grandi bronchi.

Cos'è l'adenocarcinoma polmonare?

Questa patologia si manifesta sotto forma di piccoli noduli che si trovano nei polmoni. Questi noduli hanno dimensioni, densità e colore diversi. Più spesso i noduli hanno un colore grigio, ma ci sono tonalità bianche o bruno-giallastre. Inoltre, alcune cellule che non hanno un colore possono essere nel tumore, per questo motivo, parte della neoplasia può essere trasparente..

Cliniche leader in Israele

L'adenocarcinoma polmonare (codice ICD10 - C34) si riferisce a tumori che si sviluppano da derivati ​​delle cellule epiteliali, questa patologia ha un decorso maligno, un tipo invasivo di crescita e può produrre metastasi. Il cancro inizia a svilupparsi dalle ghiandole che rivestono la superficie dell'albero bronchiale.

Questo tipo di tumore colpisce il sistema respiratorio e può portare alla morte in brevissimo tempo. Una tale patologia è comune, - tra tutte le patologie polmonari, l'adenocarcinoma viene rilevato in 10-30 pazienti su cento. La posizione periferica e la capacità di una neoplasia rapida sono la causa dell'aumentata mortalità e, in assenza di una terapia adeguata, il tumore può crescere due volte.

I polmoni sono coperti da una membrana sierosa, chiamata pleura viscerale, costituita da un singolo strato di mesotelio. Gli organi secernono le vie respiratorie e la sezione respiratoria. Il polmone sinistro è composto da 2 parti, la destra - da tre.

Cause del tumore

Le cause e i fattori di rischio per l'insorgenza di questa oncologia includono:

  • predisposizione genetica;
  • malattie polmonari croniche;
  • abuso di cibo spazzatura (salato, piccante, grasso);
  • fumo - attivo e passivo;
  • esposizione cronica alle radiazioni;
  • lavorare in industrie pericolose;
  • consumo di alcool;
  • stile di vita sedentario;
  • vivere in una zona svantaggiata per l'ambiente.

Classificazione della malattia

L'adenocarcinoma polmonare può essere classificato in base al grado di differenziazione nei seguenti tipi:

  • basso rango;
  • moderatamente differenziato;
  • altamente differenziato.

Maggiore è il grado di differenziazione, più pericoloso è il processo del cancro e peggiore è la prognosi per il paziente. Tumori altamente differenziati producono rapidamente muco, una moderata differenziazione implica la struttura ghiandolare-mucosa del tumore, cellule poligonali che formano muco sono presenti nel tumore a bassa differenziazione.

Nell'aspetto, nella forma, nella struttura istologica, si distinguono i seguenti tipi di adenocarcinomi:

  1. adenocarcinoma mucinoso del polmone - è considerato il tipo di tumore più raro e pericoloso;
  2. nemucinous;
  3. tipo misto - mucinoso con nemucinoso;
  4. solido con mucina;
  5. acinar;
  6. bronchiolare alveolare;
  7. papillare;
  8. con sottotipi misti;
  9. adenocarcinoma a cellule chiare;
  10. cellula cricoide;
  11. fetale altamente differenziato.

Vuoi conoscere il costo della cura del cancro all'estero?

* Dopo aver ricevuto i dati sulla malattia del paziente, il rappresentante della clinica sarà in grado di calcolare il prezzo esatto del trattamento.

Fasi della malattia

Esistono quattro fasi di questa malattia:

Fase 1: la dimensione del tumore è inferiore a 3 cm La neoplasia si trova in un segmento e non metastatizza..

Fase 2: la dimensione del tumore non è superiore a 6 cm, ma si trova anche in un segmento, ma può dare metastasi ai linfonodi broncopolmonari.

Stadio 3 - un tumore con un diametro superiore a 6 cm, le sue cellule sono nello stesso lobo del polmone, c'è un focus di metastasi nei linfonodi della biforcazione o delle zone paratracheali.

Il cancro di quest'ultimo - 4 gradi - colpisce il secondo polmone, il processo del tumore si diffonde alle strutture vicine. Al 4 ° stadio, le metastasi colpiscono gli organi distanti, appare la pleurite cancerosa.

Sintomi della malattia

Nelle prime fasi, i segni di adenocarcinoma polmonare non sono osservati o sono insignificanti. Le prime manifestazioni non sembrano tipiche e sono simili ai sintomi di molte altre malattie:

  • sonnolenza;
  • affaticabilità rapida;
  • mancanza di appetito ridotta o completa;
  • riduzione delle prestazioni;
  • esaurimento, improvvisa perdita di peso.

All'aumentare delle dimensioni del tumore, altri segni della malattia si uniscono:

  • tosse persistente prolungata con rilascio di espettorato abbondante;
  • emottisi;
  • gonfiore del viso e del collo;
  • dolore dietro il petto;
  • apatia;
  • mancanza di respiro anche con piccoli carichi;
  • infiammazione dei linfonodi regionali;
  • lo sviluppo di anemia;
  • aumento della temperatura fino a 37 gradi;
  • la comparsa di polmonite e pleurite, che sono difficili da trattare.

Diagnosi della malattia

Inizialmente, il medico analizza i reclami del paziente e raccoglie un'anamnesi. Inoltre, per la diagnosi, vengono eseguiti i seguenti studi:

  • analisi dell'espettorato per citologia;
  • esame del sangue generale, biochimico, su marker tumorali;
  • puntura biopsia per istologia;
  • radiografia del torace;
  • RM, TC;
  • ultrasuono
  • broncoscopia.

Trattamento delle malattie

Più spesso, viene prescritto un trattamento complesso, che consiste in intervento chirurgico, chemioterapia e radioterapia. Il trattamento combinato può ottenere il miglior risultato..

Quando un tumore viene rilevato in una fase precoce della formazione ed è piccolo, l'intervento chirurgico può curare completamente il paziente e preservare una grande parte dell'organo. L'entità dell'operazione dipende dalla posizione e dalle dimensioni del tumore. Sono determinati tre tipi di intervento chirurgico:

  • segmentectomia: il medico rimuove uno o più segmenti del polmone affetti da cancro;
  • lobectomia: viene asportato un lobo del polmone;
  • polmonectomia: viene eseguita un'asportazione assoluta del polmone.

Contemporaneamente a uno di questi tipi di intervento chirurgico, viene fatta un'asportazione di linfonodi regionali, cioè correlati all'area toracica. Prima di eseguire l'operazione, i medici valutano il secondo polmone. Se non svolge abbastanza bene le sue funzioni, allora la chirurgia non viene eseguita e quindi ricorre a terapia chimica o radioterapia.

Per l'irradiazione viene utilizzato un coltello cibernetico, che influenza le radiazioni direttamente sul tumore.

La chemioterapia è considerata un trattamento efficace. Farmaci prescritti che uccidono le cellule non solo il tumore principale, ma anche le metastasi risultanti. La terapia chimica effettuata prima dell'intervento chirurgico può ridurre le dimensioni del tumore e condotta dopo che può prevenire la ricorrenza dell'adenocarcinoma.

La sopravvivenza in presenza di adenocarcinoma polmonare dipende dal suo stadio e dalla sua forma..

Molti metodi innovativi sono usati per combattere questa patologia. Questi metodi includono la termoterapia, una procedura in cui viene utilizzato uno scanner del volume che analizza l'area interessata e consente di determinare con precisione la quantità di intervento chirurgico. La terapia mirata, in cui i farmaci utilizzati colpiscono specificamente le cellule tumorali, si è dimostrata valida..

Non perdere tempo a cercare un prezzo impreciso per il trattamento del cancro.

* Solo se si ottengono dati sulla malattia del paziente, il rappresentante della clinica sarà in grado di calcolare il prezzo esatto del trattamento.

Metodi alternativi dopo la chemioterapia

Metodi alternativi di lotta contro il cancro possono agire solo come terapia aggiuntiva. Non sono in grado di sostituire il trattamento di base. I metodi di medicina alternativa possono essere utilizzati per fermare la nausea e altri effetti collaterali della chemioterapia..

Una ricetta efficace è la seguente raccolta di erbe medicinali:

  • semi di lino;
  • foglie di ortica;
  • camomilla;
  • radice di ginseng;
  • fiori d'arancio;
  • colore mela;
  • foglie di aloe essiccate.

Tutti gli ingredienti sono frantumati, miscelati e preparati. Questo tè viene bevuto quotidianamente con miele in assenza di allergie..

L'uso di qualsiasi prescrizione di medicina tradizionale è preventivamente concordato con il medico, poiché l'automedicazione può peggiorare la situazione e causare gravi complicazioni e conseguenze.

Video correlato:

Prognosi della malattia

La prognosi della sopravvivenza dipende dal grado di malignità del tumore, da dove si trova, da quanti anni ha il paziente, in quale fase del trattamento della malattia è stata avviata e da come il corpo ha risposto al trattamento. Con il carcinoma polmonare dell'ultimo stadio, la prognosi è più sfavorevole.

Il terzo grado di cancro dopo il trattamento offre una probabilità di sopravvivenza a cinque anni del 10% dei pazienti. Con una resezione polmonare totale con tessuti e linfonodi interessati, il tasso di sopravvivenza raggiunge il 30%. La terapia nella prima fase della malattia offre una probabilità di sopravvivenza a cinque anni nel 60-70% dei pazienti.

Prevenzione delle malattie

La prevenzione della malattia consiste nell'evitare fattori che possono essere l'impulso per l'insorgenza dell'oncologia nei polmoni:

  • smettere di fumare;
  • trattamento tempestivo e adeguato delle malattie virali;
  • nutrizione appropriata;
  • non entrare in contatto con amianto, arsenico, nichel e altri prodotti chimici, osservando le norme di sicurezza.

Adenocarcinoma polmonare: fasi, trattamento e prognosi

L'adenocarcinoma del polmone è un tumore che cresce dall'epitelio ghiandolare dei bronchi e del tessuto polmonare. Nella pratica pneumologica, questa neoplasia viene diagnosticata nel 40% dei casi, ovvero è la variante più comune del carcinoma polmonare. La maggior parte dei pazienti sono uomini di età superiore ai 60 anni.

Il tumore cresce rapidamente di dimensioni e si diffonde ad altri organi. Prima si inizia il trattamento, maggiori sono le possibilità di sopravvivenza.

Fasi della malattia

Lo stadio di un tumore polmonare è determinato dalle sue dimensioni e dalla presenza di metastasi.

La classificazione dell'adenocarcinoma polmonare per stadi è presentata nella tabella:

PalcoscenicoDimensione del tumorePrevalenzametastasi
PrimoFino a 3 cmSegmento del polmone o bronco segmentarioNo
SecondoFino a 6 cmSegmento polmonareNei linfonodi broncopolmonari
TerzoPiù di 6 cmLobo del polmone o bronco lobareNei linfonodi della trachea, fibra mediastinica
Il quartoPrende tutti i polmoniPolmone vicino, altri organi toraciciPleurite tumorale, metastasi ad altri organi

Inoltre, la neoplasia è classificata in base al grado di differenziazione cellulare:

  • altamente differenziato: cellule ghiandolari che producono muco;
  • differenziazione secondaria - cellule ghiandolari e solide;
  • di bassa qualità - cellule solide.

Il tumore fornisce metastasi al fegato, alle ossa, alle ghiandole surrenali, al cervello.

manifestazioni

Lo stadio iniziale del carcinoma ghiandolare è caratterizzato dall'assenza di sintomi palesi. Le prime manifestazioni iniziano quando il tumore cresce di dimensioni e blocca il lume del bronco o lo schiaccia dall'esterno. La persona si preoccupa:

  • tosse persistente prolungata con molto espettorato;
  • emottisi;
  • mancanza di respiro durante lo sforzo fisico, poi a riposo;
  • dolore al petto.

Il paziente diventa letargico, rapidamente stanco. C'è una perdita di appetito. La voce cambia: diventa rauca, appare sibilante.

A causa di una violazione della funzione di scambio di gas, compaiono segni di insufficienza respiratoria:

  • pallore della pelle con una tinta bluastra;
  • grave mancanza di respiro;
  • vertigini.

L'anemia cronica è una conseguenza della costante separazione del sangue con l'espettorato..

Una caratteristica che consente di sospettare la patologia del cancro è un aumento prolungato della temperatura corporea a 37-37,5 gradi. Nelle fasi successive della malattia, si verifica una significativa perdita di peso..

I pazienti con adenocarcinoma hanno spesso malattie polmonari - polmonite, pleurite. All'esame, si trovano linfonodi regionali ingranditi. La crescita di un tumore maligno porta a danni ai vasi sanguigni - si sviluppa sanguinamento polmonare.

I seguenti sintomi indicano metastasi del cancro ad altri organi:

  • Sindrome di Horner - palpebre cadenti, in piedi il bulbo oculare in avanti;
  • sindrome della vena cava inferiore - accumulo di liquido nella cavità addominale, gonfiore delle gambe;
  • versamento pleurico;
  • ginecomastia - ingrossamento del seno negli uomini.

Più spesso, queste manifestazioni fanno sospettare un cancro ai polmoni ed esaminano una persona.

Trattamento

A causa della natura asintomatica delle fasi iniziali, la diagnosi del tumore viene già eseguita nelle fasi 2-3, quando ci sono segni di ostruzione delle vie aeree. Pertanto, il trattamento preferito per l'adenocarcinoma polmonare è chirurgico.

Intervento chirurgico

Esistono diversi tipi di operazioni, a seconda del volume del tessuto polmonare rimosso:

  • segmentectomia: durante l'operazione vengono rimossi uno o più segmenti del polmone;
  • lobectomia: rimuovere un lobo del polmone;
  • polmonectomia: rimuovere l'intero organo interessato.

Inoltre, vengono rimossi tutti i linfonodi con metastasi..

La scelta della tecnica dipende dalla dimensione e dalla prevalenza della lesione. La chirurgia per le malattie oncologiche obbedisce ai principi di ablastico e antiblastico - insieme al tessuto chiaramente interessato, vengono rimossi diversi centimetri di tessuto circostante sano. Esternamente, non possono esserci segni di un tumore, ma le singole cellule tumorali rimangono al suo interno, che successivamente causano una ricaduta della malattia.

L'intervento chirurgico consente di rimuovere completamente il tumore solo se non si sono ancora verificate metastasi a organi distanti. Questo è possibile solo nelle fasi 1-2. Pertanto, nella maggior parte dei casi, la radioterapia è un complemento del trattamento chirurgico..

Radioterapia

Può essere utilizzato sia prima che dopo l'operazione. L'essenza di questo metodo consiste nell'utilizzare radiazioni dannose per le cellule tumorali. Lo svantaggio della radioterapia è che ha anche un effetto negativo sui tessuti sani. Un tipo di esposizione era la brachiterapia. Questo metodo consiste nel posizionare la fonte di radiazioni direttamente sul polmone interessato..

La radioterapia è accompagnata da una serie di effetti collaterali:

  • fatica;
  • riduzione dell'immunità e frequenti malattie infettive;
  • coagulazione.

Chemioterapia

Un'altra opzione di trattamento è la chemioterapia. Questo è l'uso di farmaci con un effetto citostatico che distruggono le cellule tumorali. Farmaci usati come:

I farmaci vengono utilizzati per iniezione orale o endovenosa. Il dosaggio e il corso del trattamento sono calcolati individualmente dal medico curante, a seconda del peso corporeo e dell'altezza. I farmaci sono abbastanza tossici, quindi il dosaggio deve essere selezionato con grande precisione.

La chemioterapia porta allo sviluppo di un gran numero di effetti collaterali:

  • riduzione dell'immunità;
  • disturbo emorragico;
  • lo sviluppo di anemia;
  • perdita di capelli, pelle secca, unghie fragili;
  • sintomi dispeptici sotto forma di nausea e vomito;
  • infiammazione della mucosa.

Dopo la fine della chemioterapia, gli effetti collaterali scompaiono gradualmente.

Di grande importanza è lo stile di vita del paziente. Indipendentemente dallo stadio della malattia, i pazienti sono raccomandati:

  • rinunciare a cattive abitudini, soprattutto quando si tratta di fumare;
  • aderenza ai principi di una buona alimentazione;
  • adeguata attività fisica;
  • rispetto del regime di lavoro e riposo;
  • sonno completo.

previsione

L'esito dell'adenocarcinoma polmonare dipende in larga misura dallo stadio in cui è stata diagnosticata la malattia e dal trattamento iniziato:

  1. La prognosi più favorevole si osserva con lo stadio 1-2 del tumore. La sopravvivenza a cinque anni in questo caso è fino al 70%.
  2. Con un adenocarcinoma di terzo stadio, solo il 25% dei pazienti sopravvive per cinque anni. Nel primo anno, il tasso di sopravvivenza è del 50%.
  3. La quarta fase del processo patologico ha la prognosi più sfavorevole. La sopravvivenza a cinque anni è stata osservata nel 10% dei pazienti.

Di grande importanza per la previsione dei risultati è il grado di differenziazione cellulare. Con un tumore di basso grado, una persona vivrà senza trattamento per non più di 2-3 mesi. Ma un tale tumore è più sensibile alle radiazioni e alla chemioterapia, quindi le possibilità di sopravvivenza sono significativamente aumentate con un trattamento tempestivo. Questo è il motivo per cui non è consigliabile attendere molto tempo dopo la diagnosi: la terapia deve essere avviata il più presto possibile.

Dopo il trattamento, i pazienti sono soggetti al follow-up e all'esame annuale. Ecco come viene valutata l'efficacia della terapia e vengono identificati i casi di recidiva della malattia..

Conclusione

L'adenocarcinoma polmonare è una delle patologie oncologiche più sfavorevoli. Il tumore tende ad aumentare rapidamente di dimensioni e metastatizza non solo negli organi vicini, ma anche in organi distanti. Una pericolosa complicazione della malattia è l'emorragia polmonare da una nave danneggiata da un tumore. I primi stadi della malattia sono quasi asintomatici, quindi il tumore viene diagnosticato in ritardo, quando si è già verificata metastasi.

Nella maggior parte dei casi, il trattamento è complesso e comprende la rimozione chirurgica del tumore, la chemioterapia e le radiazioni. La prognosi dipende in gran parte dalla diagnosi precoce della malattia..

Adenocarcinoma polmonare

L'adenocarcinoma polmonare (carcinoma polmonare ghiandolare) è un carcinoma non a piccole cellule, diagnosticato nel 40% di tutti i tumori polmonari. Il principale pericolo di questo processo patologico è che nella maggior parte dei casi è asintomatico. Gli uomini di età compresa tra 50 e 60 anni sono i più sensibili alla malattia. Con un trattamento tempestivo, non causa complicazioni.

Eziologia

I medici osservano che questa malattia viene spesso diagnosticata negli uomini, il che può essere dovuto al costo del lavoro, al consumo eccessivo di nicotina e ad altri prodotti del tabacco.

L'eziologia di questa malattia è ben compresa. I fattori predisponenti del processo oncologico sono i seguenti:

  • fumatori;
  • consumo eccessivo di alcol;
  • il consumo sistematico di cibi grassi, piccanti, salati e veloci;
  • caratteristiche ambientali del luogo di residenza (situato vicino a impianti industriali, situazione ambientale sfavorevole in generale);
  • inalazione di sostanze tossiche;
  • terapia ormonale a lungo termine;
  • malattia polmonare cronica;
  • predisposizione genetica.

Va notato che l'adenocarcinoma polmonare moderatamente differenziato può anche svilupparsi in persone con una storia minima di fumo o in coloro che non fumano affatto. Con un sistema immunitario indebolito, è sufficiente essere un fumatore passivo, per essere a rischio.

Classificazione

In base al grado di differenziazione, si distinguono le seguenti forme di malattia:

  • moderatamente differenziato;
  • altamente differenziato;
  • basso rango.

Una forma altamente differenziata include disturbi con formazione attiva di muco. Per una forma moderata, lo sviluppo di una struttura ghiandolare-mucosa è caratteristico. L'adenocarcinoma polmonare di basso grado è caratterizzato dalla presenza di cellule poligonali che formano il muco..

Inoltre, a seconda dell'entità della lesione, si distinguono quattro fasi dello sviluppo del processo oncologico:

  • primo - non ci sono metastasi, la dimensione del tumore non è più di 3 centimetri;
  • il secondo - la dimensione del tumore raggiunge i 6 centimetri, viene diagnosticata la presenza di metastasi nei nodi broncopolmonari;
  • il terzo - la dimensione del tumore è superiore a 6 centimetri, il processo oncologico cattura l'intero lobo del polmone;
  • quarto - il processo del tumore si diffonde al secondo polmone, inizia lo sviluppo della pleurite del cancro.

Il trattamento è più efficace nel primo o nel secondo stadio della malattia polmonare. Se al paziente viene diagnosticato un quarto grado della malattia, allora non vi è alcun dubbio di un completo recupero. La terapia in questo caso ha lo scopo di sostenere la vita del paziente.

Sintomatologia

Nella fase iniziale dello sviluppo, la malattia, nella maggior parte dei casi, è asintomatica. Inoltre, il quadro clinico può differire dai segni generali, a seconda della posizione del tumore e dello stadio della lesione..

Man mano che la patologia si sviluppa, possono comparire i seguenti sintomi:

  • tosse prolungata con espettorato, che ha un odore sgradevole;
  • disagio e dolore al petto;
  • mancanza di aria;
  • temperatura corporea instabile;
  • gonfiore del viso e del collo;
  • affaticabilità rapida;
  • perdita di appetito e, di conseguenza, una forte perdita di massa;
  • raucedine nella voce;
  • linfonodi ingrossati;
  • pleurite frequente.

Se il tumore cresce rapidamente, il paziente può sviluppare emorragia polmonare. Con un simile quadro clinico, dovresti cercare immediatamente un aiuto medico. L'automedicazione è strettamente controindicata.

Diagnostica

La diagnosi precoce di questa malattia consente di curare quasi completamente il paziente. Tuttavia, questo è praticamente impossibile, poiché nella fase iniziale la malattia è asintomatica.

Inizialmente, il medico effettua un esame personale e accerta la storia medica del paziente, se lo stato della sua salute lo consente. Per una diagnosi accurata, vengono utilizzati i seguenti metodi di ricerca:

  • TC e risonanza magnetica del torace;
  • esami del sangue generali e biochimici;
  • citologia dell'espettorato;
  • radiografia del torace;
  • fluorography;
  • biopsia;
  • broncoscopia;
  • prelievo di sangue per marker tumorali.

Sulla base dei risultati dei test, il medico può determinare accuratamente la sottospecie e lo stadio di sviluppo di questo processo patologico.

Trattamento

Il trattamento dell'adenocarcinoma polmonare ha senso solo nelle fasi iniziali del processo oncologico. In generale, le tattiche di trattamento sono selezionate in base alla posizione e al grado di danno al polmone destro o sinistro.

Tipicamente, il trattamento per il cancro ghiandolare può includere quanto segue:

  • intervento operabile;
  • radioterapia;
  • chemioterapia.

Separatamente, il trattamento chirurgico dovrebbe essere evidenziato. A seconda del grado di danno, viene utilizzato uno dei seguenti metodi:

  • segmentectomia - rimozione della sola parte interessata del polmone;
  • lobectomia - rimozione del lobo del polmone;
  • polmonectomia - rimozione di un intero organo.

Di norma, l'ultimo tipo di intervento operabile viene utilizzato solo nella terza, a volte quarta fase. Va notato che l'operazione non viene eseguita se le metastasi sono vicine alla trachea o il paziente ha malattie concomitanti del sistema cardiovascolare.

La terapia farmacologica, come tipo separato di trattamento, con questa patologia non viene utilizzata. Di norma, il medico prescrive alcuni farmaci dopo l'intervento chirurgico in modo che il corpo del paziente recuperi il più rapidamente possibile. L'uso della medicina tradizionale, in questo caso, è fuori discussione.

previsione

Le migliori prognosi per il trattamento vengono fornite se al paziente viene diagnosticata la malattia in stadio 1-2. L'operazione o uno dei suddetti tipi di terapia fornisce risultati positivi. La sopravvivenza globale è del 60–70%.

Con la malattia oncologica nel terzo stadio, le prognosi non sono confortanti. L'operazione può portare a un recupero parziale. Secondo le statistiche, il tasso di sopravvivenza globale in questa fase del cancro è del 20-25%.

Il quarto stadio dell'adenocarcinoma polmonare ha prognosi estremamente negative. L'operazione, in questo caso, non viene eseguita. La terapia mira solo a mantenere la vita umana. Il tasso di sopravvivenza è del 2-3%.

Prevenzione

Prevenire il carcinoma polmonare ghiandolare è molto più facile che curarlo. Al fine di ridurre al minimo il rischio di sviluppare questo processo oncologico, dovrebbero essere applicate nella pratica le seguenti regole di prevenzione:

  • completa cessazione del fumo;
  • evitare la permanenza prolungata in locali polverosi e scarsamente ventilati;
  • trattamento tempestivo e adeguato delle malattie virali;
  • nutrizione appropriata;
  • moderata attività fisica regolare;
  • evitare il contatto con sostanze cancerogene pericolose, come arsenico, radon, amianto, nichel.

Inoltre, non bisogna dimenticare il passaggio regolare della fluorografia. Ciò contribuirà a rilevare la malattia in una fase precoce, il che consente di curarla completamente. Ai primi sintomi, dovresti consultare un medico e non essere trattato in modo indipendente.

Come trattare l'adenocarcinoma polmonare di basso grado (un tumore maligno) negli anziani e per quanto tempo vivrà una persona con carcinoma ghiandolare di stadio 4

L'adenocarcinoma polmonare è una formazione maligna originata dalla struttura ghiandolare dei bronchi e degli alveoli. Molto spesso proviene dalle cellule basali dei piccoli bronchi e si trova alla periferia. In circa un terzo dei pazienti, la malattia si sviluppa nelle ghiandole dei grandi bronchi e si trova nella parte centrale. La patologia è in grado di svilupparsi rapidamente..

Sintomi e cause

L'adenocarcinoma polmonare viene spesso diagnosticato negli uomini. Le donne hanno meno probabilità di incontrare questa condizione patologica. Ciò è dovuto principalmente al lavoro in settori pericolosi e al fumo costante..

Inoltre, tra le cause più caratteristiche dell'adenocarcinoma polmonare:

  1. Lo sviluppo della pneumosclerosi.
  2. Malattie polmonari infettive croniche.
  3. Predisposizione ereditaria.
  4. Vivere in aree con condizioni ambientali avverse: vicino alle imprese industriali, autostrade.
  5. Lunga permanenza in stanze polverose.
  6. Esposizione alle radiazioni o inalazione continua di elementi radioattivi volatili, come il radon.

Nella fase iniziale dello sviluppo, la patologia non sembra manifestarsi in alcun modo.

Il paziente può lamentare debolezza, affaticamento cronico, aumento della fatica, scarso appetito e perdita di peso.

Man mano che il cancro cresce, compaiono i primi sintomi:

  1. Tosse grave non correlata al raffreddore.
  2. Dolore toracico durante la tosse alla schiena.
  3. Muco per la tosse.
  4. La comparsa di mancanza di respiro. Inizialmente solo dopo uno sforzo fisico, con il tempo e il riposo.
  5. Leggero aumento permanente della temperatura corporea.
  6. Linfonodi ingrossati, specialmente sotto le ascelle e sotto la mascella.
  7. Pleurite.

Nella fase avanzata della patologia, è possibile la comparsa di metastasi. I sintomi dipenderanno dall'organo interessato..

Classificazione e tappe

Un tumore maligno dei polmoni ha diverse caratteristiche distintive. La sistematizzazione viene eseguita per tipo, struttura istologica, forma di adenocarcinoma e grado di danno all'organo.

Secondo il grado di certezza morfologica nella struttura delle cellule, l'adenocarcinoma è diviso in:

  1. Altamente differenziato. Si osserva una trasformazione intracellulare, consistente nell'allungamento del nucleo cellulare. Le cellule crescono e si dividono attivamente. Si osserva accumulo di muco. Il processo può verificarsi in una forma papillare o acinaria di patologia..
  2. Moderatamente differenziato. Si osservano cambiamenti marcati nelle strutture cellulari. Il numero di cellule atipiche sta crescendo rapidamente. Questo tipo è caratterizzato da un decorso più grave, aumenta il rischio di comparsa di varie deviazioni, è possibile la presenza di metastasi.
  3. Basso rango. Questa forma è la più sfavorevole, caratterizzata da un alto grado di malignità. Le cellule tumorali crescono rapidamente e sono in grado di diffondersi ad altri organi già nella fase iniziale di sviluppo.
  4. Broncoalveolare. Le cellule patologiche colpiscono le pareti dei bronchi e degli alveoli.

Lo sviluppo di un tumore maligno dei polmoni passa attraverso 4 fasi:

1a tappa. La formazione è piccola e localizzata nei polmoni. Nessuna metastasi.

2 livelli. La dimensione del tumore non supera i 6 cm e si trova in un segmento del polmone o del bronco segmentario. Si osserva la penetrazione delle metastasi nei linfonodi più vicini..

3 fasi. L'adenocarcinoma principale ha una dimensione superiore a 6 cm.Le metastasi colpiscono i linfonodi, il cancro ghiandolare si diffonde all'intero lobo polmonare.

4 livelli. Un tumore si estende oltre i confini di un settore; un altro polmone può essere interessato. Le metastasi si diffondono ad altri organi. Pleurite da cancro può apparire.

Diagnosi e terapia

L'assenza di manifestazioni esterne di patologia in una fase iniziale di sviluppo rende difficile l'identificazione. I metodi più efficaci per diagnosticare il cancro del polmone includono:

  1. Esame del torace e dell'apparato respiratorio mediante TC e risonanza magnetica per valutare il grado di danno e identificare possibili metastasi.
  2. Radiologia.
  3. Broncoscopia per valutare le condizioni della trachea.
  4. Esame del sangue per marcatori tumorali.
  5. Biopsia del tessuto dei bronchi e dei polmoni.
  6. Esame citologico della secrezione polmonare.

In alcuni casi, la diagnosi di patologie oncologiche può essere integrata dall'ecografia dei piani pleurici, dalla toracocentesi e da una biopsia riscaldata.

Il regime di trattamento per i pazienti con lesioni polmonari maligne può includere chirurgia, radioterapia, chemioterapia. Molto spesso, questi metodi sono applicati in modo completo. La strategia di trattamento per l'adenocarcinoma è stata sviluppata da un oncologo basato sulla ricerca.

La chirurgia è obbligatoria nelle fasi 1 e 2 dello sviluppo della patologia. Con metastasi in organi distanti, il trattamento può essere integrato con chemioterapia, radioterapia. Al paziente vengono prescritti citostatici, che impediscono la divisione cellulare e aiutano a ridurre l'area della loro crescita. Se la neoplasia si trova vicino alla trachea o al paziente vengono diagnosticate gravi patologie cardiache, il trattamento chirurgico non è possibile. Il trattamento palliativo è indicato per i pazienti con prognosi più sfavorevole..

La scelta del tipo di operazione dipende dalle dimensioni e dalla posizione del tumore.

Una piccola parte del polmone può essere rimossa o l'intero lobo può essere rimosso; inoltre, i linfonodi interessati vengono asportati.

La riabilitazione dopo l'intervento chirurgico è difficile, soprattutto nelle persone anziane. All'inizio, il paziente può soffrire di respiro corto, respiro corto e dolore al petto..

Previsioni e prevenzione

Con la forma avanzata di patologia e un trattamento inadeguato, la prognosi della sopravvivenza è del 10-15%. Una terapia ben organizzata può aumentare questo indicatore all'80-85%. Per quanto tempo vivrà una persona con cancro ai polmoni dipende dalla forma del tumore, dallo stadio del suo sviluppo, dalla presenza di metastasi.

La prevenzione ha lo scopo di eliminare gli effetti di fattori avversi. È necessario rifiutare il fumo, per evitare un soggiorno prolungato in stanze con composti chimici dannosi. Uno stile di vita attivo fornirà una ventilazione naturale dei polmoni, migliorerà il flusso sanguigno e accelererà la rimozione delle tossine dal corpo..

Adenocarcinoma polmonare: prognosi, stadi (1, 2, 3, 4), se è possibile curare

L'adenocarcinoma polmonare è una patologia oncologica in forma maligna che si sviluppa dal tessuto ghiandolare dei polmoni e dei bronchi. Questa è una malattia mortale, che in assenza di una terapia qualificata porta alla morte. Per evitare le terribili conseguenze, la terapia deve essere iniziata nelle fasi iniziali della malattia. Tuttavia, ciò non è sempre possibile, poiché la patologia non ha segni caratteristici. Controlli medici regolari aiuteranno a identificare la malattia..

Le cause

L'adenocarcinoma polmonare si verifica per i seguenti motivi:

  • dipendenze dannose, incluso il fumo e l'abuso di alcolici;
  • alimentazione impropria, in cui una persona in grandi quantità consuma cibo salato, grasso, piccante e altri cosiddetti alimenti spazzatura;
  • vivere in regioni con una situazione ambientale sfavorevole;
  • penetrazione costante di tossine nel corpo attraverso il sistema respiratorio;
  • l'uso di farmaci a base di ormoni per lungo tempo;
  • patologia polmonare cronica;
  • eredità.

Classificazione

La patologia è classificata, a seconda del grado di differenziazione:

  • forma moderatamente differenziata - in questa forma si sviluppa una struttura ghiandolare-mucosa;
  • specie altamente differenziate: con questa patologia si osserva un'intensa formazione di muco;
  • forma di basso grado - con questa forma nei polmoni ci sono cellule poligonali che formano il muco.

fasi

In pneumologia, si distinguono diverse fasi della malattia, a seconda del grado di danno al sistema respiratorio:

  • in primo luogo, la patologia procede senza metastasi e le dimensioni della formazione non superano i 3 cm;
  • la seconda - metastasi ai nodi broncopolmonari si verifica e la dimensione del tumore aumenta a 6 cm;
  • il terzo - il cancro si diffonde in tutta la parte del polmone in cui si trova la formazione, le dimensioni del tumore superano i 6 cm;
  • quarto stadio: l'oncologia colpisce entrambi gli organi respiratori, la prognosi in questo caso è la più sfavorevole.

Sintomi

Il carcinoma ghiandolare dell'apparato respiratorio presenta i seguenti sintomi:

  • tosse, in cui si verifica la produzione di espettorato e un odore sgradevole appare dalla cavità orale;
  • c'è una sensazione di mancanza di ossigeno;
  • aumento della temperatura corporea;
  • dolore al petto;
  • forte perdita di peso senza cambiare il sistema nutrizionale e aumentare l'attività fisica;
  • malessere generale, debolezza e sonnolenza, anche dopo un riposo prolungato;
  • gonfiore dei tessuti molli nel collo e nel viso;
  • la comparsa di mancanza di respiro;
  • la raucedine si verifica durante la conversazione;
  • un aumento delle dimensioni dei linfonodi sottomandibolari e ascellari;
  • pleurite;
  • polmonite frequente.

Diagnostica

Non sempre la malattia ha sintomi e il trattamento di conseguenza non inizia in tempo. L'assenza di segni di patologia porta alla progressione delle malattie. Le fasi 3 e 4 hanno una prognosi sfavorevole, quindi è meglio iniziare la terapia nelle fasi 1 e 2 dello sviluppo dell'adenocarcinoma polmonare. Rilevare la patologia in una fase iniziale di sviluppo aiuterà esami medici regolari. La diagnosi del carcinoma polmonare ghiandolare viene effettuata utilizzando i seguenti metodi di ricerca:

  • Fluorography. Si consiglia di effettuare tale studio una volta all'anno. La fluorografia aiuta a rilevare molte patologie polmonari, tra cui l'adenoma e l'adenocarcinoma..
  • raggi X Lo studio mostra eventuali cambiamenti nei polmoni causati da patologia..
  • RM e TC. Tali metodi aiutano a determinare la patologia e la natura della malattia..
  • Broncoscopia Aiuta a vedere visivamente che cos'è un tumore, a determinare la posizione della formazione, il confine ed eseguire ulteriori ricerche: una biopsia.
  • Biopsia. Aiuta a determinare la presenza o l'assenza di cancro in forma maligna.

Inoltre, il medico può prescrivere un esame del sangue per i marker tumorali e un esame citologico dell'espettorato secreto dai polmoni.

Metodi di trattamento

Per curare il paziente, utilizzare una terapia complessa. Viene eseguita un'operazione, dopo di che viene prescritta la chemioterapia o la radioterapia. Per aumentare l'efficacia del trattamento, possono anche essere utilizzati metodi alternativi di trattamento della patologia..

Intervento chirurgico

L'intervento chirurgico viene eseguito in tre modi:

  • segmentectomia - amputazione di una parte di un organo affetto da una malattia;
  • lobectomia - amputazione di parte di un organo;
  • polmonectomia - amputazione di tutto il lato di un organo.

Quale metodo verrà utilizzato per determinare l'operazione del medico, a seconda dello stadio della patologia e delle caratteristiche soggettive del paziente. L'intervento chirurgico non viene eseguito se il secondo polmone non funziona bene. In questo caso, viene utilizzata solo l'irradiazione. Durante l'operazione, viene eseguita non solo l'amputazione dei tessuti degli organi colpiti, ma anche i linfonodi che appartengono al torace.

Radioterapia

Un cyberknife viene utilizzato per eseguire la manipolazione. La radioterapia si basa sull'irradiazione del tessuto polmonare danneggiato senza influire sulle cellule sane. Con l'aiuto di un cyberknife, l'educazione è influenzata da diversi punti, il che ti consente di sbarazzarti dell'istruzione.

Chemioterapia

La chemioterapia ti consente di sbarazzarti non solo del tumore, ma anche delle metastasi. L'essenza della procedura è l'uso di farmaci speciali che uccidono le cellule tumorali. La chemioterapia è prescritta prima dell'intervento chirurgico per ridurre le dimensioni della formazione, nonché dopo l'intervento chirurgico per evitare la ricaduta.

Metodi popolari

Per aumentare l'efficacia della terapia, si consiglia di prendere il tè a base di erbe medicinali. Per preparare il prodotto prendere:

  • semi di lino - 1 parte;
  • camomilla - 1 parte;
  • ortica - 1 parte;
  • fiore di melo - 1 parte;
  • colore arancione - 1 parte;
  • foglie scarlatte secche - 1 parte;
  • acqua - 200 ml;
  • coltello - 1 cucchiaino.

Tutte le piante vengono mescolate e 1 cucchiaio grande viene separato dalla massa risultante. La raccolta viene versata con acqua bollente e lasciata in infusione per 10 minuti. Bevi invece del tè, aggiungendo un cucchiaio di miele.

Previsioni e prevenzione

La percentuale di sopravvivenza del paziente dipende da diversi fattori:

  • fasi della patologia;
  • caratteristiche individuali del paziente;
  • luogo di istruzione;
  • reazioni del corpo alla terapia.

La prognosi più sfavorevole per 4 stadi di adenocarcinoma polmonare. In questo caso, la chirurgia non viene eseguita e la terapia non mira a sbarazzarsi della patologia, ma a mantenere la vita del paziente. Se il trattamento viene eseguito nelle fasi 1-2, qui il tasso di sopravvivenza è del 60-70%. Nella fase 3, si osserva un'aspettativa di vita di 5 anni nel 10% dei pazienti. Con un accurato intervento chirurgico, la sopravvivenza è aumentata fino al 30%.

Le seguenti misure preventive ti permetteranno di evitare l'adenocarcinoma polmonare:

  • uno stile di vita sano - un rifiuto completo dell'abuso di tabacco e alcol;
  • aerazione regolare della stanza;
  • trattamento adeguato delle patologie virali nelle prime fasi dell'infezione;
  • mancanza di contatto con composti chimici dannosi o rispetto delle norme di sicurezza in contatto con essi;
  • aderenza ai principi di una buona alimentazione.

Qualsiasi malattia è più facile da prevenire che da curare. L'adenocarcinoma polmonare non faceva eccezione. Uno stile di vita sano e regolari esami medici aiuteranno ad evitare la patologia o a diagnosticare la malattia nella fase iniziale dello sviluppo, il che faciliterà notevolmente la terapia.

Carcinoma polmonare: classificazione, cause, sintomi, diagnosi, trattamento

Il carcinoma polmonare è un tumore maligno che si sviluppa dall'epitelio dei bronchi, delle ghiandole bronchiali o degli alveoli.

Il carcinoma polmonare occupa il 1 ° posto tra le neoplasie maligne negli uomini (17,6%) e solo il 10 ° posto (3,8%) nelle donne. La sopravvivenza a un anno è dell'ordine del 50%, quindi una diagnosi precoce e un trattamento di qualità sono cruciali per una buona prognosi.

Soddisfare:

Classificazione del carcinoma polmonare

La classificazione clinica del carcinoma polmonare si basa sulla localizzazione del focus del tumore:

  1. Il carcinoma polmonare centrale è caratterizzato da un danno alle parti basali del polmone, colpisce bronchi di grosso calibro (principale e lobare). Ciò porta a un restringimento del lume del bronco, a una violazione della sua funzione di drenaggio e, di conseguenza, al collasso del tessuto polmonare (atelettasia). L'atelettasia è spesso complicata dalla polmonite, che può mascherare e complicare la diagnosi di un tumore..
  2. Il carcinoma polmonare periferico è caratterizzato da un danno a bronchi segmentari, bronchioli terminali e alveoli. Cresce abbastanza lentamente e asintomaticamente, viene spesso diagnosticato solo da un esame casuale o nelle fasi successive quando il tumore si diffonde oltre il polmone.

La classificazione istologica si basa sul tipo di cellule da cui è costruito il tumore:

  1. Il carcinoma a cellule squamose si sviluppa dall'epitelio squamoso metaplastico a seguito di irritazione cronica della mucosa bronchiale con fumo, polvere o resine.
  2. Carcinoma a piccole cellule o carcinoma neuroendocrino.
  3. Carcinoma adenogenico (l'adenocarcinoma si sviluppa dall'epitelio ghiandolare).
  4. Il carcinoma a grandi cellule si sviluppa da cellule bronchiali sottosegmentali.

Ogni opzione istologica ha le sue caratteristiche, prognosi, presentazione clinica e approcci terapeutici..

Cause di cancro ai polmoni

Tra le cause del cancro ai polmoni ci sono:

  • Il fumo (sia attivo che passivo) è la causa principale e confermata in modo affidabile di cancro ai polmoni. È noto che quando si fumano più di 40 agenti cancerogeni diversi entrano nel corpo. Il rischio di sviluppare il cancro ai polmoni è 11 volte maggiore nei fumatori rispetto ai non fumatori.
  • Esposizione professionale dannosa: contatto con polvere di amianto, metalli pesanti e pesticidi.
  • Inquinamento dell'aria.
  • Predisposizione genetica (in presenza di parenti stretti di carcinoma polmonare, il rischio di morbilità aumenta nettamente).
  • Condizioni generali di una persona Gli uomini di età superiore ai 40-45 anni con concomitanti malattie polmonari (bronchite cronica, BPCO, polmonite protratta, pneumosclerosi focale e diffusa o tubercolosi) sono particolarmente inclini a sviluppare un carcinoma polmonare.

Tre fasi si distinguono nella patogenesi del carcinoma polmonare. Nella prima fase, l'agente cancerogeno agisce sul DNA delle cellule epiteliali, alterando e riorganizzando il suo genoma, che porta alla formazione di una cellula cancerosa. Nel secondo stadio, dopo un secondo incontro con un fattore provocante, la cellula modificata viene attivata e inizia a moltiplicarsi in modo incontrollato, formando un nodo tumorale. Al terzo stadio, il tumore si diffonde alle strutture vicine: pleura, mediastino, pericardio - acquisisce la capacità di metastatizzare.

Sintomi del cancro del polmone

Le manifestazioni della malattia dipendono dalla forma clinica, dalle dimensioni del tumore e dalla natura della crescita, nonché dalla presenza di metastasi. I sintomi comuni (non specifici) del carcinoma polmonare da intossicazione da cancro sono:

  • appetito alterato e rapida perdita di peso (cachessia);
  • condizione subfebrilica prolungata (aumento persistente della temperatura corporea);
  • stanchezza e debolezza.

I principali sintomi del carcinoma polmonare dovuti alla crescita del nodo tumorale primario:

  • tosse secca;
  • emottisi, raramente emorragia polmonare abbondante;
  • respiro rapido e affannoso;
  • dolore dietro lo sterno, aggravato dalla tosse.

Sintomi secondari di carcinoma polmonare associati alla diffusione del tumore alle strutture e metastasi vicine:

  • crescente raucedine della voce con un tumore del nervo ricorrente;
  • violazione della deglutizione (disfagia) con danno all'esofago;
  • gonfiore del viso, gonfiore delle vene del collo, che è associato alla germinazione della vena cava superiore;
  • un aumento delle dimensioni dei linfonodi cervicali e sopraclaveari;
  • dolore osseo
  • giallo della pelle e dolore nell'ipocondrio destro con metastasi epatiche;
  • dolore nella regione lombare e comparsa di sangue nelle urine con danno renale;
  • mal di testa, disturbi mentali, sintomi focali nelle metastasi cerebrali.

Sintomi rari di carcinoma polmonare, che sono causati da una reazione non specifica del corpo a sostanze biologicamente attive prodotte dal tumore (ormoni e neurotrasmettitori). Questi includono la sindrome di Cushing, un aumento dell'ESR.

Diagnosi del carcinoma polmonare

La diagnosi si basa su una storia corretta e completa. Vengono chiariti i reclami, la durata della malattia, vengono raccolte informazioni sulle malattie concomitanti e sulle precedenti malattie polmonari, sulla presenza di cattive abitudini, sulle condizioni di lavoro, sui rischi domestici e professionali, vengono rivelate le malattie oncologiche in famiglia.

La fase successiva della diagnosi è un esame obiettivo, che consiste in un esame esterno, la palpazione dei linfonodi e l'auscultazione dei polmoni. In presenza di sintomi clinici che suggeriscono che il paziente ha il cancro ai polmoni, sono prescritti metodi di esame speciali (invasivi e non invasivi).

Metodi diagnostici non invasivi: questa è una radiografia del torace, TC e risonanza magnetica, ultrasuoni. I metodi invasivi sono la tracheobronchoscopia (esame dell'albero bronchiale - il cancro centrale è ben visualizzato), la toracoscopia (esame della cavità pleurica - il cancro periferico è ben visualizzato), la mediastinoscopia viene utilizzata per esaminare i linfonodi del mediastino anteriore, la toracotomia diagnostica è il metodo finale per diagnosticare la prevalenza del tumore, altri con efficienza La biopsia tumorale è una procedura obbligatoria per tutti i metodi di ricerca invasiva..

Una biopsia tumorale consente di stabilire una versione istologica del carcinoma polmonare, necessaria per determinare la prognosi e le tattiche di trattamento.

Trattamento del cancro del polmone

Il volume delle misure di trattamento per ciascun paziente è selezionato individualmente e dipende dalle condizioni generali del paziente, dalla presenza di malattie concomitanti, dalle forme anatomiche e morfologiche cliniche del tumore e dallo stadio del processo (caratterizzato dalla dimensione del tumore, dalla presenza di metastasi, da danni alle strutture vicine).

Il trattamento principale per il carcinoma polmonare è chirurgico. Tuttavia, non viene eseguito in tutti i casi. L'operazione è prescritta principalmente per il carcinoma polmonare nodulare, a condizione che il tumore non si diffonda ad altri organi. Con carcinoma polmonare diffuso, la chirurgia è rara.

La dimensione del tumore e la sua posizione determineranno il volume dell'operazione. Esistono tre tipi principali di interventi chirurgici per il cancro ai polmoni:

  • lobectomia - rimozione del lobo del polmone;
  • polmonectomia - rimozione di un intero polmone;
  • resezione del cuneo - rimozione di uno o più segmenti del polmone.

La chemioterapia con farmaci antitumorali che distruggono le cellule tumorali viene eseguita in pazienti con lesioni metastatiche. Diversi tipi istologici di carcinoma polmonare hanno la loro sensibilità alla chemioterapia - il carcinoma a piccole cellule è altamente sensibile alla chemioterapia, al contrario, il carcinoma a cellule squamose e l'adenocarcinoma sono meno sensibili. La chemioterapia può essere utilizzata prima dell'intervento chirurgico per ridurre le dimensioni del tumore; dopo l'intervento chirurgico per prevenire le ricadute e come cure palliative per alleviare i sintomi se il trattamento chirurgico non è possibile.

La radioterapia può essere prescritta per il trattamento del carcinoma polmonare a piccole cellule nelle prime fasi (dopo o contemporaneamente alla chemioterapia).

Per il trattamento del carcinoma polmonare, la terapia mirata è stata recentemente ampiamente utilizzata - trattamento con farmaci altamente specifici (Erlotinib, B - Mab, Gefitinib) che bloccano la riproduzione e il funzionamento delle sole cellule tumorali, senza intaccare i tessuti sani, che quasi completamente evita gli effetti collaterali.

La prevenzione del carcinoma polmonare dovrebbe mirare a:

  • combattere le cattive abitudini (smettere di fumare o ridurre il numero di sigarette fumate);
  • controllo dell'inquinamento;
  • l'uso di dispositivi di protezione individuale nelle industrie pericolose;
  • studi fluorografici preventivi sui polmoni allo scopo di diagnosticare precocemente il carcinoma polmonare e aumentare l'efficacia del trattamento.