Image

Adenoidite nei bambini

Adenoidite nei bambini: foto, sintomi e raccomandazioni sul trattamento
L'adenoidite è una malattia caratterizzata da infiammazione delle tonsille faringee di tipo cronico o acuto.

Poiché anatomicamente, le tonsille si trovano nella gola, quindi con un normale esame della gola non sono praticamente visibili, quindi il processo infiammatorio può passare inosservato per lungo tempo.

Secondo Komarovsky, nell'80% dei casi, l'adenoidite si verifica nei bambini, poiché si verifica l'atrofia delle tonsille faringee e non si verificano processi infiammatori.

Le cause

Cos'è? Le adenoidi (altrimenti, crescite o vegetazioni di adenoidi) sono comunemente chiamate tonsille rinofaringee ipertrofiche. La loro crescita avviene gradualmente.

La causa più comune di questo fenomeno sono le frequenti malattie del tratto respiratorio superiore (rinite, sinusite, faringite, laringite, tonsillite, sinusite e altre). Ogni contatto del corpo con l'infezione si verifica con la partecipazione attiva della tonsilla faringea, che allo stesso tempo aumenta leggermente di dimensioni. Dopo il recupero, quando l'infiammazione scompare, ritorna al suo stato originale..

Se, durante questo periodo (2-3 settimane), il bambino si ammala di nuovo, quindi, non avendo il tempo di tornare alle dimensioni originali, la tonsilla aumenta di nuovo, ma già di più. Ciò porta a un'infiammazione e una crescita costanti del tessuto linfoide..

Gradi di malattia

Nel caso in cui durante il tempo non trovi una forma lieve e non prenda misure, l'adenoidite si trasforma in una forma acuta, che è divisa in diversi gradi di ingrandimento delle tonsille faringee:

  1. Primo grado. Le adenoidi aumentano e coprono la parte superiore del setto nasale osseo
  2. Secondo grado. La dimensione delle tonsille copre i due terzi del setto nasale
  3. Terzo grado. Le adenoidi hanno bloccato quasi l'intero setto nasale.

La forma acuta richiede un trattamento immediato, poiché in futuro potrebbe trasformarsi in adenoidite cronica, che influisce negativamente sulla salute del bambino. Le tonsille ingrandite si infiammano, in esse si sviluppa un gran numero di batteri.

Sintomi di adenoidite nei bambini

La manifestazione di adenoidite nei bambini può causare una serie di complicazioni, quindi è molto importante rilevarla e curarla nella fase iniziale, e qui la conoscenza dei sintomi ci aiuterà. A seconda dello stadio e della natura del decorso della malattia, le sue manifestazioni possono variare in modo significativo.

Quindi, i segni di adenoidite acuta in un bambino sono i seguenti:

  • naso che cola e attacchi di tosse;
  • quando si esamina la gola, si osserva un leggero arrossamento dei tessuti superiori;
  • secrezione mucopurulenta dal rinofaringe;
  • calore;
  • dolore durante la deglutizione;
  • congestione nasale;
  • mal di testa;
  • affaticamento generale e guasto

L'adenoidite cronica si sviluppa a causa dell'infiammazione acuta delle adenoidi. I suoi sintomi sono:

  • naso che cola (a volte con secrezione purulenta);
  • cambio di voce e suono della parola;
  • frequenti raffreddori e mal di gola; congestione nasale;
  • otite media ricorrente (infiammazione dell'orecchio) o perdita dell'udito;
  • il bambino è letargico, dorme male e respira sempre attraverso la bocca.

Il bambino soffre spesso di infezioni virali. Ciò è dovuto a una diminuzione dell'immunità e alla costante secrezione di muco infetto con adenoidite nei bambini. Il muco scorre lungo la parte posteriore della faringe, il processo infiammatorio si diffonde alle parti inferiori del tratto respiratorio.

L'ipossia cronica e la tensione costante del sistema immunitario portano a un ritardo nello sviluppo fisico e mentale. La carenza di ossigeno si manifesta non solo dall'ipossiemia generale, ma anche da un sottosviluppo del cranio facciale, in particolare dalla mascella superiore, a seguito del quale il bambino sviluppa una malocclusione. Possibile deformazione del palato (palato "gotico") e sviluppo del torace "pollo". L'adenoidite nei bambini porta anche all'anemia cronica.

Che aspetto ha l'adenoidite nei bambini: foto

La foto sotto mostra come la malattia si manifesta nei bambini.

Diagnostica

La diagnosi di adenoidi non richiede l'uso di metodi e studi specifici. Sulla base di un esame visivo, un medico ORL effettua una diagnosi preliminare e, se necessario, utilizza metodi diagnostici aggiuntivi.

Rinoscopia posteriore.Ispezione delle tonsille usando uno specchio. È molto difficile per i bambini eseguire questo metodo, perché toccare lo specchio con la mucosa provoca spesso un riflesso del vomito.
Esame delle dita.Il metodo diagnostico che un medico esegue per determinare il grado di proliferazione delle adenoidi.
Radiografia del rinofaringe.Consente di determinare il grado di proliferazione delle adenoidi ed escludere le malattie del seno.
Metodo endoscopicoEsame della tonsilla con un endoscopio. Il metodo più informativo di tutto quanto sopra consente di determinare non solo le dimensioni della tonsilla, ma anche le sue condizioni e allo stesso tempo identifica le malattie concomitanti nel rinofaringe. Visualizza un'immagine sul monitor.

Come trattare l'adenoidite nei bambini?

Senza chirurgia, puoi sbarazzarti di adenoidite 1 - 2 gradi. In questo caso, è necessario seguire un approccio integrato, combinando il trattamento generale e gli effetti locali sulla vegetazione. Di seguito è riportato un regime di trattamento esemplare.

Il trattamento generale è il seguente:

  • immunomodulatori (tintura immunitaria, echinacea);
  • immunostimolanti nel corso di 10-15 giorni (FIBS, estratto di Aloe, Apilak);
  • vitamine e minerali;
  • antistaminici con un ciclo da 7 a 14 giorni (Fenkarol, Suprastin, Diazolin, Pipolfen);
  • nell'adenoidite purulenta acuta sono indicati antibiotici e sulfamidici.

Il trattamento locale offre le seguenti opzioni:

  • gocce con effetto antinfiammatorio con adenoidite - Protargolum, Nazonex;
  • lavaggio nasale - usato sia con adenoidi che con la loro infiammazione; per il lavaggio, è possibile utilizzare soluzioni di sale marino, Elekasol, Miramistin, Rotokan, Furacilin;
  • gocce nel naso con effetto vasocostrittore - riducono il gonfiore dei tessuti, rimuovono il naso che cola, facilitano la successiva procedura di lavaggio del naso; puoi gocciolare il naso con Tizin, Vibrocil, Sanorin;
  • l'introduzione nella cavità nasale di farmaci sotto forma di gocce, spray o una soluzione applicata alla turunda - Bioparox, Protargol, Collargol, Albutsid, Sofradeks, Avamis;
  • inalazione attraverso un nebulizzatore - Cedovix, Mentoclar.

Vale la pena notare che con l'età del bambino, le adenoidi possono diminuire di dimensioni da sole. Ciò è dovuto al fatto che dall'adolescenza, l'incidenza complessiva delle infezioni respiratorie è significativamente ridotta. La tonsilla rinofaringea cessa di essere in costante contatto con microrganismi patogeni e inizia a regredire (diminuzione delle dimensioni).

Rimozione dell'adenoide

Il trattamento chirurgico dell'adenoidite nei bambini viene effettuato con l'inefficacia dei metodi conservativi, nonché con difficoltà nella respirazione nasale. La decisione se rimuovere le adenoidi spetta ai genitori. Ma ci sono una serie di indicazioni assolute per la chirurgia. In questi casi, l'intervento non può essere evitato..

  • impossibilità di respirare attraverso il naso (adenoidi di 2-3 gradi);
  • deformazione dello sterno e del viso;
  • grandi adenoidi;
  • perdita dell'udito.
  • rinite persistente;
  • adenoidite cronica;
  • alitosi;
  • russare, cattivo sonno;
  • otite e sinusite frequenti, ARVI.

Indicazioni per la chirurgia:

  1. Gravi disturbi respiratori nasali;
  2. Inizio della deformazione dello scheletro facciale e del torace;
  3. Compromissione dell'udito dovuta all'ipertrofia della tonsilla nasofaringea;
  4. Malattie infiammatorie croniche esistenti di altri organi del tratto respiratorio superiore.

La rimozione laser delle adenoidi presenta numerosi vantaggi rispetto al metodo tradizionale:

  1. Riduce il periodo di recupero dopo l'intervento chirurgico.
  2. Perdita di sangue minima.
  3. Azioni chirurgiche più accurate.
  4. L'area della zona lesa è ridotta.
  5. Completa sterilità e ridotto rischio di complicanze.

Il laser durante la rimozione di adenoidi nei bambini può essere utilizzato in due modi:

  1. Coagulazione. Viene utilizzato un raggio focalizzato. Consigliato per la rimozione di grandi formazioni..
  2. Valorizzazione. Gli strati superiori di adenoidi sono alimentati dal vapore, viene utilizzato un laser ad anidride carbonica. Consigliato nelle prime fasi e piccole formazioni.

Video: indicazioni per la rimozione di adenoidi in un bambino - Dr. Komarovsky.

Recensioni

Buon pomeriggio. Mio figlio aveva 4 anni quando furono scoperte le adenoidi. Per qualche tempo, ha iniziato a notare che la bambina ha iniziato a sentire di peggio, all'inizio pensava che non stesse flirtando, o era appassionata del gioco, ma stava peggiorando, andarono nella laura, dissero che le adenoidi si stavano schiacciando dall'interno, e quindi l'udito era perso. Sono stati trattati 3 mesi con gocce del valore di 1000 rubli, non ci sono stati cambiamenti.

Il pediatra ha consigliato di rimuoverli, c'è poco uso dal trattamento, ma l'udito è peggio. Hanno eseguito l'operazione, sono rimasti in ospedale per circa 4-5 ore, l'operazione ha richiesto 20 minuti, il resto del tempo in cui il bambino è partito dall'anestesia e ha dormito. L'unico aspetto negativo è che i bambini non tollerano l'anestesia, gridano, piangono e non sono particolarmente coscienti. Ora è passato un anno, durante questo periodo, la congestione nasale non dà fastidio, sente bene ed è diventata molto meno dolorosa. [Adsen]

Rimedi popolari

Ti offriamo suggerimenti testati da altre persone:

  • sciacquare il naso con erbe antinfiammatorie (erba di San Giovanni, calendula, camomilla, farfara);
  • 2-3 gocce di infuso di quercia fresca di corteccia di quercia vengono gocciolate in ogni narice (1 cucchiaino o un sacchetto di una farmacia bolle in un bicchiere d'acqua, bolle per 1-2 minuti, quindi altre 15 vengono infuse), riduce molto bene il volume delle tonsille - controllato da me e da un amico ;
  • instillare nel naso un paio di gocce di olio di arborvitae ("Thuya DN" è adatto, non etere);
  • sciacquare i passaggi nasali con soluzione di propoli - 20 gocce per 1 tazza di acqua e un quarto di cucchiaino di soda, per un risciacquo usare mezzo bicchiere della composizione.

Vale la pena notare che non vale la pena combattere con le adenoidi solo con rimedi popolari. È meglio aderire allo schema raccomandato dai medici e, con il suo permesso, aggiungere alcune ricette casalinghe ad esso..

Prevenzione e prognosi

Si riduce a quanto segue:

  1. Trattamento tempestivo di raffreddori e infezioni respiratorie;
  2. Dieta bilanciata;
  3. Ricezione di vitamine, immunomodulatori locali nella stagione invernale;
  4. Igiene del naso (risciacquo con soluzioni saline) durante la SARS e le epidemie di influenza;
  5. Visita tempestiva dal medico quando compaiono i primi sintomi di adenoidite nei bambini (russare, dormire con la bocca aperta, frequente congestione nasale).

La prognosi della malattia è favorevole con diagnosi e terapia tempestive. Con la crescita ripetuta di adenoidi, è possibile una ricaduta, ciò accade raramente ed è un'indicazione per adenotomia ripetuta.

Adenoidite: cause e sviluppo, manifestazioni, diagnosi, come trattare

L'adenoidite è un'infiammazione della tonsilla non accoppiata, situata al confine tra le pareti superiore e posteriore del rinofaringe. Un aumento delle tonsille rinofaringee di dimensioni senza segni di infiammazione è semplicemente chiamato adenoidi.

Tonsille (tonsille) - isole di posizione subepiteliale concentrata del tessuto linfoide. Sotto forma di tubercoli, sporgono nel lume della cavità orale e del rinofaringe. Il loro ruolo principale è una barriera al confine tra fattori aggressivi (agenti patogeni) del mondo circostante e l'ambiente interno del corpo.

Tonsilla nasofaringea - un organo spaiato che entra, insieme ad altri (tubale linguale e accoppiato e palatino), nell'anello linfatico faringeo.

Una differenza importante rispetto alle altre tonsille è il rivestimento del suo epitelio ciliato cilindrico multirow, in grado di produrre muco.

In uno stato fisiologico normale, senza ulteriori dispositivi ottici, questa tonsilla non può essere esaminata.

statistica

L'adenoidite è definita malattia infantile, poiché la fascia di età più frequente dei pazienti è compresa tra 3 e 15 anni. In casi isolati, l'adenoidite viene diagnosticata sia in età più matura che precoce (fino al torace). La prevalenza della malattia è mediamente del 3,5-8% della popolazione infantile in quantità approssimativamente uguale di lesione, sia maschi che femmine.

L'adenoidite negli adulti, di norma, è una conseguenza dell'infiammazione non trattata della tonsilla nasofaringea durante l'infanzia. Nei casi in cui i sintomi di questa malattia si sviluppano per la prima volta in un adulto, le lesioni tumorali del rinofaringe devono essere escluse per prime, contattando uno specialista in modo tempestivo.

Classificazione di adenoidite

Secondo l'estensione della malattia:

  1. Adenoidite acuta Accompagna ed è una delle molte manifestazioni di altre malattie respiratorie acute di origine sia virale che batterica ed è limitata a una durata di circa 5-7 giorni. È caratterizzato principalmente da manifestazioni catarrali nella regione retro-nasale sullo sfondo di episodi di febbre fino a 39ºС.
  2. Adenoidite subacuta. Più spesso osservato nei bambini con adenoidi già ipertrofiche. Colpisce diversi gruppi di tonsille dell'anello faringeo. La durata delle manifestazioni infiammatorie è in media di circa tre settimane. Qualche tempo dopo il recupero, il bambino può riportare un aumento serale della temperatura corporea a un livello subfebrile (37-38ºС).
  3. Adenoidite cronica Durata della malattia da sei mesi o più. I classici sintomi dell'adenoidite sono uniti da segni di danno agli organi vicini (otite), infiammazione dei seni (sinusite, frontite, etmoidite, sfenoidite) e del tratto respiratorio (laringite, tracheite, bronchite).

Le varietà cliniche e morfologiche di infiammazione cronica della tonsilla nasofaringea sono le seguenti forme:

  • Adenoidite catarrale;
  • Adenoidite sierosa essudativa;
  • Adenoidite purulenta.

Un'unità clinica e morfologica separata dovrebbe essere considerata adenoidite allergica, che si sviluppa in combinazione con altre manifestazioni dell'ipersensibilità del corpo a qualsiasi allergene. Di norma, è limitato a manifestazioni catarrali sotto forma di rinite allergica (naso che cola).

La gravità delle manifestazioni cliniche, la prevalenza delle strutture anatomiche adiacenti e le condizioni del paziente stesso sono condivise dalle seguenti varietà di adenoidite:

  1. Superficie;
  2. Subcompensated;
  3. compensato;
  4. scompensata.

All'esame, a seconda delle dimensioni della tonsilla nasofaringea e della gravità della respirazione nasale compromessa, gli otorinolaringoiatri distinguono quattro gradi di adenoidite.

1 grado - la tonsilla ipertrofica copre 1/3 della parte ossea del setto nasale (apri) o l'altezza totale dei passaggi nasali.

2 gradi: la tonsilla si chiude con se stessa fino a 1/2 della parte ossea del setto nasale.

3 gradi - la tonsilla copre l'apri 2/3 per tutta la sua lunghezza.

Grado 4 - i passaggi nasali (choana) sono coperti dalla crescita della tonsilla quasi completamente, rendendo impossibile la respirazione nasale.

Cause e fattori predisponenti

Le ragioni principali includono quanto segue:

  • Il basso stato immunitario del bambino, che porta a: rifiuto dell'allattamento al seno, malnutrizione, che è principalmente di natura carboidrata, tra l'altro, carenza di vitamina D con manifestazioni cliniche di rachitismo.
  • La tendenza del bambino alla diatesi essudativa e alle allergie.
  • Ipotermia frequente.
  • Fattori ambientali (inquinamento atmosferico industriale, ambienti caldi non ventilati con polvere secca).
  • Naso che cola cronico e malattie infiammatorie di altri organi del tratto respiratorio superiore.

Sintomi di adenoidite

  1. Rinorrea. Manifestato da muco nasale liquido e secrezione purulenta.
  2. Difficoltà nella respirazione nasale. Può contattare il paziente con un naso che cola, tuttavia, può verificarsi anche senza secrezione patologica dal naso. Nei neonati, questo sintomo si manifesta con un'allattamento flaccido al seno o persino con un rifiuto completo del cibo. Nei bambini più grandi, con difficoltà nella respirazione nasale, la voce cambia. Diventa nasale quando la maggior parte delle consonanti nel discorso del bambino vengono ascoltate come le lettere "l", "d", "b". La bocca nei bambini rimane costantemente aperta. Per questo motivo, le pieghe nasolabiali sono levigate e il viso assume un aspetto letargico. Nel decorso cronico dell'adenoidite in tali casi, la formazione dello scheletro facciale viene interrotta:
    1. il cielo solido è stretto, con una posizione elevata;
    2. la mascella superiore cambia forma e il morso si rompe a causa della sporgenza degli incisivi in ​​avanti, come in un coniglio.

    Ciò porta a una violazione persistente della pronuncia dei suoni (articolazione) in futuro.

  3. Dolore nelle parti profonde del naso. La loro natura e intensità è diversa: dai leggeri graffi e solletico, a intensi dolori pressanti che si trasformano in una sensazione di mal di testa senza una chiara localizzazione della fonte. Il dolore al naso peggiora con i movimenti della deglutizione.
  4. Tosse. La tosse con adenoidite si verifica più spesso di notte o al mattino ed è parossistica. È provocato da soffocamento con muco e pus, il cui deflusso attraverso i passaggi nasali è difficile.
  5. Russare, annusare forte mentre dorme. Il sonno in questi casi diventa superficiale, irrequieto, accompagnato da sogni terribili. Questo sintomo di adenoidite inizia a manifestarsi già con le adenoidi di grado 1, quando anche nello stato di veglia non vi sono segni evidenti di una violazione della respirazione nasale.
  6. Temperatura corporea elevata. Più caratteristica dell'adenoidite acuta, che si manifesta improvvisamente, tra il "benessere completo", che sale a 39 ° C e oltre, accompagnata da segni di intossicazione generale pronunciata (debolezza, mal di testa, mancanza di appetito, nausea, ecc.). Con l'infiammazione subacuta e cronica della tonsilla nasofaringea, la temperatura aumenta lentamente, sullo sfondo di altre manifestazioni locali di adenoidite.
  7. Perdita dell'udito e dolore all'orecchio. Appare quando l'infiammazione si diffonde alle tonsille..
  8. Linfonodi sottomandibolari e cervicali ingrossati e doloranti, che iniziano a palpare sotto forma di palline che rotolano sotto la pelle.
  9. Cambiamenti comportamentali. Il bambino, specialmente con adenoidite cronica, diventa letargico, indifferente. Il suo rendimento scolastico a scuola è drasticamente ridotto a causa della maggiore fatica e dell'attenzione diminuita. Comincia a rimanere indietro nello sviluppo mentale e fisico dei suoi coetanei.
  10. Un difetto nello sviluppo della base ossea del torace. Si sviluppa nei bambini con un decorso cronico di adenoidite ed è causato da un cambiamento nel volume dell'ispirazione e della scadenza. Porta il nome di "petto di pollo" (petto compresso lateralmente, con lo sterno che sporge in avanti sulla superficie comune della parete anteriore secondo il tipo di "chiglia").

La diagnosi, oltre alle lamentele sopra elencate, è confermata dall'esame della gola con l'aiuto di specchi speciali. Inoltre, il medico può utilizzare un esame digitale del rinofaringe per determinare la gravità dell'adenoidite.

Ci sono alcune difficoltà nel diagnosticare questa malattia quando si verifica nel bambino, per il motivo che emergono manifestazioni di grave intossicazione e febbre alta, che sono associate al suo rifiuto di mangiare. In questo caso, i linfonodi ingrossati del collo e della regione sottomandibolare aiutano a dirigere la ricerca diagnostica nel modo giusto. Per questa età, la malattia è caratterizzata da una transizione a una forma cronica con frequenti ricadute (esacerbazioni)

In età avanzata, l'adenoidite deve essere differenziata con malattie come:

  • Polipo Choanal;
  • Angiofibroma giovanile;
  • Difetti congeniti dello sviluppo (insufficienza rinofaringea, curvatura del setto nasale, ipertrofia turbinata);
  • Processi cicatriziali dopo chirurgia sugli organi del tratto respiratorio superiore;
  • Malattie tumorali dei tessuti linfoidi.

Trattamento di adenoidite

Come raccomandato dal dott. Komarovsky, il trattamento dell'adenoidite nei bambini dovrebbe iniziare quando si verificano i primi sintomi della malattia o sospettare che.

Ciò è principalmente dovuto al rischio di complicanze nel cuore e nei reni durante la transizione della malattia da acuta a cronica.

Il trattamento per l'infiammazione delle adenoidi di 1 ° e 2 ° grado è limitato da metodi conservativi.

Ha lo scopo di rimuovere l'edema del tessuto linfoide, ridurre la sensibilità agli allergeni, combattere la microflora patologica (virus e microbi), aumentare lo stato immunitario.

Questo risultato è ottenuto in vari modi..

  1. Climatoterapia. Il soggiorno di un bambino durante le vacanze estive in Crimea e sulla costa del Mar Nero nel Caucaso ha un effetto benefico sulla sua cura per l'adenoidite e ha anche un pronunciato effetto preventivo, prevenendo l'insorgenza di questa malattia.
  2. Ricezione di antistaminici (Suprastin, Pipolfen, ecc.) E gluconato di calcio.
  3. Farmaci antinfiammatori (aspirina, ibuklin, paracetamolo, ecc.).
  4. Antibiotici. Sono prescritti per adenoidite essudativa-sierosa e purulenta con grave intossicazione, nonché per esacerbazione di adenoidite cronica, tenendo conto del presunto patogeno.
  5. Effetti locali sulle adenoidi:
    1. Gocce di vasocostrittore (Nafazolin, Xylin); antisettici (Protargol, Bioparox, ecc.);
    2. Inalazione utilizzando i fondi di cui sopra;
    3. Pompaggio del muco (nei neonati);
    4. Fisioterapia (quarzo e terapia laser localmente sulle tonsille, elettroforesi e diametria usando farmaci sui linfonodi regionali).
  6. Complessi multivitaminici e prevenzione del rachitismo.
  7. Nutrizione con sufficiente rapporto proteine-carboidrati. In caso di adenoidite allergica e tendenza alla diatesi, gli alimenti che possono causare questa reazione devono essere rimossi dalla dieta del bambino: agrumi, noci, fragole, cacao, frutti di mare.

I rimedi popolari per il trattamento dell'adenoidite sono limitati all'aggiunta di erbe con effetti antimicrobici (camomilla, salvia) per inalazione.

Inoltre, a scopo profilattico, vengono utilizzati il ​​lavaggio del naso con soluzione salina (1 cucchiaio di sale per 1 litro di acqua) e impacchi umidi sulla gola usando acqua fredda.

In precedenza, il cosiddetto "nogogol-mogul" era ampiamente utilizzato per facilitare la respirazione e alleviare i processi infiammatori, tra cui latte riscaldato (0,5 l), miele (1 cucchiaino), uovo crudo e burro. Questo cocktail ben miscelato, riscaldato a piccoli sorsi, è stato bevuto per tutto il giorno. Tuttavia, la sua efficacia è controversa e giustificata solo come effetto termico locale sul rinofaringe durante il periodo di recupero..

Il trattamento chirurgico dell'adenoidite (adenoidectomia) viene utilizzato per l'ipertrofia delle adenoidi di 2 ° grado e superiori.

L'operazione consiste nella rimozione meccanica della ghiandola ingrossata e delle sue escrescenze con uno speciale adenotome di Beckman, che ha dimensioni diverse a seconda dell'età del paziente.

L'intervento viene eseguito sia con l'aiuto dell'anestesia locale, sia con l'anestesia generale.

Un'ora o due dopo una adenoidectomia, il paziente può essere dimesso dal centro medico.

I primi cinque giorni dopo l'operazione, si consiglia di assumere alimenti liquidi refrigerati, è consentito il gelato. Nei giorni seguenti, le restrizioni di temperatura vengono rimosse.

Indicazioni per la chirurgia:

  • Gravi disturbi respiratori nasali;
  • Inizio della deformazione dello scheletro facciale e del torace;
  • Compromissione dell'udito dovuta all'ipertrofia della tonsilla nasofaringea;
  • Malattie infiammatorie croniche esistenti di altri organi del tratto respiratorio superiore.

Controindicazioni assolute per la chirurgia:

  1. Disturbi della coagulazione del sangue;
  2. Angiofibroma giovanile;
  3. Malattie del sangue tumorale;
  4. Malattie cardiache con gravi manifestazioni di insufficienza circolatoria.

Controindicazioni relative all'adenoidectomia:

  • Malattie infettive acute in un bambino;
  • Malattie della pelle del viso;
  • Situazione epidemica avversa (epidemia di influenza, casi di morbillo nella squadra dei bambini poco prima dell'operazione pianificata).

In questi casi, l'operazione viene eseguita dopo un po 'di tempo (1-2 mesi), dopo aver eliminato i fattori di rischio.

L'età più favorevole per la rimozione dell'adenoide è considerata un periodo di 5-7 anni.

Sintomi di adenoidite

Il contenuto dell'articolo

Le reazioni infiammatorie sono infettive e di natura allergica, mentre le manifestazioni cliniche della malattia sono simili ai sintomi della tonsillite acuta.

Con un corso prolungato di processi infettivi nella regione della tonsilla nasofaringea, si forma un essudato purulento, che porta allo scioglimento dei tessuti e, di conseguenza, a grave intossicazione del corpo.

Il trattamento tardivo della patologia ORL comporta lo sviluppo di pielonefrite, glomerulonefrite, insufficienza cardiaca, meningite, mastoidite, ecc..

Informazioni sull'anatomia

Adenoidite e adenoidi: qual è la differenza? Molte persone presumono erroneamente che non vi sia alcuna differenza significativa tra i concetti, anche se non è così. Le adenoidi (vegetazione adenoidea) sono l'ipertrofia del tessuto adenoide che costituisce la tonsilla nasofaringea. È localizzato nell'arco nasofaringeo e svolge una funzione protettiva nel corpo..

Cosa sono le tonsille e qual è il loro ruolo nel corpo umano? Le tonsille sono gli organi immunitari costituiti da tessuti linfoidi. Prendono parte alla biosintesi di cellule immunocompetenti che distruggono i patogeni negli organi ENT. La tonsilla faringea (rinofaringea) è parte integrante del cosiddetto anello faringeo linfoide. Protegge il rinofaringe dalla penetrazione di agenti patogeni, che impedisce lo sviluppo di infezioni.

In caso di reazioni infiammatorie negli organi respiratori, le tonsille iniziano a produrre un gran numero di globuli bianchi. Tuttavia, con una diminuzione della resistenza del corpo, non sono in grado di resistere all'afflusso di agenti patogeni, a seguito del quale c'è una proliferazione del tessuto linfoide. A causa dell'aumento dell'area della tonsilla faringea, vi è un aumento dell'immunità locale. A sua volta, l'iperplasia degli organi porta alla sovrapposizione di choanas e bocca della tromba di Eustachio.

L'adenoidite è un'infiammazione del tessuto adenoide iperplastico. La malattia ORL si verifica a causa dell'infezione della tonsilla faringea allargata con virus, funghi o microbi. I processi patologici nel sistema respiratorio comportano la formazione di essudato purulento sulla superficie delle tonsille, a seguito della quale si sviluppa l'adenoidite purulenta.

Cause di adenoidite

La vegetazione adenoidea è osservata principalmente nei bambini dai 3 agli 8 anni. È durante questo periodo che si sviluppa la tonsilla faringea, che aumenta il rischio di proliferazione del tessuto linfoide. Al raggiungimento di 9 anni, la crescita della tonsilla faringea si interrompe, dopo di che si verifica la sua involuzione, ad es. riduzione immunitaria.

La causa dell'infiammazione del tessuto adenoide iperplastico è una forte diminuzione dell'immunità locale, che è facilitata da:

  • ipotermia locale;
  • ipovitaminosi;
  • nutrizione monotona;
  • frequenti ricadute del raffreddore comune;
  • reazioni allergiche;
  • ecologia avversa;
  • rachitismo e diatesi;
  • farmaci irrazionali.

L'arresto tempestivo di reazioni allergiche infettive negli organi respiratori porta alla formazione di ascessi nei tessuti molli, che è irto di sviluppo di sepsi.

L'adenoidite (tonsillite retronasale) si sviluppa da sola o sullo sfondo di altre malattie ORL: tonsillite, faringite, sinusite, rinorrea, ecc. A causa dell'elevata allergizzazione del corpo del bambino, l'infiammazione settica della vegetazione adenoidea porta a grave gonfiore dei tessuti molli, mancanza di respiro e rinite cronica. Il trattamento ritardato comporta cambiamenti distruttivi nelle formazioni linfodenoidi, che possono portare alla formazione di tumori maligni.

Forme di adenoidite

I sintomi della tonsillite retronasale sono determinati dallo stadio di sviluppo delle reazioni infiammatorie nei tessuti, dall'agente causale dell'infezione e dal grado di sviluppo della vegetazione adenoidea. Il più grande pericolo per la salute del paziente è un'infiammazione settica lenta della tonsilla faringea, che porta a un cambiamento nella morfologia dei tessuti. In otorinolaringoiatria, è consuetudine distinguere tre forme principali di adenoidite, vale a dire:

  • subacuto - una leggera infiammazione degli accumuli linfoidi provocata da virus;
  • acuta - infiammazione infettiva e allergica dei tessuti molli dovuta allo sviluppo di batteri o virus;
  • cronica - infiammazione lenta della tonsilla nasofaringea, che non è accompagnata da sintomi di intossicazione da ipertermia.

Importante! La tonsillite a raggi X non trattata comporta lo sviluppo di otite media purulenta e labirintite.

È difficile diagnosticare autonomamente la malattia, poiché si sviluppa spesso sullo sfondo di scarlattina, influenza, pertosse, morbillo e altre malattie infantili. In caso di sintomi patologici, è necessario chiedere aiuto a un pediatra e sottoporsi a un esame hardware appropriato.

Adenoidite acuta

L'adenoidite acuta si verifica spesso sullo sfondo dello sviluppo di malattie ORL virali e batteriche. La comparsa di reazioni infiammatorie nella vegetazione adenoidea è evidenziata da sintomi di intossicazione e da un forte aumento della temperatura. A causa della mancanza di immunità adattativa, la tonsillite retronasale più difficile si verifica nei bambini.

I classici sintomi dell'adenoidite acuta includono:

  • febbre febbrile;
  • congestione nasale;
  • voce nasale;
  • tosse parossistica;
  • iperemia delle arcate palatine;
  • scarico mucoso dal naso;
  • respirazione nasale affannosa.

A causa della riproduzione attiva di agenti patogeni e intossicazione del corpo, i pazienti lamentano mal di testa, mancanza di appetito, indigestione e disfagia (difficoltà a deglutire).

La tonsillite retronasale nei bambini è spesso complicata dalla broncopolmonite a causa del drenaggio delle secrezioni patologiche lungo la faringe posteriore nel tratto respiratorio inferiore. La complicazione più pericolosa dell'adenoidite acuta è un ascesso nella regione faringea. L'infiammazione purulenta dei tessuti della gola porta a un restringimento delle vie aeree e allo sviluppo di ipossia. Se l'infiammazione non viene fermata in tempo, in futuro porterà al soffocamento.

Adenoidite subacuta

L'adenoidite subacuta viene diagnosticata in pazienti con grave iperplasia dei tessuti nell'anello linfoide. La patologia ORL è spesso preceduta da angina follicolare o lacunare. La durata della forma subacuta della malattia è in media 15-17 giorni. I seguenti sintomi indicano lo sviluppo di complicanze post-infettive:

  • febbre bassa;
  • ipertrofia dei linfonodi sottomandibolari;
  • naso che cola cronico;
  • linfoadenite cervicale;
  • mal di testa.

Un naso che cola prolungato porta all'atrofia dell'epitelio ciliato e alla formazione di focolai purulenti di infiammazione nel rinofaringe. Il trattamento tardivo dell'adenoidite subacuta porta all'infiammazione dei seni paranasali, che porta allo sviluppo di sinusite batterica.

Adenoidite cronica

L'adenoidite lenta è caratterizzata da un danno non solo alla tonsilla nasofaringea, ma anche all'analizzatore uditivo e agli organi respiratori inferiori. La tonsillite cronica retronasale è una conseguenza di una forma acuta di patologia. I sintomi generali e locali dell'infiammazione sono lievi, quindi non è sempre possibile diagnosticare la malattia ENT in tempo.

Reazioni patologiche lente nella tonsilla nasofaringea si verificano senza temperatura e sintomi di intossicazione. Le manifestazioni tipiche di adenoidite cronica includono:

  • difficoltà a respirare attraverso il naso;
  • esacerbazione frequente di malattie respiratorie;
  • rinite persistente;
  • congestione nasale;
  • appetito ridotto.

Con un'esacerbazione dell'infiammazione lenta, le manifestazioni cliniche praticamente non differiscono dai sintomi della forma acuta della malattia ENT. L'infiammazione cronica della tonsilla nasofaringea porta a ipossia e insufficiente arricchimento del cervello con ossigeno, che influenza lo sviluppo mentale e fisiologico dei bambini. Il trattamento ritardato può portare allo sviluppo di infiammazione nella tromba di Eustachio e, di conseguenza, alla perdita dell'udito conduttiva..

Adenoidite purulenta

Adenoidite purulenta - infiammazione batterica della vegetazione adenoidea con conseguente formazione di essudato purulento nei tessuti linfodenoidi. Gli agenti causali dell'infezione sono spesso Pseudomonas aeruginosa, stafilococchi, meningococchi e altri microbi gram-positivi. Molto spesso, la patologia viene diagnosticata nei bambini di età compresa tra 6-8 anni. L'infiammazione purulenta della tonsilla faringea può essere preceduta da faringite batterica, sinusite, otite media purulenta, rinite allergica, ecc..

L'adenoidite purulenta differisce dalla forma catarrale della malattia ENT in un decorso più grave:

  • febbre;
  • mialgia;
  • aumento della temperatura (fino a 40 ° C);
  • difficoltà nella respirazione nasale;
  • secrezione purulenta dal naso;
  • orecchie chiuse;
  • dolore rinofaringeo che si irradia all'orecchio.

La tonsillite retronasale purulenta colpisce spesso i bambini con una struttura anormale del setto nasale.

Le lesioni e la struttura anormale del setto nasale impediscono il normale deflusso delle secrezioni mucose dai passaggi nasali. Contiene una notevole quantità di proteine ​​e monosaccaridi, che sono un ambiente favorevole per lo sviluppo di microbi. In caso di infezione della tonsilla nasofaringea, il rapido sviluppo di agenti patogeni diventa la causa della comparsa di essudato purulento nei canali nasali.

Metodi di trattamento

L'uso di farmaci per il trattamento dell'infiammazione infettiva negli organi respiratori è possibile solo dopo che il medico ha diagnosticato l'adenoidite. L'obiettivo della terapia è quello di eliminare la flora patogena nella tonsilla ipertrofica e nei tessuti circostanti. Se l'infiammazione non si ferma in tempo, ciò porterà inevitabilmente a danni alla tromba di Eustachio, ai seni, alla trachea, alla laringe e ai bronchi.

In assenza di gravi complicazioni, il trattamento viene effettuato a casa, ma sotto la guida di un otorinolaringoiatra. I seguenti tipi di farmaci sono generalmente inclusi nel regime di trattamento:

Tipo di farmacoNome del farmacoPrincipio operativo
antibiotici
  • amoxiclav
  • Summamed
  • Augmentin
distruggere la membrana cellulare dei batteri gram-positivi, che porta alla loro morte e regressione dei processi purulenti
soluzioni saline per l'irrigazione del rinofaringe
  • Marimer
  • Aquamaris
  • "Physiomer"
cancella i passaggi nasali del muco patologico, aumentando così l'immunità locale
spray faringeo faringeo
  • Stopangin
  • "Bioparox"
  • "Faringosept"
disinfettare la mucosa e ridurre il gonfiore dei tessuti, a seguito del quale aumenta il lume nei passaggi nasali e la respirazione è facilitata
antistaminici
  • Tavegil
  • Claritin
  • Zodak
eliminare le reazioni allergiche, che porta a una diminuzione del gonfiore dei tessuti linfoidi
vasocostrittore gocce nasali
  • Galazolin
  • Rinostop
  • Farmazolin
normalizzare il deflusso linfatico dall'epitelio mucoso, a seguito del quale viene facilitata la respirazione attraverso il naso
rimedi omeopatici
  • "Lymphomyozot"
  • Hypericum 30C
  • Taleon-A
normalizzare la microcircolazione sanguigna e il deflusso linfatico nei tessuti adenoidi, favorire il riassorbimento degli infiltrati
antisettici per il trattamento della gola
  • Yoks
  • Protargol
  • alette
disinfettare le mucose, contribuendo alla distruzione di agenti patogeni e alla rigenerazione dei tessuti

Importante! Non utilizzare spray per il trattamento di bambini di età inferiore ai 2 anni, poiché ciò può provocare broncospasmo.

Con un forte sviluppo di vegetazione adenoidea, il paziente deve essere ricoverato in ospedale. Le reazioni infiammatorie in una tonsilla ipertrofica possono causare gravi complicazioni sistemiche, pertanto il trattamento dell'adenoidite purulenta deve essere effettuato sotto la supervisione di uno specialista in malattie infettive.

Fisioterapia

L'efficacia del trattamento farmacologico della tonsillite retronasale aumenta con procedure fisioterapiche parallele. La fisioterapia può accelerare la regressione delle reazioni infiammatorie, aumentare la resistenza del corpo alle infezioni e accelerare l'epitelizzazione dei tessuti interessati. Per il trattamento e la prevenzione dell'adenoidite possono essere utilizzati:

  • elettroforesi - l'introduzione di medicinali in soluzione ("difenidramina", "prednisolone") nel corpo attraverso impulsi elettrici; accelera la regressione dell'infiammazione e l'epitelizzazione degli accumuli linfoidi;
  • darsonvalorizzazione - esposizione remota alla corrente pulsata ad alta frequenza sui tessuti del rinofaringe, che aiuta a ripristinare gli stropici dell'epitelio ciliato;
  • inductothermy - magnetoterapia, che promuove l'analgesia, la vasodilatazione e la rigenerazione dei tessuti adenoidi.

Per ottenere l'effetto terapeutico necessario, il trattamento fisioterapico viene effettuato in corsi. Alcuni di questi metodi possono essere utilizzati solo nella fase di regressione dei processi infiammatori negli organi ENT.

Adenoidite purulenta: sintomi di forme acute, subacute e croniche di patologia

L'adenoidite purulenta è un processo infiammatorio che si verifica nella tonsilla faringea. L'infiammazione è più spesso di natura infettiva ed è accompagnata dalla separazione dell'essudato purulento..

Con il trattamento errato dell'adenoidite, è possibile lo sviluppo di complicanze, che includono patologie del sistema escretore, malattie del tratto gastrointestinale, disturbi del sistema cardiovascolare.

L'adenoidite purulenta è più comune nei bambini, ma è anche possibile la progressione del processo patologico negli adulti.

Cause di adenoidite

Tra le cause dell'infiammazione purulenta della tonsilla faringea ci sono i seguenti fattori:

  1. Per lo più alimentazione artificiale.
  2. La predominanza degli alimenti a base di carboidrati nella dieta.
  3. Ipovitaminosi, in particolare carenza di vitamina D..
  4. Rachitismo.
  5. Diatesi (di solito essudativa).
  6. Malattie allergiche.
  7. Ipotermia corporea.
  8. Esposizione a fattori ambientali avversi.

L'adenoidite acuta si sviluppa spesso nei bambini piccoli a causa dell'attivazione della microflora patologica nella regione rinofaringea con ipotermia generale del corpo. Inoltre, la causa dello sviluppo dell'adenoidite come complicazione può essere una patologia infettiva trasferita..

Forme di adenoidite

Le principali forme di questa malattia includono adenoidite acuta, subacuta e cronica. La forma acuta del processo patologico si manifesta come tonsillite retronasale, mentre quella cronica comporta una vasta gamma di sintomi clinici.

Sintomi di adenoidite acuta

Molto spesso, l'adenoidite purulenta acuta si verifica dopo infezioni respiratorie acute, la cui causa in alcuni casi è l'infezione da streptococco. L'infiammazione tonsillare faringea isolata si verifica meno frequentemente.

Per l'adenoidite acuta, le seguenti caratteristiche dei sintomi clinici sono caratteristiche:

  1. Alta temperatura (sopra i 39 gradi) all'inizio della malattia.
  2. Sensazione di dolore e dolore moderato durante la deglutizione in profondità nella cavità nasale.
  3. Congestione nasale, naso che cola prolungato.
  4. La tosse si adatta di notte.
  5. Gola rossa nella parete posteriore.
  6. Gonfiore delle arcate palatine posteriori.
  7. Scarico purulento profuso dal rinofaringe.
  8. Durante l'endoscopia e la rinoscopia, uno specialista scopre una tonsilla ipertrofica arrossata, le cui scanalature sono piene di pus.
  9. Mal di testa.
  10. Dolore al palato molle e irradiazione del dolore alle orecchie e alla parte posteriore della cavità nasale.

Nei bambini si verifica un processo infiammatorio acuto particolarmente grave. L'appuntamento tempestivo della terapia corretta è complicato dalla complessità di fare la diagnosi corretta..

Il quadro clinico è piuttosto non specifico e include tali manifestazioni:

  • difficoltà a succhiare;
  • dispepsia parenterale (straripamento dello stomaco, scoppio dell'epigastrio, disfagia, sazietà precoce);
  • linfoadenopatia (linfonodi cervicali e sottomandibolari ingrossati e dolorosi).

La forma acuta di adenoidite dura circa cinque giorni. La patologia è soggetta a decorso ricorrente, a volte complicata da sinusite acuta e otite media, danni alla trachea e ai bronchi. Le complicanze sono la broncopolmonite e la laringotrachebronchite. Nei bambini di età inferiore a 4 anni, si sviluppa spesso un ascesso faringeo.

Sintomi di adenoidite subacuta

L'adenoidite subacuta dura leggermente più a lungo della forma acuta di patologia. La malattia è più comune tra i bambini a cui è stata diagnosticata una grave ipertrofia dell'anello linfodenoide faringeo.

L'inizio del processo patologico è abbastanza acuto, spesso la malattia si sviluppa dopo che la tonsillite lacunare si attenua. La durata dell'adenoidite subacuta va da 15 a 20 giorni.

La malattia inizia con una condizione subfebrile prolungata, a volte la temperatura della sera sale a 38 gradi. I linfonodi cervicali e sottomandibolari sono gonfi, sensibili alla palpazione.

Si nota un naso che cola purulento con adenoidi, ha un carattere protratto. In alcuni casi, si verificano tosse e otite media. A volte la durata della malattia supera i 20 giorni, il processo si trascina per diversi mesi.

Sintomi di adenoidite cronica

L'adenoidite cronica si distingue per la durata e la gamma dei sintomi associati. Le condizioni del paziente sono complicate dall'infiammazione dell'orecchio medio, della trachea, dei bronchi e dei seni paranasali.

I sintomi sono determinati dalla prevalente risposta infiammatoria e dalla reattività immunologica del paziente. Tra le forme purulente di adenoidite, predominano l'adenoidite mucopurulenta e i macrofagi neutrofili..

Tra i sintomi dell'adenoidite cronica, dovrebbero essere evidenziati i seguenti:

  1. Difficoltà a respirare attraverso il naso.
  2. Naso che cola con secrezione purulenta.
  3. Esacerbazioni della patologia, che si manifestano con salti della temperatura corporea fino a 38 gradi e un aumento del raffreddore comune.
  4. Infiammazione purulenta dell'orecchio medio.
  5. Infiammazione della trachea e dei bronchi.

In caso di esacerbazione di adenoidite cronica, si manifestano sintomi caratteristici di una forma acuta di patologia.

Il trattamento attenua i sintomi clinici, ma non porta al completo recupero.

L'adenoidite cronica è caratteristica dei bambini più grandi. La malattia provoca un deterioramento non solo della salute fisica, ma anche psicologica.

Il bambino diventa più stanco, compaiono mal di testa, l'appetito diminuisce, l'attenzione è compromessa. Inoltre, i bambini possono avere tosse notturna e eustachite progressiva..

Metodi di trattamento per adenoidite purulenta

L'adenoidite purulenta può essere rilevata all'esame di un otorinolaringoiatra. Lo specialista eseguirà le procedure diagnostiche necessarie e prescriverà il corretto corso della terapia..

Gli obiettivi del trattamento di una forma purulenta di adenoidite sono:

  • eliminazione di un agente infettivo;
  • prevenzione della diffusione della patologia agli organi adiacenti.

Tra i principali metodi di trattamento per le adenoidi, si possono distinguere i seguenti:

  1. Accettazione di farmaci antibiotici (Flemoklav, Amoxicillin, Sumamed). Gli antibiotici devono essere usati rigorosamente come prescritto dal medico e secondo le istruzioni.
  2. Ricezione di medicinali desensibilizzanti che riducono il gonfiore e l'allergia del corpo (diazolina, zirtek, claritina). Il prezzo di questi farmaci varia in un intervallo abbastanza ampio.
  3. L'uso di soluzioni saline per l'irrigazione del naso al fine di ridurre il gonfiore e rimuovere il pus dalla cavità nasale (Aqualor, Marimer).
  4. L'uso di forme aerosol di preparati contenenti sostanze antisettiche (Bioparox, Stopangin, Hexoral).
  5. L'uso di gocce nasali vasocostrittori (Rinostop, Nazol).
  6. Irrigazione della cavità nasale con soluzioni di essiccazione e antisettiche (Collargol, Protargol).
  7. Procedure fisioterapiche (trattamento laser, fototerapia, diatermia, elettroforesi).
  8. Massaggio faringeo tonsillare da soli (fino a cinque giorni al giorno, per alcuni secondi).

In rari casi, può essere necessaria la rimozione di adenoidi. Dopo l'operazione, a volte ci sono residui di adenoidi che possono crescere e provocare una ricaduta del processo infiammatorio.

Con il rilevamento tempestivo della patologia, la probabilità di un rapido recupero è maggiore. È importante rispettare tutti gli appuntamenti e le raccomandazioni mediche, non trascurare le procedure e i medicinali prescritti. Non automedicare, questo può portare al deterioramento. Il video e la foto nell'articolo aiuteranno a comprendere le caratteristiche della clinica e il trattamento delle forme purulente di adenoidite..

Cos'è l'adenoidite purulenta nei bambini, quali sono le sue caratteristiche e il trattamento?

L'adenoidite purulenta è considerata una delle patologie più comuni nel campo delle malattie ORL nei bambini. L'analisi degli studi clinici suggerisce che il numero totale di bambini con adenoidite cronica nei bambini è di circa il 50%. Per coloro che sono spesso malati, questa cifra può arrivare fino al 70%. Allo stesso tempo, il 40% dei pazienti ha una sinusite concomitante. Di seguito parleremo delle cause, dei sintomi e del trattamento dell'adenoidite purulenta.

Caratteristiche della forma cronica della malattia

Le adenoidi sono le tonsille rinofaringee che, a seguito di un'infiammazione cronica, hanno iniziato a crescere eccessivamente.

La vegetazione delle adenoidi è caratteristica per l'età di 3-7 anni, ma può verificarsi prima o poi nei bambini. Esistono tre gradi di crescita adenoidea:

  • 1. Il primo - la parte superiore dell'apri è chiusa da adenoidi. Il disagio quando si respira è possibile solo in un sogno. Metodi di trattamento - Conservativo.
  • 2. Secondo - I 2/3 apritori sono chiusi. Russare la notte normale, la respirazione nasale è difficile. Gli stessi metodi conservativi sono considerati un trattamento..
  • 3. Terzo: l'apriporta è completamente chiuso. La respirazione è solo attraverso la bocca, poiché il naso è bloccato. La chirurgia è spesso usata per trattare questo grado..

La vegetazione adenoidea crea un grosso problema, poiché interferisce con la normale respirazione e il deflusso del muco con un naso che cola. E questo a sua volta stimola un ulteriore aumento delle escrescenze e complica il trattamento.

Uno dei motivi per la comparsa di malattie nei bambini è considerato un fattore infettivo, cioè l'effetto sul rinofaringe dei microrganismi patogeni. Tra questi, i batteri cocchi (streptococco e Staphylococcus aureus) sono i più comuni. Anche se l'infezione anaerobica ha il suo posto.

Studi scientifici hanno dimostrato che la clamidia o le sostanze irritanti chimiche possono anche essere le ragioni del passaggio dalla forma acuta a quella purulenta. Sono possibili i seguenti motivi:

  • forma acuta avanzata della malattia;
  • ipotermia;
  • attacchi virali, soprattutto in autunno e primavera;
  • la presenza nel corpo di altre infezioni virali;
  • cura impropria per il bambino;
  • immunità indebolita.

Manifestazioni di adenoidite purulenta

Ci sono molti segni di adenoidite purulenta e sono tutti diversi. I principali sintomi della malattia sono:

  • 1. Un naso chiuso con molta secrezione. A questo proposito, la circolazione sanguigna è disturbata, il che porta a gonfiore cronico e infiammazione della mucosa nasale. C'è un accumulo di muco denso, quindi appare un naso che cola. Lo scarico ha una tonalità verde o marrone, un odore sgradevole.
  • 2. Sonno irrequieto a bocca aperta. Il bambino potrebbe persino avere un attacco d'asma a causa della caduta della lingua.
  • 3. Irritazione del liquido secretorio dal naso di diverse aree della pelle.
  • 4. Morso sbagliato dovuto alla bocca costantemente aperta. Setto nasale curvo.
  • 5. Infiammazione della tromba di Eustachio, orecchio medio.
  • 6. L'aumento della temperatura.
  • 7. Perdita dell'udito.
  • 8. Una voce rauca indebolita.
  • 9. Mal di testa a causa del deflusso ostruito del sangue venoso.
  • 10. Incontinenza urinaria di notte.
  • 11. Espressioni facciali distorte.
  • 12. Soffocamento sullo sfondo dell'asma bronchiale.
  • 13. Mancanza di appetito, vomito, costipazione, diarrea.
  • 14. Perdita di peso.

Al fine di evitare complicazioni e conseguenze irreparabili, è necessario mostrare il bambino al medico in modo tempestivo. Raccomanderà un trattamento sicuro ed efficace..

Terapia e gestione del paziente

La prevenzione della maggior parte delle malattie ORL si basa principalmente su un'igiene e un trattamento adeguati. Il complesso sulla base delle regole e dei farmaci osservati consentirà di affrontare il problema il più rapidamente possibile.

I farmaci antibatterici sono importanti nel trattamento..

Per facilitare la respirazione, i vasocostrittori sono adatti almeno tre volte al giorno. Allevia il gonfiore e cancella le vie respiratorie. Ma vale la pena ricordare che l'uso di tali farmaci non dovrebbe superare un periodo di una settimana. Altrimenti, il trattamento sarà sbagliato. Dopo questo, dovresti prendere antisettici.

Abbastanza spesso, durante il periodo di trattamento, nei bambini si verifica una reazione allergica ai farmaci. Pertanto, sarebbe bello prendere antistaminici.

È necessario trattare qualsiasi malattia in parallelo con l'assunzione di vitamine. Vale la pena prestare attenzione alla dieta, introdurre più frutta e verdura, non usare cibi allergenici..

Un buon risultato è il risciacquo della cavità nasale con soluzione salina. Un cucchiaino di sale viene sciolto in un bicchiere d'acqua, filtrato e la soluzione risultante viene lavata in modo conveniente con la cavità nasale tre volte al giorno.

Un trattamento efficace è la ginnastica respiratoria. Preserva la respirazione nasale e previene la crescita progressiva delle adenoidi. L'esercizio fisico è consentito solo durante i periodi di remissione tra esacerbazioni. Una tecnica eccellente può essere considerata il gonfiare palloncini, espirare l'aria attraverso un tubo (inspirare attraverso il naso, espirare attraverso la bocca). Tale trattamento porta sia beneficio che piacere..

Tra i metodi di trattamento non tradizionali, inalazioni, compresse, tinture, decotti sono popolari. Di seguito sono riportati alcuni esempi di alcune ricette:

  1. Gargarismi con succo di aloe diluito in acqua in un rapporto di 1: 1. Possono anche seppellire il naso.
  2. Inalazione a base di gemme di pino. È abbastanza semplice e carino. 20 grammi di reni insistono in 1 tazza di acqua bollente.
  3. Sotto forma di gocce nella cavità nasale, usa il succo di cirro Kalanchoe.
  4. Un impacco eccellente sarà un impasto morbido con steli di un figlioccio. Applicare sul collo. Tale trattamento allevia il gonfiore.
  5. Una miscela di latte, un uovo crudo e un cucchiaio di miele viene presa a piccole dosi durante il giorno.

È importante ricordare che i rimedi popolari dovrebbero solo integrare il trattamento principale. Qualsiasi terapia deve essere rigorosamente sotto la supervisione di uno specialista. Dopotutto, un trattamento improprio può danneggiare un bambino.

E in modo che non sorgano ulteriori problemi di salute, è necessario proteggere te stesso e il tuo bambino da infezioni e infiammazioni e attuare misure preventive. essere sano!