Image

Tipo di viso adenoide

Il viso adenoide è un'espressione patologica del viso, il cui sviluppo si verifica sullo sfondo di una malattia come la vegetazione adenoidea.

Le manifestazioni esterne di una faccia adenoidea sono caratterizzate dai seguenti segni persistenti: bocca semiaperta, malocclusione, mascella inferiore a cuneo, priva di emozioni, espressione facciale abbattuta, nasale.

Il motivo principale per lo sviluppo della vegetazione adenoidea è il prolungato decorso dei processi infiammatori nel rinofaringe. I processi infiammatori provocano un forte aumento della tonsilla nasofaringea (faringea).

Come apparirà il viso adenoide di un bambino, puoi vedere nella foto. I segni caratteristici attirano immediatamente l'attenzione: bocca aperta, gonfiore del viso, qualche "inibizione" nell'aspetto.

Tonsille faringee

La tonsilla rinofaringea si trova al confine tra la parete superiore e quella posteriore del rinofaringe. È costituito da tessuto penetrato da una rete microscopica di linfa e vasi sanguigni.

L'attività funzionale della tonsilla nasofaringea è di sviluppare e mantenere l'immunità e rappresenta anche un meccanismo protettivo: quando inalando, virus, microfagi e tossine entrano nella cavità orale, quindi penetrano nella membrana cellulare della tonsilla nasofaringea, dove incontrano cellule immunitarie e anticorpi, la cui funzione è simile a puoi neutralizzare e rimuovere rapidamente il prodotto trasformato.

Adenoidi: fattori e sintomi di sviluppo

L'adenoide è uno sviluppo patologico della tonsilla faringea. È noto che con escrescenze adenoidi, la tonsilla nasofaringea non solo aumenta di dimensioni, vi è una violazione del meccanismo di produzione di anticorpi e cellule immunitarie nei suoi tessuti, la funzione protettiva diminuisce e si concentra un focolaio di infezione nella tonsilla. Questa disfunzione della tonsilla nasofaringea diventa la causa principale di raffreddori frequenti e prolungati..

Inoltre, la tonsilla nasofaringea è associata alle aperture faringee del tubo uditivo. Quindi, con ingrandimenti adenoidi, le aperture faringee si sovrappongono parzialmente, con conseguente compromissione della funzione uditiva.

La vegetazione adenoidea si verifica più spesso tra i 3 ei 5 anni, poiché è in questa fascia d'età che la tonsilla faringea raggiunge il suo massimo sviluppo.

Di solito, i genitori dei bambini si rivolgono agli specialisti con i seguenti sintomi:

  • difficoltà nella respirazione nasale;
  • rinorrea
  • respira attraverso la bocca durante la veglia e il sonno;
  • russare;
  • otite;
  • gonfiore del viso;
  • perdita dell'udito;
  • tosse notturna;
  • ARVI.

In connessione con i suddetti sintomi causati dalla crescita delle adenoidi, la struttura del cranio e delle ossa del viso inizia gradualmente a cambiare nel bambino. Come risultato del decorso patologico della malattia nel bambino, si forma un'espressione facciale adenoide.

Le principali fasi di sviluppo delle crescite di adenoidi

In medicina, è consuetudine distinguere tre fasi dello sviluppo di escrescenze adenoidi:

Lo stadio I dell'adenoide è caratterizzato da un leggero aumento delle escrescenze della tonsilla nasofaringea. Già in questa fase dello sviluppo, si possono osservare disturbi associati al processo respiratorio. A causa dell'attività attiva dei virus patogeni, il tessuto tonsillare inizia gradualmente a crescere, a gonfiarsi, occupando così sempre più spazio nel rinofaringe ogni giorno. A causa della mancanza della quantità necessaria di ossigeno nel corpo, il bambino diventa apatico, capriccioso, letargico.

Pertanto, allo stadio I della malattia, il bambino respira prevalentemente liberamente, durante il giorno l'ossigeno può essere consumato attraverso il naso o la bocca..

Nella fase II - il bambino praticamente smette di respirare attraverso il naso, sempre più spesso inizia a consumare ossigeno attraverso la bocca ed è costantemente con la bocca aperta. Di conseguenza, la mucosa orale inizia a soffrire, si sviluppa laringite, bronchite. A questo punto compaiono i primi segni del russare notturno. In questa fase, è molto più facile per i genitori sospettare l'ipertrofia tonsillare faringea. Inoltre, in questa fase, iniziano a mostrare i primi segni dello sviluppo di una faccia adenoide.

Nella III fase, i raffreddori compaiono più spesso. C'è un naso che cola pronunciato con abbondante scarico purulento. Il consumo di ossigeno si verifica solo per via orale. Il russare notturno si intensifica e si manifesta anche la tosse durante il sonno. L'otite media purulenta si sviluppa, l'udito diminuisce. Nell'III stadio dello sviluppo, i genitori possono osservare quasi tutti i segni dello sviluppo di una faccia adenoide.

I principali effetti delle adenoidi

L'eccessiva proliferazione di adenoidi porta alla formazione di condizioni acute, croniche e stabili nel corpo del bambino. La crescita di adenoide nella tonsilla faringea blocca il normale passaggio di ossigeno attraverso il naso, il che porta a conseguenze come:

  1. Naso che cola persistente causato dalla congestione dei seni. La rinite cronica provoca otite media acuta.
  2. Si forma una malocclusione dovuta all'assunzione di aria attraverso la bocca. Quando l'ossigeno viene assorbito, il bambino sviluppa l'abitudine di premere la lingua verso il cielo, provocando la formazione di un cielo ben posizionato, che non solo cambia il morso, ma cambia anche la forma del cranio.
  3. La deformazione dei denti è anche causata dalla respirazione frequente e prolungata attraverso la bocca. Insieme a una malocclusione, si verifica una deformazione dei denti, che è caratterizzata da alte zanne e rigonfiamento di due denti anteriori della mascella superiore, così come i denti della mascella inferiore.
  4. Deformazione delle ossa maxillo-facciali e del cranio. Lo scheletro facciale è deformato a causa della bocca costantemente aperta. La parte inferiore della mascella diventa pesante, acquisisce una forma a cuneo. La deformità del cranio è principalmente associata alla formazione di un palato altamente localizzato..
  5. La compromissione dell'udito si verifica a causa di un processo infiammatorio nella tonsilla faringea, congestioni purulente nei seni nasali e anche a causa di otite media frequente.
  6. La nausea si sviluppa su uno sfondo di naso che cola cronico, un bambino con adenoidi parla costantemente nel naso, non pronuncia i singoli suoni;
  7. Una diminuzione della concentrazione di attenzione e memoria è dovuta alla costante carenza di ossigeno, che a sua volta provoca mal di testa, irritabilità, apatia e aumento della fatica.
  8. Le infezioni virali si verificano a causa della ridotta protezione della funzione tonsillare. I virus colpiscono direttamente le vie aeree, causando tonsillite, bronchite.

Gli effetti di cui sopra indicano ancora una volta quanto sia importante trattare le adenoidi in modo tempestivo. Poiché la forma avanzata di questa malattia porta alla formazione di una faccia adenoide in un bambino.

Gruppo a rischio: tipo di adenoide del viso

Uno dei motivi per lo sviluppo di un tipo adenoide di faccia è il trattamento prematuro dei processi infiammatori della tonsilla faringea. L'ipertrofia delle adenoidi blocca la produzione di anticorpi e cellule immunitarie nella tonsilla, a seguito della quale si sviluppano processi infiammatori nella cavità orale e nei seni paranasali. Il bambino, a causa della congestione nasale, è costretto ad assorbire ossigeno attraverso la bocca. Se non fornisci cure mediche tempestive, il bambino inizierà gradualmente a sviluppare la deformazione del cranio e delle ossa del viso, del morso e dei denti. Il grado trascurato di questa malattia come complicazione forma un tipo adenoide di faccia in un bambino.

Vale la pena notare che questo tipo di viso può anche formarsi nei bambini, che spesso soffrono di malattie virali e infettive..

Spesso, una faccia adenoide in un bambino si sviluppa in una famiglia disfunzionale, dal momento che un bambino del genere non mangia bene, quindi è caratterizzato da una bassa immunità e può spesso prendere un raffreddore.

I segni di malattie virali e infettive sono sempre gli stessi: congestione nasale, processi infiammatori del tratto respiratorio, infiammazione del rinofaringe. I sintomi elencati non sono molto diversi dai sintomi della crescita delle adenoidi, pertanto i bambini appartenenti a famiglie disfunzionali sono a rischio associati allo sviluppo di un tipo di faccia adenoidea.

A rischio sono i bambini con ritardo mentale. Tali bambini non possono sempre controllare la posizione della mascella inferiore. Nel tempo, questi bambini sviluppano un'abitudine stabile di tenere la bocca aperta, il che porta alla deformazione del cranio e delle ossa facciali..

Faccia adenoidea: metodi di trattamento e correzione

La scelta del trattamento per le adenoidi e un tipo di faccia adenoidea dipende dallo stadio di sviluppo della crescita delle adenoidi. Prima di procedere alla correzione del tipo adenoide del viso, è necessario occuparsi del trattamento della causa principale: le adenoidi. Dopotutto, se non ci sono lesioni patologiche della tonsilla faringea, allora non ci saranno ulteriori deformazioni del cranio facciale.

Trattamento conservativo

Gli esperti affermano che il trattamento conservativo è più efficace per le adenoidi di primo e secondo grado.

I trattamenti conservativi includono:

  • farmaci antibatterici: combattono efficacemente le malattie infettive del tratto respiratorio;
  • farmaci vasocostrittori: sono caratterizzati come un rimedio sintomatico che non influenza la causa della malattia, aiuta solo ad alleviare la congestione nasale e ad alleviare le condizioni del bambino per un po ';
  • stimolanti dell'immunità, compresi i rimedi omeopatici, come i linfomyozot, aiutano a far fronte ai raffreddori causati da una violazione del sistema immunitario.

Trattamento chirurgico

Il trattamento chirurgico delle adenoidi viene effettuato se la malattia appartiene al secondo e al terzo grado.

Si distinguono i seguenti tipi di operazioni:

  • Il metodo classico di funzionamento. La tonsilla viene rimossa in anestesia locale o generale con un coltello Beckman. Tale operazione non richiede più di 30 minuti..
  • Chirurgia endoscopica Le escrescenze della vegetazione adenoidea vengono rimosse in anestesia generale mediante un endoscopio inserito attraverso la cavità orale. Questo metodo è più efficace del classico. Il bambino dopo l'intervento chirurgico viene ripristinato entro un giorno.
  • Chirurgia laser Con il suo aiuto, puoi distruggere la vegetazione adenoidea senza incisioni evaporando il tessuto tonsillare.

Controindicazioni per la chirurgia:

  • processo infiammatorio acuto;
  • malattie del sangue.

Gli esperti osservano che un metodo conservativo di trattamento delle adenoidi può aiutare a sbarazzarsi della malattia solo nelle prime fasi del suo sviluppo. Per quanto riguarda i metodi conservativi di trattamento per cambiare il tipo di faccia adenoide formata, tutto dipende dall'età del bambino e, ovviamente, dal grado della malattia. Poiché con il passaggio da uno stadio della malattia a un altro, la deformazione della mascella e del cranio progredisce.

Nelle prime fasi e in età precoce, le deformità di cui sopra saranno corrette dalle classi sullo sviluppo dei muscoli facciali, nonché dalla speciale ginnastica medica del viso.

A questo proposito, la deformazione completa del viso e del cranio può essere corretta solo prontamente. Negli adulti, solo la chirurgia plastica può correggere una faccia adenoidea.

Adenotomia endoscopica - Revisione

Le adenoidi sono state rimosse da un bambino di 3 anni - perché? Il bambino si è ammalato di meno dopo un'adenotomia e le adenoidi sono ricresciute? Come capire che è tempo di rimuovere le adenoidi?

È successo che dalla nascita nostro figlio può essere chiamato spesso malato. Ha sofferto la prima SARS nelle sue due settimane. Sono stato male un paio di volte fino a un anno. E come ha iniziato a contattare i bambini e andare in giardino, quindi in genere senza sosta.

Niente di grave, naso che cola. Ma è terribilmente offensivo quando il bambino va in giardino per tre giorni e si siede a casa per un'ora e mezza e due settimane.

Più vicino a tre anni, abbiamo ricevuto la rinite protratta con moccio verde e una diagnosi di "adenoidite", confermata dai raggi X.

I raggi X non sono un metodo completamente affidabile per diagnosticare lo stadio delle adenoidi, ma mettono il secondo.

Dopo aver sofferto di mononucleosi, la situazione è peggiorata.

Il bambino camminava spesso con la bocca aperta; di notte russava terribilmente anche quando non era malato. Stavamo costantemente gocciolando, spruzzando, lavandoci il naso.

Trattava chiunque potesse e come potevano. Avevamo un ottimo otorinolaringoiatra, combinato con il solito trattamento e l'omeopatia. E, è successo che le condizioni del naso sono migliorate in modo molto significativo.

Il bambino aveva tre anni e poco quando abbiamo iniziato a notare che spesso chiede di nuovo e come se non ascoltasse sempre ciò che gli veniva detto. Hanno scritto prima per disattenzione generale. Ma poi è diventato ovvio - sente duro!

Siamo corsi in Laura. Prescrisse la timpanometria, controllò anche l'udito e disse che era necessario un intervento chirurgico.!

È stato così spaventoso! È un pochino!

Il medico ha spiegato che la perdita dell'udito progredirà, lo sviluppo del linguaggio generalmente sorgerà, il cervello mancherà costantemente di ossigeno e ci sarà una costante fonte di infezione nel corpo. Ha anche attirato la nostra attenzione sull'espressione caratteristica emergente del viso con una bocca aperta e un labbro superiore corto, ha detto che anche il viso si sarebbe sviluppato in modo errato.

In generale, era impossibile tirare, e abbiamo iniziato a guardare chi e dove operare.

È stato qualche anno fa. Quindi, diciamo, le operazioni sono state eseguite metà e metà. Da qualche parte, solo con il metodo endoscopico in anestesia generale, secondo la polizza assicurativa, l'OMS veniva spesso strappato alla vita. C'erano persino medici pagati che hanno combattuto senza endoscopio con un'iniezione "allegra". È vero, questa iniezione ha avuto un effetto diverso su tutti i bambini. Qualcuno davvero non ricordava molto. Qualcuno è appena diventato a suo agio per il medico, non ha potuto resistere, ma ha capito tutto.

Noi genitori abbiamo volato nei forum e siamo andati negli ospedali.

Tutto ciò ha causato orrore! Anestesia generale, operazione! A quel tempo, il bambino aveva solo 3,5 anni. Questa è ora l'età dei pazienti del chirurgo ORL più giovane, e quindi mio figlio era il più giovane tra quelli che avevano rimosso le adenoidi.

Prima dell'operazione, il bambino è stato esaminato (e più di una volta) con un endoscopio per assicurarsi di nuovo che questa non fosse un'infiammazione, vale a dire le enormi adenoidi stesse. A quel tempo, avevano già chiuso ¾ dei passaggi nasali e tirato un buon terzo grado.

Inoltre ha superato tutti i test necessari, ECG. Da quando sono andato in ospedale con un bambino, ho dovuto superare anche un minimo di test.

Il giorno dell'intervento chirurgico, il bambino non ha mangiato nulla, non ha bevuto.

Sono portati in diversi ospedali per un intervento chirurgico in diversi modi. Da qualche parte stanno blaterando e proprio nei loro vestiti saranno portati in sala operatoria. Da qualche parte, le tradizioni per tenere fuori i genitori sono ancora vive..

Ho spogliato il bambino, l'ho messo su una barella e insieme siamo arrivati ​​in sala operatoria. Ha pianto molto. Poi si è calmato.

I medici di solito promettono che l'operazione andrà avanti per circa 40 minuti, ma è passata quasi un'ora e tutti non hanno portato il figlio!

Alla fine, il mio bambino fu portato fuori dalla sala operatoria e messo in un reparto sul letto. Ha dato istruzioni, vassoio in caso di vomito.

Non sembrava un figlio. Gonfi un po ', labbra gonfie, un po' di sangue nelle narici.

Il medico ha spiegato che l'operazione ha richiesto molto tempo, perché le escrescenze sono andate molto più in profondità e sotto il controllo dell'endoscopio sono state tagliate tanto dai tubi uditivi! La perdita dell'udito era associata proprio a questo. E se decidessimo di strappare le adenoidi in modo classico, rimuoveremmo dal naso solo ciò che, molto probabilmente, ricrescerebbe. Qui tutto è stato tagliato alla radice e bruciato.

Il bambino è partito dall'anestesia per un periodo piuttosto lungo. A volte saltava sul letto, poi si sdraiò, dormendo. Quindi fino a sera. E poi si è appena alzato come se non ci fosse nulla e è andato a suonare.

Il giorno successivo, lascia che il dottore si guardi il naso con calma. Niente di male, non di sangue. E siamo stati dimessi.

A proposito, il figlio non ha immediatamente saputo dell'operazione. Solo allora, dopo un paio d'anni, glielo abbiamo detto. Era sorpreso.

L'udito si è ripreso rapidamente. Dall'abitudine di camminare a bocca aperta svezzati a lungo! Costantemente dovuto ricordare. Anche il russare è scomparso immediatamente.

A proposito, c'era una voce nasale. Non è partita immediatamente dopo l'operazione. Ho dovuto lavorare con un logopedista.

Ma con le malattie... oh! Direi questo - dato che ero malato, quindi tutto è rimasto. I pediatri si strinsero nelle spalle, apparentemente troppo grandi.

Devo dire che è troppo lungo! Dall'età di 7 anni è iniziata la sinusite frequente, in seguito ha subito un intervento chirurgico al seno. Nell'ospedale ORL eravamo ospiti frequenti. Per questo motivo, nella mia vita ho visto dozzine, se non centinaia, di bambini dopo un'adenotomia! Ogni anno, l'adenotomia endoscopica diventa un'operazione sempre più ordinaria, nel reparto vengono eseguite dieci al giorno. E l'età dei bambini con adenoidi è davvero diminuita. 2,5-3 anni - non sorprenderete nessuno!

Naturalmente, non ci siamo mai pentiti di aver fatto una adenotomia. E cos'è esattamente l'endoscopia in anestesia generale. Il bambino non ha sofferto, non ricorda nulla, non è stato ferito. Si aspettavano un po 'di più, che avrebbero smesso di ferire spesso. Ma l'udito, la parola, la respirazione, la formazione dello scheletro facciale - anche questo è molto!

Le adenoidi non sono ricresciute. Una volta ci hanno scritto ai raggi X che il bambino ha 2 cucchiai. adenoidi. Era divertente! Ricontrollato con un endoscopio e una TC: non c'è niente! E poiché in seguito il bambino ha subito un'operazione ORL più grave e il medico ha potuto vedere personalmente cosa stava succedendo lì, ha confermato che non c'erano adenoidi!

Ripeto: non si può credere ai raggi X in questa materia!

Le tonsille non vengono tagliate. Non sono aumentati neanche per sempre.

Raccomandare o no - spetta al medico. Ho appena descritto in dettaglio come l'esame, la chirurgia, il trattamento postoperatorio.

Trattamento delle adenoidi nel naso nei bambini

Le adenoidi, o vegetazione adenoide, sono una proliferazione di tessuto della tonsilla nasofaringea. Si trova in profondità nel rinofaringe. A differenza delle tonsille palatine, non è possibile discernerlo senza uno strumento medico ORL speciale. Nell'uomo, è ben sviluppato nell'infanzia. Man mano che il corpo del bambino cresce, la tonsilla diventa più piccola, quindi le adenoidi sono estremamente rare negli adulti.

Funzione tonsillare faringea

La tonsilla rinofaringea, come le altre tonsille, fa parte del sistema immunitario umano. La loro funzione principale è protettiva. Sono le tonsille che sono le prime a intralciare batteri e virus che invadono il corpo e li distruggono. Le adenoidi si trovano direttamente vicino al tratto respiratorio per rispondere rapidamente alla presenza di microrganismi patogeni. Durante l'infezione, la tonsilla faringea inizia a produrre intensivamente cellule immunitarie per combattere il nemico esterno, aumentando di dimensioni. Per i bambini, questa è la norma. Quando il processo infiammatorio "viene a nulla", la tonsilla rinofaringea ritorna alle sue dimensioni originali.

Se il bambino è spesso malato, le adenoidi sono costantemente in uno stato infiammato. La tonsilla non ha il tempo di diminuire, il che porta a una crescita ancora maggiore della vegetazione adenoidea. La situazione nasce dal fatto che bloccano completamente il rinofaringe, la respirazione completa attraverso il naso diventa impossibile.

Cause di adenoidi

Lo sviluppo della vegetazione adenoidea può portare a:

  • eredità;
  • raffreddori persistenti;
  • Malattie "dell'infanzia" che colpiscono la cavità nasale e la faringe: scarlattina, morbillo, rosolia;
  • immunità debole;
  • non conformità con ventilazione, umidità interna, polvere;
  • manifestazioni allergiche;
  • ecologia avversa (scarico, emissioni).

Il corpo del bambino costantemente attaccato da virus in combinazione con l'immunità non sviluppata porta all'ipertrofia della tonsilla nasofaringea, causando una complessa violazione del processo di respirazione nasale, il muco nel naso ristagna. I microrganismi patogeni che penetrano dall'esterno "si attaccano" a questo muco e le stesse vegetazioni adenoidi si trasformano in un centro di infezione. Da qui, batteri e virus possono diffondersi ad altri organi..

Classificazione delle adenoidi

Adenoidi di primo grado: la fase iniziale, caratterizzata da una piccola dimensione della vegetazione. In questa fase, la parte superiore dell'apriporta si sovrappone (setto nasale posteriore). Il bambino è a disagio solo di notte, quando durante il sonno la respirazione diventa difficile.

Nei bambini con adenoidi dell'II grado di vegetazione, più della metà dell'apriporta è chiusa. Sono di medie dimensioni. Caratteristiche distintive di questo palcoscenico: il bambino russa costantemente durante la notte e respira a bocca aperta durante il giorno.

Al III stadio della crescita, raggiungono la loro massima dimensione: occupano la maggior parte del divario tra la lingua e il palato. Respirare attraverso il naso diventa impossibile. I bambini con adenoidi infiammati di III grado respirano solo attraverso la bocca.

Sintomi e trattamento delle adenoidi nei bambini

  • difficoltà o respirazione impossibile attraverso il naso;
  • il bambino respira attraverso la bocca;
  • le adenoidi nei bambini piccoli (neonati) causano problemi con il processo di suzione (il bambino non mangia, è cattivo e non ingrassa);
  • anemia;
  • problemi con l'olfatto e la deglutizione;
  • una sensazione della presenza di un corpo estraneo nella gola;
  • il bambino parla piano;
  • nausea nella voce;
  • russare durante il sonno, disturbi del sonno;
  • otite media ricorrente, naso che cola cronico;
  • problemi di udito;
  • lamentele di mal di testa al mattino;
  • sovrappeso, attività eccessiva, riduzione delle prestazioni scolastiche.

Un bambino con una malattia cronica (oltre ai sintomi classici) si distingue per gli occhi leggermente sporgenti, una mascella che sporge in avanti, un morso errato (gli incisivi superiori sporgono in avanti), una bocca semiaperta e un setto nasale curvo. Presta maggiore attenzione a come appare tuo figlio..

Se noti un bambino con molti dei suddetti segni, questa è un'occasione per contattare lo specialista ORL per diagnosticare il problema e scegliere un metodo di trattamento efficace con un approccio integrato per risolvere il problema.

adenoiditi

Non confondere la vegetazione adenoidea con adenoidite. Le adenoidi sono la proliferazione della tonsilla nasofaringea che interferisce con la normale respirazione. L'adenoidite è un'infiammazione nell'amigdala stessa, simile nei sintomi ai sintomi di un raffreddore. Questi sono due problemi diversi, rispettivamente, e anche gli approcci alla terapia sono diversi. È impossibile curare le adenoidi (ipertrofia tonsillare), cioè rimuovere il tessuto in eccesso nel rinofaringe senza intervento chirurgico. L'adenoidite, al contrario, viene trattata con metodi conservativi: il gonfiore viene alleviato, l'infiammazione scompare, i sintomi scompaiono.

L'adenoidite è accompagnata dai seguenti sintomi:

  • aumento della temperatura corporea;
  • il naso è costantemente chiuso, le gocce vasocostrittive usate non sono efficaci;
  • voce nasale;
  • respirare attraverso la bocca;
  • gola infiammata;
  • appetito alterato;
  • tosse.

Cosa sono le adenoidi pericolose?

La diffusione della vegetazione adenoidea può portare a problemi di udito fino alla sua perdita. Il sistema uditivo umano ha diversi dipartimenti. Nella sezione centrale c'è un tubo uditivo, è anche Eustachio, che è responsabile della regolazione della pressione della pressione esterna (atmosferica) nel rinofaringe. La tonsilla faringea, aumentando di dimensioni, si sovrappone alla bocca della tromba di Eustachio, l'aria non può circolare liberamente tra la cavità nasale e l'orecchio. Di conseguenza, il timpano diventa meno mobile e ciò influisce negativamente sulla capacità di sentire. Nei casi più gravi, tali complicanze non sono curabili..

Amici! Un trattamento tempestivo e adeguato garantirà una pronta guarigione.!

Quando non è possibile la normale circolazione dell'aria, si sviluppa un'infezione nell'orecchio e si verifica un'infiammazione (otite media).

La respirazione costante con la bocca porta, come detto in precedenza, alla deformazione dello scheletro facciale, nonché a una diminuzione della saturazione di ossigeno nel cervello: il bambino si stanca rapidamente e non sopporta il carico scolastico, la capacità lavorativa diminuisce drasticamente.

La costante concentrazione di infezione nella tonsilla nasofaringea porta a un'intossicazione generale del corpo e alla diffusione di virus ad altri organi. Il bambino è esposto a bronchite frequente, laringite e faringite.

Conseguenze spiacevoli possono anche includere problemi al tratto digestivo, incontinenza urinaria durante la notte, tosse.

Diagnostica

La diagnosi viene eseguita in una sala ORL sotto la supervisione di un medico ORL. Il medico conduce un esame generale del paziente e intervista i genitori per i reclami e la comparsa di sintomi pronunciati.

Inoltre, vengono utilizzati i seguenti tipi di esame con:

  • faringoscopia - esame dell'orofaringe;
  • rinoscopia: esame della cavità nasale;
  • raggi X
  • endoscopia del rinofaringe - il metodo più informativo, fornendo un quadro completo (i risultati dello studio possono essere registrati su un supporto digitale).

Trattamenti efficaci per le adenoidi nei bambini

Esistono due modi per trattare i bambini: chirurgico e conservativo. I metodi di trattamento sono prescritti solo da un medico ORL, in base allo stadio di crescita della vegetazione e alle condizioni del bambino.

Trattare le adenoidi con un metodo conservativo significa usare farmaci in combinazione con la fisioterapia. Un approccio integrato è la chiave per l'efficacia del trattamento delle adenoidi. Il medico prescrive gocce di vasocostrittore e antimicrobici.

Si consiglia di sciacquare il naso con una soluzione di furatsilin, protargol, rinosept e altri farmaci. Non è vietato trattare le adenoidi nei bambini con rimedi popolari: per lavarsi, decotti di camomilla, corteccia di quercia, erba di San Giovanni, spago, equiseto, ecc. Sono perfetti.)

Per consolidare l'effetto del trattamento, si consiglia di eseguire procedure fisioterapiche: UV, UHF, elettroforesi, ecc..

In parallelo, vale la pena assumere antistaminici e complessi vitaminici. I bambini con vegetazione adenoidea invasa sono invitati a visitare le nostre località del Mar Nero.

Chirurgia

In situazioni speciali, un otorinolaringoiatra può prescrivere una adenotomia, un'operazione per rimuovere la vegetazione. Esistono numerose indicazioni per l'adenotomia:

  • quando non è possibile trattare efficacemente il bambino con metodi conservativi;
  • l'incapacità di respirare completamente attraverso il naso porta a frequenti malattie: tonsillite, faringite, ecc..
  • infiammazione ricorrente nelle orecchie;
  • il bambino russa, l'arresto respiratorio si verifica durante il sonno (apnea).

L'intervento è controindicato nelle malattie del sangue, durante un'esacerbazione di malattie infettive e per i bambini di età inferiore ai due anni.

Prima di una adenotomia, l'infiammazione deve essere rimossa curando la vegetazione adenoidea. L'operazione stessa dura solo 15-20 minuti e si svolge in anestesia locale. Durante la manipolazione, il paziente si trova sulla sedia con la testa leggermente inclinata e il medico ENT, usando uno strumento speciale - un adenotome - afferra il tessuto vegetale e lo taglia con un movimento deciso della mano. Dopo la manipolazione, è possibile un leggero sanguinamento. Se l'operazione ha avuto esito positivo e non sono state rilevate complicazioni, al paziente è permesso di tornare a casa.

Un'alternativa alla chirurgia standard, un intervento più moderno, è l'adenotomia endoscopica. Viene eseguito utilizzando un endoscopio. Questo metodo aumenta significativamente la percentuale di operazioni eseguite senza complicazioni..

Dopo l'intervento, è necessario osservare il riposo a letto per un giorno e limitarsi all'attività fisica e all'attività per un paio di settimane. Dovrebbe ridurre il tempo trascorso al sole, i bagni caldi sono controindicati. Lo specialista ORL consiglierà un corso di esercizi di respirazione, che sicuramente aiuterà il paziente a riprendersi e tornare a uno stile di vita normale.

Prevenzione

I metodi preventivi per prevenire la comparsa di adenoidi includono:

  • indurimento;
  • rafforzare l'immunità;
  • assunzione di vitamine;
  • nutrizione appropriata;
  • trattamento tempestivo di infezioni e raffreddori;
  • igiene del naso;
  • tempestiva assistenza medica ai primi sintomi della malattia.

Come ridurre le adenoidi senza chirurgia

Alcuni genitori non sanno se le adenoidi possono essere curate con metodi conservativi. In assenza di indicazioni per l'intervento chirurgico, viene prescritta una terapia farmacologica. Esistono anche vari metodi di trattamento con rimedi popolari..

Gradi di adenoidi

Ci sono 3 gradi della malattia:

  1. Durante la veglia, il bambino non ha problemi con la respirazione nasale, ma durante il sonno è difficile respirare. Quando è orizzontale, le tonsille coprono la maggior parte del lume del rinofaringe. Per questo motivo, appare il russare..
  2. Il respiro è limitato sia di giorno che di notte. La clearance del tratto respiratorio superiore è chiusa di oltre 1/3. Le cellule e i tessuti ricevono ossigeno insufficiente. Il bambino si stanca rapidamente, ha mal di testa. Sono possibili cambiamenti della voce e problemi di udito..
  3. Le tonsille ricoperte di vegetazione bloccano completamente il lume, ostacolando la respirazione attraverso il naso. Di conseguenza, si verificano malattie respiratorie acute, la voce e l'udito cambiano..

La causa dell'infiammazione è una malattia recidivante (naso che cola, carie). Molto spesso, la malattia si verifica nel periodo da 3 a 7 anni. ORL determina il grado di proliferazione delle adenoidi: il medico effettua un esame visivo e un esame utilizzando strumenti speciali. La diagnosi è in assenza di raffreddore, perché i sintomi di queste malattie sono simili.

È possibile trattare le adenoidi senza chirurgia?

Esistono metodi medici per il trattamento di questa malattia nei bambini senza chirurgia (Komarovsky E.O., pediatra). La terapia conservativa è applicabile solo nelle prime 2 fasi. Prima di dare il consenso all'intervento chirurgico, si consiglia di provare i seguenti metodi per sbarazzarsi di adenoidi:

  1. Medicinali usati per rimuovere il muco dalla cavità nasale.
  2. Terapia laser Utilizzato per migliorare le funzioni protettive del corpo, alleviare gonfiore e infiammazione.
  3. Medicinali omeopatici. Considerato il trattamento più sicuro.
  4. Fisioterapia. Include elettroforesi, massaggio viso e collo, ginnastica, radiazione ultravioletta.
  5. Per alleviare l'infiammazione o per scopi profilattici, i medici (pediatri) raccomandano di viaggiare verso il mare (nero, rosso, mediterraneo). L'acqua salata e l'aria di mare hanno un effetto benefico sul corpo dei bambini. Se il bambino ha allergie, si consiglia di scegliere la stagione del velluto, quando praticamente non c'è fioritura.

La chirurgia può essere alleviata dalla chirurgia se la terapia conservativa è inefficace e si verifica una ricaduta. L'operazione viene eseguita in presenza di complicanze (sinusite, otite media).

  • aumentare l'immunità;
  • cammina all'aperto;
  • indurimento;
  • evitare il surriscaldamento al sole;
  • quando si scelgono i vestiti, concentrarsi sulle condizioni meteorologiche;
  • aerare la camera dei bambini prima di andare a letto, perché l'aria secca provoca infiammazione;
  • umidificazione dell'aria interna.

Nei primi giorni dopo il recupero, evitare il contatto con altri bambini per prevenire nuove infezioni microbiche..

Quando è possibile evitare la chirurgia??

Esistono solo 2 metodi di trattamento:

Le adenoidi possono essere curate in un bambino senza intervento chirurgico solo in assenza di complicanze. Il paziente deve essere osservato dall'otorinolaringoiatra. Il medico determina il grado di crescita dell'infiammazione. La malattia è al primo stadio e al secondo (senza complicazioni). La terapia tempestiva e correttamente selezionata porta risultati. Sono stati sviluppati vari metodi di trattamento, ma per ottenere un effetto positivo, si consiglia di aderire a un approccio integrato.

Trattamento di adenoidi con metodi alternativi

Le ricette tradizionali aiutano a trattare le adenoidi senza chirurgia. Tali metodi non sono in grado di risolvere completamente il problema. Sono efficaci solo in combinazione con il trattamento farmacologico. I rimedi popolari supportano il sistema immunitario e prevengono il rischio di sviluppare adenoidite cronica.

Per preparare la soluzione, avrai bisogno di sale da cucina (1 cucchiaino) e acqua bollita (1 tazza), raffreddato a temperatura ambiente. Se il bambino non è allergico al miele, puoi aggiungere ½ cucchiaino. di questo prodotto. Mescola il liquido fino a quando i cristalli non sono completamente sciolti. Filtra il fluido attraverso un doppio strato di garza. Per migliorare l'effetto, lo iodio (2 gocce) viene aggiunto alla soluzione. Il lavaggio nasale con soluzione fisiologica a temperatura ambiente deve essere eseguito ogni 2-3 ore.

Quando si utilizza lo iodio, il numero di procedure non deve superare 2 volte al giorno. Senza questo componente, è possibile eseguire fino a 4 lavaggi al giorno. Il trattamento dura 10 giorni..

  1. Inspira a turno il fluido di ciascuna narice. Sputare appena la soluzione drena sul retro del rinofaringe.
  2. Utilizzare per l'instillazione nel naso. Inclina la testa all'indietro e gocciola del liquido in ciascuna narice.
  3. Appoggiati al lavandino, gira la testa di lato, apri la bocca e usa una siringa per gocciolare la soluzione nella narice superiore. Attendere fino a quando il fluido fuoriesce dal secondo passaggio nasale. Ripeti la procedura dall'altra parte.

Per il lavaggio, non viene utilizzata solo la soluzione salina, ma anche i decotti di erbe.

Eucalipto

Le ricette di eucalipto aiutano a sbarazzarsi della malattia. Per preparare l'infuso, asciugare le foglie delle piante (2 cucchiai. L.) Va versato con acqua bollente (2 tazze). Si consiglia al liquido di insistere in un thermos per 2 ore. Prima di sciacquare la gola, l'infusione deve essere diluita con acqua calda. Il corso del trattamento è di circa sei mesi. Il prodotto finito può essere conservato per 2 giorni.

Sulla base di questa pianta, viene preparato un mezzo per l'instillazione nel naso. Saranno richiesti i seguenti ingredienti:

  • olio vegetale - 1 cucchiaino;
  • olio dell'albero del tè - 3 gocce;
  • olio di eucalipto - 3 gocce.

Per preparare il prodotto, mescolare gli ingredienti. Dopo l'instillazione, il bambino dovrebbe sdraiarsi per 5 minuti con la testa gettata all'indietro. La frequenza di utilizzo è 1-2 volte a settimana.

celidonia

La pianta viene utilizzata in 2 modi:

  1. Spremi il succo e gocciola 2 gocce in ciascuna narice. La procedura viene ripetuta 2 volte al giorno. La durata del trattamento è di circa 2 mesi.
  2. Pianta secca (20 g) versare acqua bollente (500 ml). Dopo 30 minuti, la soluzione deve essere filtrata. Usa l'infuso per sciacquare il rinofaringe 2 volte al giorno per 10 giorni.

L'uso di questo metodo non è raccomandato se il bambino ha meno di 6 anni. Non usare entrambi i farmaci contemporaneamente..

Erbe aromatiche

Puoi trattare le adenoidi nei bambini con l'aiuto di varie erbe medicinali. Tra questi, si può distinguere una farmacia di camomilla. Combina la raccolta di erbe (1 cucchiaino) e l'acqua (100 ml). Mettere per 15 minuti a bagnomaria, quindi coprire e lasciare raffreddare. Prima dell'uso, si consiglia di filtrare il brodo per impedire alle particelle di piante di penetrare nella cavità nasale.

L'equiseto (fresco o secco) aiuterà a curare le adenoidi nei bambini senza chirurgia. La pianta può essere preparata in modo indipendente o acquistata in farmacia. Tipi di trattamento:

  1. Versa l'erba (2 cucchiaini) con acqua calda (300 ml) e porta ad ebollizione. Mantieni il brodo a bagnomaria per 7 minuti. Lasciare fermentare per 2 ore. Prendi 100 ml 3 volte al giorno. Il corso di ammissione è di 10 giorni. Per i bambini di età inferiore a 3 anni, tale terapia è controindicata.
  2. Mescola l'erba di Echinacea e l'equiseto, prese in quantità uguali. Raccolta (1 cucchiaino) versare acqua bollente (1 tazza) e lasciare per 1 ora. Dopo lo sforzo, assumere 50 ml 3 volte al giorno, aggiungendo miele (½ cucchiaino). La durata del corso è di 10 giorni..
  3. Equiseto (1 cucchiaino) combinare con camomilla (1 cucchiaino) e preparare acqua bollente (500 ml). Lasciare fermentare per 2 ore. Filtra il brodo pronto e sciacqua il naso una volta al giorno per 2 settimane. Durante il trattamento, si consiglia di assumere vitamina B1, poiché la pianta contribuisce al suo rapido consumo.

Il mirtillo rosso aiuta a rimuovere l'infiammazione (la sua parte decidua). Pianta triturata (2 cucchiai. L.) Versare acqua bollente (200 ml). Metti il ​​contenitore con il liquido a bagnomaria per mezz'ora. Con una soluzione filtrata, sciacquare il rinofaringe fino a 3 volte al giorno fino a quando l'infiammazione non viene completamente rimossa. Per ottenere un risultato rapido, si consiglia di prendere un decotto all'interno. I bambini sono autorizzati a utilizzare questo rimedio dai 5 anni. Dovrebbe essere preso 4 volte al giorno per 1 cucchiaio. l 20 minuti prima di mangiare. Il corso dura circa 5 giorni..

Olio di olivello spinoso

L'olio di questa pianta è considerato un antibiotico naturale, ha proprietà curative sulle ferite. Con l'instillazione regolare nel naso, l'infiammazione diminuisce e i sintomi della malattia vengono alleviati. L'olio è usato in forma pura. Si consiglia di introdurre alcune gocce della sostanza in ciascuna narice 2 volte al giorno.

L'olio diluito con acqua (1 cucchiaio per 1 litro di liquido) può fare i gargarismi e sciacquare il naso. Nel periodo postoperatorio, si consiglia di mettere turundas con questa sostanza.

Il miele con succo di barbabietola instillato nel naso riduce l'infiammazione. Su 1 cucchiaio. l il prodotto dell'apicoltura richiede 2 cucchiai. l succo fresco, precedentemente bollito a bagnomaria (per distruggere possibili infezioni). Si consiglia di instillare lo strumento 3 volte al giorno, 2 gocce in ciascuna narice. La controindicazione da usare è una reazione allergica al miele.

La camomilla ha un effetto antinfiammatorio. In combinazione con il miele, la sua efficacia aumenta. Erba secca (1 cucchiaio. L.) Versare acqua bollente (500 ml), lasciare fermentare per 20 minuti. Filtrare il tè finito, aggiungere il miele (1 cucchiaino). La bevanda può essere bevuta fino a 4 volte al giorno. Il tè può essere usato per sciacquare la gola e gocciolare..

Chiodo di garofano

Versare i chiodi di garofano (10 pezzi) Con acqua bollente (200 ml) e lasciare fermentare. L'infuso finito assume una sfumatura color cioccolato. Si consiglia di instillare questo rimedio in ciascuna narice in 2 gocce.

Il succo di questa pianta ha un effetto antibatterico, quindi affronta efficacemente l'infiammazione. Per risultati ottimali, la cavità nasale viene prelavata con soluzione salina o soda. Questa procedura consentirà al succo di assorbire più rapidamente nel tessuto interessato. Nella fase iniziale della malattia, il succo deve essere diluito con acqua bollita (1: 3).

Tagliare una foglia di una pianta e conservare in frigorifero per diverse ore. Quindi fai alcuni tagli e spremi il succo con una garza. In ogni passaggio nasale, instillare 3-5 gocce 3 volte al giorno. Per i bambini piccoli, il succo viene diluito con soluzione salina o acqua bollita in un rapporto di 1: 1. Una nuova porzione viene preparata per ogni procedura. La durata del trattamento è di circa 4-5 giorni. Il succo provoca uno starnuto intenso, in modo che tutto l'espettorato fuoriesca dal naso e riduca l'infiammazione.

Per il trattamento, viene utilizzato il miele con l'aloe. Il succo spremuto dalle foglie carnose viene mescolato con il prodotto dell'apicoltura in un rapporto di 1: 1. Lo strumento viene utilizzato per l'instillazione nel naso. Questa composizione è utile per uso interno (1 cucchiaino. Mezz'ora prima di un pasto).

oli

Thuja aiuta nel trattamento della malattia. Ha un effetto positivo su malattie infettive, infiammazioni e naso che cola. L'olio di questa pianta ha un effetto vasocostrittore. Rafforza le proprietà protettive del corpo e favorisce la rigenerazione attiva delle mucose.

L'olio viene instillato prima di coricarsi in ciascuna narice (2 gocce). La durata delle procedure è di 3 settimane. Dopo una settimana di pausa, puoi condurre un secondo corso. Per il trattamento, dovresti usare olio omeopatico, non essenziale.

L'olio di abete è in grado di inibire quasi istantaneamente la microflora adenoidopatologica. La lubrificazione regolare delle tonsille con questa sostanza ha un effetto positivo:

  • il gonfiore della mucosa diminuisce;
  • la congestione nasale diminuisce, il numero di secrezioni mucose diminuisce;
  • il dolore diminuisce;
  • il tessuto danneggiato viene ripristinato;
  • la produzione di pus si interrompe.

La congestione nasale passa, i bambini iniziano a respirare liberamente attraverso il naso. L'olio può strofinare i piedi del bambino. Su di essi sono i punti neurosensoriali responsabili della salute della gola e del naso. L'olio viene utilizzato per inalazione da un nebulizzatore. In questo caso, ha un effetto tonico. Le sostanze benefiche penetrano nell'epitelio mucoso e sono trasportate dal sistema circolatorio in tutto il corpo.

Il massimo effetto è dato da massaggi terapeutici e impacchi con l'uso integrato di oli omeopatici (ginepro, pesca ed eucalipto).

Budra

Versa l'erba (2 cucchiaini) con acqua bollente (½ litro). Mantieni 10 minuti a fuoco basso. Per inalare il vapore: respirare sopra il liquido per 5 minuti, coprendo la testa con un asciugamano. Si consiglia di eseguire questa procedura 4 volte al giorno..

Una miscela di spago con origano

  • serie - 1 cucchiaio. l.;
  • origano - 1 cucchiaio. l.;
  • farfara - 1 cucchiaio. l.;
  • acqua bollente - 2 bicchieri.
  1. Mescolare le erbe.
  2. Prendi 1 cucchiaio. l questa collezione.
  3. Aggiungi acqua bollente. Insisti in un thermos per circa 9 ore.

Aggiungi 2 gocce di olio di abete (o arborvitae) al brodo filtrato. La soluzione viene utilizzata per risciacquare il rinofaringe.

Menta con iperico

Per la preparazione saranno richiesti i seguenti ingredienti:

  • corteccia di quercia (sotto forma di polvere) - 1 cucchiaio. l.;
  • foglie di menta - 1 cucchiaio. l.;
  • Erba di San Giovanni - 1 cucchiaio. l.;
  • acqua bollente - 2 bicchieri.

Mescola gli ingredienti secchi, prendi 2 cucchiai. l la raccolta risultante, versare acqua bollente. Metti il ​​liquido a fuoco medio per 4 minuti. Dopo un'ora, l'infusione può essere utilizzata per sciacquare il rinofaringe. La durata minima del trattamento è di 10 giorni.

Mummia

Per preparare il prodotto, avrai bisogno dei seguenti ingredienti:

  • mamma - 1 g;
  • acqua calda - 5 cucchiai. l.

Mescolare i componenti fino ad ottenere una soluzione omogenea. Il numero di gocce e la frequenza d'uso dipendono dalle caratteristiche individuali del corpo. Per ottenere il massimo effetto, si consiglia di prendere una soluzione della seguente concentrazione: 0,05 g per 1 bicchiere d'acqua. È importante non usare pillole, ma catrame di montagna naturale.

Propoli

Questo metodo è usato per trattare la malattia negli adolescenti, poiché viene utilizzata la tintura alcolica di propoli (10%). Lo strumento può essere acquistato in farmacia già pronto. Per l'auto-preparazione, la propoli dovrebbe essere combinata con l'alcol in un rapporto di 1:10. Insisti per un mese.

Prima dell'uso ½ cucchiaino. diluire le tinture in acqua calda (500 ml). Questo volume è progettato per lavaggi a 3 gole.

Guscio di noce verde

Macina il guscio di noce, prendi 2 cucchiai. l questa polvere e versare acqua calda (2 tazze). Insistere per diverse ore. Instillare 6 gocce 4 volte al giorno. La durata del trattamento è di 1 mese.

Inalazione di adenoidi

I genitori dovrebbero sapere come ridurre le adenoidi in un bambino senza chirurgia. Affrontare il problema aiuterà l'inalazione:

  1. Metti 2-3 gocce di olio essenziale su un dischetto di cotone e lascialo per 10 minuti nella stanza in cui si trova il bambino. Per questi scopi, vengono utilizzati composti aromatici di abete, arborvitae, menta ed eucalipto..
  2. In una vasca piena d'acqua calda, fai cadere 5-7 gocce di olio. Il bambino dovrebbe respirare questi fumi per 10-20 minuti.
  3. Scaldare il sale marino in una padella, aggiungere 3 gocce di olio. Entro 3 minuti, fai respiri rapidi ed espira lentamente. Questo tipo di inalazione è efficace nel trattamento del raffreddore comune, poiché ha un effetto essiccante..

Con questa malattia, non è consigliabile respirare con vapore caldo, poiché l'attivazione della circolazione sanguigna porta ad un aumento delle tonsille. Prima di trattare le adenoidi con questo metodo, si consiglia di consultare un medico, poiché i medici specialisti sono scettici su questo metodo.

Trattamento nebulizzatore

Un nebulizzatore è un nebulizzatore che consente al principio attivo di essere assorbito meglio dall'organismo. È conveniente per il trattamento dei bambini, perché la procedura è indolore. Le inalazioni aiutano a sbarazzarsi dei sintomi associati alla malattia. L'elenco dei farmaci, la durata delle sessioni, la loro frequenza è determinata dal medico. Regole per l'uso di soluzioni:

  • come soluzione solvente sterile o acqua minerale senza gas;
  • non è consigliabile utilizzare acqua bollita o distillata;
  • la temperatura del liquido all'inizio della sessione non deve essere superiore a 20 ° C;
  • non usare decotti a base di erbe e olii essenziali contenenti particelle di grandi dimensioni.

Controindicazioni per inalazione:

  • tendenza a sangue dal naso;
  • aumento della temperatura corporea (oltre 37,5 ° C);
  • ipersensibilità ai componenti della soluzione.

L'uso di questo dispositivo non porta efficacia nella seconda e terza fase della malattia. È adatto per la prevenzione delle ricadute..

Antibiotici per il trattamento delle adenoidi nei bambini

Prima di eliminare chirurgicamente le adenoidi, è necessario verificare l'efficacia della terapia farmacologica. Gli antibiotici sono prescritti nei seguenti casi:

  • inefficienza di altri metodi per alleviare l'infiammazione;
  • la natura batterica della malattia;
  • il paziente non sta bene.

Gli agenti battericidi penetrano nei batteri e portano alla loro morte. I farmaci batteriostatici inibiscono la crescita di microrganismi. L'automedicazione in questo caso è inaccettabile, solo un otorinolaringoiatra può prescrivere farmaci.

Farmaci usati nel trattamento di:

  1. Fila di penicillina. Utilizzato nel trattamento delle malattie batteriche (amoxicillina, flemoxina).
  2. Macrolidi. Sono utilizzati nel trattamento di pazienti che hanno sviluppato resistenza ai farmaci penicillinici. Questi includono azitromicina e macropen..
  3. Cefalosporine (Pantsef, Cefurus). Sono usati raramente, ma sono molto efficaci nel trattamento (i batteri non sono riusciti a sviluppare resistenza a questi farmaci).

Il trattamento deve essere effettuato sotto la supervisione di un medico con regolare donazione di sangue per l'analisi. Il cambiamento indipendente nel dosaggio o la durata della somministrazione è inaccettabile.

Lymphomyozot

Il farmaco impedisce lo sviluppo di complicanze, allevia i sintomi della malattia ed elimina la fonte della malattia. Questo strumento fornisce il deflusso della linfa dalle tonsille, che iniziano a resistere più attivamente alle infezioni e alle sostanze irritanti esterne (allergeni e polvere). Il prelievo di liquido aiuta ad aumentare le funzioni protettive dei linfonodi vicini. Cominciano a rimuovere attivamente le tossine dal fuoco dell'infiammazione. Di conseguenza, i processi metabolici migliorano e viene stabilita la relazione tra i sistemi immunitario, nervoso ed endocrino..

Il farmaco ha un effetto antisettico e disintossicante. Effettua servizi igienico-sanitari dell'area infiammata. L'uso del farmaco riduce il rischio di diffondere l'infezione in tutto il corpo, poiché la malattia può portare a gravi conseguenze:

  • danno al sistema nervoso e alla pelle;
  • infiammazione delle membrane del cuore e delle articolazioni.

Il farmaco migliora la pervietà del tratto respiratorio superiore, elimina parzialmente il russare e la tosse. Ha un effetto immunomodulatore sul corpo, a seguito del quale il corpo del bambino diventa più resistente ai fattori avversi.

Questo prodotto è disponibile sotto forma di gocce per somministrazione orale o instillazione sotto la lingua. Il farmaco viene assunto a stomaco vuoto o tra i pasti.

Protargol

Il farmaco ha effetti antinfiammatori e antisettici. Contribuisce al restringimento dei vasi sanguigni. Un film protettivo si forma sulla zona interessata, prevenendo la reinfiammazione. L'azione del farmaco si basa sui suoi ioni d'argento, che distruggono i patogeni.

Per il trattamento, viene utilizzata una soluzione al 2% di questo agente. Prima dell'instillazione del fluido, si consiglia di eliminare il muco dai seni. Instillare 6 gocce della soluzione in ciascuna narice 2 volte al giorno. Il farmaco non è usato come trattamento indipendente. È usato in combinazione con altri medicinali..

Questo strumento può essere utilizzato se il bambino ha 5 anni..

Avamis Adenoid Treatment

Disponibile sotto forma di spray con effetti antiallergici, decongestionanti e antinfiammatori. Il farmaco ha un effetto cumulativo, quindi, per ottenere il risultato, è necessario utilizzarlo regolarmente secondo lo schema. L'efficienza inizia a comparire 2-3 giorni dopo il primo utilizzo. Ai bambini di età inferiore ai 2 anni non viene prescritto questo farmaco. La durata del trattamento è determinata dal medico.

Il farmaco asciuga la mucosa nasale, quindi si consiglia di utilizzare gocce di olio (pesca, mandorla, oliva) con esso. Se usato correttamente, il prodotto riduce le dimensioni delle adenoidi, elimina i sintomi della malattia e ripristina la respirazione.

Sofradex

I componenti del farmaco hanno effetti antinfiammatori, antiallergici, battericidi e antipruriginosi. Questo farmaco impedisce la diffusione di agenti patogeni e riduce il tessuto adenoide..

Il farmaco è disponibile sotto forma di gocce. La sepoltura viene eseguita in posizione orizzontale. Per ogni paziente, viene selezionato un dosaggio individuale e un ciclo di trattamento. Dopo una settimana di utilizzo della sostanza, compaiono i primi risultati: la respirazione nasale migliora, il gonfiore diminuisce.

Adenoidi

Articoli di esperti medici

Adenoidi (vegetazione adenoidea) - ipertrofia della tonsilla faringea, che si verifica in determinate circostanze. Osservato più spesso nei bambini di età compresa tra 2 e 10 anni.

La tonsilla faringea come parte dell'anello faringeo linfoide di Valdeyer-Pirogov, che possiede tutte le proprietà degli organi immunocompetenti, svolge un'importante funzione protettiva e immunologica quando il corpo si adatta a fattori ambientali.

Codice ICD-10

Epidemiologia

Le adenoidi sono diagnosticate in oltre il 90% dei neonati e dei bambini in età prescolare. In assenza di un adeguato trattamento dell'adenoidite come risposta a qualsiasi processo infiammatorio del tratto respiratorio superiore, aumentano di dimensioni relativamente rapidamente, portando a una forte violazione della respirazione nasale e allo sviluppo di malattie concomitanti degli organi ENT, nonché di altri organi e sistemi del corpo.

L'adenoidite cronica, accompagnata da ipertrofia della tonsilla faringea, colpisce principalmente i bambini dai 3 ai 10 anni (70-75%), le malattie rimanenti si verificano in età avanzata. L'ipertrofia della tonsilla faringea può verificarsi in età adulta, negli anziani e persino senile, ma queste categorie di età rappresentano in media non più dell'1% dei casi.

Cause di adenoidi

Nei bambini piccoli, l'ipertrofia del tessuto adenoide fino a una certa età può essere attribuita a un fenomeno fisiologico che riflette la formazione di un sistema protettivo sul percorso di penetrazione dei microrganismi nel tratto respiratorio superiore con un flusso d'aria.

Essendo parte di una struttura a barriera singola, il tessuto adenoide prima risponde a un effetto infettivo mobilizzando le capacità compensative. Nel tempo, la rigenerazione fisiologica del tessuto linfoide viene interrotta e il numero di follicoli reattivi e quindi rigeneranti atrofizzati inizia gradualmente ad aumentare..

Le cause delle adenoidi sono diverse, ma più spesso si basano su un'infezione che invade dall'esterno (ad esempio, con il latte materno infettato da stafilococco) nel parenchima tonsillare e provoca ipertrofia protettiva. Spesso, la rapida crescita delle adenoidi provoca infezioni infantili (morbillo, scarlattina, pertosse, difterite, rosolia, ecc.). Nel 2-3% dei casi, la vegetazione adenoidea può essere infettata da MBT nei bambini con tubercolosi di diversa localizzazione. L'infezione sifilitica può avere un ruolo nel verificarsi di adenoidi. Quindi, A. Marfan su 57 bambini con una diagnosi clinicamente stabilita di "vegetazione adenoidea" in 28 ha rivelato la presenza di sifilide congenita e in 11 bambini la presenza di questa malattia è stata identificata come molto probabile. Tuttavia, spesso l'ipertrofia tonsillare faringea e lo sviluppo di adenoidite cronica si verificano con diatesi linfatica, caratterizzata da cambiamenti sistemici morfologici e funzionali negli organi linfatici, manifestati da linfocitosi assoluta e relativa nel sangue, linfonodi ingrossati e formazioni linfoidi del rinofaringe. Quest'ultima circostanza favorisce lo sviluppo dell'infezione nella tonsilla faringea e la sua ulteriore ipertrofia. Spesso con diatesi linfatica, viene rilevato un allargamento della ghiandola del timo. Come notato da Yu.E. Veltishchev (1989), i bambini che soffrono di diatesi linfatica hanno un grande peso corporeo, ma sono pastosi, con una ridotta resistenza del corpo alle infezioni. Sono pallidi, con pelle delicata e facilmente vulnerabile, con micropolyadia cervicale, formazioni linfoidi ipertrofiche della faringe e molto spesso le tonsille faringee. Spesso si verificano facilmente infezioni respiratorie acute, tonsillite, otite media, tracheobronchite, polmonite e stridore. Spesso le adenoidi in tali bambini sono combinate con anemia e compromissione della funzionalità tiroidea. Esistono casi noti di morte improvvisa di bambini con diatesi linfatica, che è associata a insufficienza simpatico-surrenale e ipofunzione della corteccia surrenale caratteristica di questo tipo di diatesi. Allo stesso tempo, i parenti stretti mostrano adenoidi, tonsillite cronica e altri segni di iperplasia e insufficienza linfatica.

Fattori di rischio

I fattori predisponenti per l'ipertrofia del tessuto adenoideo possono essere l'imperfezione legata all'età dei processi immunologici, le malattie infiammatorie della faringe, varie malattie infettive dell'infanzia e l'aumento delle allergie del corpo del bambino a causa di frequenti malattie virali respiratorie acute, disturbi endocrini, ipovitaminosi, anomalie costituzionali, invasione fungina, eventi avversi e sociali e condizioni di vita, radiazioni e altri tipi di esposizione che riducono la reattività del corpo. Un aumento delle adenoidi è una delle manifestazioni dell'adattamento del corpo ai cambiamenti delle condizioni in risposta a stress funzionali significativi a seguito di frequenti processi infiammatori. Una delle cause dell'ipertrofia tonsillare faringea è considerata una violazione del sistema delle citochine, che fungono da regolatori del sistema immunitario, in particolare il processo infiammatorio, insieme all'ipofunzione dello strato corticale delle ghiandole surrenali.

patogenesi

Nella respirazione nasale, la prima formazione di linfodenoidi solitari che si trova sul percorso dell'aria inalata contenente elementi che formano l'antigene e un certo numero di rischi atmosferici è la tonsilla faringea (B.S. Preobrazhensky e A.K. Minkovsky hanno ritenuto più appropriato chiamare questa formazione linfoadenoide “tonsillas rinofaringea”) o vegetazione (tonsille faringee o terza tonsilla). La normale tonsilla faringea ha uno spessore di 5-7 mm, una larghezza di 20 mm e una lunghezza di 25 mm. Per la prima volta nell'uomo in vivo, la terza tonsilla fu scoperta da J. Chermak (Szermak I.) nel 1860, e il quadro clinico dell'adenoidite ipertrofica cronica fu descritto da G. Lushka nel 1869 e Mayer nel 1870. Fu Mayer che chiamò faringeo patologicamente ipertrofico "vegetazione adenoidea" delle tonsille.

Macroscopicamente, appare sotto forma di rulli situati lungo la sua lunghezza, tra i quali esistono scanalature. I solchi si chiudono posteriormente, convergendo ad un certo punto, formando una specie di borsa, che, secondo le idee di G. Lushka, è il rudimento del canale ipofisario un tempo esistente. La tonsilla faringea è ben sviluppata solo durante l'infanzia. Alla nascita, la tonsilla faringea in apparenza può rappresentare vari aspetti. Quindi, L. Testut ha distinto tre tipi di tonsille faringee nei neonati: a forma di ventaglio con piccole creste linfoidi, tipo di grandi creste linfoidi (circum-valata) e tipo con granuli aggiuntivi situati sulla superficie delle creste linfoidi.

Le vegetazioni adenoidi nell'infanzia appaiono morbide ed elastiche, ma col tempo diventano più dense a causa del fatto che parte del tessuto linfoide viene sostituita dal tessuto connettivo, che inizia il processo della loro involuzione. La tonsilla faringea è riccamente vascolarizzata, le ghiandole mucose situate in esse secernono una grande quantità di muco contenente leucociti, linfociti e macrofagi. Dall'età di 12 anni, la tonsilla faringea inizia a diminuire progressivamente e all'età di 16-20 anni di solito rimangono solo piccoli resti di tessuto adenoideo e negli adulti si verifica spesso la loro completa atrofia. Quando si verificano cambiamenti patologici nella tonsilla faringea, aumenta a causa dell'iperplasia, cioè della vera ipertrofia delle formazioni linfodenoidi. Pertanto, con l'ipertrofia della tonsilla faringea, mantiene la stessa struttura morfologica della tonsilla normale, ma con alcune caratteristiche caratteristiche dell'infiammazione cronica.

Morfologicamente, la tonsilla faringea appare sotto forma di una formazione rosa pallida situata su un'ampia base nell'area della cupola del rinofaringe. Con l'iperplasia, può raggiungere la parte anteriore del coro e dell'apriporta, posteriormente al tubercolo faringeo, tasche laterali faringee e aperture rinofaringee del tubo uditivo. Tipicamente, la dimensione di una tonsilla faringea ipertrofica è divisa in gradi determinati visivamente con rinoscopia posteriore:

  • I grado di ipertrofia (piccola dimensione) - il tessuto linfodenoide copre il terzo superiore del vomere;
  • II grado (dimensione media) - il tessuto linfodenoidi copre i 2/3 superiori degli apri (il livello dell'estremità posteriore del turbinato medio);
  • III grado - copre completamente le choana (livello delle estremità posteriori della concha nasale inferiore). Oltre alla principale formazione di linfodenoidi solitari situata nella cupola del rinofaringe, le formazioni laterali risultanti dall'ipertrofia dell'apparato follicolare della mucosa sono di grande importanza clinica. Spesso riempiono le tasche faringee e la bocca del tubo uditivo (tonsille tubulari).

La superficie della tonsilla faringea è coperta dalla stessa membrana mucosa delle altre formazioni linfodenoidi. Le cripte e l'intera superficie rimanente del rinofaringe sono ricoperte di epitelio ciliato stratificato. Con l'ipertrofia e l'infiammazione della mucosa, che copre la tonsilla faringea, acquisisce un colore rosa o rosso brillante, a volte con una sfumatura bluastra, può essere coperta con secrezione mucopurulenta che scorre abbondantemente nella parte posteriore della gola. Il ruolo negativo delle adenoidi di solito non è limitato alla respirazione nasale compromessa, ma sta anche nel fatto che con l'ipertrofia della tonsilla faringea c'è una violazione della circolazione sanguigna nella cavità nasale e nel rinofaringe, che può causare ristagno non solo nel naso e nei seni paranasali (di solito), ma anche nella regione dell'ipofisi-venditore, violando così le funzioni di una delle ghiandole endocrine più importanti, strettamente associate all'ipotalamo e ad altri sistemi endocrini del corpo, la ghiandola pituitaria. Quindi, vari disturbi somatici e psicoemotivi del corpo di un bambino in via di sviluppo.

Sintomi di adenoidi

I sintomi principali sono una violazione della respirazione nasale e naso che cola persistente. Le adenoidi nella maggior parte dei bambini formano un tipo caratteristico di viso (habitas adenoideus): espressione apatica e pallore della pelle, bocca semiaperta, levigatezza delle pieghe nasolabiali, lieve esoftalmo, rilassamento della mascella inferiore. La formazione delle ossa facciali è disturbata: il sistema dentoalveolare si sta sviluppando in modo errato, in particolare il processo alveolare della mascella superiore con la sua posizione anteriore anteriore restringente e a cuneo; il restringimento e la posizione alta del cielo sono espressi (cielo gotico - hypsystaphylia); gli incisivi superiori sono sviluppati in modo improprio, sporgono in modo significativo e si trovano in modo casuale; carie precoce; palato duro di alto standing porta alla curvatura del setto nasale e alla ristrettezza della cavità nasale.

I bambini rallentano la crescita, la formazione del linguaggio, sono in ritardo nello sviluppo fisico e mentale. La voce perde la sua sonorità, c'è un nasale a causa dell'ostruzione del naso dal lato del coro ("nasale chiuso"), l'olfatto è ridotto. Le adenoidi ingrandite interferiscono con la normale respirazione e deglutizione. Le funzioni del naso sono compromesse, si sviluppa la sinusite. Lo scarico nasale con naso che cola costantemente provoca irritazione della pelle del vestibolo del naso e della regione nasolabiale e una frequente deglutizione dello scarico provoca disturbi nel tratto gastrointestinale.

La respirazione orale prolungata e frequente prolungata provoca lo sviluppo anormale di una cellula difficile ("petto di pollo"), anemia. Sonno irrequieto a bocca aperta, accompagnato da russare. La distrazione, l'indebolimento della memoria e l'attenzione influiscono sulle prestazioni scolastiche. L'inalazione costante di aria fredda non trattata attraverso la bocca porta allo sviluppo di tonsillite, tonsillite cronica, laringotracheobronchite, polmonite e meno spesso a una disfunzione del sistema cardiovascolare. I cambiamenti stagnanti nella mucosa della cavità nasale con una violazione dell'aerazione dei seni paranasali e il deflusso di secrezioni da essi contribuiscono alla loro lesione purulenta. La chiusura dell'orifizio faringeo dei tubi uditivi è accompagnata da una diminuzione dell'udito sul tipo coduttivo, lo sviluppo di malattie ricorrenti e croniche dell'orecchio medio.

Allo stesso tempo, le condizioni generali dei bambini sono disturbate. Notano irritabilità, pianto, apatia. C'è malessere, pallore della pelle, diminuzione della nutrizione, aumento della fatica. Numerosi sintomi sono causati non solo da insufficienza respiratoria. Si basano sul meccanismo neuro-riflesso. Questi sono disturbi neuropsichiatrici e riflessi (nevrosi), convulsioni epilettiformi, asma bronchiale, enuresi (enuresi), tosse parossistica persistente, tendenza a spasmi delle corde vocali, compromissione della vista, movimenti simili ai muscoli dei muscoli del viso.

La reattività immunitaria complessiva è ridotta e le adenoidi possono anche diventare una fonte di infezione e allergie. I disturbi locali e generali nel corpo del bambino dipendono dalla durata e dalla gravità della difficoltà nella respirazione nasale.

Con le adenoidi che riempiono l'intero arco nasofaringeo e impediscono la respirazione nasale libera, vale a dire, escludendo le funzioni di risonatore e fonatore della cavità nasale, si nota una violazione della fonazione. La pronuncia delle consonanti "M" e "H" è difficile, suonano come "B" e "D". Questa pronuncia delle vocali "nasali" è chiamata nasale chiusa, in contrasto con quella nasale aperta, derivante dalla paralisi del palato molle o dal suo deficit anatomico (sfregio della cicatrice, palatoschisi, ecc.).

L'impatto delle adenoidi sul tubo uditivo - ostruzione dell'orifizio nasofaringeo, iperplasia delle tonsille, infezione della mucosa del tubo uditivo (eustachite cronica, tubootite) nella stragrande maggioranza dei casi porta a perdita dell'udito periodica o permanente, che provoca un ritardo nello sviluppo del bambino, della sua distrazione e della disattenzione. I bambini piccoli, a causa della perdita dell'udito della genesi della pipa, hanno difficoltà a padroneggiare il linguaggio, che spesso distorcono.

Lo scarico viscoso denso permanente dal naso provoca irritazione e macerazione della pelle del labbro superiore, le sue lesioni cutanee gonfiore ed eczematose del vestibolo del naso.

Nei bambini "adenoidi", la respirazione costante attraverso la bocca provoca varie anomalie nello sviluppo dello scheletro facciale. La forma della mascella superiore è particolarmente evidente. Si osservano il restringimento e l'allungamento anteriori, che gli conferiscono una forma a cuneo. Il processo alveolare e i denti sporgono in avanti e oltre l'arco della mascella inferiore, motivo per cui i denti superiori coprono la superficie vestibolare dei denti inferiori (la cosiddetta prognatia superiore), che porta alla malocclusione. Il palato solido, continuando a svilupparsi, si estende nella cavità nasale sotto forma di un'impressione profonda che ricorda l'arco di una cattedrale gotica (cielo "gotico"). Allo stesso tempo, la mascella inferiore (microgenia) è in ritardo nello sviluppo, il che enfatizza ulteriormente la deformazione dello scheletro facciale e aumenta la malocclusione.

Quando le adenoidi non vengono sanificate in modo tempestivo, sono inevitabili complicazioni, che si manifestano con numerose violazioni dello sviluppo somatico e mentale del bambino, nonché con molte violazioni delle funzioni degli organi di senso e degli organi interni. Tuttavia, numerose osservazioni cliniche hanno stabilito che non esiste alcuna correlazione tra l'entità delle adenoidi e la frequenza, la varietà e la gravità delle complicanze. Spesso le piccole adenoidi possono provocare significative complicazioni da vari organi e sistemi. Questo fenomeno è spiegato dalla presenza nel parenchima della vegetazione adenoidea di piccoli ma numerosi follicoli ascessi, che, a causa del ricco afflusso di sangue e del deflusso linfatico, sono seminati con microrganismi patogeni non solo nelle vicine formazioni anatomiche, ma anche organi e sistemi situati molto oltre il rinofaringe.

L'ipertrofia adenoidea è un processo reversibile. Durante la pubertà, subiscono uno sviluppo inverso, ma le complicazioni che sorgono rimangono e spesso portano alla disabilità.

Dove ti fa male?

fasi

Esistono tre gradi di ipertrofia tonsillare faringea:

  • I grado - il tessuto adenoideo occupa il terzo superiore del rinofaringe e copre il terzo superiore del vomere;
  • II grado - il tessuto adenoideo occupa metà del rinofaringe e copre metà del vomere;
  • III grado - il tessuto adenoideo occupa l'intero rinofaringe, copre completamente l'apriporta, raggiunge il livello dell'estremità posteriore del concha nasale inferiore; le adenoidi notevolmente meno allargate sporgono nella laringe dell'orofaringe.

Complicanze e conseguenze

Tra le complicazioni, le più frequenti sono l'adenoidite cronica, spesso esacerbante, infiammazione acuta delle tonsille, laringotracheite e polmonite, catarro del tubo uditivo, tubootite, otite media purulenta acuta. I bambini piccoli non sanno come tossire la flemma che entra nella laringe dal rinofaringe, quindi la inghiottono. Spesso, a causa dell'ingestione di muco infetto, presentano disfunzioni del tratto gastrointestinale.

Sono anche frequenti complicazioni oculari sotto forma di blefarite, congiuntivite, cheratite ulcerosa.

Spesso, le crescite di adenoidi portano a disturbi dello sviluppo scheletrico che sono di natura simile al rachitismo: petti di "pollo" stretti, cifosi e scoliosi della colonna vertebrale, deformità degli arti inferiori, ecc. Questi cambiamenti sono associati a frequenti disturbi metabolici associati all'ipovitaminosi D.

L'iperplasia della tonsilla faringea è solitamente accompagnata da infiammazione cronica del suo parenchima, tuttavia l'accumulo di microrganismi patogeni nelle sue scanalature aggrava significativamente il processo infiammatorio, trasformando la tonsilla faringea in un pus imbevuto di pus. Questa debole infiammazione attuale si chiama adenoidite cronica; complica in modo significativo il decorso dell'adenoidismo nei bambini e molto spesso porta a varie complicazioni purulente.

Il processo infiammatorio dal rinofaringe si diffonde facilmente alla faringe, alla laringe e ai bronchi, soprattutto con catarro acuto e malattie infiammatorie frequenti e prolungate del tratto respiratorio superiore. Lo scarico mucopurulento fluente nella laringe provoca una tosse persistente, soprattutto di notte. I linfonodi regionali (cervicali, sottomandibolari e occipitali) sono spesso significativamente ingranditi. Le esacerbazioni periodiche di adenoidite cronica sono accompagnate da un aumento della temperatura corporea, dallo sfregamento del dolore locale nel rinofaringe, da un aumento della secrezione mucopurulenta e dall'irradiazione del dolore alla base del cranio, dell'occipite o dell'orbita. La tonsilla faringea, già ipertrofica, aumenta notevolmente, otturando completamente il coro. Le condizioni generali del bambino in tali casi peggiorano significativamente. Il bambino diventa letargico, irritabile, spesso piange a causa del dolore al rinofaringe, perde appetito, spesso durante il vomito ha vomito.

Un'altra complicazione associata a un'infezione nidificante nelle adenoidi è l'adenoidite acuta, che è una tonsillite retronasale o rinofaringea. In alcuni casi, questa complicazione procede come un'infiammazione catarrale, in rari casi - come una tonsillite follicolare. La malattia si verifica, di regola, nei bambini piccoli e inizia improvvisamente con una temperatura corporea elevata (39-40 ° C). Allo stesso tempo, si verificano ostruzioni complete della respirazione nasale, dolore alle orecchie e tosse parossistica durante la notte. L'adenoidite acuta può verificarsi spontaneamente, in assenza di iperplasia patologica della tonsilla faringea, tuttavia, è più spesso l'infezione delle tonsille con questa iperplasia che provoca la comparsa di un processo infiammatorio acuto in essa. I sintomi, di solito gli stessi dell'esacerbazione dell'adenoidite cronica, l'unica differenza è la gravità dell'infiammazione risultante e una condizione generale ancora peggiore, mentre i linfonodi regionali si allargano e diventano dolorosi. Lo scarico dal rinofaringe diventa abbondante e purulento. Il bambino soffoca letteralmente con loro e, non sapendo come sputare e sputare, li ingoia, il che spesso gli provoca un'infiammazione acuta della mucosa gastrica e disturbi dispeptici. La presenza di un tubo uditivo più corto e più largo durante l'infanzia promuove l'infezione nell'orecchio medio, specialmente se i genitori stanno cercando di insegnare al bambino a soffiarsi il naso. Un aumento della pressione nel rinofaringe durante questi tentativi facilita il rilascio di secrezione purulenta nell'orecchio medio e si verifica un'otite media purulenta acuta..

L'adenoidite acuta, se non ci sono complicazioni, termina, come la normale tonsillite, il 3-5 ° giorno, il recupero con un trattamento intensivo appropriato.

Un altro gruppo di complicanze sono i disturbi riflessi che, come credeva A.G. Likhachev (1956), possono provenire da recettori nervosi della tonsilla faringea o insorgere a seguito di concomitanti cambiamenti nella mucosa nasale. Studi istologici condotti da vari autori a metà del 20 ° secolo hanno mostrato che la tonsilla faringea è dotata di numerose fibre nervose polmonari e polmonari, nonché di dispositivi recettori che terminano sia nello stroma della tonsilla che nel suo parenchima. Queste formazioni nervose, in risposta al flusso d'aria che passa attraverso il rinofaringe, svolgono un ruolo importante nello sviluppo morfologico di tutta la regione anatomica del tratto respiratorio superiore, poiché sono strettamente collegate attraverso le strutture autonome all'ipotalamo, all'ipofisi e ad altri centri nervosi subcorticali, che svolgono un ruolo importante nel supporto trofico del corpo e regolazione riflessa delle sue funzioni.

I disturbi del riflesso possono includere incontinenza urinaria notturna, mal di testa, attacchi di asma, laringospasmo, contrazioni di tipo facciale dei muscoli del viso, simili a smorfie di bambini arbitrari, ecc..

Disturbi neuropsichici nei bambini "adenoidi", come riduzione della memoria, rallentamento dello sviluppo intellettuale, costante letargia e sonnolenza, compromissione della fissazione dell'attenzione, sono causati dall'effetto patologico della vegetazione adenoidea sulla ghiandola pituitaria, che ha stretti legami con la tonsilla faringea, non solo mediata da formazioni nervose, ma anche diretto a causa della presenza di un canale cranio-faringeo embrionale nei bambini, originato nella cosiddetta sacca Lutka e che porta direttamente alla ghiandola pituitaria. Attraverso questo canale, vengono realizzate connessioni vascolari con la ghiandola pituitaria anteriore, responsabile dello sviluppo somatico del corpo. L'ipofunzione di questo lobo porta a un ritardo del bambino nella crescita e nella pubertà. La rimozione delle adenoidi compensa questa carenza e porta all'eliminazione della maggior parte dei disturbi riflessi di nicchia correlati.

Diagnosi di adenoidi

Un bambino con tonsilla faringea ipertrofica è riconosciuto dal suo aspetto caratteristico.

E la storia ha un'indicazione di frequenti malattie virali respiratorie con rinite prolungata e successiva condizione subfebrilare, una violazione progressiva delle condizioni generali del bambino con danni ad altri organi ENT.

Esame fisico

Le dimensioni e la consistenza delle adenoidi sono determinate dalla rinoscopia posteriore e mediante un esame digitale del rinofaringe. Il grado di ingrandimento delle adenoidi è specificato durante la radiografia laterale della cavità nasale e del rinofaringe.

Ricerche di laboratorio

Esami clinici del sangue e delle urine, esame batteriologico del rinofaringe per microflora e sensibilità agli antibiotici, esame citologico delle impronte dalla superficie del tessuto adenoideo.

Ricerca strumentale

Un esame dettagliato diretto del rinofaringe viene effettuato con il metodo della rinoscopia posteriore, in cui le vegetazioni adenoidi sono visualizzate come formazioni di forma irregolare con un'ampia base situata sull'arco rinofaringeo. Su di essi sono 4-6 fessure longitudinali, di cui la più profonda si trova nel mezzo. Meno comuni sono le escrescenze con una superficie sferica su cui sono segnate singole tasche profonde.

La vegetazione adenoidea nei bambini è caratterizzata da una consistenza morbida e un colore rosa. Negli adulti, di solito sono un po 'più densi e più chiari. In rari casi si trovano formazioni sclerosate e molto dense. Scarico mucoso visibile, riempimento del rinofaringe e passaggi nasali, gonfiore o ipertrofia del concha nasale. Dopo l'anemizzazione della mucosa della cavità nasale durante la fonazione con rinoscopia anteriore, si può vedere come le crescite adenoidi si muovono lungo la parete posteriore della faringe. Le tonsille palatali ingrandite e in particolare i follicoli linfoidi ipertrofici della parete faringea posteriore sono un segno indiretto della presenza di adenoidi. La limitazione della mobilità del palato molle è caratteristica.

La radiografia laterale del rinofaringe è un metodo oggettivo per determinare il grado di ipertrofia del tessuto adenoideo, che consente anche di rilevare le caratteristiche strutturali del rinofaringe, che è di particolare importanza durante l'intervento chirurgico. Se è difficile eseguire la rinoscopia posteriore nei bambini piccoli, viene ampiamente utilizzato un esame digitale del rinofaringe.

In un esame istologico, le adenoidi sono costituite da tessuto connettivo reticolare, i cui anelli sono realizzati dai linfociti. Nei centri germinali dei follicoli, i linfociti sono visibili in diverse fasi della divisione cariocinetica. La superficie delle adenoidi è coperta da un epitelio ciliato cilindrico multistrato. In alcune aree, l'epitelio è penetrato dai linfociti emigranti..

Cosa devi esaminare?

Come sondare?

Diagnosi differenziale

La diagnosi differenziale delle adenoidi è una fase cruciale nell'esame di un paziente, poiché il rinofaringe è un'area in cui possono svilupparsi numerose malattie volumetriche fondamentalmente diverse dalle adenoidi. L'applicazione ad alcuni di essi di metodi non chirurgici o chirurgici usati con le adenoidi può portare a conseguenze irreparabili. Le adenoidi devono essere differenziate da tutte le malattie della cavità nasale, accompagnate da difficoltà nella respirazione nasale, secrezione mucopurulenta dal naso e dal rinofaringe, da tumori volumetrici benigni e maligni del rinofaringe, granulomi specifici, anomalie congenite del naso e del rinofaringe (ad esempio, atresia cronica). Particolare attenzione dovrebbe essere prestata alle adenoidi ricorrenti, specialmente negli adulti. In questi casi, l'esame del paziente deve essere eseguito nella direzione di esclusione del processo tumorale (papilloma invertito, epitelio, sarcoma), per il quale viene eseguita una biopsia prima dell'intervento successivo.

Chi contattare?

Trattamento adenoide

Le adenoidi sono trattate con l'obiettivo di ripristinare la respirazione nasale libera, prevenendo lo sviluppo di malattie concomitanti degli organi ENT, degli organi interni e dei sistemi del corpo causati da frequenti malattie del tratto respiratorio superiore e respirazione nasale prolungata.

Indicazioni per il ricovero in ospedale

La necessità di un'operazione di adenotomia.

Trattamento non farmacologico delle adenoidi

Tubo KUV sulla parete faringea posteriore ed endonasalmente, esposizione laser elio-neon a tessuto adenoide, diatermia e UHF su linfonodi regionali posteriori, posteriori e occipitali, terapia di irrigazione (la cosiddetta "doccia nasale"), la lunghezza dell'eliminazione degli antigeni dalla mucosa nasale e rinofaringe con acqua minerale, spray nasali Aqua Maris e Physiomer, ozono terapia, cocktail di ossigeno, fangoterapia. Trattamento di sanatorio (resort climatici e balneoterapici durante la stagione calda): idroterapia sotto vuoto con acqua di mare non diluita e iodio-bromo, soluzione di fango, terapia inalatoria dopo risciacquo del rinofaringe con acqua di anidride carbonica, soluzione di fango, fitoncidi, oli vegetali, elettroforesi endonasale di una soluzione di fango (ad es. radiazione laser del rinofaringe attraverso la guida di luce o cavità nasale).

Trattamento farmacologico delle adenoidi

Farmaci linfotropici omeopatici: Umkalor, Tonsilgon, Tonsilotren, Job-baby in un dosaggio correlato all'età secondo vari schemi per 1-1,5 mesi. L'efficacia di lymphomyozot con adenoidi non è stata dimostrata.

Trattamento chirurgico delle adenoidi

Distruzione di adenotomia, crio-, laser ed ultrasuoni del tessuto adenoide.

Il trattamento delle adenoidi dovrebbe essere completo, combinando gli effetti locali e generali, soprattutto nei casi avanzati, quando si sviluppa un processo infiammatorio nel tessuto linfodenoide e si notano disturbi somatici e psico-intellettuali. Tali bambini, secondo le indicazioni, dovrebbero essere esaminati da un pediatra, psicoterapeuta per bambini, endocrinologo, internista, audiologo, foniatrista e altri specialisti in base ai disturbi psicosomatici e funzionali che si trovano in lui.

Il trattamento delle adenoidi è principalmente chirurgico (adenotomia e adenectomia; la differenza tra i tipi di operazione indicati è che con l'adenotomia viene rimossa solo la tonsilla faringea ipertrofica e con l'adenectomia, il rimanente tessuto linfoide sulle pareti laterali del rinofaringe viene rimosso), in particolare con le adenoidi II e III gradi di.

Quando è indicato il trattamento chirurgico per adenoidi?

L'adenotomia viene eseguita a qualsiasi età, se del caso.

Nei neonati, il trattamento chirurgico delle adenoidi è obbligatorio per i disturbi della respirazione nasale, la respirazione rumorosa durante il sonno (specialmente quando si verifica la respirazione da stridore) e la difficoltà a succhiare (il bambino lascia il seno per "respirare" o lo rifiuta del tutto). L'operazione è anche indicata per adenoidite ripetuta, salpingo-otite, tracheobronchite, ecc. Nei bambini di questa fascia d'età che hanno frequente otite media, lunghi periodi di condizione subfebrilare non spiegati da altre cause, lunghi periodi di setticemia in assenza di altri focolai significativi di infezione (ad esempio, tonsillite cronica ), i fenomeni di neurotossicosi (convulsioni, meningismo, cambiamenti nei riflessi somatici), l'adenotomia è consentita anche durante un'esacerbazione di adenoidite cronica sotto la "copertura" dei corrispondenti farmaci antibatterici.

I bambini di età compresa tra 5-7 anni sono sottoposti a trattamento chirurgico con origine adenoidea di difficoltà nella respirazione nasale, alterazione della fonazione, malattie infiammatorie dell'orecchio medio e loro complicanze; l'adenotomia a questa età viene anche eseguita con adenite cervicale, febbre linfatica o febbre bassa di eziologia poco chiara, adeno-amigdalite ricorrente, rinite, sinusite, infezioni agli occhi, laringotracheobronchite, disturbi gastrointestinali, deformità dello scheletro facciale e della cavità toracica tosse convulsa parossistica, mal di testa, ecc.).

L'adenotomia negli adulti viene eseguita anche nei casi in cui il tessuto linfoadenoideo del rinofaringe è concentrato intorno alla bocca del tubo uditivo e impedisce il recupero da otite media catarrale e purulenta, rinosinusite, broncopolmonite cronica.

Alcuni autori stranieri raccomandano a pazienti di tutte le età (in presenza di adenoidi) sottoposti a trattamento chirurgico di adenoidi antrocellulotomia o mastoidectomia per un decorso più favorevole del periodo postoperatorio dell'intervento chirurgico principale. Questo vale anche per gli interventi chirurgici nei seni paranasali.

Controindicazioni

L'adenotomia non viene eseguita nei casi in cui la tonsilla faringea, anche se allargata, non causa l'adenoidismo e le complicazioni sopra descritte. Il trattamento chirurgico delle adenoidi non viene effettuato in presenza di processi infiammatori locali e generali di eziologia banale (adenoidite acuta e tonsillite, infezione da adenovirus del tratto respiratorio superiore, rinite acuta, ecc.). La chirurgia viene eseguita 2-3 settimane dopo il completamento di queste malattie. L'intervento chirurgico non viene eseguito durante epidemie di malattie infettive, come l'influenza, nonché con la tubercolosi nella fase attiva, la presenza di focolai di infezione nella dentizione, la sifilide sieropositiva, le condizioni scompensate nelle malattie del cuore e dei reni, l'emofilia. Il trattamento chirurgico delle adenoidi è ritardato in altre malattie che possono essere trattate efficacemente. La rimozione di adenoidi con difetti congeniti del palato molle e duro (schisi), nonché con grave atrofia della mucosa della faringe, stato preenosenico e lago, aggravano i disturbi funzionali e trofici della malattia di base.

Come è il trattamento chirurgico delle adenoidi?

Prima di eseguire il trattamento chirurgico delle adenoidi, è necessario prestare molta attenzione alla preparazione preoperatoria, che, in conformità con le regole generalmente accettate, include una serie di misure (sfortunatamente, queste regole spesso non sono completamente osservate e la preparazione per il trattamento chirurgico delle adenoidi viene eseguita secondo il "programma abbreviato" ", Che spesso porta a complicazioni gravi, a volte fatali):

  1. raccolgono attentamente un'anamnesi, scoprono se il bambino ha recentemente avuto malattie infettive, non è stato in contatto con bambini malati nelle ultime settimane o si è trovato in un ambiente epidemicamente pericoloso; se il bambino soffre di aumento del sanguinamento, scoprire le caratteristiche ereditarie;
  2. condurre una serie di esami (radiografia del torace, esami del sangue (generali clinici ed emostatici), esami delle urine, test sierologici per la tubercolosi e la sifilide e, secondo le indicazioni, altri studi; esaminare i tamponi dalla gola per il trasporto di Cor. difterite;
  3. il bambino viene esaminato da un pediatra per identificare controindicazioni all'intervento chirurgico, un dentista e, secondo le indicazioni, altri specialisti;
  4. se si prevede che l'operazione venga eseguita in anestesia generale, alla vigilia del bambino l'anestesista-rianimatore esamina.

Prima dell'intervento chirurgico, molti pediatri ORL raccomandano un trattamento antisettico profilattico locale per prevenire complicanze purulente-infiammatorie postoperatorie. Per fare questo, 3-4 giorni prima dell'intervento chirurgico, al bambino viene prescritta una soluzione al 3% di protargol o una soluzione al 20-30% di solfacil sodico (albucide) sotto forma di gocce nel naso e anche 1 settimana prima dell'intervento chirurgico per migliorare i parametri emostatici - vitamina C, calcio gluconato e altri.

La sala operatoria, in cui viene eseguito il trattamento chirurgico delle adenoidi, dovrebbe essere dotata di tutto il necessario per aiutare con sanguinamento nasofaringeo (tamponamento nasale posteriore, medicazione dell'arteria carotide esterna), asfissia (kit lingua, intubazione e tracheotomia), shock di dolore e collasso (una serie di farmaci stimolare l'attività dei sistemi cardiovascolare e respiratorio, il sistema ipofisario - la corteccia surrenale, aumentando la pressione sanguigna) in consultazione con il rianimatore.

Per un'adenotomia sono necessari i seguenti strumenti chirurgici: un espansore rotante, un porta-lingua, adenotomi Beckman di due dimensioni, selezionati secondo la regola di V.I. Lubrificante - Pinza nasofaringea di tipo Barbona per neonati.

Per l'intervento chirurgico in anestesia generale, sono necessari mezzi adeguati per l'anestesia per intubazione.

Si consiglia prima di un intervento chirurgico, avvolgerlo strettamente in un lenzuolo per immobilizzare gli arti. Il bambino è seduto sulla coscia sinistra dell'assistente, che copre le gambe del bambino con le gambe, con la mano destra - il torace del bambino, tenendo la mano sinistra e fissa la mano destra. Con la mano sinistra fissa la testa del bambino.

Anestesia

Neonati e bambini fino a 2-3 anni ricevono un trattamento chirurgico di adenoidi senza anestesia in regime ambulatoriale. Dopo 2-3 anni, alcuni autori raccomandano un'anestesia con maschera a breve termine con etere. I bambini più grandi e gli adulti sono sottoposti ad anestesia da applicazione per 3-4 volte la lubrificazione delle sezioni posteriori della mucosa nasale e del rinofaringe per una soluzione di dicaina all'1-3% o una soluzione di cocaina al 5-10%. Anestetizzare con particolare attenzione l'estremità posteriore dell'apriporta. Anche la parete posteriore del rinofaringe e la superficie rinofaringea del palato molle sono anestetizzate. Se per un motivo o per l'altro non è possibile l'uso dell'anestesia locale, l'operazione viene eseguita in anestesia per intubazione.

Tecnica di adenotomia

L'adenotomia consiste in diverse fasi:

  1. Dopo aver schiacciato la lingua con una spatola angolare, l'anello adenotomico viene inserito dietro il palato molle, mentre l'impugnatura dello strumento viene tenuta in modo tale che l'II dito fissi l'albero dell'adenotoma; l'anello adenotomico viene ruotato di 90 ° rispetto alla superficie della lingua, viene spostato lungo la spatola nella direzione della parete faringea posteriore e, avendo raggiunto un palato molle, l'anello viene tirato dietro e ruotato nella direzione opposta in modo che la lama occupi una posizione orizzontale e l'arco dell'anello sia diretto verso l'apertura della bocca, cioè la parte tagliente - nella parte posteriore della gola.
  2. Con un movimento complesso dell'adenotoma (inclinare la maniglia verso il basso, contemporaneamente spingere l'anello fino al rinofaringe, premere l'arco dell'anello verso l'apriporta senza perdere il contatto con quest'ultimo, erigere l'anello con un angolo nell'angolo formato dall'apri e dal rinofaringe e inclinare in avanti la testa del bambino) fornire una "posizione di partenza"
  3. Con un rapido movimento lungo l'arco nasofaringeo, premendo su e giù l'anello dell'adenotoma, le adenoidi vengono tagliate e insieme al coltello vengono eseguite nella cavità orale e ulteriormente nella coxa a forma di rene. Durante il taglio delle adenoidi, l'assistente o il chirurgo stesso inclinano la testa del bambino verso il basso, ottenendo così un contatto stretto della lama con l'oggetto rimosso e uno scorrimento regolare del coltello lungo la parete posteriore del rinofaringe. Non appena vengono rimosse le adenoidi, la testa del bambino viene immediatamente inclinata verso il basso in modo che il sangue non penetri nelle vie respiratorie durante un sanguinamento pesante, ma a breve termine, ma fuoriesca attraverso il naso e la bocca. A volte le adenoidi rimosse rimangono sul lembo della mucosa della parete faringea posteriore e pendono sul palato molle. Sono catturati con un morsetto e tagliati con le forbici.
  4. Dopo una pausa determinata dal chirurgo, l'intera procedura viene ripetuta utilizzando un adenotoma più piccolo per completare l'adenotomia "mediale" e rimuovere i residui di adenoidi situati lateralmente che coprono le aperture nasofaringee del tubo uditivo; per questo, un adenotome viene somministrato altre due volte. Per prevenire il trauma psicologico del bambino, A.A. Gorlina (1983) raccomanda di condurre un adenot dall'alto verso il basso in modo a zig-zag durante la fase di taglio delle adenoidi, ottenendo così una loro rimozione più completa;
  5. Alla fine dell'intervento chirurgico, al bambino viene chiesto di soffiarsi il naso e controllare la qualità della respirazione nasale, va tenuto presente (che è stato stabilito prima dell'intervento) che la respirazione nasale potrebbe non migliorare significativamente a causa di cause rinogeniche (polipi nasali, rinite ipertrofica, curvatura del setto nasale e altro). Inoltre, viene eseguito un esame digitale del rinofaringe per monitorare la completezza dell'adenotomia. Successivamente, ispeziona le adenoidi rimosse e confrontale con l'immagine in vivo. Le adenoidi remote dovrebbero essere mostrate ai genitori del bambino in modo che possano verificare la qualità dell'operazione, ma dovrebbero anche essere avvertiti che in rari casi, nonostante un'operazione ben fatta, sono possibili ricadute.

Complicanze dopo l'adenotomia

Le complicazioni durante e dopo l'adenotomia, sebbene rare, possono causare disturbi potenzialmente letali e causare difficoltà significative nell'eliminarle..

La complicazione più comune dopo un'adenotomia è il sanguinamento che si verifica immediatamente dopo l'intervento chirurgico o poche ore dopo. In tutte le altre condizioni favorevoli, la causa di tale sanguinamento è la rimozione incompleta del tessuto adenoideo, che può dipendere dalle seguenti circostanze: disadattamento della dimensione dell'adenotoma con la dimensione del rinofaringe, posizione insufficientemente alta del coltello durante il taglio delle adenoidi, che può essere determinata non premendo l'arco dell'anello sull'apri e non stringendo abbastanza la lama per la parete posteriore superiore dell'arco nasofaringeo e anche se il paziente si alza durante il taglio delle adenoidi. Con questo tipo di sanguinamento, è necessario ripetere l'operazione e rimuovere con cura i resti del tessuto adenoideo e tutti gli scarti della mucosa sul retro della faringe con un conchotomo. Se il sanguinamento continua, è necessario eseguire un tamponamento posteriore del naso o prendere altre misure.

Le complicazioni dell'orecchio medio (salpingo-otite, otite media purulenta catarrale e acuta) sono causate da uno scivolamento tubarica o ematogeno dell'infezione. Il solito trattamento.

Un aumento postoperatorio della temperatura corporea a 37,5-38 ° C senza motivo apparente è un fenomeno frequente, che dura non più di 2 giorni. A una temperatura più alta e più lunga, si dovrebbe sospettare sepsi, difterite, polmonite ed esacerbazione della tubercolosi polmonare. Le misure adottate dovrebbero mirare a stabilire la causa dell'ipertermia e la sua eliminazione.

Il vomito di sangue può verificarsi poco dopo l'operazione, se è stato ingerito durante la rimozione delle adenoidi. Il verificarsi di questo vomito dopo alcune ore indica un nuovo sanguinamento. Tale bambino deve essere immediatamente portato in ospedale per stabilire la causa di questa complicazione..

A volte c'è un adenotome bloccato nel rinofaringe, manifestato dal fatto che è impossibile completare l'operazione e rimuovere il coltello nella cavità orale. La ragione di ciò è spesso un'eccessiva inclinazione della testa durante il taglio delle adenoidi o una posizione anormale del tubercolo anteriore della prima vertebra cervicale. Nel primo caso, per estrarre il coltello la testa viene data la posizione iniziale. Nel secondo caso, con la mancata rimozione dell'adenotoma, viene data una leggera inclinazione alla testa e un ostacolo nel percorso del coltello viene tagliato con un movimento forzato. Ci sono anche incidenti come un anello rotto (coltello) e bloccato nel rinofaringe. Ciò accade nei casi in cui vi sia un difetto materiale o strutturale nell'anello o nell'estremità dell'albero adenotomico a cui è saldato il coltello. In tali casi, senza fretta, con un dito o il morsetto di Mikulich, la pinza Lyuba-Barbon inserita nel rinofaringe sente l'oggetto metallico che rimane lì, afferralo e rimuovilo con cura. Una adenotomia fallita viene immediatamente ripetuta o, se si è verificata una lesione al rinofaringe durante la rimozione di un corpo estraneo durante l'intervento chirurgico, l'operazione ripetuta viene rinviata di 1 mese.

Complicazioni traumatiche si presentano con un intervento chirurgico grave. Ad esempio, con una pressione significativa dell'adenotoma sulla parete posteriore del rinofaringe, la mucosa viene gravemente danneggiata e successivamente può verificarsi stenosi cicatriziale del rinofaringe. La sinechia e le deformità cicatriziali del palato molle dopo l'adenotomia si verificano nei bambini con sifilide congenita. Il torcicollo e il torcicollo sono rari e si verificano a causa del danno dell'adenotoma dell'aponeurosi e dei muscoli prevertebrali con infezione dei tessuti danneggiati e sviluppo di cicatrici post-infiammatorie. Questa complicazione si verifica quando, durante il curettage, la testa del paziente non è inclinata in avanti e mal fissata dall'assistente, ma al contrario, il bambino la rifiuta bruscamente posteriormente, il che aumenta significativamente la lordosi cervicale naturale, il cui rigonfiamento cade sotto la lama dell'adenotoma. Questa complicazione impersona la posizione forzata della testa del bambino, che è caratterizzata da immobilità ed estensione della testa. Sono anche descritti casi di sublussazione di Atlant; la malattia fu chiamata "torcicollo rinofaringeo", o sindrome di Grizzel, dal nome del medico francese P. Grisel che la descrisse nel 1930. La sindrome da torcicollo nasofaringeo è caratterizzata da uno spostamento dell'atlante nella posizione di rotazione di lussazione dovuta alla contrattura unilaterale dei muscoli revertebrali. Un bambino operato alla vigilia delle adenoidi si sveglia al mattino con la testa girata e inclinata su un lato. Con una profonda palpazione ad un angolo della mascella inferiore, il bambino avverte dolore acuto. Una radiografia delle vertebre cervicali superiori rivela un segno di rotazione lux di Atlanta. L'uso di antibiotici, decongestionanti, idrocortisone, fisioterapia per diversi giorni porta al recupero.

L'epifaringite atrofica può verificarsi a seguito di un trauma alla mucosa del rinofaringe, che si verifica dopo ripetute adenotomie eseguite da vari specialisti per indicazioni errate.

I risultati dell'operazione nella maggior parte dei bambini sono positivi; la respirazione nasale viene ripristinata, le malattie infiammatorie esistenti del tratto respiratorio superiore vengono rapidamente eliminate, l'appetito viene ripristinato, l'attività fisica e mentale è aumentata, l'ulteriore sviluppo fisico e intellettuale del bambino è normalizzato. Tuttavia, le statistiche mostrano che le ricadute di adenoidi si verificano nel 2-3% dei casi e principalmente nei bambini con allergie, manifestate da asma atonico, edema di Quincke, orticaria, bronchite stagionale, ecc. Di norma, la ricaduta delle adenoidi si verifica quando non vengono completamente rimosse. e non prima di 3 mesi dopo l'operazione, e si manifesta con un graduale aumento della difficoltà nella respirazione nasale e tutti gli altri segni di adenoidismo che sono stati osservati prima dell'intervento chirurgico. L'esecuzione di una adenotomia sotto il controllo della vista in anestesia generale e l'utilizzo di moderni metodi video-chirurgici riduce drasticamente il numero di recidive.

Va tenuto presente che nei bambini dopo un'adenotomia, anche con la respirazione nasale assolutamente libera, l'abitudine rimane di tenere la bocca aperta, soprattutto di notte. Per eliminare questa abitudine, tali bambini conducono speciali corsi di ginnastica respiratoria, alcune misure educative, a volte legano la mascella inferiore con una sciarpa.

Se le adenoidi del bambino vengono curate in regime ambulatoriale, lo lasciano in ospedale per un'ora (sdraiato sul divano), durante il quale viene periodicamente esaminato da un medico o da un'infermiera esperta per assicurarsi che non vi siano sanguinamenti, e poi vanno a casa. A casa, il riposo a letto è prescritto per 2-3 giorni, cibi caldi e bevande sono esclusi per 7-10 giorni. Nei giorni seguenti, l'attività fisica del bambino è limitata a 2 settimane, gli studenti sono esentati dalle lezioni per 2 settimane, dall'educazione fisica per 1 mese. Dopo la rimozione delle adenoidi, i bambini più grandi e gli adulti sono detenuti in ospedale per 3 giorni con la nomina del riposo a letto e, secondo le indicazioni, i corrispondenti agenti sintomatici. Per facilitare la respirazione nasale e rimuovere le croste di sangue formate nel periodo postoperatorio, vengono prescritte gocce oleose nel naso 3-4 volte al giorno.

Trattamento non chirurgico delle adenoidi

Questo trattamento delle adenoidi è solo un metodo ausiliario, che integra il trattamento chirurgico. La sua efficacia nelle adenoidi sviluppate si riduce solo per ridurre l'infiammazione e preparare il terreno per un decorso più favorevole del periodo postoperatorio. Nelle primissime fasi di crescita di adenoidi (grado I), questo trattamento può dare risultati positivi solo con un approccio integrato ad esso e, prima di tutto, con l'eliminazione della causa della malattia. Per fare questo, viene effettuato un trattamento antiallergico e desensibilizzante delle adenoidi, vengono rafforzate le funzioni immunitarie del corpo, viene effettuato un indurimento sistematico, focolai disinfettati di infezione, saturo il corpo con vitamine A e D e oligoelementi necessari per lo sviluppo armonico del corpo. Un ruolo significativo nel trattamento non chirurgico è dato all'elioterapia, alla terapia ultravioletta e negli ultimi anni alla terapia laser.

Ulteriore gestione

Osservazione dell'otorinolaringoiatra, ginnastica respiratoria e misure di miglioramento della salute.