Image

Adenoidi: sintomi e trattamento

La congestione del naso non è sempre un raffreddore comune. La mancanza di respiro può indicare impercettibili processi visivamente patologici nel rinofaringe. Parliamo di adenoidi oggi.

Cosa sono le adenoidi?

Adenoidi: aumento patologico della tonsilla nasofaringea dovuto all'iperplasia (proliferazione) del tessuto linfoide.

Altri nomi per la malattia: vegetazione adenoidea, crescita adenoidea.

In caso di infiammazione della tonsilla nasofaringea sullo sfondo della sua proliferazione patologica, viene fatta la diagnosi di adenoidite.

I sintomi principali sono una violazione della respirazione nasale, una riduzione della funzione uditiva e altri disturbi.

Lo sviluppo della patologia si verifica principalmente sullo sfondo di vari processi / malattie infettive del rinofaringe, principalmente influenza, scarlattina, morbillo, sinusite, tonsillite e altre infezioni respiratorie acute. Ciò non sorprende, perché la funzione principale di questa particella del corpo è quella di proteggere dalla microflora patogena che penetra attraverso il rinofaringe nel tratto respiratorio.

Nonostante il fatto che la tonsilla nasofaringea faccia parte dell'anello faringeo linfodino, poiché, di fatto, le tonsille palatine, che aumentano con l'angina, è impossibile vederlo senza strumenti speciali. Si trova sull'arco tra la cavità nasale e la faringe. A questo proposito, in presenza di segni di questa patologia, è obbligatorio sottoporsi a un esame con ENT.

Sfortunatamente, le adenoidi sono spesso diagnosticate nei bambini (quasi la metà, di età compresa tra 3 e 15 anni), quindi la difficoltà nella respirazione nasale senza trattamento e correzione può portare a uno sviluppo alterato della mascella inferiore del bambino.

Le adenoidi negli adulti, a causa dell'immunità già formata, sono molto meno comuni e lo sviluppo si verifica principalmente con un'esposizione prolungata al corpo di fattori avversi, di cui parleremo più avanti.

Lo sviluppo della malattia (grado di adenoidi)

Fisiologicamente, la tonsilla faringea in uno stato sano è un complesso di diverse pieghe del tessuto linfoide che si alza leggermente sopra la superficie della mucosa - sulla parete posteriore della cavità nasale e della faringe.

Nella tonsilla faringea, così come in altre tonsille dell'anello faringeo linfatico, ci sono anche cellule immunitarie (linfociti, macrofagi, ecc.) Che vengono a contatto con vari microbi (virus, batteri, ecc.) O allergeni. Al contatto con i patogeni, i complessi immunitari iniziano a moltiplicarsi attivamente, a causa del quale c'è un aumento delle dimensioni della tonsilla stessa. Quando le difese immunitarie sono indebolite o il numero di agenti patogeni che agiscono sulla tonsilla è molto elevato, si forma un processo infiammatorio, la cui eliminazione nella maggior parte dei casi richiede cure mediche.

A proposito, oltre alla lotta locale contro i patogeni, le cellule immunitarie locali segnalano una "invasione" di tutto il corpo, che inizia a mobilitarsi per combattere. I metodi principali di questa lotta sono l'innalzamento della temperatura corporea, a cui l'infezione non può moltiplicarsi e morire, appare una tosse, un naso che cola - a cui viene prodotto muco, avvolgendo l'infezione, e quindi vengono espulsi.

In realtà, secondo il principio della formazione della patologia, le vegetazioni adenoidi sono molto simili allo sviluppo di altre malattie respiratorie acute (ARI), in cui le tonsille, sono linfonodi superficiali, aumentano a causa di processi infiammatori dell'orofaringe (tonsillite), faringite, ecc. La complessità del trattamento delle adenoidi è solo nella localizzazione della tonsilla faringea.

Gradi di adenoidi

Espresso principalmente dalla dimensione della vegetazione.

Adenoidi di 1 ° grado - caratterizzate da una parziale sovrapposizione della tonsilla faringea invasa nella parte superiore del vomere (componente del setto nasale) del 30-35% e / o del lume delle cime, a causa delle quali una persona ha una leggera congestione nasale, russando. I sintomi si verificano più spesso di notte o quando una persona si trova in posizione supina..

Adenoidi di 2 ° grado - è caratterizzata dalla crescita del tessuto linfoide già del 60-65%, a causa della quale la respirazione è già significativamente difficile, una persona respira più spesso con la bocca, russa, spesso si sveglia di notte a causa della mancanza di ossigeno, naso che cola, a volte tosse, disagio nel sito dell'infiammazione. Soprattutto l'immagine è pronunciata al momento dello stress fisico sul corpo o in una situazione stressante.

Adenoidi di 3 ° grado - caratterizzati dalla sovrapposizione di quasi l'intero apri e dal lume dei passaggi nasali (ciano), a causa dei quali la respirazione attraverso il naso è quasi impossibile, compaiono sintomi di carenza di ossigeno nel cervello, l'attività mentale è attenuata e i principali segni di patologia sono amplificati.

Sintomi di adenoidi

La patologia in molti bambini può verificarsi quasi asintomaticamente, perché una leggera crescita eccessiva non dà fastidio e visivamente non si nota un aumento della tonsilla.

I primi segni di adenoidi

  • Piccola e intermittente congestione nasale, specialmente di notte;
  • Aumentato e affaticamento nervoso del bambino, mancanza di appetito, anche l'umore diminuisce;
  • Compaiono mal di testa, che col tempo preoccupano il paziente più spesso;

I principali sintomi delle adenoidi

  • Violazione della funzione respiratoria attraverso il naso (durante l'inspirazione e l'espirazione), intensificandosi di notte o in posizione prona, mentre la respirazione della bocca non è compromessa;
  • Debolezza, affaticamento;
  • Naso che cola, durante il quale possono comparire irritazioni, arrossamenti e pruriti sulle pieghe nasolabiali;
  • La tosse secca e agonizzante disturba periodicamente, che alla fine si bagna al mattino;
  • Diminuzione dell'attività mentale - deterioramento della concentrazione, della memoria;
  • Capogiri, mal di testa;
  • Diminuzione della funzione uditiva, una sensazione di soffocamento nell'orecchio - appare quando i tessuti crescono di grandi dimensioni, in cui la tonsilla faringea preme sui tubi uditivi;
  • Aumento della temperatura corporea a 37,2-38,0 ° C;
  • Russare di notte, a causa del quale una persona si sveglia spesso;
  • Modifica della funzione vocale - discorsi illeggibili e nasali;
  • Deformazione del viso, o come viene anche chiamata "faccia adenoide" (caratteristica per gradi 2 e 3), in cui si osserva una bocca semiaperta, la mascella inferiore è leggermente avanzata, si sviluppa lo sviluppo di un morso irregolare e si sviluppa una deformazione del palato duro.

Mentre la malattia si sviluppa, si osserva un ritardo nello sviluppo mentale e fisico del bambino, mentre negli adulti, come abbiamo detto, solo l'attività mentale si deteriora.

complicazioni

Le complicanze più comuni delle adenoidi sono le malattie ORL, così come le malattie di altri organi respiratori:

Cause di adenoidi

Tra le principali cause di adenoidi ci sono:

  • Il contatto del corpo del bambino con un gran numero di nuove infezioni, da cui è stato protetto prima di visitare l'asilo, a causa del quale non ha ancora sviluppato l'immunità a queste infezioni;
  • In realtà - le infezioni stesse (virus, batteri, funghi e altri), che, se depositate in grandi quantità sulle tonsille, non consentono al corpo di scendere e far fronte agli agenti patogeni in modo tempestivo;
  • Malattie infettive croniche o sviluppo di adenoidi contro altre malattie, più spesso infezioni respiratorie acute;
  • Aumento dello stato allergenico, a causa del quale può verificarsi una reazione allergica locale della tonsilla nasofaringea quando vi entrano polline di piante, acari della polvere e altre sostanze / abitanti del micromondo;
  • Malformazioni congenite del rinofaringe;
  • Condizioni ambientali avverse (grave inquinamento dell'aria o degli alimenti causato da varie sostanze tossiche per il corpo, inclusi fumi tossici da materiali da costruzione o oggetti interni realizzati con materiali di bassa qualità);
  • Un sistema immunitario indebolito, a causa del quale il corpo non può combattere adeguatamente l'infezione, che è facilitato da ipotermia, sovraccarico emotivo, ipovitaminosi, diete rigide, assunzione di determinati farmaci, avvelenamento.

Diagnosi di adenoidi

La diagnosi di adenoidi comprende:

  • Endoscopia (esame attraverso il naso - rinoscopia posteriore, bocca - epipartoscopia posteriore) o fibroscopia;
  • Radiografia (radiografia) del rinofaringe;
  • Scansione tomografia computerizzata (CT) del rinofaringe;
  • audiometria
  • Al fine di identificare l'agente causale della proliferazione patologica della tonsilla, può essere prescritto un esame batteriologico di uno striscio dal rinofaringe;
  • Per i sintomi caratteristici delle infezioni respiratorie acute, viene prescritto un esame del sangue generale, in cui si nota ESR - fino a 10-15 mm all'ora e un aumento del numero di leucociti fino a 9 * 10 9 / l, che indica un processo infiammatorio e adenoidite.

È consentito anche un esame digitale del rinofaringe, ma non tutti possono resistere alla palpazione delle adenoidi con il dito di un medico.

Trattamento adenoide

Cosa fare con le adenoidi e come trattarle? Il trattamento delle adenoidi dipende dal grado di proliferazione del tessuto tonsillare e dalla causa di questa patologia. Può essere eseguito in modo conservativo e chirurgico.

1. Trattamento conservativo

1.1. Medicinali Adenoidi

Farmaci anti-infiammatori - sono prescritti per ridurre il gonfiore della tonsilla nasofaringea e alleviare il processo infiammatorio (con adenoidite).

Le medicine sono usate principalmente sotto forma di gocce nasali e spray. Tra gli strumenti popolari ci sono:

  • "Nazonex" - riduce il gonfiore e la velocità della produzione di muco, ferma l'ulteriore crescita del tessuto linfoide. Dosaggio: per bambini dai 12 anni e adulti, 1-2 iniezioni una volta al giorno;
  • "Avamis" è un farmaco ormonale che può alleviare un forte processo infiammatorio. Dosaggio: per bambini, 1 iniezione al giorno, dai 12 anni - 1-2 iniezioni al giorno.

Antistaminici - usati per alleviare il gonfiore e altri segni avversi di istamina circolante nel corpo, che è presente nei luoghi di formazione di varie patologie.

Tra i farmaci popolari si possono identificare: "Claritin", Loratadin ", Cetirizine", "Clemastine".

Vasocostrittori: utilizzati per la congestione nasale, per un migliore scambio d'aria e scarico dell'espettorato dalla cavità nasale. Il principale svantaggio di tali farmaci è la rapida formazione della dipendenza, motivo per cui molte persone allora per anni, o addirittura decine di anni, siedono su questi farmaci, con l'abolizione della quale respirare attraverso il naso è quasi impossibile ed è necessario un trattamento specializzato. Conducono alla crescita della mucosa nasale. Pertanto - è prescritto con cautela e osservando chiaramente il dosaggio / regime / durata della somministrazione.

Tra le famose gocce nasali vasocostrittori, si distinguono Otrivin, Rinostop (xylometazoline), Noxspray e Farmazolin..

Farmaci antibatterici - usati nel caso di un'eziologia batterica della proliferazione patologica della tonsilla nasofaringea. Solo prescritto da un medico.

Gli antibiotici popolari per le adenoidi sono Amoxiclav, Cefuroxime, Eritromicina, Ceftriaxone.

Vitamine: utilizzate per normalizzare i processi metabolici, il sistema immunitario e altre parti del corpo. Particolare enfasi dovrebbe essere posta sull'assunzione aggiuntiva di vitamine dei gruppi B, E e C.

Complessi vitaminici e minerali popolari - Vitrum, Pikovit, Supradin.

1.2. Trattamento locale

Il lavaggio nasale è una procedura integrale per il trattamento completo delle adenoidi. In primo luogo, consente di alleviare il gonfiore, in secondo luogo, di migliorare lo scarico dell'espettorato, in terzo luogo, di disinfettare e lavare la microflora patogena e i suoi prodotti di scarto dalla cavità nasale.

Come mezzo per il risciacquo del naso, puoi usare una soluzione di soda salina o prodotti pronti - "Aqua Maris", "Aqualor".

Inalazioni: vengono utilizzate per somministrare il farmaco direttamente sulla tonsilla e, agendo su di esso in modo intenzionale, arrestare la crescita del tessuto linfoide e quindi trasformarne la salute in normale. I nebulizzatori sono ottimi per l'inalazione..

Come mezzo per inalazione, possono essere utilizzati olii essenziali di eucalipto, abete, menta piperita e altre piante con effetti antinfiammatori e antimicrobici..

1.3. Procedure fisioterapiche

La fisioterapia viene utilizzata per avere effetti benefici sulle mucose del rinofaringe, che aiuta a rafforzare il sistema immunitario, ridurre la gravità del processo patologico, normalizzare la microcircolazione delle tonsille e accelerare il recupero.

Poiché possono essere prescritti metodi di fisioterapia per le adenoidi - terapia laser, ozono terapia, radiazione ultravioletta (UV).

1.4. Esercizi di respirazione

La ginnastica respiratoria è importante per la normalizzazione della respirazione nasale, che è particolarmente importante dopo una prolungata respirazione orale al fine di ri-imparare a respirare attraverso il naso.

2. Trattamento chirurgico

La rimozione chirurgica delle adenoidi viene utilizzata se non vi è alcun effetto positivo da metodi conservativi di trattamento, polipi nei passaggi nasali, un setto nasale curvo, spremitura delle tube di Eustachio (uditivo), nonché nel secondo e terzo grado di patologia, a causa dei quali il paziente non può respirare completamente, anche con i farmaci.

L'operazione stessa si chiama adenotomia..

Trattamento di adenoidi con rimedi popolari

Olio di olivello spinoso. Ha una spiccata attività antimicrobica e antinfiammatoria. È necessario instillare 2 gocce di olio in ciascun passaggio nasale 2 volte al giorno.

Aloe. Il succo di aloe ha un effetto astringente e antibatterico. Prima di iniziare, sciacquare la cavità nasale con una soluzione di sodio-soluzione salina. Dopo instillare ogni passaggio nasale con 5 gocce di succo di agave appena spremuto.

Propoli. Ha un pronunciato effetto antivirale, antimicrobico, antinfiammatorio e immunostimolante. Per preparare un prodotto curativo, versare 50 g di propoli tritato con 500 ml di acqua bollente, mettere per un'ora a bagnomaria. Filtrare e prendere mezzo cucchiaino 3-4 volte al giorno, prima dei pasti.

Collezione. Mescolare insieme 2 cucchiai tritati. cucchiai di corteccia di quercia, 1 cucchiaio. un cucchiaio di menta e 1 cucchiaio. un cucchiaio di iperico. La raccolta risultante, versare 1 litro di acqua bollente, mettere sul fuoco e portare a ebollizione, far bollire il prodotto per circa 5 minuti. Mettere da parte per 4 ore per insistere e raffreddare, filtrare e prenderlo come gocce per il naso 2 volte al giorno, mattina e sera.

Prevenzione

La prevenzione delle adenoidi comprende:

  • Trattamento tempestivo delle malattie infettive;
  • Rispetto dell'igiene personale;
  • Una corretta alimentazione con l'uso di cibi ricchi di vitamine e minerali;
  • Nelle epidemie ARI, evitare le aree affollate;
  • Evitare l'ipotermia;
  • Rispettare le norme di sicurezza chimica..

Adenoidi

"Sembra che nostro figlio abbia delle adenoidi!" - con tali dubbi, i genitori e il bambino vengono spesso dallo specialista ORL dopo aver letto articoli su Internet o dopo aver parlato con madri "onniscienti" nella sandbox / scuola materna / scuola. In questo articolo proveremo ad analizzare le domande più comuni sulla vegetazione adenoidea e cercheremo di capire se tutto è così spaventoso.

Cosa sono le adenoidi e da dove provengono

La vegetazione adenoidea (tonsille rinofaringee) è un tessuto linfoide nell'arco nasofaringeo. È presente in tutti i bambini senza eccezioni ed è un organo periferico del sistema immunitario, parte dell'anello faringeo linfoide. La funzione principale di questa formazione anatomica è la lotta contro batteri o virus che entrano nel corpo del bambino. La sua principale differenza rispetto alle altre tonsille è che la superficie è coperta da uno speciale epitelio che produce muco. Un aumento (ipertrofia) del tessuto adenoide provoca frequenti malattie allergiche e respiratorie di un'eziologia virale o batterica. Pertanto, il picco dell'ipertrofia del tessuto adenoideo cade esattamente all'età di 3-7 anni. Quindi il tessuto linfoide diminuisce gradualmente all'età di 10-12 anni. All'età di 17 anni, spesso rimangono solo frammenti di tessuto; negli adulti sani, il tessuto adenoide è assente. L'ipertrofia del tessuto adenoideo è solitamente divisa in diversi gradi dal suo volume nel rinofaringe dal primo, dove le adenoidi chiudono i passaggi nasali (choana) di 1/3, al terzo o quarto grado, quando vi è un'ostruzione completa del rinofaringe con l'impossibilità della respirazione nasale.

Manifestazioni cliniche

L'infiammazione del tessuto adenoideo è chiamata adenoidite. Il suo decorso è acuto, subacuto e cronico. Tocciamo brevemente i principali sintomi a cui i genitori dovrebbero prestare attenzione:

1. Naso che cola, molto spesso ha un decorso prolungato.

2. Respirazione preferenziale attraverso la bocca. A causa di difficoltà nella respirazione nasale. Il grado di difficoltà dipende direttamente dal grado di ipertrofia del tessuto adenoide. Spesso arriva nasale. Con un corso prolungato di adenoidite cronica e respirazione attraverso la bocca, è possibile un cambiamento nello scheletro facciale, che in seguito si manifesta come una violazione persistente della pronuncia del linguaggio.

3. Notte russare, sonno agitato.

4. Tosse mattutina dovuta al soffocamento del muco drenante dal rinofaringe per notte.

5. Perdita dell'udito, otite media ricorrente a causa dell'ostruzione meccanica dei tubi uditivi da parte della vegetazione adenoidea. In questo caso, l'ipertrofia può essere di 1-2 gradi, con la posizione delle adenoidi vicino alla bocca dei tubi uditivi, che sono responsabili della ventilazione dell'orecchio medio attraverso il tubo uditivo. Il bambino inizia a chiedere di nuovo costantemente o a guardare i cartoni animati troppo forte.

6. Stanchezza, apatia. Sono causati da una costante carenza di ossigeno nel cervello, in particolare con adenoidite cronica. Forse in ritardo rispetto ai coetanei nello sviluppo mentale e fisico.

Metodi di ricerca per la vegetazione adenoidea

Allo stato normale, senza ulteriori dispositivi ottici, questa tonsilla non può essere vista. Esistono numerosi studi che aiutano a determinare il grado di vegetazione adenoidea: esame digitale, rinoscopia posteriore con specchio, radiografia del rinofaringe, endoscopia del rinofaringe, radiografia 3D o TC del rinofaringe. I metodi più moderni oggi sono:

  • endoscopia del rinofaringe e della cavità nasale. La procedura viene eseguita nella nostra clinica in anestesia locale su appuntamento di un medico ORL. Completamente indolore, consente di valutare non solo il grado di vegetazione adenoidea, ma anche la natura dell'infiammazione, le condizioni della bocca dei tubi uditivi, nonché esaminare le parti posteriori della cavità nasale.
  • esame radiografico tridimensionale / TC del rinofaringe. I metodi di informatività superano in modo significativo la normale radiografia del rinofaringe, poiché ci consentono di determinare non solo le dimensioni, ma anche il rapporto tra la vegetazione adenoidea e altre strutture del rinofaringe (bocca dei tubi uditivi, choana, ecc.). Il carico di radiazioni è quasi 3 volte inferiore (0,009 m3) e la durata dello studio non è superiore a 2 minuti. Questo studio può essere condotto presso la clinica di Usacheva.

Trattamento di adenoidite

Il trattamento dell'adenoidite è generalmente diviso in conservativo e chirurgico. Il trattamento conservativo richiede ai genitori, prima di tutto, molta pazienza (è necessario insegnare al bambino ad abbaiare correttamente, a condurre un bagno della cavità nasale con lui a volte più volte al giorno!), Partecipazione alle procedure (arrossamento del naso con un medico ORL, fisioterapia, ecc.), Chiara attuazione di tutto prescrizioni del medico. Questo è ben lungi dall'essere un processo rapido, ma se i genitori e il medico agiscono contemporaneamente come una squadra unita, il risultato non tarderà ad arrivare! Ma ci sono casi in cui il trattamento conservativo è inefficace, quindi il medico prende una decisione sulla chirurgia e questo non dipende sempre dal grado di adenoidi. Molto spesso, le indicazioni per il trattamento chirurgico sono: completa assenza di respirazione nasale, otite media ricorrente (tubootite), apnea notturna, perdita dell'udito persistente.

“Se sono coinvolti nella risposta immunitaria, perché rimuoverli? Non c'è nulla di superfluo nel corpo! ”

In effetti, il tessuto adenoideo fa parte dell'anello linfoide della faringe, come menzionato sopra, ma solo una parte! È importante valutare il rapporto tra danno e beneficio per il corpo. Nel caso dell'adenoidite cronica, la tonsilla stessa diventa l'habitat e la riproduzione di microrganismi patogeni, che ovviamente non avvantaggia il bambino, e frequenti esacerbazioni portano ad un aumento delle dimensioni del tessuto adenoideo, causando malattie dell'orecchio in parallelo, con conseguente perdita dell'udito persistente.

"Se li rimuovi, cresceranno di nuovo!"

In questa fase dello sviluppo della medicina, questa opinione è errata. L'operazione di adenotomia viene eseguita in anestesia generale usando tecniche endoscopiche. Le moderne attrezzature consentono di rimuovere completamente il tessuto adenoideo sotto controllo visivo, garantendo così l'assenza di recidiva. Con un'adenotomia in anestesia locale, come precedentemente fatto ovunque, il rischio di adenotomia ripetuta è davvero elevato, poiché la maggior parte della tonsilla non viene rimossa la prima volta, causando una ricaduta.

Consiglio del medico

Come generalizzazione, voglio dire che la famosa battuta sul trattamento del raffreddore comune per 7 giorni e per una settimana non funziona con i bambini! Coloro che si riferiscono al comune raffreddore del bambino come "un normale moccio che passerà da soli" incontreranno molto spesso molte complicazioni in futuro. Pertanto, prima di consultare un medico ORL e iniziare un trattamento competente, maggiore è la probabilità che il problema adenoide ti aggiri!

Salute a te e ai tuoi figli!

Le informazioni per te sono state preparate da Vasilyeva Tatyana Vladimirovna, medico ORL. Sta ricevendo nell'edificio della clinica di Usacheva e nell'edificio dei bambini.

Rimuovere o non rimuovere le adenoidi

La maggior parte dei genitori ha le proprie opinioni su qualsiasi problema pediatrico. E spesso questo punto di vista non coincide con l'opinione dei medici. In questo senso, la questione della rimozione delle adenoidi non fa eccezione. Quasi tutte le mamme pensano: "Non darò il mio bambino sotto i ferri". L'atteggiamento di alcuni medici può essere espresso con una frase del famoso film: "Taglia all'inferno, senza aspettare". "Stop! E cosa ci si può aspettare dalle adenoidi?

Innanzitutto, proviamo a capire che tipo di malattia è, perché si manifesta e con quali segni può essere rilevata in un bambino.

Cosa sono le adenoidi

Le adenoidi sono un aumento patologico (ipertrofia) della tonsilla nasofaringea. Normalmente, l'amigdala svolge la funzione di quella più nobile: protegge il corpo dalle infezioni, in realtà funge da guardia di frontiera, che in caso di attacco del nemico - batteri o virus - è la prima a entrare nella battaglia per la salute.

Ma il suo aumento porta alla comparsa di sintomi non molto piacevoli: a abbondante scarica dal naso, al suo soffocamento e, di conseguenza, alla mancanza di respiro. Il tessuto linfoide troppo cresciuto blocca l'accesso all'aria che entra nei polmoni attraverso il rinofaringe.

Termina con il fatto che il bambino inizia a respirare esclusivamente attraverso la bocca. Lo chiude solo dopo l'urgente richiesta dei suoi genitori. Ma dopo pochi minuti, tutto torna alla normalità: il bambino cammina, gioca, mangia e dorme con la bocca aperta. Alcuni adulti potrebbero chiedere: E allora? Che danno è questo? A chi importa come respira il bambino? Ma la differenza, a quanto pare, è. Quando si respira attraverso la bocca, troppo poco ossigeno entra nel corpo.

Tutti i tessuti e gli organi mancano di nutrizione e, soprattutto, questo vale per il cervello. Per questo motivo, un bambino con adenoidi si sviluppa peggio dei suoi coetanei. Non si concentra bene, si stanca rapidamente, è caratterizzato da letargia e apatia. A scuola, questi bambini hanno spesso scarsi risultati. Sebbene, in effetti, il loro sviluppo intellettuale rimanga normale..

La respirazione costante attraverso la bocca porta anche alla deformazione del cranio facciale. Gli otorinolaringoiatri hanno persino escogitato un termine speciale: una faccia adenoide. Lo specialista può facilmente determinare la presenza di una malattia in un bambino attraverso la mascella inferiore cascante, il labbro superiore infiammato e le pieghe del naso-lisce. Nel tempo, nei piccoli pazienti, si verificano forme di malocclusione, problemi di logopedia, e questo è sullo sfondo del naso esistente. Se la malattia si manifesta nel primo periodo - fino a un anno, il bambino difficilmente riesce a padroneggiare il discorso.

I bambini con adenoidi gravi spesso soffrono di sonno irrequieto. Succede che si svegliano più volte a notte perché hanno difficoltà a respirare, nonché a causa del loro russare o a causa di una tosse secca che si verifica in modo riflessivo in risposta alla deglutizione delle secrezioni dalla mucosa nasale. In alcuni casi, può verificarsi bagnare il letto a causa di cambiamenti nel ritmo circolatorio del cervello.

Un'altra spiacevole conseguenza delle tonsille ingrossate è la perdita dell'udito. Le adenoidi chiudono le aperture delle trombe di Eustachio e interrompono la normale ventilazione dell'orecchio medio, il che porta allo sviluppo di otite media frequente e persino alla perdita dell'udito.

Per verificare se l'udito nel bambino è in ordine, ogni madre può indipendentemente, senza rivolgersi a uno specialista per chiedere aiuto. Per fare ciò, esiste un semplice metodo diagnostico: sussurrare. Come applicarlo? Chiama il bambino in un sussurro da una distanza lontana. Se non sente la prima volta, avvicinati e ripeti il ​​suo nome.

Continua a contattare il tuo bambino fino a quando non risponde. Se si scopre che il bambino percepisce un sussurro da una distanza inferiore a sei metri, questa è un'occasione per contattare l'otorinolaringoiatra. Nel caso in cui la perdita dell'udito sia associata alle adenoidi, non dovresti averne paura. La disabilità uditiva passerà non appena il problema che li ha causati sarà risolto. È vero, un'altra malattia può anche essere la causa, ad esempio, la neurite nervosa uditiva. In ogni caso, non esitare a consultare l'otorinolaringoiatra.

Abbiamo elencato alcune complicazioni causate dalle adenoidi. Probabilmente troppo per una singola tonsilla, non è vero? Ma questo è lontano da tutto. Aggiungi ai suddetti frequenti mal di testa, problemi al tratto gastrointestinale, anemia, attacchi di asma. In generale, si scopre che una patologia nel corpo comporta automaticamente un'altra. E la negligenza del processo porta al fatto che la salute del bambino è gravemente minacciata.

Quali sono le cause di una malattia così pericolosa? È stato notato che il più delle volte le adenoidi compaiono nei bambini di età compresa tra 3-7 anni, quando i bambini iniziano ad andare all'asilo, a scuola e scambiare con coetanei non solo i loro giocattoli, ma anche la microflora. Di conseguenza, sorgono malattie frequenti: scarlattina, morbillo, difterite, infezioni virali respiratorie acute, ecc. A loro volta, provocano un aumento e un'infiammazione delle tonsille. Anche i fattori ereditari svolgono un ruolo importante nello sviluppo della malattia. Se al padre o alla madre del bambino è stata diagnosticata una crescita adenoidea durante l'infanzia, la probabilità del loro aspetto nelle briciole è molto alta.

È importante che la malattia venga diagnosticata il più presto possibile. Quindi la probabilità di successo del trattamento delle adenoidi aumenta in modo significativo.

Trattamento adenoide

Sorge una domanda logica: "Come affrontare le adenoidi nel naso?" Tutto dipende dal grado di crescita della tonsilla. Se non blocca notevolmente il lume delle vie aeree, è possibile rinunciare a farmaci, fisioterapia, ginnastica respiratoria e terapia termale. Ma in tutta onestà bisogna dire che tutte queste misure non sono sempre efficaci. Se entro sei mesi non si osserva alcun miglioramento dal loro uso e il bambino continua a soffrire della malattia, allora è tempo di pensare a una soluzione chirurgica al problema.

Chirurgia

L'operazione per rimuovere le adenoidi (adenotomia - rimozione parziale o adenectomia - completa rimozione della tonsilla nasofaringea) viene eseguita oggi in anestesia locale o in anestesia generale. Il primo è considerato più sicuro da un punto di vista fisiologico. Ma la maggior parte dei medici ritiene che il monitoraggio dello stato di avanzamento di un'operazione in un bambino non addestrato possa causare gravi traumi psicologici. Il ricordo dell'esecuzione e la paura delle persone in camice bianco rimarranno per molti anni. Ecco perché sempre più spesso negli ospedali ricorrono all'anestesia generale, come un modo più umano di alleviare il dolore in relazione al bambino.

L'operazione viene eseguita rapidamente: in pochi minuti con anestesia locale e 20-30 minuti con intervento endoscopico. I primi tre giorni postoperatori, il bambino non dovrebbe ricevere cibo caldo: può causare vasodilatazione e sanguinamento.

È anche esclusa la ricezione di piatti freddi e affilati. Le minestre riscaldate e i cereali vengono nutriti, a partire dal quarto giorno, non prima. Questa modalità è impostata per il bambino per 9-10 giorni. Quindi sarà in grado di tornare al suo solito stile di vita..

Gli effetti collaterali e le complicanze di adenotomia o adenectomia sono rari. Inizialmente, dopo la rimozione della tonsilla, il bambino respirerà attraverso la bocca. Ciò non significa che l'operazione sia stata inutile. È solo difficile per il bambino passare immediatamente alla respirazione nasale. Inoltre, l'edema postoperatorio appare nel sito delle adenoidi rimosse. Blocca il rinofaringe e rende difficile fare un respiro completo nei primi giorni dopo l'intervento. Ma entro il decimo giorno, tutto passa e il bambino respira liberamente.

C'è un altro problema: la tonsilla rimossa può ricrescere. E anche lei non è immune da ipertrofia e infiammazione. Ma questo non succede sempre e le adenoidi appena apparse vengono rimosse ripetutamente di rado. In tali casi, i medici cercano di limitarsi al trattamento conservativo..

A volte capita che i genitori del bambino si rifiutino di eseguire l'operazione, avendo appreso che con l'età, la tonsilla nasofaringea diminuisce di dimensioni e nella maggior parte degli adulti generalmente si atrofizza. In effetti, perché rimuovere il problema, che potrebbe scomparire nel tempo? Innanzitutto è necessario ricordare che un'eccessiva categorizzazione non ha portato nessuno a fare del bene. La decisione comune non dovrebbe prevalere nella speculazione e nel pregiudizio, ma nel senso comune.

Dobbiamo soppesare tutto, riflettere attentamente su di esso e, insieme al medico dei bambini, giungere a una conclusione certa e, soprattutto, ragionevole. I medici sanno che fino a 5 anni la tonsilla nasofaringea svolge un ruolo importante nella formazione dell'immunità dei bambini e aderisce alla regola d'oro: se il bambino può fare a meno dell'intervento chirurgico, allora è meglio non nominarlo. La chirurgia è l'ultima risorsa. Se il medico insiste su questo, allora è davvero necessario.

Terapia conservativa

Con le adenoidi di piccole e medie dimensioni (malattie di 1 e 2 gradi), viene prescritto un trattamento conservativo: instillazione di una soluzione al 2% di protargol nel naso, risciacquo della cavità nasale, l'uso di gocce vasocostrittore per bambini che salvano il naso dal gonfiore.

Con il lavaggio del naso sullo sfondo delle adenoidi in un bambino dovrebbe essere affrontato con estrema cautela. Una procedura eseguita in modo errato può portare alla soluzione che penetra nella cavità dell'orecchio medio e allo sviluppo di otite media acuta. Nel 100% dei casi, questa situazione si verifica con adenoidi 3 e 4 gradi. Pertanto, è importante ricordare che nelle forme gravi della malattia è vietato il lavaggio del naso. Inoltre, come può essere fatto con sangue dal naso e otite media cronica che si verificano frequentemente nei giovani pazienti.

Come sciacquare il naso del bambino

La maggior parte dei bambini tratta questo metodo di trattamento con ostilità e ne ha persino paura. Pertanto, è importante affrontare delicatamente il problema, spiegare al bambino che è necessario per la sua salute, in modo che il naso respiri meglio. È positivo se il processo viene eseguito in modo giocoso o se uno dei genitori mostra ad esempio che lavarsi il naso è assolutamente indolore. Una dimostrazione visiva della procedura da parte di padre o madre dovrebbe convincere il bambino che farlo non è affatto spaventoso.

Molti genitori sono interessati alla domanda, a che età un bambino può lavarsi il naso? La risposta è semplice Dal momento in cui puoi spiegare la procedura per lui e sarai sicuro che il bambino sarà in grado di capirti correttamente. I medici consigliano di farlo non prima di 4 anni. Fino a questo momento, vengono utilizzate speciali goccioline per bambini per pulire la cavità nasale, che ammorbidisce dense secrezioni mucose, stoppini di cotone e aspiratori.

Per il lavaggio, puoi usare acqua bollita ordinaria, decotti di erbe (camomilla, eucalipto, calendula, salvia, erba di San Giovanni), acqua di mare, soluzione isotonica o speciali composti pronti venduti in farmacia. È consentito alternare diversi mezzi: usare l'uno o l'altro. Le soluzioni vengono selezionate insieme all'otorinolaringoiatra, in base a quali reazioni allergiche si sono manifestate nella storia del bambino. Il prodotto finito dovrebbe essere leggermente caldo (temperatura 34-36 °). Un volume di 100-200 ml sarà sufficiente per una procedura.

Molto bene, non solo rimuove il muco accumulato, ma allevia anche il gonfiore e ha un effetto battericida dell'acqua di mare. Può essere preparato dal sale marino secco (1/2 cucchiaino. Diluito in un bicchiere d'acqua) o, per mancanza di esso, dal cibo normale (1/3 cucchiaino. Dissolto in un bicchiere d'acqua e aggiungere 2 gocce di iodio).

Prima di iniziare la procedura, assicurarsi che il naso del bambino non sia bloccato. Gli otorinolaringoiatri consigliano di pre-pulire la cavità dalle secrezioni o con un aspiratore o spogliandolo accuratamente. Se anche dopo questo la pervietà dei passaggi nasali rimane difficile, è permesso instillare il bambino con gocce vasocostrittive (una goccia in ciascuna narice). Successivamente, puoi iniziare a sciacquare.

La procedura viene eseguita, in piedi sopra il lavandino. La soluzione viene raccolta in una piccola siringa con un naso sottile o utilizza uno speciale dispositivo per farmacia (chiamato anche "doccia nasale"). Il bambino deve sporgersi in avanti di 90 °. La testa deve essere mantenuta rigorosamente in posizione verticale; è impossibile inclinarla durante la procedura verso destra o sinistra. Chiedi a tuo figlio di fare un respiro profondo e di spremere una piccola quantità di soluzione in una delle narici. Il fluido riempirà completamente il passaggio nasale e drenerà da un altro.

Se l'acqua entra in bocca, puoi consigliare al bambino di pronunciare un persistente "e-e" durante l'iniezione. Il palato molle si alza quindi e delimita il rinofaringe. Successivamente, è necessario soffiarsi il naso e ripetere la procedura dalla seconda narice. E così - più volte. Completa il risciacquo soffiando i passaggi nasali, che rimuoveranno la soluzione rimanente dalla mucosa.

Se questo è un metodo di lavaggio a flusso continuo (da una narice all'altra), è difficile, puoi provare un metodo più semplice: iniettare una piccola quantità di liquido nel naso del bambino e chiedergli di soffiare subito il naso. Assicurarsi che la testa sia di nuovo in posizione verticale e in nessun caso getti indietro. La soluzione non dovrebbe entrare nella bocca, né nelle orecchie. Anche una piccola quantità di liquido nella cavità dell'orecchio medio causerà una grave otite media, che sarà quindi molto difficile da curare..

Dopo 15 minuti dopo il lavaggio, arriva il turno di agenti anisettici o antibatterici prescritti dal medico. Gli antisettici includono preparazioni colloidali di argento, in particolare protargol.

A differenza delle gocce di vasocostrittore, che devono essere instillate nel bambino sul lato in modo che non entrino in bocca e agiscano solo sulla mucosa nasale, il protargol viene instillato sulla schiena. Questo viene fatto in modo che la sostanza vetro dalla cavità nasale nel rinofaringe e raggiunga la superficie della tonsilla. Gli ioni d'argento contenuti nel protargol uccidono tutti i patogeni, oltre a seccare leggermente il tessuto linfoide infiammato, riducendone le dimensioni. 2-6 gocce del farmaco vengono instillate in ciascuna narice (a seconda dell'età del paziente e della gravità della malattia).

Si raccomanda quindi al bambino di sdraiarsi sulla schiena per un po 'di tempo senza alzare la testa. Idealmente - circa 15 minuti, ma se il bambino è cattivo, puoi limitarti a 5 minuti. L'instillazione viene eseguita su raccomandazione di un medico, di solito 2 volte al giorno per 2 settimane. Un secondo ciclo di trattamento può essere prescritto in un mese. Non dimenticare che la durata di conservazione di una soluzione al 2% di protargol è molto breve. Solo 30 giorni dalla data di produzione. Pertanto, la vecchia bottiglia con il farmaco per il nuovo corso non verrà più utilizzata.

Non trascurare la ginnastica respiratoria, raccomandata dagli specialisti per il trattamento delle adenoidi. È meglio che la mamma lo conduca contemporaneamente al bambino, trasformando il processo in un gioco divertente. La ginnastica rinforza i muscoli respiratori, stimola la circolazione sanguigna nei seni nasali, aiuta a prevenire la sinusite. Inoltre, durante l'esercizio fisico, l'organismo malato è saturo dell'ossigeno che gli manca..

Ipertrofia tonsillare

Sfortunatamente, nei bambini, le adenoidi sono spesso accompagnate da un'altra malattia: l'ipertrofia delle tonsille (folk, tonsille). In questo caso, la respirazione è difficile non solo attraverso il naso, ma già attraverso la bocca. Le tonsille palatali, come il rinofaringeo, proteggono il bambino dai microrganismi patogeni, ma lo fanno molto più attivamente. Pertanto, la loro rimozione è una perdita più evidente per il corpo. Senza di loro, il bambino è più a rischio di malattie broncopolmonari.

Le tonsille palatine infiammate sono un pericolo molto maggiore dei possibili raffreddori. Sono una fonte di infezione da streptococco cronico che, periodicamente esacerbando, provoca lo sviluppo di febbre e mal di gola. Quest'ultimo, a sua volta, può dare complicazioni ai reni e al cuore. Quindi, nel caso di un "doppio set" della malattia, potrebbe essere più saggio sottoporsi a un intervento chirurgico piuttosto che mettere seriamente a rischio la salute del bambino.

In conclusione, voglio notare che le tonsille allargate sono un problema molto delicato. Molto dipende dalla competenza del medico e dalla sanità mentale dei genitori. La decisione sul trattamento deve essere presa da uno specialista competente. Non nonne che "ti hanno cresciuto in salute e si prenderanno cura dei tuoi nipoti", non amici che hanno "esattamente la stessa situazione" e soprattutto non numerosi forum con madri virtuali.

La parte del medico ha una conoscenza approfondita del problema e dell'esperienza. Credetemi, combatterà fino all'ultimo per riportare in vita le tonsille senza bisturi. Ma se il trattamento non aiuta e le adenoidi continuano a minare la salute del bambino, non vale la pena rimandare l'intervento chirurgico nella scatola lunga.

Adenoidi: cause, sintomi, diagnosi e trattamento

Il sito fornisce informazioni di riferimento a solo scopo informativo. La diagnosi e il trattamento delle malattie devono essere effettuati sotto la supervisione di uno specialista. Tutti i farmaci hanno controindicazioni. È richiesta la consultazione di uno specialista!

Cosa sono le adenoidi?

Le adenoidi (escrescenze di adenoidi, vegetazioni) sono chiamate tonsille rinofaringee eccessivamente ingrandite - un organo immunitario situato nel rinofaringe che svolge determinate funzioni protettive. Questa malattia si verifica in quasi la metà dei bambini dai 3 ai 15 anni, che è associata a caratteristiche legate all'età dello sviluppo del sistema immunitario. Le adenoidi negli adulti sono meno comuni e di solito sono il risultato di un'esposizione prolungata a fattori ambientali avversi..

In condizioni normali, la tonsilla faringea è rappresentata da diverse pieghe del tessuto linfoide che sporgono sopra la superficie della mucosa della parete faringea posteriore. Fa parte del cosiddetto anello linfatico faringeo, rappresentato da diverse ghiandole immunitarie. Queste ghiandole sono costituite principalmente da linfociti - cellule immunocompetenti coinvolte nella regolazione e nel mantenimento dell'immunità, ovvero dalla capacità del corpo di difendersi dagli effetti di batteri, virus e altri microrganismi estranei.

L'anello linfatico faringeo è formato da:

  • Tonsille rinofaringee (faringee). Tonsilla spaiata, situata nella mucosa della parte posteriore-superiore della faringe.
  • Tonsille linguali. Non accoppiato, situato nella mucosa della radice della lingua.
  • Due tonsille palatine. Queste tonsille sono piuttosto grandi, situate nella cavità orale ai lati dell'entrata della faringe.
  • Due tonsille tubolari. Si trovano nelle pareti laterali della faringe, vicino ai fori dei tubi uditivi. Il tubo uditivo è uno stretto canale che collega la cavità timpanica (orecchio medio) con la faringe. La cavità timpanica contiene ossicini uditivi (incudine, malleus e graffette), che sono collegati alla membrana timpanica. Forniscono percezione e amplificazione delle onde sonore. La funzione fisiologica del tubo uditivo è di equalizzare la pressione tra la cavità timpanica e l'atmosfera, che è necessaria per la normale percezione dei suoni. Il ruolo delle tonsille in questo caso è quello di impedire alle infezioni di entrare nel tubo uditivo e nell'orecchio medio..
Durante l'inalazione, insieme all'aria, una persona inala molti microrganismi diversi che sono costantemente presenti nell'atmosfera. La funzione principale della tonsilla rinofaringea è quella di impedire l'ingresso di questi batteri nel corpo. L'aria inalata attraverso il naso passa attraverso il rinofaringe (dove si trovano le tonsille rinofaringee e tubulari), mentre i microrganismi estranei entrano in contatto con il tessuto linfoide. Quando i linfociti entrano in contatto con un agente estraneo, viene lanciato un complesso di reazioni protettive locali per neutralizzarlo. I linfociti iniziano a dividersi intensamente (moltiplicarsi), il che porta ad un aumento delle dimensioni delle tonsille.

Oltre all'azione antimicrobica locale, il tessuto linfoide dell'anello faringeo svolge altre funzioni. In questa zona, si verifica il contatto primario del sistema immunitario con microrganismi estranei, dopo di che le cellule linfoidi trasferiscono le informazioni su di essi ad altri tessuti immunitari del corpo, fornendo la preparazione del sistema immunitario per la protezione.

Cause di adenoidi

In condizioni normali, la gravità delle reazioni immunitarie locali è limitata, quindi, dopo aver eliminato la fonte di infezione, il processo di divisione dei linfociti nella tonsilla faringea rallenta. Tuttavia, se la regolazione dell'attività del sistema immunitario è disturbata o se si verifica un'esposizione prolungata cronica a microrganismi patogeni, i processi descritti sfuggono al controllo, il che porta a un'eccessiva proliferazione (ipertrofia) del tessuto linfoide. Vale la pena notare che le proprietà protettive della tonsilla ipertrofica sono significativamente ridotte, a seguito delle quali essa stessa può essere popolata da microrganismi patogeni, cioè diventare una fonte di infezione cronica.

La causa di un aumento della tonsilla nasofaringea può essere:

  • Caratteristiche dell'età del corpo del bambino. Al contatto con ciascun microrganismo estraneo, il sistema immunitario produce anticorpi specifici contro di esso, che possono circolare nel corpo per lungo tempo. Man mano che un bambino cresce (specialmente dopo 3 anni, quando i bambini iniziano a frequentare gli asili e in luoghi affollati), il suo sistema immunitario entra in contatto con un numero crescente di nuovi microrganismi, che possono portare a un sistema immunitario iperattivo e allo sviluppo di adenoidi. In alcuni bambini, le tonsille palatali ingrossate possono essere asintomatiche fino all'età adulta, mentre in altri casi possono svilupparsi disturbi respiratori e altri sintomi della malattia.
  • Malformazioni congenite. Nel processo di formazione di organi nel periodo prenatale, si possono notare vari disturbi, che possono essere innescati da fattori ambientali (ad esempio, aria inquinata, elevata radiazione di fondo), lesioni o malattie croniche della madre, abuso di alcol o droghe (da parte della madre o del padre del bambino). Il risultato può essere un allargamento congenito della tonsilla nasofaringea. Una predisposizione genetica alle adenoidi non è esclusa, tuttavia non esistono prove specifiche a sostegno di questo fatto..
  • Frequenti malattie infettive. Malattie croniche o spesso ricorrenti (riaggravanti) del tratto respiratorio superiore (tonsillite, faringite, bronchite) possono portare a disregolazione del processo infiammatorio nell'anello linfoide della faringe, che può portare ad un aumento della tonsilla nasofaringea e alla comparsa di adenoidi. Un rischio particolare a questo proposito sono le malattie virali respiratorie acute (ARVI), cioè raffreddori, influenza.
  • Malattie allergiche I meccanismi dell'infiammazione durante l'infezione e durante lo sviluppo di reazioni allergiche sono molto simili. Inoltre, il sistema immunitario del bambino allergico è inizialmente soggetto a reazioni più pronunciate in risposta all'infezione nel corpo, che può anche contribuire all'ipertrofia tonsillare faringea..
  • Fattori ambientali dannosi. Se il bambino respira aria contaminata da polvere o sostanze chimiche dannose per lungo tempo, ciò può portare a un'infiammazione non infettiva delle formazioni linfoidi del rinofaringe e alla crescita di adenoidi.

Sintomi di adenoidi

Violazione della respirazione nasale con adenoidi

È uno dei primi sintomi che compaiono in un bambino con adenoidi. La causa dell'insufficienza respiratoria in questo caso è un eccessivo aumento delle adenoidi, che sporgono nel rinofaringe e impediscono il passaggio dell'aria inalata ed espirata. Caratteristico è il fatto che con le adenoidi viene disturbata solo la respirazione nasale, mentre la respirazione attraverso la bocca non ne soffre.

La natura e il grado di insufficienza respiratoria sono determinati dalle dimensioni della tonsilla ipertrofica (ingrandita). A causa della mancanza di aria, i bambini non dormono bene la notte, russano e russano durante il sonno, spesso si svegliano. Durante la veglia, spesso respirano attraverso la bocca, che è costantemente socchiusa. Il bambino può parlare in modo impercettibile, nasale, "parlare nel naso".

Man mano che la malattia progredisce, diventa più difficile per il bambino respirare, le sue condizioni generali peggiorano. A causa della carenza di ossigeno e del sonno inferiore, può apparire un marcato ritardo nello sviluppo mentale e fisico..

Naso che cola con adenoidi

Più della metà dei bambini con adenoidi ha una secrezione mucosa regolare dal naso. La ragione di ciò è l'eccessiva attività degli organi immunitari del rinofaringe (in particolare la tonsilla nasofaringea), nonché il processo infiammatorio costantemente progressivo in essi. Ciò porta ad un aumento dell'attività delle cellule caliciformi della mucosa nasale (queste cellule sono responsabili della produzione di muco), che porta alla comparsa di un naso che cola.

Tali bambini sono costantemente costretti a portare con sé una sciarpa o dei tovaglioli. Nel tempo, si può notare un danno alla pelle (arrossamento, prurito) nell'area delle pieghe nasolabiali associata all'effetto aggressivo del muco secreto (il muco nasale contiene sostanze speciali la cui funzione principale è la distruzione e la distruzione di microrganismi patogeni che penetrano nel naso).

Tosse adenoidea

Danno uditivo adenoide

La compromissione dell'udito è associata a un'eccessiva proliferazione della tonsilla nasofaringea, che in alcuni casi può raggiungere dimensioni enormi e letteralmente bloccare le aperture interne (faringee) delle tube uditive. In questo caso, diventa impossibile equalizzare la pressione tra la cavità timpanica e l'atmosfera. L'aria dalla cavità timpanica si dissolve gradualmente, a causa della quale la mobilità della membrana timpanica è compromessa, il che porta alla perdita dell'udito.

Se le adenoidi bloccano il lume di un solo tubo uditivo, si avrà una riduzione dell'udito sul lato interessato. Se entrambi i tubi sono bloccati, l'udito sarà compromesso su entrambi i lati. Nelle fasi iniziali della malattia, l'ipoacusia può essere temporanea, associata a gonfiore della mucosa del rinofaringe e della tonsilla faringea in varie malattie infettive di questa zona. Dopo che il processo infiammatorio si attenua, l'edema tissutale diminuisce, il lume del tubo uditivo viene rilasciato e scompare l'udito. Nelle fasi successive, le vegetazioni adenoidi possono raggiungere dimensioni enormi e sovrapporre completamente le lacune dei tubi uditivi, il che porterà a una riduzione permanente dell'udito.

Temperatura adenoide

Deformità facciale adenoide

Se adenoidi non trattate di 2-3 gradi (quando la respirazione nasale è praticamente impossibile), la respirazione prolungata attraverso la bocca porta allo sviluppo di alcuni cambiamenti nello scheletro facciale, cioè si forma la cosiddetta "faccia adenoide".

"Adenoid face" è caratterizzato da:

  • Mezza bocca aperta. A causa della difficoltà nella respirazione nasale, il bambino è costretto a respirare attraverso la bocca. Se questa condizione dura abbastanza a lungo, può diventare un'abitudine, a seguito della quale, anche dopo la rimozione delle adenoidi, il bambino respirerà ancora attraverso la bocca. La correzione di questa condizione richiede un lavoro lungo e scrupoloso con il bambino da parte di medici e genitori.
  • Mascella inferiore rilassata e allungata. A causa del fatto che la bocca del bambino è costantemente aperta, la mascella inferiore si allunga e si allunga gradualmente, causando malocclusione. Nel tempo, si verificano determinate deformazioni nella regione dell'articolazione temporo-mandibolare, a seguito delle quali possono formarsi contratture (fusione).
  • La deformazione del palato duro. Si verifica a causa della mancanza di normale respirazione nasale. Il palato duro è alto, può essere sviluppato in modo errato, il che, a sua volta, porta a crescita e posizionamento errati dei denti.
  • Espressione facciale indifferente. Con un lungo decorso della malattia (mesi, anni), il processo di consegna dell'ossigeno ai tessuti, in particolare al cervello, è significativamente interrotto. Questo può portare a un marcato ritardo del bambino nello sviluppo mentale, nella memoria alterata, nell'attività mentale ed emotiva..
È importante ricordare che i cambiamenti descritti si verificano solo con un lungo decorso della malattia. La rimozione tempestiva delle adenoidi porterà alla normalizzazione della respirazione nasale e previene i cambiamenti nello scheletro facciale.

Diagnosi di adenoidi

Se si verifica uno o più dei suddetti sintomi, si consiglia di consultare un medico ORL (medico ORL) che effettuerà una diagnosi approfondita e farà una diagnosi accurata.

Per la diagnosi di adenoidi utilizzate:

  • Rinoscopia posteriore. Un semplice studio che ti consente di valutare visivamente il grado di ingrandimento della tonsilla faringea. Viene eseguito utilizzando un piccolo specchio, che viene inserito dal medico attraverso la bocca nella gola. Lo studio è indolore, quindi può essere eseguito per tutti i bambini e non ha praticamente controindicazioni.
  • Esame delle dita del rinofaringe. Anche uno studio abbastanza informativo, che ti consente di toccare per determinare il grado di ingrandimento delle tonsille. Prima dell'esame, il medico indossa guanti sterili e si trova sul lato del bambino, dopo di che preme il dito esterno con il dito sulla guancia (per prevenire la chiusura della mascella e il trauma) e con l'indice esamina rapidamente le adenoidi, i cigni e la parete posteriore del rinofaringe.
  • Studi radiografici. La semplice radiografia in una proiezione diretta e laterale consente di identificare le adenoidi che hanno raggiunto grandi dimensioni. A volte i pazienti sono assegnati alla tomografia computerizzata, che consente di valutare in modo più completo la natura dei cambiamenti nella tonsilla faringea, il grado di sovrapposizione dei choanas e altri cambiamenti.
  • Esame endoscopico. Informazioni abbastanza dettagliate possono fornire un esame endoscopico del rinofaringe. La sua essenza è l'introduzione di un endoscopio (uno speciale tubo flessibile, su un'estremità del quale è fissata una videocamera) nel rinofaringe attraverso il naso (rinoscopia endoscopica) o attraverso la bocca (epipartoscopia endoscopica), mentre i dati della telecamera vengono trasmessi al monitor. Ciò consente di esaminare visivamente le adenoidi, valutare il grado di pervietà delle choana e dei tubi uditivi. Per prevenire sensazioni spiacevoli o vomito riflesso, 10-15 minuti prima dell'inizio dello studio, la mucosa della faringe viene trattata con uno spray anestetico - una sostanza che riduce la sensibilità delle terminazioni nervose (ad esempio, lidocaina o novocaina).
  • audiometria Rileva problemi di udito nei bambini con adenoidi. L'essenza della procedura è la seguente: il bambino si siede su una sedia e indossa le cuffie, dopodiché il medico inizia ad accendere le registrazioni del suono di una certa intensità (il suono viene trasmesso prima a un orecchio, poi all'altro). Quando il bambino sente un suono, dovrebbe dare un segnale.
  • Test di laboratorio. I test di laboratorio non sono obbligatori per le adenoidi, in quanto non consentono di confermare o confutare la diagnosi. Allo stesso tempo, l'esame batteriologico (semina uno striscio dal rinofaringe su mezzi nutritivi per identificare i batteri) a volte consente di determinare la causa della malattia e prescrivere un trattamento adeguato. I cambiamenti nell'analisi generale del sangue (un aumento della concentrazione di leucociti oltre 9 x 10 9 / le un aumento della velocità di eritrosedimentazione (VES) superiore a 10-15 mm all'ora) possono indicare la presenza di un processo infettivo e infiammatorio nel corpo.

Il grado di aumento delle adenoidi

A seconda delle dimensioni della vegetazione adenoidea, ci sono:

  • Adenoidi di 1 ° grado. Clinicamente, questa fase potrebbe non manifestarsi. Di giorno, il bambino respira liberamente attraverso il naso, tuttavia, di notte, potrebbe esserci una violazione della respirazione nasale, russare, rari risvegli. Questo perché di notte la mucosa del rinofaringe si gonfia leggermente, il che porta ad un aumento delle dimensioni delle adenoidi. Nello studio del rinofaringe, possono essere determinate escrescenze adenoidi di piccole dimensioni, che coprono fino al 30 - 35% del vomere (l'osso che partecipa alla formazione del setto nasale), sovrapponendo leggermente il lume dei choanas (aperture che collegano la cavità nasale con il rinofaringe).
  • Adenoidi di 2 ° grado. In questo caso, le adenoidi crescono così tanto da coprire più della metà del vomere, il che influenza già la capacità del bambino di respirare attraverso il naso. La respirazione nasale è difficile, ma ancora preservata. Il bambino respira spesso attraverso la bocca (di solito dopo uno sforzo fisico, un sovraccarico emotivo). Di notte, c'è un forte russare, frequenti risvegli. A questo stadio possono comparire eccessivo muco nasale, tosse e altri sintomi della malattia, ma i segni di una carenza cronica di ossigeno sono estremamente rari..
  • Adenoidi di 3 ° grado. Con la malattia di grado 3, una tonsilla faringea ipertrofica blocca completamente la choana, rendendo impossibile la respirazione nasale. Tutti i sintomi sopra descritti sono molto pronunciati. Possono comparire sintomi di carenza di ossigeno e progresso, deformazioni dello scheletro facciale, ritardo del bambino nello sviluppo mentale e fisico e così via..

Trattamento di adenoidi senza chirurgia

La scelta del trattamento dipende non solo dalle dimensioni delle adenoidi e dalla durata della malattia, ma anche dalla gravità delle manifestazioni cliniche. Allo stesso tempo, vale la pena notare che misure estremamente conservative sono efficaci solo per la malattia di grado 1, mentre le adenoidi di grado 2-3 sono indicazioni per la loro rimozione.

Trattamento adenoide farmacologico

L'obiettivo della terapia farmacologica è eliminare le cause della malattia e prevenire l'ulteriore allargamento della tonsilla faringea. A tal fine, possono essere utilizzati farmaci di vari gruppi farmacologici che hanno effetti sia locali che sistemici..

Trattamento farmacologico delle adenoidi

Il meccanismo dell'azione terapeutica

Dosaggio e amministrazione

Gli antibiotici sono prescritti solo se ci sono manifestazioni sistemiche di un'infezione batterica o quando i batteri patogeni vengono escreti dalla mucosa del rinofaringe e delle adenoidi. Questi farmaci hanno un effetto dannoso sui microrganismi estranei, allo stesso tempo, praticamente senza influenzare le cellule del corpo umano.

L'istamina è una sostanza biologicamente attiva che ha una serie di effetti a livello di vari tessuti del corpo. La progressione del processo infiammatorio nella tonsilla faringea porta ad un aumento della concentrazione di istamina nei suoi tessuti, che si manifesta con l'espansione dei vasi sanguigni e il rilascio della parte liquida del sangue nello spazio intercellulare, l'edema e l'iperemia (arrossamento) della mucosa faringea.

Gli antistaminici bloccano gli effetti negativi dell'istamina, eliminando alcune delle manifestazioni cliniche della malattia.

Dentro, lavato giù con un bicchiere pieno di acqua calda.

  • Bambini sotto i 6 anni - 2,5 mg due volte al giorno.
  • Adulti: 5 mg due volte al giorno.

  • Bambini sotto i 6 anni - 0,5 mg 1 - 2 volte al giorno.
  • Adulti - 1 mg 2 volte al giorno.

Questi farmaci contengono varie vitamine che sono necessarie per la normale crescita del bambino, nonché per il corretto funzionamento di tutti i sistemi del suo corpo.

Con le adenoidi, di particolare importanza sono:

  • Vitamine del gruppo B: regolano i processi metabolici, il sistema nervoso, l'ematopoiesi e così via.
  • Vitamina C: aumenta l'attività non specifica del sistema immunitario.
  • Vitamina E - essenziale per il normale funzionamento del sistema nervoso e immunitario.

È importante ricordare che i multivitaminici sono farmaci il cui uso incontrollato o improprio può causare una serie di reazioni avverse..

All'interno, 1 capsula al giorno per 1 mese, dopo di che deve essere fatta una pausa per 3-4 mesi.

Dentro, 1 compressa 1 volta al giorno. Non raccomandato per bambini di età inferiore a 12 anni..

Questo farmaco ha la capacità di aumentare le funzioni protettive non specifiche del sistema immunitario del bambino, riducendo così la probabilità di infezioni ripetute con infezioni batteriche e virali..

Le compresse devono essere sciolte ogni 4-8 ore. Il corso del trattamento dura da 10 a 20 giorni.

Gocce e spray al naso con adenoidi

L'uso locale di droghe è parte integrante del trattamento conservativo delle adenoidi. L'uso di gocce e spray garantisce il rilascio di medicinali direttamente alla mucosa del rinofaringe e alla tonsilla faringea allargata, che consente di ottenere il massimo effetto terapeutico.

Farmaci locali per adenoidi

  • Bambini - 10 - 25 mg per chilogrammo di peso corporeo (mg / kg) 3-4 volte al giorno.
  • Adulti - 750 mg 3 volte al giorno (per via endovenosa o intramuscolare).
  • Bambini - 12 mg / kg 3 volte per colpo.
  • Adulti - 250 - 500 mg 2 - 3 volte al giorno.
  • Bambini - 10-15 mg / kg 2 - 3 volte al giorno.
  • Adulti - 500-1000 mg 2-4 volte al giorno.
  • Bambini sotto i 12 anni - 5 mg una volta al giorno.
  • Adulti - 10 mg una volta al giorno.
  • Adulti: da 1 a 2 compresse 1 volta al giorno (al mattino o a pranzo).
  • Bambini: mezza compressa 1 volta al giorno alla stessa ora.

Il meccanismo dell'azione terapeutica

Dosaggio e amministrazione

Questi spray contengono farmaci ormonali che hanno un pronunciato effetto antinfiammatorio. Ridurre il gonfiore dei tessuti, ridurre l'intensità della formazione di muco e fermare un ulteriore aumento delle adenoidi.

Il farmaco contiene proteinato d'argento, che ha effetti antinfiammatori e antibatterici..

Le gocce nel naso devono essere applicate 3 volte al giorno per 1 settimana.

  • Bambini di età inferiore a 6 anni: 1 goccia in ciascun passaggio nasale.
  • Bambini di età superiore ai 6 anni e adulti: da 2 a 3 gocce in ciascun passaggio nasale.

Contiene componenti vegetali, animali e minerali con effetti antinfiammatori e antiallergici.

Se applicato localmente, ha effetti antibatterici, antinfiammatori e vasocostrittivi e stimola anche il sistema immunitario..

Instillare 2-3 gocce in ciascun passaggio nasale 3 volte al giorno per 4-6 settimane. Il corso del trattamento può essere ripetuto in un mese..

Se applicato localmente, questo farmaco provoca un restringimento dei vasi sanguigni della mucosa nasale e del rinofaringe, che porta a una diminuzione del gonfiore dei tessuti e una più facile respirazione nasale..

Spruzzo o gocce nel naso vengono iniettati in ogni passaggio nasale 3 volte al giorno (il dosaggio è determinato dalla forma di rilascio).

La durata del trattamento non deve superare i 7-10 giorni, poiché ciò può portare allo sviluppo di reazioni avverse (ad esempio, alla rinite ipertrofica - proliferazione patologica della mucosa nasale).

Lavaggio nasale con adenoidi

Gli effetti positivi del risciacquo del naso sono:

  • Rimozione meccanica di muco e microrganismi patogeni dalla superficie del rinofaringe e delle adenoidi.
  • L'effetto antimicrobico delle soluzioni saline.
  • Effetto antinfiammatorio.
  • Azione decongestionante.
Le forme farmaceutiche di soluzioni di risciacquo sono disponibili in contenitori speciali con una punta lunga che viene inserita nei passaggi nasali. Quando si utilizzano soluzioni domestiche (1-2 cucchiaini di sale per 1 tazza di acqua bollita calda), è possibile utilizzare una siringa o una siringa semplice per 10-20 ml.

Puoi sciacquarti il ​​naso in uno dei seguenti modi:

  • Inclina la testa in modo che un passaggio nasale sia più alto dell'altro. Introdurre alcuni millilitri di soluzione nella narice a monte, che dovrebbe fluire attraverso la narice a valle. Ripetere la procedura 3-5 volte.
  • Inclina la testa all'indietro e inietti 5-10 ml di soluzione in un passaggio nasale, trattenendo il respiro. Dopo 5 - 15 secondi, inclinare la testa verso il basso e far defluire la soluzione, quindi ripetere la procedura 3-5 volte.
Il lavaggio nasale deve essere eseguito da 1 a 2 volte al giorno. Non utilizzare soluzioni saline troppo concentrate, poiché ciò può causare danni alla mucosa nasale, al rinofaringe, al tratto respiratorio e alle tube uditive.

Inalazione di adenoidi

L'inalazione è un metodo semplice ed efficace che consente di somministrare un farmaco direttamente nel suo luogo di esposizione (alla mucosa del rinofaringe e alle adenoidi). Per inalazione, possono essere utilizzati dispositivi speciali o mezzi improvvisati..

In presenza di adenoidi, si consiglia di utilizzare:

  • Inalazione secca. Per fare questo, puoi usare abete, eucalipto, oli di menta piperita, 2-3 gocce delle quali dovrebbero essere applicate su un fazzoletto pulito e consentire al bambino di respirare per 3-5 minuti.
  • Inalazione umida. In questo caso, il bambino deve respirare il vapore contenente particelle di sostanze medicinali. Gli stessi oli (5-10 gocce ciascuno) possono essere aggiunti all'acqua appena bollita, dopodiché il bambino dovrebbe chinarsi sul serbatoio dell'acqua e respirare vapore per 5-10 minuti.
  • Inalazione di sale In 500 ml di acqua, aggiungi 2 cucchiaini di sale. Porta la soluzione a ebollizione, rimuovi dal fuoco e respira il vapore per 5-7 minuti. Puoi anche aggiungere 1 - 2 gocce di oli essenziali alla soluzione.
  • Inalazione con un nebulizzatore Un nebulizzatore è uno speciale nebulizzatore in cui viene posta una soluzione acquosa di olio terapeutico. Il farmaco lo spruzza in piccole particelle che penetrano nel naso del paziente attraverso il tubo, irrigando le mucose e penetrando in punti inaccessibili.
Gli effetti positivi dell'inalazione sono:
  • idratazione della mucosa (ad eccezione delle inalazioni secche);
  • miglioramento della circolazione sanguigna nella mucosa del rinofaringe;
  • diminuzione del numero di secrezioni mucose;
  • aumento delle proprietà protettive locali della mucosa;
  • effetto antinfiammatorio;
  • azione decongestionante;
  • effetto antibatterico.

Fisioterapia per adenoidi

L'effetto dell'energia fisica sulla mucosa consente di aumentare le sue proprietà protettive non specifiche, ridurre la gravità dei fenomeni infiammatori, eliminare alcuni sintomi e rallentare la progressione della malattia.

Con le adenoidi, è prescritto:

  • Irradiazione ultravioletta (UV). Per irradiare le mucose del naso, viene utilizzato un apparato speciale, la cui punta lunga viene inserita alternativamente nei passaggi nasali (questo impedisce ai raggi ultravioletti di entrare negli occhi e in altre parti del corpo). Ha effetti antibatterici e immunostimolanti.
  • Terapia dell'ozono L'applicazione dell'ozono (una forma attiva di ossigeno) alle mucose del rinofaringe ha un effetto antibatterico e antifungino, stimola l'immunità locale e migliora i processi metabolici nei tessuti.
  • Terapia laser L'esposizione al laser porta ad un aumento della temperatura della mucosa del rinofaringe, all'espansione dei vasi sanguigni e linfatici e al miglioramento della microcircolazione. Le radiazioni laser sono inoltre dannose per molte forme di microrganismi patogeni..

Esercizi di respirazione adenoidea

La ginnastica respiratoria prevede l'esecuzione di determinati esercizi fisici, associati alla respirazione simultanea secondo uno schema speciale. Vale la pena notare che gli esercizi di respirazione sono indicati non solo per scopi medicinali, ma anche per ripristinare la normale respirazione nasale dopo la rimozione delle adenoidi. Il fatto è che con la progressione della malattia, il bambino può respirare attraverso la bocca solo per molto tempo, quindi "dimenticando" come respirare correttamente attraverso il naso. L'esecuzione attiva di una serie di esercizi aiuta a ripristinare la normale respirazione nasale in tali bambini entro 2-3 settimane.

Con le adenoidi, gli esercizi di respirazione contribuiscono a:

  • ridurre la gravità dei processi infiammatori e allergici;
  • diminuzione della quantità di muco secreto;
  • ridurre la gravità della tosse;
  • normalizzazione della respirazione nasale;
  • miglioramento della microcircolazione e dei processi metabolici nella mucosa del rinofaringe.
La ginnastica respiratoria include la seguente serie di esercizi:
  • 1 esercizio In posizione eretta, devi fare 4 - 5 respiri attivi acuti attraverso il naso, dopo ognuno dei quali dovrebbe seguire un'espirazione passiva lenta (entro 3-5 secondi), attraverso la bocca.
  • 2 esercizi. Posizione di partenza - in piedi, le gambe insieme. All'inizio dell'esercizio, inclinare lentamente il corpo in avanti, cercando di raggiungere il pavimento con le mani. Alla fine dell'inclinazione (quando le mani quasi toccano il pavimento) devi fare un respiro profondo e profondo attraverso il naso. L'espirazione deve essere eseguita lentamente mentre si ritorna alla posizione iniziale..
  • 3 esercizi. Posizione di partenza - in piedi, piedi alla larghezza delle spalle. Inizia l'esercizio con uno squat lento, al termine del quale dovresti fare un respiro profondo e acuto. L'espirazione viene anche eseguita lentamente, senza intoppi, attraverso la bocca..
  • 4 esercizi. Mentre ti alzi in piedi, dovresti alternativamente girare la testa a destra e a sinistra, quindi inclinarla avanti e indietro, mentre alla fine di ogni giro e inclinazione, fai un respiro acuto attraverso il naso, seguito da un'espirazione passiva con la bocca.
Ogni esercizio dovrebbe essere ripetuto 4-8 volte e l'intero complesso dovrebbe essere eseguito due volte al giorno (mattina e sera, ma non oltre un'ora prima di coricarsi). Se durante l'esercizio il bambino inizia a provare mal di testa o vertigini, l'intensità e la durata delle lezioni dovrebbero essere ridotte. Il verificarsi di questi sintomi può essere spiegato dal fatto che una respirazione troppo frequente porta ad una maggiore escrezione di anidride carbonica (un sottoprodotto della respirazione cellulare) dal sangue. Ciò porta al restringimento riflesso dei vasi sanguigni e alla mancanza di ossigeno a livello del cervello..

Trattamento delle adenoidi con rimedi popolari a casa

La medicina tradizionale ha una vasta gamma di farmaci che possono eliminare i sintomi delle adenoidi e accelerare il recupero del paziente. Tuttavia, è importante ricordare che un trattamento inadeguato e prematuro delle adenoidi può portare a una serie di gravi complicazioni, pertanto, prima di iniziare l'autoterapia, è necessario consultare il medico.

Per il trattamento delle adenoidi, puoi utilizzare:

  • Estratto d'acqua di propoli. In 500 ml di acqua aggiungere 50 grammi di propoli schiacciata e incubare a bagnomaria per un'ora. Filtra e prendi per via orale mezzo cucchiaino 3-4 volte al giorno. Ha effetti antinfiammatori, antimicrobici e antivirali e rafforza anche il sistema immunitario..
  • Succo di aloe Per uso topico, si devono instillare da 1 a 2 gocce di succo di aloe in ogni passaggio nasale 2-3 volte al giorno. Ha effetti antibatterici e astringenti.
  • Raccolta di corteccia di quercia, iperico e menta. Per preparare la collezione, devi mescolare 2 cucchiai pieni di corteccia di quercia tritata, 1 cucchiaio di erba di San Giovanni e 1 cucchiaio di menta piperita. Versare la miscela risultante con 1 litro di acqua, portare a ebollizione e far bollire per 4-5 minuti. Raffreddare a temperatura ambiente per 3-4 ore, filtrare e instillare 2-3 gocce della raccolta in ogni passaggio nasale del bambino al mattino e alla sera. Ha effetti astringenti e antimicrobici.
  • Olio di olivello spinoso. Ha effetti antinfiammatori, immunostimolanti e antibatterici. Dovrebbe essere usato due volte al giorno, instillando 2 gocce in ciascun passaggio nasale.
  • Bambini da 6 a 12 anni - 1 dose (1 iniezione) in ciascun passaggio nasale 1 volta al giorno.
  • Adulti e bambini sopra i 12 anni - 1 a 2 iniezioni 1 volta al giorno.
  • Bambini di età inferiore a 6 anni: 1 iniezione in ciascun passaggio nasale da 2 a 4 volte al giorno.
  • Bambini sopra i 6 anni e adulti - 2 iniezioni in ciascun passaggio nasale 4 - 5 volte al giorno.