Image

Rimuovere o non rimuovere le adenoidi

La maggior parte dei genitori ha le proprie opinioni su qualsiasi problema pediatrico. E spesso questo punto di vista non coincide con l'opinione dei medici. In questo senso, la questione della rimozione delle adenoidi non fa eccezione. Quasi tutte le mamme pensano: "Non darò il mio bambino sotto i ferri". L'atteggiamento di alcuni medici può essere espresso con una frase del famoso film: "Taglia all'inferno, senza aspettare". "Stop! E cosa ci si può aspettare dalle adenoidi?

Innanzitutto, proviamo a capire che tipo di malattia è, perché si manifesta e con quali segni può essere rilevata in un bambino.

Cosa sono le adenoidi

Le adenoidi sono un aumento patologico (ipertrofia) della tonsilla nasofaringea. Normalmente, l'amigdala svolge la funzione di quella più nobile: protegge il corpo dalle infezioni, in realtà funge da guardia di frontiera, che in caso di attacco del nemico - batteri o virus - è la prima a entrare nella battaglia per la salute.

Ma il suo aumento porta alla comparsa di sintomi non molto piacevoli: a abbondante scarica dal naso, al suo soffocamento e, di conseguenza, alla mancanza di respiro. Il tessuto linfoide troppo cresciuto blocca l'accesso all'aria che entra nei polmoni attraverso il rinofaringe.

Termina con il fatto che il bambino inizia a respirare esclusivamente attraverso la bocca. Lo chiude solo dopo l'urgente richiesta dei suoi genitori. Ma dopo pochi minuti, tutto torna alla normalità: il bambino cammina, gioca, mangia e dorme con la bocca aperta. Alcuni adulti potrebbero chiedere: E allora? Che danno è questo? A chi importa come respira il bambino? Ma la differenza, a quanto pare, è. Quando si respira attraverso la bocca, troppo poco ossigeno entra nel corpo.

Tutti i tessuti e gli organi mancano di nutrizione e, soprattutto, questo vale per il cervello. Per questo motivo, un bambino con adenoidi si sviluppa peggio dei suoi coetanei. Non si concentra bene, si stanca rapidamente, è caratterizzato da letargia e apatia. A scuola, questi bambini hanno spesso scarsi risultati. Sebbene, in effetti, il loro sviluppo intellettuale rimanga normale..

La respirazione costante attraverso la bocca porta anche alla deformazione del cranio facciale. Gli otorinolaringoiatri hanno persino escogitato un termine speciale: una faccia adenoide. Lo specialista può facilmente determinare la presenza di una malattia in un bambino attraverso la mascella inferiore cascante, il labbro superiore infiammato e le pieghe del naso-lisce. Nel tempo, nei piccoli pazienti, si verificano forme di malocclusione, problemi di logopedia, e questo è sullo sfondo del naso esistente. Se la malattia si manifesta nel primo periodo - fino a un anno, il bambino difficilmente riesce a padroneggiare il discorso.

I bambini con adenoidi gravi spesso soffrono di sonno irrequieto. Succede che si svegliano più volte a notte perché hanno difficoltà a respirare, nonché a causa del loro russare o a causa di una tosse secca che si verifica in modo riflessivo in risposta alla deglutizione delle secrezioni dalla mucosa nasale. In alcuni casi, può verificarsi bagnare il letto a causa di cambiamenti nel ritmo circolatorio del cervello.

Un'altra spiacevole conseguenza delle tonsille ingrossate è la perdita dell'udito. Le adenoidi chiudono le aperture delle trombe di Eustachio e interrompono la normale ventilazione dell'orecchio medio, il che porta allo sviluppo di otite media frequente e persino alla perdita dell'udito.

Per verificare se l'udito nel bambino è in ordine, ogni madre può indipendentemente, senza rivolgersi a uno specialista per chiedere aiuto. Per fare ciò, esiste un semplice metodo diagnostico: sussurrare. Come applicarlo? Chiama il bambino in un sussurro da una distanza lontana. Se non sente la prima volta, avvicinati e ripeti il ​​suo nome.

Continua a contattare il tuo bambino fino a quando non risponde. Se si scopre che il bambino percepisce un sussurro da una distanza inferiore a sei metri, questa è un'occasione per contattare l'otorinolaringoiatra. Nel caso in cui la perdita dell'udito sia associata alle adenoidi, non dovresti averne paura. La disabilità uditiva passerà non appena il problema che li ha causati sarà risolto. È vero, un'altra malattia può anche essere la causa, ad esempio, la neurite nervosa uditiva. In ogni caso, non esitare a consultare l'otorinolaringoiatra.

Abbiamo elencato alcune complicazioni causate dalle adenoidi. Probabilmente troppo per una singola tonsilla, non è vero? Ma questo è lontano da tutto. Aggiungi ai suddetti frequenti mal di testa, problemi al tratto gastrointestinale, anemia, attacchi di asma. In generale, si scopre che una patologia nel corpo comporta automaticamente un'altra. E la negligenza del processo porta al fatto che la salute del bambino è gravemente minacciata.

Quali sono le cause di una malattia così pericolosa? È stato notato che il più delle volte le adenoidi compaiono nei bambini di età compresa tra 3-7 anni, quando i bambini iniziano ad andare all'asilo, a scuola e scambiare con coetanei non solo i loro giocattoli, ma anche la microflora. Di conseguenza, sorgono malattie frequenti: scarlattina, morbillo, difterite, infezioni virali respiratorie acute, ecc. A loro volta, provocano un aumento e un'infiammazione delle tonsille. Anche i fattori ereditari svolgono un ruolo importante nello sviluppo della malattia. Se al padre o alla madre del bambino è stata diagnosticata una crescita adenoidea durante l'infanzia, la probabilità del loro aspetto nelle briciole è molto alta.

È importante che la malattia venga diagnosticata il più presto possibile. Quindi la probabilità di successo del trattamento delle adenoidi aumenta in modo significativo.

Trattamento adenoide

Sorge una domanda logica: "Come affrontare le adenoidi nel naso?" Tutto dipende dal grado di crescita della tonsilla. Se non blocca notevolmente il lume delle vie aeree, è possibile rinunciare a farmaci, fisioterapia, ginnastica respiratoria e terapia termale. Ma in tutta onestà bisogna dire che tutte queste misure non sono sempre efficaci. Se entro sei mesi non si osserva alcun miglioramento dal loro uso e il bambino continua a soffrire della malattia, allora è tempo di pensare a una soluzione chirurgica al problema.

Chirurgia

L'operazione per rimuovere le adenoidi (adenotomia - rimozione parziale o adenectomia - completa rimozione della tonsilla nasofaringea) viene eseguita oggi in anestesia locale o in anestesia generale. Il primo è considerato più sicuro da un punto di vista fisiologico. Ma la maggior parte dei medici ritiene che il monitoraggio dello stato di avanzamento di un'operazione in un bambino non addestrato possa causare gravi traumi psicologici. Il ricordo dell'esecuzione e la paura delle persone in camice bianco rimarranno per molti anni. Ecco perché sempre più spesso negli ospedali ricorrono all'anestesia generale, come un modo più umano di alleviare il dolore in relazione al bambino.

L'operazione viene eseguita rapidamente: in pochi minuti con anestesia locale e 20-30 minuti con intervento endoscopico. I primi tre giorni postoperatori, il bambino non dovrebbe ricevere cibo caldo: può causare vasodilatazione e sanguinamento.

È anche esclusa la ricezione di piatti freddi e affilati. Le minestre riscaldate e i cereali vengono nutriti, a partire dal quarto giorno, non prima. Questa modalità è impostata per il bambino per 9-10 giorni. Quindi sarà in grado di tornare al suo solito stile di vita..

Gli effetti collaterali e le complicanze di adenotomia o adenectomia sono rari. Inizialmente, dopo la rimozione della tonsilla, il bambino respirerà attraverso la bocca. Ciò non significa che l'operazione sia stata inutile. È solo difficile per il bambino passare immediatamente alla respirazione nasale. Inoltre, l'edema postoperatorio appare nel sito delle adenoidi rimosse. Blocca il rinofaringe e rende difficile fare un respiro completo nei primi giorni dopo l'intervento. Ma entro il decimo giorno, tutto passa e il bambino respira liberamente.

C'è un altro problema: la tonsilla rimossa può ricrescere. E anche lei non è immune da ipertrofia e infiammazione. Ma questo non succede sempre e le adenoidi appena apparse vengono rimosse ripetutamente di rado. In tali casi, i medici cercano di limitarsi al trattamento conservativo..

A volte capita che i genitori del bambino si rifiutino di eseguire l'operazione, avendo appreso che con l'età, la tonsilla nasofaringea diminuisce di dimensioni e nella maggior parte degli adulti generalmente si atrofizza. In effetti, perché rimuovere il problema, che potrebbe scomparire nel tempo? Innanzitutto è necessario ricordare che un'eccessiva categorizzazione non ha portato nessuno a fare del bene. La decisione comune non dovrebbe prevalere nella speculazione e nel pregiudizio, ma nel senso comune.

Dobbiamo soppesare tutto, riflettere attentamente su di esso e, insieme al medico dei bambini, giungere a una conclusione certa e, soprattutto, ragionevole. I medici sanno che fino a 5 anni la tonsilla nasofaringea svolge un ruolo importante nella formazione dell'immunità dei bambini e aderisce alla regola d'oro: se il bambino può fare a meno dell'intervento chirurgico, allora è meglio non nominarlo. La chirurgia è l'ultima risorsa. Se il medico insiste su questo, allora è davvero necessario.

Terapia conservativa

Con le adenoidi di piccole e medie dimensioni (malattie di 1 e 2 gradi), viene prescritto un trattamento conservativo: instillazione di una soluzione al 2% di protargol nel naso, risciacquo della cavità nasale, l'uso di gocce vasocostrittore per bambini che salvano il naso dal gonfiore.

Con il lavaggio del naso sullo sfondo delle adenoidi in un bambino dovrebbe essere affrontato con estrema cautela. Una procedura eseguita in modo errato può portare alla soluzione che penetra nella cavità dell'orecchio medio e allo sviluppo di otite media acuta. Nel 100% dei casi, questa situazione si verifica con adenoidi 3 e 4 gradi. Pertanto, è importante ricordare che nelle forme gravi della malattia è vietato il lavaggio del naso. Inoltre, come può essere fatto con sangue dal naso e otite media cronica che si verificano frequentemente nei giovani pazienti.

Come sciacquare il naso del bambino

La maggior parte dei bambini tratta questo metodo di trattamento con ostilità e ne ha persino paura. Pertanto, è importante affrontare delicatamente il problema, spiegare al bambino che è necessario per la sua salute, in modo che il naso respiri meglio. È positivo se il processo viene eseguito in modo giocoso o se uno dei genitori mostra ad esempio che lavarsi il naso è assolutamente indolore. Una dimostrazione visiva della procedura da parte di padre o madre dovrebbe convincere il bambino che farlo non è affatto spaventoso.

Molti genitori sono interessati alla domanda, a che età un bambino può lavarsi il naso? La risposta è semplice Dal momento in cui puoi spiegare la procedura per lui e sarai sicuro che il bambino sarà in grado di capirti correttamente. I medici consigliano di farlo non prima di 4 anni. Fino a questo momento, vengono utilizzate speciali goccioline per bambini per pulire la cavità nasale, che ammorbidisce dense secrezioni mucose, stoppini di cotone e aspiratori.

Per il lavaggio, puoi usare acqua bollita ordinaria, decotti di erbe (camomilla, eucalipto, calendula, salvia, erba di San Giovanni), acqua di mare, soluzione isotonica o speciali composti pronti venduti in farmacia. È consentito alternare diversi mezzi: usare l'uno o l'altro. Le soluzioni vengono selezionate insieme all'otorinolaringoiatra, in base a quali reazioni allergiche si sono manifestate nella storia del bambino. Il prodotto finito dovrebbe essere leggermente caldo (temperatura 34-36 °). Un volume di 100-200 ml sarà sufficiente per una procedura.

Molto bene, non solo rimuove il muco accumulato, ma allevia anche il gonfiore e ha un effetto battericida dell'acqua di mare. Può essere preparato dal sale marino secco (1/2 cucchiaino. Diluito in un bicchiere d'acqua) o, per mancanza di esso, dal cibo normale (1/3 cucchiaino. Dissolto in un bicchiere d'acqua e aggiungere 2 gocce di iodio).

Prima di iniziare la procedura, assicurarsi che il naso del bambino non sia bloccato. Gli otorinolaringoiatri consigliano di pre-pulire la cavità dalle secrezioni o con un aspiratore o spogliandolo accuratamente. Se anche dopo questo la pervietà dei passaggi nasali rimane difficile, è permesso instillare il bambino con gocce vasocostrittive (una goccia in ciascuna narice). Successivamente, puoi iniziare a sciacquare.

La procedura viene eseguita, in piedi sopra il lavandino. La soluzione viene raccolta in una piccola siringa con un naso sottile o utilizza uno speciale dispositivo per farmacia (chiamato anche "doccia nasale"). Il bambino deve sporgersi in avanti di 90 °. La testa deve essere mantenuta rigorosamente in posizione verticale; è impossibile inclinarla durante la procedura verso destra o sinistra. Chiedi a tuo figlio di fare un respiro profondo e di spremere una piccola quantità di soluzione in una delle narici. Il fluido riempirà completamente il passaggio nasale e drenerà da un altro.

Se l'acqua entra in bocca, puoi consigliare al bambino di pronunciare un persistente "e-e" durante l'iniezione. Il palato molle si alza quindi e delimita il rinofaringe. Successivamente, è necessario soffiarsi il naso e ripetere la procedura dalla seconda narice. E così - più volte. Completa il risciacquo soffiando i passaggi nasali, che rimuoveranno la soluzione rimanente dalla mucosa.

Se questo è un metodo di lavaggio a flusso continuo (da una narice all'altra), è difficile, puoi provare un metodo più semplice: iniettare una piccola quantità di liquido nel naso del bambino e chiedergli di soffiare subito il naso. Assicurarsi che la testa sia di nuovo in posizione verticale e in nessun caso getti indietro. La soluzione non dovrebbe entrare nella bocca, né nelle orecchie. Anche una piccola quantità di liquido nella cavità dell'orecchio medio causerà una grave otite media, che sarà quindi molto difficile da curare..

Dopo 15 minuti dopo il lavaggio, arriva il turno di agenti anisettici o antibatterici prescritti dal medico. Gli antisettici includono preparazioni colloidali di argento, in particolare protargol.

A differenza delle gocce di vasocostrittore, che devono essere instillate nel bambino sul lato in modo che non entrino in bocca e agiscano solo sulla mucosa nasale, il protargol viene instillato sulla schiena. Questo viene fatto in modo che la sostanza vetro dalla cavità nasale nel rinofaringe e raggiunga la superficie della tonsilla. Gli ioni d'argento contenuti nel protargol uccidono tutti i patogeni, oltre a seccare leggermente il tessuto linfoide infiammato, riducendone le dimensioni. 2-6 gocce del farmaco vengono instillate in ciascuna narice (a seconda dell'età del paziente e della gravità della malattia).

Si raccomanda quindi al bambino di sdraiarsi sulla schiena per un po 'di tempo senza alzare la testa. Idealmente - circa 15 minuti, ma se il bambino è cattivo, puoi limitarti a 5 minuti. L'instillazione viene eseguita su raccomandazione di un medico, di solito 2 volte al giorno per 2 settimane. Un secondo ciclo di trattamento può essere prescritto in un mese. Non dimenticare che la durata di conservazione di una soluzione al 2% di protargol è molto breve. Solo 30 giorni dalla data di produzione. Pertanto, la vecchia bottiglia con il farmaco per il nuovo corso non verrà più utilizzata.

Non trascurare la ginnastica respiratoria, raccomandata dagli specialisti per il trattamento delle adenoidi. È meglio che la mamma lo conduca contemporaneamente al bambino, trasformando il processo in un gioco divertente. La ginnastica rinforza i muscoli respiratori, stimola la circolazione sanguigna nei seni nasali, aiuta a prevenire la sinusite. Inoltre, durante l'esercizio fisico, l'organismo malato è saturo dell'ossigeno che gli manca..

Ipertrofia tonsillare

Sfortunatamente, nei bambini, le adenoidi sono spesso accompagnate da un'altra malattia: l'ipertrofia delle tonsille (folk, tonsille). In questo caso, la respirazione è difficile non solo attraverso il naso, ma già attraverso la bocca. Le tonsille palatali, come il rinofaringeo, proteggono il bambino dai microrganismi patogeni, ma lo fanno molto più attivamente. Pertanto, la loro rimozione è una perdita più evidente per il corpo. Senza di loro, il bambino è più a rischio di malattie broncopolmonari.

Le tonsille palatine infiammate sono un pericolo molto maggiore dei possibili raffreddori. Sono una fonte di infezione da streptococco cronico che, periodicamente esacerbando, provoca lo sviluppo di febbre e mal di gola. Quest'ultimo, a sua volta, può dare complicazioni ai reni e al cuore. Quindi, nel caso di un "doppio set" della malattia, potrebbe essere più saggio sottoporsi a un intervento chirurgico piuttosto che mettere seriamente a rischio la salute del bambino.

In conclusione, voglio notare che le tonsille allargate sono un problema molto delicato. Molto dipende dalla competenza del medico e dalla sanità mentale dei genitori. La decisione sul trattamento deve essere presa da uno specialista competente. Non nonne che "ti hanno cresciuto in salute e si prenderanno cura dei tuoi nipoti", non amici che hanno "esattamente la stessa situazione" e soprattutto non numerosi forum con madri virtuali.

La parte del medico ha una conoscenza approfondita del problema e dell'esperienza. Credetemi, combatterà fino all'ultimo per riportare in vita le tonsille senza bisturi. Ma se il trattamento non aiuta e le adenoidi continuano a minare la salute del bambino, non vale la pena rimandare l'intervento chirurgico nella scatola lunga.

Adenoidi: sintomi e trattamento

La congestione del naso non è sempre un raffreddore comune. La mancanza di respiro può indicare impercettibili processi visivamente patologici nel rinofaringe. Parliamo di adenoidi oggi.

Cosa sono le adenoidi?

Adenoidi: aumento patologico della tonsilla nasofaringea dovuto all'iperplasia (proliferazione) del tessuto linfoide.

Altri nomi per la malattia: vegetazione adenoidea, crescita adenoidea.

In caso di infiammazione della tonsilla nasofaringea sullo sfondo della sua proliferazione patologica, viene fatta la diagnosi di adenoidite.

I sintomi principali sono una violazione della respirazione nasale, una riduzione della funzione uditiva e altri disturbi.

Lo sviluppo della patologia si verifica principalmente sullo sfondo di vari processi / malattie infettive del rinofaringe, principalmente influenza, scarlattina, morbillo, sinusite, tonsillite e altre infezioni respiratorie acute. Ciò non sorprende, perché la funzione principale di questa particella del corpo è quella di proteggere dalla microflora patogena che penetra attraverso il rinofaringe nel tratto respiratorio.

Nonostante il fatto che la tonsilla nasofaringea faccia parte dell'anello faringeo linfodino, poiché, di fatto, le tonsille palatine, che aumentano con l'angina, è impossibile vederlo senza strumenti speciali. Si trova sull'arco tra la cavità nasale e la faringe. A questo proposito, in presenza di segni di questa patologia, è obbligatorio sottoporsi a un esame con ENT.

Sfortunatamente, le adenoidi sono spesso diagnosticate nei bambini (quasi la metà, di età compresa tra 3 e 15 anni), quindi la difficoltà nella respirazione nasale senza trattamento e correzione può portare a uno sviluppo alterato della mascella inferiore del bambino.

Le adenoidi negli adulti, a causa dell'immunità già formata, sono molto meno comuni e lo sviluppo si verifica principalmente con un'esposizione prolungata al corpo di fattori avversi, di cui parleremo più avanti.

Lo sviluppo della malattia (grado di adenoidi)

Fisiologicamente, la tonsilla faringea in uno stato sano è un complesso di diverse pieghe del tessuto linfoide che si alza leggermente sopra la superficie della mucosa - sulla parete posteriore della cavità nasale e della faringe.

Nella tonsilla faringea, così come in altre tonsille dell'anello faringeo linfatico, ci sono anche cellule immunitarie (linfociti, macrofagi, ecc.) Che vengono a contatto con vari microbi (virus, batteri, ecc.) O allergeni. Al contatto con i patogeni, i complessi immunitari iniziano a moltiplicarsi attivamente, a causa del quale c'è un aumento delle dimensioni della tonsilla stessa. Quando le difese immunitarie sono indebolite o il numero di agenti patogeni che agiscono sulla tonsilla è molto elevato, si forma un processo infiammatorio, la cui eliminazione nella maggior parte dei casi richiede cure mediche.

A proposito, oltre alla lotta locale contro i patogeni, le cellule immunitarie locali segnalano una "invasione" di tutto il corpo, che inizia a mobilitarsi per combattere. I metodi principali di questa lotta sono l'innalzamento della temperatura corporea, a cui l'infezione non può moltiplicarsi e morire, appare una tosse, un naso che cola - a cui viene prodotto muco, avvolgendo l'infezione, e quindi vengono espulsi.

In realtà, secondo il principio della formazione della patologia, le vegetazioni adenoidi sono molto simili allo sviluppo di altre malattie respiratorie acute (ARI), in cui le tonsille, sono linfonodi superficiali, aumentano a causa di processi infiammatori dell'orofaringe (tonsillite), faringite, ecc. La complessità del trattamento delle adenoidi è solo nella localizzazione della tonsilla faringea.

Gradi di adenoidi

Espresso principalmente dalla dimensione della vegetazione.

Adenoidi di 1 ° grado - caratterizzate da una parziale sovrapposizione della tonsilla faringea invasa nella parte superiore del vomere (componente del setto nasale) del 30-35% e / o del lume delle cime, a causa delle quali una persona ha una leggera congestione nasale, russando. I sintomi si verificano più spesso di notte o quando una persona si trova in posizione supina..

Adenoidi di 2 ° grado - è caratterizzata dalla crescita del tessuto linfoide già del 60-65%, a causa della quale la respirazione è già significativamente difficile, una persona respira più spesso con la bocca, russa, spesso si sveglia di notte a causa della mancanza di ossigeno, naso che cola, a volte tosse, disagio nel sito dell'infiammazione. Soprattutto l'immagine è pronunciata al momento dello stress fisico sul corpo o in una situazione stressante.

Adenoidi di 3 ° grado - caratterizzati dalla sovrapposizione di quasi l'intero apri e dal lume dei passaggi nasali (ciano), a causa dei quali la respirazione attraverso il naso è quasi impossibile, compaiono sintomi di carenza di ossigeno nel cervello, l'attività mentale è attenuata e i principali segni di patologia sono amplificati.

Sintomi di adenoidi

La patologia in molti bambini può verificarsi quasi asintomaticamente, perché una leggera crescita eccessiva non dà fastidio e visivamente non si nota un aumento della tonsilla.

I primi segni di adenoidi

  • Piccola e intermittente congestione nasale, specialmente di notte;
  • Aumentato e affaticamento nervoso del bambino, mancanza di appetito, anche l'umore diminuisce;
  • Compaiono mal di testa, che col tempo preoccupano il paziente più spesso;

I principali sintomi delle adenoidi

  • Violazione della funzione respiratoria attraverso il naso (durante l'inspirazione e l'espirazione), intensificandosi di notte o in posizione prona, mentre la respirazione della bocca non è compromessa;
  • Debolezza, affaticamento;
  • Naso che cola, durante il quale possono comparire irritazioni, arrossamenti e pruriti sulle pieghe nasolabiali;
  • La tosse secca e agonizzante disturba periodicamente, che alla fine si bagna al mattino;
  • Diminuzione dell'attività mentale - deterioramento della concentrazione, della memoria;
  • Capogiri, mal di testa;
  • Diminuzione della funzione uditiva, una sensazione di soffocamento nell'orecchio - appare quando i tessuti crescono di grandi dimensioni, in cui la tonsilla faringea preme sui tubi uditivi;
  • Aumento della temperatura corporea a 37,2-38,0 ° C;
  • Russare di notte, a causa del quale una persona si sveglia spesso;
  • Modifica della funzione vocale - discorsi illeggibili e nasali;
  • Deformazione del viso, o come viene anche chiamata "faccia adenoide" (caratteristica per gradi 2 e 3), in cui si osserva una bocca semiaperta, la mascella inferiore è leggermente avanzata, si sviluppa lo sviluppo di un morso irregolare e si sviluppa una deformazione del palato duro.

Mentre la malattia si sviluppa, si osserva un ritardo nello sviluppo mentale e fisico del bambino, mentre negli adulti, come abbiamo detto, solo l'attività mentale si deteriora.

complicazioni

Le complicanze più comuni delle adenoidi sono le malattie ORL, così come le malattie di altri organi respiratori:

Cause di adenoidi

Tra le principali cause di adenoidi ci sono:

  • Il contatto del corpo del bambino con un gran numero di nuove infezioni, da cui è stato protetto prima di visitare l'asilo, a causa del quale non ha ancora sviluppato l'immunità a queste infezioni;
  • In realtà - le infezioni stesse (virus, batteri, funghi e altri), che, se depositate in grandi quantità sulle tonsille, non consentono al corpo di scendere e far fronte agli agenti patogeni in modo tempestivo;
  • Malattie infettive croniche o sviluppo di adenoidi contro altre malattie, più spesso infezioni respiratorie acute;
  • Aumento dello stato allergenico, a causa del quale può verificarsi una reazione allergica locale della tonsilla nasofaringea quando vi entrano polline di piante, acari della polvere e altre sostanze / abitanti del micromondo;
  • Malformazioni congenite del rinofaringe;
  • Condizioni ambientali avverse (grave inquinamento dell'aria o degli alimenti causato da varie sostanze tossiche per il corpo, inclusi fumi tossici da materiali da costruzione o oggetti interni realizzati con materiali di bassa qualità);
  • Un sistema immunitario indebolito, a causa del quale il corpo non può combattere adeguatamente l'infezione, che è facilitato da ipotermia, sovraccarico emotivo, ipovitaminosi, diete rigide, assunzione di determinati farmaci, avvelenamento.

Diagnosi di adenoidi

La diagnosi di adenoidi comprende:

  • Endoscopia (esame attraverso il naso - rinoscopia posteriore, bocca - epipartoscopia posteriore) o fibroscopia;
  • Radiografia (radiografia) del rinofaringe;
  • Scansione tomografia computerizzata (CT) del rinofaringe;
  • audiometria
  • Al fine di identificare l'agente causale della proliferazione patologica della tonsilla, può essere prescritto un esame batteriologico di uno striscio dal rinofaringe;
  • Per i sintomi caratteristici delle infezioni respiratorie acute, viene prescritto un esame del sangue generale, in cui si nota ESR - fino a 10-15 mm all'ora e un aumento del numero di leucociti fino a 9 * 10 9 / l, che indica un processo infiammatorio e adenoidite.

È consentito anche un esame digitale del rinofaringe, ma non tutti possono resistere alla palpazione delle adenoidi con il dito di un medico.

Trattamento adenoide

Cosa fare con le adenoidi e come trattarle? Il trattamento delle adenoidi dipende dal grado di proliferazione del tessuto tonsillare e dalla causa di questa patologia. Può essere eseguito in modo conservativo e chirurgico.

1. Trattamento conservativo

1.1. Medicinali Adenoidi

Farmaci anti-infiammatori - sono prescritti per ridurre il gonfiore della tonsilla nasofaringea e alleviare il processo infiammatorio (con adenoidite).

Le medicine sono usate principalmente sotto forma di gocce nasali e spray. Tra gli strumenti popolari ci sono:

  • "Nazonex" - riduce il gonfiore e la velocità della produzione di muco, ferma l'ulteriore crescita del tessuto linfoide. Dosaggio: per bambini dai 12 anni e adulti, 1-2 iniezioni una volta al giorno;
  • "Avamis" è un farmaco ormonale che può alleviare un forte processo infiammatorio. Dosaggio: per bambini, 1 iniezione al giorno, dai 12 anni - 1-2 iniezioni al giorno.

Antistaminici - usati per alleviare il gonfiore e altri segni avversi di istamina circolante nel corpo, che è presente nei luoghi di formazione di varie patologie.

Tra i farmaci popolari si possono identificare: "Claritin", Loratadin ", Cetirizine", "Clemastine".

Vasocostrittori: utilizzati per la congestione nasale, per un migliore scambio d'aria e scarico dell'espettorato dalla cavità nasale. Il principale svantaggio di tali farmaci è la rapida formazione della dipendenza, motivo per cui molte persone allora per anni, o addirittura decine di anni, siedono su questi farmaci, con l'abolizione della quale respirare attraverso il naso è quasi impossibile ed è necessario un trattamento specializzato. Conducono alla crescita della mucosa nasale. Pertanto - è prescritto con cautela e osservando chiaramente il dosaggio / regime / durata della somministrazione.

Tra le famose gocce nasali vasocostrittori, si distinguono Otrivin, Rinostop (xylometazoline), Noxspray e Farmazolin..

Farmaci antibatterici - usati nel caso di un'eziologia batterica della proliferazione patologica della tonsilla nasofaringea. Solo prescritto da un medico.

Gli antibiotici popolari per le adenoidi sono Amoxiclav, Cefuroxime, Eritromicina, Ceftriaxone.

Vitamine: utilizzate per normalizzare i processi metabolici, il sistema immunitario e altre parti del corpo. Particolare enfasi dovrebbe essere posta sull'assunzione aggiuntiva di vitamine dei gruppi B, E e C.

Complessi vitaminici e minerali popolari - Vitrum, Pikovit, Supradin.

1.2. Trattamento locale

Il lavaggio nasale è una procedura integrale per il trattamento completo delle adenoidi. In primo luogo, consente di alleviare il gonfiore, in secondo luogo, di migliorare lo scarico dell'espettorato, in terzo luogo, di disinfettare e lavare la microflora patogena e i suoi prodotti di scarto dalla cavità nasale.

Come mezzo per il risciacquo del naso, puoi usare una soluzione di soda salina o prodotti pronti - "Aqua Maris", "Aqualor".

Inalazioni: vengono utilizzate per somministrare il farmaco direttamente sulla tonsilla e, agendo su di esso in modo intenzionale, arrestare la crescita del tessuto linfoide e quindi trasformarne la salute in normale. I nebulizzatori sono ottimi per l'inalazione..

Come mezzo per inalazione, possono essere utilizzati olii essenziali di eucalipto, abete, menta piperita e altre piante con effetti antinfiammatori e antimicrobici..

1.3. Procedure fisioterapiche

La fisioterapia viene utilizzata per avere effetti benefici sulle mucose del rinofaringe, che aiuta a rafforzare il sistema immunitario, ridurre la gravità del processo patologico, normalizzare la microcircolazione delle tonsille e accelerare il recupero.

Poiché possono essere prescritti metodi di fisioterapia per le adenoidi - terapia laser, ozono terapia, radiazione ultravioletta (UV).

1.4. Esercizi di respirazione

La ginnastica respiratoria è importante per la normalizzazione della respirazione nasale, che è particolarmente importante dopo una prolungata respirazione orale al fine di ri-imparare a respirare attraverso il naso.

2. Trattamento chirurgico

La rimozione chirurgica delle adenoidi viene utilizzata se non vi è alcun effetto positivo da metodi conservativi di trattamento, polipi nei passaggi nasali, un setto nasale curvo, spremitura delle tube di Eustachio (uditivo), nonché nel secondo e terzo grado di patologia, a causa dei quali il paziente non può respirare completamente, anche con i farmaci.

L'operazione stessa si chiama adenotomia..

Trattamento di adenoidi con rimedi popolari

Olio di olivello spinoso. Ha una spiccata attività antimicrobica e antinfiammatoria. È necessario instillare 2 gocce di olio in ciascun passaggio nasale 2 volte al giorno.

Aloe. Il succo di aloe ha un effetto astringente e antibatterico. Prima di iniziare, sciacquare la cavità nasale con una soluzione di sodio-soluzione salina. Dopo instillare ogni passaggio nasale con 5 gocce di succo di agave appena spremuto.

Propoli. Ha un pronunciato effetto antivirale, antimicrobico, antinfiammatorio e immunostimolante. Per preparare un prodotto curativo, versare 50 g di propoli tritato con 500 ml di acqua bollente, mettere per un'ora a bagnomaria. Filtrare e prendere mezzo cucchiaino 3-4 volte al giorno, prima dei pasti.

Collezione. Mescolare insieme 2 cucchiai tritati. cucchiai di corteccia di quercia, 1 cucchiaio. un cucchiaio di menta e 1 cucchiaio. un cucchiaio di iperico. La raccolta risultante, versare 1 litro di acqua bollente, mettere sul fuoco e portare a ebollizione, far bollire il prodotto per circa 5 minuti. Mettere da parte per 4 ore per insistere e raffreddare, filtrare e prenderlo come gocce per il naso 2 volte al giorno, mattina e sera.

Prevenzione

La prevenzione delle adenoidi comprende:

  • Trattamento tempestivo delle malattie infettive;
  • Rispetto dell'igiene personale;
  • Una corretta alimentazione con l'uso di cibi ricchi di vitamine e minerali;
  • Nelle epidemie ARI, evitare le aree affollate;
  • Evitare l'ipotermia;
  • Rispettare le norme di sicurezza chimica..

Conseguenze dopo la rimozione delle adenoidi nei bambini

Tutto il contenuto di iLive è controllato da esperti medici per garantire la migliore accuratezza e coerenza possibile con i fatti..

Abbiamo regole rigorose per la scelta delle fonti di informazione e ci riferiamo solo a siti affidabili, istituti di ricerca accademica e, se possibile, comprovata ricerca medica. Si noti che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono collegamenti interattivi a tali studi..

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri materiali sia impreciso, obsoleto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

L'adenotomia, come qualsiasi intervento chirurgico, può causare gravi conseguenze. Dopo le adenoidi, i bambini hanno spesso i seguenti problemi:

  • Diminuzione dell'immunità: questa conseguenza è temporanea. Con un periodo di recupero completo, il sistema immunitario torna alla normalità entro 1-3 mesi.
  • Naso russante e che cola - questi sintomi sono considerati normali per 1-2 settimane dopo l'intervento chirurgico. Non appena il gonfiore si attenua, passerà il russare. Se i sintomi persistono per un lungo periodo di tempo, consultare un otorinolaringoiatra..
  • Infezioni secondarie - il loro sviluppo è possibile se c'è una ferita nel rinofaringe dopo l'intervento chirurgico. Un sistema immunitario indebolito porta anche all'infezione..

Oltre alle conseguenze di cui sopra, sono possibili problemi più gravi: aspirazione delle vie respiratorie, lesioni del cielo, sanguinamento intenso dopo o durante l'intervento chirurgico.

Temperatura dopo la rimozione delle adenoidi nei bambini

Qualsiasi intervento chirurgico è stress per il corpo. Pertanto, la temperatura dopo la rimozione delle adenoidi nei bambini è una reazione normale. Di norma, si osserva una lieve ipertermia da 37 a 38 ° C. La temperatura aumenta nel tardo pomeriggio, ma non è consigliabile eliminarla con farmaci che includono l'aspirina. Tali medicine influenzano la struttura del sangue, assottigliandola. Anche una compressa può causare gravi emorragie..

Per ridurre la temperatura dopo l'adenotomia, si raccomandano i seguenti farmaci:

  • Ibuprofene: l'antipiretico più sicuro per i bambini.
  • Paracetamolo: allevia efficacemente la febbre, ma ha un effetto epatotossico.
  • Metamizolo - usato per ridurre la febbre e alleviare il dolore.

Se la febbre persiste per più di tre giorni, è necessario consultare immediatamente un medico. In questo caso, l'ipertermia può indicare lo sviluppo di una malattia / complicazione infettiva..

La temperatura dopo l'intervento chirurgico può indicare problemi non correlati al tratto respiratorio: patologie del sistema endocrino, malattie infettive virali, reazioni infiammatorie. Una condizione spiacevole può essere causata da malattie infantili come la scarlattina o la pertosse.

Tosse dopo la rimozione di adenoidi in un bambino

Il periodo dopo l'adenotomia è pericoloso per lo sviluppo di vari sintomi clinici. Dopo la rimozione delle adenoidi, la tosse è principalmente associata al deflusso di liquido purulento dai seni paranasali dopo il rilascio del passaggio nasale. Di norma, gli attacchi di tosse scompaiono da soli entro 10-14 giorni.

Una tosse postoperatoria prolungata può indicare una ricaduta, cioè una nuova crescita delle tonsille e gonfiore dei tessuti circostanti. Per prevenire questa condizione, è necessario contattare l'otorinolaringoiatra per un esame approfondito.

Russare dopo la rimozione di adenoidi in un bambino

Un sintomo come il russare in un bambino dopo un'adenotomia è normale. Di norma, persiste per 1-2 settimane. Una condizione spiacevole è associata a gonfiore del rinofaringe e restringimento dei passaggi nasali a causa di un intervento chirurgico. Ma se si osserva disagio entro 3-4 settimane, è necessario mostrare il bambino all'otorinolaringoiatra.

In alcuni casi, dopo l'intervento chirurgico, i bambini sperimentano russare secondario, considerare le sue cause:

  • Proliferazione tonsillare (recidiva).
  • Con una posizione orizzontale prolungata, le secrezioni mucose si drenano sul retro della laringe, causando russare.
  • Processi infiammatori nel periodo di recupero.
  • Reazioni allergiche.
  • Congestione nasale e patologie croniche del rinofaringe.
  • Caratteristiche anatomiche della struttura degli organi: setto nasale irregolare, lingua del cielo sospesa, vie aeree strette.
  • Igiene del rinofaringe.

Oltre ai suddetti fattori, il russare può essere associato a un'abitudine persistente di respirare attraverso la bocca. Ciò viola significativamente la qualità del sonno, influisce negativamente sulle capacità mentali e sull'attività fisica. In alcuni casi, il russare notturno provoca arresto respiratorio a breve termine. Se questa condizione persiste per un lungo periodo di tempo, sussiste il rischio di carenza di ossigeno nel cervello e di compromissione del funzionamento del sistema nervoso centrale.

Raccomandazioni per prevenire il russare notturno nei bambini:

  • L'ultimo pasto dovrebbe consistere in cibi morbidi che non irritano la laringe.
  • Gli esercizi di respirazione quotidiana normalizzano la respirazione nasale e rafforzano le pareti della laringe.
  • Le gocce di vasocostrittore riducono il gonfiore della mucosa, si raccomandano anche spray nasali con antibiotico.
  • Per disinfettare le cavità orale e nasale, vengono utilizzati risciacqui con soluzioni ipertoniche e infusi di erbe.

Oltre alle raccomandazioni di cui sopra, i bambini devono essere protetti dall'ipotermia, che può portare a raffreddori e infezioni virali. È inoltre necessario eseguire la pulizia a umido più spesso e arieggiare la stanza dei bambini.

Naso che cola dopo la rimozione di adenoidi in un bambino

I segni più comuni di adenoidi sono un naso che cola prolungato e una congestione nasale persistente. Con la crescita della tonsilla nasofaringea, questi sintomi sono esacerbati. Se la terapia conservativa era inefficace, allora al paziente viene prescritto un trattamento chirurgico.

Molti genitori credono erroneamente che un naso che cola dopo la rimozione delle adenoidi in un bambino scompaia. Ma questo è tutt'altro che vero, poiché le secrezioni mucose possono persistere per 10 giorni, e questa è la norma. Va anche notato che un naso che cola è direttamente correlato all'edema nasale postoperatorio..

Scarso scarico di muco dai seni paranasali può indicare l'attaccamento di un'infezione secondaria. In questo caso, oltre allo snot, compaiono ulteriori sintomi:

  • Febbre.
  • Alitosi.
  • Pelo grosso verde.
  • Debolezza generale.

Se i sintomi patologici persistono per 2 o più settimane, questo è un chiaro segno di una grave infezione batterica, una manifestazione virale o un'esacerbazione di una malattia cronica che richiede un trattamento.

La comparsa di un naso che cola dopo un'adenotomia può essere associata a tali patologie:

  • Deformazione del setto nasale.
  • Processi ipertrofici nel rinofaringe.
  • Reattività immunologica.
  • Disturbi broncopolmonari.

Affinché le perdite di muco dalla cavità nasale nel periodo postoperatorio non persistano a lungo, è necessario seguire le raccomandazioni mediche. Prima di tutto, è vietato abusare di compresse con sostanze antisettiche e antibatteriche che possono assottigliare il rinofaringe e causare resistenza alle infezioni. Si sconsiglia inoltre di effettuare l'inalazione di vapore con agenti alcalini o di utilizzare soluzioni saline concentrate per lavare il naso e la faringe.

Mal di gola dopo la rimozione delle adenoidi nei bambini

La rimozione del tessuto adenoide ipertrofico delle tonsille faringee può causare una serie di sintomi dolorosi nel periodo postoperatorio. Molti genitori affrontano questo problema quando il bambino ha mal di gola dopo un'adenotomia.

Il disagio può essere associato a tali fattori:

  • Trauma alla gola durante l'intervento chirurgico.
  • Processo infettivo e infiammatorio.
  • Recidiva di malattie croniche dell'orofaringe.
  • Complicanze dopo l'anestesia.

Il mal di gola può dare nelle orecchie e nelle tempie e si osserva spesso rigidità quando si sposta la mascella inferiore. Di norma, un problema simile scompare entro 1-2 settimane. Per alleviare la condizione dolorosa, il medico prescrive aerosol medicinali, inalazioni e farmaci per via orale. Se la condizione patologica progredisce o persiste per un lungo periodo di tempo, è necessario consultare un otorinolaringoiatra.

Dopo la rimozione delle adenoidi, il bambino ha mal di testa

Un'altra possibile complicazione che si verifica dopo la rimozione delle adenoidi nei bambini è il mal di testa e le vertigini. La condizione dolorosa è temporanea e molto spesso si verifica in questi casi:

  • Reazione avversa dell'anestesia.
  • Diminuzione della pressione arteriosa e intracranica durante l'intervento chirurgico.
  • Disidratazione.

Il disagio appare il primo giorno dopo l'intervento chirurgico e può persistere per 2-3 giorni. Inoltre, al risveglio dopo l'anestesia, è possibile una leggera vertigine. Il mal di testa fa male, esplode e peggio con rumori forti, bruschi giri della testa.

Per il trattamento, sono indicati bere abbondante e riposo adeguato. Con dolori lancinanti, il medico prescrive antidolorifici sicuri.

Vomito dopo la rimozione di adenoidi nei bambini

Uno dei sintomi collaterali dell'adenotomia è il vomito. Dopo la rimozione delle adenoidi, agisce come una reazione all'anestesia usata e molto spesso procede con il seguente complesso di sintomi:

  • Attacchi di nausea.
  • Mal di stomaco.
  • Compromissione della salute generale.

A volte ci sono impurità nel sangue nel vomito che scompaiono 20 minuti dopo l'operazione con la normale coagulazione del paziente.

Oltre al vomito, i bambini possono provare la febbre. L'ipertermia con dolore addominale non dovrebbe durare più di 24 ore. Se i sintomi persistono per un periodo più lungo, viene indicata una consultazione urgente dell'otorinolaringoiatra e del pediatra.

Dopo la rimozione delle adenoidi, la voce del bambino è cambiata

Molti medici notano che dopo la rimozione delle adenoidi nei bambini, la voce può cambiare. Tali cambiamenti sono temporanei e persistono per i primi giorni dopo l'intervento chirurgico. In alcuni bambini, la voce diventa nasale, rauca e può apparire come un cartone animato.

Quando viene ripristinata la respirazione nasale (circa 10 giorni), anche la voce si normalizza. Diventa pulito e chiaro. Se i sintomi patologici persistono per più di 2 settimane, è necessario mostrare il bambino al medico.

In un bambino, dopo la rimozione delle adenoidi, una voce nasale

Il periodo postoperatorio nel trattamento chirurgico dei tessuti ipertrofici delle tonsille faringee è molto spesso accompagnato da cambiamenti nella voce. Questo sintomo è causato dal gonfiore del rinofaringe e del palato, è temporaneo. Ma se, dopo la rimozione delle adenoidi, la voce nasale persiste per un lungo periodo di tempo, ciò potrebbe indicare lo sviluppo di una grave complicazione.

Secondo le statistiche mediche, in 5 pazienti su 1000, i cambiamenti della voce sono una patologia come l'insufficienza palato-faringea. Si manifesta con una voce opaca e nasale, una pronuncia confusa delle parole, in particolare le consonanti.

Una complicazione simile si sviluppa a causa del fatto che il palato molle non blocca completamente i passaggi nasali. Quando parla, l'aria penetra nella cavità nasale, il suono risuona e diventa nasale. Per il trattamento vengono utilizzati esercizi di respirazione e una serie di procedure di fisioterapia. Nei casi più gravi è possibile un intervento chirurgico al palato molle..

Zecca del nervo in un bambino dopo la rimozione delle adenoidi

Di norma, il tic nervoso di un bambino dopo un'adenotomia è associato a tali fattori:

  • Trauma psico-emotivo.
  • Complicanze dell'anestesia generale.
  • Grave dolore postoperatorio.
  • Trauma del tessuto nervoso durante l'intervento chirurgico.

Possono sorgere complicazioni dovute alla rimozione di adenoidi durante l'anestesia locale. In questo caso, un tic nervoso è associato alla paura di un piccolo paziente che ha osservato tutte le procedure chirurgiche.

Un altro possibile motivo della violazione è dovuto al fatto che i movimenti effettuati dal paziente sono stati fissati sotto forma di un segno di spunta. A causa dell'alterata respirazione nasale, naso che cola o mal di gola, i bambini spesso inghiottono la saliva, tendendo notevolmente i muscoli del collo della faringe. Dopo l'operazione di deglutizione, appaiono in tic e persistono per un certo tempo.

Se il disturbo persiste per un lungo periodo di tempo, è necessario contattare il pediatra. In casi particolarmente gravi, consultare un neurologo. Farmaci anticonvulsivanti e psicotropi possono essere prescritti per il trattamento..

Adenoidi e adenoidectomia

Panoramica

Le adenoidi sono piccole isolette di tessuto situate nella parte posteriore della gola sopra le tonsille. L'adenoidectomia è un'operazione rapida per rimuovere le adenoidi.

Le adenoidi fanno parte del sistema immunitario che aiuta a combattere le infezioni e protegge il corpo da batteri e virus. Le adenoidi sono solo nei bambini. Cominciano a crescere dalla nascita e raggiungono una dimensione massima all'età di 3 a 5 anni. All'età di 7 anni, le adenoidi iniziano a diminuire. Negli adolescenti più grandi, sono appena visibili. Entro l'età adulta, le adenoidi scompariranno completamente.

Le adenoidi scompaiono perché non sono una parte essenziale del sistema immunitario. Possono essere utili durante l'infanzia, ma il corpo adulto ha modi molto più efficaci per affrontare le infezioni. Non sarai in grado di vedere in modo indipendente le adenoidi del tuo bambino guardando nella sua bocca. Per esaminarli, il medico utilizza un piccolo specchio e luci speciali.

Devo rimuovere le adenoidi?

La necessità di rimuovere le adenoidi a volte si verifica con la loro eccessiva crescita o edema. Questo succede quando:

  • infezione batterica o virale - nonostante ciò
    l'infezione sarà curata prima o poi, le adenoidi potrebbero rimanere
    ampliato e successivamente;
  • allergie - allergeni (sostanze che provocano una reazione allergica)
    a volte le adenoidi possono irritare, portando al loro edema;
  • cause congenite - tuo figlio ha avuto da
    le adenoidi per lo sviluppo intrauterino potrebbero essere ingrandite e
    rimanere così dopo la nascita.

L'adenoidectomia è un'operazione rapida per rimuovere le adenoidi. Il completamento richiede circa 30 minuti. Nella maggior parte dei casi, il bambino sarà in grado di tornare a casa quel giorno, subito dopo che l'anestesia ha smesso di funzionare.

La rimozione delle adenoidi è un'operazione relativamente sicura. Si ritiene che il rischio di contrarre malattie infettive in un bambino dopo una adenoidectomia non cambi. Il sistema immunitario del corpo è in grado di far fronte a batteri e virus senza adenoidi.

Tuttavia, come qualsiasi intervento chirurgico, l'adenoidectomia può avere una serie di complicazioni. Questa infezione durante l'operazione, sanguinamento o una reazione allergica a un anestetico. Il bambino può anche sperimentare temporaneamente alcuni problemi di salute minori, come mal di gola e orecchie o congestione nasale per diverse settimane dopo l'intervento chirurgico.

Indicazioni per adenoidectomia

A volte le adenoidi del bambino crescono eccessivamente e aumentano. Per la maggior parte dei bambini, questo provoca solo un moderato disagio e non richiede alcun trattamento speciale. Tuttavia, in alcuni casi, le adenoidi gonfie o ingrossate possono causare gravi inconvenienti e interrompere la vita quotidiana del bambino. Quindi il pediatra può suggerire la rimozione di adenoidi (adenoidectomia).

Problema respiratorio. Le adenoidi ingrandite possono impedire al bambino di respirare normalmente attraverso il naso. Il bambino respira rumorosamente con il naso e annusa forte, deve respirare attraverso la bocca più spesso. Questo, a sua volta, porta alla secchezza della lingua.

Problemi ad addormentarsi. Le adenoidi ingrandite interferiscono con la normale respirazione nasale, interrompono il sonno e causano russare. In casi gravi di adenoidi ingrossate in alcuni bambini, l'arresto respiratorio a breve termine (apnea) si verifica in un sogno. L'apnea notturna è episodi a breve termine di mancanza di respiro durante il sonno (respirazione intermittente), che porta a un'eccessiva sonnolenza durante il giorno. L'apnea si verifica quando, durante il sonno, il tratto respiratorio superiore si chiude e blocca temporaneamente le vie aeree verso i polmoni..

Otite media essudativa. Le adenoidi ingrandite possono anche causare problemi alle orecchie e all'udito. Ciò è dovuto al fatto che le adenoidi possono premere sulle aperture interne delle trombe di Eustachio. Le trombe di Eustachio collegano l'orecchio medio al rinofaringe e aiutano ad evaporare qualsiasi fluido che può accumularsi nell'orecchio medio e mantengono anche la normale pressione atmosferica nella cavità dell'orecchio. Quando le trombe di Eustachio sono bloccate, il liquido può accumularsi nell'orecchio medio, portando allo sviluppo di otite media essudativa.

La compromissione dell'udito nei bambini è la causa dello sviluppo ritardato, delle scarse prestazioni scolastiche e del disadattamento sociale, quindi è indispensabile che l'otite media essudativa sia diagnosticata e trattata in modo tempestivo. Se l'otite media essudativa ha disturbato il bambino per tre mesi, considera di rimuovere le adenoidi. Ciò ripristinerà il normale funzionamento delle trombe di Eustachio, che, a sua volta, faciliterà il trattamento dell'otite media essudativa nel bambino..

Le adenoidi ingrandite possono anche causare altri sintomi, come naso che cola cronico o congestione nasale..

Come viene eseguita l'adenoidectomia?

L'adenoidectomia (chirurgia per rimuovere le adenoidi) di solito viene eseguita. L'operazione richiede poco tempo e, di norma, non comporta rischi significativi. Se il bambino ha il raffreddore o il mal di gola durante la settimana prima dell'intervento, è importante segnalarlo. L'adenoidectomia dovrà probabilmente essere posticipata di diverse settimane per garantire che il bambino si sia completamente ripreso e ridurre il rischio di complicanze..

La rimozione delle adenoidi richiede solitamente 15-30 minuti e non richiede il ricovero in ospedale. Il bambino dovrà rimanere in ospedale solo poche ore dopo l'intervento chirurgico prima di poterlo portare a casa. Tuttavia, se il medico ritiene che il bambino non si sia completamente ripreso dall'operazione, esiste la possibilità che debba rimanere in ospedale durante la notte. Maggiori informazioni sulle caratteristiche del ricovero in ospedale con bambini.

Come rimuovere le adenoidi?

La rimozione delle adenoidi viene eseguita più spesso in anestesia locale utilizzando uno strumento speciale - un adenotoma, sotto il controllo della visione. In questo caso, l'operazione dura diversi minuti e il bambino può lasciare l'ospedale 3 ore dopo l'operazione, se non ci sono complicazioni. L'operazione viene eseguita al mattino a stomaco vuoto.

Negli ultimi anni è stato introdotto in pratica un metodo alternativo di adenoidectomia: la rimozione endoscopica di adenoidi in anestesia generale. In quest'ultimo caso, il bambino dorme sotto l'influenza di droghe speciali e non sente affatto paura e dolore. Tuttavia, l'uso dell'anestesia generale richiede una supervisione medica più lunga del bambino dopo l'intervento chirurgico (12-24 ore in assenza di complicanze).

Per fornire al chirurgo l'accesso alla faringe, viene utilizzato uno strumento speciale: un endoscopio. Non appena vengono rilevate le adenoidi, il chirurgo le rimuove per sbucciatura, usando uno speciale cucchiaio chirurgico chiamato curette o dissezionando ad alta temperatura usando uno strumento diatermico (bisturi elettrico). Lo strumento diatermico genera una corrente elettrica ad alta frequenza, formando un sottile raggio luminoso che attraversa il tessuto.

Dopo che le adenoidi del bambino sono state rimosse, uno strumento diatermico può essere usato per sigillare i vasi sanguigni danneggiati per fermare l'emorragia. Turundas o tamponi di garza vengono applicati sulla superficie della ferita. Quindi vengono rimossi e l'operazione viene considerata completata..

Se il bambino ha mal di gola grave o frequente (quando le tonsille sono infiammate da un'infezione batterica o virale), il medico può raccomandare di rimuovere le tonsille contemporaneamente alle adenoidi. Il fatto che entrambe le operazioni verranno eseguite contemporaneamente riduce il rischio di complicanze. Maggiori informazioni sulla tonsillectomia (tonsillectomia). L'adenotonsillectomia è un'operazione in cui le tonsille vengono rimosse contemporaneamente alle adenoidi. Viene eseguito molto rapidamente e comporta pochi rischi..

Se un bambino con adenoidi ingrossati sviluppa otite media essudativa, durante l'operazione per rimuovere le adenoidi, possono essere introdotti tubi per la ventilazione dell'orecchio medio. Il tubo di ventilazione dell'orecchio medio è un tubo molto piccolo inserito nell'orecchio del bambino attraverso una piccola incisione nel timpano. Tale dispositivo aiuta a rimuovere il fluido che si accumula nell'orecchio medio..

Complicanze dell'adenoidectomia

L'adenoidectomia è raramente accompagnata da complicanze. Questa operazione comune viene di solito eseguita facilmente e rapidamente. I possibili problemi con l'adenoidectomia sono descritti di seguito..

Allergia all'anestetico. In qualsiasi intervento chirurgico eseguito utilizzando un anestetico, esiste il rischio di una reazione allergica del paziente all'anestetico. Se il bambino è in buona salute, le sue possibilità di una reazione allergica pronunciata all'anestetico sono estremamente ridotte (in 1 caso su 20.000). Circa un centesimo di un bambino durante l'intervento chirurgico presenta lievi manifestazioni di allergia anestetica e in 1 caso su 10 i bambini presentano sintomi come mal di testa a breve termine, debolezza o vertigini.

Bleeding. In una percentuale molto piccola di casi, si può verificare un forte sanguinamento dopo la rimozione delle adenoidi. Le cure di emergenza per arrestare l'emorragia sono meno necessarie rispetto a 1 su 100 casi di adenoidectomia. Tuttavia, se ciò accade, è importante interrompere rapidamente l'emorragia per prevenire ulteriori perdite di sangue..

Complicanze infettive. Qualsiasi intervento chirurgico implica il rischio di sviluppare un'infezione. La superficie della ferita nell'area da cui sono state rimosse le adenoidi può essere infettata da batteri. Dopo aver rimosso le adenoidi, al bambino possono essere somministrati antibiotici per prevenire l'infezione..

Piccole complicazioni dopo l'intervento chirurgico. Dopo aver rimosso le adenoidi, alcuni bambini hanno lievi problemi di salute. Ma la maggior parte di essi è temporanea e raramente richiede un ulteriore trattamento. Tra loro:

  • angina;
  • mal d'orecchie;
  • rigidità quando si sposta la mascella inferiore;
  • naso chiuso;
  • alitosi;
  • cambio di voce (la voce di un bambino può sembrare un po 'nasale).

La maggior parte di questi sintomi scompare entro 1-2 settimane. Non devono essere conservati per più di un mese. Se questi sintomi persistono nel bambino più a lungo, consultare il pediatra locale..

Quando vedere un dottore

Consultare immediatamente il medico se il bambino ha i seguenti sintomi subito dopo l'intervento chirurgico:

  • sanguinamento dalla bocca (che dura più di due minuti);
  • febbre (febbre);
  • forte dolore che non allevia gli antidolorifici.

Recupero dopo adenoidectomia

La maggior parte dei bambini lamenta mal di gola dopo aver rimosso le adenoidi, ma questo è del tutto normale. Sarà sufficiente somministrare al bambino un antidolorifico mentre è in ospedale per ridurre il disagio..

Il bambino può anche sviluppare sete e sonnolenza sotto l'influenza dell'anestesia se l'operazione è stata eseguita in anestesia generale. In genere, un bambino deve trascorrere non più di 12-24 ore dopo l'intervento chirurgico nella stanza d'ospedale in modo che il medico si assicuri che tutto vada bene. Successivamente, puoi portare il bambino a casa. Se l'adenoidectomia è stata eseguita in anestesia locale, il periodo di ricovero può essere ridotto a 3 ore.

Dopo il ritorno a casa, il bambino può lamentare mal di gola, orecchio o rigidità con i movimenti della mascella inferiore. Potrebbe ancora aver bisogno di antidolorifici nei primi giorni dopo l'intervento. Puoi dare al tuo bambino farmaci antidolorifici da banco, come il paracetamolo. È più conveniente per i bambini piccoli dare una forma liquida o solubile in acqua di paracetamolo, specialmente se hanno mal di gola. Assicurati di seguire le istruzioni di dosaggio incluse nella confezione del medicinale. Non dare mai l'aspirina a tuo figlio se non ha ancora 16 anni..

Il bambino sarà in grado di bere 2-3 ore dopo l'intervento chirurgico. Tra qualche ora potrà mangiare. Poiché l'adenoidectomia è solitamente accompagnata da mal di gola, per i bambini può essere difficile mangiare cibo normale. Preparare cibi morbidi o liquidi per loro, come zuppe o yogurt, che saranno più facili da deglutire..

Puoi dare al tuo bambino antidolorifici circa un'ora prima dei pasti, poiché potrebbe essere più facile per loro masticare e deglutire il cibo. Inoltre, è molto importante che il bambino beva molti liquidi, il che aiuta a evitare la disidratazione..

I giorni successivi a una adenoidetomia, è necessario escludere qualsiasi carico, il medico deve liberare il bambino per una settimana da scuola e un mese da educazione fisica e sport. Questo è importante anche al fine di limitare il contatto del bambino con virus o batteri. La mucosa della faringe, dove precedentemente si trovavano le adenoidi, guarirà solo dopo un po '. Pertanto, è importante prevenire il contatto con l'infezione per non causare complicazioni della malattia..

Cerca di proteggere tuo figlio dall'esposizione al fumo e dal contatto con il raffreddore. Si consiglia inoltre di rifiutare di visitare la piscina entro 3 settimane dall'intervento.

Dove andare per il trattamento delle adenoidi?

Se il bambino ha adenoidi ingrossate, trova un medico ORL pediatrico utilizzando il nostro servizio. Se è necessaria l'adenoidectomia, scegliere una buona clinica ORL.