Image

Adenoidi nei bambini: sintomi, metodi di trattamento, cause

Le adenoidi sono la tonsilla faringea, che si trova nel rinofaringe umano, svolge le funzioni più importanti del corpo: produce linfociti, cellule immunitarie che proteggono la mucosa del rinofaringe dalle infezioni.

Quando c'è un aumento patologico della tonsilla nasofaringea, questa malattia in medicina è chiamata ipertrofia delle adenoidi e con la loro infiammazione - adenoidite. Un aumento e un'infiammazione delle adenoidi si verificano nei bambini di età compresa tra 3 e 10 anni, secondo le statistiche, il 5-8% dei bambini soffre di questo disturbo e ragazze e ragazzi con la stessa frequenza.

Con l'età, il tasso di incidenza diminuisce, a volte questa malattia si verifica negli adulti, ma molto meno spesso. Se le adenoidi compaiono nei bambini, i sintomi possono essere identificati dalla difficoltà a respirare liberamente attraverso il naso, il bambino spesso inizia ad avere raffreddori e malattie virali, russare di notte, la voce diventa nasale, l'otite media si verifica spesso, ritardo dello sviluppo, malocclusione, linguaggio offuscato, perdita dell'udito. Anche il campo della rimozione chirurgica delle adenoidi può ricrescere.

Cosa sono le adenoidi?

Tonsilla nasofaringea - adenoidi, entrano nell'anello faringeo e si trovano alla giunzione della faringe e del naso. Negli adulti, le adenoidi sono spesso atrofiche o addirittura atrofiche. Ma nei bambini, le formazioni linfoidi sono molto ben sviluppate, poiché un sistema immunitario debole nell'infanzia funziona con un carico maggiore, cercando di massimizzare la risposta agli attacchi di tutti i tipi di batteri e virus. Numerosi microrganismi patogeni diversi - virus, batteri, funghi - penetrano attraverso il rinofaringe nel corpo umano insieme ad aria, cibo, acqua e tonsille rinofaringee impedendone la penetrazione profonda e proteggendo dalla moltiplicazione dei microbi nel tratto respiratorio.

Cause della comparsa di adenoidi nei bambini

La crescita delle adenoidi nei bambini è facilitata da:

in un bambino, alla crescita della tonsilla nasofaringea, a questa patologia immunitaria, che è anche chiamata diatesi linfatica o linfatismo.

Questa deviazione è dovuta all'anomalia linfatica-ipoplastica della costituzione, cioè a violazioni della struttura del sistema linfatico ed endocrino.

Pertanto, con questa patologia, si manifesta spesso una diminuzione della funzione tiroidea, quindi, oltre alle adenoidi nei bambini, i sintomi sono integrati da letargia, gonfiore, apatia e tendenza alla pienezza.

  • Patologia della gravidanza e del parto

I medici vedono anche la causa delle adenoidi nei bambini nel trauma della nascita del bambino, gravidanza anormale, ipossia fetale o asfissia durante il parto. Ed è anche importante quello che è stato il primo trimestre di gravidanza nelle madri, le malattie virali trasferite dalla madre durante il periodo di 7-9 settimane di gravidanza, l'uso di antibiotici, droghe tossiche in qualsiasi periodo di gestazione erano particolarmente sfavorevoli.

  • Alimentazione, vaccinazioni, malattie

Inoltre, la natura dell'alimentazione di un bambino, le vaccinazioni e varie malattie in tenera età, nonché l'eccesso di cibo e l'abuso di prodotti zuccherini e chimici, hanno anche un effetto sull'aumento delle adenoidi nei bambini..

  • Sullo sfondo delle malattie infettive dell'infanzia, come la scarlattina, il morbillo (vedere i sintomi del morbillo nei bambini), la pertosse, la difterite, l'infiammazione secondaria e la crescita di adenoidi in un bambino sono possibili.
  • Le frequenti infezioni virali respiratorie acute e altri virus, la contaminazione delle adenoidi con vari batteri patogeni hanno un effetto tossico sulle adenoidi..
  • La presenza di reazioni allergiche nella storia familiare e in particolare in un bambino.
  • Immunodeficienza in un bambino.
  • La situazione ambientale generale sfavorevole nel luogo di residenza è inquinata, gas, aria polverosa, un'abbondanza di prodotti chimici domestici in casa, mobili di scarsa qualità e prodotti domestici tossici di plastica.

Segni, sintomi di adenoidi nei bambini

Perché è importante distinguere l'ipertrofia dell'adenoide dall'adenoidite??

È molto importante per le madri distinguere tra queste due patologie, per cosa? Con l'adenoidite, quando la tonsilla nasofaringea si infiamma più volte, molti medici raccomandano ai genitori di rimuoverlo, ma questo può essere trattato con successo con metodi conservativi. Ma quando c'è un'ipertrofia della tonsilla nasofaringea ad un livello (terzo) significativo, non suscettibile di trattamento conservativo e che causa complicazioni - questa patologia dovrebbe spesso essere trattata in modo operativo.

Sintomi di adenoidi nei bambini - ipertrofia tonsillare faringea

Insufficienza respiratoria persistente attraverso il naso, naso che cola costantemente, secrezione nasale di natura sierosa, il bambino respira costantemente o periodicamente attraverso la bocca.

Il bambino dorme molto spesso con la bocca aperta, il sonno diventa irrequieto, con russare, annusare, con sindrome dell'apnea notturna ostruttiva - trattenere il respiro in un sogno. Pertanto, i bambini possono spesso avere incubi, l'asfissia della radice della lingua può causare attacchi di asma.

A causa della crescita della tonsilla, i problemi respiratori sono aggravati, perché c'è iperemia congestizia dei tessuti molli vicini: palato molle, archi palatali posteriori, mucosa nasale. Pertanto, la rinite cronica e una tosse frequente si sviluppano a causa del drenaggio del muco dal naso lungo la parete posteriore del rinofaringe.

Si verifica una frequente infiammazione degli organi uditivi - otite media, compromissione dell'udito, poiché le aperture delle tube uditive sono bloccate da adenoidi troppo cresciute.

La comparsa di irregolarità nel timbro della voce, diventa nasale. Il disturbo della fonazione si verifica quando le adenoidi diventano abbastanza grandi.

Infiammazione frequente dei seni paranasali: sinusite, tonsillite, bronchite, polmonite. L'aspetto di un tipo di viso adenoide, cioè una violazione dello sviluppo dello scheletro facciale, appare un'espressione facciale indifferente, una bocca costantemente aperta. In caso di decorso prolungato della malattia, la mascella inferiore si allunga e diventa stretta e anche il morso si rompe.

La crescita del tessuto adenoideo influenza gradualmente il meccanismo respiratorio, poiché la respirazione attraverso la bocca è in qualche modo superficiale e la respirazione nasale è più profonda, la respirazione prolungata attraverso la bocca porta gradualmente a insufficiente ventilazione dei polmoni e carenza di ossigeno, ipossia cerebrale.

Pertanto, la memoria del bambino, le capacità mentali sono spesso ridotte, l'attenzione è dispersa e compaiono affaticamento, sonnolenza e irritabilità immotivati. I bambini si lamentano di mal di testa ricorrenti, scarsamente a scuola.

L'ipertrofia prolungata delle adenoidi a causa di una diminuzione della profondità dell'ispirazione porta a una violazione della formazione del torace, appare il cosiddetto petto di pollo.

Con le adenoidi nei bambini, i sintomi della malattia possono anche essere anemia, interruzione del tratto digestivo - diminuzione dell'appetito, possibile costipazione, diarrea.

Sintomi di adenoidite nei bambini
  • Sullo sfondo di adenoidi ingrossati, spesso si verifica adenoidite, mentre le adenoidi si infiammano, la temperatura aumenta, appare la debolezza e aumentano i linfonodi regionali.
  • A volte l'adenoidite appare solo durante le infezioni virali respiratorie acute, quindi c'è una violazione della respirazione nasale, secrezione mucosa dal naso e altri sintomi di infezione virale acuta. In questo caso, dopo il recupero, le adenoidi diminuiscono di dimensioni..

Esistono tre gradi di adenoidi nei bambini: ipertrofia tonsillare faringea

Le adenoidi nei bambini possono essere aumentate a vari livelli, è consuetudine suddividere l'ipertrofia in 3 gradi. I medici di altri paesi sviluppati distinguono anche il 4 ° grado di adenoidi, dividendo il 3 ° e il 4 ° grado in un rinofaringe praticamente bloccato e un'apertura posteriore chiusa al 100% dei passaggi nasali. Questa divisione in gradi è determinata dai radiologi, poiché la dimensione delle adenoidi è più facilmente visibile nella foto: un'ombra di adenoidi è visibile nel lume del rinofaringe:

  • 1 grado - quando la crescita si estende per 1/3 dell'apertura posteriore dei passaggi nasali o choana. Allo stesso tempo, il bambino ha difficoltà a respirare solo durante il sonno, e anche se russa e non respira con il naso, questo grado di adenoidi non è una questione di rimozione, molto probabilmente è un naso che cola protratto, che può essere trattato con metodi conservativi.
  • 1-2 gradi - quando le adenoidi occupano 1/3 della metà del lume del rinofaringe.
  • 2 gradi - quando le adenoidi in un bambino chiudono il 66% del lume del rinofaringe. Da questo, il bambino sviluppa russare, respirazione periodica attraverso la bocca anche durante il giorno, senza parlare chiaramente. Inoltre non considerato un'indicazione per un intervento chirurgico.
  • Grado 3: quando la tonsilla faringea chiude quasi l'intero lume del rinofaringe. Allo stesso tempo, il bambino non può respirare attraverso il naso durante la notte o durante il giorno. Se il bambino a volte respira attraverso il naso, questo non è un terzo grado, ma un accumulo di muco, che può occupare l'intero rinofaringe.

Opzioni terapeutiche per le adenoidi nei bambini

Ci sono 2 principali opzioni di trattamento per le adenoidi nei bambini: rimozione chirurgica e conservativa. Per ulteriori informazioni sull'opportunità di concordare un'operazione per rimuovere le adenoidi, sui metodi di trattamento farmacologico sono disponibili nel nostro articolo - Trattamento delle adenoidi nei bambini

Il trattamento conservativo non chirurgico delle adenoidi è la direzione più corretta e prioritaria nel trattamento dell'ipertrofia tonsillare faringea. Prima di concordare un'operazione, i genitori dovrebbero utilizzare tutti i possibili metodi di trattamento per evitare interventi chirurgici:

  • La terapia farmacologica delle adenoidi consiste principalmente nella rimozione completa di muco, secrezione dal naso e rinofaringe. Solo dopo la pulizia, è possibile utilizzare medicinali locali, poiché l'abbondanza di muco riduce significativamente l'efficacia della terapia.
  • Terapia laser: oggi questo metodo è considerato molto efficace e la maggior parte dei medici lo considera sicuro, sebbene nessuno sappia gli effetti a lungo termine dell'esposizione laser, non sono stati condotti studi a lungo termine nel campo della sua applicazione. La terapia laser riduce il gonfiore del tessuto linfoide, aumenta l'immunità locale, riduce il processo infiammatorio nel tessuto adenoide.
  • I rimedi omeopatici sono il metodo di trattamento più sicuro, la cui efficacia è molto individuale, l'omeopatia aiuta molto bene alcuni bambini, per altri è scarsamente efficace. In ogni caso, dovrebbe essere usato, poiché è sicuro e possibile combinarlo con il trattamento tradizionale. Si raccomanda in particolare di assumere Lymphomyozot - un complesso farmaco omeopatico, il cui produttore è la nota società tedesca Heel, e l'olio di thuja con adenoidi è considerato un rimedio molto efficace.
  • Climatoterapia - trattamento nei sanatori della Crimea, territorio di Stavropol, Sochi ha un effetto positivo su tutto il corpo, migliora l'immunità e aiuta a ridurre la crescita delle adenoidi.
  • Il massaggio della zona del colletto, del viso, degli esercizi di respirazione fanno parte del complesso trattamento delle adenoidi nei bambini.
  • La fisioterapia è UFO, elettroforesi, UHF - procedure che il medico prescrive endonasalmente, di solito 10 procedure.

Il trattamento chirurgico delle adenoidi è possibile solo nei seguenti casi: Se tutti i trattamenti conservativi sono falliti e l'adenoidite si ripresenta più di 4 volte l'anno, se si sviluppano complicazioni come otite media, sinusite, se il bambino ha frequenti soste o ritardi respiratori nel sonno, frequenti SARS e altre malattie infettive. Prestare attenzione alla rimozione laser delle adenoidi, poiché esiste la possibilità di un effetto negativo del laser sul cervello e sul tessuto adenoide circostante.

Adenoidi

"Sembra che nostro figlio abbia delle adenoidi!" - con tali dubbi, i genitori e il bambino vengono spesso dallo specialista ORL dopo aver letto articoli su Internet o dopo aver parlato con madri "onniscienti" nella sandbox / scuola materna / scuola. In questo articolo proveremo ad analizzare le domande più comuni sulla vegetazione adenoidea e cercheremo di capire se tutto è così spaventoso.

Cosa sono le adenoidi e da dove provengono

La vegetazione adenoidea (tonsille rinofaringee) è un tessuto linfoide nell'arco nasofaringeo. È presente in tutti i bambini senza eccezioni ed è un organo periferico del sistema immunitario, parte dell'anello faringeo linfoide. La funzione principale di questa formazione anatomica è la lotta contro batteri o virus che entrano nel corpo del bambino. La sua principale differenza rispetto alle altre tonsille è che la superficie è coperta da uno speciale epitelio che produce muco. Un aumento (ipertrofia) del tessuto adenoide provoca frequenti malattie allergiche e respiratorie di un'eziologia virale o batterica. Pertanto, il picco dell'ipertrofia del tessuto adenoideo cade esattamente all'età di 3-7 anni. Quindi il tessuto linfoide diminuisce gradualmente all'età di 10-12 anni. All'età di 17 anni, spesso rimangono solo frammenti di tessuto; negli adulti sani, il tessuto adenoide è assente. L'ipertrofia del tessuto adenoideo è solitamente divisa in diversi gradi dal suo volume nel rinofaringe dal primo, dove le adenoidi chiudono i passaggi nasali (choana) di 1/3, al terzo o quarto grado, quando vi è un'ostruzione completa del rinofaringe con l'impossibilità della respirazione nasale.

Manifestazioni cliniche

L'infiammazione del tessuto adenoideo è chiamata adenoidite. Il suo decorso è acuto, subacuto e cronico. Tocciamo brevemente i principali sintomi a cui i genitori dovrebbero prestare attenzione:

1. Naso che cola, molto spesso ha un decorso prolungato.

2. Respirazione preferenziale attraverso la bocca. A causa di difficoltà nella respirazione nasale. Il grado di difficoltà dipende direttamente dal grado di ipertrofia del tessuto adenoide. Spesso arriva nasale. Con un corso prolungato di adenoidite cronica e respirazione attraverso la bocca, è possibile un cambiamento nello scheletro facciale, che in seguito si manifesta come una violazione persistente della pronuncia del linguaggio.

3. Notte russare, sonno agitato.

4. Tosse mattutina dovuta al soffocamento del muco drenante dal rinofaringe per notte.

5. Perdita dell'udito, otite media ricorrente a causa dell'ostruzione meccanica dei tubi uditivi da parte della vegetazione adenoidea. In questo caso, l'ipertrofia può essere di 1-2 gradi, con la posizione delle adenoidi vicino alla bocca dei tubi uditivi, che sono responsabili della ventilazione dell'orecchio medio attraverso il tubo uditivo. Il bambino inizia a chiedere di nuovo costantemente o a guardare i cartoni animati troppo forte.

6. Stanchezza, apatia. Sono causati da una costante carenza di ossigeno nel cervello, in particolare con adenoidite cronica. Forse in ritardo rispetto ai coetanei nello sviluppo mentale e fisico.

Metodi di ricerca per la vegetazione adenoidea

Allo stato normale, senza ulteriori dispositivi ottici, questa tonsilla non può essere vista. Esistono numerosi studi che aiutano a determinare il grado di vegetazione adenoidea: esame digitale, rinoscopia posteriore con specchio, radiografia del rinofaringe, endoscopia del rinofaringe, radiografia 3D o TC del rinofaringe. I metodi più moderni oggi sono:

  • endoscopia del rinofaringe e della cavità nasale. La procedura viene eseguita nella nostra clinica in anestesia locale su appuntamento di un medico ORL. Completamente indolore, consente di valutare non solo il grado di vegetazione adenoidea, ma anche la natura dell'infiammazione, le condizioni della bocca dei tubi uditivi, nonché esaminare le parti posteriori della cavità nasale.
  • esame radiografico tridimensionale / TC del rinofaringe. I metodi di informatività superano in modo significativo la normale radiografia del rinofaringe, poiché ci consentono di determinare non solo le dimensioni, ma anche il rapporto tra la vegetazione adenoidea e altre strutture del rinofaringe (bocca dei tubi uditivi, choana, ecc.). Il carico di radiazioni è quasi 3 volte inferiore (0,009 m3) e la durata dello studio non è superiore a 2 minuti. Questo studio può essere condotto presso la clinica di Usacheva.

Trattamento di adenoidite

Il trattamento dell'adenoidite è generalmente diviso in conservativo e chirurgico. Il trattamento conservativo richiede ai genitori, prima di tutto, molta pazienza (è necessario insegnare al bambino ad abbaiare correttamente, a condurre un bagno della cavità nasale con lui a volte più volte al giorno!), Partecipazione alle procedure (arrossamento del naso con un medico ORL, fisioterapia, ecc.), Chiara attuazione di tutto prescrizioni del medico. Questo è ben lungi dall'essere un processo rapido, ma se i genitori e il medico agiscono contemporaneamente come una squadra unita, il risultato non tarderà ad arrivare! Ma ci sono casi in cui il trattamento conservativo è inefficace, quindi il medico prende una decisione sulla chirurgia e questo non dipende sempre dal grado di adenoidi. Molto spesso, le indicazioni per il trattamento chirurgico sono: completa assenza di respirazione nasale, otite media ricorrente (tubootite), apnea notturna, perdita dell'udito persistente.

“Se sono coinvolti nella risposta immunitaria, perché rimuoverli? Non c'è nulla di superfluo nel corpo! ”

In effetti, il tessuto adenoideo fa parte dell'anello linfoide della faringe, come menzionato sopra, ma solo una parte! È importante valutare il rapporto tra danno e beneficio per il corpo. Nel caso dell'adenoidite cronica, la tonsilla stessa diventa l'habitat e la riproduzione di microrganismi patogeni, che ovviamente non avvantaggia il bambino, e frequenti esacerbazioni portano ad un aumento delle dimensioni del tessuto adenoideo, causando malattie dell'orecchio in parallelo, con conseguente perdita dell'udito persistente.

"Se li rimuovi, cresceranno di nuovo!"

In questa fase dello sviluppo della medicina, questa opinione è errata. L'operazione di adenotomia viene eseguita in anestesia generale usando tecniche endoscopiche. Le moderne attrezzature consentono di rimuovere completamente il tessuto adenoideo sotto controllo visivo, garantendo così l'assenza di recidiva. Con un'adenotomia in anestesia locale, come precedentemente fatto ovunque, il rischio di adenotomia ripetuta è davvero elevato, poiché la maggior parte della tonsilla non viene rimossa la prima volta, causando una ricaduta.

Consiglio del medico

Come generalizzazione, voglio dire che la famosa battuta sul trattamento del raffreddore comune per 7 giorni e per una settimana non funziona con i bambini! Coloro che si riferiscono al comune raffreddore del bambino come "un normale moccio che passerà da soli" incontreranno molto spesso molte complicazioni in futuro. Pertanto, prima di consultare un medico ORL e iniziare un trattamento competente, maggiore è la probabilità che il problema adenoide ti aggiri!

Salute a te e ai tuoi figli!

Le informazioni per te sono state preparate da Vasilyeva Tatyana Vladimirovna, medico ORL. Sta ricevendo nell'edificio della clinica di Usacheva e nell'edificio dei bambini.

Sintomi e trattamento dell'adenoidite nei bambini: riconoscere e neutralizzare!

L'adenoidite nei bambini dai 3 ai 12 anni è molto comune: questo è uno dei problemi più comuni che i medici pediatrici ENT devono affrontare. Quanto sono pericolose le adenoidi nei bambini, da dove provengono, se devono essere curate ed è vero che la rimozione chirurgica delle adenoidi è l'unico modo per risolvere il problema?

Adenoidi: cos'è e perché si sviluppano nei bambini

Le tonsille faringee eccessivamente ricoperte eccessivamente sono chiamate adenoidi. Se le adenoidi si infiammano, questa condizione si chiama adenoidite. La tonsilla faringea è una piccola ghiandola che si trova sul retro della laringe ed è composta da diversi lobi. L'obiettivo di questo corpo, legato al sistema immunitario, è la produzione di linfociti, cellule coinvolte nella protezione del corpo da batteri e virus. Ma con la proliferazione patologica, la tonsilla faringea in sé diventa una minaccia per la salute.

Le adenoidi sono un tipico problema infantile. Nei bambini di età inferiore a 1-2 anni sono rari, come negli adolescenti. Il picco di incidenza si verifica nell'età da 3 a 10 anni.

Ci sono circa 27 casi di adenoidite per 1000 bambini.

Le adenoidi nei bambini si verificano per diversi motivi:

  • frequenti raffreddori e altre malattie infettive (morbillo, mononucleosi, rosolia, ecc.) che colpiscono le mucose del rinofaringe;
  • scarsa ecologia nell'area di residenza;
  • predisposizione genetica;
  • una tendenza alle reazioni allergiche e all'asma bronchiale: queste malattie sono presenti nel 65% dei bambini che soffrono di adenoidite;
  • alcune condizioni climatiche e microclimatiche avverse - contaminazione da gas, aria secca, presenza di una grande quantità di polvere - tutto ciò porta al fatto che le mucose si seccano e diventano particolarmente vulnerabili.

Il grado di sviluppo della malattia

Esistono diverse fasi di sviluppo delle adenoidi:

1 grado: la tonsilla cresce leggermente e copre circa un quarto del lume dei passaggi nasali. Il sintomo principale della malattia in questa fase è la respirazione nasale piuttosto difficile, specialmente di notte.

2 gradi: le adenoidi aumentano di dimensioni e chiudono i due terzi del lume. La respirazione nasale è significativamente difficile anche durante il giorno, di notte il bambino può russare, la sua bocca è sempre socchiusa.

Grado 3: la tonsilla blocca completamente il lume, rendendo assolutamente impossibile la respirazione nasale.

Sintomi di adenoidite nei bambini

Nelle prime fasi, è difficile notare le adenoidi nei bambini, i sintomi di questa malattia non sono specifici. I genitori o non li prestano affatto attenzione o credono che il bambino abbia un raffreddore comune. Ecco alcuni segni che dovresti prestare attenzione per identificare la malattia all'inizio:

  • difficoltà nella respirazione nasale, russare in un sogno;
  • pallore e letargia a causa della mancanza di aria e disturbi del sonno dovuti al russare;
  • violazione dell'olfatto;
  • il bambino deglutisce il cibo con difficoltà, spesso soffoca;
  • il bambino si lamenta della sensazione di un oggetto estraneo nel naso, tuttavia, quando soffia, non c'è fluido;
  • una voce calma, sorda, nel naso;
  • il bambino respira costantemente attraverso la bocca;
  • stanchezza e irritabilità costanti.

Se la tonsilla allargata si infiamma, ci sono evidenti segni di adenoidite:

  • calore;
  • naso che cola, che è difficile da trattare con gocce ordinarie;
  • debolezza, mal di testa, sonnolenza, perdita di appetito e nausea: ecco come si manifesta l'intossicazione generale, caratteristica di molte malattie infettive;
  • tosse cronica;
  • mal di gola, naso e orecchie, a volte una perdita significativa dell'udito.

Come trattare le adenoidi in un bambino

Poiché la presenza di adenoidi e la loro infiammazione sono molto facili da confondere con un raffreddore o un raffreddore comune, non dovresti provare a fare una diagnosi da solo e trattare il bambino con farmaci da banco a casa o in farmacia: possono dare un po 'di sollievo per un tempo molto breve, ma poi i sintomi torneranno. Nel frattempo, la malattia continuerà a svilupparsi. Non raggiungere il momento in cui le adenoidi bloccano completamente il lume nasale - consultare un medico al primo sospetto di adenoidi.

Al fine di effettuare una diagnosi accurata, il medico prescriverà un esame endoscopico, un esame del sangue e delle urine, in alcuni casi è necessaria una radiografia del rinofaringe.

Il trattamento delle adenoidi nei bambini, specialmente nelle prime fasi, prevede principalmente metodi conservativi. A 1 e 2 gradi dello sviluppo della malattia, la rimozione delle adenoidi nei bambini non è mostrata - in questa fase, la malattia può essere sconfitta con l'aiuto della terapia farmacologica e delle procedure di fisioterapia. La chirurgia è necessaria solo se nessun altro metodo per combattere l'adenoidite ha l'effetto desiderato.

Trattamento conservativo

Con le adenoidi, di solito viene prescritto un ciclo di antistaminici, immunomodulatori, complessi vitaminici e farmaci che attivano le difese dell'organismo. Le gocce nasali con componenti antinfiammatori e vasocostrittori aiuteranno ad alleviare l'infiammazione e faciliteranno la respirazione attraverso il naso (tuttavia, questi ultimi sono usati con cautela e non più di 3-5 giorni). Un buon risultato è il risciacquo del naso con acqua leggermente salata o soluzioni medicinali speciali.

Delle procedure fisioterapiche, l'elettroforesi farmacologica con ioduro di potassio, prednisone o nitrato d'argento, così come la terapia UHF, la magnetoterapia ad alta frequenza, il trattamento ultravioletto e le applicazioni di fango sono spesso prescritte.

Anche la ginnastica respiratoria è importante: con le adenoidi, il bambino si abitua a respirare con la bocca e deve ri-sviluppare l'abitudine di respirare attraverso il naso.

Di solito, la combinazione di questi metodi è sufficiente per curare l'adenoidite. Tuttavia, in alcuni casi, soprattutto se la malattia ha già raggiunto lo stadio 3 e non risponde al trattamento conservativo, viene prescritta la rimozione chirurgica delle adenoidi.

Rimozione di adenoidi nei bambini (adenotomia)

Nelle cliniche moderne, la rimozione delle adenoidi nei bambini è un'operazione semplice e meno traumatica, ma comunque se puoi farne a meno, il medico proverà ad andare in quel modo.

Le indicazioni per la rimozione delle adenoidi nei bambini sono: inefficacia del farmaco e della fisioterapia, grave difficoltà a respirare attraverso il naso, che porta a raffreddori persistenti, otite media frequente e perdita dell'udito. L'operazione ha anche controindicazioni: non viene eseguita per patologie della struttura del palato, alcune malattie del sangue, cancro o sospetto cancro, malattie infiammatorie acute (devono essere prima curate), entro 30 giorni dopo qualsiasi vaccinazione e bambini sotto i 2 anni.

La rimozione di adenoidi nei bambini viene eseguita in un ospedale in anestesia locale o generale. Esistono diversi modi per eseguire questa operazione..

Con il metodo di aspirazione, le adenoidi vengono rimosse utilizzando una pompa a vuoto con un ugello speciale e con il metodo endoscopico, utilizzando un endoscopio rigido (questa operazione viene eseguita in anestesia generale). Un microdebrider, a volte chiamato rasoio, viene utilizzato anche per rimuovere le adenoidi. Il periodo di riabilitazione dopo tali metodi dura circa 2 settimane..

Il metodo più moderno e meno traumatico è la rimozione laser delle adenoidi. Le tonsille sono tagliate da un raggio laser diretto e i vasi sanguigni sono cauterizzati, il che elimina il rischio di sanguinamento e infezione. Anche il periodo di riabilitazione con rimozione laser delle adenoidi è significativamente ridotto.

L'intera operazione non richiede più di 15 minuti ed è un intervento abbastanza semplice, le cui complicazioni sono molto rare. Tuttavia, questa è ancora un'operazione chirurgica con tutti i rischi associati e deve essere eseguita in una clinica comprovata.

Lo taglieremo? Perché non correre per rimuovere le adenoidi

Il nostro esperto - otorinolaringoiatra, pediatra, blogger medico Ivan Leskov.

Virus e germi entrano nel nostro corpo principalmente attraverso il naso o la bocca. E chi incontra questi alieni all'ingresso? In bocca ci sono tonsille palatine (ma ora non si tratta di loro), ma dietro il naso, in fondo, ci sono le tonsille faringee (adenoidi). Se sono sani, l'attacco degli alieni non è terribile per il corpo e questa invasione causerà solo un leggero naso che cola, ma l'infezione non andrà oltre. Un'altra cosa è se la scarsa ecologia, allergie, ereditarietà e raffreddori frequenti hanno portato alla proliferazione patologica delle adenoidi. In questo caso, la "guardia" non può più far fronte al suo compito - e quindi la "fortezza" potrebbe cadere.

Il luogo di incontro non può essere modificato

Tutto il tessuto linfoide nel nostro corpo ha una funzione di barriera protettiva, che include anche i linfonodi e alcune altre piccole tonsille. Tutti formano un anello linfoide - la linea della prima difesa, per così dire. Ma le adenoidi sono i nostri principali difensori, perché respiriamo principalmente attraverso il naso. Inoltre, questi organi hanno un'altra importante funzione. Dall'età di due anni prendono parte alla formazione del sistema immunitario. Dopotutto, affinché l'immunità abbia inizio la lotta contro un particolare microbo, deve, come si dice, conoscere di persona il nemico. E le adenoidi sono solo il luogo di incontro perfetto con i patogeni. Pertanto, sbarazzarsi di tali importanti "agenti" in anticipo è estremamente indesiderabile. E fino a tre anni, le adenoidi non dovrebbero essere rimosse se possibile. A proposito, a partire dall'adolescenza, quando si è già verificata la formazione di base dell'immunità, le adenoidi iniziano a diminuire e nella maggior parte degli adulti si atrofizzano completamente. Pertanto, potrebbe essere meglio aspettare.

Forse troppo grande?

Ma c'è un altro estremo, quando i genitori agitano la mano sul problema - beh, nulla passerà con l'età! E non effettuare trattamenti. E il fatto che il bambino cammini costantemente con il naso bloccato, russa di notte: non succede nulla. Naturalmente, non vale la pena farlo, perché le adenoidi troppo cresciute non solo interferiscono con la respirazione attraverso il naso, ma possono portare all'arresto respiratorio nel sonno (sindrome dell'apnea), che in primo luogo danneggia tutto il corpo e il cervello del bambino. Un naso senza respiro fa rimanere il bambino con la bocca aperta (il cosiddetto viso adenoide), e questo porta a un cambiamento nello scheletro facciale, alla formazione di una malocclusione, a problemi di logopedia e al naso nasale. Inoltre, le adenoidi ingrossate situate vicino alle orecchie bloccano il tratto uditivo e quindi aumentano il rischio di otite media frequente e perdita dell'udito. Alcuni ricercatori associano l'ipertrofia adenoidea allo sviluppo di emicrania, febbre da fieno e persino a bagnare il letto. Inoltre, l'aspettativa gestione delle adenoidi troppo cresciute è piena dello sviluppo della rinite vasomotoria in età adulta. Dovrei elencare altre complicazioni per capire che non dovresti lasciare tutto così com'è?

Il malato non si fermerà?

Non sorprende che i genitori, spaventati dalle formidabili conseguenze dell'aumento delle adenoidi nei bambini, rispondano facilmente e volentieri all'offerta dei medici ORL per rimuovere questa fonte di problemi. Soprattutto se le adenoidi sono enormi, di secondo o terzo grado, e a causa loro il bambino, secondo il medico, non uscirà dalla SARS.

Perché non fidarsi ciecamente di tali specialisti? Sì, perché la SARS frequente e le adenoidi ingrandite non sono correlate. Non è un caso che i medici trovino un'ampia varietà di virus nei lavaggi delle adenoidi, anche se il bambino era completamente sano in quel momento. E la vera causa di frequenti malattie è al centro di un'infezione batterica dormiente nel corpo. E in questo caso, la rimozione delle adenoidi non risolverà il problema. È necessario cercare e trattare questo particolare focus.

Perché i medici ENT amano così tanto rimuovere le adenoidi? Ci sono molte ragioni. In primo luogo, sono stati insegnati in quel modo. In secondo luogo, l'attività chirurgica di un medico è ancora considerata abilità professionale e un segno di abilità. Non sorprende nemmeno oggi in America che vengano eseguite 2 milioni di adenotomie all'anno. E infine, il lato materiale del problema è importante. Anche ai tassi dell'assicurazione medica obbligatoria per questa operazione, la clinica riceve 15-20 mila rubli. E a pagamento, l'intervento viene effettuato per 45-60 mila rubli.

Rimuovere prima l'infiammazione

Un altro punto importante per cui non dovresti correre all'operazione è che le adenoidi in un bambino possono essere aumentate non da sole, ma a causa di una recente malattia virale. O una serie di raffreddori frequenti. Pertanto, l'ENT non deve essere contattato immediatamente dopo l'infezione virale respiratoria acuta, ma 2-3 settimane dopo il recupero. Se non c'è traccia di infezione nel corpo, ma le adenoidi sono ancora grandi e ostruiscono persistentemente la respirazione nasale, causando le complicazioni già elencate, quindi sì, dovranno essere rimosse. Ma solo dopo che l'infiammazione viene soppressa.

È necessario trattare in modo completo l'infiammazione delle adenoidi. Ci vorrà un ciclo di risciacquo farmacologico del rinofaringe e un ciclo di irrorazione locale di farmaci. Tuttavia, a causa della posizione scomoda delle adenoidi, è difficile fare tutto questo da soli, senza specialisti. Quindi è necessario un corso di fisioterapia (6-10 sessioni di quarzizzazione). A casa, puoi ancora instillare uno speciale farmaco antisettico nel naso del bambino. Un tempo era il collargol, e ora scende con un antibiotico e un desametasone. Questo deve essere fatto correttamente: il bambino dovrebbe sdraiarsi sulla schiena, la testa gettata dietro le narici nel soffitto. L'ingestione di antibiotici con adenoidi infiammati non funzionerà - in primo luogo, poiché l'infiammazione è spesso virale piuttosto che di natura batterica, e in secondo luogo, a causa della scarsa afflusso di sangue a questi organi, i farmaci semplicemente non raggiungono il destinatario.

Solo in anestesia generale!

Dal 1897, quando fu inventato da un adenot (coltello a forma di anello per rimuovere le adenoidi), e fino a poco tempo fa, questa operazione fu eseguita in modo piuttosto barbaro. Il bambino era legato a una sedia e, spruzzando un anestetico locale in bocca, il chirurgo, brandendo un coltello, tagliò le adenoidi allargate quasi al tatto. Ci sono voluti un paio di minuti, ma le impressioni dei giovani pazienti sono rimaste per tutta la vita. Inoltre, il successo dell'operazione era imprevedibile: infatti, se almeno una parte del tessuto linfoide rimaneva intatta, le adenoidi presto ricrescevano.

Oggi, le adenoidi di tutto il mondo vengono solitamente rimosse in anestesia e solo per via endoscopica (sotto il controllo della visione). Grazie a ciò, il rischio di ricaduta viene praticamente eliminato. E il paziente non soffre di traumi psicologici. Anche la tecnica operativa è cambiata. Le adenoidi non vengono tagliate, ma schiacciate da un dispositivo speciale - un rasoio - e vengono estratte con l'aiuto di un'aspirazione sotto forma di muco. Ci vogliono dai 20 ai 40 minuti..

Adenoidi nei bambini di cosa si tratta

Le adenoidi sono una malattia abbastanza comune che si verifica con la stessa frequenza sia nelle ragazze che nei ragazzi dai 3 ai 10 anni (qui sono possibili piccole deviazioni dalla norma di età). Di norma, i genitori di tali bambini devono spesso "sedersi in congedo per malattia", che di solito diventa la ragione per andare dai medici per un esame più dettagliato. Quindi viene rilevata l'adenoidite, poiché la diagnosi può essere fatta solo da un otorinolaringoiatra - all'esame di altri specialisti (incluso il pediatra) il problema non è visibile.

Adenoidi: che cos'è?

Le adenoidi sono le tonsille faringee situate nel rinofaringe. Viene assegnata una funzione importante: protegge il corpo dalle infezioni. Durante il periodo di lotta, i suoi tessuti crescono e, dopo il recupero, normalmente ritornano alle loro dimensioni precedenti. Tuttavia, a causa di malattie frequenti e protratte, la tonsilla nasofaringea diventa patologicamente grande, e in questo caso la diagnosi è "ipertrofia adenoidea". Se oltre all'infiammazione, la diagnosi suona già come "adenoidite".

Le adenoidi sono un problema raro negli adulti. Ma i bambini soffrono della malattia abbastanza spesso. Il punto è l'imperfezione del sistema immunitario dei giovani organismi che, durante il periodo di infezione, lavora con un carico maggiore.

Cause di adenoidi nei bambini

Le seguenti cause di adenoidi nei bambini sono le più comuni:

  • “Eredità” genetica: una predisposizione alle adenoidi viene trasmessa geneticamente ed è determinata in questo caso da patologie nel dispositivo dei sistemi endocrino e linfatico (ecco perché nei bambini che soffrono di adenoidite problemi associati come riduzione della funzione tiroidea, eccesso di peso, letargia, apatia, ecc. d.).
  • Gravidanza, parto difficile - malattie virali subite dalla futura madre nel primo trimestre, assunzione di farmaci tossici e antibiotici durante questo periodo, ipossia fetale, asfissia del bambino e trauma durante il parto - tutto ciò, secondo i medici, aumenta le possibilità di che il bambino verrà successivamente diagnosticato con adenoidi.
  • Caratteristiche in tenera età - in particolare l'alimentazione di un bambino, disturbi alimentari, abuso di dolci e conservanti, malattie del bambino - in tenera età tutto ciò influisce anche sull'aumento del rischio di adenoidite in futuro.

Inoltre, le possibilità di insorgenza della malattia sono aumentate da condizioni ambientali avverse, un'allergia nella storia del bambino e dei suoi familiari, un'immunità debole e, di conseguenza, frequenti virali e raffreddori.

Sintomi di adenoidi nei bambini

Al fine di consultare un medico in tempo, quando è ancora possibile trattare in modo conservativo senza intervento chirurgico che traumatico la psiche del bambino, è necessario avere una chiara comprensione dei sintomi delle adenoidi. Possono essere i seguenti:

  • Mancanza di respiro è il primo e sicuro segno quando un bambino respira costantemente o molto spesso attraverso la bocca;
  • Un naso che cola, che disturba costantemente il bambino, e lo scarico si distingue per un carattere sieroso;
  • Il sonno è accompagnato da russare e annusare, possibilmente asfissia o apnea;
  • Rinite frequente e tosse (a causa del drenaggio di scarico sulla parete posteriore);
  • Problemi con l'apparecchio acustico - otite media frequente, deterioramento della funzione uditiva (poiché il tessuto in crescita blocca le aperture dei tubi uditivi);
  • La voce cambia - diventa rauco e nasale;
  • Frequenti malattie infiammatorie del sistema respiratorio, seni - sinusite, polmonite, bronchite, tonsillite;
  • Ipossia derivante dalla carenza di ossigeno a causa della costante difficoltà a respirare e il cervello è principalmente interessato (questo è il motivo per cui le adenoidi negli scolari causano anche una riduzione del rendimento scolastico);
  • Patologia nello sviluppo dello scheletro facciale - a causa della bocca costantemente aperta, si forma uno specifico viso "adenoide": espressione facciale indifferente, malocclusione, allungamento e restringimento della mascella inferiore;
  • Deformazione del torace - un decorso prolungato della malattia porta ad un appiattimento o persino al cavo del torace a causa della profondità d'ispirazione;
  • Anemia: si verifica in alcuni casi;
  • Segnali dal tratto digestivo - perdita di appetito, diarrea o costipazione.

Tutte le condizioni di cui sopra sono segni di adenoidi ipertrofiche. Se per qualche motivo si infiammano, si verifica l'adenoidite e i suoi sintomi possono essere i seguenti:

  • aumento della temperatura;
  • debolezza;
  • linfonodi ingrossati.

Diagnosi di adenoidi

Ad oggi, oltre all'esame standard di un medico ORL, esistono altri metodi per riconoscere le adenoidi:

  • L'endoscopia è il metodo più sicuro ed efficace che ti consente di vedere lo stato del rinofaringe sullo schermo di un computer (una condizione è l'assenza di processi infiammatori nel corpo del soggetto, altrimenti l'immagine sarà inaffidabile).
  • Radiografia: consente di trarre conclusioni accurate sulla dimensione delle adenoidi, ma presenta anche degli svantaggi: carico di radiazioni sul corpo di un piccolo paziente e basso contenuto di informazioni in presenza di infiammazione nel rinofaringe.

In precedenza, veniva utilizzato anche il cosiddetto metodo di ricerca sulle dita, ma oggi questo esame molto doloroso non viene praticato..

Gradi di adenoidi

I nostri medici distinguono i tre gradi della malattia, a seconda delle dimensioni della tonsilla. In alcuni altri paesi, esiste anche un 4 ° grado di adenoide, caratterizzato da un blocco completo dei passaggi nasali da parte del tessuto connettivo. Lo stadio ENT della malattia viene determinato durante l'esame. Ma la radiografia fornisce i risultati più accurati..

  • 1 grado di adenoidi - in questa fase dello sviluppo della malattia, il tessuto blocca circa 1/3 della parte posteriore dei passaggi nasali. In questo caso, il bambino, di norma, non presenta particolari problemi respiratori durante il giorno. Di notte, quando le adenoidi si gonfiano leggermente a causa del flusso di sangue verso di loro, il paziente può respirare attraverso la bocca, annusare o russare. Tuttavia, in questa fase, la rimozione non è ancora in discussione. Ora la massima possibilità è di affrontare il problema in modo conservativo.
  • 1-2 gradi di adenoidi: questa diagnosi viene fatta quando il tessuto linfoide blocca più di 1 3, ma meno della metà della parte posteriore dei passaggi nasali.
  • Adenoidi di grado 2 - le adenoidi in questo caso coprono già oltre il 60% del lume del rinofaringe. Il bambino non può più respirare normalmente durante il giorno - la sua bocca è costantemente aperta. I problemi del linguaggio iniziano - diventa illeggibile, appare nasale. Tuttavia, il grado 2 non è ancora considerato un'indicazione per un intervento chirurgico.
  • Adenoidi di grado 3: in questa fase, il lume del rinofaringe è quasi completamente bloccato dal tessuto connettivo invaso. Il bambino sta vivendo un vero tormento, non riesce a respirare attraverso il naso già di giorno o di notte.

complicazioni

Adenoidi: una malattia che deve essere controllata da un medico. Dopotutto, avendo assunto dimensioni ipertrofiche, il tessuto linfoide, il cui scopo iniziale è proteggere il corpo dalle infezioni, può causare gravi complicazioni:

  • Problemi di udito: i tessuti troppo cresciuti bloccano parzialmente il condotto uditivo.
  • Allergie: le adenoidi sono un mezzo ideale per la riproduzione di batteri e virus, che a sua volta crea uno sfondo favorevole per le allergie.
  • Perdita di prestazioni, compromissione della memoria - tutto ciò è dovuto alla carenza di ossigeno nel cervello.
  • Sviluppo del linguaggio improprio: questa complicazione comporta uno sviluppo patologico dovuto alla bocca costantemente aperta dello scheletro facciale, che interferisce con la normale formazione dell'apparato vocale.
  • Otite media frequente: le adenoidi bloccano le aperture dei tubi uditivi, il che contribuisce allo sviluppo del processo infiammatorio, aggravato, inoltre, dal difficile deflusso della secrezione infiammatoria.
  • Raffreddori e malattie infiammatorie costanti del tratto respiratorio: il deflusso di muco con adenoidi è difficile, ristagna e, di conseguenza, lo sviluppo di un'infezione che tende a scendere.
  • Bagnare il letto.

Un bambino con diagnosi di "adenoidi" non dorme bene. Si sveglia di notte con il soffocamento o la paura del soffocamento. Tali pazienti spesso non sono in vena di coetanei. Sono irrequieti, ansiosi e letargici. Pertanto, quando compaiono i primi sospetti di adenoidi, in nessun caso dovresti rimandare una visita all'otorinolaringoiatra.

Trattamento delle adenoidi nei bambini

Esistono due tipi di trattamento per la malattia: chirurgica e conservativa. Quando possibile, i medici cercano di evitare un intervento chirurgico. Ma in alcuni casi non puoi farne a meno.

Il metodo prioritario oggi è ancora il trattamento conservativo, che può includere le seguenti misure in combinazione o separatamente:

  • Terapia farmacologica - l'uso di farmaci, prima dell'uso che deve essere preparato il naso: sciacquarlo accuratamente, pulizia del muco.
  • Laser: è un metodo abbastanza efficace per combattere la malattia, aumentare l'immunità locale e ridurre il gonfiore e l'infiammazione del tessuto linfoide.
  • Fisioterapia - elettroforesi, UHF, UFO.
  • L'omeopatia è il metodo più sicuro conosciuto che si abbina bene con il trattamento tradizionale (sebbene l'efficacia del metodo sia molto individuale - aiuta qualcuno bene, qualcuno debolmente).
  • Climatoterapia: il trattamento in sanatori specializzati non solo inibisce la crescita del tessuto linfoide, ma ha anche un effetto positivo sul corpo dei bambini nel suo complesso.
  • Ginnastica respiratoria, nonché speciale massaggio del viso e del collo.

Tuttavia, sfortunatamente, non è sempre possibile affrontare il problema in modo conservativo. Le indicazioni per l'operazione possono essere identificate come segue:

  • Una grave violazione della respirazione nasale, quando il bambino respira sempre attraverso il naso e l'apnea si verifica periodicamente di notte (tutto ciò è caratteristico per le adenoidi di grado 3 ed è molto pericoloso, perché tutti gli organi soffrono di mancanza di ossigeno);
  • Lo sviluppo di otite media escudativa, che comporta una diminuzione della funzione uditiva;
  • Patologia maxillo-facciale causata dalla proliferazione di adenoidi;
  • La degenerazione del tessuto in una formazione maligna;
  • Più di 4 ripetizioni di adenoidite all'anno durante la terapia conservativa.

Tuttavia, ci sono una serie di controindicazioni all'operazione per rimuovere le adenoidi. Questi includono:

  • Malattie gravi del sistema cardiovascolare;
  • Malattie del sangue
  • Tutte le malattie infettive (ad esempio, se il bambino era malato di influenza, l'operazione può essere eseguita non prima di 2 mesi dopo il recupero);
  • Asma bronchiale;
  • Gravi reazioni allergiche.

Quindi, un'operazione per rimuovere le adenoidi (adenectomia) viene eseguita solo se il bambino è in piena salute, dopo che sono stati eliminati i minimi segni di infiammazione. In questo caso, l'anestesia è obbligatoria - locale o generale. Dovrebbe essere chiaro che l'operazione è una sorta di indebolimento del sistema immunitario di un piccolo paziente. Pertanto, per molto tempo dopo l'intervento, deve essere protetto dalle malattie infiammatorie. Il periodo postoperatorio è necessariamente accompagnato dalla terapia farmacologica, altrimenti esiste il rischio di ricrescita dei tessuti.

Molti genitori, anche con indicazioni dirette per l'adenectomia, non sono d'accordo con l'operazione. Motivano la loro decisione dal fatto che la rimozione di adenoidi minerà irreversibilmente l'immunità del loro bambino. Ma non è così. Sì, la prima volta dopo l'intervento, le difese saranno significativamente indebolite. Ma dopo 2-3 mesi tutto tornerà alla normalità - altre tonsille assumeranno le funzioni delle adenoidi rimosse.

La vita di un bambino con adenoidi ha le sue caratteristiche. Ha bisogno di visitare periodicamente un medico ORL, più spesso di altri bambini per fare una toilette al naso, per evitare raffreddori e malattie infiammatorie, prestare particolare attenzione al rafforzamento dell'immunità. La buona notizia è che, molto probabilmente, entro 13-14 anni il problema scomparirà. Con l'età, c'è una graduale sostituzione del tessuto linfoide con il tessuto connettivo e la respirazione nasale viene ripristinata. Ma questo non significa che tutto possa essere lasciato al caso, perché se non trattate e controllate le adenoidi, allora complicazioni gravi e spesso irreversibili non vi faranno aspettare..

adenoiditi

Informazione Generale

L'adenoidite occupa una posizione di leader nella struttura delle malattie ORL nella pratica pediatrica. Le adenoidi si formano a seguito della proliferazione del tessuto linfoide della tonsilla nasofaringea. Ogni persona ha adenoidi e svolgono una funzione protettiva se non crescono e si infiammano. Oggi, il termine "adenoidi" si riferisce precisamente alle adenoidi infiammate, da cui vi sono più danni che benefici per il corpo e l'immunità.

A cosa servono le adenoidi??

Le adenoidi sono un organo immunitario la cui funzione principale è quella di proteggere dalle infezioni. Il tessuto linfoide produce speciali cellule immunitarie - i linfociti, che distruggono i patogeni. Durante la lotta contro l'infezione, le adenoidi aumentano di dimensioni. Con adenoidite cronica, le tonsille rinofaringee sono costantemente infiammate e sono al centro di un'infezione cronica. Codice ICB-10 - J35.2.

patogenesi

L'adenoidite è iperplasia linfocitica-linfoblastica, che è una conseguenza dell'eccessiva attività funzionale della tonsilla faringea con frequenti malattie infettive e allergie. La malattia si forma con processi immunitari imperfetti nei bambini.

Classificazione

Esistono diverse classificazioni dell'infiammazione delle tonsille rinofaringee, a seconda della gravità dei sintomi, della durata del decorso, delle caratteristiche cliniche e morfologiche. Questa divisione della malattia in varie forme è dovuta a diversi regimi di trattamento..

In base alla durata del corso, ci sono:

  • Acuta. Gli episodi di infiammazione delle adenoidi durano fino a due settimane e si ripetono non più di 3 volte all'anno. La durata del processo infiammatorio è di 5-10 giorni. La malattia si sviluppa acutamente sullo sfondo di infezioni infantili o SARS.
  • Subacuta. Molto spesso è una conseguenza di un processo acuto non trattato. È registrato principalmente nei bambini con tonsille faringee ipertrofiche. In media, il processo dura 20-25 giorni e gli effetti residui sotto forma di temperatura subfebrile possono essere registrati fino a un mese.
  • Cronica. La malattia dura più di un mese e ricorre più di 4 volte l'anno. Gli agenti causali del processo infiammatorio sono unità virali e batteri. Vengono registrate sia l'epifaringite cronica inizialmente diagnosticata che l'adenoidite che si sviluppano sullo sfondo di una terapia inadeguata della fase subacuta.

Le principali forme di adenoidite cronica, a seconda dei cambiamenti morfologici nel parenchima tonsillare:

  • Edema-catarrali. Con un'esacerbazione della malattia, la tonsilla si gonfia notevolmente, viene attivata una reazione infiammatoria nella tonsilla. Il quadro clinico è accompagnato da manifestazioni e sintomi catarrali..
  • Sieroso-essudativa. Questa opzione è caratterizzata da un grande accumulo di microflora patogena e masse purulente in profondità nel parenchima. Tutto ciò porta al gonfiore e all'allargamento delle tonsille..
  • Mucopurulenta. Vi è un rilascio continuo di muco ed essudato purulento in grandi quantità. Parallelamente, viene registrato un aumento del volume del tessuto adenoideo.

Esistono 3 gradi di gravità della malattia, a seconda dei sintomi clinici esistenti e delle condizioni generali del paziente:

  • Compensata. È considerata una normale risposta fisiologica del corpo alla penetrazione di agenti infettivi. Il deterioramento delle condizioni del paziente può essere completamente assente o non molto pronunciato. Le violazioni della respirazione nasale e del russare vengono periodicamente registrate..
  • Subcompensated. La sintomatologia della malattia aumenta gradualmente, si registra un'intossicazione sistemica generale, che corrisponde all'epifaringite acuta. Con una terapia inadeguata o in sua assenza, la malattia entra nella fase di scompenso.
  • Scompensata. La tonsilla faringea non è in grado di svolgere le sue funzioni e si trasforma in un centro di infezione cronica. La sintomatologia della malattia sembra luminosa, l'immunità locale è completamente assente.

Le cause

Quali fattori formano un'adenoide?

  • Eredità. Se i genitori hanno sofferto di questo disturbo durante l'infanzia, allora la probabilità che un bambino incontri questo problema è molto alta.
  • La presenza di processi infiammatori nella gola, nella faringe e nella cavità nasale. Malattie come tonsillite, scarlattina, morbillo, pertosse e altre infezioni virali respiratorie provocano la crescita del tessuto linfoide.
  • Nutrizione impropria L'eccesso di cibo è particolarmente negativo.
    Immunodeficienza congenita o acquisita, tendenza a risposte allergiche.
  • Esposizione a lungo termine del bambino nell'aria con proprietà non ottimali (polveroso, secco, con impurità, con un eccesso di prodotti chimici domestici, ecc.).

Sintomi di adenoidite

I sintomi dell'adenoidite si sviluppano gradualmente. Il compito dei genitori è rilevare tempestivamente i problemi del sistema respiratorio di un bambino e consultare uno specialista per una consultazione completa e prescrivere un trattamento adeguato.

Adenoidite acuta nei bambini, sintomi

Le prime manifestazioni della malattia sono sensazioni di graffio e solletico nelle sezioni nasali profonde. Abbastanza spesso c'è respirazione rumorosa durante il sonno. In casi più avanzati, si nota un russare notturno pronunciato e il sonno diventa superficiale e irrequieto. In assenza di un trattamento tempestivo, i disturbi respiratori nasali sono già registrati durante il giorno e le secrezioni mucose lasciano il naso. Appare una tosse parossistica improduttiva o secca, che aggrava di notte e al mattino.

In futuro, i sintomi aumentano, si manifesta la sindrome da intossicazione - la temperatura corporea sale a 37,5-39 gradi Celsius, c'è debolezza generale, aumento della sonnolenza, mal di testa diffuso. I pazienti lamentano mancanza di appetito. Le parestesie sorte in precedenza si trasformano gradualmente in dolori pressanti di natura opaca senza una chiara localizzazione, che si intensificano con l'atto di deglutire. La secrezione di muco dal naso aumenta, appare un'impurità purulenta.

La funzione di drenaggio dei tubi uditivi è disturbata, appare dolore alle orecchie, si registra una perdita dell'udito conduttiva. Il paziente smette di respirare attraverso il naso ed è costretto a rimanere con la bocca aperta. La voce cambia a causa dell'otturazione del coro: diventa nasale.

Nei casi più avanzati, a causa dell'ipossia cronica, iniziano a formarsi sintomi neurologici: il bambino diventa apatico, letargico, la sua memoria e attenzione peggiorano, inizia a rimanere indietro rispetto ai suoi coetanei nello sviluppo. Il cranio facciale cambia forma in base al tipo di "faccia adenoide": il palato duro diventa alto e stretto, flussi di saliva eccessivamente sviluppati dall'angolo della bocca. Gli incisivi superiori si gonfiano in avanti, il morso è distorto e le pieghe nasolabiali sono levigate.

Test e diagnostica

La diagnosi viene fatta in base ai risultati dell'anamnesi, ai reclami dei pazienti, ai risultati dei metodi di esame fisico e strumentale. Un ruolo ausiliario è svolto da test di laboratorio che consentono di chiarire l'eziologia della malattia e selezionare un regime di trattamento adeguato.

Il programma diagnostico per l'adenoidite comprende:

Esame fisico. Quando si esamina un paziente, la natura della respirazione nasale, della parola e della voce è degna di nota. Rilevato nasale chiuso, completa mancanza di respiro attraverso il naso. I linfonodi durante la palpazione possono essere ingranditi, ma indolori (gruppi cervicali occipitali, sottomandibolari, anteriori e posteriori).

Mesopharyngoscopy Quando si esamina la faringe, una grande quantità di colore giallo chiaro o giallo-verde staccabile attira l'attenzione, che scorre lungo la parete posteriore iperemica ed edematosa della faringe. Dopo un attento esame, si osserva un arrossamento delle arcate palatine, un aumento delle creste faringee localizzate lateralmente e dei follicoli linfoidi.

Rinoscopia posteriore. Con questo metodo di esame, è possibile identificare una tonsilla iperemica, ingrandita, edematosa, che è completamente coperta da placca di fibrina. Le lacune visibili all'occhio sono piene di mucose essudative o masse purulente.

Esame di laboratorio. Con adenoidite batterica nella ROVERE, si osservano leucocitosi, uno spostamento della leucoformula verso neutrofili giovani e pugnalati. Con un'eziologia virale della malattia, la leucoformola nella ROVERE si sposta a destra, un aumento dell'ESR e il numero di linfociti.

Diagnostica delle radiazioni. Include la radiografia del rinofaringe in due proiezioni: diretta e laterale. Sulla radiografia è possibile vedere il tessuto linfoide ipertrofico della tonsilla faringea, che chiude i fori del coro. In casi avanzati, viene registrata la deformazione del palato duro e delle ossa della mascella superiore. La tomografia computerizzata dello scheletro facciale con contrasto consente una diagnosi differenziale con tumori e neoplasie.

Trattamento di adenoidite

La terapia dell'adenoidite è di eliminare il focus dell'infezione. Il trattamento tempestivo aiuta a prevenire la transizione della malattia in una forma cronica e non si diffonde alle strutture anatomiche adiacenti. A questo scopo, vengono prescritti farmaci sistemici e topici, vengono eseguite procedure fisioterapiche. Nei casi più gravi, con lo sviluppo di complicanze e la crescita della vegetazione adenoidea, è indicato un intervento chirurgico.

Il trattamento dell'adenoidite acuta nei bambini si basa su:

  • terapia antivirale;
  • terapia immunomodulatoria;
  • prendendo complessi vitaminici;
  • l'uso di agenti iposensibilizzanti;
  • prescrizione di farmaci antibatterici.

Il trattamento dell'adenoidite cronica nei bambini comprende la terapia di irrigazione, che si basa sull'uso di soluzione salina isotonica sterile, acqua di mare e soluzione salina isotonica. La terapia ha un effetto mucoregolatorio, antinfiammatorio e lieve antibatterico. Le soluzioni saline assicurano l'eliminazione delle strutture antigeniche dalla superficie della tonsilla.

Dr. Komarovsky aderisce alle sue tattiche di trattamento, che possono essere trovate nella relativa sezione..

L'adenoidite di grado 2 richiede l'uso aggiuntivo di corticosteroidi topici, gocce vasocostrittive, inalazione con antisettici e disinfettanti sotto forma di spray. L'adenoidite purulenta richiede la nomina di un antibiotico e, in casi avanzati, un intervento chirurgico.