Image

Tutto sulla vaccinazione DTP per i bambini

Nonostante il diffuso uso del vaccino DTP abbia praticamente salvato l'umanità dalle epidemie di pertosse, tetano e difterite, questo vaccino è ancora diffidente. E per una buona ragione: può causare reazioni post-vaccinazione piuttosto gravi e alcuni effetti collaterali (che, tuttavia, si verificano raramente) immergono i giovani genitori in shock e li costringono a chiamare un'ambulanza.

Cosa significa DTP??

L'interpretazione del termine medico è la seguente: vaccino adsorbito per pertosse-difterite-tetano. Ciò significa che una miscela di tre antigeni viene introdotta nel flusso sanguigno del bambino: pertosse, difterite e tetano. Tutti questi disturbi sono mortali per l'uomo..

Tetano

I medici chiamano il tetano una malattia infettiva, il cui agente causale è lo speciale batterio onnipresente Clostridium tetani, che può penetrare ferite aperte sulla superficie dell'epidermide o delle mucose di una persona. Il tetano è caratterizzato da febbre, disidratazione e crampi gravi, spesso fatali..

Difterite

La difterite è un'infezione acuta trasmessa sia da goccioline trasportate dall'aria che per contatto, causata dalla cosiddetta difterite bacillo - Corynebacterium diphtheriae. La malattia colpisce più spesso il tratto respiratorio (si forma un film fibrinoso sulle mucose).

Pertosse

La pertosse è una malattia infettiva, principalmente infantile, causata dal bastoncino di Bordetella pertussis, trasmessa da goccioline trasportate dall'aria. La malattia provoca una frequente tosse parossistica. Frequenti danni al muscolo cardiaco e ai polmoni, attacchi di asma, nei bambini - grave ipossia, encefalopatia e convulsioni.

Piano di vaccinazione DTP

Nonostante il fatto che la vaccinazione DTP sia una vaccinazione che molto spesso provoca effetti collaterali nei bambini, è assolutamente necessario farlo: in questo modo, è del tutto possibile che salverai la vita del tuo bambino o lo salverai dalla disabilità e da altre conseguenze di gravi infezioni.

DTP per bambini

I bambini piccoli vengono vaccinati quattro volte:

  • la prima volta - all'età di tre mesi;
  • la seconda volta - un mese e mezzo dopo quello precedente;
  • la terza volta - tre mesi dopo la prima;
  • quarta volta (rivaccinazione) - un anno e mezzo.

Si consiglia la vaccinazione obbligatoria contro la difterite, il tetano e la pertosse (ma non è necessaria) prima che il bambino arrivi all'asilo.

La rivaccinazione è raccomandata anche a 7 e 14 anni, per questo puoi già usare il vaccino senza il componente della pertosse (ADS).

DTP per adulti

Secondo il piano di vaccinazione raccomandato dall'OMS, la rivaccinazione con ADS deve essere effettuata una volta ogni 10 anni per l'intera popolazione adulta - a 24, 34, 44 anni, ecc..

Sfortunatamente, solo un quarto della popolazione adulta del nostro paese è a conoscenza di queste raccomandazioni e le aderisce e spesso "eseguono colpi di tetano" solo quando l'infezione è già avvenuta - con gravi lesioni dei tessuti molli, punture di animali.

La vaccinazione obbligatoria con DTP dell'intera popolazione durante il periodo sovietico ha praticamente eliminato le epidemie di difterite e tetano, e molti meno bambini hanno sofferto di pertosse (e la malattia era più facile che non vaccinata). Tuttavia, ai nostri giorni, molti di nuovo iniziano ad abbandonare i vaccini, il che provoca focolai di epidemie di infezioni pericolose.

Controindicazioni alla vaccinazione

I medici distinguono due gruppi di controindicazioni per la vaccinazione con il vaccino DTP:

  • Controindicazioni relative:
    1. ARI o ARVI recentemente trasferiti, nonché una esacerbazione delle allergie stagionali - motivi per posticipare il vaccino fino al completo recupero per evitare complicazioni.
    2. Disturbi neurologici: un motivo per posticipare la vaccinazione fino a un periodo di riposo (mancanza di progressione della neurologia).
  • Controindicazioni assolute:
    1. Malattia del SNC in corso.
    2. Sindrome convulsiva precedentemente presente tra alte temperature corporee.

In presenza di controindicazioni assolute, i bambini vengono vaccinati con il vaccino ADS, un'opzione pertosse che raramente provoca una reazione nei bambini.

Chi ha bisogno di essere vaccinato?

I pediatri raccomandano la vaccinazione obbligatoria dei bambini con i seguenti disturbi cronici gravi:

  • policistico;
  • asma bronchiale;
  • malattia epatica cronica;
  • malattie cardiache e vascolari;
  • malattia renale cronica;
  • neurologia in remissione.

Il fatto è che è improbabile un esito positivo con una possibile infezione da difterite, tetano o pertosse tra questi bambini: l'infezione può ucciderli o renderli profondamente disabili.

Quando è meglio posticipare la vaccinazione?

  • in caso di grave decorso di infezioni respiratorie acute, SARS;
  • durante altre gravi malattie;
  • con neurologia progressiva;
  • con una forte reazione alla dose precedente del vaccino.

In quest'ultimo caso, si consiglia ai pediatri di acquistare un analogo del vaccino domestico - Pentaxim. Un farmaco estraneo non provoca effetti collaterali a causa della sostituzione del componente a cellule intere della pertosse con privo di cellule ed è ben tollerato dai bambini.

Vaccinazione DTP: effetti collaterali

Durante un esame tradizionale da parte di un pediatra prima della vaccinazione, i medici avvertono spesso le madri che devono monitorare il bambino per almeno 24 ore dopo la vaccinazione - è durante questo periodo che si sviluppa il 99% delle reazioni.

Le conseguenze della vaccinazione DTP possono essere:

  • Febbre in un bambino. È considerata una risposta immunitaria completamente normale agli anticorpi estranei, un pediatra o un'infermiera nella sala di trattamento molto probabilmente ti avvertirà di questo. Quando la temperatura supera i 38,5 ° C, è necessario somministrare al bambino un farmaco antipiretico. Quale - chiedi al tuo medico, prescriverà anche un dosaggio corrispondente all'età e al peso del bambino. Se la reazione si è rivelata inaspettatamente forte e la temperatura sale a 39 ° C e oltre, le convulsioni si sono unite - chiama un'ambulanza, è meglio trattare tali complicazioni sotto la supervisione di medici esperti.
  • Disturbi del sonno nel bambino associati a prurito e disagio nella zona di iniezione, nonché funzionalità neurologiche. Se il bambino ha un infortunio alla gamba dopo DTP (potrebbe zoppicare leggermente il primo giorno, “prendersi cura di esso”), lubrificare il sito di iniezione con unguento (è possibile ottenere in anticipo una prescrizione dal pediatra).
  • Letargia, mancanza di appetito: anche questa è una normale reazione del corpo. Non caricare il bambino, lascialo sdraiarsi da solo - presto passerà il periodo acuto.
  • Lacrime, briciole d'ansia.
  • Densificazione e arrossamento dell'anca nel sito di iniezione. Se non sanguina o prude, il suo diametro è inferiore a 2-3 cm - questa è la norma. Una dimensione del punto in costante crescita superiore a 3 cm è un'occasione per consultare un medico. Attenzione! L'iniezione non può essere riscaldata, graffiata e sfregata! Pulire il sito di iniezione con alcool se necessario..
  • Tosse, naso che cola e altri sintomi di infezioni virali respiratorie acute che si verificano dopo la vaccinazione non sono le conseguenze della vaccinazione, ma indicano una debole immunità del bambino. Inoltre, nella clinica, che viene spesso portata per l'esame dei bambini malati, è facile prendere un'infezione.

Gravi complicanze dopo DTP

I seguenti sintomi sono molto rari, ma i genitori dovrebbero esserne consapevoli ed essere pronti a portare immediatamente il bambino in ospedale se si verificano:

  • Una sindrome urlante penetrante (si verifica nei bambini di età inferiore ai sei mesi) è una complicanza neurologica estremamente rara dopo la vaccinazione. È caratterizzato da un grido acuto e penetrante di bambini, che dura per ore. Porta immediatamente il bambino da uno specialista!
  • La sindrome convulsiva è più comune ed è accompagnata da una temperatura corporea elevata, che è molto pericolosa. A volte i bambini perdono conoscenza a causa di convulsioni.
  • Esacerbazione o prime manifestazioni di malattie croniche (diatesi, asma bronchiale, ecc.).

Cosa fare dopo la vaccinazione?

Per prevenire e alleviare le conseguenze della vaccinazione di un bambino, i genitori dovrebbero comportarsi come segue:

  1. Un paio d'ore dopo la vaccinazione DTP, al bambino può essere somministrata la dose di un antipiretico raccomandata dal pediatra.
  2. Di notte, dai al bambino un antistaminico (il pediatra prescriverà il nome e il dosaggio in base alla sua età, peso e caratteristiche dello sviluppo).
  3. Di notte, se possibile, vai dal bambino a controllare come dorme. Sarebbe l'ideale trascorrere la notte in un letto.
  4. Dai più drink possibile: offri a tuo figlio i tuoi drink preferiti (gelatina, succhi di frutta, composta, tè dolce).
  5. Non introdurre nuove poppate nel bambino entro 10-14 giorni dalla vaccinazione.
  6. Se il bambino è allattato al seno, alla madre è vietato mangiare nuovi cibi e bevande, se possibile, si raccomanda di escludere potenziali allergeni per almeno 3-4 giorni.
  7. Evitare il contatto con estranei per due o tre giorni dopo la vaccinazione DTP: l'immunità del bambino è debole, può facilmente contrarre un'infezione.
  8. Ventilare spesso il vivaio.
  9. Fai una passeggiata all'aria aperta (se non c'è temperatura).

Calendario delle vaccinazioni per bambini: tempistica e caratteristiche della vaccinazione

Vaccinazioni per bambini: un argomento rilevante per i genitori, forse, fino a quando il bambino non cresce. I medici sono convinti che la vaccinazione salvi neonati e adolescenti da molti problemi di salute, ma madri e padri irrequieti sono spesso diffidenti nei confronti di questo tipo di prevenzione. Come evitare gli effetti collaterali delle vaccinazioni, ma allo stesso tempo formare una forte immunità nel bambino? Parliamo di questo in modo più dettagliato in questo articolo..

Tipi di vaccinazioni e tassi di vaccinazione in Russia

La vaccinazione comporta l'arricchimento mirato dell'immunità con informazioni su microrganismi pericolosi che non ha mai incontrato in precedenza. Quasi tutte le infezioni lasciano un segno peculiare nel corpo: il sistema immunitario continua a ricordare il nemico "in faccia", quindi un nuovo incontro con l'infezione non si trasforma più in un malessere. Ma molte malattie - specialmente durante l'infanzia - sono piene non solo di sintomi spiacevoli, ma anche di complicazioni di salute che possono lasciare un'impronta sull'intera vita futura di una persona. Ed è molto più ragionevole, invece di acquisire tale esperienza in "condizioni di combattimento", rendere la vita più facile per un bambino che usa un vaccino.

La vaccinazione è una preparazione farmaceutica contenente particelle morte o indebolite di batteri e virus, che consente all'organismo di sviluppare l'immunità senza gravi perdite per la salute..

L'idea della vaccinazione è paragonabile all'arte marziale giapponese del jujitsu, il cui principio principale è l'inversione delle azioni del nemico contro se stesso. Invece di combattere gli effetti della malattia con i farmaci, i medici suggeriscono di condividere in anticipo le informazioni al riguardo con il corpo, prevenendo così i danni alla salute.

L'uso di vaccini è giustificato sia per la prevenzione della malattia che per il suo trattamento (nel decorso prolungato della malattia, quando è necessario stimolare il sistema immunitario). Le vaccinazioni preventive sono utilizzate in pazienti piccoli e adulti, la loro combinazione e sequenza di somministrazione sono prescritte in un documento speciale - il calendario nazionale delle vaccinazioni preventive. Queste sono le raccomandazioni degli esperti per ottenere i migliori risultati con conseguenze negative minime..

Esistono vaccini che non vengono utilizzati in condizioni normali, ma si rivelano estremamente utili in caso di insorgenza di una malattia, nonché durante un viaggio in una regione nota per la difficile situazione epidemica di una particolare infezione (ad esempio colera, rabbia, febbre tifoide, ecc..). Puoi scoprire quali vaccinazioni preventive verranno somministrate ai bambini in base alle indicazioni epidemiche, presso un pediatra, un immunologo o uno specialista in malattie infettive.

Quando si decide la vaccinazione, è importante tenere presente gli standard legali adottati nella Federazione Russa:

  • La vaccinazione è una scelta volontaria dei genitori. La punizione per il rifiuto non è prevista, ma vale la pena considerare con che cosa questa decisione è irta del benessere di tuo figlio e di altri bambini che un giorno potrebbero essere infettati da una malattia infettiva da lui;
  • qualsiasi vaccinazione viene effettuata in organizzazioni mediche che hanno accesso a questo tipo di procedura (stiamo parlando non solo di cliniche statali, ma anche di centri privati);
  • il vaccino deve essere somministrato da un medico autorizzato a vaccinare (medico, paramedico o infermiere);
  • la vaccinazione è consentita solo con farmaci ufficialmente registrati nel nostro paese;
  • Prima di iniziare la procedura, il medico o l'infermiere deve spiegare ai genitori del bambino le proprietà positive e negative del vaccino, i possibili effetti collaterali e le conseguenze del rifiuto della vaccinazione;
  • Prima di somministrare il vaccino, il bambino deve essere esaminato da un medico o un assistente medico;
  • se in un giorno la vaccinazione viene eseguita in più direzioni contemporaneamente, le vaccinazioni vengono somministrate in diverse parti del corpo, ogni volta con una nuova siringa;
  • ad eccezione della situazione sopra descritta, il periodo tra due vaccinazioni contro diverse infezioni dovrebbe essere di almeno 30 giorni.

Calendario delle vaccinazioni per bambini di età inferiore a 3 anni

La maggior parte delle vaccinazioni del calendario nazionale per i bambini si verificano nel primo anno e mezzo di vita. A questa età, il bambino è più suscettibile alle infezioni, quindi il compito di genitori e medici è di far bypassare le malattie al bambino.

Certo, per un bambino è difficile spiegare quanto sia importante la vaccinazione e perché il dolore debba essere tollerato. Tuttavia, gli esperti consigliano di avvicinarsi delicatamente al processo: cerca di distrarre il bambino dalla manipolazione medica, assicurati di lodare per il suo buon comportamento e monitorare attentamente il suo benessere nei primi tre giorni dopo la procedura.

Età da bambini

Procedura

Droga usata

Tecnica di innesto

Prime 24 ore di vita

Il primo vaccino contro l'epatite virale B

Euwax B, Engerix B, Eberbiowack, Hepatect e altri

Intramuscolare (di solito nel terzo medio della coscia)

3–7 giorni di vita

Vaccino contro la tubercolosi

Intradermicamente, all'esterno della spalla sinistra

1 mese

Secondo vaccino contro l'epatite B.

Euwax B, Engerix B, Eberbiowack, Hepatect e altri

Intramuscolare (di solito nel terzo medio della coscia)

Due mesi

Terzo vaccino contro l'epatite virale B (per bambini a rischio)

Euwax B, Engerix B, Eberbiowack, Hepatect e altri

Intramuscolare (di solito nel terzo medio della coscia)

Il primo vaccino contro l'infezione da pneumococco

Intramuscolare (nella spalla)

3 mesi

Il primo vaccino contro la difterite, la pertosse, il tetano

DTP, Infanrix, ADS, ADS-M, Imovax e altri

Intramuscolare (di solito nel terzo medio della coscia)

Primo vaccino contro la poliomielite

OPV, Imovax Polio, Polioriks e altri

Oralmente (il vaccino viene instillato nella bocca)

La prima vaccinazione contro l'infezione emofila (per i bambini a rischio)

Act-HIB, Hiberix, Pentaxim e altri

Intramuscolare (nella coscia o nella spalla)

4,5 mesi

Seconda vaccinazione contro la difterite, la pertosse, il tetano

DTP, Infanrix, ADS, ADS-M, Imovax e altri

Intramuscolare (di solito nel terzo medio della coscia)

La seconda vaccinazione contro l'infezione emofila (per i bambini a rischio)

Act-HIB, Hiberix, Pentaxim e altri

Intramuscolare (nella coscia o nella spalla)

Secondo vaccino contro la poliomielite

OPV, Imovax Polio, Polioriks e altri

Oralmente (il vaccino viene instillato nella bocca)

Seconda vaccinazione contro l'infezione da pneumococco

Intramuscolare (nella spalla)

6 mesi

Terza vaccinazione contro la difterite, la pertosse, il tetano

DTP, Infanrix, ADS, ADS-M, Imovax e altri

Intramuscolare (di solito nel terzo medio della coscia)

Terzo vaccino contro l'epatite B.

Euwax B, Engerix B, Eberbiowack, Hepatect e altri

Intramuscolare (di solito nel terzo medio della coscia)

Terza vaccinazione contro la poliomielite

OPV, Imovax Polio, Polioriks e altri

Oralmente (il vaccino viene instillato nella bocca)

La terza vaccinazione contro l'infezione emofila (per i bambini a rischio)

Act-HIB, Hiberix, Pentaxim e altri

Intramuscolare (nella coscia o nella spalla)

12 mesi

Vaccinazione contro morbillo, rosolia, paratite epidemica

MMR-II, Priorix e altri

Intramuscolare (nella coscia o nella spalla)

1 anno e 3 mesi

Rivaccinazione (ri-vaccinazione) contro l'infezione da pneumococco

Intramuscolare (nella spalla)

1 anno e 6 mesi

Prima rivaccinazione della poliomielite

OPV, Imovax Polio, Polioriks e altri

Oralmente (il vaccino viene instillato nella bocca)

Prima rivaccinazione contro difterite, pertosse, tetano

DTP, Infanrix, ADS, ADS-M, Imovax e altri

Intramuscolare (di solito nel terzo medio della coscia)

Rivaccinazione contro l'infezione emofila (per i bambini a rischio)

Act-HIB, Hiberix, Pentaxim e altri

Intramuscolare (nella coscia o nella spalla)

1 anno e 8 mesi

Seconda rivaccinazione della poliomielite

OPV, Imovax Polio, Polioriks e altri

Oralmente (il vaccino viene instillato nella bocca)

Come con qualsiasi altro uso di droghe, la vaccinazione ha controindicazioni. Ogni vaccino è individuale, ma è importante escludere l'introduzione di un vaccino sullo sfondo di un'infezione esistente e con un'allergia in un bambino a un determinato prodotto. Se hai motivo di dubitare della sicurezza di un programma di vaccinazione ufficialmente approvato, vale la pena discutere con il tuo medico regimi di vaccinazione alternativi e altre misure preventive..

Calendario delle vaccinazioni per bambini dai 3 ai 7 anni

In età prescolare, i bambini devono essere vaccinati molto meno frequentemente. Tuttavia, è importante non dimenticare di consultare il Calendario delle vaccinazioni preventive, in modo da non dimenticare di visitare accidentalmente il pediatra in tempo.

Età da bambini

Procedura

Droga usata

Tecnica di innesto

6 anni

Rivaccinazione contro morbillo, rosolia, paratite epidemica

MMR-II, Priorix e altri

Intramuscolare (nella coscia o nella spalla)

6-7 anni

Secondo richiamo contro la difterite, il tetano

DTP, Infanrix, ADS, ADS-M, Imovax e altri

Intramuscolare (di solito sulla spalla)

Rivaccinazione contro la tubercolosi

Intradermicamente, all'esterno della spalla sinistra

Programma di vaccinazione scolastica

Negli anni scolastici, il periodo di vaccinazione per i bambini è di solito monitorato da un dipendente presso il pronto soccorso - tutti gli alunni vengono spesso vaccinati a livello centrale, lo stesso giorno. Se il bambino ha caratteristiche di salute che richiedono uno schema di vaccinazione separato, non dimenticare di discuterne con i rappresentanti dell'amministrazione scolastica.

Età da bambini

Procedura

Droga usata

Tecnica di innesto

Ogni anno dai 7 ai 18 anni

Vaccino antinfluenzale

Vaksigripp, Influvak e altri

Intramuscolare (nella spalla)

di 14 anni

Terzo potenziatore contro la difterite, il tetano

DTP, Infanrix, ADS, ADS-M, Imovax e altri

Intramuscolare (di solito sulla spalla)

Terza rivaccinazione contro la poliomielite

OPV, Imovax Polio, Polioriks e altri

Oralmente (il vaccino viene instillato nella bocca)

Effettuare o meno vaccinare i bambini?

La questione della fattibilità della vaccinazione dei bambini negli ultimi decenni è acuta: in Russia e in tutto il mondo il cosiddetto movimento anti-vaccinazione rimane popolare, i cui sostenitori considerano la vaccinazione una procedura dannosa, applicata dalle corporazioni farmacologiche al fine di arricchire.

Questo punto di vista si basa su casi isolati di sviluppo di complicanze o morte di bambini vaccinati contro qualsiasi infezione. Nella maggior parte dei casi, non è possibile stabilire la ragione oggettiva di tale tragedia, tuttavia, gli oppositori della vaccinazione non ritengono necessario basarsi su statistiche e fatti, si limitano a fare appello al sentimento naturale della paura dei genitori per i loro figli.

Il pericolo di tali credenze è che senza la vaccinazione universale è impossibile escludere la conservazione dei focolai di infezione, i cui portatori sono bambini non vaccinati. Contattando altri bambini a cui non è stato somministrato il vaccino a causa di controindicazioni, contribuiscono alla diffusione della malattia. E la più convinta "anti-vaccinazione" tra i genitori - più spesso i bambini soffrono di morbillo, meningite, rosolia e altre infezioni.

Un altro motivo che spesso impedisce ai genitori di vaccinarsi è le condizioni spiacevoli nella stanza di vaccinazione della clinica per bambini nel luogo di registrazione. Tuttavia, la corretta pianificazione del tempo, un medico esperto che spiegherà tutti i problemi e il tuo atteggiamento positivo, che influenzerà il bambino, aiuteranno sicuramente a sopravvivere alla vaccinazione senza lacrime e delusioni.

Rivaccinazione DTP: differenze rispetto alla semplice vaccinazione, programma e controindicazioni

Prendersi cura di un bambino e una corretta alimentazione non è tutto ciò di cui un bambino ha bisogno per una buona salute. L'immunizzazione merita attenzione. L'elenco delle vaccinazioni obbligatorie comprende la vaccinazione DTP. È progettato per sviluppare l'immunità al tetano, alla pertosse e alla difterite..

Una singola iniezione del farmaco non è sufficiente. Per consolidare il risultato, viene eseguita la rivaccinazione del DTP.

Che cos'è la rivaccinazione DTP?

La vaccinazione DTP è una procedura durante la quale vengono introdotti agenti patogeni indeboliti di pertosse, difterite e tetano nel corpo del bambino. Quando penetrano nel sistema circolatorio, corpi estranei creano l'aspetto della malattia, ma in una forma molto delicata. Nel processo di lotta contro di loro, viene sviluppata un'immunità stabile..

La rivaccinazione è l'introduzione di un farmaco multicomponente, che viene effettuato dopo il tempo dopo la vaccinazione.

Obiettivo del booster

Un vaccino non ha un effetto duraturo. Il corpo umano reagisce a tutto in modo diverso. A volte un vaccino è sufficiente per resistere alla malattia per diversi anni e nella maggior parte dei casi sarà di scarsa utilità.

Controllare la presenza di anticorpi in ogni bambino è un processo laborioso e problematico. Per garantire il raggiungimento dell'effetto, è necessario effettuare una vaccinazione di richiamo. Il siero dura molto più a lungo, ma non per la vita. Pertanto, la reimmunizzazione viene eseguita nei tempi previsti.

Differenze rispetto alla sola vaccinazione

Pertanto, non vi è alcuna differenza tra vaccinazione e rivaccinazione. Sia nel primo che nel secondo caso, lo stesso vaccino viene somministrato al corpo. Quando l'iniezione viene eseguita per la prima volta, inizia lo sviluppo dell'immunità ai patogeni. La rivaccinazione ha lo scopo di consolidare l'effetto.

Quando fare

La prima rivaccinazione viene effettuata un anno dopo la vaccinazione con DTP. Viene utilizzata una preparazione speciale contenente i componenti dei precedenti vaccini..

Viene eseguita una procedura se il bambino non ha attualmente problemi di salute. Pertanto, i tempi della rivaccinazione sono spostati.

Pertanto, se l'ultima vaccinazione è stata somministrata a un bambino a 12 mesi, l'effetto ottenuto è fissato a 2 anni. Se la procedura viene posticipata per un periodo più lungo e viene eseguita quando il bambino raggiunge i quattro anni, viene utilizzato un farmaco in cui non è più presente alcun agente patogeno della pertosse.

Questa malattia comporta un grave pericolo fino a 4 anni. I bambini più grandi non hanno bisogno di un vaccino contro questa patologia.

Programma

La nuova somministrazione di DTP sierico è inclusa nel programma di vaccinazione obbligatorio. Il corso di immunizzazione contro la difterite, il tetano e la pertosse comprende tre vaccinazioni, che vengono eseguite a tre, sei e nove mesi. I tempi della rivaccinazione nei bambini un anno dopo. Di conseguenza, il farmaco viene somministrato quando il bambino ha raggiunto i 18 mesi di età..

La seconda rivaccinazione viene eseguita a 7 anni e l'effetto è finalmente risolto già nell'adolescenza - al raggiungimento di 14 anni.

Quante volte devi fare

Il numero esatto di colpi di richiamo da assegnare non può essere chiamato. Tre volte queste manipolazioni vengono eseguite durante l'infanzia. Successivamente, il vaccino viene sistematicamente somministrato agli adulti..

L'intervallo tra tali procedure è di un decennio. Ciò è dovuto al fatto che è impossibile utilizzare il siero per sviluppare un'immunità permanente per queste patologie.

Come viene tollerato durante l'infanzia

Nei primi tre giorni, a volte si osservano tali effetti collaterali:

  • la gamba fa male, si notano gonfiore e dolore nella zona di iniezione;
  • perdita di appetito;
  • vomito e nausea;
  • diarrea;
  • ipertermia;
  • gonfiore dell'arto inferiore in cui viene introdotto il farmaco, problemi con la sua funzionalità.

Tale reazione alla rivaccinazione è considerata normale e non necessita di terapia. Nei prossimi tre giorni, la condizione si normalizza. Se si verifica una reazione allergica, vengono prescritti antistaminici.

È necessario contattare immediatamente un istituto medico se si nota la seguente reazione del corpo:

  • il pianto del bambino non si ferma per tre ore;
  • compaiono crampi;
  • la temperatura si avvicina a 40 gradi Celsius.

Se durante la procedura il medico non ha tenuto conto delle controindicazioni, sono possibili le seguenti complicanze:

  • cambiamenti irreversibili nella struttura del cervello;
  • all'encefalopatia;
  • Morte.

Le conseguenze dello sviluppo di pertosse, difterite e tetano sono molto più gravi della risposta alla vaccinazione. Le complicanze post-vaccinazione sono rare. Pertanto, non è consigliabile rifiutare la procedura.

Come viene tollerato dagli adulti

La rivaccinazione è più facile per gli adulti che per i bambini.

A volte si osservano i seguenti effetti indesiderati:

  • ipertermia;
  • malessere generale;
  • grumo nel sito di iniezione;
  • allergia;
  • aumento della pressione sanguigna;
  • nausea e vomito;
  • diarrea.

Se la condizione peggiora, si consiglia di consultare un medico per escludere lo sviluppo di malattie e complicazioni infettive.

Temperatura di rivaccinazione

Un aumento della temperatura è una reazione frequente all'introduzione del siero, che viene osservato fino a tre giorni.

Se in una situazione normale, i medici sconsigliano vivamente di somministrare al bambino un antipiretico, se la temperatura è inferiore a 38 gradi Celsius, quindi con una reazione post-vaccinazione, tali farmaci devono essere utilizzati.

In questo caso è possibile utilizzare i seguenti strumenti:

  • Panadol
  • Nurofen;
  • Paracetamolo;
  • Ibuprofene;
  • eventuali supposte rettali.

È severamente vietato abbassare la temperatura corporea per iniezioni durante questo periodo.

Quale vaccino scegliere

Il vaccino DTP è un farmaco completo progettato per sviluppare una barriera protettiva allo sviluppo di difterite, pertosse e tetano. Si possono utilizzare siero DTP domestico e farmaci Infanrix importati.

Entrambi i farmaci contengono agenti patogeni e sono in grado di sviluppare una forte immunità. È stato notato che il siero di latte importato è tollerato più facilmente dal corpo del bambino. Gli effetti collaterali quando lo si utilizza sono molto meno comuni.

Possono anche essere usati medicinali che contengono non solo DTP:

  1. Pentaxim®. DTP combinato con poliomielite e infezione emofila.
  2. Bubo-M. Da epatite B, tetano e difterite.
  3. Tetracock. Il vaccino principale è combinato con la poliomielite.
  4. Tritanrix-HB. Protegge da pertosse, difterite, tetano ed epatite B.

Nei casi in cui la componente della pertosse provoca la comparsa di reazioni pronunciate, viene utilizzato un siero contenente solo agenti patogeni di tetano e difterite:

  1. ANNUNCI. Può essere usato ADS di droga domestica o D.T. importato Cera.
  2. ADS-m. È usato per la rivaccinazione di bambini di età superiore ai sei anni. Può essere usato medicina importata Imovax D. T. ADS per adulti o domestico.
  3. AC. Il vaccino produce una barriera protettiva esclusivamente contro il tetano..
  4. Hm Farmaci per la difterite.

Dove

Per i bambini fino a un anno e mezzo di età, il farmaco viene somministrato per via intramuscolare nella parte superiore della coscia. In età adulta, un'iniezione è già fatta nel terzo superiore della spalla. Il vaccino non viene somministrato nei glutei.

Ciò è spiegato dal fatto che nei bambini uno strato sufficientemente grande di grasso e siero può penetrare nel tessuto adiposo. Lì, il suo assorbimento rallenta e aumenta il rischio di sviluppare effetti collaterali locali.

Scolari e adulti vengono iniettati nell'area sotto la scapola. Questo utilizza un ago progettato per eseguire iniezioni in profondità sotto la pelle. Ha un taglio più nitido rispetto ai prodotti convenzionali per uso intramuscolare.

È necessario fare la rivaccinazione

La rivaccinazione DTP è elencata come vaccino obbligatorio. Naturalmente, i genitori hanno il diritto di rifiutare di eseguire queste manipolazioni, ma va tenuto presente che in futuro ci saranno problemi durante l'ammissione all'asilo o all'istituzione educativa. Se il bambino non viene vaccinato, semplicemente non gli sarà permesso di frequentare le lezioni..

Gli adulti possono somministrare siero se desiderato.

L'argomento principale a favore della procedura è la capacità di proteggersi da una malattia così pericolosa come il tetano. Ciò è particolarmente vero per coloro a cui piace viaggiare nei paesi del terzo mondo. Il loro rischio di infezione è significativamente più alto.

In caso contrario: quali sono le conseguenze

In assenza di immunità alle malattie pericolose, il rischio di danni è più elevato. Il corpo tollera la rivaccinazione molto più facilmente della malattia stessa. Le conseguenze della somministrazione di farmaci non sono così pericolose come le complicanze della patologia.

Nel caso di sviluppo di pertosse, tetano e difterite, si osservano gravi complicanze. Il peggio di loro è la morte. Pertanto, i medici raccomandano di aderire al programma di vaccinazione ed eseguire manipolazioni in modo tempestivo..

Controindicazioni

La rivaccinazione non viene eseguita con:

  • malattie infettive che si verificano in forma acuta;
  • gravi reazioni a precedenti vaccinazioni;
  • malattie croniche durante l'esacerbazione;
  • ipersensibilità ai componenti del farmaco;
  • immunodeficienza;
  • meno di due mesi fa con una trasfusione di sangue;
  • sviluppo del cancro;
  • gravi reazioni allergiche;
  • storia di gravi disturbi neurologici.

I medici non raccomandano di trascurare la sua attuazione. Solo con la somministrazione tempestiva di siero sarà possibile sviluppare una forte barriera protettiva.

Vaccino DTP - preparazione, procedura, effetti collaterali, recensioni

Il sito fornisce informazioni di riferimento a solo scopo informativo. La diagnosi e il trattamento delle malattie devono essere effettuati sotto la supervisione di uno specialista. Tutti i farmaci hanno controindicazioni. È richiesta la consultazione di uno specialista!

Decifrare la vaccinazione DTP e i tipi di vaccini utilizzati

Fai le vaccinazioni DTP?

Oggi, la vaccinazione DTP è somministrata ai bambini in tutti i paesi sviluppati, grazie al quale sono state salvate molte migliaia di vite dei bambini. Negli ultimi cinque anni, alcuni paesi in via di sviluppo hanno abbandonato la componente della pertosse e, di conseguenza, l'incidenza e il tasso di mortalità dell'infezione sono aumentati in modo significativo. Come risultato di questo esperimento, i governi hanno deciso di tornare alla vaccinazione contro la pertosse.

Naturalmente, la domanda è "dovrei ottenere il vaccino DTP?" può essere impostato in diversi modi. Qualcuno ritiene che i vaccini non siano necessari in linea di principio, qualcuno ritiene che questo particolare vaccino sia molto pericoloso e causi gravi conseguenze sotto forma di patologie neurologiche in un bambino e qualcuno vuole sapere se è possibile consegnare in questo particolare momento bambino vaccinato.

Se una persona ha deciso di non essere affatto vaccinata, naturalmente non ha bisogno del DTP. Se ritieni che il vaccino DTP sia dannoso e contenga troppi componenti che mettono a dura prova il corpo del bambino, allora non è così. Il corpo umano è in grado di trasferire in modo sicuro diversi componenti del vaccino diretti contro varie infezioni contemporaneamente. Ciò che conta qui non è la loro quantità, ma la compatibilità. Pertanto, il vaccino DTP, sviluppato negli anni '40 del XX secolo, fu una sorta di risultato rivoluzionario quando fu possibile mettere il vaccino contro tre infezioni in una bottiglia. E da questo punto di vista, un tale farmaco combinato è una diminuzione del numero di viaggi in clinica e solo una iniezione anziché tre.

La vaccinazione DTP è certamente necessaria, ma è necessario esaminare attentamente il bambino e ottenere l'ammissione alla vaccinazione - quindi il rischio di complicanze è minimo. Secondo un rapporto dell'Organizzazione mondiale della sanità, le cause più comuni di complicanze per la vaccinazione con DTP sono l'ignoranza delle controindicazioni mediche, la somministrazione impropria e un farmaco avariato. Tutti questi motivi possono essere completamente eliminati e puoi tranquillamente ottenere un vaccino importante..

I genitori che dubitano della fattibilità dell'immunizzazione possono ricordare le statistiche della Russia prima dell'inizio della vaccinazione (fino agli anni '50). Circa il 20% dei bambini aveva la difterite, la metà dei quali è deceduta. Il tetano è un'infezione ancora più pericolosa, la mortalità infantile da cui rappresenta quasi l'85% dei casi. Nel mondo di oggi, circa 250.000 persone muoiono ogni anno a causa del tetano nei paesi in cui non sono vaccinati. E assolutamente tutti i bambini hanno sofferto di pertosse prima dell'inizio dell'immunizzazione di massa. Tuttavia, dovresti essere consapevole che il vaccino DTP è il più difficile da tollerare sul calendario nazionale. Pertanto, la vaccinazione, ovviamente, non è un dono di Dio, ma è necessaria.

Vaccino DTP - preparazione, procedura, effetti collaterali, complicanze - Video

Vaccino DTP per adulti

Quante vaccinazioni DTP e quando vengono somministrate?

Per formare una quantità sufficiente di anticorpi immuni da pertosse, tetano e difterite, a un bambino vengono somministrate 4 dosi del vaccino DTP - la prima all'età di 3 mesi, la seconda a 30–45 giorni (cioè a 4-5 mesi) e la terza a sei mesi ( a 6 mesi). La quarta dose di vaccino DTP è di 1,5 anni. Queste quattro dosi sono necessarie per la formazione dell'immunità e tutte le successive vaccinazioni DTP verranno eseguite solo per mantenere la concentrazione richiesta di anticorpi e vengono chiamate rivaccinazioni.

Quindi i bambini vengono rivaccinati a 6 - 7 anni e a 14. Pertanto, ogni bambino riceve 6 vaccinazioni DTP. Dopo l'ultima immunizzazione a 14 anni, è necessario effettuare la rivaccinazione ogni 10 anni, ovvero a 24, 34, 44, 54, 64, ecc..

Programma di vaccinazione

L'intervallo tra le vaccinazioni

Le prime tre dosi di vaccino DTP (a 3, 4,5 e 6 mesi) devono essere somministrate con un intervallo tra loro di 30 a 45 giorni. L'introduzione di dosi successive non è consentita prima che dopo un intervallo di 4 settimane. Cioè, tra le vaccinazioni precedenti e successive la DTP dovrebbe essere di almeno 4 settimane.

Se è il momento di prendere un altro vaccino DTP e il bambino è malato, o ci sono altri motivi per cui la vaccinazione non può essere somministrata, viene posticipata. Se necessario, puoi posticipare la vaccinazione per un periodo di tempo abbastanza lungo. Ma il vaccino deve essere somministrato il prima possibile (ad esempio, il bambino guarirà, ecc.).

Se venivano erogate una o due dosi di DTP e la successiva vaccinazione doveva essere posticipata, quando si ritorna alla vaccinazione, non è necessario ricominciarla, è sufficiente continuare la catena interrotta. In altre parole, se esiste un vaccino DTP, è necessario erogare altre due dosi con un intervallo da 30 a 45 giorni e una in un anno dall'ultima. Se ci sono due vaccinazioni DTP, basta mettere l'ultimo, il terzo e un anno da esso - il quarto. Quindi le vaccinazioni vengono somministrate nei tempi previsti, cioè a 6 - 7 anni e a 14.

Primo DTP in 3 mesi

Secondo il calendario delle vaccinazioni, il primo DTP viene somministrato a un bambino di 3 mesi. Ciò è dovuto al fatto che gli anticorpi materni ricevuti da un bambino attraverso il cordone ombelicale vengono conservati solo 60 giorni dopo la nascita. Ecco perché è stato deciso di iniziare l'immunizzazione da 3 mesi e alcuni paesi lo fanno da 2 mesi. Se, per qualche motivo, la DTP non viene erogata a 3 mesi, la prima vaccinazione può essere effettuata a qualsiasi età fino a 4 anni. I bambini di età superiore ai 4 anni, non precedentemente vaccinati con DTP, sono vaccinati solo contro il tetano e la difterite, ovvero con la DTP.

Per ridurre al minimo il rischio di reazioni, il bambino deve essere sano al momento della somministrazione del vaccino. Il pericolo maggiore è la presenza di timomegalia (ingrossamento della ghiandola del timo), in cui la DTP può causare gravi reazioni e complicanze.

Il primo vaccino DTP può essere somministrato con qualsiasi vaccino. Puoi usare domestico o importato - Tetrakok e Infanriks. DTP e Tetracock causano reazioni post-vaccinazione (non complicazioni!) In circa 1/3 dei bambini, e Infanrix, al contrario, è tollerato molto facilmente. Pertanto, se possibile, è meglio mettere Infanrix.

Secondo DTP

Il secondo vaccino DTP viene somministrato da 30 a 45 giorni dopo il primo, cioè 4,5 mesi. È meglio vaccinare un bambino con lo stesso farmaco della prima volta. Tuttavia, se per qualche motivo è impossibile somministrare lo stesso vaccino la prima volta, è possibile sostituirlo con qualsiasi altro. Ricorda che, secondo i requisiti dell'Organizzazione mondiale della sanità, tutti i tipi di DTP sono intercambiabili.

La reazione al secondo DTP può essere molto più forte rispetto al primo. Non dovresti aver paura di questo, ma essere preparato mentalmente. Una tale reazione del corpo del bambino non è un segno di patologia. Il fatto è che a seguito della prima vaccinazione, il corpo ha incontrato i componenti dei microbi, ai quali ha sviluppato una certa quantità di anticorpi, e il secondo "incontro" con gli stessi microrganismi provoca una risposta più forte. Nella maggior parte dei bambini, la reazione più forte si osserva proprio sul secondo DTP.

Se il bambino ha perso il secondo DTP per qualsiasi motivo, dovrebbe essere consegnato il prima possibile, non appena se ne presenti l'occasione. In questo caso, sarà considerato il secondo, e non il primo, perché, anche con un ritardo e una violazione del programma di vaccinazione, non è necessario cancellare tutto ciò che è stato fatto e ricominciare da capo.

Se il bambino ha avuto una forte reazione al primo vaccino DTP, allora il secondo è meglio fare un altro vaccino con meno reattività - Infanriksom, o inserire solo DTP. Il componente principale della vaccinazione DTP che provoca reazioni è la cellula della pertosse e le tossine difterite e tetano sono facilmente trasportabili. Ecco perché, in presenza di una forte reazione al DTP, si raccomanda di introdurre solo DTP contenente componenti di tetano e difterite.

Terzo DTP

Un terzo vaccino DTP viene somministrato da 30 a 45 giorni dopo il secondo. Se la vaccinazione non viene effettuata in questo momento, la vaccinazione viene eseguita il prima possibile. Inoltre, il vaccino è considerato il terzo.

Alcuni bambini reagiscono più fortemente a un terzo vaccino anziché a un secondo DTP. Una reazione forte non è una patologia, come nel caso del secondo vaccino. Se le due precedenti iniezioni di DTP sono state somministrate con lo stesso vaccino e per la terza è impossibile prenderlo per qualche motivo, ma esiste un altro farmaco, allora è meglio essere vaccinati piuttosto che posticipati.

Dove farsi vaccinare?

Il DTP del farmaco vaccinale deve essere somministrato per via intramuscolare, poiché è questo metodo che garantisce il rilascio dei componenti del farmaco alla velocità desiderata, che consente la formazione dell'immunità. L'introduzione sotto la pelle può portare a un rilascio molto lungo del farmaco, che renderà l'iniezione semplicemente inutile. Ecco perché si consiglia di introdurre il DTP nella coscia del bambino, poiché i muscoli della gamba sono ben sviluppati anche nel più piccolo. I bambini più grandi o gli adulti possono avere DTP nella spalla se lo strato muscolare è ben sviluppato.

Il vaccino DTP non deve essere somministrato nel gluteo, poiché esiste un rischio elevato di entrare in un vaso sanguigno o in un nervo sciatico. Inoltre, c'è uno strato piuttosto grande di tessuto adiposo sottocutaneo sui glutei e l'ago potrebbe non raggiungere i muscoli, quindi il farmaco verrà introdotto in modo errato e il farmaco non avrà l'effetto desiderato. In altre parole, la vaccinazione DTP nel gluteo non dovrebbe essere eseguita. Inoltre, studi internazionali hanno dimostrato che la migliore produzione di anticorpi nel corpo si sviluppa quando il vaccino viene iniettato nella coscia. Sulla base di tutti questi dati, l'Organizzazione mondiale della sanità raccomanda di somministrare il vaccino DTP specificamente alla coscia..

Controindicazioni

Ad oggi vengono evidenziate le controindicazioni comuni al DTP, come ad esempio:
1. Qualsiasi patologia nel periodo acuto.
2. Reazione allergica ai componenti del vaccino.
3. Immunodeficienza.

In questo caso, il bambino non può essere vaccinato in linea di principio.

In presenza di sintomi neurologici o convulsioni su uno sfondo di febbre, i bambini possono essere vaccinati con un vaccino che non contiene la componente della pertosse, cioè ADS. Prima del recupero, i bambini con leucemia, così come le donne in gravidanza e in allattamento, non vengono vaccinati. La sospensione medica temporanea dalla vaccinazione viene data ai bambini sullo sfondo dell'esacerbazione della diatesi, la cui vaccinazione viene effettuata dopo aver raggiunto la remissione della malattia e normalizzando la condizione.

Le false controindicazioni per la vaccinazione DTP sono le seguenti:

  • encefalopatia perinatale;
  • Prematurità;
  • allergia nei parenti;
  • crampi nei parenti;
  • gravi reazioni alla somministrazione di DTP nei parenti.

Ciò significa che in presenza di questi fattori è possibile effettuare vaccinazioni, ma è necessario esaminare il bambino, ottenere l'ammissione da un neurologo e utilizzare vaccini purificati con minima reattività (ad esempio, Infanrix).

L'introduzione del vaccino ADS è controindicata solo nelle persone che hanno sviluppato in passato una reazione allergica o neurologica a questo farmaco.

Prima della vaccinazione con DTP - metodi di preparazione

La vaccinazione DTP ha la più alta reattogenicità tra tutti i vaccini inclusi nel calendario nazionale. Ecco perché, oltre a seguire le regole generali, è necessario effettuare la preparazione dei farmaci e il mantenimento della vaccinazione DTP. Le regole generali includono:

  • il bambino deve essere completamente sano al momento della vaccinazione;
  • il bambino deve avere fame;
  • il bambino dovrebbe fare la cacca;
  • il bambino non dovrebbe essere vestito troppo caldo.

Il vaccino DTP deve essere somministrato con farmaci antipiretici, analgesici e antiallergici. Gli antipiretici per bambini a base di paracetamolo e ibuprofene hanno anche un moderato effetto analgesico, che elimina il disagio nella zona di iniezione. Tieni a portata di mano l'analgin che può essere dato al bambino in presenza di forti dolori.

Compra gli antipiretici in anticipo e tienili a casa, a portata di mano. È meglio avere diverse forme di rilascio, come candele e sciroppi. Se hai dato a tuo figlio un antipiretico con paracetamolo, ma non ci sono effetti, prova un farmaco con un altro principio attivo (ad esempio l'ibuprofene).

I farmaci antiallergici aiuteranno anche a ridurre la gravità delle reazioni post-vaccinazione, che è particolarmente importante per i bambini che hanno una dipendenza.

In una versione generalizzata, viene adottata la seguente procedura per l'uso di medicinali come preparazione per la vaccinazione con DTP:

  • Per 1-2 giorni prima della vaccinazione, in presenza di diatesi o allergia, somministrare antistaminici nella dose abituale (ad esempio Fenistil, Erius, ecc.).
  • Il giorno della vaccinazione dopo essere tornato a casa, inserisci immediatamente un antipiretico nelle candele per prevenire la febbre e il gonfiore nel sito di iniezione, nonché per lenire il pianto del bambino. Somministrare contemporaneamente farmaci antiallergici. Misura la temperatura per tutto il giorno - se aumenta, abbassa coraggiosamente. Assicurati di somministrare un antipiretico prima di coricarti e durante la notte devi controllare la presenza di temperatura. Se la temperatura aumenta, abbattilo.
  • Il primo giorno dopo la vaccinazione, controlla la temperatura - se è elevata, dai un antipiretico. Indipendentemente dalla temperatura, dai al tuo bambino un antiallergico.
  • Il secondo giorno dopo la vaccinazione - continua a somministrare un antiallergico e, se necessario, un antipiretico. Se la temperatura del bambino non è alta, non puoi dare un antipiretico.
  • Il terzo giorno dopo la vaccinazione - la temperatura dovrebbe normalizzarsi, interrompere l'assunzione del farmaco antiallergico.

Il dosaggio dei farmaci e le medicine più ottimali per il bambino devono essere selezionati, insieme al medico curante, tenendo conto di tutte le qualità individuali del bambino. È meglio farlo in anticipo e fare scorta delle droghe necessarie.

Dopo la vaccinazione con DTP - cosa fare?

Immediatamente dopo aver ricevuto il vaccino DTP, è meglio andare fuori e fare una passeggiata accanto alla clinica per mezz'ora per essere alla portata di un istituto medico se si sviluppa una grave reazione allergica.

Quindi puoi andare a casa. Se il bambino è attivo, si sente bene e non c'è temperatura: puoi fare una passeggiata all'aria aperta, ma non in una grande compagnia di bambini. Puoi anche tornare a casa dalla clinica a piedi, se possibile.

All'arrivo a casa, dai immediatamente al bambino un antipiretico, non aspettare che la temperatura si alzi. Durante il giorno, è necessario controllare la presenza di temperatura nel bambino. Se appare, quindi abbattilo, perché scienziati e medici non credono che l'ipertermia aiuti a sviluppare l'immunità - al contrario, provoca solo inconvenienti e disagi al bambino. Prima di andare a letto, devi mettere le candele con un antipiretico, indipendentemente dalla presenza di ipertermia.

Cerca di non nutrire abbondantemente il bambino, poiché ciò peggiorerà le sue condizioni. La situazione inversa con il bere: dare liquido senza restrizioni - tanto meglio è. Non nutrire il tuo bambino con cibi nuovi ed esotici - solo piatti vecchi e comprovati. Inoltre, i succhi, specialmente quelli concentrati, non dovrebbero essere somministrati al bambino: è meglio solo acqua calda, tè debole, infuso di camomilla, ecc. Mantenere la temperatura dell'aria nella stanza del bambino non superiore a 22 ° C e l'umidità entro il 50 - 70%.

Se il bambino si sente bene, non tenerlo a casa, prova a camminare di più. Tuttavia, limitare il numero di contatti con le persone, non andare ai campi da gioco, non andare a visitare e non invitare a casa tua.

Risposta ai vaccini - Effetti collaterali

Le reazioni post-vaccinazione o gli effetti collaterali sono abbastanza comuni, in quasi il 30% dei bambini, ma queste manifestazioni non sono patologie o sintomi di una malattia grave. Per quanto riguarda il vaccino DTP, gli effetti collaterali più comuni sono dopo la terza e la quarta somministrazione del farmaco. Complicazioni ed effetti collaterali dovrebbero essere distinti, poiché i primi sono patologie e i secondi no. La principale differenza tra effetti collaterali e complicanze è che passano senza lasciare traccia, senza lasciare problemi di salute..
Il vaccino DTP può causare effetti collaterali locali e sistemici. I seguenti sintomi sono locali:
1. Rossore, gonfiore, indurimento e tenerezza nel sito di iniezione.
2. Disturbi della deambulazione dovuti a dolore nel sito di iniezione: il bambino, di norma, piange, "risparmia" la gamba, non consente di toccare un punto dolente, ecc..

I seguenti sono sintomi comuni di effetti collaterali del vaccino DTP:

  • aumento della temperatura;
  • ansia;
  • sbalzi d'umore;
  • letargia, sonno prolungato giorno o notte;
  • vomito
  • diarrea;
  • disturbo dell'appetito.

Tutti gli effetti collaterali del vaccino DTP si verificano durante il primo giorno dopo la somministrazione del farmaco. Se un bambino ha un disturbo dell'appetito, diarrea, febbre o brufoli da due a tre giorni dopo la vaccinazione, questi fenomeni non sono causati da un vaccino, ma da qualche infezione, che coincide semplicemente con la manipolazione medica al momento dell'infezione. Sfortunatamente, il processo di vaccinazione nel nostro paese non è molto ben organizzato, quindi una situazione è abbastanza tipica quando un bambino sano, dopo essere rimasto nei corridoi della clinica, necessariamente "raccoglie" ARI o diarrea, che non è in alcun modo associata al vaccino. Pertanto, se un bambino ha qualche sintomo pochi giorni dopo la vaccinazione, è necessario consultare un medico e scoprire la causa del disturbo di salute del bambino.

A volte gli effetti collaterali possono essere gravi, ma poiché sono reversibili e non danneggiano la salute del bambino, non dovresti prenderli per complicazioni. Se un bambino sviluppa una grave reazione al DTP, assicurati di informare il tuo medico e di inserire tutte le informazioni nei documenti medici. Una grave reazione al DTP con lo sviluppo dei seguenti sintomi è considerata grave:
1. Pianto persistente per più di 3 ore di fila.
2. Temperatura superiore a 39,0 o C.
3. Gonfiore di oltre 8 cm nel sito di iniezione.

In questo caso, il pianto del bambino è causato da un forte dolore, che può essere ridotto somministrando ibuprofene e analgin.

In linea di principio, il sollievo dei sintomi degli effetti collaterali di qualsiasi gravità viene effettuato dagli stessi farmaci, quindi la procedura per gli adulti è la stessa sullo sfondo delle normali reazioni al DTP. Se le condizioni del bambino a seguito delle misure adottate non sono migliorate, è necessario consultare un medico. Ed è possibile prevenire gravi effetti collaterali del DTP con la giusta preparazione farmacologica per la vaccinazione, che può ridurre significativamente il rischio di questi fenomeni negativi.

Dopo tosse, febbre, senso di oppressione, arrossamento, protuberanza e dolore
Vaccinazioni DTP

Temperatura dopo DTP. Questo fenomeno è considerato una normale reazione del corpo all'introduzione del vaccino. Tuttavia, la temperatura non aiuta la formazione di immunità contro le infezioni, quindi quando appare, dà al bambino un antipiretico. Alcuni medici raccomandano di non abbassare la temperatura se non è superiore a 38,0 ° C, poiché in questa situazione non vi è alcun rischio di sviluppare convulsioni nel bambino. Tuttavia, l'Organizzazione mondiale della sanità raccomanda di ridurre la febbre causata dal vaccino..

Sigilla e bump dopo DTP. Le foche nel sito di iniezione possono formarsi e risolversi entro 2 settimane dalla vaccinazione. Questa reazione è normale, perché nel sito di iniezione c'è un processo di infiammazione locale, che diminuisce quando il vaccino viene assorbito. Per ridurre la compattazione e accelerare il riassorbimento, è possibile lubrificare il sito di iniezione con unguento Troxevasin.

Un urto dopo DTP può formarsi quando il vaccino non entra nel muscolo, ma nel grasso sottocutaneo. Nello strato grasso dei vasi, è molto più piccolo, anche il tasso di assorbimento del vaccino è nettamente ridotto e, di conseguenza, si forma un nodulo di lunga durata. Puoi provare gli unguenti Troxevasin o Eskuzan per aumentare la circolazione sanguigna e accelerare l'assorbimento del farmaco, che porterà al riassorbimento del cono. Un urto può anche formarsi se il vaccino è stato somministrato senza osservare le regole asettiche? e lo sporco è entrato nel sito di iniezione. In questo caso, il nodulo è un processo infiammatorio, al suo interno si forma il pus, che deve essere rilasciato e la ferita trattata.

Arrossamento dopo DTP. Anche questo è normale, poiché nel sito di iniezione si sviluppa una lieve reazione infiammatoria, che è sempre caratterizzata dalla formazione di arrossamenti. Se il bambino non è preoccupato per nient'altro, non intraprendere alcuna azione. Man mano che il farmaco si risolve, l'infiammazione scompare da sola e anche il rossore scompare.
Fa male dopo DTP. Il dolore nel sito di iniezione è anche causato dalla reazione infiammatoria, che può essere espressa più forte o più debole, a seconda delle caratteristiche individuali del bambino. Non far soffrire il bambino, dargli analgin, applicare ghiaccio sul sito di iniezione. Se il dolore persiste a lungo, consultare un medico.

Tosse dopo DTP. In alcuni bambini, durante il giorno può comparire una tosse in risposta al vaccino DTP se ci sono malattie croniche del tratto respiratorio. Ciò è dovuto alla risposta del corpo alla componente della pertosse. Tuttavia, questa condizione non richiede un trattamento speciale e passa da sola entro pochi giorni. Se la tosse si sviluppa un giorno o diversi giorni dopo la vaccinazione, allora c'è una situazione tipica in cui un bambino sano ha "preso" un'infezione in una clinica.

complicazioni

Le complicanze dei vaccini comprendono gravi problemi di salute che richiedono un trattamento e possono avere conseguenze negative. Quindi, la vaccinazione DTP può causare le seguenti complicazioni:

  • allergie gravi (shock anafilattico, orticaria, edema di Quincke, ecc.);
  • crampi su uno sfondo di temperatura normale;
  • encefalite;
  • encefalopatia (sintomi neurologici);
  • shock.

Ad oggi, la frequenza di queste complicanze è estremamente bassa - da 1 a 3 casi per 100.000 bambini vaccinati.

Attualmente, la relazione tra lo sviluppo dell'encefalopatia e la vaccinazione DTP non è considerata scientificamente provata, poiché non è stato possibile identificare alcuna proprietà specifica dei vaccini che possa causare tali fenomeni. Anche gli esperimenti su animali non hanno rivelato una connessione tra la vaccinazione DTP e la formazione di disturbi neurologici. Scienziati e vaccinologi ritengono che la DTP sia una specie di provocazione, durante la quale un aumento della temperatura porta semplicemente a una chiara manifestazione di violazioni finora nascoste.

Lo sviluppo di encefalopatia a breve termine nei bambini dopo la vaccinazione DTP provoca la componente della pertosse, che ha un forte effetto irritante sul rivestimento del cervello. Tuttavia, la presenza di convulsioni su uno sfondo di temperatura normale, contrazioni, annuendo o compromissione della coscienza è una controindicazione all'ulteriore somministrazione del vaccino DTP.

Recensioni di vaccinazione DTP

Convenzionalmente, è possibile dividere le recensioni sulla vaccinazione con DTP in emozionali e dettate dalla mente. La posizione, quando predominano le emozioni, la realtà viene percepita solo dal lato sensuale e non viene analizzata, provoca una persona a lasciare una recensione negativa sulla vaccinazione DTP. Dal momento che il bambino reagisce ad esso, non si sente molto bene, deve preoccuparsi ed essere nervoso, quindi una persona con percezione emotiva decide che è molto male e come andare fuori di testa, è meglio rifiutare le vaccinazioni - e tutto andrà bene. In questo momento, l'infezione stessa non ne ha nemmeno paura, dal momento che il bambino sarà malato o no, è ancora sconosciuto, e dovrà passare attraverso le reazioni di vaccinazione ora.

Se una persona percepisce criticamente la realtà, si avvicina alla valutazione dello stato del bambino da una posizione della ragione, assumendo il controllo delle emozioni, quindi lascia una recensione positiva sulla vaccinazione con DTP. Ciò è dovuto al fatto che il vaccino, ovviamente, provoca una reazione, ma il bambino sarà protetto da gravi infezioni. È meglio prepararsi al vaccino, sopravvivere alle reazioni ed essere calmo. In questo caso, i genitori credono che i benefici dell'immunizzazione siano incomparabilmente maggiori del suo danno ipotetico..

Vaccino DTP importato e pagato

Il vaccino Infanrix e Tetrakok è offerto come vaccino DTP a pagamento nel nostro paese. Entrambi questi vaccini vengono importati e differiscono nettamente dal normale DTP domestico. Il fatto è che Tetracock e Infanrix ti consentono di creare un'immunità più efficace alle infezioni. Ciò significa che dopo la DTP in un bambino, il rischio di ottenere la difterite, la pertosse o il tetano è maggiore rispetto ai vaccini Tetrakok e Infanrix. Tuttavia, anche in caso di malattia, l'infezione procederà in forma lieve. In tutta onestà, va notato che un tale fenomeno è piuttosto raro.

Secondo l'efficacia della formazione dell'immunità, Infanrix e Tetracock sono gli stessi, ma ci sono differenze nell'altro. Tetracock è molto reattivo e provoca effetti collaterali anche più spesso del normale DTP. E Infanrix contiene un componente della pertosse privo di cellule (acellulare), che porta a un'incidenza molto bassa di reazioni al vaccino. Tuttavia, c'è un aspetto negativo: il costo del farmaco varia da 1000 a 2000 rubli.

Se stai valutando se essere vaccinato con un vaccino importato, considera innanzitutto quali proprietà sono importanti per te. Se vuoi salvare il bambino dalle reazioni alla vaccinazione - scegli Infanrix e se il bambino tollera bene le vaccinazioni e la reattogenicità non è troppo importante - puoi prendere un Tetracock più economico.

Vaccinazione DTP: domande e risposte - video

Autore: Nasedkina A.K. Specialista in ricerca biomedica.