Image

Segni di allergia: manifestazioni cliniche e condizioni acute che richiedono cure di emergenza

Allergia: una malattia che in un modo o nell'altro copre quasi tutto il corpo.

Questo perché le cellule coinvolte nella formazione della risposta immunitaria si trovano in diversi tessuti..

Pertanto, il modo in cui una malattia si manifesterà specificamente dipende da molti fattori..

I segni di un'allergia sono influenzati dalle condizioni della persona stessa, come la proteina che ha causato la reazione patologica e il modo in cui colpisce il corpo (inalato, contatto o cibo).

Le manifestazioni cutanee si verificano in quasi un quarto dei pazienti.

Queste malattie sono chiamate dermatosi allergiche, questo gruppo comprende:

  • orticaria;
  • dermatite atopica, compresa la neurodermite;
  • dermatite da contatto;
  • Edema di Quincke;
  • lesioni cutanee associate all'uso di determinati farmaci.

I segni epidermici di allergie possono essere il risultato dell'esposizione a cause endogene e fattori esterni, ad esempio esposizione al sole, temperatura ambiente alta o, al contrario, bassa, pressione meccanica, attrito, ecc. Anche le manifestazioni cliniche della patologia sono diverse. Per alcuni, può essere intenso prurito della pelle, per altri una sensazione di oppressione, dolore e bruciore.

Tuttavia, indipendentemente dall'eziologia, tutte le dermatosi allergiche sono accompagnate da disturbi del sonno, condizioni generali compromesse, perdita ridotta o completa della capacità lavorativa, che influisce in modo significativo sulla qualità della vita.

Dermatite atopica

Di norma, questa malattia si verifica nei bambini in tenera età. La comparsa di sintomi di patologia è dovuta principalmente a una predisposizione ereditaria. Durante la dermatite atopica, si distinguono diversi periodi: neonato (fino a 2 anni), bambini (da 2 a 13 anni), adolescente e adulto (dai 13 anni in poi). Inoltre, ciascuna delle fasi ha i suoi segni distintivi di allergia..

Secondo la prevalenza del processo, la malattia può essere localizzata in modo limitato quando le pieghe dell'ulna e del poplitea, la pelle delle mani e il viso sono interessati. L'area delle eruzioni cutanee non supera il 10%. Con la comune dermatite atopica, il processo patologico coinvolge petto, schiena, collo e pelle degli arti rimanenti. L'area di danno è dal 10 al 50% della copertura epidermica. Con una forma diffusa della malattia, i sintomi compaiono su oltre la metà del corpo.

I sintomi clinici della dermatite atopica dipendono dalle fasi dell'età. Nel primo periodo infantile si nota lo sviluppo di iperemia, gonfiore e formazione di croste. Le lesioni sono generalmente localizzate sul viso e sulla superficie esterna delle gambe. Nel tempo, si estende alle sezioni di flessione ed estensione degli arti, principalmente nelle pieghe delle grandi articolazioni (ginocchio e gomito), nonché nel polso e nel collo.

Nel secondo, l'età dei bambini, i segni di allergia non sono così acuti, ma acquisiscono un decorso cronico. Nelle pieghe del gomito e poplitea, nella parte posteriore del collo, nella curva della caviglia e delle articolazioni del polso, eritema (di solito con una tinta bluastra), papule, peeling e aree di infiltrazione coperte da crepe si formano nella zona dietro l'orecchio. Alcuni bambini hanno una piega in più.

Nel terzo periodo, le papule si fondono in focolai di infiltrazione cianotica. La selettività delle eruzioni cutanee nella metà superiore del corpo, del viso, del collo e delle braccia è caratteristica.

Per il trattamento di questo tipo di dermatite, i medici prescrivono spesso il farmaco Dupilumab.

Orticaria

Segni di allergia a tale genesi possono essere avvertiti sia negli adulti che nei bambini. La principale manifestazione clinica dell'orticaria è la formazione di vesciche a causa della maggiore permeabilità vascolare. Di solito la formazione di papule è accompagnata da:

  • prurito della pelle, meno spesso - bruciore;
  • edema limitato;
  • arrossamento.

A differenza della dermatite atopica, sintomi simili possono comparire su qualsiasi parte della pelle. In circa la metà dei casi, l'orticaria è accompagnata dall'edema di Quincke..

Dermatite allergica da contatto

La malattia procede sotto forma di formazione di piccole vescicole pruriginose con arrossamento nel sito di contatto diretto con gli allergeni. Nella fase iniziale della patologia, i segni di allergia compaiono con un'alta concentrazione, ma nel tempo dopo la fine del periodo di sensibilizzazione, tali sintomi si sviluppano anche con un contatto minimo con l'irritante.

Al contatto dell'allergene con la mucosa del tratto respiratorio superiore e inferiore, si verificano sintomi specifici del tratto respiratorio, associati ad una maggiore attività delle cellule dell'epitelio mucoso. In questo caso, anche gli organi visivi sono generalmente colpiti - si verifica congiuntivite allergica..

Le cause di tali fenomeni sono:

  • inalazione di polline da alcune piante (febbre da fieno), che si verifica più spesso in primavera ed estate;
  • eccessivo accumulo di polvere;
  • maggiore sensibilità dell'immunità alle spore fungine (ad es. muffa);
  • una reazione allergica ai peli di gatti, cani e altri animali domestici, piume di uccelli, odore di cibo per pesci;
  • inalazione di fumo di tabacco e altri fumi tossici.

Rinite allergica

Può verificarsi tutto l'anno o in determinati periodi dell'anno, che è combinato con il periodo di fioritura degli allergeni vegetali (lobi, ortiche, ambrosia, ontano, ecc.). I principali segni di un'allergia di questo tipo si manifestano sotto forma di prurito, bruciore e solletico nel naso, eccessiva secrezione di muco e violazione associata della respirazione nasale. Questo quadro è di solito accompagnato da una sindrome simile alla nevrosi: pianto, insonnia, irritabilità. I pazienti spesso lamentano vertigini, lieve nausea e mal di testa..

Asma bronchiale

Le principali cause del suo verificarsi sono l'esposizione prolungata a piante, allergeni animali e altre sostanze di origine organica e inorganica. I principali segni di allergia associati all'asma bronchiale sono gravi attacchi di tosse, accompagnati da soffocamento, respiro affannoso.

Possono verificarsi spontaneamente, ma più spesso di notte. Con una maggiore sensibilità alle sostanze irritanti per inalazione, è preceduta l'esacerbazione della malattia, la rinite allergica o la congiuntivite. La frequenza degli attacchi dipende in gran parte dalla gravità del decorso dell'asma bronchiale. Per il trattamento di questa malattia vengono utilizzati farmaci a base di mepolizumab.

Alveolite allergica

La malattia si verifica con l'infiammazione degli alveoli polmonari senza coinvolgimento nel processo patologico del tessuto bronchiale. La causa principale della patologia è l'inalazione di polveri sottili complesse contenenti particelle di insetti, piante, batteri, segatura, lana, escrementi e pelle animale, spore di funghi saprofitici.

I segni di un'allergia dipendono dalla gravità del decorso della malattia. Nella forma acuta della patologia, la temperatura corporea aumenta nel pomeriggio, si verifica una tosse parossistica, accompagnata da respiro sibilante nei polmoni.

Dopo alcuni giorni, i bronchi sono anche coinvolti nel processo patologico, di conseguenza, la sintomatologia ricorda il quadro clinico di polmonite o bronchite.

Il decorso subacuto della malattia è accompagnato dal verificarsi di dispnea sullo sfondo di un intenso sforzo fisico diversi giorni dopo il contatto con l'allergene. La forma cronica della patologia procede solo con brevi episodi di respiro corto, che non corrisponde all'intensità dell'allenamento muscolare.

Laringite allergica

I principali segni di un'allergia che colpiscono la mucosa della laringe sono associati a attacchi di abbaiare, tosse soffocante. È accompagnato da solletico, irritazione e mal di gola, che sono aggravati dalla deglutizione. Spesso c'è un respiro corto e rauco. La laringite allergica più pericolosa per i bambini, poiché il gonfiore della mucosa in tenera età interferisce con la normale respirazione.

Molto spesso, le manifestazioni del tratto respiratorio sono accompagnate da congiuntivite allergica. I suoi sintomi principali sono lacrimazione, fotofobia, grave iperemia della parte interna della palpebra inferiore. Una persona è costantemente preoccupata per la sensazione di un corpo estraneo negli occhi e il prurito associato. Spesso la congiuntivite allergica è complicata dall'infezione batterica unita a causa dell'ingresso di microrganismi patogeni dalle mani..

La prevalenza delle allergie alimentari è paragonabile alla neurodermosi e alle manifestazioni del sistema respiratorio. Il motivo principale è il contatto dell'irritante con la mucosa del tratto gastrointestinale, in altre parole, quando si consumano determinati alimenti.

Ed è proprio i segni associati alle caratteristiche della dieta che nella maggior parte dei casi sono di natura sistemica e colpiscono una varietà di organi interni e persino la parete vascolare. Molto spesso, tali manifestazioni sono causate dalle proteine ​​del latte vaccino, soprattutto in tenera età come parte di varie miscele per l'alimentazione artificiale, uova, cioccolato, agrumi e altri prodotti.

In genere, l'allergia alimentare si manifesta sotto forma di orticaria con localizzazione in faccia, addome, superficie interna degli arti, glutei. Spesso si manifestano manifestazioni del tratto gastrointestinale sotto forma di sindrome dispeptica. Nei casi più gravi, i segni di allergia colpiscono la parete interna dei vasi, che è accompagnata da disturbi emodinamici, impulsi di dolore nei muscoli e nelle articolazioni.

Ma i sintomi più gravi e potenzialmente letali di una reazione patologica sono l'edema di Quincke e lo shock anafilattico. Nella stragrande maggioranza dei casi, l'edema di Quincke (chiamato anche angioedema) si sviluppa sullo sfondo dell'orticaria, le ragioni del suo aspetto sono simili. Tuttavia, a differenza della dermatite allergica, praticamente non provoca manifestazioni esterne dall'epidermide.

C'è un forte gonfiore delle mucose nella bocca, nel collo e nel viso. A causa del restringimento del lume del tratto respiratorio, la funzione respiratoria si deteriora bruscamente, il che può causare svenimenti e persino la morte. Molto raramente, l'edema di Quincke colpisce gli organi del tratto gastrointestinale, che è accompagnato da dolore, diarrea e vomito. E solo in casi isolati la patologia copre le meningi, è estremamente pericolosa e irta di cambiamenti irreversibili nelle cellule del sistema nervoso centrale.

Lo shock anafilattico si riferisce a reazioni allergiche di tipo immediato. I suoi sintomi si sviluppano solo pochi minuti dopo il contatto con lo stimolo. La pressione sanguigna scende bruscamente, appare pallore versato con una sfumatura bluastra.

Lo shock anafilattico può verificarsi in questo modo:

  • con una lesione predominante della pelle sotto forma di orticaria versata ed edema;
  • con inibizione del sistema nervoso, in questo caso, mal di testa, vampate di calore, crampi, scarico involontario di urina e feci, svenimento;
  • con un effetto sul sistema respiratorio, a causa del gonfiore della mucosa, si verificano attacchi di tosse, accompagnati da soffocamento, in generale, il quadro clinico ricorda i sintomi di allergia nell'asma bronchiale;
  • con danni al muscolo cardiaco, in questo caso si verificano sintomi di edema acuto e infarto del miocardio.

L'edema di Quincke e lo shock anafilattico sono pericolosi per la vita umana e richiedono cure mediche di emergenza.

Segni di allergie negli adulti e nei bambini, varietà cliniche della malattia

I medici affermano che l'età non influisce sulla gravità delle manifestazioni cliniche di una reazione allergica. Inoltre, alcune forme di malattia hanno maggiori probabilità di manifestarsi nei bambini..

In definitiva, l'intensità dei sintomi della patologia dipende dalle caratteristiche geneticamente determinate del sistema immunitario umano.

Anche i segni di allergie nei bambini e negli adulti influenzano significativamente la durata del trattamento. L'ipersensibilità alle particelle di peli di animali domestici è solitamente accompagnata da sintomi della cavità nasale, degli occhi e della pelle..

Le lesioni esatte dipendono dalla posizione del contatto allergenico, in altre parole, quando si nota l'inalazione di irritante, rinorrea, gonfiore dell'epitelio del naso e della bocca, lacrimazione, tosse e starnuti. La dermatite da contatto è caratterizzata dalla comparsa di un'eruzione cutanea quando viene toccata da un animale domestico.

Una reazione allergica al freddo è accompagnata dalla comparsa di papule, prurito e arrossamento della pelle esposta e segni di allergie negli adulti e nei bambini possono anche svilupparsi se esposti ad acqua fredda, neve, ghiaccio.

Allergia al cibo. Questa forma della malattia è caratterizzata da una chiara relazione tra il consumo di determinati alimenti e lo sviluppo di sintomi. Di solito si verificano eruzioni cutanee pruriginose, molto meno spesso (in particolare, sullo sfondo di patologie del tratto gastrointestinale), compaiono reazioni sistemiche sotto forma di disturbi digestivi.

Modulo di contatto della malattia in risposta a irritanti chimici e domestici. Di solito, i segni dei bambini sono limitati dalla reazione cutanea locale a diretto contatto con detergenti e detergenti, una varietà di sostanze durante le attività professionali. Si verifica un'eruzione caratteristica, spesso accompagnata da forte dolore, iperemia, pelle secca.

L'allergia ai farmaci è una delle forme più gravi della malattia, poiché è spesso imprevedibile. Quindi, il più pericoloso in termini di manifestazioni cliniche è la somministrazione endovenosa del farmaco. Tuttavia, una risposta dell'immunità può verificarsi con l'uso intramuscolare del farmaco, nonché con la sua applicazione o somministrazione locale sotto forma di compresse, ma in questo caso i segni di allergia non sono così acuti. La comparsa di orticaria, angioedema, dermatite da contatto è caratteristica. A volte lesioni della pelle versate con formazione di aree di necrosi, disturbi metabolici, fluttuazioni della pressione sanguigna, variazioni della frequenza cardiaca.

Una reazione allergica all'alcol è caratterizzata da manifestazioni tipiche dell'ipersensibilità alimentare sotto forma di eruzioni cutanee, gonfiore, tosse e attacchi di asma. Secondo i medici, simili segni di allergia negli adulti compaiono in risposta all'esposizione all'alcool.

Una reazione patologica ai dolci e ai prodotti farinacei può essere causata dal glutine, che fa parte del grano o della farina di segale. A volte sintomi simili si verificano con ipersensibilità alla muffa risultante da una conservazione impropria dei prodotti. I segni di un'allergia nei bambini ai prodotti farinacei si manifestano solitamente in tenera età e sono di natura "classica" per la reazione alimentare (eruzioni cutanee, diarrea, disagio nello stomaco e nell'intestino).

Allergia: segni e sintomi, diagnosi, trattamento e prevenzione

Indipendentemente dalla causa dell'attività patologica del corpo, i medici prescrivono test per valutare le condizioni generali del sistema immunitario. Viene determinata la concentrazione di immunoglobuline, la risposta di mastociti, basofili ed eosinofili in risposta al contatto con un irritante. È inoltre necessario un esame completo di una persona per escludere possibili patologie concomitanti.

Segni e sintomi di un'allergia possono coincidere con altre malattie sistemiche, quindi deve essere finalmente confermato per condurre ulteriori ricerche. Test specifici sono per valutare la risposta del corpo a un particolare stimolo..

In parole povere, un antigene specifico viene somministrato per via sottocutanea, sublinguale o intranasale. A volte un'allergia alimentare viene semplicemente offerta al paziente per mangiare un prodotto che è la presunta causa dei sintomi. Successivamente, viene eseguita una valutazione della condizione umana: sviluppo di dermatosi, edema, fluttuazioni della pressione sanguigna, polso, ecc..

La base per il trattamento delle allergie sono gli antistaminici (Erius, Claritin, Zyrtec, ecc.). Alcuni possono essere usati a partire dai sei mesi di età. Con segni di lunga durata di rinite e congiuntivite, vengono prescritti corticosteroidi intranasali. L'allergia, i cui segni e sintomi sono più gravi, richiedono ormoni sotto forma di compresse.

Tuttavia, quasi tutti questi farmaci sono controindicati durante la gravidanza. Pertanto, quando si pianifica un concepimento, si raccomanda a una donna predisposta a una reazione di ipersensibilità di sottoporsi a un ciclo di vaccinazione specifica. Le condizioni potenzialmente letali richiedono un approccio speciale: l'edema di Quincke e lo shock anafilattico. In una tale situazione, gli antistaminici saranno inutili, poiché l'effetto del loro uso non si sviluppa abbastanza rapidamente. Al paziente viene iniettata una soluzione di adrenalina o desametasone.

Se i segni e i sintomi delle allergie compaiono solo a diretto contatto con l'irritante, richiede una costante aderenza alle regole di prevenzione. Il suo principio principale è quello di evitare il più possibile l'esposizione all'allergene al corpo. Inoltre, le persone con una predisposizione a tali malattie dovrebbero seguire una certa dieta, se possibile proteggere la pelle dal freddo e dalla luce solare diretta, pulire regolarmente la stanza dalla polvere.

Allergia: segni e sintomi

Articoli di esperti medici

I segni di allergia sono comuni e individuali. Forse la diversità delle specie delle manifestazioni cliniche delle allergie è dovuta alla diffusione della malattia stessa, la cui scala sta diventando davvero minacciosa. Una malattia del 21 ° secolo oggi colpisce ogni quinto abitante del nostro pianeta, almeno così dicono le statistiche. Tra i segni più comuni di una reazione allergica vi sono la rinite allergica e il prurito e la dermatite cutanea causata da un allergene. Il prossimo nella lista sono mancanza di respiro, tosse allergica, broncospasmo. I più minacciosi sono quei sintomi che portano allo shock anafilattico, che rappresenta una minaccia non solo per la salute ma anche per la vita umana..

Va notato che l'eziologia delle allergie non è stata ancora chiarita, anche se tra le ragioni il mondo scientifico medico nomina problemi ambientali, nutrizione irragionevole, cambiamenti nei meccanismi del sistema immunitario e molti altri. Tuttavia, una singola teoria eziologica, con la quale tutti gli allergologi del mondo sarebbero d'accordo, non esiste ancora. Pertanto, la malattia sta guadagnando slancio e i suoi sintomi sono in costante cambiamento e spesso polimorfici. A differenza di molte altre malattie del secolo, che hanno evidenti manifestazioni cliniche, i sintomi di allergia sono mostrati in qualsiasi tessuto, organo e sistema. Dermatite, sintomi respiratori, problemi gastrointestinali, persino mal di testa - questo è un elenco incompleto di manifestazioni di allergie.

Reazioni allergiche specifiche

Un'allergia mostra segni sotto forma di reazioni specifiche, che a loro volta sono suddivise condizionatamente in tipi: una reazione immediata e un tipo ritardato. I segni sono considerati diversi gruppi:

  • Il tipo di reazione reagin è caratteristico della rinite dell'eziologia allergica e dell'asma bronchiale atopico. Il polline di piante fiorite, componenti alimentari e polvere, sia domestiche che industriali, provoca questi segni e malattie. La reazione si verifica dopo 24-48 ore dal momento del contatto con l'allergene.
  • Reazioni immediate, manifestate chiaramente e che si verificano rapidamente come risposta del sistema immunitario a un antigene. Questi sono tutti i tipi di dermatite allergica, prurito, iperemia. Tale risposta è considerata aptica, cioè immune. La reazione si verifica 10-15 minuti dopo l'esposizione a un allergene.
  • Reazioni citotossiche Tali reazioni sono caratteristiche in quanto gli antigeni non penetrano negli allergeni, ma nelle cellule del corpo. Le cause dell'autodistruzione cellulare possono essere i prodotti di decomposizione del virus, le tossine batteriche, le trasfusioni di sangue donate, la mancata corrispondenza dei fattori Rh del bambino e della madre, nonché le sostanze medicinali. Il sistema immunitario risponde alle cellule alterate producendo immunoglobuline IgG e IgM, che si legano alle cellule colpite, distruggendole completamente.
  • Tipo di reazione immunocomplessa quando si formano CEC - immunocomplessi circolanti. Questo tipo di reazione allergica provoca allergie alimentari, malattia da siero, allergie ai farmaci, alveolite e talvolta malattie autoallergiche come l'artrite reumatoide..

I sintomi di allergia mostrano sia chiaramente, clinicamente, sia abbastanza nascosti, quando un naso che cola è dovuto a un raffreddore comune e solo due settimane dopo si rivela la sua vera origine.

Opzioni di allergia clinica

Le opzioni di allergia clinica sono simili alle seguenti:

  • Febbre da fieno o febbre da fieno, generalmente di natura stagionale;
  • rinite;
  • Toxicoderma;
  • Orticaria;
  • Congiuntivite di eziologia allergica;
  • Malattia da siero;
  • enteropatia
  • Edema di Quincke;
  • Crisi emolitiche;
  • Dermatite allergica;
  • trombocitopenia;
  • Asma bronchiale;
  • Shock anafilattico.

I sintomi dell'allergia sono così diversi che nella pratica clinica può essere difficile per un medico differenziare il tipo di malattia allergica e quindi prescrivere una terapia adeguata. In tali casi, viene eseguita una diagnosi completa, necessaria per chiarire la diagnosi. I polisintomatici negli ultimi decenni sono diventati una caratteristica delle allergie. Se la febbre da fieno precedente era accompagnata da eruzioni cutanee tipiche, orticaria, allora la febbre da fieno moderna, oltre ai sintomi di cui sopra, si manifesta con un naso che cola, lacrimazione e dermatite.

Particolare attenzione dovrebbe essere prestata ai segni pericolosi che rappresentano una grave minaccia per lo stato di salute e la vita di una persona allergica. Questi sono asma bronchiale, edema di Quincke, trombocitopenia e shock anafilattico. L'edema di Quincke si sviluppa spesso in faccia, ma può espandersi nella parte occipitale della colonna vertebrale e quindi provocare soffocamento. La trombocitosi provoca emorragie, sia esterne che interne. L'AD (asma bronchiale) è un'infiammazione del tratto respiratorio di un'eziologia allergica. Broncospasmi, convulsioni che accompagnano l'asma sono anche pericolosi per la vita e possono portare a tristi conseguenze. L'anafilassi è giustamente considerata il segno più pericoloso. A volte inizia con prurito, quindi si sviluppa rapidamente mancanza di respiro. Possibile dolore nella regione epigastrica. Lo shock anafilattico si sviluppa rapidamente e passa letteralmente allo stadio del soffocamento nel giro di pochi minuti.

L'allergia firma i gruppi in base a tali aree del corpo, degli organi e dei sistemi:

  • Reazione respiratoria - respiro corto, senso di oppressione al petto, tosse;
  • Reazione cutanea: iperemia, gonfiore, prurito, possibilmente formazione di vesciche, aumento della sudorazione;
  • Reazione del tratto gastrointestinale - feci turbate, diarrea, con possibile diffusione di sangue, vomito, nausea;
  • Reazione nasale - gonfiore della mucosa nasale, naso che cola;
  • Reazione oculare - lacrimazione, arrossamento degli occhi, prurito, gonfiore delle palpebre;
  • Spesso si verifica anche la reazione del viso, dell'area della testa - gonfiore del viso, delle labbra, della lingua, del mal di testa.

Allergia

Con il termine allergia, i medici moderni intendono la reazione ipersensibile immunopatologica del corpo a una varietà di sostanze con sintomi spiacevoli caratteristici, che possono compromettere significativamente la qualità della vita e portare a una serie di problemi di salute cronici.

Da dove viene e come gestirlo? Leggerai questo e molto altro nel nostro articolo..

Le cause

La causa principale dell'allergia è una specifica reazione immunobiologica in cui interagiscono attivamente coppie di antigeni e anticorpi, o linfociti T e anticorpi con danno locale alle cellule nell'area. Nasce come risposta a un irritante specifico, il cosiddetto allergene, che può essere qualsiasi sostanza sia dell'ambiente interno che esterno.

Negli ultimi 100 anni, il numero di manifestazioni di allergie nell'uomo è cresciuto nella progressione aritmetica. Scienziati e medici associano questo ai processi di globalizzazione, urbanizzazione e progresso tecnologico. Innanzitutto, è l'uso attivo dei prodotti dell'industria chimica a casa e al lavoro, i cui componenti possono agire da soli come allergeni e costituire la base per i fallimenti nel lavoro di tutti i sistemi del corpo.

Anche le statistiche degli ultimi decenni sono interessanti: nei paesi sviluppati e ricchi, le persone soffrono di allergie molto più spesso che nei paesi del terzo mondo. Questo fatto è associato alle abitudini di massa dell'igiene ultra-approfondita: l'uso costante di disinfettanti, shampoo, saponi e altri prodotti simili riduce significativamente il livello di contatto del sistema immunitario con interi gruppi di anticorpi. L'immunità "non allenata" in caso di stress provoca una reazione completamente atipica e costituisce i prerequisiti per l'insorgenza di allergie.

Alcuni ricercatori confrontano anche allergie ed ereditarietà: i genitori allergici hanno il 20 percento in più di probabilità di avere figli con lo stesso problema.

Tipi di allergie

Di seguito, elenchiamo i tipici allergeni irritanti, la cui reazione si riscontra più spesso tra i pazienti con questo problema.

Allergia al cibo

Uno dei problemi più comuni: un numero di prodotti o i loro componenti possono causare una reazione allergica. Cereali, frutta, uova, determinate verdure e altro ancora. Di solito, le allergie a determinati alimenti vengono rilevate anche durante l'infanzia, tuttavia, ci sono momenti in cui si manifesta nei bambini di 30 anni..

Allergia alla lana

I peli di animali se esposti alle mucose possono diventare un potente allergene. Prima di tutto, questo problema è associato a cani e gatti lanuginosi domestici e non esiste una soluzione semplice qui: l'unica via d'uscita è fermare il contatto con l'animale e liberarsene.

Allergia al freddo

Nel periodo autunno-inverno, un certo numero di persone soffre di allergie al freddo. Anche piccole fluttuazioni di temperatura, vento freddo e altri fattori ambientali possono diventare una sorta di "innesco" termico all'inizio del processo negativo.

Allergia alle proteine

Molto spesso, gli allergeni sono proteine ​​presenti nei vaccini, nel plasma dei donatori e persino nel latte di mucca banale. L'ipersensibilità di questo tipo è molto spiacevole, tuttavia, per quanto possibile, limitando il contatto con l'allergene e seguendo tutte le prescrizioni del medico, puoi sentirti relativamente a tuo agio.

Allergia nervosa

Una specifica forma secondaria di allergia causata da grave stress e ansia. Di solito passa dopo la stabilizzazione dello stato nervoso, ma può manifestarsi di nuovo in una situazione simile. I sintomi neurologici in questo caso agiscono come una specie di allergene.

Allergia a polline o polvere

Un altro allergene grave, in quasi il 30 percento dei casi, sono componenti finemente dispersi: polvere e polline. Entrambi i tipi di irritanti cadono abbastanza facilmente sulle mucose dei percorsi superiore e persino inferiore, causando una serie di manifestazioni negative.

Allergia al farmaco

Quasi tutti i farmaci moderni hanno una serie di effetti collaterali, anche se vengono seguiti i dosaggi e le raccomandazioni del medico. Manifestazioni allergiche complesse da irritazione della pelle all'edema di Quincke e persino shock anafilattico: fai attenzione!

Allergia ai microrganismi e ai parassiti viventi

Spore, funghi ed elminti non solo irritano notevolmente il sistema immunitario, ma possono anche introdurre una serie di altre malattie e problemi nel corpo..

Allergia agli insetti

Un tipo di allergia molto comune, che spesso porta a gravi sintomi allergici e patologici. Gli allergeni tipici sono zecche, ragni, scarafaggi / Prusak e punture di api / vespe.

Allergia al lattice e prodotti chimici

Il contatto regolare con prodotti chimici, anche nelle persone sane, può causare irritazione e prurito, per non parlare dei pazienti inclini alle allergie. L'unica decisione giusta in questa situazione è quella di escluderli completamente dalla vita di tutti i giorni o sostituirli con quelli più morbidi e sicuri..

Sintomi allergici

I sintomi delle allergie includono una vasta gamma delle manifestazioni più diverse, in un modo o nell'altro, che influenzano negativamente una persona.

Forme respiratorie

  1. Prurito nei passaggi nasali.
  2. Starnuti costante.
  3. Naso che cola con scarico trasparente.
  4. Tosse secca regolare.
  5. wheezing.
  6. Attacchi d'asma.

Forme visive

  1. Gonfiore intorno agli organi della visione.
  2. Lacrima.
  3. Bruciore e irritazione agli occhi.

Forme dermatologiche

  1. Pelle secca e desquamata.
  2. Rossore e prurito dell'epitelio.
  3. Gonfiore e decolorazione / colore della pelle.
  4. Blister ed eruzioni cutanee di tipo eczema.

Forme del tratto gastrointestinale

  1. Costipazione e diarrea.
  2. L'edema di Quincke.
  3. Colica.
  4. Vomito e nausea.

In assenza di un adeguato trattamento qualificato e in caso di contatto frequente con un allergene, possono svilupparsi gravi complicanze e reazioni, il più pericoloso dei quali è lo shock anafilattico. Una persona ha vomito costante e movimenti intestinali eccessivi, un'eruzione cutanea rossa o cianotica appare in tutto il corpo, commette atti involontari di minzione? Una condizione negativa è accompagnata da mancanza di respiro, crampi o perdita di coscienza? Consultare urgentemente un medico!

Diagnosi delle allergie

È quasi impossibile determinare autonomamente un allergene per una persona e persino un medico sulla base di un semplice esame esterno e dei reclami dei pazienti. Ecco perché la medicina moderna ha una vasta gamma di strumenti e una serie di test per identificare la sostanza / componente che provoca la risposta ipersensibile del sistema immunitario allo stimolo.

Test cutanei

Il metodo diagnostico classico se il paziente non ha ancora identificato il tipo di allergene. Il suo principio è la somministrazione sottocutanea di potenziali irritanti e l'aspettativa di una reazione appropriata. Di norma, vengono eseguiti test cutanei sulla schiena e in aree separate dell'avambraccio.

Usando uno strumento per graffiare, una soluzione con particelle di un possibile allergene viene applicata all'area locale dell'epitelio - da una a venti varietà in un'unica analisi. Dove la reazione è positiva (gonfiore o arrossamento dopo un breve periodo di tempo) ed è presente il componente desiderato.

Analisi anticorpale

Un metodo meno traumatico, ma più lento, è il campionamento e la successiva analisi del sangue venoso per il numero di anticorpi IgE specifici. Tipicamente, questo metodo è complementare e chiarisce quando viene istituito almeno un gruppo di possibili allergeni..

Alcuni esperti lo considerano meno affidabile, poiché un cambiamento nella concentrazione di anticorpi può essere causato da vari fattori (comprese le malattie di terze parti) ed è anche impossibile valutare la gravità di una possibile reazione allergica utilizzando l'analisi descritta. In alcuni casi (ad esempio, con l'assunzione costante di corticosteroidi o antistaminici), tuttavia, può essere quello principale, se è impossibile condurre test classici con un alto grado di affidabilità.

Test di applicazione

Sono una variazione ottimizzata dei test cutanei progettati per determinare l'allergene che provoca esclusivamente reazioni patologiche cutanee. Miscele con potenziali allergeni vengono applicate su una speciale piastra metallica, dopo di che viene attaccata alla schiena per due giorni e i medici si aspettano un'adeguata reazione patologica. Metodo conveniente, sebbene altamente specializzato.

Test provocatori

Il test diagnostico più radicale, ma anche affidabile, la cui essenza è l'introduzione diretta di un potenziale allergene nel corpo: per iniezione o per ingestione. Può essere effettuato solo in ospedale sotto la costante supervisione di medici che possono bloccare una possibile reazione allergica e persino shock anafilattico se necessario.

Trattamento di allergia

La medicina moderna non può ancora curare completamente le allergie. L'intera gamma di misure terapeutiche proposte mira ad eliminare il contatto con l'allergene e inibire le manifestazioni negative di ipersensibilità.

Eliminazione totale o parziale del contatto con l'allergene

Se possibile, il medico consiglierà innanzitutto di eliminare completamente l'allergene identificato o almeno di limitarne l'interazione con il corpo del paziente. Filtrare e umidificare l'aria, espellere gli animali dall'appartamento, un'attenta selezione della chimica usata a casa e al lavoro, rifiutando di usare un numero di prodotti, scegliendo il guardaroba giusto e in alcuni casi anche cambiando il luogo di residenza: queste sono le azioni tipiche in questa situazione.

Terapia farmacologica

  1. Antistaminici. Bloccanti dell'istamina, che sono catalizzatori per le manifestazioni esterne della sindrome. Sono utilizzati sia a breve termine (durante convulsioni ed esacerbazioni) che a lungo termine (prevenzione della comparsa di sintomi negativi). I farmaci classici di questo gruppo sono loratadina, clemastina, cetirizina, zirtechi. Con l'uso prolungato, è necessario sviluppare un regime di dosaggio individuale e il dosaggio, poiché gli antistaminici hanno una serie di effetti collaterali.
  2. Decongestionanti. Gocce vasocostrittive e spray nasali destinati all'uso a lungo termine. Facilitano la respirazione, soprattutto con allergie stagionali a pollini, piante, polvere. I rappresentanti classici sono ossimetazolina, xilometazolina. Come gli antistaminici, richiedono un regime speciale per l'assunzione e il riposo tra i corsi, perché con l'uso costante diminuisce l'effetto positivo (sono necessarie dosi sempre più elevate per ottenere il risultato desiderato) e la rinite farmacologica può anche formarsi sotto forma di un processo patologico inverso di congestione nasale.
  3. Inibitori dei leucotrieni. Tali farmaci bloccano le reazioni dei leucotrieni che causano gonfiore e infiammazione delle vie aeree. Di solito sono usati per l'asma bronchiale, ma sono anche usati per eliminare i sintomi acuti di una vasta gamma di allergie. Rappresentante tipico - Singolare.
  4. Corticosteroidi. Sono utilizzati per tipi complessi di allergie con il potenziale pericolo di shock anafilattico. I farmaci ormonali di questo tipo sono compresse (desametasone, prednisolone) e forme liquide (spray al mometasone, fluticasone), rispettivamente, per uso orale generale e locale.

Immunoterapia

Un metodo alternativo di iposensibilizzazione, la cui essenza è la graduale crescente introduzione dell'allergene nel corpo con il suo successivo adattamento al sistema immunitario, che inizia ad abituarsi agli anticorpi dell'irritante e non a dare una risposta così violenta.

Viene eseguito solo in ambiente ospedaliero, richiede un aggiornamento periodico sotto forma di dosi di mantenimento, ma allo stesso tempo dà un effetto a lungo termine (da uno a cinque a dieci anni).

Trattamento con rimedi popolari

Va notato subito che la maggior parte delle ricette di medicina alternativa offerte al grande pubblico contro le allergie non sono efficaci o possono esse stesse potenzialmente causare una reazione allergica. Di seguito, elenchiamo i più affidabili e sicuri, ma possono essere utilizzati solo dopo aver consultato il proprio medico e allergologo!

  1. Prepara una stringa secca come il tè e bevi un decotto invece di questa bevanda per diversi mesi.
  2. Prendi in proporzioni uguali le radici di bardana e dente di leone, macina con cura. Due cucchiai della miscela versano tre tazze di acqua bollita a temperatura ambiente e insistono in un luogo buio per dodici ore, quindi accendono la stufa per 10 minuti (fuoco lento) e fate bollire. Raffreddare il brodo, filtrarlo e consumare ½ tazza fino a cinque volte al giorno per un mese.
  3. Prepara un cucchiaio di erba essiccata di celidonia in ½ litro di acqua, lascialo fermentare per quattro ore. Bevi un quarto di tazza due volte al giorno per tre mesi.
  4. Prendi un cucchiaio di infuso di motherwort e valeriana, diluiscilo con un litro d'acqua e fai gargarismi 4–5 volte al giorno. Aiuta a non reagire all'impollinazione delle piante.

Dieta allergica

Non esiste una dieta specifica per le allergie. I singoli prodotti o i loro gruppi possono essere esclusi da un allergologo, nutrizionista o terapista basato su un allergene confermato. In alcuni casi, anche in assenza di allergie alimentari, alcuni piatti o i loro componenti devono essere limitati nella loro dieta quotidiana - ad esempio, con ipersensibilità al polline, è consigliabile abbandonare noci e miele; con un'allergia all'aspirina, puoi limitare la dieta dei frutti contenenti acido salicilico; contro una forte risposta immunitaria agli insetti aiuterà il rifiuto di prodotti con membrane chitinose, ecc..

In ogni caso, l'esatto schema nutrizionale esclusivo deve essere selezionato da uno specialista in trattamento individuale!

Prevenzione

Sfortunatamente, non esistono misure preventive in grado di prevenire completamente il 100% dell'insorgenza di allergie. Tuttavia, è opportuno prendere in considerazione una serie di raccomandazioni per ridurre al minimo i possibili rischi di un problema:

  1. Evita le allergie.
  2. Mantieni la tua casa pulita, pulisci e arieggia regolarmente le stanze..
  3. Utilizzare solo indumenti sintetici ipoallergenici e prodotti chimici per la casa, sostituendoli con analoghi naturali se possibile..
  4. Cerca di non cedere allo stress o alla depressione: i "fattori scatenanti" di molti processi negativi, tra cui un'allergia.

Cause, sintomi e trattamento delle allergie

Che cos'è un'allergia??

L'allergia è una maggiore sensibilità del corpo a una sostanza. Questa sostanza può essere qualsiasi ingrediente chimico, prodotto, lana, polvere, polline o microbo..

Oggi è stato stabilito che gli allergeni possono essere sostanze che si formano all'interno del corpo. Si chiamano endo-allergeni o autoallergeni. Sono naturali - proteine ​​di tessuti invariati isolate dal sistema responsabile dell'immunità. E acquisite: proteine ​​che acquisiscono proprietà estranee da fattori termici, radianti, chimici, batterici, virali e di altro tipo. Ad esempio, una reazione allergica si sviluppa con glomerulonefrite, reumatismi, artrite, ipotiroidismo.

Alle allergie può essere giustamente assegnato il secondo nome "Malattia del secolo", poiché attualmente oltre l'85% dell'intera popolazione del nostro pianeta soffre di questa malattia, o meglio della sua varietà. L'allergia è una reazione inadeguata del corpo umano al contatto o all'ingestione di un allergene. Molto spesso, le allergie non vengono trattate, tutto il cosiddetto trattamento si riduce alla scoperta dell'allergene immediato e all'isolamento completo, in questo caso la prevenzione è più importante del trattamento stesso. Prima di tutto, affinché le azioni preventive abbiano successo, è necessario trarre le giuste conclusioni sulle cause della malattia. Per riconoscere la reazione allergica del corpo nel tempo, è necessario conoscere i suoi sintomi allergici, in modo che il soggetto allergico possa ricevere assistenza medica in tempo e correttamente.

L'allergia è una malattia individuale. Alcuni sono allergici al polline, altri sono allergici alla polvere, altri sono allergici ai gatti. L'allergia è la base di malattie come, ad esempio, l'asma bronchiale, l'orticaria, la dermatite. Lo sviluppo di alcune malattie infettive può essere accompagnato da allergie. In questo caso, un'allergia si chiama allergia infettiva. Inoltre, gli stessi allergeni possono causare diversi sintomi di allergie in persone diverse e in momenti diversi..

Negli ultimi decenni, c'è stato un marcato aumento dell'incidenza delle allergie. Esistono varie teorie che spiegano questo fenomeno: Teoria dell'influenza sull'igiene: questa teoria afferma che il rispetto delle regole igieniche priva il corpo di contatto con molti antigeni, il che provoca uno sviluppo debole del sistema immunitario (specialmente nei bambini). Aumento del consumo di prodotti chimici: molti prodotti chimici possono agire come allergeni o creare i prerequisiti per lo sviluppo di reazioni allergiche attraverso la disfunzione dei sistemi nervoso ed endocrino.

Sintomi allergici

Esiste davvero solo un numero enorme di diverse forme di allergie, quindi anche i sintomi delle allergie sono diversi. I sintomi allergici sono molto facili da confondere con altre malattie simili nei sintomi, che si verificano quotidianamente nella pratica medica..

Le allergie respiratorie si verificano dopo che un allergene entra nel corpo mentre respira. Questi allergeni sono spesso diversi tipi di gas, pollini o polvere molto fine, tali allergeni sono chiamati aeroallergeni. Questi includono allergie respiratorie. Tale allergia si manifesta sotto forma di:

Naso che cola (o solo uno scarico acquoso dal naso)

Possibile tosse grave

In alcuni casi soffocamento

Le principali manifestazioni di questo tipo di allergia, si può ancora considerare l'asma bronchiale e la rinite allergica.

La dermatosi è accompagnata da varie eruzioni cutanee e irritazioni sulla pelle. Vari tipi di allergeni possono causarlo, come ad esempio: cibo, aeroallergeni, cosmetici, prodotti chimici domestici, medicine.

Questo tipo di allergia, di regola, si manifesta sotto forma di:

Eruzione cutanea simile all'eczema

Congiuntivite allergica. C'è anche una manifestazione di allergia che colpisce gli organi della vista - chiamata congiuntivite allergica. Appare sotto forma di:

Bruciore agli occhi

Gonfiore della pelle intorno agli occhi

enteropatia Abbastanza spesso è possibile trovare un tipo di allergia come l'enteropatia, che inizia a manifestarsi a causa dell'uso di qualsiasi prodotto o farmaco, questa reazione è dovuta a una reazione allergica del tratto gastrointestinale. Questo tipo di allergia si manifesta sotto forma di:

Gonfiore delle labbra, lingua (gonfiore di Quincke)

Lo shock anafilattico è la forma più pericolosa di allergia. Può accadere in pochi secondi o potrebbero volerci fino a cinque ore prima che si verifichi, dopo che un allergene entra nel corpo, può essere provocato da una puntura di insetto (va notato che ciò accade abbastanza spesso) o da droghe. Lo shock anafilattico può essere riconosciuto da segni come:

La comparsa di un'eruzione cutanea in tutto il corpo

Se una persona ha i suddetti sintomi, è necessario chiamare immediatamente un'ambulanza e fornire il primo soccorso. Con shock anafilattico, non puoi esitare, in quanto ciò può portare alla morte.

La manifestazione di allergie è spesso confusa con i sintomi del raffreddore. La differenza tra un raffreddore comune e le allergie è, in primo luogo, che la temperatura corporea, di regola, non aumenta e che lo scarico dal naso rimane liquido e trasparente, simile all'acqua. Lo starnuto con le allergie può essere intero, lunghe serie di fila e, soprattutto, con un raffreddore, tutti i sintomi di solito scompaiono abbastanza rapidamente e con le allergie durano molto più a lungo.

Cause di allergie

La causa delle allergie è spesso la malnutrizione e uno stile di vita malsano. Ad esempio, un consumo eccessivo di cibi raffinati o pieni di sostanze chimiche e additivi. Le allergie possono anche essere causate da un semplice stress emotivo o psicologico..

Un'allergia può essere riconosciuta da un naso che cola inaspettato, starnuti o lacrimazione. Il rossore e il prurito della pelle possono anche indicare la presenza di allergie. Molto spesso, una reazione allergica si verifica quando una persona entra in contatto con determinate sostanze chiamate allergeni. Il corpo risponde ad esso come un agente patogeno e cerca di difendersi. Gli allergeni comprendono entrambe le sostanze con un effetto allergenico diretto e sostanze che possono migliorare l'azione di altri allergeni..

La reazione delle persone a vari gruppi di allergeni dipende dalle caratteristiche genetiche del sistema immunitario. Numerosi dati indicano l'esistenza di una predisposizione ereditaria alle allergie. I genitori con allergie hanno un rischio maggiore di avere un bambino con la stessa patologia rispetto alle coppie sane.

La causa delle allergie può essere:

Proteine ​​estranee contenute nel plasma donatore e nei vaccini

Polvere (strada, casa o libro)

Spore di funghi o muffe

Alcuni farmaci (penicillina)

Alimenti (di solito: uova, latte, grano, soia, frutti di mare, noci, frutta)

Escrezioni di zecche domestiche

Detergenti chimici

Effetti allergici

La maggior parte delle persone crede erroneamente che le allergie siano una malattia sicura e vadano senza conseguenze. Una reazione allergica provoca sintomi spiacevoli, accompagnati da affaticamento, aumento dell'irritabilità, riduzione dell'immunità. Ma non sono tutte le conseguenze delle allergie. La malattia provoca spesso eczema, anemia emolitica, malattia da siero, asma bronchiale.

La complicazione più grave è la difficoltà respiratoria, che si sviluppa in shock anafilattico con convulsioni, perdita di coscienza e una pericolosa riduzione della pressione sanguigna. Lo shock anafilattico si verifica dopo l'introduzione di alcuni farmaci, a causa di punture di insetti e presenza di un fattore irritante nel cibo. I segni più comuni di allergie sono congestione nasale e starnuti frequenti..

La principale differenza tra un'allergia e un raffreddore è che i suddetti sintomi durano molto più a lungo nel tempo rispetto alle normali infezioni respiratorie acute. La dermatosi allergica o la dermatite atopica, anche gli effetti delle allergie, si sviluppano rapidamente e in casi avanzati vengono trattati a lungo ed è difficile. La dermatite è espressa da edema, vesciche, prurito, desquamazione, arrossamento.

Un'altra conseguenza più grave delle allergie è lo shock anafilattico. Questa malattia si verifica meno frequentemente, ma è molto pericolosa e si sviluppa rapidamente. Gli effetti delle allergie sono difficili da prevedere. Questa malattia è sempre presa di sorpresa e se il sistema immunitario funziona normalmente, la persona si riprende rapidamente. Ma succede anche che i sintomi si intensificano troppo rapidamente ed è necessario assumere rapidamente gli antistaminici. Questo gruppo comprende Difenidramina, Suprastin, Tavegil. Questi medicinali devono sempre trovarsi nell'armadietto dei medicinali a domicilio, ma devono essere assunti solo dopo aver consultato uno specialista che prescriverà il trattamento necessario, questo evita gli effetti delle allergie.

Fattori di rischio

Non è ancora chiaro perché gli stessi fattori dell'ambiente tecnogenico abbiano un tale effetto su alcune persone, ma non su altre. Non è stata rilevata alcuna correlazione tra allergia e salute generale. Tuttavia, si ritiene che le allergie possano causare gravi intasamenti del corpo, in relazione ai quali molti ricorrono alla pulizia del corpo. La causa delle allergie può anche essere la presenza di parassiti nel corpo. Oggi, non vi è dubbio che il fatto che in alcuni casi molte malattie allergiche nei bambini siano provocate da cambiamenti nella microflora intestinale, cioè dalla disbiosi. È noto che con la disbiosi, l'integrità della barriera del tessuto intestinale è compromessa, a seguito della quale gli allergeni non digeriti entrano nel flusso sanguigno (ad esempio frammenti di proteine). La disbatteriosi nei bambini, quindi, può essere la causa di dermatite atopica, allergie alimentari, eczema.

Alcuni tipi di allergie possono portare a gravi malattie. Ad esempio, in alcuni casi, l'asma bronchiale, che causa difficoltà respiratorie, è di natura allergica. Questa è una malattia comune che si riscontra spesso nei bambini. Le allergie sono una causa comune di malattie della pelle chiamate eczema..

La febbre da fieno è anche una manifestazione di allergie. Durante un attacco, le persone starnutiscono, hanno lacrime che scorrono e si osserva un naso che cola, come con un raffreddore. In genere, questi segni compaiono in estate e in primavera (in questo momento, si verifica la fioritura di massa di varie piante).

Come rilevare un allergene?

Se riscontri sintomi allergici, ma non conosci le cause del loro verificarsi - assicurati di contattare il tuo medico che effettuerà o confermerà la diagnosi, prescrivi individualmente il trattamento adeguato.

Oltre all'esame, sono necessari anche numerosi studi e analisi specifici per le allergie..

Test cutanei: viene prescritto uno studio in caso di sospetto di allergia. Tra i principali vantaggi di questo studio, vale la pena notare la semplicità di implementazione, la consegna rapida dei risultati e il basso costo. La procedura non solo fornisce informazioni affidabili sulla causa dello sviluppo di allergie, ma determina anche l'allergene che ha causato la reazione. L'essenza di un test cutaneo è l'introduzione di una piccola quantità di allergeni nella pelle e, a seconda della reazione del corpo, la determinazione di allergeni che possono causare una reazione acuta del paziente. Le persone di qualsiasi età possono fare questo studio..

Nonostante il fatto che i test cutanei vengano solitamente eseguiti nell'area della pelle della regione interna dell'avambraccio, in alcuni casi possono essere eseguiti sul retro..

Secondo la storia della malattia, vengono selezionati alcuni allergeni somministrati (in accordo con il gruppo che ha causato l'allergia)

Possono essere somministrati da due a venti allergeni

Per ogni singolo allergene, la pelle è divisa in sezioni, ognuna delle quali ha il proprio numero

Una piccola quantità di soluzione viene applicata sulla pelle.

Nel luogo in cui viene applicata la soluzione, la pelle viene "graffiata" dallo strumento, che a volte provoca sensazioni spiacevoli e dolorose

Reazione positiva: entro pochi minuti nel punto in cui è stata applicata la soluzione allergenica, appare il prurito, dopo di che si formano arrossamento e gonfiore di una forma rotonda. In costante aumento di diametro, dopo venti minuti il ​​gonfiore dovrebbe raggiungere la dimensione massima possibile. Nel caso in cui il diametro del gonfiore risultante superi la dimensione stabilita, l'allergene introdotto è considerato colpevole dello sviluppo di una reazione allergica.

Al fine di verificare se lo studio è stato condotto correttamente, sono state introdotte due soluzioni: la prima, per tutte le persone senza eccezioni, provoca la reazione sopra descritta e la seconda non rileva alcuna reazione.

È vietato utilizzare farmaci antiallergici due giorni prima dello studio, perché alla fine possono causare risultati falsi.

Esame del sangue per IgE. Misurazione di anticorpi IgE nel sangue. Lo studio richiede una piccola quantità di sangue da una vena. Di solito i risultati sono pronti entro una o due settimane. Lo studio viene condotto se per un motivo o per l'altro è impossibile condurre test cutanei o se il paziente è costretto a assumere costantemente farmaci antiallergici. Lo studio descritto può anche essere assegnato come ulteriore, confermando i risultati dei test cutanei..

Tra le varietà dello studio descritto, vale la pena notare:

Anticorpi IgE ematici totali. Lo scopo di questo studio è di determinare la quantità totale di anticorpi nel sangue. È importante notare che i dati ottenuti non possono sempre fornire un'assistenza significativa nel trattamento, perché ci sono una serie di ragioni per cui i livelli ematici di anticorpi possono essere elevati in assenza di una reazione allergica.

Analisi per la rilevazione di anticorpi IgE specifici nel sangue. Grazie a questo studio, è possibile rilevare anticorpi specifici per un allergene alimentare (ad esempio uova o arachidi). Lo studio è necessario per stabilire il livello di sensibilizzazione del corpo a vari tipi di cibo.

È importante sapere che i risultati di questo studio, se confermano la presenza o l'assenza di un'allergia nel paziente, non sono in grado di determinare la gravità della reazione. Per confermare la diagnosi di allergia, una certa quantità di anticorpi IgE deve essere contenuta nel sangue.

Test cutanei o applicativi (Patch test): questo studio consente di identificare le cause delle reazioni allergiche cutanee, come l'eczema o la dermatite da contatto. L'allergene, che si suppone abbia causato una reazione specifica del corpo, è contenuto in una speciale miscela di vaselina o paraffina. Viene applicato su piastre metalliche (circa un centimetro di diametro) che contengono miscele di vari allergeni, dopodiché queste ultime vengono attaccate alla pelle sul retro (il paziente deve tenerlo asciutto per due giorni prima di condurre lo studio).

Dopo il tempo specificato, le piastre vengono rimosse dalla pelle e viene esaminata la presenza di reazioni all'allergene. Se non vi è alcuna reazione, al paziente viene chiesto di sottoporsi a un secondo esame della pelle dopo quarantotto ore. L'ispezione ripetuta consente di verificare qualsiasi tipo di cambiamento, la cui causa potrebbe essere una risposta lenta del corpo umano.

Lo studio sopra descritto viene condotto al fine di rilevare allergie a sostanze come:

Vari componenti di profumo

Test provocatori. Come tutti i test medici, la ricerca volta a rilevare le allergie ha i suoi difetti. In presenza di reazioni allergiche, i test sopra descritti non consentono una diagnosi accurata delle allergie..

L'unica opzione possibile per inserire il 100%: la diagnosi corretta è un test provocatorio. L'obiettivo principale di questo studio è provocare una reazione allergica nel paziente, attraverso l'uso di quegli allergeni e prodotti che hanno provocato questa reazione, secondo i suggerimenti dei medici. Non dobbiamo dimenticare che questo studio è possibile solo in ospedale con la dovuta supervisione di specialisti..

In genere, uno studio viene condotto in due casi:

1. Se il risultato corretto non è stato dato un campione di sangue e la sua ulteriore analisi.

2. Se il paziente (più spesso il bambino) dopo un lungo periodo di tempo scompare la reazione del corpo all'allergene precedentemente stabilito.

Le regole sono tali che lo studio dovrebbe essere condotto in un dipartimento specializzato nel rispetto di tutte le misure di sicurezza, sotto la guida di un gruppo di medici. A seconda del luogo di sviluppo della precedente reazione allergica, durante lo studio l'allergene verrà introdotto sotto la lingua, nella cavità nasale, nei bronchi o nel sistema digestivo del paziente. Nel caso in cui venga nuovamente rilevata una reazione allergica, lo studio verrà interrotto, dopodiché i medici prenderanno le misure necessarie per eliminare i sintomi dell'allergia.

Pronto soccorso per le allergie

In totale, le reazioni di tipo allergico sono divise in pesanti e leggere, possono causare sintomi come:

Prurito di una piccola area della pelle nel luogo in cui si è verificato il contatto diretto con l'allergene

Lacrimazione e prurito nella zona degli occhi

Rossore, gonfiore o gonfiore di una piccola area della pelle

Sintomi che accompagnano un naso che cola (congestione nasale)

Starnuti ripetuti

La formazione di vesciche in luoghi di punture di insetti

Se trovi qualche sintomo, devi seguire i seguenti passi:

Sciacquare l'area di contatto con l'allergene (pelle, cavità orale o naso) e pulirlo con acqua bollita calda.

È possibile limitare il contatto con l'allergene.

Se la causa della reazione allergica è una puntura di insetto e al suo posto non è rimasta alcuna puntura, è importante rimuoverla il prima possibile

Applicare un impacco freddo sulla zona pruriginosa della pelle e sul punto del morso diretto

Prendi un farmaco antiallergico (Fexofenadina, Loratadina, Cetirizina, Cloropiramina, Clemastina).

Se le condizioni del corpo non solo non sono migliorate, ma, al contrario, sono peggiorate, dovresti chiamare immediatamente un'ambulanza per i medici o andare in un istituto medico (se possibile) per ottenere consigli e assistenza specializzata dai medici.

Sintomi di gravi reazioni allergiche:

Mancanza di respiro e mancanza di respiro;

Crampi alla gola, sensazione di chiusura del tratto respiratorio;

Problemi con la parola (ad es. Raucedine);

Battito cardiaco e battito cardiaco accelerati;

Gonfiore, prurito o formicolio di tutto il corpo, nonché delle sue singole sezioni;

Debolezza, ansia o vertigini;

Perdita di coscienza associata ai suddetti sintomi.

1. Se trovi i sintomi sopra indicati, chiama immediatamente un team medico.

2. Se la persona si trova in uno stato cosciente, gli devono essere somministrati farmaci antiallergici: clemastina (Tavegil), fexofenadina (Telfast), cetirizina (Zirtek), Loratadina (Claritin), cloropiramina (Suprastin) (mediante iniezione con farmaci simili in forma iniettabile o in compresse).

3. Dovrebbe essere posato, libero da indumenti che impediscono la respirazione libera..

4. In caso di vomito, è importante appoggiare la persona su un fianco in modo che il vomito non penetri nel tratto respiratorio, causando quindi ulteriori danni.

5. Se vengono rilevati arresto respiratorio o palpitazioni, è importante eseguire la rianimazione: massaggio cardiaco indiretto e respirazione artificiale (ovviamente, solo se si sa come farlo). È importante continuare le attività fino al completo ripristino delle funzioni polmonari e cardiache e all'arrivo del team medico..

Per prevenire lo sviluppo di complicanze o il deterioramento delle condizioni di una persona, è meglio cercare immediatamente assistenza medica specializzata (soprattutto quando si tratta di bambini).

Trattamento di allergia

Nel trattamento delle allergie, è innanzitutto necessario eliminare il contatto con gli allergeni dall'ambiente. Se sei allergico e sai quali allergeni possono portare a una reazione indesiderata, proteggiti il ​​più possibile da qualsiasi contatto con loro, anche il minimo (la proprietà di un'allergia è provocare reazioni di gravità crescente a contatti ripetuti con l'allergene).

Il trattamento farmacologico è un trattamento volto a ridurre il rischio di sviluppare una reazione allergica, nonché a eliminare i sintomi causati dalle allergie.

Antistaminici. Loratadina (Claritin), Fexofenadine (Telfast), Cetirizine (Zirtek), Chloropyramine (Suprastin), Clemastine (Tavegil) - questi farmaci rappresentano il primo gruppo e sono tra i primi quando si tratta del trattamento delle reazioni allergiche. Nel momento in cui un allergene entra nel corpo, il sistema immunitario umano produce una sostanza speciale chiamata istamina.

La maggior parte dei sintomi associati a una reazione allergica causa istamina. Il gruppo di farmaci presentato aiuta a ridurre la quantità di istamina secreta o ne blocca completamente il rilascio. Nonostante ciò, non possono rimuovere completamente i sintomi delle allergie.

È noto che, come tutti i medicinali, gli antistaminici possono causare effetti indesiderati, tra cui: sonnolenza e secchezza delle fauci, vertigini, vomito, nausea, ansia e nervosismo, difficoltà a urinare. Gli effetti collaterali più comuni sono gli antistaminici di prima generazione (ad esempio, cloropiramina (Suprastin) o clemastina (Tavegil). Prima di iniziare a prendere antistaminici, consultare il proprio medico che determinerà le dosi necessarie singolarmente e parlare anche della possibilità di condividere insieme gli antistaminici con altre droghe.

Decongestionanti (pseudoefedrina, xilometazolina, ossimetazolina): questi farmaci vengono spesso utilizzati per eliminare il problema di un naso chiuso. I medicinali sono in vendita sotto forma di gocce o spray e sono prescritti per raffreddori, allergie ai pollini (febbre da fieno) o qualsiasi reazione allergica, il cui sintomo principale è l'influenza, il naso chiuso e la sinusite.

È noto che la superficie interna del naso è coperta da un'intera rete di piccoli vasi. Se un antigene o un allergene entra nella cavità nasale, i vasi della mucosa si dilatano e il flusso sanguigno aumenta: questo è un tipo di sistema di protezione dell'immunità. Se il flusso sanguigno è grande, la mucosa si gonfia e provoca una forte secrezione di muco. Poiché i decongestionanti agiscono sulle pareti dei vasi sanguigni della mucosa, causandone il restringimento, il flusso sanguigno diminuisce e l'edema, rispettivamente, diminuisce.

Non è raccomandato assumere questi farmaci per i bambini di età inferiore ai dodici anni, nonché per le madri che allattano e le persone con ipertensione. Non usarli per più di cinque o sette giorni, perché l'uso prolungato provoca una reazione opposta sotto forma di gonfiore della mucosa nasale.

Tra gli effetti collaterali causati da questo farmaco, vale la pena notare bocca secca, mal di testa e debolezza generale. Molto raramente, i farmaci possono portare a allucinazioni o reazioni anafilattiche..

Prima di usare questi farmaci, consultare il medico.

Gli inibitori del leucotriene (Montelukast (singolare) sono sostanze chimiche che bloccano le reazioni indotte dal leucotriene, che vengono escrete dall'organismo durante una reazione allergica e causano infiammazione e gonfiore delle vie aeree (spesso utilizzate per trattare l'asma bronchiale). In considerazione dell'assenza di interazioni con altri farmaci, inibitori dei leucotrieni possono essere usati insieme ad altri farmaci.In rari casi, si verificano reazioni avverse sotto forma di testa, orecchio o mal di gola.

Spray steroidi. (Beclometasone (Bekonas, Beklazon), fluticasone (Nazarel, Flixonase, Avamis), Mometasone (Momat, Nazonex, Asmanex)) - in sostanza, questi farmaci sono farmaci ormonali. La loro azione è volta a ridurre i processi infiammatori nei passaggi nasali (in vista della riduzione dei sintomi di reazioni allergiche, passaggi di congestione nasale).

Poiché l'assorbimento dei farmaci è minimo, la presenza di possibili reazioni avverse è completamente eliminata. Tuttavia, vale la pena ricordare che l'uso prolungato dei farmaci di cui sopra può portare a mal di gola o sanguinamento. Prima di utilizzare questo o quel farmaco, è obbligatorio visitare il medico e consultare il medico.

Iposensibilizzazione. Un altro metodo di trattamento utilizzato insieme ai farmaci è l'immunoterapia. L'essenza di questo metodo è la seguente: un numero crescente di allergeni viene gradualmente introdotto nel tuo corpo, il che alla fine porta a una diminuzione della sensibilità del corpo a un singolo allergene.

Durante la procedura sopra descritta, piccole dosi di allergene vengono somministrate come iniezione sottocutanea. Nella fase iniziale, le verranno somministrate iniezioni con una pausa di una settimana (o anche meno), parallelamente al fatto che la dose dell'allergene aumenterà costantemente.

Il regime descritto sarà osservato fino al raggiungimento di una "dose di mantenimento" (con l'introduzione di tale dose, sarà presente un effetto pronunciato di riduzione della normale reazione all'allergene). Vale la pena notare, tuttavia, che una volta raggiunta questa "dose di mantenimento", sarà necessario somministrarla settimanalmente per almeno altri due anni. Molto spesso, viene assegnato un metodo simile se:

una persona ha una grave forma di allergia che non risponde bene al trattamento convenzionale;

viene rilevato un certo tipo di allergia, come una reazione del corpo a un'ape o una puntura di vespa.

A causa del fatto che il trattamento può causare una grave reazione allergica, viene eseguito esclusivamente in un istituto medico sotto la supervisione di un gruppo di specialisti.

Prevenzione delle allergie

La prevenzione delle allergie si basa sulla prevenzione del contatto con l'allergene. Per prevenire l'insorgenza di allergie, si raccomanda di evitare il contatto con l'allergene o di minimizzare il contatto con esso. Certo, è difficile e molto oneroso controllare i sintomi delle allergie, quindi non tutti possono farcela. Dopotutto, è chiaro che se una persona soffre, ad esempio, di un'allergia al polline delle piante, non dovrebbe uscire all'aperto durante la stagione di fioritura, specialmente a metà giornata, quando la temperatura dell'aria raggiunge il suo valore massimo. E le persone con allergie alimentari devono dare la preferenza a cibi non così preferiti, seguendo i consigli di allergologi e nutrizionisti.

Non è facile per coloro che sono allergici a qualsiasi farmaco, è difficile scegliere una medicina sicura nel trattamento di altre malattie. La migliore prevenzione per la maggior parte delle persone allergiche è seguire una dieta e regole igieniche. Un'importante misura preventiva contro le allergie è la pulizia delle stanze, l'eliminazione di lana e piumoni, cuscini di piume, che possono essere scambiati con prodotti realizzati con tessuti sintetici.

Si consiglia di escludere il contatto con gli animali, eliminare la muffa nelle case. L'uso di insetticidi speciali eliminerà le zecche che vivono nei mobili imbottiti. Se sei allergico ai preparati cosmetici, è consigliabile condurre eventi di prova prima di sceglierli e, se non sono adatti, rifiutare di usarli.

I medicinali scaduti devono essere eliminati. La prevenzione delle allergie include modi per prevenire le manifestazioni iniziali e prevenire le ricadute se è noto quale allergene provoca la malattia. L'assistenza sanitaria è il compito fondamentale di ogni persona, se sei sensibile a una tale malattia si raccomanda di osservare attentamente tutte le condizioni che ne escludono lo sviluppo.

Autore dell'articolo: Kuzmina Vera Valerevna | Endocrinologo, nutrizionista

Formazione scolastica: Diploma della Russian State Medical University dal nome N. I. Pirogov, specialità "Medicina generale" (2004). Residenza presso l'Università statale medica e dentistica di Mosca, diploma in "Endocrinologia" (2006).