Image

Trattamento di alveolite della cavità dentale di diversi tipi: dopo il trattamento o la rimozione

L'alveolite del foro dopo l'estrazione del dente è la complicazione più comune in odontoiatria. Si sviluppa per vari motivi: rimozione complessa, denti del giudizio retinati o denti soprannumerari, inosservanza delle raccomandazioni dopo l'intervento chirurgico. I metodi di trattamento differiscono a seconda della complessità e dell'abbandono della malattia..

Qual è l'alveolite dell'incavo del dente ("buco secco")

Questa è un'infiammazione dopo l'estrazione del dente, che è anche chiamata buco secco o vuoto. Immediatamente dopo l'estrazione del dente, si forma un coagulo di sangue, che protegge la ferita dalle infezioni. La saliva umana contiene molti agenti patogeni, detriti alimentari che possono facilmente "catturare" nel foro e causare un processo infiammatorio. Se per qualche motivo non si forma un coagulo, si sviluppa un buco secco.

Un film bianco appare sul sito di rimozione entro tre giorni, che è chiamato il ponteggio della fibrina, dopo 7 giorni diventa coperto di epitelio. Questo è normale - ecco come avviene la guarigione..

Se hai domande o ti senti peggio, contatta immediatamente il medico che ha eseguito l'operazione. Solo lui può diagnosticare correttamente la malattia e prescrivere farmaci per il trattamento.

Cause di alveolite e infiammazione

  • Elaborazione errata del foro. Ci sono momenti in cui i medici eseguono il curettage (curettage) con troppa attenzione, pulendo insieme a piccoli frammenti del dente e le fibre di collagene del parodonto. Il tessuto connettivo svolge un ruolo importante nel mantenimento di un coagulo di sangue. La stessa situazione sorge dalla rimozione incompleta di tutti i piccoli pezzi di denti o granulomi (cisti) alla radice.
  • Rimozione complessa. Questo tipo di chirurgia traumatica comprende denti del giudizio, eccessivi (soprannumerari). Anche se hai già avuto operazioni per rimuovere i denti del giudizio, ed erano facili, ciò non significa che sarà anche con gli altri: la dimensione delle radici, il loro angolo di inclinazione può essere diverso. Il periodo postoperatorio può passare facilmente per te o influenzare infiammazione, dolore, gonfiore. L'alveolite dopo la rimozione di un dente del giudizio si manifesta non più spesso e non meno di quando si rimuovono altri denti.
  • Mancato rispetto delle raccomandazioni. Per 2-3 ore che non riesci a mangiare, prendi cibo solido per 7-10 giorni, sciacqua la bocca: questo rilascia un coagulo, che porta a un buco secco.

Potresti anche notare un forte sanguinamento. Questo lava la "medicazione" protettiva, si forma un buco secco. Dopo la procedura, il dentista lascia un batuffolo di cotone. La maggior parte dei pazienti è sicura che sia necessaria per assorbire il plasma in eccesso. In effetti, è necessario premerlo con i denti e la lingua sulla gomma per fermare il flusso sanguigno. Non gettare il tampone appena si esce dall'ufficio e non chiedere di cambiarlo perché è già saturo.

Se l'emorragia del foro è troppo forte, è necessario controllare la pressione sanguigna e consultare il dentista per il trattamento.

Sintomi di alveolite dopo l'estrazione del dente

I segni di alveolite dopo l'estrazione del dente si fanno sentire già tre giorni dopo l'estrazione del dente:

  • Dolore di carattere dolorante, che dà nell'orecchio, nel tempio, nella testa. Può scomparire, ma quando mangi, il dolore si intensifica. L'anestetico non aiuta o si ferma solo per la durata della pillola.
  • Aumento del corpo t superiore a 38 ° C.
  • Cattivo odore.
  • All'ispezione visiva, invece di un coagulo, si vede un buco con un rivestimento giallastro o grigio, pezzi di cibo o un alveolo vuoto.
  • Gonfiore delle guance.

Alcuni sintomi possono accompagnare la normale guarigione dopo una rimozione complessa. Se vuoi assicurarti - informa il dentista dei dubbi, non provare a trattare i sintomi da solo.

Come si sviluppa l'infiammazione

Tutto inizia con un leggero dolore doloroso, che potrebbe non apparire immediatamente, ma dopo alcuni giorni. C'è un'infiammazione del foro dopo l'estrazione del dente. Le sensazioni del dolore aumentano quando si sviluppa l'infiammazione, si presenta un odore sgradevole, lungo i bordi il buco secco si allenta, acquisisce un colore marrone scuro. In molti casi, c'è una placca grigia con una sfumatura verdastra di origine purulenta..

Nel sito del dente estratto, la gomma non è sensibile e, se premuta, risponderà con un forte dolore. Il processo infiammatorio dell'incavo colpisce anche i denti sani nelle vicinanze: c'è dolore doloroso, una sensazione di disagio, le condizioni generali peggiorano.

Lo stadio progressivo è accompagnato da:

  • Forte dolore lancinante nell'incavo e nelle gengive.
  • Alta temperatura corporea, che aumenta bruscamente e improvvisamente.
  • Scarico purulento dal foro.
  • Un aumento dei linfonodi sotto la mascella, che si avverte quando viene premuto.
  • Respiro putrido offensivo.

Il dolore da alveolite si concentra sul foro danneggiato, quindi si diffonde su tutta la metà della mascella, si irradia all'orecchio, al tempio e alla testa.

Quali tipi di alveolite sono?

Esistono forme acute e croniche:

  • Alveolite acuta: il dolore appare poco dopo la rimozione.
  • Alveolite cronica - si manifesta pochi giorni dopo l'estrazione, c'è un'infiammazione del foro, la sua suppurazione, che progredisce di dimensioni.

Con un aumento della temperatura, si verifica un'intossicazione generale, accompagnata da mal di testa, disagio muscolare, articolazioni doloranti.

Non ignorare i sintomi! L'infiammazione delle gengive dopo l'estrazione del dente con alveolite porta al flemmone - infiammazione purulenta dei tessuti connettivi del cavo orale, sfocia in osteomielite e termina con avvelenamento del sangue.

Bene dopo la rimozione del dente del giudizio

Diagnosi di pozzi di alveolite

La diagnosi viene eseguita solo dal dentista: esamina il foro visivamente e assegna una radiografia. La tomografia computerizzata è la migliore, poiché un ortopantomogramma potrebbe non dare un'immagine chiara..

Anche se il medico non ha trovato frammenti di dente ai bordi del foro, cambiamenti strutturali, ciò non significa che un foro secco sia escluso. Usando la sonda, le pareti del foro vengono diluite ed esaminate per individuare una placca bianca - un segno di infiammazione.

L'alveolite nella fase cronica è caratterizzata dalla formazione di tessuto patologicamente granulante, che cresce sotto forma di cavolo. Se lo premi, appare uno scarico purulento.

Come trattare l'alveolite

Nel centro dentale, il trattamento dell'alveolite viene effettuato pulendo il foro, suddiviso in più fasi. I metodi dipendono dallo stadio e dalla forma di infiammazione..

stato iniziale

È molto importante cercare aiuto in modo tempestivo: il trattamento iniziale dell'alveolite in breve tempo arresta la malattia e le procedure non sono difficili:

  • Anestesia.
  • Curettage del foro: rimozione di un coagulo di sangue, residui di pus, piccole particelle di tessuto dentale.
  • L'applicazione di un tampone imbevuto di antisettici.
  • Applicazioni con farmaci antinfiammatori.

Tecniche di forme complesse e progressive

Nel trattamento chirurgico dell'alveolite, vengono eseguite anche ulteriori manipolazioni:

  • Anestesia o blocco della novocaina (con infiammazione dei nervi).
  • Tamponade con farmaci antinfiammatori e antibiotici.
  • Il tessuto morto con necrosi viene rimosso..
  • Prescrizione di farmaci con analgesici e vitamine.
  • Fisioterapia.
  • Il buco viene regolarmente sciacquato con erbe medicinali, una soluzione di manganese, soda.

Il trattamento dell'alveolite dentale viene effettuato a giorni alterni e si interrompe non appena il dolore scompare. L'edema dura durante il periodo di rigenerazione delle cellule del tessuto nel pozzo del dente, passa diversi giorni dopo il trattamento.

L'alveolite può essere curata a casa?

Non puoi trattare categoricamente l'infiammazione da solo, nonché ignorare i sintomi o rinviare una visita dal medico. Tuttavia, nella fase iniziale, al completamento delle procedure in clinica, il medico prescrive il trattamento dell'alveolite dentale, che trascorrete a casa da soli.

In casi difficili, potrebbe essere necessario condurre un corso in un ospedale - questo è necessario per il monitoraggio continuo delle condizioni del paziente. A casa, sono prescritte procedure aggiuntive per il trattamento, ma l'appuntamento regolare con il dentista non viene annullato: il buco dopo l'alveolite deve essere monitorato dal medico per qualche tempo.

Prevenzione dell'alveolite

Nella maggior parte dei casi, il paziente stesso provoca alveolite. Innanzitutto, scarsa igiene orale. Le persone che si lavano i denti in modo irregolare hanno una percentuale più alta di alveolite.

È impossibile:

  • Sbarazzati subito del tampone. Un sanguinamento eccessivo del dente estratto lava un coagulo, si sviluppa un buco secco.
  • Mangia per due o tre ore. Il cibo entra nel buco, contribuisce all'infiammazione. Inoltre, mentre l'anestetico funziona, puoi letteralmente masticare il labbro, la guancia, la lingua.
  • C'è cibo solido, piccante, caldo. Il cibo ruvido "spreme" un coagulo di sangue protettivo dal buco; una ferita non guarita viene ferita ancora di più. I cibi piccanti contribuiscono al flusso sanguigno intenso, portando a gonfiore, lividi e sanguinamento.
  • Fai sport, visita uno stabilimento balneare, una sauna. L'attività fisica accelera il battito cardiaco, aumenta la pressione, la temperatura corporea. Ciò aumenta il flusso sanguigno nell'area di rimozione e sorgono le conseguenze sopra descritte..
  • Sciacquare la bocca Il motivo è lo stesso: un lavaggio intenso lava un coagulo, si forma un buco secco.
  • Per rimuovere le cuciture. Con la complessa estrazione di denti del giudizio, raffinati e soprannumerari, è possibile applicare punti che si risolvono nel tempo. Se non si verifica il riassorbimento, non tentare di rimuoverli solo perché interferiscono con te. Devi aspettare un po 'di più o prendere un appuntamento con il dentista.
  • Autodiagnosi, automedicazione con antibiotici e antimicrobici. Il trattamento è prescritto esclusivamente da un medico! Solo dopo la diagnosi e l'ispezione visiva il dentista prescrive i rimedi appropriati per il caso specifico.

Non dimenticare di prendere il numero di contatto del medico. Puoi contattarlo prontamente se sviluppi sintomi sospetti di infiammazione delle cavità.

Il dentista dovrebbe parlare di come procede la normale guarigione nel sito del dente estratto e di come si sviluppa un buco secco. In alcuni casi, la febbre, la divergenza delle articolazioni, il disagio durante la masticazione non sono segni di alveolite dell'incavo, tuttavia, se la condizione peggiora, contattare immediatamente la clinica.

Alveolite dopo estrazione del dente: sintomi, foto, trattamento in clinica ea casa

Come altri tipi di interventi chirurgici, l'estrazione dei denti può comportare complicazioni che devono essere trattate. Tra tutte le possibili conseguenze dopo l'estrazione del dente, l'alveolite è la più comune: infiammazione del foro che non può essere curata a casa a causa del rischio di sviluppare complicazioni più pericolose, ad esempio l'osteomielite.

Cause di alveolite dopo l'estrazione del dente

Lo strappo delle unità dentali di per sé non è una causa diretta dell'alveolite. I fattori che provocano l'infiammazione dell'incavo del dente sono complicazioni sorte durante l'intervento chirurgico:

  • Lesione alla parete degli alveoli, in cui è stata fissata la radice prima dell'estrazione del dente.
  • Penetrazione dell'infezione nel tessuto mascellare danneggiato.
  • Buco secco dopo l'estrazione del dente - l'assenza di un coagulo di sangue, che funge da naturale isolamento della ferita risultante da microrganismi patogeni.
  • Carie dentaria durante lo strappo.
  • La presenza di radici curve del dente estratto o escrescenze sulla loro superficie.
  • Inceppamento della radice nella gomma dopo la rimozione della corona.
  • Utilizzo di metodi di rimozione aggiuntivi: segatura, taglio.

I denti molari sono grandi denti con un gran numero di radici; pertanto, l'alveolite appare più spesso dopo aver rimosso un dente del giudizio o molari adiacenti rispetto a quando si strappano gli incisivi.

L'alveolite può svilupparsi a causa di una malattia infettiva del dente da estrarre o del tessuto gengivale vicino:

  • Malattia gengivale cronica.
  • La presenza di carie, parodontite.
  • Un'abbondanza di placca con microbi attivi in ​​riproduzione.

L'infiammazione può essere innescata da azioni improprie da parte del dentista o del paziente: trattamento insufficiente dello strumento e della ferita, consumo di cibo ruvido dopo l'intervento chirurgico e scarsa igiene. Un'immunità debole del paziente aumenta il rischio di infiammazione.

Sintomi di alveolite dopo l'estrazione del dente

L'alveolite è un'infiammazione delle pareti del foro alveolare. Pertanto, la malattia è accompagnata da tutti i sintomi locali caratteristici del processo infiammatorio:

  • Dolore.
  • puffiness.
  • Arrossamento.
  • Aumento della temperatura locale o generale.

Ci sono altri segni della malattia:

  • Nessun coagulo dopo l'intervento chirurgico.
  • Coprendo la ferita con un rivestimento grigio.
  • La diffusione dell'edema in faccia.
  • Gonfiore dei linfonodi più vicini.
  • Odore offensivo da una ferita.
  • Debolezza.

Man mano che il pus si accumula nella ferita formata dopo l'estrazione del dente, i sintomi dell'alveolite si intensificano. Una persona inizia a preoccuparsi della debolezza dovuta a intossicazione e febbre, mal di denti che si irradia all'orecchio, regione temporale.

Varietà di alveolite, foto

A seconda della natura della manifestazione e dello sviluppo dell'infiammazione nel foro del dente, si distinguono diverse forme di alveolite:

Sieroso

Purulento

ipertrofico

Forma della malattiaSintomi
Dolore costante, peggio ancora durante la masticazione. La temperatura e le dimensioni dei linfonodi non cambiano. I segni di alveolite sierosa compaiono il terzo giorno dopo l'estrazione del dente e persistono per circa una settimana, dopo di che la malattia entra in uno stadio purulento. Che aspetto ha l'alveolite sierosa del buco, guarda la foto.
L'infiammazione purulenta si sviluppa pochi giorni dopo l'estrazione del dente in assenza di trattamento per lo stadio sieroso dell'alveolite e si manifesta con sintomi più intensi: dolore intenso, diffusione del gonfiore sul viso e comparsa di un odore putrefattivo. Una ferita al posto di un dente del giudizio con questa forma della malattia sembra quella raffigurata.
I segni di infiammazione violenta si attenuano (la temperatura diminuisce, i linfonodi diminuiscono), ma il processo infiammatorio cronico continua nella dentizione, accompagnato dalla formazione di granulazioni e dall'accumulo di tessuto morto tra di loro. L'isolamento del pus continua, la ferita acquisisce una tinta bluastra e si gonfia. Che aspetto ha l'infiammazione ipertrofica del foro dopo l'estrazione del dente?.

Un tipo separato di infiammazione nel sito del dente estratto è l'alveolite fibrosa tossica. Si sviluppa a causa dell'assunzione di farmaci che portano a una riduzione dell'immunità o ai farmaci sulfa. Questa forma della malattia può svilupparsi in pazienti con malattie autoimmuni..

Diagnostica

È impossibile determinare autonomamente la diagnosi, possiamo solo assumere lo sviluppo dell'infiammazione nel foro. Per diagnosticare la malattia il più presto possibile e iniziare il suo trattamento, è necessario consultare immediatamente un medico.

Il dentista scopre dal paziente quanto tempo è trascorso da quando la gomma si è infiammata, quanto fa male. Esamina la ferita, verifica la presenza di un coagulo di sangue, placca, odore purulento in essa. Con segni esterni, uno specialista qualificato può stabilire una diagnosi approssimativa, ma per determinare il tipo esatto della malattia, potrebbe essere necessario eseguire ulteriori esami, ad esempio radiografia e TC.

Trattamento dell'alveolite dopo l'estrazione del dente

Il trattamento dell'infiammazione del pozzo dopo l'estrazione del dente viene effettuato solo dopo un'accurata diagnosi e secondo le indicazioni del dentista. L'automedicazione a casa può portare a gravi conseguenze negative, fino alla perdita di unità dentali vicine e all'infezione degli organi interni dell'infezione che si diffonde attraverso il flusso sanguigno. A casa, puoi eseguire solo quelle procedure che il medico prescriverà.

I medici possono trattare l'alveolite, manifestata dopo l'estrazione del dente, usando vari metodi. Le tattiche della terapia dipendono dalla rapidità con cui il paziente ha chiesto aiuto, in quale fase del processo patologico è, quali sono le caratteristiche individuali del corpo del paziente.

Se nella ferita non si osservano fenomeni necrotici attivi con morte dei tessuti, il trattamento sarà limitato alla pulizia e alla disinfezione del foro. Quando viene avviata l'alveolite, tutti i tessuti molli e duri interessati dall'infezione devono essere rimossi per fermare l'infezione da soggetti sani.

Trattamento delle prime fasi dell'alveolite

Se il paziente ha chiesto aiuto immediatamente, non appena le sue gengive si sono infiammate, il trattamento dell'alveolite dell'incavo del dente consisterà nelle seguenti fasi:

  1. Anestesia locale.
  2. Lavare il foro con una soluzione antisettica.
  3. Purificazione del foro da pus, elementi di tessuto distrutti e particelle di granulazione.
  4. Lavaggio ripetuto della cavità con un antisettico.
  5. Asciugare la superficie del pozzo con una garza sterile.
  6. Coprendo la ferita con una garza inumidita con un antisettico.

Quante volte devi visitare il dentista per ripetere tutte queste manipolazioni dipende dal corso del processo infiammatorio. Più a lungo si sentono i sintomi dell'alveolite, più tempo ci vorrà per visitare un medico e modificare le applicazioni con antisettici.

Le forme trascurate di alveolite

L'alveolite lanciata dopo l'estrazione del dente richiede un trattamento intensivo con vari farmaci:

  • Come nelle prime fasi della malattia, viene eseguita la pulizia e il lavaggio del foro del dente con un antisettico. Un tampone con preparati medicinali in grado di alleviare l'infiammazione e normalizzare la microflora viene inserito nel foro. Dopo questa procedura, la ferita fa meno male.
  • Con una profonda penetrazione dell'infezione, dovrebbe essere eseguito il blocco della lidocaina. Quante iniezioni sono necessarie dipende dalla progressione della malattia: se la condizione non migliora la prima volta, la manipolazione viene ripetuta.
  • Se il buco contiene tessuto morto, il dentista li rimuove con farmaci proteolitici. Hanno messo tali droghe con una garza.
  • Con la decisione del dentista, che valuta il grado di infezione nella cavità orale, gli antibiotici possono essere prescritti sotto forma di farmaci per il trattamento locale o per la somministrazione orale. È obbligatorio sciacquare con agenti antisettici, che devono essere eseguiti a casa.

Con un'infiammazione violenta, il buco è molto doloroso, in questo caso, puoi assumere antidolorifici, ma il medico deve scegliere un farmaco efficace. Le scelte di automedicazione e l'uso prolungato di analgesici possono portare a gravi complicazioni..

Terapia aggiuntiva

Per la rapida guarigione del foro infiammato, in particolare con lo sviluppo della necrosi, sono indicati ulteriori metodi di trattamento. Il dentista può raccomandare:

  • Fai un corso di terapia a microonde o fluttuazione.
  • Trattare il pozzetto con un laser a infrarossi o radiazioni UV.
  • Ricorrere alla balneoterapia.
  • Quando si espone il tessuto osseo, eseguire la procedura di levigatura.
  • Prendi le vitamine.

Trattamento dell'alveolite dopo l'estrazione del dente a casa

Di solito, l'infiammazione del buco viene trattata con metodi e farmaci tradizionali, ma la malattia in una fase iniziale di sviluppo può essere curata a casa usando rimedi popolari. Il metodo più efficace per fermare l'infiammazione nel foro è il bagno orale (che trattiene il fluido in bocca) con una soluzione di permanganato di potassio: 5 cristalli per 1 litro di acqua.

Oltre a una soluzione di manganese, puoi fare bagni con decotti alle erbe. Sono adatti brodi di camomilla, erba di San Giovanni, calendula, corteccia di quercia. Si consiglia di assumere complessi vitaminici che rafforzano i tessuti dentali e l'immunità..

Se l'infiammazione del foro non si è attenuata o intensificata dopo diversi giorni di terapia domiciliare, è urgente consultare un medico. L'automedicazione deve essere completamente abbandonata con sintomi vividi del processo infiammatorio, malessere generale e febbre. L'alveolite può svilupparsi in osteomielite - infiammazione del tessuto osseo della mascella, che può portare alla sua rimozione. Pertanto, è impossibile ignorare questa malattia in ogni caso..

Alveolite dopo la rimozione di un dente del giudizio

Molto spesso, l'alveolite si sviluppa durante l'estrazione di terzi molari, che è associata ad una maggiore invasività dell'operazione: spesso tagliando ed esfoliando le gengive, segando il dente in parti per facilitare l'estrazione in presenza di radici curve.

L'alveolite nel campo dell'odontoiatria è una malattia piuttosto rara. Tuttavia, se quando si rimuovono i denti ordinari, la patologia si verifica solo nel 2% dei casi, quindi quando si rimuovono i molari estremi, la frequenza di sviluppo di questa malattia aumenta al 20%. I sintomi e i metodi di trattamento per l'infiammazione dell'incavo da un dente del giudizio sono standard.

complicazioni

Se dopo il trattamento dell'alveolite, il paziente inizia a ferire il buco, allora si è infiammato di nuovo. Dovrai visitare nuovamente la clinica dentale, i tentativi di curare l'infiammazione a casa possono aggravarla. Ad esempio, il risciacquo con perossido di idrogeno disinfetta la ferita, ma questa procedura elimina i resti di un coagulo di sangue, il che rende la ferita ancora più vulnerabile all'ulteriore penetrazione di agenti patogeni. Ecco perché i risciacqui vengono sostituiti con bagni orali..

Le complicazioni sotto forma di infezione che si diffondono più in profondità nell'apparato mascellare includono l'osteomielite, la fusione dei tessuti flemmoni e un ascesso. Se agenti patogeni e le loro tossine in massa entrano nel flusso sanguigno, la persona è a rischio di sepsi, che in assenza di un trattamento chirurgico può portare alla morte.

Non sottovalutare una malattia come l'alveolite, poiché può causare gravi danni al corpo. Solo una visita tempestiva dal dentista per eliminare l'infezione aiuterà a prevenire un'ulteriore distruzione dei tessuti. Pertanto, dopo aver rimosso l'incisivo, il cane o il molare, è necessario monitorare le condizioni delle gengive in modo da non perdere i primi segni di infiammazione.

Alveolite dopo estrazione del dente

Che cos'è l'alveolo? Questa è una zona a forma di fossa in cui risiede la parte radicale della formazione minerale. Questi sono tessuti molli, in caso di infiammazione, si verifica l'alveolite. E dopo l'estrazione dell'elemento da masticare e l'infiammazione della zona che tiene la radice nel foro, si verifica un'alveolite dopo l'estrazione del dente.

Come si verifica l'infiammazione?

La risposta di tutti i tessuti del corpo alla loro irritazione è naturale, in particolare al danno tissutale. E se i microrganismi cattivi entrano nella cavità, che era stata precedentemente chiusa in modo naturale, la reazione (alveolite del pozzo del dente) sarà già infiammatoria.

Quando l'infiammazione può iniziare all'interno della cavità radicolare:

  • dopo una complessa estrazione del dente;
  • o sullo sfondo di un indebolimento delle difese del corpo;
  • o dall'entrare nell'infezione per colpa del paziente o del medico.

Ogni causa abbastanza spesso scatena l'infiammazione nel foro. Di seguito puoi vedere quale sarà l'alveolite della foto sotto il testo.

Consideriamo ogni motivo singolarmente:

  • Una grave estrazione dei denti avviene più spesso con gli ultimi molari, quando non tagliavano completamente la gengiva o non raggiungevano affatto la fila di masticazione e rimanevano all'interno della gengiva (denti del giudizio).
  • La complessa estrazione che forma l'alveolite dopo la rimozione si verifica con denti fatiscenti durante la procedura o è gravemente danneggiata. Il medico non può eseguire una fissazione completa del dente con una pinza. Deve respingere le strutture molli che tengono parte della corona e della radice e danneggiarle con strumenti per estrarre i pezzi del dente. Dopo un tale impianto dannoso, ci sarà alveolite dell'incavo del dente.

La reazione protettiva locale non può essere pronunciata o viceversa. La lesione al parodonto (lo spazio in cui giaceva la radice) e provoca infiammazione dei tessuti.

Con una forma della radice non standard, anche la situazione è complicata. Rimuoverli è molto più difficile. Il medico deve strappare i tessuti, ferendoli. Di conseguenza, si forma una reazione naturale all'invasione e al trauma: l'infiammazione, dopo di che viene effettuato il trattamento dentale dell'alveolite dopo l'estrazione del dente.

Come succede tutto a livello locale

Il colpevole dell'infezione della mucosa sullo sfondo dell'estrazione di una formazione minerale può essere la persona che riceve le cure dentistiche o il dentista chirurgico che ha eseguito l'estrazione della formazione minerale. Bottom line: reazione protettiva aggressiva nell'area in cui è stata fissata la parte invisibile dell'elemento da masticare.

Sintomi di alveolite dopo l'estrazione del dente:

  • contenuto torbido-purulento nell'alveolo;
  • alitosi;
  • condizione dolorosa generale;
  • ipertermia corporea dinamica.

I bordi del tessuto gengivale acquisiscono una tonalità grigio palude. Il sistema linfatico reagisce nella zona sottomandibolare. Questi segni, manifestandosi, indicano che l'alveolite dell'incavo del dente ha iniziato il trattamento, che viene eseguito immediatamente. Altrimenti, comparirà edema unilaterale sul viso e dopo 10-14 giorni quando si preme sulla gomma edematosa, verrà rilasciato l'essudato, la cui presenza diventerà un'indicazione per l'intervento chirurgico.

Alveolite dell'incavo del dente

La comparsa di alveolite dopo i sintomi di estrazione dei denti, che sono descritti sopra, deve sempre essere trattata in odontoiatria. Risciacquare te stesso non aiuterà. Gli organismi patogeni all'interno della ferita non fermeranno la loro attività e quindi penetreranno nei legamenti del dente e nell'osso.

L'edema dei tessuti parodontali, provocato dal processo infiammatorio, provoca dolore. Il processo di infiammazione progredisce nel tempo verso solide strutture ossee. E in questa zona per fermare l'infiammazione, anche con i farmaci è molto più difficile.

Cosa interrompe il processo di recupero

Nel parodonto, come in altri tessuti, esiste una funzione protettiva. A causa di danni ai tessuti parodontali, questa funzione è ridotta o compromessa. I microrganismi indesiderati iniziano ad accumularsi nella fossa lesa. Queste sono buone condizioni per la moltiplicazione dei batteri negativi nel foro, che provoca l'attivazione dell'infezione.

Come capire che l'alveolite è iniziata dopo la foto dei sintomi di estrazione del dente

Il dolore nella cavità orale comparirà dopo la cessazione dell'anestetico analgesico e può anche essere molto grave dopo una difficile estrazione delle radici. Ma non crescerà. Il disagio di 3 giorni può essere grave. Dopo 72 ore, i sintomi diminuiscono gradualmente..

L'opzione opposta, quando viene eseguito un trattamento antibiotico per l'infiammazione dell'alveolite, il dolore diventa insopportabile, le gengive ferite durante il movimento della mascella, sono segni dell'inizio dell'infiammazione. Si nota il rossore delle gengive, la cavità della ferita è coperta di contenuto fangoso. Il gonfiore delle gengive è debole, non pronunciato. C'è un odore sgradevole in bocca. La temperatura corporea complessiva aumenta. La fase avanzata avanza ulteriormente..

Alveolite dopo foto di estrazione del dente

Differenze tra il normale recupero dall'infiammazione:

  • Normale è il processo di ripristino dei tessuti parodontali, quando la gomma è leggermente più luminosa del colore di tutti i tessuti (rosa o chiaro).
  • Se il colore è rosso e la rientranza non si restringe e non si chiude e una cavità rimane all'interno, con una superficie di una sfumatura grigio-giallo opaca, questo è un segno di aleolite.
  • Nella parte più profonda della cavità molle, può anche essere presente un grumo di sangue coagulato, ma in una forma in decomposizione. Con le forme più complicate, il tessuto mascellare è evidente. L'alitosi è acuta.

Come trattare l'alveolite dopo l'estrazione del dente

Complicazioni gravi sorgono senza cure dentistiche mediche. La cavità viene pulita dal contenuto nuvoloso accumulato o da corpi estranei presenti nel pozzo, a causa dei quali viene attivata l'infiammazione.

Nelle prime fasi le malattie saranno sufficienti per eseguire la procedura per il trattamento della cavità con mezzi che distruggono lo sviluppo e l'attività vitale dei microrganismi negativi.

Nelle fasi successive l'essudato infiammatorio formato viene rimosso o la cavità viene ripulita, nel caso di residui di parti rotte del dente.

La risposta dopo alcuni giorni è ridotta e, in caso contrario, una composizione antimicrobica in gel viene regolarmente applicata sull'area interessata.

Che cosa causa l'infezione e come appare l'alveolite dopo la foto di estrazione del dente

I colpevoli dell'infezione del tessuto gengivale ferito sono molti.

  • manipolazione complessa, con un'incisione della mucosa;
  • estrazione di formazione minerale in parti o segatura in parti.

Il danno alle strutture molli attiva l'alveolite dopo l'estrazione del dente è un trattamento che può essere integrato anche con agenti che sopprimono l'infezione.

Errore del paziente: sciacquandosi la bocca con fatica, mangiando cibo ruvido.

Colpa del dottore: Errori nel rispetto delle regole antisettiche che provocano l'ingresso di microrganismi indesiderati nella ferita. La procedura di estrazione del dente non è completata, i frammenti rimangono all'interno.

Per prevenire l'alveolite dopo l'estrazione del dente, il trattamento non ha dovuto essere eseguito in una struttura medica, è necessario osservare le misure igieniche.

Se il medico ha eseguito correttamente la procedura di estrazione del dente, il successo del restauro dipende da come il paziente elabora la cavità orale. Sciacquare la bocca con agenti antibatterici senza movimenti attivi. Oltre al fatto che è possibile sciacquare un coagulo di sangue (è necessario per la chiusura naturale della cavità della ferita nel foro), la placca può entrare nella ferita.

Lavare il nodulo dal buco prima di 7-12 giorni dopo la rimozione dell'elemento da masticare porta all'infezione. Ciò provoca l'alveolite dopo l'estrazione del dente I sintomi del trattamento antibiotico o del risciacquo con antisettici sono determinati dopo l'esame da un dentista..

Alveolite dell'incavo del dente

Lo sviluppo di una reazione infiammatoria nel sito di un dente estratto nella pratica dentale è definito dal termine alveolite del foro. I prerequisiti per la formazione di un focus patologico è la penetrazione di agenti patogeni nel campo chirurgico. In assenza di cure specialistiche, l'intensità del processo infiammatorio aumenta nel tempo e può causare al paziente lo sviluppo di complicanze che minacciano non solo la sua salute ma anche la sua vita.

Viste generali

Le caratteristiche anatomiche della struttura della mascella inferiore sono causate dal fatto che l'alveolite dentale si verifica dopo la rimozione dei molari inferiori. Questa complicazione si sviluppa relativamente raramente, la frequenza della sua rilevazione non supera il 15%.

2-3 giorni dopo l'intervento, il paziente nota la comparsa di forti dolori in quest'area e una violazione della funzione masticatoria. Un ulteriore segno dell'inizio del processo infiammatorio è la comparsa di alitosi.

Le cause

L'alveolite dopo l'estrazione del dente in un paziente può verificarsi per vari motivi. La malattia si sviluppa sempre sullo sfondo di una maggiore riproduzione in questa area della microflora patogena, la cui entrata nel campo chirurgico è dovuta a un comportamento improprio sia dello staff medico che del paziente stesso. Gli specialisti identificano i seguenti fattori che predispongono allo sviluppo dell'infiammazione nel tessuto gengivale che circonda il sito chirurgico:

  1. L'assenza di un coagulo di sangue nel foro. Un coagulo di sangue formato nel sito del dente estratto impedisce la penetrazione della microflora patogena in quest'area. Un insufficiente apporto di sangue ai vasi in quest'area può causare sanguinamenti lievi e brevi dopo la rimozione del dente. Inoltre, l'assenza di un coagulo di sangue può essere dovuta a un comportamento errato del paziente: lavaggio sistematico dal coagulo formato dal foro a seguito di risciacquo.
  2. Cambiamenti nelle proprietà reologiche del sangue. In alcuni casi clinici, l'assenza di un coagulo di sangue nel foro è causata da una violazione dei processi di coagulazione del corpo del paziente a seguito dell'assunzione di determinati tipi di farmaci (aspirina, warfarin, farmaci anticoagulanti).
  3. Rimozione complessa, a causa della quale c'è un trauma eccessivo alle pareti del foro - non solo la loro frattura, ma anche la loro completa fuoriuscita dalla massa ossea.
  4. La presenza di granulomi nella parte superiore delle radici del dente estratto.
  5. Particelle di tartaro che cadono nel campo chirurgico.
  6. Indebolimento dell'immunità del paziente. L'infezione secondaria del campo chirurgico dopo la rimozione di un dente cariato può verificarsi con un'esacerbazione di qualsiasi processo patologico in un paziente - malattie dell'orofaringe di un'eziologia virale o batterica, infezioni intestinali, in caso di recidiva di malattie croniche. Inoltre, l'indebolimento dei fattori protettivi del corpo può provocare un ciclo di terapia antibiotica..
  7. Igiene orale inadeguata e inosservanza delle raccomandazioni mediche nel periodo postoperatorio.

A volte la violazione dei processi di guarigione del foro postoperatorio è dovuta all'età del paziente o a un cambiamento del background ormonale nel suo corpo. È estremamente raro che il processo infiammatorio sia causato dalla non conformità agli standard sanitari durante la procedura, in particolare l'uso da parte di un medico di apparecchiature contaminate.

Sintomi

Quando si sviluppa l'alveolite, i sintomi del processo patologico compaiono 2-3 giorni dopo l'estrazione del dente distrutto. I principali segni dell'insorgenza di questa malattia sono i seguenti:

  • comparsa spontanea di dolore nell'area del dente estratto, la cui intensità aumenta con il tempo. Man mano che si sviluppa il processo patologico, il dolore si diffonde ad altre parti della mascella;
  • iperemia pronunciata delle mucose e formazione di edema locale nell'area del dente estratto;
  • la comparsa di un film giallo-grigiastro negli alveoli, il rilascio di contenuti purulenti da sotto di esso;
  • alitosi;
  • gonfiore del viso e linfonodi ingrossati dal lato del dente estratto;
  • segni di intossicazione generale del corpo - un aumento della temperatura corporea a 39 0, una diminuzione delle prestazioni.

Forme cliniche della malattia

A seconda dei sintomi e dei cambiamenti patologici nell'area del dente estratto, gli specialisti distinguono diversi tipi di alveolite:

  1. Sieroso - si è formato durante i primi 3 giorni dopo l'operazione. Il suo sviluppo è evidenziato dalla comparsa di dolori doloranti costanti, aggravanti durante i pasti. Allo stesso tempo, le condizioni generali del paziente non sono disturbate, i linfonodi regionali non aumentano. All'esame visivo del campo chirurgico, il medico rivela in esso la presenza di particelle di un coagulo di sangue distrutto (o completa assenza di un coagulo di sangue), detriti alimentari e liquido salivare. In assenza di un trattamento specifico, dopo 7 giorni si forma una lesione infettiva.
  2. Purulento: si forma sullo sfondo di un forte deterioramento delle condizioni generali del paziente. Si osserva un rapido aumento della temperatura corporea a livelli critici, si manifestano segni di intossicazione del corpo (perdita di appetito completa o compromessa, debolezza crescente, sonnolenza, pallore della pelle). Quando si esegue un esame visivo della cavità orale, il medico determina la presenza di un rivestimento giallo-grigio nel foro, arrossamento e gonfiore dei tessuti circostanti. Il paziente lamenta l'alitosi e il costante dolore lancinante che si irradia all'orecchio. Il dolore è così intenso che la capacità di aprire la bocca è limitata. Man mano che si sviluppa il processo di infezione, i linfonodi regionali aumentano, appare un edema pronunciato del viso dal lato del dente rimosso.
  3. Alveolite cronica: durante i periodi di remissione della malattia, l'intensità dei sintomi patologici diminuisce gradualmente, le dimensioni dei linfonodi regionali diminuiscono, le condizioni generali del paziente si normalizzano. Durante l'esame del buco, il medico scopre una forte proliferazione di tessuti molli con una struttura modificata. In questo caso, si forma uno spazio tra granulazioni e tessuto osseo. Le mucose delle gengive nell'area del focus patologico sono gonfie, iperemiche, hanno una tinta bluastra. Con la pressione sulla granulazione, vengono rilasciati contenuti purulenti.

La presenza di una rete ramificata di vasi sanguigni e linfatici nella regione dei molari inferiori porta ad un aumentato rischio di introdurre agenti patogeni dal focus patologico nel flusso sanguigno generale e lo sviluppo della sepsi. Pertanto, quando si identificano i primi segni di una reazione infiammatoria, il paziente necessita di un trattamento specifico.

Diagnostica

La presenza di dolore nei primi giorni dopo l'estrazione del dente è la norma nello studio dentistico. Un segno dello sviluppo del processo patologico è la conservazione della sindrome del dolore per più di 3 giorni e un graduale aumento della sua intensità.

Solo un dentista può determinare le cause dei sintomi patologici e differenziare il processo della malattia. La diagnosi finale viene fatta sulla base dei reclami dei pazienti, dell'esame obiettivo della cavità orale e delle caratteristiche del quadro clinico dello sviluppo della malattia. Il dentista sviluppa tattiche terapeutiche individualmente per ciascun paziente.

Alveolite dopo estrazione del dente: trattamento

La durata e l'efficacia della terapia specifica in caso di focolai di infiammazione nel sito del dente estratto dipendono, prima di tutto, dalla visita tempestiva di un paziente a un medico. Il trattamento dell'alveolite consiste in diverse fasi. Durante la prima visita dal dentista, il medico svolge le seguenti attività nell'area del foro infiammato:

  1. Anestesia locale di un sito patologico.
  2. Lavare dal pozzo con soluzioni antisettiche calde di contenuto purulento, particelle di cibo, saliva.
  3. Rimozione di tessuti necrotici, frammenti ossei, granulazioni patologiche dal foro mediante strumenti chirurgici.
  4. Lavaggio ripetuto degli alveoli con una soluzione antisettica.
  5. Imposizione di una garza impregnata di un medicinale sul sito patologico (iodoformio, gentamicina, kanamicina e altri).

Con le forme avanzate di alveolite, la durata del trattamento aumenta. Allo stesso tempo, il dentista è costretto a prescrivere l'uso di potenti farmaci e un corso di procedure fisioterapiche (l'uso di un laser al elio-neon, radiazioni ultraviolette, terapia a microonde, fluttuazione e altri).

Prevenzione

Per prevenire l'insorgenza di una reazione infiammatoria nell'area del dente estratto, il dentista si attiene rigorosamente alle regole asettiche durante l'operazione. Dopo che la procedura è stata completata, il medico controlla il buon apporto di sangue al foro risultante. La prevenzione dell'alveolite a casa è la seguente:

  • il primo giorno dopo la rimozione, non risciacquare la cavità orale per evitare la lisciviazione del coagulo formato dal foro;
  • è vietato mangiare cibi caldi o bevande il giorno dell'operazione;
  • puoi lavarti i denti solo il giorno dopo l'estrazione del dente;
  • entro pochi giorni dalla procedura, si raccomanda di evitare di mangiare cibi solidi;
  • non aspirare un coagulo di sangue formato nel foro o rimuoverlo con uno stecchino.

Il rispetto di queste raccomandazioni consentirà al paziente di evitare lo sviluppo di complicanze nel periodo di recupero.

alveolite

Descrizione

Alveolite - una malattia comune del tratto respiratorio inferiore, nonché una complicazione dopo l'estrazione del dente - alveolite del foro e delle gengive. La malattia a volte si sviluppa come una sindrome in condizioni patologiche del tessuto connettivo, infezioni batteriche, disturbi autoimmuni.

Alveolite: classificazione

Il danno polmonare diffuso esiste in diverse forme:

  • alveolite fibrosante idiopatica. Un termine complesso che combina fibrosi polmonare e un gruppo di polmonite cronica. Piuttosto una malattia rara. Secondo la classificazione internazionale delle malattie (ICD-10) ha il codice J84. Colpisce il tessuto connettivo dei polmoni, sviluppa successivamente polmonite e insufficienza respiratoria e aumenta anche la pressione nella circolazione polmonare. Un versamento infiammatorio si accumula negli alveoli, i polmoni acquisiscono una consistenza densa e diventano rossi;
  • alveolite allergica esogena. Si presenta come una reazione del sistema immunitario a stimoli esterni (antigeni esogeni). Spesso c'è un fenomeno chiamato "polmone dell'agricoltore", che è caratterizzato da edema polmonare, impregnazione del tessuto d'organo con linfociti e neutrofili. Tipicamente, una tale sindrome è inerente alle persone che hanno inalato muffa di fieno, che contiene spore di actinomiceti. Con un lungo decorso della malattia, è possibile la trasformazione del tessuto polmonare con il tipo di "nido d'ape";
  • alveolite tossica. Questa condizione patologica è causata dall'ingresso di sostanze tossiche nel sistema respiratorio, sia aerogenicamente che con flusso sanguigno. Il ruolo più importante nella patogenesi è svolto dall'intolleranza individuale della sostanza traumatica..

L'alveolite polmonare nei bambini si sviluppa gradualmente, molto spesso si manifesta in tenera età.

L'alveolite del dente ha un codice secondo ICD-10 K10.3. Distinguere:

  • forma acuta della malattia. In questa condizione, si verificano forti dolori e gonfiore delle gengive, di solito manifestazioni dolorose iniziano subito dopo l'estrazione del dente;
  • forma cronica. Si verifica pochi giorni dopo l'estrazione del dente, si forma una forma di suppurazione nel foro, che aumenta di dimensioni nel tempo.

Cause di alveolite

Le forme di una malattia polmonare sono caratterizzate non solo da vari sintomi, ma anche da fattori che contribuiscono allo sviluppo della malattia:

  • polvere, muffe, antigeni proteici, prodotti alimentari portano alla formazione di alveolite allergica. Un gruppo a rischio speciale è composto da dipendenti di imprese chimiche e farmaceutiche;
  • virus, fumo, ingestione di contenuti gastrici nei bronchi contribuiscono allo sviluppo dell'alveolite fibrosa idiopatica;
  • antibiotici, farmaci antitumorali, nitrofurani, ossigeno con inalazione prolungata, esametonio, cordaron - un elenco incompleto di sostanze che possono causare alveolite tossica.

L'alveolite della cavità dentale di solito si verifica per diversi motivi:

  • trattamento di scarsa qualità del foro con antisettici dopo l'estrazione del dente;
  • fumatori;
  • l'alveolite dentale a volte si sviluppa dopo una complessa rimozione;
  • igiene orale impropria;
  • vicinanza immediata dei denti danneggiati dalla carie dal luogo di rimozione;
  • disturbi immunitari.

Complicazioni di alveolite

Le complicanze della forma di fibrosi idiopatica si verificano di solito nel caso di un decorso aggressivo della malattia (alveolite acuta) e includono:

  • carenza di ossigeno nel corpo;
  • ipertensione polmonare;
  • trasformazione del focus della malattia in neoplasie maligne;
  • lo sviluppo di infezione secondaria e polmonite;
  • insufficienza cardiaca.

Le complicazioni dell'alveolite allergica esogena possono essere evitate cessando il contatto con l'allergene. Altrimenti, si possono verificare fenomeni simili:

  • ipertensione polmonare;
  • insufficienza cardiaca;
  • insufficienza respiratoria.

Un corso prolungato di alveolite tossica è irto dello sviluppo di fenomeni patologici associati al sistema polmonare. Questi includono:

  • scambio di gas insufficiente;
  • patologia del muscolo cardiaco;
  • iperventilazione degli alveoli.

L'alveolite dentale provoca dolore acuto nel paziente, quindi una visita in ospedale di solito si verifica poco dopo l'insorgenza dei sintomi. In assenza di terapia osservata:

  • infiammazione purulenta del cavo orale - flemmone;
  • osteomielite;
  • avvelenamento del sangue.

Prevenzione e prognosi dell'alveolite

Al fine di evitare lo sviluppo della fibrosi polmonare, si raccomanda:

  • smettere di fumare;
  • trattare tempestivamente le infezioni batteriche e virali;
  • Evitare sostanze nocive (silicati, amianto, trucioli di metallo e legno e polvere).

La prognosi della malattia dipende dalla forma del processo:

  • la forma fulminante è caratterizzata dall'aggressività della malattia e da un'alta percentuale di decessi;
  • la prognosi acuta è anche sfavorevole. A volte la morte può verificarsi in 1-2 mesi;
  • la forma cronica è caratterizzata da frequenti ricadute e irreversibilità del processo. L'aspettativa di vita è di 5 anni..

L'alveolite allergica esogena può essere prevenuta seguendo alcune regole:

  • ventilare bene la stanza;
  • osservare le norme igieniche durante la custodia degli animali;
  • sostituire tempestivamente i filtri nei condizionatori d'aria;
  • cambia professione quando compaiono i primi sintomi della malattia.

Con l'eliminazione dell'allergene, la prognosi è favorevole. L'alveolite acuta con trattamento tempestivo non causa disfunzione respiratoria prolungata. In una malattia cronica, si sviluppano pneumosclerosi e insufficienza respiratoria, il trattamento è inefficace.

Il metodo principale per prevenire lo sviluppo di lesioni polmonari tossiche è una situazione ambientale favorevole e una terapia terapeutica sicura..

Con l'eliminazione del fattore traumatico, presto inizia la cura. Con una costante esposizione al patogeno, l'aspettativa di vita non supera i 6 anni.

Si raccomanda quanto segue nella prevenzione dell'infiammazione del pozzo:

  • astenersi dall'attività fisica durante il giorno dopo l'estrazione del dente;
  • rifiutare cibi caldi durante il giorno dopo l'estrazione;
  • non masticare il cibo con i denti situati vicino al luogo di rimozione;
  • non toccare il foro con le mani sporche.

La prognosi dell'alveolite dentale è generalmente favorevole, il paziente diventa efficiente il secondo giorno.

Sintomi

L'estrazione di un dente è sempre accompagnata da disagio e sensazioni dolorose che, man mano che l'incavo guarisce, si attenuano gradualmente. Se, dopo l'estrazione del dente, non si è formato un coagulo di sangue che ha una funzione protettiva, un'infezione penetra all'interno e si sviluppa un'alveolite. Molto spesso, dopo 3-5 giorni c'è un dolore lancinante moderato o grave nell'alveolo - l'incavo del dente estratto. Con la progressione della malattia, il dolore può intensificarsi e irradiarsi su tutta la metà del viso, oltre ad essere accompagnato da altri sintomi caratteristici.

Sintomi di alveolite dentale

Il sintomo principale dell'alveolite è considerato dolore doloroso, che è di natura continua, che si irradia spesso al tempio e all'orecchio. Appare pochi giorni dopo l'estrazione del dente e si intensifica man mano che la malattia progredisce. Una caratteristica è anche un odore fetido, proveniente da una ferita infiammata, i cui bordi hanno una sgradevole tonalità marrone scuro e una struttura sciolta. Nella maggior parte dei casi, è presente un rivestimento grigio-verde nella rientranza del pozzo, che ha un'origine purulenta.

Nella zona di estrazione, la sensibilità delle gengive diminuisce e quando viene premuto appare un forte dolore. Anche i denti sani situati nelle vicinanze sono influenzati dal processo infiammatorio, iniziano a gemere, causando disagio e un deterioramento delle condizioni generali del paziente.

I sintomi caratteristici dell'alveolite dopo l'estrazione del dente in una fase progressiva possono essere considerati:

  • dolore lancinante insopportabile in un buco danneggiato e un'area adiacente della gomma;
  • deterioramento generale del benessere del paziente;
  • aumento improvviso e brusco della temperatura a valori elevati;
  • gonfiore e iperemia della gomma infiammata;
  • assegnazione di contenuti purulenti dal pozzo danneggiato;
  • un aumento dei linfonodi sottomandibolari, che si avverte durante la palpazione;
  • odore putrefattivo sgradevole caratteristico dalla cavità orale.

Il dolore con alveolite aumenta su base crescente e all'inizio si verifica solo durante i pasti, ma in seguito diventa permanente e persistente. All'inizio della malattia, si concentra nel foro infiammato, ma si diffonde gradualmente in tutta la metà della mascella, si diffonde lungo il nervo trigemino, catturando il tempio e l'orecchio.

Con un aumento della temperatura con alveolite, si sviluppa intossicazione, che è accompagnata da mal di testa, spiacevole tirando dolore ai muscoli, dolore alle ossa e alle articolazioni. Ciò aggrava la condizione e riduce le prestazioni..

Contemporaneamente alla progressione del processo, appare un leggero gonfiore delle gengive, che si trasforma in caratteristico gonfiore dei tessuti molli della parte infiammata del viso. L'assenza di un trombo protettivo provoca l'accumulo nel pozzo di detriti alimentari e saliva, che, quando marcito, diffonde un odore sgradevole e talvolta fetido.

Sintomi di alveolite dopo la rimozione di un dente del giudizio

Terzi molari o denti del giudizio danno a una persona molti problemi. Appare in età adulta, crea molte difficoltà e provoca disagio e talvolta peggiora il benessere. Nella fase di eruzione del terzo molare, può comparire edema del tessuto dentale, accompagnato da un aumento della temperatura e dallo sviluppo del dolore. Un dente del giudizio richiede la rimozione se c'è:

  • deviazione della normale crescita in una direzione diversa, in cui la mucosa della cavità orale e della lingua sono danneggiate;
  • effetti negativi sui denti adiacenti;
  • Eruzione lenta, in cui si forma un cappuccio, che causa infiammazione delle gengive;
  • la presenza di carie, il cui trattamento è aggravato da una posizione inaccessibile.

Spesso, dopo l'estrazione del terzo molare, può svilupparsi una complicazione. I sintomi dell'alveolite dopo la rimozione di un dente del giudizio includono:

  • sanguinamento e la probabilità di infezione del foro;
  • "Buco secco" che si verifica dopo la rimozione traumatica;
  • parestesia facciale a causa di danni al nervo facciale.

Segni di alveolite polmonare

Un sacco di problemi è fornito non solo dall'alveolite del dente, ma anche dall'alveolite polmonare. Particolarmente pericolosa è l'alveolite fibrosa, in cui si sviluppano pneumosclerosi e insufficienza respiratoria. I segni clinici sono caratteristici dell'alveolite fibrosa:

  • mancanza di respiro, che si sviluppa durante la progressione della malattia, molto spesso dopo 3 mesi dall'esordio della malattia;
  • tosse, che è spesso accompagnata da respiro sibilante;
  • dolori che si avvertono nel petto e sotto le scapole;
  • insufficienza respiratoria a causa della progressione della malattia;
  • gonfiore e ingrossamento delle vene cervicali;
  • un aumento della temperatura corporea, che è insolito per altre forme di alveolite;
  • cachessia in fase avanzata.

Una differenza caratteristica è la sostituzione dell'epitelio danneggiato con tessuto fibroso. Un esame obiettivo dei sintomi dell'alveolite fibrosa può essere il seguente:

  • mancanza di respiro e cianosi della pelle, nonché delle mucose visibili
  • ispessimento delle falangi delle unghie (bacchette) e cambio delle unghie (vetro dell'orologio)
  • cambiamento del suono durante la percussione polmonare
  • indebolimento della respirazione vescicolare, che è accompagnato da un accorciamento delle fasi di inalazione-espirazione, così come il crepitio, che ricorda il crepitio del cellofan.

In alcuni pazienti si possono udire rantoli secchi, che compaiono in caso di bronchite. Durante lo sviluppo dell'alveolite compare dolore al torace, al torace, ai polmoni e allo stomaco. Si intensificano con un respiro profondo e in seguito diventano permanenti. Quasi tutti i pazienti lamentano debolezza generale, affaticamento e riduzione delle prestazioni - i principali segni caratteristici del decorso progressivo della malattia. Uno dei segni caratteristici dell'alveolite è una forte perdita di peso, che passa alla cachessia - lo stadio dell'esaurimento. Con una forma progressiva, la perdita di peso può raggiungere i 10-12 kg in 3-4 mesi.

Diagnostica

I seguenti segni di alveolite possono indicare lo sviluppo di complicanze dopo l'estrazione del dente: dolore che appare 3-5 giorni dopo l'estrazione del dente, nonché una ferita non cicatrizzante nell'orbita. Una diagnosi più accurata può essere fatta solo sulla base di una storia medica accuratamente raccolta, nonché di studi di laboratorio e strumentali. In parallelo, viene effettuata la diagnosi differenziale di alveolite con pneumomicosi allergica, sarcoidosi, eosinofilia polmonare, malattie polmonari interstiziali e collagenosi, che viene rilevata sulla base di dati fisici,.

Forma idiopatica - IFA

La diagnosi di ELISA viene effettuata sulla base di dati di ispezione visiva, nonché dei risultati ottenuti dopo metodi di esame di laboratorio, radiologici e funzionali.

L'alveolite fibrosa idiopatica è caratterizzata da un aumento dell'ESR nel sangue, un aumento della concentrazione di CEC e da corpi antinucleari. La radiografia consente di identificare i cambiamenti e il potenziamento del modello polmonare e, in una fase successiva, il "polmone cellulare", in cui forti foche si intrecciano con aree di illuminazione. Sulla base dei risultati dei test funzionali, vengono determinati i disturbi della ventilazione polmonare di tipo restrittivo, l'ipossiemia arteriosa e la progressione di una diminuzione dell'attività polmonare diffusa.

Per chiarire l'origine dei cambiamenti morfologici, viene eseguita una biopsia transtoracica o transbronchiale del tessuto del polmone interessato. Sulla base dello studio del fluido, viene rilevata la presenza di linfociti, eosinofili, neutrofili e macrofagi e viene specificata la natura dell'infiammazione. La diagnosi viene eseguita con broncopolmonite, pneumoconiosi, tubercolosi polmonare e persino carcinoma broncoalveolare.

Forma esogena - EAA

L'alveolite allergica esogena appartiene alla categoria delle malattie di natura immunopatologica che si sviluppano sotto l'influenza di polvere organica contenente antigeni specifici che causano danni polmonari diffusi.

Lo sviluppo di EAA è osservato in pazienti che non soffrono di reazioni atopiche, ma lamentano un peggioramento dopo il contatto con un allergene e che hanno un quadro clinico chiaro della malattia. Quindi, nel sangue del paziente, viene determinata la presenza di aumento dell'ESR, proteina C-reattiva e leucocitosi. Un esame radiografico rivela un aumento del modello polmonare, la presenza di piccole ombre focali, una diminuzione della trasparenza del tessuto del polmone interessato.

Per diagnosticare l'alveolite, vengono eseguiti i metodi di ricerca immunoenzimatica radioimmunologica e immunofluorescenza. In alcuni casi, vengono eseguiti test allergici sia sulla pelle che sull'inalazione. La diagnosi differenziale di alveolite viene eseguita con sarcoidosi, ELISA, polmonite di natura infettiva, pneumofibrosi, che può essere indicata dalla deformazione cellulare del modello polmonare. Lo studio delle funzioni della respirazione esterna ci consente di identificare una possibile ventilazione inadeguata dei polmoni per tipo restrittivo, accompagnata da una mancanza di scambio di gas, una violazione delle relazioni ventilazione-perfusione.

Il metodo di imaging più sensibile è l'alveolite TC. Permette di identificare l'oscuramento nodulare, le aree di "vetro smerigliato", la "struttura a nido d'ape" del tessuto polmonare. Una radiografia può mostrare sia un quadro normale delle condizioni polmonari sia un quadro di pneumosclerosi grave.

Forma tossica - TFA

L'alveolite fibrosa tossica è una lesione polmonare diffusa che si sviluppa sotto l'influenza di sostanze chimiche tossiche dannose. Non ci sono cambiamenti negli organi della regione toracica sulla radiografia dell'alveolite, tuttavia, nelle fasi successive, può verificarsi un rafforzamento diffuso del modello polmonare e la sua leggera deformazione, fibrosi diffusa meno spesso.

Lo studio delle funzioni della respirazione esterna rivela insufficiente ventilazione, ipossiemia e una diminuzione della capacità polmonare residua. La formazione di tessuto fibroso, che sostituisce attivamente il tessuto epiteliale danneggiato, indica la progressione della malattia, che può portare alla perdita delle sue funzioni di base da parte degli alveoli.

Per l'alveolite tossica, l'assenza di patologie immunologiche è caratteristica, tuttavia, ci sono cambiamenti caratteristici nell'emogramma e nei test biochimici che possono essere causati da varie condizioni patologiche che si sviluppano sullo sfondo della malattia di base. La diagnosi differenziale viene eseguita con ELISA, EAA e sarcoidosi.

Trattamento

Se l'estrazione del dente è stata eseguita correttamente e senza complicazioni, il processo di guarigione degli alveoli (buco del dente) procede rapidamente e indolore. Il paziente avverte solo un certo disagio durante i primi due o tre giorni. Altrimenti si sviluppa l'alveolite, il cui trattamento deve essere effettuato sotto la diretta supervisione del medico curante, che può facilmente determinare l'insorgenza della malattia con segni esterni. L'obiettivo del trattamento è eliminare il focus dell'infezione, ridurre il rischio di complicanze e anche mantenere una dentatura sana.

Metodi di trattamento dell'alveolite

La tattica del trattamento terapeutico della malattia è determinata dal tipo e dallo stadio. Quindi, con una forma allergica e tossica di alveolite, in parallelo con l'uso di farmaci, in particolare glucocorticosteroidi, vengono eliminati irritanti esterni (allergeni o tossine) che ne causano lo sviluppo. Spesso con una forma allergica, può svilupparsi la fibrosi del tessuto epiteliale, che porta a varie complicazioni..

Con la forma fibrosante di alveolite, i glucocorticoidi sono prescritti ai pazienti e, se sono inefficaci, immunosoppressori e penicillamina. Inoltre, il trattamento tempestivo iniziato rallenta il processo di sostituzione dell'epitelio con tessuto fibroso, che provoca una violazione della funzione respiratoria, portando spesso alla morte. Nella maggior parte dei casi, dopo il trattamento dell'alveolite, la terapia sintomatica ottiene un recupero rapido e completo: preparati di potassio, terapia vitaminica, esercizi di respirazione e uno speciale complesso di esercizi di fisioterapia.

Fasi del trattamento per alveolite

Nelle condizioni di una clinica dentale, viene trattata l'alveolite con curettage del foro, che consiste in diverse fasi. Il metodo di trattamento dipende dallo stadio e dalla forma della malattia.

Procedure terapeutiche nella fase iniziale della malattia:

Il trattamento dell'alveolite dopo l'estrazione del dente, specialmente all'inizio del suo sviluppo, è un semplice insieme di procedure che possono far fronte alla malattia in breve tempo:

  • anestesia locale o blocco;
  • pulizia del buco da un coagulo di sangue, residui purulenti;
  • curettage alveolare - estrazione di piccole particelle di un corpo estraneo (tessuto dentale);
  • pozzetti tamponati con farmaci antisettici;
  • applicazione con farmaci antinfiammatori.

Procedure di trattamento per forma complicata o progressiva:

Nei casi più gravi o nello sviluppo di complicanze dell'alveolite, la tattica del trattamento cambia leggermente e vengono eseguite ulteriori manipolazioni:

  • anestesia;
  • tamponamento di un foro dentale con farmaci antinfiammatori, antibiotici;
  • con lo sviluppo della necrosi, il tessuto morto viene rimosso;
  • in caso di infiammazione dei nervi, viene eseguito il blocco della novocaina;
  • risciacquo regolare con alveolite con soluzione di permanganato di potassio, bicarbonato di sodio, infusi di erbe;
  • procedure fisioterapiche: laser a infrarossi, terapia a microonde, fluttuazione, radiazione ultravioletta;
  • terapia farmacologica con l'uso di analgesici e complessi vitaminici.

Un effetto locale sul fuoco dell'infiammazione viene effettuato quotidianamente o a giorni alterni e si interrompe solo dopo l'eliminazione della sindrome del dolore. Tuttavia, l'edema scompare solo dopo alcuni giorni, durante il periodo di epitelizzazione dell'incavo del dente.

Trattamento della malattia a casa

Il trattamento dei pozzetti di alveolite può essere effettuato sia nella clinica odontoiatrica che a casa. Dopo aver completato il corso di trattamento in ospedale, la cui efficacia è raggiunta dal costante monitoraggio degli specialisti, si raccomanda al paziente di essere trattato nelle normali condizioni a casa. Gli viene prescritto un corso aggiuntivo di terapia, che viene eseguito anche sotto la supervisione di un medico. Monitora le condizioni del paziente e, se necessario, regola la nomina dei farmaci.

Le misure terapeutiche, come trattare l'alveolite, includono l'assunzione di farmaci ed è anche integrata da ricette di medicina tradizionale. Il trattamento completo consente di combattere più efficacemente la malattia e di ottenere un risultato positivo in un tempo più breve. Tuttavia, nel caso dello sviluppo dell'alveolite fibrosante, non è necessario parlare di una cura completa. I pazienti con questa diagnosi vengono trattati in ospedale e durante la remissione sono sotto la supervisione di un pneumologo locale.

Trattamento della malattia durante la gravidanza

Ogni donna dovrebbe prendersi cura della propria salute, soprattutto durante la gravidanza. Pertanto, il suo compito è ridurre il rischio di sviluppare l'alveolite, che rappresenta una minaccia per la salute della madre e del nascituro. Il trattamento dell'alveolite durante la gravidanza è possibile, ma è accompagnato da alcune difficoltà nella selezione dei farmaci, molti dei quali sono controindicati durante questo periodo.

L'automedicazione durante lo sviluppo di questo disturbo è severamente vietata, in quanto può causare danni irreparabili alla salute del bambino e di sua madre. L'opzione migliore è quella di visitare uno specialista qualificato che prescriverà una terapia terapeutica sicura ma efficace, avendo precedentemente valutato la minaccia per la salute della donna e il rischio di danno fetale.

Possibili complicazioni

In forma semplice, l'alveolite dopo le procedure appropriate viene curata entro pochi giorni, senza causare deterioramento. Tuttavia, il trattamento ritardato o la sua assenza possono portare allo sviluppo di gravi complicanze, le più comuni delle quali sono:

  • distruzione ossea - osteomielite della mascella
  • infiammazione del tessuto del periostio - periostite
  • flemmone e ascessi.

Un segno di eliminazione dell'alveolite è la scomparsa del dolore, il gonfiore, l'epitelizzazione dell'incavo del dente, nonché il ripristino del colore originale delle gengive. Ciò include anche il trattamento dell'alveolite polmonare o di altre malattie che possono essere causate da complicanze della malattia di base..

Farmaco

Se si è sviluppata l'alveolite, il medico prescrive i farmaci. La selezione dei farmaci dipende dalla gravità della malattia e dalla diffusione del processo infiammatorio. Dopo aver rimosso i residui di dente e altre particelle rimaste nel pozzetto, applicare una benda con agenti antisettici. Si raccomanda inoltre al paziente di sciacquarsi regolarmente la bocca, cambiare la benda o lubrificare le gengive con preparati antisettici o cicatrizzanti. Possono essere prodotti sotto forma di gel, crema o unguento, nonché risciacqui o aerosol.

Nella maggior parte dei casi, sono necessari antibiotici per l'alveolite. Un'eccezione può essere solo una forma lieve della malattia. Spesso, il medico prescrive farmaci per il trattamento locale contenente componenti antibatterici. Metrogil denta con alveolite ha non solo un effetto antinfiammatorio, ma anche un effetto antisettico. Grazie alla distruzione di batteri nocivi, il processo di guarigione del foro è accelerato.

Con un forte dolore, che spesso accompagna il processo infiammatorio dell'incavo del dente, al paziente vengono prescritti antidolorifici. Può essere analgin o una droga potente (Nimesil, Nurofen e così via). Alcuni prodotti dentali hanno un effetto analgesico (stomatidina).

Farmaci antisettici per alveolite

L'obiettivo principale del trattamento dell'alveolite è rimuovere il processo infiammatorio e prevenire ulteriormente la moltiplicazione di batteri, virus e funghi nel pozzo del dente. Il trattamento di questo disturbo include l'uso di agenti antisettici. Il medico può prescrivere uno di questi medicinali:

La clorexidina con alveolite, come altri medicinali sotto forma di spray, deve essere applicata 2-3 volte al giorno dopo i pasti. Le soluzioni antisettiche vengono utilizzate per sciacquare la cavità orale e le lozioni (un batuffolo di cotone viene impregnato con la soluzione e applicato per mezz'ora nel foro infiammato). Il perossido di idrogeno viene utilizzato anche per il risciacquo (1 cucchiaio deve essere diluito in un bicchiere di acqua calda).

Gli antisettici sotto forma di gel, ad esempio Hexicon, vengono applicati in uno strato sottile sulla gomma infiammata attorno al foro. Molti medicinali antisettici hanno un effetto analgesico e il Solcoseryl prescritto dal Dr. Alveolitis accelererà il processo di guarigione..

Alveolite e antibiotici

Con l'alveolite, il medico può prescrivere un unguento con agenti antibatterici. Con un forte processo infiammatorio, gli antibiotici, nonché quando aumenta il rischio di complicanze, possono essere prescritti sotto forma di compresse per somministrazione orale. Potrebbe essere:

L'assunzione di antibiotici aiuta ad eliminare il dolore intenso e altri sintomi spiacevoli nel prossimo futuro. E in pochi giorni, interrompi completamente il processo infiammatorio.

antidolorifici

L'alveolite è accompagnata da un forte dolore, quindi al paziente vengono prescritti antidolorifici. Il medico può prescrivere:

Alcuni antidolorifici hanno controindicazioni o una serie di effetti collaterali, quindi il medico dovrebbe scegliere il farmaco. Terrà conto della gravità del decorso della malattia, nonché delle caratteristiche individuali del paziente. L'uso di anestetici locali è considerato efficace. Di solito sono applicati a cotone idrofilo o garza e applicati al buco..

Ma dal momento che il trattamento dell'alveolite del foro viene eseguito con farmaci antisettici e antinfiammatori, dopo alcuni giorni il dolore diventa meno grave e successivamente scompare completamente.

Rimedi popolari

Il termine "alveolite" è usato per riferirsi a due diverse malattie, ognuna delle quali ha i suoi metodi popolari. Il suffisso "-it" è usato in medicina per contrassegnare il processo infiammatorio. Ad esempio, proctite - infiammazione del retto, gastrite - infiammazione dello stomaco, alveolite - infiammazione degli alveoli. In odontoiatria, gli alveoli sono chiamati incavi nella mascella, in cui si trovano le radici dei denti. Se un'infezione viene a contatto con gli alveoli quando viene rimosso un dente, la gengiva si gonfia, arrossisce e appare dolore. L'alveolite del dente può essere curata a casa, ma in casi di emergenza è necessario consultare un medico. Il secondo significato della parola "alveoli" sono le vescicole del tessuto connettivo che compongono i polmoni. Gli alveoli si riempiono di aria durante la respirazione e si infiammano con le infezioni del tratto respiratorio inferiore. Con l'alveolite polmonare, il trattamento con rimedi popolari deve essere effettuato solo in consultazione con un pneumologo o un terapista. La medicina tradizionale non cancella i farmaci selezionati dal medico curante, questo è un ulteriore aiuto nel recupero.

Trattamento dell'alveolite dentale con rimedi popolari

In farmacia è possibile acquistare piante medicinali secche e macinate con proprietà antisettiche. Se, dopo l'estrazione del dente, l'incavo si infiamma, le infusioni di erbe sono adatte per il risciacquo:

  • camomilla;
  • salvia, piantaggine;
  • marshmallow medicinale, erba di San Giovanni;
  • bardana grande, elecampane;
  • origano, peonia.

Puoi usare altre piante che inibiscono la riproduzione di agenti patogeni. Per misurare il volume delle piante secche vengono utilizzate:

  • cucchiaino, circa 5 ml;
  • cucchiaio, circa 15 ml.

Il peso della materia prima può variare. La ricetta per insistere con le erbe:

  • prendere 5 ml di erba;
  • versare 250 ml di acqua bollente;
  • dopo il raffreddamento a una temperatura di 38-39 gradi, filtrare;
  • usare come risciacquo.

Raccomandazioni dei dentisti per il trattamento dell'alveolite a casa:

  • Non puoi sciacquarti la bocca vigorosamente, si forma un trombo nel buco. Se un coagulo di sangue è danneggiato, si verifica sanguinamento. Hai solo bisogno di mettere il fluido in bocca, tenerlo per 1-2 minuti e sputarlo.
  • Il bicarbonato di sodio disegna bene il pus e riduce l'infiammazione. La soluzione di risciacquo viene preparata in proporzione a 5 ml di soda per 250 ml di acqua calda. Puoi sciacquarti la bocca ogni ora. Dopo il risciacquo, non bere o mangiare cibo per almeno 15 minuti.
  • Se il frammento di radice rimasto nel buco è servito come causa dell'infiammazione, il trattamento dell'alveolite a casa non aiuterà. L'unico modo per affrontare la malattia è con l'aiuto di un chirurgo.
  • Se la temperatura del paziente sale a 39 o più gradi, è necessario rimandare il trattamento dell'alveolite con rimedi popolari e passare urgentemente alla medicina basata sull'evidenza. Un sintomo particolarmente pericoloso è il gonfiore progressivo della mascella e del viso..

Le infusioni da queste piante medicinali possono essere utilizzate come impacco. Per un impacco, devi inumidire un pezzo di benda o un batuffolo di cotone con infusione, mettere la gomma per 15 minuti. Se si è verificata un'infiammazione del foro a causa di infezione, è necessario sostenere il sistema immunitario. Ricette per stimolare il sistema immunitario:

  • La rodiola è rosa. La tintura viene venduta già pronta in farmacia, puoi prendere 15-20 gocce tre volte al giorno.
  • Echinacea purpurea. In un bicchiere di acqua bollente, utilizzare 10 ml di erba secca, lasciare per 15 minuti, filtrare prima dell'uso. Bere 100 ml durante il giorno.
  • Ginseng. La tintura viene presa 10-20 gocce in 1 dose. Lo strumento ha un effetto tonico, la ricezione deve essere eseguita al mattino.

Non è consigliabile sciacquare la bocca con tinture alcoliche; le infusioni sull'acqua hanno un effetto più lieve. Se il paziente ha sofferto di alveolite dentale semplice, il trattamento a casa darà un buon risultato dal primo utilizzo. È possibile prevedere miglioramenti del benessere entro una settimana. Se la causa è stata la rimozione incompleta della radice, la condizione peggiorerà. In caso di emergenza, è necessario chiamare l'assistenza medica di emergenza e accettare la chirurgia maxillo-facciale.

Trattamento dell'alveolite polmonare con rimedi popolari

Nella vecchiaia, negli alveoli si sviluppano specifici processi infiammatori, causati da cambiamenti nei tessuti a livello cellulare. Con l'alveolite polmonare, il trattamento con rimedi popolari non provoca miglioramenti a lungo termine, ma può prevenire complicazioni. Il numero di capillari diminuisce, si sviluppa la pneumosclerosi, peggiora lo scambio di gas. L'alveolite fibrosa idiopatica può essere trattata con rimedi popolari solo sotto la supervisione di un pneumologo. Le ricette volte a stimolare il sistema immunitario possono causare deterioramento. Quali sono i mezzi per trattare l'alveolite a casa:

  • Inalazione con infusione calda di camomilla. Un bicchiere di acqua bollente necessita di 10 ml di erbe. Attendere 10 minuti, filtrare e versare nell'inalatore. Lo strumento idrata la mucosa e serve come prevenzione dell'insufficienza respiratoria.
  • Decotto di piante: germogli di pioppo, fiori di calendula, farfara, radice di zenzero, piantaggine, ortica, frutti di anice, radice di marshmallow, fiori di sambuco neri, baccelli di grano saraceno. Tutte le piante medicinali in forma secca sono miscelate in proporzioni uguali. 2 ml di acqua richiedono 15 ml di miscela. Far bollire per 15 minuti, lasciar riposare per 6 ore in un thermos, filtrare, prendere 100 ml una volta al giorno.
  • Raccolta polmonare, ad esempio Fitovit. Il prodotto è venduto in farmacia e contiene da 10 a 20 piante medicinali che supportano il sistema respiratorio. Per la somministrazione orale, vengono utilizzati 15 ml di miscela secca per 250 ml di acqua bollente. Devi insistere per 1 ora, assumere 3-4 volte al giorno per ¼ del bicchiere.

Con l'alveolite fibrosa idiopatica, il trattamento con rimedi popolari viene effettuato utilizzando le tasse sul copyright. Per la preparazione delle tasse, le piante medicinali sono adatte:

  • rosmarino, palude, marshmallow essiccato;
  • liquirizia nuda;
  • elecampane alto, timo ordinario;
  • fiori di tiglio, uccello alpinista.

I medici consigliano di prestare attenzione a una reazione allergica individuale, soprattutto se l'alveolite è accompagnata da gonfiore delle vie respiratorie. Dall'edema, aiuta il succo di zucca, 500 ml al giorno. Con grave mancanza di respiro, è necessario assumere un antistaminico (Tavegil, Claritin, Supratin o analoghi) e visitare un medico il più presto possibile. Le persone anziane devono considerare le controindicazioni che hanno piante medicinali in modo che il trattamento dell'alveolite a casa non causi danni.