Image

Frattura del processo alveolare della mascella superiore e inferiore

Tali fratture sono un problema urgente nella chirurgia maxillo-facciale, richiedono una diagnosi qualificata e cure specialistiche tempestive..

Anatomia

Il processo alveolare fa parte della mascella superiore e inferiore. Questa è la parte dell'osso in cui sono posizionati i cosiddetti alveoli: i fori dentali. La struttura del processo è tale da consistere in due piastre (esterne e interne), la sostanza spugnosa del tessuto osseo situata tra di esse e anche di 8 fori per i denti corrispondenti.

La piastra esterna è più sottile di quella interna, più sensibile al trauma e la sostanza spugnosa funge da ammortizzatore, proteggendo l'osso da una frattura completa del processo alveolare.

Tuttavia, il tipo e l'estensione della lesione sono determinati non solo dalla struttura della cresta alveolare. Un ruolo importante è giocato da fattori quali la forza dell'impatto meccanico, la sua direzione, il punto di applicazione della forza, la trazione delle strutture muscolari.

Per quanto riguarda la prognosi, il fattore chiave è l'integrità dell'apparato radicale dei denti e, in caso di sospetta frattura del processo alveolare in un bambino, è importante risolvere la questione dell'integrità dei follicoli dei denti permanenti.

Cause di frattura ossea alveolare

Sulla base dell'eziologia del processo, si distinguono le fratture traumatiche e patologiche dei processi alveolari. Fratture più comuni di origine traumatica associate a:

  • con colpi;
  • collisioni;
  • cadere da un'altezza.

In tali casi, la forza dell'effetto meccanico viene trasmessa al tessuto osseo sotto forma di una quantità significativa di energia cinetica, che porta alla dissociazione dei raggi ossei della placca esterna. Se l'energia cinetica è sufficiente per dissociare la struttura della sostanza spugnosa, si forma una frattura incompleta e se la piastra interna viene distrutta, si forma una frattura traumatica completa del processo alveolare.

Tra le possibili cause di una frattura patologica dell'osso alveolare:

  • osteomielite ossea;
  • grandi cisti radicolari;
  • osteite fibrosa;
  • malattia di marmo;
  • tumori ossei maligni.

Se esiste una delle patologie sopra menzionate, può verificarsi una frattura del processo alveolare anche con l'applicazione di una piccola forza. Quindi, se si verifica una frattura traumatica quando una persona cade da un'altezza di 2-3 piani o più, allora può verificarsi una frattura patologica quando una persona cade da un'altezza della propria crescita (soggetto alla presenza di patologia di fondo). Alcuni prerequisiti per l'insorgenza del trauma creano caratteristiche anatomiche e fisiologiche della zona maxillo-facciale.

I processi alveolari della mascella superiore vengono feriti più spesso, poiché il morso ortognatico (normale) comporta la sovrapposizione degli incisivi anteriori della dentatura inferiore con la parte superiore.

Inoltre, le placche ossee esterne ed interne della mascella superiore sono più sottili di quelle inferiori. D'altra parte, i processi alveolari della mascella superiore proteggono gli archi zigomatici e la cartilagine nasale. Pertanto, il ruolo decisivo in relazione al sito di frattura del processo alveolare è svolto dal punto di applicazione della forza, nonché dalla sua direzione.

Classificazione delle fratture dell'osso alveolare

Le singole varietà di fratture della cresta alveolare sono già menzionate sopra. Sottolineiamo che sulla base del fattore eziologico si distinguono:

  • fratture di origine traumatica;
  • fratture patologiche.

La comprensione di tale divisione è importante, poiché nel primo caso la questione del consolidamento (cioè la fusione della frattura) non è in dubbio, ma nel secondo, il consolidamento completo è tutt'altro che sempre possibile. Le lesioni della genesi patologica richiedono tattiche speciali di gestione del paziente.

In base alla prevalenza del trauma e alla condizione dei frammenti ossei (frammenti), le fratture sono suddivise nei seguenti tipi:

  • parziale;
  • incompleto;
  • pieno;
  • sminuzzata;
  • con un difetto nel tessuto osseo;
  • con offset;
  • nessun offset.

Una frattura parziale della cresta alveolare è indicata nei casi in cui il danno si estende solo alla placca ossea esterna, incompleta - quando la placca esterna e il spongioso sono danneggiati e completa - quando il difetto si diffonde al falò interno, compreso l'ultimo.

In caso di un difetto osseo completo, due linee verticali sul roentgenogram sono collegate orizzontalmente, creando così l'effetto dell'illuminazione arcuata. Dicono della lesione sminuzzata nei casi in cui l'osso alveolare è diviso in 3 o più frammenti ossei e si dice che il difetto osseo si verifica quando c'è una completa separazione dell'area danneggiata dell'osso alveolare della mascella.

Le fratture del processo alveolare con e senza spostamento sono isolate separatamente, poiché ciascuna delle suddette opzioni di lesione può essere accompagnata da uno spostamento di frammenti ossei.

I casi senza distorsioni si consolidano più rapidamente e sono più facili da trattare. Le fratture con spostamento, a loro volta, sono più difficili da trattare, possono richiedere un intervento chirurgico, il sito della lesione si rigenera più a lungo.

Il tipo più grave di frattura dell'osso alveolare è considerato una frattura con un difetto nel tessuto osseo, quando l'area danneggiata è completamente separata dall'osso conservato.

Sintomi di una frattura dell'osso alveolare

Il sintomo principale di questa patologia è una sindrome del dolore pronunciata. È il dolore che segnala una lesione grave, indicando la sua localizzazione e prevalenza.

È caratteristico che il dolore sia intensificato dai minimi movimenti della mascella ferita e intatta, quando si cerca di chiudere la bocca (la bocca delle vittime è fissata in posizione socchiusa), chiudere i denti, deglutire la saliva.

Un altro sintomo inquietante che causa una preoccupazione significativa al paziente è il sanguinamento. Di solito la fonte del sanguinamento è determinata visivamente, sono visibili ferite sul viso, che possono essere lividi, strappati o strappati.

In rari casi, solo lividi, abrasioni sono visibili sul viso, mentre una violazione dell'integrità dei tessuti è determinata solo quando si esamina la cavità orale. Le ferite sono visibili sulla mucosa, i frammenti di frammenti ossei possono sporgere. La stessa mucosa è edematosa, iperemica.

Tale danno porta sempre alla malocclusione, che si sposta nella direzione di azione dell'energia cinetica traumatica. Inoltre, una violazione dell'integrità del processo alveolare della mascella può essere accompagnata da una sublussazione, lussazione o persino una frattura dei denti. Il verificarsi di tale danno è associato alla posizione della linea di errore all'interno del sistema radice.

Quando si verifica un problema nei bambini, i rudimenti dei denti permanenti possono essere danneggiati, portando alla loro successiva morte. Negli adulti, questo tipo di lesione può anche portare alla perdita di molari..

La perdita dei denti è una conseguenza a lungo termine del processo patologico. Nel periodo acuto dei pazienti, il dolore, il sanguinamento e, più raramente, l'edema e una serie di altri sintomi spiacevoli sono inquietanti. La rapida fornitura di cure mediche qualificate ha lo scopo di eliminare precisamente questi sintomi e le successive cure specialistiche mirano a prevenire conseguenze indesiderabili.

Diagnostica

I problemi di diagnosi e trattamento delle fratture della cresta alveolare sono trattati dal chirurgo maxillo-facciale. Le lamentele tipiche della vittima, nonché il quadro clinico caratteristico, tra cui:

  • sindrome del dolore;
  • sanguinamento esterno;
  • danno ai tessuti molli;
  • edema zonale;
  • emorragie multiple alla periferia.

Se il paziente viene esaminato da un dentista o un medico di qualsiasi altra specialità, l'identificazione di questo complesso di sintomi indica la necessità di una chiamata urgente del chirurgo maxillo-facciale.

Uno specialista esamina la cavità orale e la palpazione dell'area danneggiata. In questo caso, di norma, vengono rivelati numerosi punti mobili dell'osso, che indicano la localizzazione della linea di frattura. La palpazione di questi punti è accompagnata da un forte aumento del dolore, il sintomo di "carico" è positivo.

Un ruolo chiave nel decidere la presenza di una frattura della cresta alveolare è svolto dall'esame radiografico mirato.

In presenza di una lesione, un'immagine a raggi X determina l'area dell'illuminazione corrispondente alla linea della lesione. Molto spesso, ha contorni sfocati e la forma dell'arco, si arcuano arcuatamente dalla placca ossea esterna a quella interna (in caso di fratture incomplete e complete, che sono più comuni di altre).

Ai fini di una diagnosi dettagliata, un paziente può essere assegnato alla tomografia computerizzata (TC), che consente di visualizzare non solo la posizione della lesione, ma anche di determinare il canale della ferita, valutare la sicurezza delle strutture ossee e dei tessuti molli adiacenti e rivelare un ematoma.

Inoltre, le tecniche radiografiche possono risolvere la questione della conservazione dell'apparato radicale dei denti nell'area del danno.

Inoltre, viene eseguita l'elettroodontodiagnosi (EDI): primaria - al momento della diagnosi e secondaria - dopo 10-14 giorni. Questa mossa diagnostica consente di valutare la sicurezza della polpa dei denti nel sito del danno, che non può essere eseguita utilizzando i metodi a raggi X. La conservazione delle radici dei denti e della polpa svolge un ruolo decisivo nel determinare le tattiche di conduzione del paziente, determina anche la prognosi.

Trattamento della frattura ossea alveolare

Il trattamento della frattura della cresta alveolare è diviso in due fasi.

Il primo stadio include il sollievo dei sintomi acuti, viene effettuato al momento dell'esame iniziale del paziente.

Il secondo stadio viene eseguito dopo un'accurata diagnosi clinica, include metodi di osteosintesi dentale.

Per fermare il dolore e la gravità di altri sintomi spiacevoli, al paziente vengono prescritti potenti analgesici e farmaci anti-infiammatori (Ksefokam, Ketanov, ecc.).

Nei casi più gravi, l'anestesia di conduzione (locale) viene eseguita per anestetizzare. La riparazione del sito della lesione viene eseguita, se necessario - trattamento chirurgico primario (PHO) della ferita.

Successivamente, viene effettuato il riposizionamento manuale dei frammenti durante il loro spostamento e l'immobilizzazione temporanea. I metodi di immobilizzazione temporanea consentono di fissare frammenti ossei per il periodo di passaggio delle misure diagnostiche da parte del paziente. Pertanto, la gravità della sindrome del dolore è ridotta, così come la probabilità di più traumi ai tessuti molli adiacenti.

La riposizionamento dei frammenti ossei della cresta alveolare deve essere eseguita sotto controllo radiologico.

Dopo aver raggiunto un confronto accurato dei frammenti e confermato la diagnosi, decidono sull'applicazione del pneumatico. Molto spesso nella chirurgia maxillo-facciale, vengono utilizzate le parentesi graffe in alluminio che si piegano e si fissano a 2-3 denti situati ai lati della linea di faglia.

Ma questa opzione di fissazione è possibile solo in assenza di mobilità patologica dei denti di supporto, nonché in assenza di qualsiasi tipo di distruzione del tessuto osseo. Altrimenti, è possibile utilizzare una stecca a mascella singola, ovvero una fissata sui denti solo su un lato della linea di frattura.

Nei casi più gravi, il numero di denti di supporto può essere aumentato a 4-5. Inoltre, viene utilizzata anche l'imbragatura del mento. Nei casi in cui non vi siano denti nell'area di danneggiamento, vengono utilizzati pneumatici autoallineanti in plastica a rapido indurimento. In ogni caso, il paziente ha bisogno di regolari esami medici, medicazioni quotidiane.

previsione

La prognosi per una frattura non complicata del processo alveolare è considerata favorevole se le radici dei denti vengono preservate nel sito del danno. Il consolidamento in tali casi si verifica dopo un periodo di 8 settimane. Il trattamento avviene senza complicazioni, a condizione che i pazienti rispettino tutte le raccomandazioni mediche.

Ma in caso di danni al sistema radicale, la prognosi è sfavorevole: il periodo di consolidamento del processo alveolare è significativamente allungato, aumenta la probabilità della formazione di una falsa articolazione e in molti casi non è possibile ottenere un consolidamento completo. Il quadro clinico sfavorevole è dovuto al trauma delle strutture dei tessuti molli che forniscono trofismo e innervazione del tessuto osseo.

Processo alveolare

L'area della mascella, il letto osseo su cui si trovano i denti. L'osso alveolare è presente sia sulla mascella superiore che su quella inferiore.

Il processo alveolare ha una struttura spugnosa, tutte le sue parti sono penetrate da canali attraverso i quali passano vasi sanguigni e nervi.

Esistono diverse parti del processo alveolare:

  • esterno - rivolto verso il vestibolo della cavità orale, verso le labbra e le guance;
  • interno - rivolto verso il palato duro e la lingua;
  • la parte su cui sono posizionati i fori alveolari (fori) e i denti stessi.

La parte superiore dell'osso alveolare è chiamata la cresta alveolare, che può essere chiaramente osservata dopo la perdita dei denti e la crescita eccessiva dei fori alveolari. In assenza di carico sulla cresta alveolare, si verifica una graduale diminuzione della sua altezza.

Il tessuto osseo del processo alveolare subisce cambiamenti durante la vita di una persona, poiché il carico funzionale sui denti cambia. L'altezza del processo è diversa e dipende da molti fattori: età, malattie dentali, presenza di difetti nella dentatura. Una piccola altezza, cioè un volume insufficiente di tessuto osseo del processo alveolare è una controindicazione per l'impianto dentale. Al fine di rendere possibile il fissaggio dell'impianto, viene eseguito l'innesto osseo..

La diagnosi della cresta alveolare è possibile utilizzando l'esame a raggi X..

Osso alveolare

Caratteristiche della struttura della regione maxillo-facciale del bambino.

Le proporzioni del viso di un neonato e di un adulto sono diverse. Ciò è principalmente determinato dal rapporto tra le dimensioni del cervello e le parti facciali del cranio. La testa di un neonato è grande e costituisce ¼ della lunghezza del suo corpo, a 2 anni -1/5, a 6 anni-1/6, a 12 anni-1/7 e, infine, negli adulti -1/8 della lunghezza del corpo. In un neonato, le ossa della volta cranica sono più grandi del viso. Un rullo frontale-nasale distintamente prominente e un po 'di sottosviluppo della mascella inferiore sono caratteristici della faccia di un neonato.

La crescita dello scheletro facciale è ondulata. Periodi di crescita attiva: dalla nascita a 6 mesi., Da 3 a 4 anni, da 7 a 11 anni e da 16 a 19 anni. Durante questi periodi, il viso aumenta in modo particolarmente significativo.

Ossa della mascella.

Le ossa della mascella dei bambini piccoli sono ricche di materia organica e contengono meno minerali solidi rispetto agli adulti. Questo spiega la maggiore morbidezza, elasticità e meno fragilità delle ossa dei bambini rispetto alle ossa degli adulti..

I processi osteoclastici e osteoblastici delle ossa della mascella nei bambini procedono in modo particolarmente vigoroso, il che può essere dovuto a un sistema di circolazione del sangue ben sviluppato in essi. A sua volta, nei bambini, le ossa della mascella, con abbondante circolazione sanguigna, sono più facili da infettare rispetto agli adulti. Ciò è anche facilitato dagli ampi canali Haversian, dalla delicata e delicata struttura dei raggi ossei, tra i quali vi è una grande quantità di tessuto mielinico e midollo osseo rosso, meno resistente a vari stimoli rispetto al midollo osseo giallo degli adulti. Il periostio delle mascelle durante l'infanzia è spesso.

In un neonato, la mascella superiore è poco sviluppata, corta, larga e consiste principalmente nel processo alveolare con follicoli dentali situati al suo interno. Il corpo della mascella è piccolo, quindi i rudimenti dei denti temporanei si trovano direttamente sotto le orbite. Solo quando la mascella cresce, il processo alveolare si allontana sempre più dall'orbita.

Il seno mascellare si presenta sotto forma di una piccola fossa di depressione nella parete esterna del naso, che viene rilevata solo al 5 ° mese di sviluppo fetale. I seni mascellari aumentano particolarmente intensamente durante i primi 5 anni di vita di un bambino. All'età di 5-15 anni, il loro sviluppo rallenta.

Il fondo del seno mascellare nell'infanzia si trova sopra i rudimenti dei denti permanenti. È liscio, fino a 8-9 anni si trova sul fondo della cavità nasale, si stabilizza quando tutti i denti permanenti eruttano e quindi inizia a diminuire leggermente..

La mascella inferiore del neonato ha un processo alveolare sviluppato, sotto una sottile striscia di osso che rappresenta il corpo della mascella. L'altezza dell'osso alveolare è di 8,5 mm e il corpo della mascella è di 3-4 mm. In un adulto, al contrario, l'altezza della cresta alveolare è di 1,5 mm, il corpo della mascella è di 18 mm. I rami sono corti, ma relativamente ampi con pronunciati processi articolari e coronoidi; gli angoli della mascella sono assolutamente noiosi.

La particolarità dell'afflusso di sangue alla mascella inferiore del neonato è che l'arteria alveolare inferiore passa direttamente sotto i follicoli dentali, i rami che si estendono dall'arteria alveolare inferiore si avvicinano ai follicoli dentali e li circondano in un fascio. In futuro, come la dentizione, allarga il fascio arterioso con la punta della corona, spostando le arterie di lato. Il dente in eruzione si alza gradualmente dall'arteria alveolare inferiore adiacente, che rimane in posizione.

All'età di 9 mesi. fino a 1,5 il forame mandibolare si trova in media 5 mm al di sotto del livello del processo alveolare. Nei bambini di età compresa tra 3,5 e 4 anni, il foro è in media 1 mm al di sotto della superficie masticatoria dei denti. All'età di 6-9 anni, l'apertura mandibolare si trova in media 6 mm sopra la superficie masticatoria dei denti e a 12 anni e più tardi - circa 3 mm sopra la superficie masticatoria dei denti.

La conoscenza delle caratteristiche legate all'età della topografia del forame mandibolare è di grande importanza in caso di anestesia mandibolare nei bambini.

La crescita delle ossa della mascella viene effettuata non solo attraverso una semplice apposizione, un aumento della materia ossea dal periostio, ma anche a causa del riarrangiamento. I cambiamenti e le complicazioni della funzione delle mascelle determinano la corrispondente riorganizzazione, l'emergere di una nuova struttura che fornisce un carico funzionale crescente.

Nell'infanzia, la mascella, come tutte le ossa dello scheletro, è costituita da un osso fibroso grossolano. Lo strato corticale è significativamente sottile e la struttura della sostanza spugnosa è rappresentata principalmente da un motivo ad anello fine.

Le caratteristiche strutturali della mascella inferiore sono strettamente dipendenti dall'età, dal funzionamento e da altri fattori.

In un neonato e in un bambino, sulle radiografie si può vedere una struttura ben definita del corpo della mascella e dei suoi rami, tuttavia non è possibile distinguere i raggi ossei situati lungo le linee di forza. L'atto di succhiare non rappresenta un carico funzionale così complesso da causare differenziazione nella struttura ossea delle mascelle. La sostanza spugnosa delle mascelle di un bambino di 6 mesi si trova nella regione della primordia dei molari temporanei, nella regione del processo alveolare, si allontana. L'area dell'osso spugnoso è piccola; la sostanza stessa è leggermente differenziata. La crescita aumentata di spugnoso si verifica all'età di 6 mesi. fino a 3 anni (durante la dentizione).

A 1-2 anni, compaiono segni di una struttura funzionale a causa dell'inclusione di un atto di masticazione. Le ossa della mascella aumentano sensibilmente, la struttura diventa più densa e sono già chiaramente visibili gruppi dei principali raggi ossei che corrono longitudinalmente nel corpo della mascella e verticalmente verso il bordo alveolare. Dai 3 ai 9 anni, una sostanza spugnosa viene riorganizzata. I raggi ossei acquisiscono una direzione più snella. Nell'area degli incisivi, l'osso ha una struttura medio-argillosa; nel processo alveolare, la sostanza spugnosa è assente.

Il rapporto tra la sostanza compatta e spugnosa dell'osso mascellare in diversi periodi di età non è lo stesso: prima della nascita è 1: 3, dopo la nascita 1: 4. Man mano che la mascella cresce, lo spessore della sostanza compatta dell'osso mascellare del bambino aumenta e raggiunge i 6 mm all'età di 6 anni. Entro 13-15 anni, la quantità di sostanza compatta aumenta di 2-3 volte. Da questa età, il rapporto tra la sostanza compatta dell'osso inizia a cambiare nella direzione di un aumento della sostanza compatta.

La crescita delle ossa della mascella è irregolare. Procede più intensamente durante la dentizione: si osserva una crescita pronunciata della mascella inferiore all'età di 2,5-4 anni e da 9 a 12 anni. Il ramo della mascella inferiore aumenta rapidamente tra i 3 ei 4 anni e tra i 9 e i 12 anni. La crescita delle sezioni frontali dei processi alveolari termina principalmente per 6-7 anni, quando la formazione è completata, e quindi inizia l'eruzione dei denti permanenti. La struttura funzionale della mascella anteriore e dell'osso alveolare a questa età è distinta, pronunciata e ben definita sulla radiografia.

L'ulteriore crescita della mascella si verifica principalmente nei reparti laterali e nel campo dei rami e termina principalmente in 15-17 anni, quando la formazione di un morso permanente è completata. In questo momento, la struttura ossea della mascella raggiunge il massimo grado di differenziazione.

Quando scoppiano i terzi molari permanenti, la mascella sta già finendo. Pertanto, spesso, specialmente nella mascella inferiore, si nota la dentizione tardiva di questi denti, che è accompagnata da complicanze associate a una mancanza di spazio nelle parti posteriori dell'arco alveolare.

Con la formazione dei seni mascellari e dei passaggi nasali, le pareti ossee che li legano si trasformano in placche ossee. Entrambe le metà della mascella sono collegate con una forte sutura.

Il palato duro, quasi piatto nei neonati, in un adulto assume la forma di una cupola. Anche la forma della mascella inferiore cambia significativamente durante la crescita. Dopo la nascita, si verifica una crescita aumentata del corpo della mascella, la sua dimensione aumenta di circa 4 volte, mentre la dimensione del processo alveolare è inferiore a 2 volte.

I rami della mascella inferiore subiscono i maggiori cambiamenti, la cui crescita nella dyne è accompagnata da un cambiamento nell'angolo tra loro e il corpo della mascella; molto noioso in un bambino, questo angolo diventa più acuto in un adulto, variando da circa 140 ° a 105-110 °.

Le principali aree di crescita della mascella inferiore sono le parti posteriori del corpo della mascella (nella regione dei grandi molari), gli angoli e i rami superiori del ramo, nonché i processi articolari. Più è attiva la crescita della cartilagine nella testa articolare, più grande è il ramo della mascella inferiore e più lunga è la faccia. E viceversa, più debole è la crescita della testa articolare, più brevi sono il ramo e la faccia.

La crescita della mascella superiore è particolarmente intensa a causa delle suture (la palatina mediana e che collega la mascella superiore con altre ossa del cranio).

Cresta alveolare.

La struttura dell'osso del processo alveolare durante la dentizione differisce dalla sua struttura dopo la dentizione. Durante il periodo di eruzione, le cime dei setti alveolari sono, per così dire, tagliate al lato del dente da taglio, situato vicino o al livello del suo bordo di smalto-cemento. Questo dà l'impressione che la corona del dente eruttato abbia una tasca ossea. La placca compatta nella parte superiore del setto interalveolare è più larga sul lato rivolto verso il dente eruttato. Il motivo della spugna è sfocato. Man mano che i denti esplodono, la linea di taglio nella parte superiore del setto interalveolare diminuisce e, con la fine dell'eruzione, assume i contorni caratteristici di un determinato individuo.

Nei denti anteriori eruttati, l'apice del setto interalveolare presenta contorni netti o rotondi con una distinta piastra corticale, che ha la stessa larghezza in tutto. A volte il setto interalveolare situato tra gli incisivi centrali della mascella inferiore può essere biforcato; sulla mascella superiore è sempre biforcata, la biforcazione del setto interalveolare, osservata sulla radiografia, ha una lunghezza diversa. Inoltre, i due picchi risultanti (acuti e arrotondati) possono essere situati a diversi livelli del bordo smalto-cemento o vicino ad esso. Con diastema e un tram tra i denti anteriori, si osservano setti interalveolari con una parte superiore piatta e una piastra compatta chiara. Nell'area dei premolari e dei molari, le cime dei setti interalveolari sono generalmente piatte.

Lo schema dei setti interalveolari spugnosi di ciascun gruppo di denti della mascella inferiore è diverso. Nell'area dei denti anteriori, è più spesso a grana grossa, meno spesso a ciclo medio e fine. Con setti interalveolari stretti, la sostanza spugnosa viene proiettata sotto forma di una striscia tra piastre compatte. A volte una sostanza spugnosa non viene rilevata affatto, e invece viene proiettata una piastra compatta. Nell'area dei premolari e dei molari, prevale un pronunciato ingrandimento dei cappi spugnosi nella direzione dalla sommità del setto interalveolare alle cime delle radici dei denti. Sulla mascella superiore, il materiale spugnoso del setto interalveolare ha più spesso un delicato motivo ad anello fine con una disposizione verticale di travi ossee.

Nei bambini dai 7 ai 14 anni, i setti interalveolari sono talvolta più stretti di quelli dei bambini più grandi. All'età di 12-18 anni, non ci sono cambiamenti pronunciati nella struttura della cresta alveolare. Ciò suggerisce che nella maggior parte dei bambini, all'età di 8-9 anni, termina la formazione del processo alveolare nei denti anteriori. Il cambiamento nella larghezza del setto interalveolare cambia a causa di cambiamenti legati all'età nella curvatura della mascella.

Osso alveolare

osso alveolare - (processus alveolaris, PNA, BNA, JNA) una cresta ossea curva ad arco, che è un'estensione del corpo della mascella superiore verso il basso; sul bordo inferiore di A. circa. ci sono 8 alveoli di denti... Un grande dizionario medico

Ossa del cranio facciale - La mascella superiore (mascella superiore) (Fig. 59A, 59B) è accoppiata, partecipa alla formazione dell'orbita, della bocca e del naso, delle fossa infratemporali e pterigopalatine. Combinando, entrambe le mascelle superiori insieme alle ossa nasali limitano l'apertura che porta alla cavità nasale e...... Atlante di anatomia umana

Mascella superiore - La mascella superiore, mascella, bagno turco, si trova nella parte anteriore superiore del cranio facciale. Appartiene al numero di ossa d'aria, poiché contiene un'ampia cavità rivestita da una membrana mucosa, seno mascellare, seno mascellare. In... Atlante di anatomia umana

GANASCE - GANASCE. L'osso mascellare accoppiato (mascella superiore) è l'osso pneumatico più leggero e fragile, saldato saldamente con la maggior parte delle ossa dello scheletro facciale. Il cielo | il suo processo è collegato alla coppia tramite | un tipo speciale di sinartrosi...... Grande enciclopedia medica

Mascelle - 1) negli animali, organi di varie origini che servono a catturare e macinare il cibo. Rappresentanti di vari sistematici. I gruppi di Ch. Hanno una struttura diversa e si formano nel processo di sviluppo individuale da primordia diversa,...... Grande Enciclopedia Sovietica

Head bones (skull) -... Atlante di anatomia umana

SALI ALCOL - SALI ALCOL, Ammonium ca usticum solutum (più precisamente Ammoniaca caustica soluta), Liquore Ammonii caustici, soluzioni acquose di ammoniaca (vedi) di varie concentrazioni. Il funzionario è una soluzione al 10%, batte. a. 0.959 0.960, che è...... Grande enciclopedia medica

JAWS - 1) organi per catturare e (spesso) macinare cibo in un numero di invertebrati e nella maggior parte dei vertebrati. 2) Base ossea cfr. e inferiore dipartimenti del viso (superiore e inferiore. Ch.) nell'uomo. Insieme ai tessuti circostanti forniscono masticazione e linguaggio. Figura. 1... Scienze naturali. Dizionario enciclopedico

Mascelle: le più grandi ossa del cranio facciale; formano, insieme alle ossa zigomatiche, la base ossea del viso e determinano la sua forma; partecipano alla formazione delle pareti ossee della cavità orale, del naso e delle orbite; sono i componenti anatomici più importanti...... Enciclopedia medica

VASI SANGUE - VASI SANGUE. Contenuto: I. Embriologia. 389 P. Saggio anatomico generale. 397 Sistema arterioso. 397 Sistema venoso.. 406 Tavolo dell'arteria. 411 Tabella delle vene....... Grande enciclopedia medica

Frattura ossea alveolare

L'osso alveolare è la parte ossea della mascella superiore o inferiore, a cui è fissata la dentatura. Molto spesso, si verifica una frattura della mascella superiore. Ciò è dovuto all'osso più sottile della mascella superiore rispetto alla parte inferiore, nonché al fatto che con un normale morso ortognatico, la mascella superiore è meno protetta dagli urti. In presenza di un morso distale, quando la mascella superiore sporge in modo significativo rispetto a quella inferiore, aumenta il rischio di lesioni.

Le cause

Oltre a una lesione meccanica causata da un impatto, una frattura ossea alveolare può essere causata da una malattia che viola il normale stato del tessuto osseo:

  • osteomielite - infiammazione del tessuto osseo;
  • osteite fibrosa, caratterizzata da degenerazione ossea, assottigliamento della struttura ossea;
  • varie cisti e neoplasie che causano la distrofia ossea.

Se il paziente ha le suddette malattie, anche un leggero effetto sull'osso può portare a una frattura del processo alveolare.

Nei bambini dai 5 ai 7 anni, cioè nella fase di crescita dei denti permanenti, una lesione del processo alveolare può anche essere diagnosticata a causa della presenza di follicoli dei denti permanenti nell'osso, che successivamente scompaiono.

Sintomi di una frattura dell'osso alveolare

La frattura dell'osso alveolare può essere diagnosticata in presenza di:

  • dolori acuti e spasmodici nella mascella durante la masticazione o la deglutizione della saliva,
  • gonfiore della mucosa,
  • lacerazioni delle gengive (con o senza sanguinamento),
  • chiusura della mascella,

Alla palpazione, la parte danneggiata può spostarsi o sentire l'area separata. Esternamente, la frattura è caratterizzata da lividi, lividi sulla faccia nell'area della frattura. L'esame esterno e la radiografia mostrano una crepa della cresta alveolare o una completa separazione dell'osso dall'osso cranico principale.

A seconda dell'angolo in cui si è verificato il colpo, la parte rotta può muoversi in diverse direzioni, verso l'interno o in profondità nella bocca. Se il colpo è caduto sulla mascella inferiore, in questo caso, l'impatto si verifica con l'aiuto della mascella inferiore sulla parte superiore e la parte rotta si sposta verso l'alto.

Diagnostica

La diagnosi di una frattura viene eseguita dal chirurgo maxillo-facciale. Una radiografia può mostrare diversi gradi di danno:

  • danno parziale - danno a parte dell'osso, non completo distacco;
  • frattura senza spostamento - danno a tutte le parti dell'osso;
  • frattura completa: è visibile una radiografia tra la parte separata e il cranio;
  • frattura in diversi punti - danno all'osso alveolare in diversi punti, frammentazione dell'osso;
  • frattura con deformazione - una parte completamente strappata spostata ad angoli diversi.

Trattamento

Il metodo di trattamento viene selezionato in base alla gravità accertata della frattura. Prima di qualsiasi manipolazione, il medico esegue l'anestesia. Il tessuto strappato viene trattato con antisettici per evitare l'infezione. Quindi viene eseguita la ricostruzione (in presenza di frammenti) e la fissazione della mascella.

In presenza di distorsioni, il medico esegue un'apertura della gomma nell'area della frattura (revisione), per eliminare i bordi taglienti dei frammenti e quindi posizionare manualmente la parte spostata. Questo deve essere fatto in modo che corrisponda al morso corretto. Successivamente, la gomma viene suturata e viene applicata una medicazione di iodio sulla ferita.

Per fissare la cresta alveolare, viene utilizzata una staffa liscia per stecca, che è fissata a tre denti sani su entrambi i lati della parte tagliata. Se ciò non è possibile, cioè se i denti su un lato non sono stabili o addirittura assenti, allora uso cinque denti aggiuntivi per il fissaggio. Per una maggiore immobilizzazione della dentatura, può essere indicato l'uso di un'imbragatura per il mento..

Se la lesione si verifica nella parte anteriore dei molari superiori, la fissazione si verifica a causa dell'installazione di una staffa a mascella singola, che viene fissata sull'area danneggiata (fissata da legature a denti sani).

In assenza di denti, uno pneumatico è realizzato in plastica a rapido indurimento.

Dopo tutte le procedure chirurgiche, al paziente vengono prescritti terapia antibiotica e farmaci per accelerare la guarigione e prevenire lo sviluppo di infiammazione nella zona lesa.

Periodo di riabilitazione

Se le radici dei denti non sono state danneggiate durante una lesione della cresta alveolare, quindi con la corretta ricostruzione e fissazione, dopo circa 8 settimane, il callo osseo si forma e l'osso ritorna alla mascella. La prognosi del trattamento è favorevole..

Se le radici dei denti sono rotte, le parti rotte potrebbero non mettere più radici. Il consolidamento, di norma, fallisce anche con un trattamento efficace.

La riabilitazione dopo una frattura è finalizzata al ripristino completo o massimo delle funzioni della parte interessata del corpo. Può consistere in una serie di procedure che, a seconda delle caratteristiche della lesione, possono includere:

  • esercizi di fisioterapia,
  • fisioterapia,
  • massaggio.

Affinché l'ulteriore riabilitazione abbia un effetto positivo, ciascuno dei componenti del complesso deve essere selezionato da uno specialista qualificato, tenendo conto di tutte le caratteristiche individuali del paziente.

2019 © Good Dentistry - una rete di cliniche dentali.
Servizi dentali vicino metro Verkhny Likhobory, metro Mitino, metro Tushinskaya, metro Rechnoy vokzal, metro Otradnoye, metro Schelkovskaya

Questa pagina è a scopo informativo e di riferimento e non è un'offerta pubblica.

Caratteristiche di correzione della cresta alveolare

Il sistema dentofacciale di una persona è complesso nella struttura e molto importante nelle sue funzioni. Di norma, ogni persona presta particolare attenzione ai denti, poiché sono sempre in vista e spesso ignora i problemi associati alla mascella. In questo articolo, parleremo con te del processo alveolare e scopriremo quale funzione svolge nella dentizione, a quali lesioni è esposta e come viene eseguita la correzione.

Struttura anatomica

L'osso alveolare è la parte anatomica della mascella umana. I processi si trovano sulle mascelle superiore e inferiore, a cui sono collegati i denti, e sono costituiti dai seguenti componenti.

  1. Osso alveolare con osteoni, ad es. pareti degli alveoli dentali.
  2. Osso alveolare di supporto riempito con una sostanza spugnosa, abbastanza compatta.

L'osso alveolare è sensibile all'osteogenesi dei tessuti o ai processi di riassorbimento. Tutti questi cambiamenti devono essere equilibrati ed equilibrati tra loro. Ma possono sorgere patologie a causa della costante ristrutturazione del processo alveolare della mascella inferiore. I cambiamenti nei processi alveolari sono associati alla plasticità e all'adattamento dell'osso al fatto che i denti cambiano posizione a causa di sviluppo, eruzione, stress e funzionamento.

I processi alveolari hanno altezze diverse, che dipendono dall'età della persona, dalle malattie dei denti, dalla presenza di difetti nella dentatura. Se il processo ha un'altezza ridotta, non è possibile eseguire l'impianto dentale dei denti. Prima di tale operazione, viene eseguito un innesto osseo speciale, dopo di che la fissazione dell'impianto diventa reale.

Lesioni e fratture

A volte le persone sperimentano fratture della cresta alveolare. L'alveolo si rompe spesso a causa di varie lesioni o processi patologici. Da una frattura di questa regione della mascella si intende una violazione dell'integrità della struttura del processo. Tra i principali sintomi che aiutano il medico a determinare la frattura del paziente del processo alveolare della mascella superiore, ci sono fattori come:

  • forte dolore alla mascella;
  • dolore che può essere trasmesso al palato, soprattutto quando si cerca di chiudere i denti;
  • dolore che si intensifica quando si tenta di deglutire.

Durante un esame visivo, il medico può rilevare ferite nell'area vicino alla bocca, abrasioni, gonfiore. Ci sono anche segni di lacerazioni e contusioni di vario grado. Le fratture nel processo alveolare della mascella superiore e inferiore, ci sono diversi tipi.

  • Cellulare - una frattura in cui una fessura del palato passa in diverse direzioni con un difetto osseo pronunciato, con conseguente separazione di un processo rotto degli alveoli.
  • Parziale: una frattura che attraversa la parte esterna del processo. È caratteristico nella placca, che copre numerosi fori dentali e setti interdentali.
  • Incompleto: la fessura ha la forma di una crepa, che può passare attraverso il cielo e procedere, catturando altre parti degli alveoli. Di solito non si verifica alcun pregiudizio.
  • Pieno: quando si formano 2 slot verticali e tra loro orizzontali.
  • Le fratture negli alveoli possono essere accompagnate da una frattura simultanea e lussazione dei denti. Molto spesso, tali fratture sono a forma di arco. La fessura corre dalla cresta nello spazio interdentale, sollevandosi dalla mascella inferiore o superiore, e quindi - in direzione orizzontale lungo la dentatura. Alla fine, cade tra i denti fino alla cresta dell'appendice.

    Come è la correzione?

    Il trattamento di questa patologia prevede le seguenti procedure.

    1. Gestione graduale del dolore con anestesia di conduzione.
    2. Elaborazione antisettica di tessuti mediante decotti di erbe o preparati a base di clorexidina bigluconato.
    3. Riposizionamento manuale di frammenti risultanti da una frattura.
    4. Immobilizzazione.

    Il funzionamento dell'osso alveolare comporta la revisione della lesione, il livellamento degli angoli acuti di ossa e frammenti, la sutura del tessuto mucoso o la chiusura della ferita con una speciale medicazione iodata. Nell'area in cui si è verificato lo spostamento, è necessario stabilire il frammento necessario. Per il fissaggio viene utilizzato un morsetto per pneumatici in alluminio. La staffa è fissata ai denti su entrambi i lati della frattura. Per immobilizzare era stabile e resistente, utilizzare una imbracatura per il mento.

    Se al paziente è stata diagnosticata una lussazione eliminata del mascellare anteriore, i medici utilizzano un tutore in acciaio a mascella singola. È necessario immobilizzare il processo danneggiato. La staffa è fissata ai denti con legature usando un pneumatico con elastici. Ciò consente di connettere e mettere in atto il frammento che si è spostato. Nel caso in cui manchino i denti nell'area desiderata per il fissaggio, il pneumatico è realizzato in plastica, che si indurisce rapidamente. Dopo aver installato il pneumatico, al paziente viene prescritta una terapia antibiotica e un'ipotermia speciale.

    Se il paziente ha avuto atrofia del processo alveolare della mascella superiore, il trattamento deve essere eseguito necessariamente. Nell'area degli alveoli si possono osservare processi di ristrutturazione, specialmente se un dente è stato rimosso. Ciò provoca lo sviluppo dell'atrofia, una fessura delle forme del cielo, si verifica un aumento del nuovo osso, che riempie completamente il fondo del foro e i suoi bordi. Tali patologie richiedono una correzione immediata sia nell'area del dente estratto, sia sul palato, vicino al foro o nel sito di ex fratture, lesioni obsolete.

    L'atrofia può anche svilupparsi in caso di disfunzione del processo alveolare. La fessura del cielo, provocata da questo processo, può avere un diverso grado di gravità dei processi di sviluppo della patologia, i motivi che l'hanno portato. In particolare, la malattia parodontale ha un'atrofia pronunciata, che è associata all'estrazione del dente, alla perdita della funzione alveolare, allo sviluppo della malattia e al suo effetto negativo sulla mascella: palato, dentizione, gengive.

    Spesso, dopo l'estrazione del dente, le cause che hanno causato questa operazione continuano a influenzare ulteriormente il processo. Di conseguenza, si verifica un'atrofia generale del processo, che ha un carattere irreversibile, che si manifesta nel fatto che l'osso è ridotto. Se le protesi vengono eseguite nel sito del dente estratto, questo non arresta i processi atrofici, ma, al contrario, li rafforza. Ciò è dovuto al fatto che l'osso in tensione inizia a reagire negativamente, respingendo la protesi. Preme sui legamenti e sui tendini, aumentando l'atrofia.

    Protesi inadeguate possono peggiorare la situazione, a causa della quale vi è una distribuzione errata dei movimenti di masticazione. Il processo degli alveoli, che continua a collassare ulteriormente, prende parte a questo. Con estrema atrofia della mascella superiore, il palato diventa duro. Processi simili praticamente non influiscono sull'elevazione palatale e sulla collina degli alveoli.

    La mascella inferiore è più colpita. Qui il processo può scomparire del tutto. Quando l'atrofia ha manifestazioni forti, raggiunge la mucosa. Ciò provoca la costrizione dei vasi sanguigni e dei nervi. La patologia può essere rilevata usando i raggi X. Il palatoschisi si forma non solo negli adulti. Nei bambini di età compresa tra 8 e 11 anni, tali problemi possono presentarsi al momento della formazione di un morso rimovibile.

    La correzione dell'osso alveolare nei bambini non richiede un intervento chirurgico serio. È sufficiente eseguire l'innesto osseo, trapiantando un pezzo di osso nel posto giusto. Entro 1 anno, il paziente deve sottoporsi a un esame regolare con un medico in modo che appaia il tessuto osseo. In conclusione, ti offriamo un video in cui il chirurgo maxillo-facciale ti mostrerà come viene eseguito l'innesto osseo dell'osso alveolare.

    Trattamento dei difetti nella cresta alveolare - quando e come viene eseguita la plastica?

    Spesso, i pazienti che prevedono di avere protesi incontrano un tale problema nel difetto della cresta alveolare. La patologia indicata nel suo complesso si manifesta raramente, tuttavia, se necessario, il ripristino della dentatura richiede un piccolo intervento chirurgico.

    Oggi esistono diversi metodi che contribuiscono all'eliminazione delle anomalie associate alla struttura della cresta alveolare. La sfumatura principale qui è la scelta giusta dello specialista che eseguirà l'operazione: questa manipolazione richiede scrupolosità e cautela.

    Caratteristiche strutturali dell'osso alveolare: danno o difetto?

    L'organo in questione è un arco osseo in cui si trovano le radici dei denti..

    Sulla base delle caratteristiche anatomiche, il processo alveolare può essere suddiviso in diverse sezioni:

    1. Componente esterno (parete vestibolare). Situato nella zona delle labbra e delle guance, colpisce incisivi, zanne, premolari e molari.
    2. Sezione interna (parete linguale). Situato vicino alla lingua, parallelo alla parte esterna della cresta alveolare.
    3. Parte di mezzo. Si trova tra la prima e la seconda parete ed è rappresentato dai seguenti componenti:
    • Sostanza spugnosa. Riempie lo spazio tra le sezioni esterna e interna. C'è un canale che è dotato di vasi e nervi. Questo canale è diviso in diversi piccoli tubuli con terminazioni nervose che sono collegati alle radici dei denti. È questa sostanza che favorisce il fissaggio del dente nella posizione necessaria nel tessuto osseo della mascella.
    • Alveoli dei denti. Si trovano nell'area del tessuto spugnoso e sono separati l'uno dall'altro da setti interdentali. Le radici dei denti, una piccola parte del collo sono poste nelle cellule alveolari.
    • Arco alveolare. Il bordo curvo del processo alveolare della mascella superiore / inferiore, formato dai setti interalveolari.
    • Partizioni interroot. Fanno parte degli alveoli dei denti multiradice e la loro lunghezza è inferiore alla lunghezza della radice.
    • Eliminazione del dente con la radice. L'area dell'osso che rimane senza un dente subisce variazioni nel tempo. Il processo indicato termina con un'atrofia completa: la cresta viene compressa con una diminuzione simultanea dei suoi parametri.
    • La struttura specifica della mascella superiore e inferiore.
    • Lesione alla mascella, che è accompagnata da un ampio processo purulento nell'area di processo.
    • Una protesi mal fissata o un tipo di protesi inadeguatamente selezionato. Ad esempio, una struttura a ponte su prodotti deboli può derivare da una distribuzione irregolare del carico su singole sezioni ossee..
    • Deformità congenite del processo mascella / alveolare.
    • Cambiamenti ossei dovuti all'invecchiamento.
    • Disturbi dentali cronici che influenzano negativamente la struttura del tessuto osseo: granulomi, cisti, parodontite.
    • Malattie somatiche Prima di tutto, il diabete è classificato qui..

    Tipi di danni e difetti della cresta alveolare

    Le anomalie più comuni della cresta alveolare sono le seguenti:

    • Atrofia ossea totale, sullo sfondo del quale si sono verificati cambiamenti nei parametri della cresta alveolare. Un fenomeno simile si verifica dopo la rimozione della radice del dente, nonché a causa di alcune malattie (osteoporosi, osteomielite).
    • Larghezza insignificante della cresta. Questa deviazione è il risultato di disturbi genetici. Può essere diagnosticato alla nascita o con l'età, dopo l'estrazione del dente.
    • Mobilità della cresta alveolare. Durante il difetto in esame, si verifica una forte proliferazione della mucosa gengivale. La ragione di ciò è il costante uso di strutture rimovibili che colpiscono regolarmente le gengive. Il medico risolve questo problema in regime ambulatoriale: i bordi in eccesso vengono accuratamente tagliati.
    • Superficie della cresta ruvida. Le curvature possono essere di varia natura: tuberose, ruvide. Non ci sono lamentele nei pazienti con tali anomalie fino alla necessità del posizionamento dell'impianto.

    Nel corso di questo, c'è sanguinamento, gonfiore delle guance, dolore acuto, incapacità di chiudere i denti.

    Metodi di trattamento e materie plastiche dei difetti della cresta alveolare

    È possibile eliminare le anomalie nella struttura dell'osso alveolare e creare la forma ossea ottimale mediante alveoloplastica.

    Questo tipo di intervento chirurgico può essere eseguito in diversi modi:

    • Operazione "overlay". Durante la manipolazione, viene applicato un impianto sulla cresta della cresta alveolare. Una procedura simile è rilevante nei casi in cui l'altezza del processo alveolare è inferiore al normale o ci sono dossi, eccessi, neoplasie nell'osso.
    • Osteotomia verticale + trasposizione delle pareti ossee. Durante la procedura, l'operatore rompe il muro. La cavità risultante è riempita con materiale speciale. La fase finale: la creazione di cuciture che accelereranno i processi rigenerativi.
    • Il complesso di misure chirurgiche eseguite all'interno dell'osso. Questo tipo di intervento chirurgico è preceduto dall'osteotomia verticale..

    Crescita (aumento) del processo alveolare - Una procedura volta ad aumentare il volume del tessuto osseo. Viene spesso eseguito prima del posizionamento dell'impianto, quando un osso si è atrofizzato a causa della perdita dei denti..

    Il biomateriale viene fissato mediante piccole viti in titanio..

    Come materiale di lavoro può essere applicato:

    • Tessuto osseo prelevato direttamente dal paziente. Spesso, il materiale del donatore viene estratto dalla zona di crescita dei denti del giudizio. In alcuni casi, il biomateriale necessario può essere rimosso al di fuori dell'area della cavità orale (costola, coscia). Tale innesto è il modo migliore per costruire.
    • Osso ottenuto da donatori umani. La sostanza specificata è sottoposta a trattamento ed esame accurati, dopo di che può essere definita una sorta di "materiale da costruzione".
    • Trapianto prelevato da animali. I principali donatori qui sono mucche / tori, le cui ossa sono sterilizzate in più fasi. Una tale serie di procedure può sostituire il materiale osseo animale con osso naturale..
    • Materiali artificiali (assorbibili o non assorbibili) che possono sostituire l'osso naturale. Il tipo più comunemente usato di fosfato di calcio.

    Le manipolazioni sopra descritte sono piuttosto dolorose: prima di essere eseguite, l'area di lavoro viene anestetizzata.

    Dopo la costruzione dell'osso, devono trascorrere almeno sei mesi prima che il materiale impiantato metta radici. Solo dopo il periodo specificato il medico può eseguire impianti dentali.

    Mascella superiore. anatomia umana

    La mascella superiore (mascella) - l'osso accoppiato del cranio facciale.

    Partecipa alla formazione di muri:

    • Fossa pterigo-palatina

    La mascella superiore ha un corpo e 4 processi:

    • Osso alveolare (i fori dentali si trovano su di esso)

    • Processo palatino della mascella superiore

    Fori mascellari:

    • Spacco mascellare: una grande apertura sulla superficie nasale della mascella superiore che porta al seno mascellare (mascellare) (seno mascellare)

    • Il forame infraorbitale - situato sulla superficie anteriore della mascella superiore, è il sito di uscita dal canale infraorbitale

    • Aperture alveolari: diverse aperture sulla superficie infratemporale della mascella superiore, attraverso le quali i vasi passano ai molari superiori

    Canali della mascella superiore:

    • Il canale infraorbitale - il canale che inizia con una scanalatura sulla superficie orbitale della mascella superiore, passa al suo interno e si apre sulla superficie anteriore, sotto il margine infraorbitale, con il forame infraorbitale; nel canale passano le navi con lo stesso nome e nervo

    • Canale nasolacrimale - formato dal processo frontale della mascella superiore, l'osso lacrimale e la concha nasale inferiore, collega la cavità orbitale e la cavità nasale. Il canale ha origine nella parte inferiore della parete mediale dell'orbita e si apre nel passaggio nasale inferiore. Attraverso questo canale, il liquido lacrimale entra nella cavità nasale, che è particolarmente evidente quando piangi

    • Il canale incisale è un canale osseo spaiato che si forma durante la fusione dei processi palatino della mascella superiore destra e sinistra; luogo di passaggio di vasi sanguigni e nervi

    • Grande canale palatino - formato dalla fusione della mascella superiore e dalla piastra perpendicolare dell'osso palatino. Segnala una fossa pterigo-palatina con una cavità orale; si apre sul retro del palato osseo con una grande apertura palatina. Serve per il passaggio di vasi sanguigni e nervi

    La mascella superiore sotto diversi tipi di visione.

    la superficie interna del taglio sagittale del cranio; qui vediamo le articolazioni della mascella superiore con altre ossa:

    • con osso etmoide (1)

    • con concha nasale inferiore (osso indipendente) (2)

    Tra il concha nasale medio e il concha nasale inferiore, è visibile la fessura mascellare, che porta al seno mascellare - le vie aeree nel corpo della mascella inferiore (nome clinico: seno mascellare) (4)

    Vista frontale, visibile:

    • forame infraorbitale (sonda arancione inserita) (2)

    • fossa canina [vecchio nome - cane fossa] (il punto di attacco del muscolo che solleva l'angolo della bocca) (3)

    • elevazioni alveolari (sul processo alveolare) è la proiezione delle radici dei denti dei denti superiori (4)

    • tacca nasale (5) - separa la superficie anteriore dalla superficie nasale della mascella superiore; due tacche nasali a destra e a sinistra, così come le ossa nasali formano un buco a forma di pera - l'ingresso alla cavità nasale

    Vista dall'interno, visibile:

    • superficie nasale della mascella superiore (1)

    • due processi: processo frontale (2), processo palatino (3)

    • schisi mascellare (4) che porta al seno mascellare (5) (seno mascellare)

    • due creste si trovano sulla superficie interna del processo frontale (qui sono invisibili perché sono strettamente fuse con le loro ossa e non si separano, rimanendo coperte):

    - cresta etmoide (sito di attacco dell'osso etmoide)

    - cresta di conca (sito di attacco del concha nasale inferiore)

    • canale nasolacrimale (viene inserita una sonda arancione)

    Vista dall'alto, visibile:

    • bordo superiore del processo frontale (3)

    • processo palatino (4), lungo il suo bordo interno è la cresta nasale (5)

    • canale infraorbitale (sonda verde inserita al suo interno)

    • canale nasolacrimale (viene inserita una sonda arancione)

    • un grande canale palatino (al suo interno è inserita una sonda bianca) - si forma quando la mascella superiore e l'osso palatino sono fusi (come nella foto)

    Vista laterale, visibile:

    • processi: processo frontale (1), processo zigomatico (2), processo alveolare (3)

    -superficie orbitale (4)

    -superficie frontale (5)

    -superficie temporale (o tubercolo della mascella superiore) (6)

    • fori alveolari (7) - si trovano sulla superficie infratemporale; attraverso di loro passano i vasi che alimentano i grandi molari

    • canale nasolacrimale (sonda arancione)

    • canale infraorbitale (sonda verde)

    • grande canale palatino (sonda bianca)