Image

Amoxiclav per influenza

Amoxiclav per influenza

Soddisfare:

L'amoxiclav è un forte farmaco antibatterico, caratterizzato da una vasta gamma di effetti. Inibisce l'attività dei batteri patogeni. Consideriamo come prendere Amoxiclav in caso di influenza..

Che cos'è Amoxiclav

Prima di valutare se Amoxiclav è usato per l'influenza, è necessario comprendere l'effetto del farmaco. Questo farmaco antibatterico è efficace solo per quei microrganismi che sono sensibili ad esso. Non avrà alcun effetto su altri batteri. Ciò significa che il farmaco non sarà in grado di eliminare la causa della malattia..

Prima di iniziare a prendere il farmaco, è importante condurre un'analisi della suscettibilità dei microrganismi al componente attivo. Molte persone pensano che solo gli antibiotici possano combattere l'influenza. Ma questo gruppo di farmaci è efficace contro i batteri e l'influenza provoca un virus. Questo significa assumere farmaci antivirali.

Se consideriamo Amoxiclav con influenza, ha una direzione terapeutica diversa. Il farmaco aiuterà a far fronte alle complicanze batteriche dell'influenza. Cioè, con l'influenza, il farmaco è utile solo se i batteri anaerobici e aerobici di varie classi si moltiplicano attivamente durante la progressione della malattia.

Metodo di ammissione

L'amoxiclav durante un'influenza può essere prescritto solo da un medico. Il dosaggio viene selezionato rigorosamente individualmente, a seconda della concomitante complicazione, della sua gravità e delle condizioni del paziente. Di solito il farmaco viene assunto entro 7-10 giorni. Se la malattia è iniziata, la terapia può essere prolungata fino a due settimane..

Prenda le compresse intere, non masticare o sciogliere. Bevi molti liquidi. Schema di ricezione:

  • per i bambini dai 6 ai 12 anni, la dose abituale è di 40 mg tre volte al giorno (ogni 8 ore);
  • gli adulti assumono 1 compressa tre volte al giorno a intervalli regolari.

Usare cautela con i farmaci per insufficienza renale o epatica. In questo caso, il dosaggio deve essere dimezzato. Il farmaco è ben tollerato dall'organismo e non causa effetti collaterali..

Per non danneggiare la tua salute, devi consultare immediatamente un medico alle prime manifestazioni dell'influenza, che prescriverà un trattamento e indicherà l'opportunità di assumere un antibiotico. Altrimenti, puoi ridurre l'immunità e questo contribuirà allo sviluppo di complicanze.

Amoxiclav con ARVI

Quali antibiotici per il raffreddore sono efficaci per adulti, bambini: elenco e nomi

Gli antibiotici per il raffreddore sono prescritti da un medico nel caso in cui il corpo umano non possa far fronte all'infezione da solo.

Di solito segnali pericolosi dell'attacco di batteri dannosi sono un aumento della temperatura corporea a oltre 38 ° C, nonché un naso che cola, arrossamento della gola e altri sintomi che spesso accompagnano un raffreddore: infiammazione degli occhi, mal di gola, mancanza di respiro, tosse secca, mal di testa, ecc.. I farmaci antibatterici aiuteranno a far fronte ai batteri, tuttavia, la loro nomina dovrebbe essere effettuata esclusivamente da uno specialista medico, poiché l'autotrattamento incontrollato con antibiotici può influire negativamente sulla salute umana.

Trattamento a freddo con antibiotici

Gli antibiotici per il raffreddore sono necessari in casi estremi, quando il sistema immunitario non affronta i patogeni che attaccano il corpo umano. Molti di noi, ai primissimi sintomi di un raffreddore, si chiedono quale antibiotico prendere, percependolo come una cura miracolosa per tutte le malattie. Tuttavia, questo è un malinteso profondo, poiché è indicato l'uso di farmaci antivirali per il trattamento dell'influenza e delle malattie respiratorie acute, e solo se le condizioni del paziente sono peggiorate e l'infezione batterica è "connessa", un antibiotico correttamente selezionato aiuterà. Pertanto, è inaccettabile bere un antibiotico al primo segno di raffreddore!

Il trattamento del raffreddore con antibiotici dovrebbe essere razionale e, per questo, è necessaria la consultazione di un medico esperto che determinerà la gravità delle condizioni del paziente e prescriverà il farmaco antibatterico che sarà più efficace in un caso particolare.

Il raffreddore comune (ARVI) può essere considerato una malattia piuttosto insidiosa, che si manifesta indipendentemente dall'età, dalla salute umana e dalle condizioni meteorologiche. La malattia respiratoria acuta è una delle malattie più comuni in tutto il mondo e dura una settimana media senza manifestazioni di complicanze. Di solito gli adulti hanno un raffreddore da due a tre volte l'anno in media. Oggi i medici hanno più di duecento virus che causano infiammazione del sistema respiratorio. Va notato che il raffreddore comune è una malattia contagiosa: può essere trasmesso da goccioline trasportate dall'aria e spesso colpisce bronchi, trachea e polmoni. Un'infezione virale vive più a lungo nel muco che nell'aria o in un luogo asciutto. Per iniziare il trattamento in tempo, si dovrebbe valutare obiettivamente le condizioni del paziente. I principali sintomi di un raffreddore sono:

  • infiammazione dei linfonodi, che si manifesta sotto forma di sigilli sulla parte posteriore della testa, del collo, dietro le orecchie, sotto la mascella inferiore, quando viene premuto, il paziente ha sensazioni dolorose;
  • scarico abbondante di muco dal naso (naso che cola), congestione nasale, nonché insolita secchezza della sua mucosa;
  • mal di gola, tosse secca, voce rauca;
  • arrossamento degli occhi e lacrimazione;
  • aumento della temperatura corporea da 37 a 38,5 ° C;
  • indigestione, nausea e vomito (con danni al rotavirus al corpo).

Un raffreddore non è mai asintomatico, quindi, ai primi segni del suo sviluppo, è necessario consultare un medico per prevenire possibili complicazioni nel tempo.

Per il trattamento di un raffreddore, è necessaria una diagnosi accurata, che ti permetterà di scegliere la medicina ottimale, ad es. antibiotico. Ogni gruppo di farmaci antibatterici è destinato a trattare un tipo specifico di batteri, pertanto viene prescritto un antibiotico a seconda dei punti focali della lesione. Ad esempio, con l'infiammazione del tratto respiratorio, è necessario scegliere un farmaco che combatte efficacemente i batteri che causano l'infiammazione negli organi respiratori: ad esempio Amoxiclav, Amoxicillin, Augmentin (cioè antibiotici del gruppo della penicillina). Per varie malattie respiratorie, come la polmonite, si deve tenere presente che sono causati da batteri, molti dei quali sono molto resistenti alla penicillina. Per questo motivo, è meglio usare Levofloxacina o Avelox per trattare questa malattia. Gli antibiotici del gruppo cefalosporine (Suprax, Zinnat, Zinacef) aiuteranno a curare la bronchite, la pleurite, la polmonite e i macrolidi (Sumamed, Hemomycin) faranno fronte alla SARS causata da clamidia e micoplasmi.

Il trattamento del raffreddore con antibiotici dovrebbe dipendere dalla categoria di appartenenza della malattia. Con ARVI, prima di tutto, è necessario utilizzare farmaci antivirali, perché influenzano intenzionalmente il sistema immunitario, rafforzandolo e contribuendo a far fronte a un attacco virale. Gli antibiotici con questa diagnosi sono inutili e questo è controindicato dai medici. Prima il trattamento con ARVI inizia con un farmaco antivirale efficace, più è probabile che lo completi più velocemente. Tuttavia, se un raffreddore è causato da un'infezione batterica, non dovresti trascurare l'uso di antibiotici. Allo stesso tempo, è molto importante prestare attenzione allo stato del proprio corpo in tempo e scoprire la causa esatta del raffreddore comune al fine di scegliere il farmaco antibatterico più ottimale. In effetti, gli antibiotici devono essere presi molto sul serio, perché possono non solo aiutare, ma anche danneggiare in caso di scelta sbagliata. Quindi, dovresti stabilire chiaramente i confini che determinano in quali casi puoi prescrivere antibiotici e in quali - non puoi. Al giorno d'oggi, le indicazioni per la terapia antibiotica sono:

  • tonsillite purulenta (tonsillite);
  • laringotracheite;
  • otite media purulenta (infiammazione dell'orecchio medio);
  • sinusite purulenta (sinusite frontale purulenta o sinusite);
  • linfoadenite purulenta;
  • polmonite, polmonite.

Antibiotici per donne in gravidanza con raffreddore

Gli antibiotici freddi, come farmaci efficaci che sopprimono la crescita di agenti patogeni, si verificano solo in caso di complicanze causate dallo sviluppo di un'infezione batterica nel corpo. Il loro uso consente di sopprimere la crescita non solo dei batteri patogeni, ma anche di alcuni funghi, facilitando così la vita del paziente con il raffreddore. Dovresti ricordare i pericoli dell'automedicazione con agenti antibatterici, soprattutto quando si tratta di bambini e donne in gravidanza. In tali casi, l'assunzione di antibiotici dovrebbe essere presa nel modo più responsabile possibile, seguendo solo le raccomandazioni e gli appuntamenti competenti di un medico esperto.

Gli antibiotici per le donne in gravidanza con raffreddore dovrebbero essere selezionati tenendo conto del loro effetto sul feto e solo in quei casi estremi che richiedono davvero l'uso di questi farmaci. Per selezionare l'antibiotico più adatto per il trattamento di una donna incinta, è necessario innanzitutto determinare l'agente causale della malattia e anche identificarne la sensibilità a un particolare farmaco. Se è impossibile condurre uno studio di questo tipo, vengono generalmente prescritti antibiotici ad ampio spettro. Gli antibiotici della serie di penicilline (ad esempio Ampicillin, Oxacillin, ecc.), Così come le cefalosporine (ad esempio Cefazolin) e alcuni macrolidi (dai quali si possono isolare l'eritromicina e l'azitromicina) sono considerati i più innocui per la madre e il bambino. Sono questi farmaci che i medici preferiscono quando prescrivono il trattamento per le donne in gravidanza.

Il dosaggio di un antibiotico per una donna incinta è determinato dal medico, di solito non differisce dal dosaggio del farmaco per il resto. La futura mamma dovrebbe seguire attentamente le raccomandazioni del medico e in nessun caso ridurre la dose del medicinale, perché questo può provocare l'effetto opposto: in tale situazione, l'antibiotico non avrà un effetto così efficace mirato alla distruzione dei microbi e non sarà in grado di sopprimere completamente un'infezione batterica.

Assicurati di tener conto del fatto che gli antibiotici sono più efficaci solo nel trattamento di malattie infettive di origine batterica. In altri casi, non sono in grado di ottenere l'effetto desiderato e possono persino danneggiare il corpo. Ad esempio, i farmaci antibatterici saranno impotenti con:

  • SARS e influenza (in questo caso, le malattie sono causate da virus, per la cui distruzione è necessario utilizzare farmaci antivirali);
  • processi infiammatori (gli antibiotici non sono farmaci antinfiammatori);
  • temperatura elevata (non confondere l'effetto degli antibiotici con l'azione di antipiretici e analgesici);
  • tosse nelle donne in gravidanza se è causata da un'infezione virale, una reazione allergica, lo sviluppo di asma bronchiale, ma non dall'azione di microrganismi;
  • disturbi intestinali.

Se consideriamo l'effetto degli antibiotici sul feto, quindi in base ai risultati di numerosi studi medici, possiamo concludere che questi farmaci non provocano lo sviluppo di malformazioni congenite nel bambino e non influenzano il suo apparato genetico. Ma allo stesso tempo, alcuni gruppi di farmaci antibatterici possiedono il cosiddetto. effetto embriotossico, ad es. può portare a funzionalità renale compromessa del feto, segnalibri dentali, influire sul nervo uditivo e causare anche una serie di altre deviazioni avverse.

Gli antibiotici per le donne in gravidanza con raffreddore hanno l'effetto più negativo sul feto nel primo trimestre di gravidanza, pertanto, se esiste una tale possibilità, si raccomanda di trasferire il trattamento nel secondo trimestre. Tuttavia, se vi è un urgente bisogno di tale trattamento, il medico dovrebbe prescrivere antibiotici con il più basso grado di tossicità per la futura mamma, e anche monitorare rigorosamente le condizioni della donna incinta.

Quali antibiotici da bere per il raffreddore?

Gli antibiotici per il raffreddore dovrebbero essere usati secondo le raccomandazioni del medico nei casi in cui le condizioni del paziente indicano lo sviluppo di complicanze, come tonsillite, sinusite purulenta, polmonite. Tuttavia, prima di tutto, con il raffreddore è necessario utilizzare rimedi popolari comprovati e bere farmaci antivirali, la cui azione è finalizzata alla distruzione di un'infezione virale. Non ricorrere agli antibiotici se non viene stabilita la causa della malattia. È necessario valutare tutti i pro e i contro dell'assunzione di farmaci antibatterici, dati i loro effetti collaterali e le possibili complicanze..

Quali antibiotici da bere con un raffreddore, solo un medico sa chi determina il grado e il tipo di complicanze causate da un raffreddore, e quindi prescrive un antibiotico del gruppo corrispondente:

  • Le penicilline (Augmentin, Ampicillin, ecc.) Hanno un pronunciato effetto battericida e sono efficaci nel trattamento di infezioni batteriche e forme gravi di malattie ORL (tonsillite, otite media purulenta, sinusite, polmonite, ecc.). L'azione di questi farmaci antibatterici è finalizzata alla distruzione delle pareti dei batteri, che provoca la loro morte. Una caratteristica positiva delle penicilline è il loro basso livello di tossicità, quindi sono ampiamente utilizzati in pediatria.
  • Le cefalosporine hanno un'azione battericida attiva volta a distruggere la membrana cellulare batterica. Di solito, gli antibiotici di questo gruppo sono prescritti per il trattamento di pleurite, bronchite, polmonite e vengono somministrati per iniezione (endovenosa o intramuscolare), solo le cefalessine vengono assunte per via orale. Causano meno reazioni allergiche rispetto alle penicilline, tuttavia, in rari casi, si verificano ancora manifestazioni allergiche e alterata funzionalità renale..
  • I macrolidi (azalidi e chetolidi) hanno un effetto batteriostatico attivo e sono efficaci nel trattamento della SARS. Il primo macrolido è stato l'eritromicina, utilizzata da pazienti con una reazione allergica alle penicilline..
  • I fluorochinoloni (levofloxacina, ecc.) Sono usati per distruggere i batteri gram-negativi (micoplasmi, pneumococco, clamidia, E. coli). Penetrando rapidamente nelle cellule, infettano i microbi presenti. Ad oggi, sono i farmaci antibatterici più atossici che non causano allergie e sono sicuri da usare..

Per scoprire quali antibiotici bere per un raffreddore in un caso particolare, è necessario consultare uno specialista medico. Ad esempio, per il trattamento di varie malattie infettive e infiammatorie, Flemoxin Solutab, contenente amoxicillina, è spesso prescritto ai nostri giorni. Con la bronchite, la faringite, la tonsillite acuta e l'otite media, la polmonite e una serie di altre malattie infettive e infiammatorie, il farmaco Suprax può essere prescritto, che dovrebbe essere assunto secondo le raccomandazioni del medico, come In caso di trattamento incontrollato di un raffreddore con questo farmaco, possono verificarsi reazioni avverse sotto forma di violazione della microflora intestinale. Ciò può portare a grave diarrea o colite pseudomembranosa. Un efficace farmaco antimicrobico è il cloramfenicolo, che viene utilizzato per le malattie infettive. Il dosaggio del farmaco e la durata del trattamento, come in altri casi, devono essere rigorosamente stabiliti dal medico curante.

Buon antibiotico freddo

Gli antibiotici per il raffreddore dovrebbero essere usati se dopo l'assunzione di farmaci antivirali nei primi giorni della malattia non ci sono stati miglioramenti, e specialmente quando le condizioni del paziente sono peggiorate: questo significa che, oltre ai virus, il corpo è stato attaccato anche dai batteri. Tali farmaci sono buoni "aiutanti" nel liberare il corpo umano dalle tossine e da tutti i tipi di microbi patogeni, tuttavia la scelta dell'antibiotico in un caso o nell'altro rimane con il medico, perché dovrebbe corrispondere alle indicazioni e al decorso di una particolare malattia. Il fatto è che un farmaco antibatterico non abbastanza forte potrebbe non far fronte completamente alle complicazioni causate dal raffreddore o dall'influenza comune e un antibiotico "potente" può danneggiare il sistema immunitario.

L'inizio dell'uso di antibiotici nella pratica medica risale al 1928 ed è associato al nome dell'inglese Fleming. Fu lui a scoprire la sostanza "penicillina", che può portare alla morte di molti microbi e batteri, e così fece una vera rivoluzione in medicina, perché Da allora, molte malattie precedentemente fatali sono diventate curabili: scarlattina, polmonite, tubercolosi, polmonite, ecc. Durante la seconda guerra mondiale, gli antibiotici hanno aiutato i medici a salvare la vita di milioni di feriti. Fino ad oggi, questi fedeli "aiutanti" aiutano i medici a lottare per la salute di molti pazienti.

Un buon antibiotico per il raffreddore è un farmaco selezionato tenendo conto del tipo e del decorso della malattia. Il trattamento antibiotico deve essere effettuato con attenzione, dopo aver consultato un medico che sceglierà il miglior farmaco tra le quattro principali classi di antibiotici con effetti diversi, che si sono dimostrati efficaci nel trattamento di varie complicanze causate da infezioni batteriche. Queste classi includono: penicilline (ampicillina, amoxicillina, amoxiclav, augmentina, ecc.); macrolidi (azitromicina, ecc.): fluorochinoloni (levofloxacina, moxifloxacina, ecc.); cefalosporine (cefixima, cefuroxima, suprax, ecc.).

Prima di iniziare a prendere qualsiasi farmaco, è consigliabile provare a far fronte a un lieve raffreddore usando metodi e ricette di medicina tradizionale. Ad esempio, fai inalazioni, pediluvi, metti un impacco o cerotti di senape. È necessario aumentare la quantità di liquido consumato, nonché espandere la dieta con vitamine naturali, ad es. Frutta e verdura fresca Ai primi segni di un peggioramento del raffreddore, dovresti immediatamente andare in ospedale per prevenire lo sviluppo di complicanze. Nel caso in cui un'infezione batterica abbia attaccato il corpo, è necessario "collegare" urgentemente un antibiotico, perché in questa situazione, stiamo letteralmente parlando di salvare la vita del paziente. Il paziente deve comprendere che solo il medico curante può prescrivere un farmaco antibatterico ed è necessario osservare rigorosamente il dosaggio da lui indicato, nonché gli intervalli di somministrazione. L'automedicazione può comportare rischi significativi per la salute umana..

Gli antibiotici per il raffreddore possono avere una serie di conseguenze negative, specialmente se erroneamente selezionati durante l'autotrattamento. Tra questi effetti collaterali sono più comuni allergie, disturbi gastrointestinali, disbiosi e depressione del sistema immunitario..

Va anche ricordato che non è consigliabile assumere un antibiotico per più di 5 giorni consecutivi, tuttavia, una diminuzione del periodo di trattamento con antibiotici può portare al fatto che l'infezione non verrà eliminata dal corpo e questo, a sua volta, causerà complicazioni nella forma malfunzionamenti del cuore e dei reni. Se dopo tre giorni il paziente non sente sollievo dalla sua condizione, è necessario chiedere al medico di cambiare il farmaco in un altro, più efficace. Dovresti anche stare attento a combinare altri farmaci con antibiotici: in questi casi, devi seguire le raccomandazioni del medico. In nessun caso dovresti assumere un antibiotico scaduto!

Un buon antibiotico per il raffreddore darà sicuramente risultati positivi entro tre giorni: il paziente si sentirà meglio, avrà appetito, i sintomi spiacevoli scompariranno.

Quando si tratta con antibiotici, è importante prendersi cura di ridurre i loro effetti negativi sul corpo. A tal fine, il medico dovrebbe attribuire probiotici al paziente - farmaci che normalizzano la microflora intestinale e quindi prevengono lo sviluppo di disbiosi, rafforzano l'immunità, influenzano favorevolmente il lavoro degli organi interni, riducendo la possibilità di effetti collaterali e complicanze.

Antibiotici per raffreddori per bambini

Gli antibiotici per il raffreddore devono essere somministrati con particolare attenzione ai bambini. Tale trattamento deve essere prescritto dal medico curante, che deve chiedere consiglio immediatamente dopo i primi segni della malattia: il bambino ha naso che cola, tosse, febbre. Di solito una temperatura superiore a 38,5 ° C indica che l'immunità del bambino sta cercando di sbarazzarsi del virus da sola, nel qual caso il medico prescrive antipiretici. Se dopo 3-5 giorni il bambino non si sente meglio e la temperatura è ancora elevata, si consiglia di iniziare a prendere l'antibiotico appropriato, ma solo rigorosamente come indicato dal pediatra e con la conferma della natura batterica della malattia.

Gli antibiotici per il raffreddore per i bambini sono un serio test per un corpo in crescita, quindi non dovrebbero essere usati immediatamente dopo l'insorgenza dei sintomi della malattia. Se i genitori credono che l'assunzione di un “potente” antibiotico sia l'unico trattamento efficace per le infezioni virali respiratorie acute o le infezioni respiratorie acute, questo è un errore profondo! L'effetto di agenti antibatterici sul corpo dei bambini senza una ragione particolare può essere molto negativo e talvolta persino distruttivo. Per non parlare dell'uso di antibiotici per il trattamento dei neonati, che di per sé è blasfemo. Il raffreddore comune deve essere trattato con farmaci antivirali, il cui risultato di solito non appare immediatamente, ma dopo un periodo di 3-5 giorni. Allo stesso tempo, il processo febbrile nei bambini, che è spesso causato da infezioni del tratto respiratorio di tipo virale, può fluttuare entro 3-7 giorni e talvolta anche di più. Non vale la pena credere che gli antibiotici siano un'alternativa ai farmaci antitosse una tosse per il raffreddore è una reazione protettiva del corpo del bambino, che di solito dura dopo la scomparsa dei sintomi rimanenti della malattia. La questione della prescrizione del trattamento antibiotico per un bambino è decisa da un pediatra esperto che valuterà le condizioni del bambino e solo in caso di emergenza sceglierà il farmaco ottimale. I genitori devono seguire attentamente tutte le raccomandazioni del medico, anche per quanto riguarda il metodo di somministrazione e il dosaggio del farmaco antibatterico. È anche importante non interrompere il trattamento del bambino prima della scadenza..

Alcuni antibiotici per il raffreddore per i bambini sono severamente vietati. Prima di tutto, queste sono medicine del cosiddetto. gruppo di tetraciclina (tetraciclina, doxiciclina, minociclina, ecc.), che può interrompere la formazione dello smalto dei denti in un bambino, così come i chinoloni fluorurati antibatterici che hanno nei loro nomi la "floxacina" (ad esempio Ofloxacin, Pefloxacin), che sono negativi influenzare la formazione della cartilagine articolare in un bambino. In pediatria, anche la levomicetina non è consentita, la cui azione è mirata allo sviluppo di anemia aplastica (il processo di inibizione della formazione del sangue) e può portare alla morte.

Tra i farmaci antibatterici usati in pediatria, si possono notare Amoxicillina, Ampicillina, Levofloxacina, Flemoxin Solutab, Moksimak, Zinnat, Aveloks, Amoksiklav, ecc. La scelta di un farmaco dipende interamente dall'esperienza e dalla professionalità del pediatra, che deve determinare quale antibiotico sarà il miglior assistente e trarrà beneficio nel trattamento delle complicazioni dopo un raffreddore in ogni caso.

Quindi, gli antibiotici per il raffreddore dovrebbero essere usati per trattare i bambini solo in caso di necessità urgente. Questo non porterà al recupero desiderato, ma aggraverà solo la situazione, perché l'effetto del farmaco antibatterico può essere dannoso per l'immunità del bambino, il che aumenta il rischio di ritorno dell'infezione.

Nomi di antibiotici per il raffreddore

Gli antibiotici per il raffreddore dovrebbero essere selezionati con particolare attenzione, senza ricorrere all'automedicazione, ma dopo aver consultato un medico che determinerà il grado di complicanze e prescriverà il rimedio più efficace. Inoltre, quando si assumono antibiotici, è necessario seguire queste raccomandazioni:

  • nel trattamento, solo uno, il farmaco più efficace di un certo gruppo dovrebbe essere usato;
  • se dopo la prima assunzione di antibiotici dopo due giorni le condizioni del paziente non sono migliorate e la temperatura non è diminuita, potrebbe essere necessario cambiare il farmaco;
  • non puoi combinare l'assunzione di un antibiotico con farmaci antipiretici, poiché "lubrificano" il suo effetto;
  • il periodo di trattamento antibiotico dovrebbe essere di almeno 5 giorni o anche di più. È una tale durata del trattamento che consente al farmaco di far fronte completamente al patogeno;
  • in gravi raffreddori e complicanze della malattia, il paziente deve essere immediatamente ricoverato in ospedale e la terapia antibiotica deve essere eseguita sotto la supervisione del medico curante.

È utile per tutti conoscere i nomi degli antibiotici per il raffreddore (almeno alcuni di loro), perché, in questo modo, una persona avrà almeno qualche idea sul farmaco che il medico prescriverà. Gli antibiotici sono tradizionalmente suddivisi in diverse classi:

  • penicilline,
  • macrolidi,
  • fluorochinoloni,
  • cefalosporine.

La classe di penicillina include nomi di antibiotici come Ampicillin, Augmentin, Amoxicillin, Amoxiclav, ecc..

I nomi delle classi di macrolidi più comuni sono Eritromicina, Azitromicina, ecc. (Tali farmaci sono considerati i più potenti nel trattamento delle infezioni batteriche). Gli antibiotici di classe fluorochinolone includono levofloxacina e moxifloxacina e la classe delle cefalosporine comprende Aksetil, Cefixim (Suprax), Cefuroxime axetil, ecc..

L'obiettivo principale nel trattamento di varie complicanze infettive causate dal comune raffreddore è fornire all'organismo un'efficace assistenza volta a liberarsi rapidamente di microbi patogeni e sostanze tossiche. Affinché il trattamento dia un rapido risultato positivo, è necessario fare la scelta giusta di un antibiotico, e questo può essere fatto solo da un medico esperto.

Va ricordato che gli antibiotici per il raffreddore non sono così innocui come potrebbero sembrare, possono causare una serie di effetti collaterali, soprattutto se non vengono utilizzati in questi casi. Ad esempio, molti non capiscono, o semplicemente non sanno, che solo un farmaco antivirale può far fronte a un'infezione virale del tratto respiratorio e iniziano a usare immediatamente gli antibiotici quando i sintomi di un raffreddore, come naso che cola, tosse, febbre. Questo è un grosso errore, perché l'uso improprio di antibiotici può causare gravi danni a un'immunità umana già indebolita. Tali farmaci sono necessari solo per il trattamento delle infezioni batteriche, il cui sviluppo può essere causato da complicanze del raffreddore comune. Di solito, gli antibiotici sono prescritti se, dopo 4-5 giorni dopo l'insorgenza della malattia, il paziente non ha un miglioramento o, al contrario, peggiora.

Amoxiclav per raffreddori

Gli antibiotici per il raffreddore devono essere usati intenzionalmente, a seconda delle condizioni del paziente e delle caratteristiche del decorso della malattia. Tra i farmaci comuni usati nella medicina moderna, un posto separato è preso dall'efficace farmaco antibatterico Amoxiclav. Si è affermato come uno strumento affidabile per il trattamento di varie complicanze causate da raffreddori e altri fattori avversi, in particolare, come l'insorgenza di infezioni dopo l'intervento chirurgico.

L'amoxiclav per il raffreddore è usato con successo nella medicina moderna per il trattamento del cosiddetto. Infezioni "miste", nonché per prevenire possibili infezioni del paziente durante l'intervento chirurgico. Il tipo misto di infezione è spesso causato da microrganismi gram-positivi e gram-negativi, nonché da anaerobi (compresi i ceppi), che si manifestano come forme croniche di otite media, sinusite e osteomielite, colecistite, infezioni odontogene, polmonite da aspirazione, varie infezioni della cavità addominale, ecc..

L'amoxiclav è una combinazione di due sostanze: aminopenicillina, amoxicillina e acido clavulanico, che ha un pronunciato effetto battericida. Uno studio medico dettagliato delle proprietà microbiologiche di questo farmaco suggerisce che Amoxiclav, combinando i principi attivi sopra citati, inibisce la sintesi delle pareti batteriche e ha un effetto antibatterico stabile su una varietà di agenti patogeni: Neisseria spp., Streptococcus spp. (vari gruppi), Staphylococcus spp., Proteus spp., Klebsiella spp., Helicobacter pylori, Moraxella catarrhalis, Acinetobacter spp., Haemophilus influenzae e molti altri. dr.

Le proprietà farmacocinetiche di Amoxiclav indicano i suoi pronunciati vantaggi rispetto ad altre penicilline. Quindi, dopo aver assunto il farmaco, c'è un rapido assorbimento dei componenti dal tratto digestivo, indipendentemente dall'assunzione di cibo. Il livello massimo di concentrazione del farmaco viene raggiunto circa 45 minuti dopo la somministrazione. Il modo principale per rimuovere un farmaco dal corpo è quello di espellerlo insieme a urina, feci e aria espirata..

L'amoxiclav per il raffreddore, a causa della sua spiccata attività antimicrobica e delle proprietà farmacocinetiche uniche, è usato per trattare una serie di malattie infettive accompagnate da processi infiammatori:

  • infezioni dell'apparato respiratorio (in particolare sinusite acuta e cronica, bronchite, ascesso faringeo, polmonite, ecc.);
  • otite media (sia acuta che cronica);
  • infezioni della pelle, delle articolazioni, dei tessuti molli e delle ossa;
  • infezioni del sistema genito-urinario;
  • vari tipi di infezioni ginecologiche.

Per quanto riguarda gli effetti collaterali che si verificano durante l'assunzione di Amoxiclav, in generale, il farmaco è tollerato dai pazienti normalmente, senza reazioni negative dal corpo. In percentuale, solo l'8-14% del numero totale di pazienti ha avuto effetti collaterali sotto forma di violazioni del tratto gastrointestinale (diarrea, dolore addominale, nausea, vomito). Per evitare tali effetti collaterali, si raccomanda di ridurre il dosaggio del farmaco e prenderlo durante i pasti.

Gli antibiotici per il raffreddore hanno un effetto inestimabile quando c'è un'urgente necessità di affrontare lo sviluppo di microbi patogeni e infezioni batteriche. Tuttavia, riassumendo, si dovrebbe nuovamente notare che l'uso di antibiotici dovrebbe essere concordato con uno specialista medico competente. Solo in questo modo è possibile ottenere risultati elevati nel trattamento delle complicanze post-fredde e ridurre al minimo il rischio di effetti negativi degli agenti antibatterici sull'immunità umana.

SARS. Il medico ha prescritto l'antibiotico Amoxiclav, quanto è sicuro e corretto?

risposte:

Alexey Nikolaevich

Cosa non ti piace? Ottimo antibiotico. Non prescritta doxiciclina. Non aver paura di bere completamente il corso - questo è molto importante. In modo che la prossima volta il corpo risponde normalmente agli antibiotici. Per gli antibiotici, prendi qualcosa come Biokefir con bifidobatteri e bevi ogni giorno per proteggere la microflora intestinale. In bocca al lupo.

devi fidarti del medico che stai trattando. in caso contrario, cambiare il medico

Bene, se il medico ha detto, allora hai bisogno.
Di 'al dottore di Wikipedia e forse ti dirà qualche profilassi contro la disbiosi.
Quando ho bevuto antibiotici ho bevuto e solo l'antidisbatteriosi aveva la polmonite

elena m

tutte le pillole deprimono qualsiasi cosa
UN TRATTATO - ALTRO KLECHAT
ti lancio questa brutta bevanda
inalazione
bevanda acida
dieta
miele
naso con gocce di cipolla e olio di oliva 1: 1

Irina Shipunova

Più come l'influenza, e se il medico ha detto che è necessario un antibiotico, allora è iniziata una complicazione nella sua opinione. E ciò che ora è scritto da tutti gli ARVI è noto da tempo!

Roman Pavlov

deprimono l'immunità e tutto il resto. Ma puoi bere solo a lungo.

Nikolay Sklyarenko

Il medico ha prescritto tutto correttamente

Semplicemente Maria

si. Puoi ancora andare dagli sciamani. se hai una complicazione dopo l'ARVI, gli antibiotici sono l'unica via d'uscita. il muco giallo è un segno di un'infezione batterica piuttosto che virale. quindi essere trattati e non impegnarsi nella spazzatura.

Olga Kaminskaya

Se il medico ha prescritto, devi bere. E l'intero corso. E poi la nostra gente è appena migliorata, interrompono immediatamente il trattamento. E Hilak Forte ha bisogno di bere con antibiotici (o qualcosa del genere).

Se bere antibiotici per raffreddori nei bambini o negli adulti?

Chiunque abbia ricevuto un diploma da qualsiasi istituto medico sa e ricorda che gli antibiotici per raffreddore, SARS e influenza non aiutano. Questo è anche ricordato dai medici di policlinici, che praticano i medici negli ospedali. Tuttavia, vengono prescritti antibiotici e non raramente semplicemente in modo profilattico. Perché quando si contatta un medico con un ARVI, il paziente richiede un trattamento.

E nei casi con un'infezione virale respiratoria acuta fredda, oltre alle regole ben note - bere pesante, riposo a letto, cibo fortificato, limitato (dieta), farmaci e metodi alternativi per gargarismi, lavaggio del naso, inalazione, sfregamento con pomate riscaldanti - niente di più non richiesto, questo è l'intero trattamento del raffreddore ed è limitato. Ma no, una persona si aspetta farmaci da un medico, spesso chiedendo semplicemente un antibiotico.

Peggio ancora, il paziente può iniziare indipendentemente a prendere qualsiasi antibiotico dalla propria esperienza o dai consigli di qualcun altro. Andare da un medico oggi richiede molto tempo e le medicine sono molto facili da ottenere. Nessun paese civile ha un accesso così aperto alle medicine come in Russia. Fortunatamente, gli antibiotici sono prescritti oggi dalla maggior parte delle farmacie, ma c'è sempre la possibilità di ottenere il farmaco senza prescrizione medica (essendosi lamentato del farmacista o scegliendo la farmacia che apprezza soprattutto il suo turnover).

Per quanto riguarda il trattamento del raffreddore in un bambino, la situazione è spesso oscurata dal fatto che il pediatra è semplicemente riassicurato, prescrive un efficace, buono, "antibiotico" per bambini per il raffreddore per la prevenzione, al fine di evitare possibili complicazioni. Se inizi a bere acqua, idratare, arieggiare la stanza in tempo, dando antipiretici ai bambini ad alte temperature, usando famosi raffreddori e metodi popolari, il corpo deve affrontare la maggior parte delle infezioni virali respiratorie.

E perché, quindi, il pediatra ha prescritto antibiotici? Perché sono possibili complicazioni. Sì, il rischio di complicanze nei bambini in età prescolare è molto elevato. Oggi non tutte le madri possono vantarsi di una forte immunità e della buona salute generale di suo figlio. E il medico in questo caso è colpevole, non si è accorto, non ha controllato, non ha nominato. La paura di accuse di incompetenza, disattenzione, pericolo di persecuzione spinge i pediatri a prescrivere un antibiotico per i bambini con raffreddore come prevenzione.

Va ricordato che un raffreddore nel 90% dei casi è di origine virale e che i virus non sono trattati con antibiotici..

Solo nei casi in cui il corpo non è stato in grado di far fronte al virus e si sono verificate complicazioni, si è unita un'infezione batterica, localizzata nella cavità orale, nel naso, nei bronchi o nei polmoni - solo in questo caso sono indicati gli antibiotici.

Dall'analisi è possibile capire che sono necessari antibiotici?

I test di laboratorio che confermano la natura batterica dell'infezione non vengono sempre eseguiti:

  • Dalla semina dell'espettorato, l'urina per oggi è un piacere piuttosto costoso per le cliniche e cercano di risparmiare su di esse.
  • Le eccezioni sono i tamponi dalla gola e dal naso per la tonsillite con stick di Lefler (patogeno difterico) e colture selettive di tonsille escrete nella tonsillite cronica o nelle urine nelle patologie del tratto urinario.
  • Più probabilità di ricevere conferma batteriologica dell'infezione microbica nei pazienti ospedalieri.
  • Segni indiretti di infiammazione batterica saranno cambiamenti nell'emocromo clinico. Qui, il medico può orientarsi sull'aumento dell'ESR, sull'aumento del numero di leucociti e sullo spostamento della formula dei leucociti a sinistra (aumento della pugnalata e dei leucociti segmentati).

Come capire dal benessere che ci sono complicazioni?

Sull'occhio, l'attaccamento dei batteri può essere determinato da:

  • Un cambiamento nel colore dello scarico del naso, della faringe, dell'orecchio, degli occhi, dei bronchi - da trasparente diventa nuvoloso, giallo o verde.
  • Sullo sfondo di un'infezione batterica, di norma, si nota un ripetuto aumento della temperatura (ad esempio, con la polmonite, che complicava la SARS).
  • Con l'infiammazione batterica nel sistema urinario, è probabile che l'urina diventi torbida e compaia un sedimento visibile all'occhio..
  • Quando i germi intestinali sono colpiti, nelle feci compaiono muco, pus o sangue..

È possibile capire che ci sono complicazioni delle infezioni virali respiratorie acute dai seguenti segni:

  • Se, dopo l'insorgenza di ARVI o il raffreddore comune, dopo un miglioramento del giorno 5-6, la temperatura aumenta di nuovo a 38-39С, lo stato di salute peggiora, la tosse peggiora, si manifesta mancanza di respiro o dolore toracico durante la respirazione e la tosse - il rischio di polmonite è elevato.
  • Il mal di gola peggiora ad alta temperatura o compaiono incursioni sulle tonsille, aumento dei linfonodi cervicali - la tonsillite o la difterite devono essere escluse.
  • C'è dolore nell'orecchio, che aumenta con la pressione sul trago o dall'orecchio è defluito - è probabile l'otite media media.
  • Sullo sfondo di un naso che cola, apparve una voce nasale pronunciata, mal di testa sulla fronte o sul viso, che si intensificano quando si piega in avanti o sdraiati, l'odore è completamente scomparso - ci sono segni di infiammazione dei seni paranasali.

Molte persone chiedono quali antibiotici bere per il raffreddore, quale antibiotico è meglio per il raffreddore? In caso di complicanze, la scelta dell'antibiotico dipende da:

  • localizzazione di complicanze
  • età del bambino o dell'adulto
  • storia medica
  • tolleranza ai farmaci
  • e, naturalmente, la resistenza agli antibiotici nel paese in cui si è verificata la malattia.

L'appuntamento deve essere effettuato solo dal medico curante.

Quando gli antibiotici non sono indicati per raffreddori o SARS non complicati

  • Naso che cola mucopurulento (rinite), che dura meno di 10-14 giorni
  • nasofaringite
  • Congiuntivite virale
  • Tonsillite virale
  • Tracheite, bronchite (in alcuni casi, ad alta temperatura e bronchite acuta, sono necessari farmaci antibatterici)
  • Partecipare a un'infezione da herpes (herpes labiale sulle labbra)
  • Laringite nei bambini (trattamento)

Quando è possibile usare antibiotici per infezioni respiratorie acute non complicate?

  • Con segni pronunciati di ridotta immunità - temperatura subfebrile costante, raffreddori e malattie virali superiori a 5 r / anno, malattie fungine e infiammatorie croniche, HIV, qualsiasi tumore o disturbi immunitari congeniti
  • In un bambino fino a 6 mesi - rachitismo nei neonati (sintomi, trattamento), varie malformazioni, con mancanza di peso
  • Sullo sfondo di alcune malattie del sangue (agranulocitosi, anemia aplastica).

Le indicazioni per la nomina di antibiotici sono

  • La tonsillite batterica (con l'esclusione simultanea della difterite prendendo strisci dalla gola e dal naso) richiede un trattamento con penicilline o macrolidi.
  • La linfoadenite purulenta richiede antibiotici ad ampio spettro, consultare un chirurgo, a volte un ematologo.
  • Laringotracheite o bronchite acuta o esacerbazione di bronchite cronica o bronchiectasie richiedono macrolidi (Macropen), in alcuni casi una radiografia del torace per escludere la polmonite.
  • Otite media acuta: la scelta tra macrolidi e cefalosporine viene eseguita da un medico ORL dopo otoscopia.
  • Polmonite (vedere i primi segni di polmonite, trattamento della polmonite in un bambino) - trattamento con penicilline semisintetiche dopo conferma radiologica della diagnosi con monitoraggio obbligatorio dell'efficacia del farmaco e controllo radiografico.
  • Infiammazione dei seni paranasali (sinusite, sinusite, etmoidite): la diagnosi viene stabilita mediante esame radiografico e segni clinici caratteristici. Il trattamento viene eseguito da un otorinolaringoiatra (vedere segni di sinusite negli adulti).

Ecco un esempio di uno studio condotto sulla base dei dati della clinica di un bambino durante l'analisi dei dati della storia medica e dei registri ambulatoriali di 420 bambini di 1-3 anni. Nell'89% dei casi, i bambini avevano ARI e infezioni respiratorie acute, nel 16% di bronchite acuta, nel 3% di otite media e solo l'1% di polmonite e altre infezioni.

E nell'80% dei casi solo con infiammazione del tratto respiratorio superiore nella malattia respiratoria acuta e infezioni virali respiratorie acute sono stati prescritti antibiotici, nella polmonite e nella bronchite nel 100% dei casi. La maggior parte dei medici conosce teoricamente l'inammissibilità dell'uso di agenti antibatterici per raffreddori o infezioni virali, ma per una serie di motivi:

  • impostazioni amministrative
  • bambini in tenera età
  • misure preventive per ridurre le complicanze
  • riluttanza ad andare ai beni

sono ancora prescritti, a volte con brevi corsi di 5 giorni e con una riduzione della dose, il che è estremamente indesiderabile. Anche lo spettro dei patogeni orz nei bambini non è stato preso in considerazione. Nell'85-90% dei casi si tratta di virus e tra gli agenti batterici si tratta del 40% di pneumococco, del 15% di haemophilus influenzae, del 10% di funghi e stafilococco, agenti patogeni meno comunemente atipici: clamidia e micoplasma.

Con lo sviluppo di complicanze sullo sfondo del virus, solo secondo la prescrizione del medico, in base alla gravità della malattia, all'età e all'anamnesi del paziente, vengono prescritti i seguenti antibiotici:

  • Serie di penicilline: in assenza di reazioni allergiche alle penicilline, è possibile utilizzare penicilline semisintetiche (Flemoxin solutab, Amoxicillin). Nelle infezioni gravi e resistenti tra i farmaci a base di penicillina, i medici preferiscono le "penicilline protette" (amoxicillina + acido clavulanico), Amoxiclav, Ecoclave, Augmentin, Flemoklav Solutab. Questi sono farmaci di prima linea per la tonsillite.
  • Serie cefalosporine - Cefixime (Suprax, Pantsef, Iksim Lupine), Cefuroxime aksetil (Zinacef, Supero, Aksetin, Zinnat), ecc..
  • Macrolidi - di solito prescritti per clamidia, polmonite da micoplasma o infezioni degli organi ENT - Azitromicina (Sumamed, Zetamax, Zitrolide, Emomicina, fattore Zi, Azitrox), Macropen - il farmaco di scelta per la bronchite.
  • Fluorochinoloni: sono prescritti in caso di intolleranza ad altri antibiotici, nonché in caso di resistenza batterica ai farmaci penicillinici: levofloxacina (Tavanik, Floracid, Hayleflox, Glevo, Fleksid), Moxifloxacin (Avellox, Plevilox, Moksimak). I fluorochinoloni sono completamente vietati per l'uso nei bambini, poiché lo scheletro non è ancora stato formato, e anche perché sono farmaci "di riserva" che possono essere utili a una persona quando cresce nel trattamento delle infezioni farmacoresistenti.

In generale, il problema di scegliere un antibiotico per oggi è un compito per il medico, che deve risolvere in modo tale da aiutare il paziente nel presente il più possibile e non danneggiare in futuro. Il problema è complicato dal fatto che le campagne farmaceutiche nel perseguimento dei profitti di oggi non tengono assolutamente conto della gravità della crescente resistenza dei patogeni agli antibiotici e gettano fuori quelle innovazioni antibatteriche che potrebbero essere riservate per un po '.

Se il medico ha prescritto un farmaco antibatterico, dovresti leggere le 11 regole: come bere antibiotici.

Principali conclusioni:

  • Gli antibiotici sono indicati per le infezioni batteriche e un raffreddore nell'80-90% ha un'origine virale, quindi la loro ricezione non è solo insignificante, ma anche dannosa.
  • Gli antibiotici hanno gravi effetti collaterali, come l'inibizione della funzionalità epatica e renale, le reazioni allergiche, riducono l'immunità, causano uno squilibrio nella microflora intestinale e nelle mucose del corpo.
  • L'uso di antibiotici come profilassi delle complicanze delle infezioni virali e batteriche è inaccettabile. Il compito dei genitori del bambino è di consultare un medico in tempo, e il terapista o il pediatra è in tempo per rilevare un possibile deterioramento del benessere del bambino o dell'adulto e solo in questo caso prendere "artiglieria pesante" sotto forma di antibiotici.
  • Il criterio principale per l'efficacia della terapia antibiotica è una diminuzione della temperatura corporea a 37-38 ° C, il sollievo delle condizioni generali, in assenza di ciò, l'antibiotico deve essere sostituito da un altro. L'efficacia dell'antibiotico viene valutata entro 72 ore e solo successivamente il farmaco cambia.
  • L'uso frequente e incontrollato di antibiotici porta allo sviluppo di resistenza dei microrganismi e ogni volta che una persona avrà bisogno di farmaci sempre più aggressivi, spesso l'uso simultaneo di 2 o più agenti antibatterici contemporaneamente.

Quali antibiotici prendere per la SARS per gli adulti e quali bambini?

Qualsiasi adulto sa che un raffreddore comune non è un motivo per iniziare immediatamente a prendere antibiotici. Tali fondi, ovviamente, hanno un effetto eccellente sugli agenti patogeni, e diventa più facile per una persona il giorno successivo, ma possono anche causare danni considerevoli. Se la malattia è in una fase iniziale, può essere facilmente superata con l'aiuto di bere pesante, farmaci antivirali e riposo a letto. Ma in alcuni casi, non puoi fare a meno degli antibiotici.

I test ti aiuteranno a fare la diagnosi giusta.

Prima che il medico prescriva una terapia antibatterica per il trattamento delle infezioni virali respiratorie acute, verranno eseguiti una serie di test. Questo è l'unico modo per assicurarsi che le complicazioni non si siano unite al raffreddore comune. Se è presente una tosse, verrà eseguita la coltura dell'espettorato. Inoltre, saranno prescritti esami generali del sangue e delle urine. Determina se sono necessari antibiotici per le infezioni virali respiratorie acute, aiuterà una macchia dal naso e dalla gola. Se è presente un'infezione purulenta, può essere riconosciuta immediatamente. Un motivo serio per la nomina della terapia antibiotica è l'identificazione del bacillo di Lefler (patogeno della difterite).

Per fare una diagnosi più accurata, il medico può suggerire che il paziente venga sottoposto a un esame in ospedale. Qui sarà possibile eseguire tutti i test di laboratorio necessari e monitorare le condizioni del paziente. Un esame del sangue clinico verrà eseguito più volte. Il medico dovrebbe prestare attenzione all'aumento dell'ESR, all'aumento del numero totale di leucociti..

Presta attenzione alla salute

Partecipare a un'infezione batterica può essere determinato dalle condizioni generali del corpo. Di norma, la temperatura corporea aumenta bruscamente. Se il raffreddore è complicato dalla polmonite, il paziente sviluppa mancanza di respiro e gravi attacchi di tosse. In questo caso, ARVI è trattato con antibiotici a colpo sicuro..

Vale la pena prestare attenzione al colore dello scarico dal naso e dalla faringe. Se il muco diventa scuro o verde, è molto probabile che siano comparse complicazioni. Con un'infezione batterica del sistema genito-urinario, l'urina acquisisce un colore marrone, un sedimento appare in esso, che può essere facilmente visto ad occhio nudo. Nelle feci potresti notare sangue o pus..

Accade spesso che dopo l'insorgenza di infezioni virali respiratorie acute siano trascorsi diversi giorni e il trattamento con farmaci antivirali non dia risultati. Inoltre, possono comparire ulteriori sintomi spiacevoli, come mal di testa, nausea e disturbi del sonno. Ciò può indicare lo sviluppo del processo infiammatorio nei polmoni e nei bronchi. Inoltre, sulle tonsille può apparire una placca purulenta, il mal di gola si intensifica.

In caso di complicanze, il medico deve decidere quale antibiotico assumere con ARVI. Sono presi in considerazione l'età del paziente, la sua anamnesi, la presenza di una tendenza alle reazioni allergiche, la localizzazione di complicanze, ecc. Non è consigliabile assumere farmaci antibatterici senza il consenso del terapeuta.

Quando è possibile fare a meno degli antibiotici?

Anche se le analisi di laboratorio hanno mostrato la presenza di un'infezione batterica, gli antibiotici per le infezioni virali respiratorie acute non vengono sempre assunti. Non prescrivere farmaci per la rinite mucopurulenta, che dura meno di due settimane. La terapia antibatterica inizia solo quando il trattamento antivirale non dà un risultato positivo. Inoltre, gli antibiotici non sono prescritti per tracheite, tonsillite virale, rinofaringite, laringite. Anche gli agenti antibatterici non sono adatti per il trattamento dell'infezione da virus dell'herpes, che può verificarsi durante il periodo di infezione virale respiratoria acuta..

Ci sono anche casi in cui l'uso di antibiotici è necessario ai primi sintomi di un raffreddore. Con gravi segni di ridotta immunità, i farmaci vengono utilizzati semplicemente per la prevenzione. Ciò è dovuto al fatto che un'infezione batterica si unirà molto probabilmente a un corpo indebolito. Gli antibiotici per le infezioni virali respiratorie acute per i bambini sono prescritti in caso di grave perdita di peso o in presenza di anomalie fisiche..

Indicazioni per la nomina di antibiotici

Gli antibiotici per le infezioni virali respiratorie acute negli adulti e nei bambini sono prescritti principalmente quando compaiono i primi sintomi di tonsillite o polmonite. Un medico può prescrivere farmaci del gruppo penicillina o macrolidi. Con la linfoadenite purulenta vengono prescritti antibiotici ad ampio spettro. Con la comparsa di tali complicazioni, è necessaria una consultazione aggiuntiva con un ematologo e un chirurgo.

Con la SARS, può svilupparsi un'infiammazione dei seni. La sinusite è una seria causa di preoccupazione. Se durante un comune raffreddore compaiono secrezioni mucose gialle e dolore nella regione del naso, ha senso rivolgersi a ENT. Una diagnosi accurata aiuterà a fare un esame radiografico. Gli antibiotici per le infezioni virali respiratorie acute per bambini e adulti in caso di sinusite sono prescritti da un otorinolaringoiatra.

In alcuni casi, la terapia antibiotica è prescritta come misura preventiva. I pazienti che hanno subito di recente un intervento chirurgico sono trattati con antibiotici ARVI. In questo caso, può essere prescritto un farmaco ad ampio spettro. Dovrà essere applicato per almeno cinque giorni. Pertanto, il medico cerca di proteggere il paziente dallo sviluppo di eventuali complicanze sullo sfondo di una diminuzione dell'immunità.

Quali antibiotici possono essere prescritti?

A seconda della forma di complicanze, delle condizioni generali del paziente e della sua età, il medico seleziona un farmaco antibatterico. Gli antibiotici della penicillina possono essere prescritti solo a quei pazienti che non sono inclini a reazioni allergiche. Con la tonsillite, possono essere prescritti farmaci come Ecoclave, Amoxiclav, Augmentin. Questi sono medicinali che vengono comunemente chiamati "penicilline protette". Hanno un effetto più lieve sul corpo umano..

Con le infezioni del sistema respiratorio, i macrolidi sono spesso prescritti. "Macropen", "Zetamax" - antibiotici per le infezioni virali respiratorie acute negli adulti, se inizia la bronchite. Per le malattie degli organi ENT, possono essere prescritti Sumamed, Hemomycin e Azitrox.

Se si verifica resistenza ai farmaci del gruppo della penicillina, vengono prescritti antibiotici da un numero di fluorochinoloni. Questa è Levofloxacin o Moxifloxacin. I fluorochinoloni sono antibiotici proibiti per le infezioni virali respiratorie acute per i bambini. Lo scheletro nei bambini non è ancora abbastanza formato, quindi possono verificarsi reazioni avverse imprevedibili. Inoltre, i fluorochinoloni sono farmaci di riserva di cui una persona potrebbe aver bisogno in un adulto. Prima inizi a prenderli, prima si svilupperà la dipendenza.

Il medico dovrebbe scegliere il miglior antibiotico per ARVI, in base alle caratteristiche del corpo del paziente e alla forma di complicanze. Lo specialista dovrebbe fare di tutto per aiutare il paziente a superare la malattia, evitando al contempo reazioni avverse. Il problema è complicato dal fatto che ogni anno i patogeni diventano più resistenti ai farmaci antibatterici ad ampio spettro.

Come prendere gli antibiotici?

L'uso di antibiotici per le infezioni virali respiratorie acute è necessario solo quando è impossibile farne a meno. Un naso che cola e una tosse in forma lieve sono perfettamente trattati con farmaci antivirali. La terapia aggiuntiva viene eseguita quando iniziano le complicazioni e un'infezione batterica si unisce ai sintomi del raffreddore comune. Se la febbre dura più di tre giorni, appare una scarica purulenta, le condizioni generali del paziente peggiorano, vengono prescritti antibiotici.

Si consiglia di annotare tutte le informazioni sull'assunzione di antibiotici in un apposito taccuino. I patogeni possono sviluppare immunità ai farmaci antibatterici. Pertanto, il trattamento non può essere iniziato con potenti farmaci. In caso di complicazioni, il medico chiederà sicuramente quali antibiotici per ARVI sono stati presi in precedenza. Lo stesso farmaco non sarà in grado di dare ugualmente un buon risultato nel trattamento di pazienti diversi.

Al fine di scegliere gli antibiotici appropriati per le infezioni virali respiratorie acute, vale la pena condurre una coltura batterica. Pertanto, sarà possibile determinare la sensibilità dei microrganismi a un gruppo specifico di farmaci antibatterici. Il problema può essere solo che le analisi di laboratorio possono durare da due a sette giorni. Durante questo periodo, le condizioni del paziente possono peggiorare.

Gli antibiotici per l'influenza e la SARS devono essere assunti rigorosamente secondo lo schema. Basta dimenticare la medicina per un giorno e di nuovo compaiono i sintomi spiacevoli della malattia. Tra l'assunzione delle pillole dovrebbe trascorrere un certo periodo di tempo. Se il farmaco viene assunto due volte al giorno, deve essere fatto rigorosamente dopo 12 ore.

Quanti giorni vengono presi gli antibiotici??

Indipendentemente da quali antibiotici sono prescritti per l'ARVI, un medico dovrebbe prenderli per almeno cinque giorni. Il giorno dopo l'inizio della terapia antibiotica, il paziente sentirà un significativo sollievo delle sue condizioni. Ma in nessun caso puoi interrompere il trattamento. La durata dell'assunzione di farmaci antibatterici è stabilita dal terapeuta.

Esistono antibiotici ad azione prolungata, che sono prescritti in casi particolarmente gravi. Lo schema della loro ricezione è diviso in più fasi. Il paziente dovrà bere pillole per tre giorni, quindi fare una pausa per lo stesso periodo di tempo. I farmaci antibatterici vengono assunti in tre passaggi..

Ricezione di probiotici

Qualsiasi antibiotico agisce non solo sui patogeni, ma anche su quelli che ne beneficiano. Durante il periodo di trattamento, la microflora intestinale naturale viene disturbata. Pertanto, vale anche la pena assumere farmaci che possono ripristinare il normale stato del corpo. Farmaci come Bifiform, Linex, Narine, Gastrofarm hanno un buon effetto. Non dovresti assumere solo probiotici, ma anche consumare più prodotti caseari. I farmaci vengono assunti tra gli antibiotici.

Durante il periodo di trattamento, è necessario osservare una dieta speciale. Vale la pena mangiare più frutta e verdura, rifiutare cibi grassi e piccanti. Qualsiasi antibiotico per infezioni virali respiratorie acute negli adulti e nei bambini inibisce il fegato. È necessario mangiare cibi leggeri che non appesantiranno il corpo. È preferibile sostituire il pane bianco con il nero e la frutta secca sarà un'ottima alternativa ai dolci.

Farmaci antibatterici per adulti

Le cefalosporine sono farmaci antibatterici ad ampio spettro semisintetici. Esistono diverse generazioni di questi strumenti. I farmaci più popolari sono Aspeter, Zeporin e Cephalexin. Possono essere prescritti per varie malattie dell'apparato respiratorio. Aspetil è adatto anche per l'uso da parte dei bambini, a condizione che il paziente abbia un peso superiore a 25 kg.

I fluorochinoloni sono farmaci ad ampio spettro che vengono rapidamente assorbiti nei tessuti molli. I più popolari sono Levofloxacin e Moxifloxacin. Questi farmaci antibatterici sono controindicati nei bambini, nelle donne durante la gravidanza e l'allattamento, nonché nelle persone che soffrono di epilessia. Anche i casi di gravi reazioni allergiche ai fluorochinoloni sono familiari. I farmaci vengono utilizzati due volte al giorno per 500 mg.

I macrolidi sono farmaci che hanno un effetto batteriologico. Possono essere prescritti per tali complicanze delle infezioni virali respiratorie acute come bronchite, tonsillite, otite media, sinusite, polmonite. I macrolidi includono azitromicina ed eritromicina. È difficile rispondere alla domanda su quale ARVI sia quale antibiotico è meglio. Dopotutto, l'effetto dell'assunzione di macrolidi può essere evidente solo dopo 2-3 giorni. Questi farmaci sono approvati per l'uso durante la gravidanza e l'allattamento. Il dosaggio giornaliero del farmaco non può superare 1,5 g (diviso in 5-6 dosi).

Le penicilline sono antibiotici che colpiscono gli streptococchi e gli stafilococchi. I farmaci più comuni sono Amoxiclav, Amoxicillin. Questo gruppo di farmaci antibatterici è considerato il meno tossico. Forse l'uso in terapia pediatrica. L'efficacia della ricezione può essere vista dopo alcuni giorni. Il corso generale di trattamento dovrebbe durare almeno cinque giorni. Nei casi più difficili, le penicilline vengono assunte 10-14 giorni.

Quali antibiotici sono più spesso prescritti per i bambini con ARVI?

Nelle malattie del tratto respiratorio superiore, ai bambini di età superiore ai tre mesi viene spesso prescritto Augmentin. Questo farmaco è disponibile in farmacia sotto forma di polvere. Viene trasformato in sospensione e somministrato ai bambini 3 volte al giorno. In rari casi, può verificarsi una reazione allergica sotto forma di eruzione cutanea. Un risultato positivo dal trattamento può essere visto il giorno dopo l'inizio della terapia antibiotica.

Con tali complicanze di infezioni virali respiratorie acute, come otite media, tonsillite, cistite, sinusite, ai bambini può essere prescritto "Zinacef". Il farmaco viene presentato come soluzione iniettabile. Il dosaggio è determinato dall'età e dal peso del bambino. Il farmaco viene diluito con acqua.

Sumamed Forte è un altro farmaco popolare nella terapia pediatrica. L'agente antibatterico ha un ampio spettro di azione e consente di superare la malattia nel più breve tempo possibile. Il farmaco "Sumamed" è controindicato nei bambini di età inferiore a 6 mesi. Il farmaco viene presentato sotto forma di polvere, che viene diluito in sospensione. Il dosaggio viene calcolato in base al peso del bambino (10 mg per 1 kg di peso). Il farmaco viene assunto una volta al giorno..