Image

Cos'è l'anosmia?

Esperti della British Association of Otorhinolaryngology (ENT UK) hanno concluso che le persone con COVID-19 potrebbero non sentire più il sapore del cibo o dell'olfatto. Secondo i medici, un numero significativo di pazienti con comprovata infezione da COVID-19 in Corea del Sud, Cina e Italia ha sviluppato anosmia (perdita di sensibilità olfattiva) o iposmia (ridotta sensibilità olfattiva).

L'associazione ha osservato che in Corea del Sud, dove i test erano molto diffusi, nel 30% dei pazienti con test positivi, l'anosmia era il sintomo principale nelle forme lievi della malattia. Gli scienziati suggeriscono di isolare le persone con una perdita dell'olfatto per sette giorni. Secondo i ricercatori, questo ridurrà il numero di coloro che trasmettono l'infezione, non conoscendo l'infezione da coronavirus..

In precedenza, la perdita dell'olfatto era un segno di infezione da coronavirus, ha affermato il virologo tedesco Hendrick Strick, capo dell'Istituto di virologia dell'ospedale universitario di Bonn. I pazienti con cui ha parlato hanno riportato una perdita di olfatto e gusto per diversi giorni. A sua volta, il direttore generale del dipartimento sanitario della Francia, Jerome Salomon, in un'intervista con AFP ha anche affermato che l'improvvisa scomparsa dell'olfatto senza congestione nasale è un sintomo del coronavirus.

Cosa potrebbe causare l'anosmia??

L'anosmia è congenita e acquisita. L'anosmia acquisita può essere associata a danni alle vie nervose a causa di malattie virali (virus dell'influenza, rinovirus, virus di Epstein-Barr, ecc.), Di alcune lesioni cerebrali, nonché della ridotta pervietà dell'aria nella rinite e altre malattie..

Tra le altre cause di anosmia, ci possono essere una curvatura del setto nasale, polipi nel naso, sottosviluppo delle vie olfattive, malattie della mucosa olfattiva e tumori nasali, trauma cranico cerebrale, rottura dei filamenti olfattivi durante una frattura della placca orizzontale dell'osso etmoide e distruzione del bulbo olfattivo. Anche complicazioni di sinusite e intossicazione con sali di metalli pesanti possono portare a questa patologia..

L'anosmia può svilupparsi a causa dell'età, del fumo, del morbo di Parkinson e del morbo di Alzheimer. Ci sono casi in cui una persona non ha segni di naso che cola, raffreddore o allergia, ma non ha odore. In questo caso, il paziente ha interrotto l'attività dei canali attraverso i quali i segnali vengono trasmessi al cervello.

Perché l'anosmia si verifica con le malattie virali?

Per le malattie virali, l'anosmia del recettore è caratteristica. Secondo l'accademico della RAMS Yuri Ovchinnikov, i medici hanno dimostrato la capacità dei virus neurotropici, in particolare del virus dell'influenza, di spostarsi dalla cavità nasale lungo i percorsi perineurali nella cavità cranica. Nell'influenza, i disturbi olfattivi sono molto diffusi e questo spiega solo il fatto che l'analizzatore olfattivo, che comunica direttamente con l'ambiente esterno, è influenzato dalla via respiratoria del virus.

Se lo strato del recettore olfattivo è danneggiato, ciò porta inevitabilmente a cambiamenti degenerativi nei bulbi olfattivi. Secondo l'otorinolaringoiatra Ivan Leskov, si verifica una violazione dell'olfatto non appena si verifica il gonfiore della mucosa nasale. Il primo segno di questa condizione è il gonfiore nella parte superiore dei passaggi nasali, dove si trovano i bulbi olfattivi.

“I bulbi olfattivi si avvicinano. Per il coronavirus, il gonfiore della mucosa non è particolarmente caratteristico, e per questa malattia del tratto respiratorio tutto inizia e finisce con una perdita dell'olfatto, tutto qui. L'anosmia, oltre a un'infezione virale, è causata da un numero enorme di condizioni. Inoltre, può essere temporaneo, selettivo, ecc. Pertanto, l'anosmia o una violazione della percezione degli odori può essere uno dei segni della depressione, che in questa situazione può peggiorare. Pertanto, non è necessario dire che ho smesso di annusare e che ho un coronavirus. Le allergie possono anche essere la causa dell'anosmia ", ha detto Leskov ad AiF.ru.

Come viene diagnosticata l'anosmia??

La diagnosi di disturbi olfattivi viene effettuata dall'otorinolaringoiatra. Per determinare la diagnosi, sono necessari esami del sangue e del muco dal naso (rinocitogramma), test specifici per la perdita dell'olfatto e del gusto, TC o RM (per chiarire la diagnosi). In alcuni casi, viene eseguito un esame endoscopico..

anosmia

Cos'è l'anosmia?

L'anosmia è una completa perdita dell'olfatto. La maggior parte delle persone con anosmia è in grado di riconoscere sostanze salate, dolci, acide e amare, ma non avvertono la differenza tra gusti specifici. La capacità di distinguere tra gusti specifici dipende in realtà dall'odore e non dalle papille gustative nella lingua. Pertanto, le persone con anosmia si lamentano spesso della perdita del gusto e del fatto che non possono godersi il cibo..

La perdita dell'olfatto è un problema piuttosto grave per una persona, peggiorando significativamente la qualità della sua vita. E non si tratta solo di momenti estetici: il piacere di inalare l'aroma dei fiori o l'umore di Capodanno associati agli odori di agrumi e cannella.

La diminuzione o la perdita dell'olfatto può essere pericolosa per la salute generale. L'odore gradevole stimola la secrezione dei succhi digestivi e la mancanza della sua percezione può causare disturbi digestivi. Molte sostanze velenose per l'uomo hanno un odore sgradevole e irritano la mucosa nasale, causando starnuti e con l'anosmia penetrano liberamente nel corpo e hanno effetti negativi.

Il lettore deve capire che la perdita dell'olfatto, sebbene spesso non costituisca una minaccia diretta alla vita, richiede comunque che il paziente cerchi il parere di uno specialista. Sul perché il senso dell'olfatto diminuisce e scompare e quali sono i principi del trattamento di questa condizione, e ne discuteremo nel nostro articolo.

Classificazione e cause dell'anosmia

Durante il periodo di fioritura, la rinite allergica può causare una diminuzione dell'olfatto..

L'anosmia può anche essere congenita e acquisita..

La mancanza di odore congenita è il risultato di una completa assenza del tratto respiratorio o del suo parziale sottosviluppo. Spesso questa patologia è associata a malformazioni congenite del naso o del cranio facciale..

La perdita dell'olfatto acquisita può essere di origine periferica e centrale:

  • periferico si verifica con la localizzazione della violazione nell'area del naso stesso;
  • centrale - con danno organico al sistema nervoso centrale.

L'anosmia periferica, a sua volta, è divisa in 4 tipi, a seconda dei motivi che l'hanno causata.

  1. Funzionale (è una manifestazione di infezioni virali, rinite allergica - in questo caso, è una conseguenza del gonfiore della mucosa nasale; può verificarsi con nevrosi e isteria; dopo aver eliminato la causa dell'anosmia, l'olfatto viene completamente ripristinato);
  2. Respiratorio (si sviluppa quando l'aria contenente molecole di sostanze aromatiche passa attraverso i passaggi nasali, ma non può per nessun motivo raggiungere la parte periferica dell'analizzatore olfattivo; spesso questi motivi sono la curvatura del setto nasale, l'ipertrofia turbinata, le adenoidi, i polipi e altri benigni e tumori maligni della cavità nasale);
  3. Senile o correlato all'età (il risultato di alterazioni atrofiche della mucosa nasale, in particolare dell'epitelio mucoso, che porta alla secchezza della mucosa nasale);
  4. Essenziale (il risultato di un danno alla parte direttamente periferica dell'analizzatore olfattivo, che si è manifestato in relazione al processo infiammatorio in quest'area, ustioni del rinofaringe di qualsiasi natura, lesioni domestiche o chirurgiche al naso / rinofaringe, ipo o atrofia dell'epitelio olfattivo, compressione prolungata della cavità olfattiva da parte di qualsiasi processo tumorale così come danni tossici ad esso).

Nella maggior parte dei casi, l'anosmia periferica è caratterizzata da una diminuzione delle sensazioni gustative in parallelo con un peggioramento dell'olfatto.

Una diminuzione del senso dell'olfatto di origine centrale, o anosmia cerebrale, può verificarsi con le seguenti malattie:

  • accidente cerebrovascolare acuto o cronico di natura aterosclerotica o di altro tipo;
  • neoplasie del cervello nella fossa cranica anteriore (meningioma, glioma del lobo frontale);
  • encefalomielite disseminata;
  • trauma cranico di qualsiasi gravità;
  • aracnoidite;
  • meningite;
  • etmoidite; etmoidite;
  • Il morbo di Alzheimer.

Nell'anosmia cerebrale, se il processo patologico è localizzato nell'area dei centri corticali dell'olfatto, una persona determina il fatto della presenza di un odore, ma non può verificarlo, determinarne l'aspetto.

Diagnostica

Per confermare strumentalmente le lamentele del paziente che non sente odori, viene eseguita l'olfattometria - la misurazione della gravità dell'olfatto con un dispositivo speciale - l'olfattometro Zvaardemaker. Il dispositivo è un cilindro poroso cavo che contiene una sostanza aromatica e in cui è inserito un lungo tubo di vetro con divisioni. Durante lo studio, questo tubo viene gradualmente abbassato nel cilindro, in questo modo viene dosata la sostanza odorosa che entra nel naso del soggetto. Il valore di immersione di un tubo di vetro in un cilindro è espresso in centimetri in base al numero di divisioni immerse nel cilindro ed è un'unità di misura del senso dell'olfatto - olfattia.

Nel processo di esame, una persona determina innanzitutto l'aspetto di un qualche tipo di odore: questo valore delle olfazioni è chiamato soglia della sensazione. Il tubo continua ad essere abbassato nel cilindro e ad un certo punto il soggetto apprende il tipo di aroma che sente: questa è la soglia di riconoscimento, che è sempre più alta della soglia di sensazione che si presentava prima. La soglia di riconoscimento dipende direttamente dal fatto che una persona abbia familiarità con l'aroma fornito o meno..

Con l'anosmia, viene determinato il fatto stesso della mancanza di odore, ma solo in parte del caso si può determinare se ha origine: centrale o periferica. Come accennato in precedenza, in caso di perdita del senso dell'olfatto della natura cerebrale, il paziente può sentire l'odore senza la possibilità di riconoscerlo, quindi l'olfattometria consente di determinare una soglia di sensibilità normale o aumentata, mentre la soglia di riconoscimento è nettamente aumentata o non determinata affatto.

Un test olfattometrico può anche essere eseguito utilizzando tutti i tipi di odori, inclusi 40 punti di attività per il paziente (ad esempio, identificare un odore specifico tra i 4 forniti). L'affidabilità di questo test è piuttosto elevata - è di circa 0,95, ma è sensibile alle differenze di genere ed età. Nei pazienti che soffrono di una completa perdita dell'olfatto, il risultato del test sarà compreso tra 7 e 19 su 40 punti.

Se si rileva che un paziente non ha alcun senso dell'olfatto, ulteriori studi dovrebbero essere finalizzati a stabilire le cause che li hanno causati. La più importante in questo caso è la tomografia computerizzata del cervello, che consente di rilevare i suoi cambiamenti organici nel lobo frontale e altre patologie. Se vengono rilevati cambiamenti nel cervello, al fine di chiarire la diagnosi, ulteriori esami e determinare le tattiche di trattamento, al paziente viene mostrata una consultazione da un neurologo e / o neurochirurgo.

Trattamento anosmia

I metodi di trattamento dell'anosmia e la possibilità di ripristinare il senso dell'olfatto sono determinati in linea di principio in ciascun caso individualmente e dipendono direttamente dal tipo di malattia che ha causato la patologia dell'olfatto.

Se la causa dell'anosmia è la rinite o sinusite virale o batterica, al paziente viene prescritta una terapia antivirale o antibatterica locale e generale, oltre a farmaci antinfiammatori locali e sistemici o antiallergici locali (quest'ultimo aiuta a ridurre il gonfiore della mucosa nasale).

In caso di rinite allergica, il ripristino dell'olfatto è facilitato dalla nomina di farmaci antistaminici (antiallergici) localmente e / o sistemicamente e in caso di una grave reazione allergica o in assenza dell'effetto di antistaminici, vengono prescritti anche gli ormoni corticosteroidi, che sono noti per avere un potente effetto anti-infiammatorio.

Se si trovano polipi nella cavità nasale, l'unico metodo di trattamento efficace che porterà al ripristino dell'olfatto è chirurgico: la rimozione delle neoplasie. Lo stesso vale per altre formazioni tumorali nel naso, ma nel caso della loro natura maligna, all'operazione verranno anche aggiunte radiazioni o chemioterapia (ovviamente, il ripristino del senso dell'olfatto in quest'ultimo caso non è assolutamente garantito, ma è ancora possibile).

In caso di curvatura del setto nasale, la funzione olfattiva del naso verrà ripristinata solo dopo un'operazione riuscita per allinearlo.

Con l'anosmia centrale causata da un processo tumorale nel cervello, il trattamento è di solito combinato: rimozione chirurgica della neoplasia più chemio e / o radioterapia. Tuttavia, in alcuni casi, nelle fasi molto avanzate della malattia, il trattamento radicale non è pratico e viene eseguito solo sintomatico: è impossibile ripristinare il senso dell'olfatto.

Alcuni medici suggeriscono che i preparati di zinco dovrebbero essere aggiunti al complesso trattamento delle cause dell'anosmia, poiché la sua carenza porta al peggioramento e alla distorsione del senso dell'olfatto e alla vitamina A, la cui mancanza nel corpo provoca la degenerazione dell'epitelio delle mucose, incluso il naso, che riduce il senso dell'olfatto.

Alla fine dell'articolo, vorrei ripetere ancora una volta: nonostante il fatto che la maggior parte delle cause della perdita dell'olfatto non siano pericolose per la vita del paziente, non dovrebbe lasciare andare la malattia per caso o auto-medicare a casa. Vale la pena cercare l'aiuto di uno specialista il prima possibile per scoprire quale malattia ha causato l'anosmia - nel caso di una scoperta così spiacevole come un tumore nella cavità nasale o nella regione del cervello, le possibilità di un trattamento di successo in una fase iniziale sono molto maggiori rispetto a quelle trascurate.

MedGlav.com

Elenco medico delle malattie

Anosmia. Senso dell'olfatto.

anosmia (Violazione dell'olfatto).


Le violazioni dell'olfatto, l'assenza o la violazione di questa importante sensazione possono portare un grande disagio. Tali pazienti non sentono il gusto pieno, a causa del quale il loro background emotivo è solitamente ridotto, rispettivamente, e la qualità della vita soffre.
Il senso dell'olfatto si riferisce ai cinque sensi fondamentali di una persona. Nella sua formazione, così come altri sensi: visione, udito, ecc., È coinvolta una catena di strutture anatomiche interconnesse.

MECCANISMO DI FORMAZIONE DEL SENSORE.


Nella cavità nasale ci sono recettori olfattivi: sono i primi a incontrare molecole con un odore nel loro cammino. Inoltre, il segnale viene trasmesso ad un accumulo più centralizzato di cellule nervose: i bulbi olfattivi. E attraverso le fibre nervose, il segnale viene trasmesso alle sfere sovrastanti, il cosiddetto analizzatore centrale. Queste sono strutture subcorticali, così come i neuroni della zona olfattiva della corteccia cerebrale. In ogni emisfero - una zona. È interessante notare che queste aree rasentano gli analizzatori del gusto. Pertanto, il gusto e l'olfatto sono sempre inseparabili.

Il meccanismo di formazione dell'olfatto è il seguente: una persona inala l'aroma, le molecole di sostanze odorose cadono su uno speciale epitelio, dopo di che l'impulso da loro viene trasmesso ai bulbi olfattivi e da lì lungo i percorsi conduttivi verso l'analizzatore centrale, dove vengono elaborate le informazioni.
Il fatto è che tutti i problemi che sorgono con la percezione degli aromi si verificano in diverse fasi della sua formazione. Una delle patologie più spiacevoli della funzione olfattiva è l'anosmia, violazione del senso dell'olfatto.

Sulla base della struttura dell'analizzatore olfattivo sopra descritto, l'anosmia può essere:

  1. periferica,
  2. conduttore,
  3. centrale.

1. Perdita dell'olfatto periferica causato dalla patologia del recettore olfattivo ricettivo ed è spesso associato a malattie nella cavità nasale. Le stesse violazioni includono lesioni dei bulbi olfattivi.
A sua volta, si verifica l'anosmia periferica:

  • funzionale,
  • respiratorio,
  • età (senile).

L'anosmia funzionale è di natura transitoria e si verifica a causa di varie malattie virali respiratorie acute, patologia infiammatoria della cavità nasale, di cui parlerò di seguito, nonché dopo nevrosi, isteria, stress, shock nervoso.
L'anosmia senile si verifica nelle persone anziane a causa della malnutrizione della mucosa nasale, con conseguente atrofia. In poche parole, c'è una pronunciata secchezza della mucosa nasale, che è coperta di croste, a volte emorragiche (sangue), la sua funzionalità è persa.

2. Conduttore Anosmia associato alla trasmissione alterata di un impulso nervoso dal bulbo alle strutture subcorticali.

3. Con anosmia centrale si osserva un danno alle strutture subcorticali o corticali del cervello.

Distinguere anche:

  • patologia congenita e acquisita dell'analizzatore olfattivo.

Disturbi congeniti si verificano nella fase di sviluppo fetale. Si presentano a causa di anomalie nello sviluppo della mucosa nasale, passaggi nasali, ecc..
Patologia acquisita possibile a qualsiasi età e come risultato di molti fattori causali.
Nella vita reale, ci sono molte opzioni per la violazione del senso dell'olfatto. Li descrivo in dettaglio in modo da poter immaginare ciò che una tavolozza di odori ci ha regalato la natura e come trattare con cura la tua salute per goderti questo dono.

Quindi, continuiamo. Se una persona ha perso la capacità di percepire eventuali odori individuali, è del tutto possibile che soffra di anosmia completa o selettiva (parziale). Spesso c'è anche il termine "iposmia", che significa una diminuzione della sensibilità dell'olfatto alla quantità di sostanza odorosa. Ci sono anche disosmie (kakosmi o paraosmia) - questa è una percezione perversa degli odori (ad esempio, quando l'aroma è effettivamente piacevole o non esiste affatto) e l'iperosmia - un aumento della sensibilità a tutti gli odori.

MOTIVI DELL'ANOSMIA.


Molto spesso si tratta di malattie della cavità nasale: rinite cronica (infiammazione della mucosa nasale), sinusite (infiammazione dei seni paranasali), rinosinusite poliposa (proliferazione di polipi nella cavità nasale e seni paranasali), curvatura del setto nasale, processo tumorale nella cavità nasale e naso nasale.
Cioè, in questa situazione, ci sono ostacoli meccanici al passaggio dell'aria attraverso la cavità nasale, compresa l'area dell'analizzatore olfattivo. Il cosidetto anosmia respiratoria.

Le lesioni al naso o alla testa (fratture delle ossa del cranio) sono spesso irte periferico, conduttore o centrale anosmia.

Possibile distruzione di recettori e bulbi olfattivi a causa di danni alla placca orizzontale dell'osso etmoide su cui si trovano; lesioni delle fibre nervose dei percorsi di conduzione con frammenti ossei. Molto spesso, tali situazioni sono il risultato di una frattura delle ossa temporali, occipitali o etmoidali. Se una persona è caduta sulla schiena e ha colpito la parte posteriore della testa, può sviluppare la distruzione dei bulbi olfattivi e dei percorsi. In questa situazione, il paziente può quasi sempre dire chiaramente che la mancanza della funzione olfattiva si è sviluppata dopo una lesione.

Qualsiasi neoplasie della cavità nasale, il cervello può portare alla perdita dell'olfatto a qualsiasi livello. A differenza della causa traumatica, il paziente potrebbe non notare l'inizio del processo patologico, poiché si sviluppa abbastanza lentamente, mentre il tumore cresce.

Non dimenticare le malattie del cervello, principalmente di natura infiammatoria. Portano a danni alla corteccia e alle strutture subcorticali e, di regola, al tipo centrale di anosmia. Si tratta di meningoencefalite, encefalite, sclerosi multipla, ecc..

Un altro motivo grave è l'intossicazione prolungata..
Alcune sostanze chimiche sono in grado di accumularsi nelle cellule del sistema nervoso (neuroni) e questo può portare alla loro morte, rispettivamente, a una mancanza di funzionalità. L'intossicazione può anche essere sotto forma di avvelenamento acuto (ad esempio atropina, nicotina, morfina, ecc.)
Non è un segreto che il fumo e l'uso di cocaina finiscono in lacrime e, nel nostro caso, danni alla mucosa nasale.

Con l'Alzheimer, sono anche possibili la malattia di Parkinson, la demenza, i disturbi dell'olfatto. A proposito, questo sintomo era molto importante per un'eguale diagnosi della malattia di Alzheimer. Un recente studio della Columbia University, della durata di 9 anni, ha mostrato una connessione tra la perdita dell'olfatto e lo sviluppo di una terribile malattia. Gli scienziati hanno ora iniziato a sviluppare speciali test olfattivi per il riconoscimento precoce della malattia..

DIAGNOSTICA.

Questa patologia richiede un esame approfondito..
Dovresti iniziare con un esame da un medico LOP per scoprire la causa: processi infiammatori, polipi, ecc. A volte per una diagnosi più accurata, è necessaria la tomografia computerizzata dei seni paranasali. Se l'otorinolaringoiatra non ha trovato una patologia, è necessario contattare un neurologo, eseguire una risonanza magnetica (risonanza magnetica) del cervello per escludere neoplasie, processi infiammatori del cervello, ecc..

Per studiare la funzione dell'olfatto, i medici ricorrono spesso all'olfattometria. L'essenza dello studio è che una persona è invitata a riconoscere un numero di sostanze odorose. Sulla base dei risultati di questo test, viene stabilita una diagnosi affidabile..

Questo è un argomento così difficile. Come già indicato in precedenza, il trattamento dell'anosmia dipende direttamente dalla causa della malattia. La terapia dei disturbi olfattivi congeniti è estremamente difficile, poiché questo tipo di cellula è praticamente incapace di rigenerazione. Le operazioni di restauro dello scheletro facciale vengono spesso eseguite per tali pazienti, ma ciò fornisce una soluzione parziale al problema.

TRATTAMENTO DELL'ANOSMIA.


Se viene rivelata una patologia dagli organi ENT (rinite, sinusite, polipi della cavità nasale e seni paranasali, curvatura del setto nasale), il senso dell'olfatto può essere ripristinato eliminando queste cause.
Ti parlerò di diversi modi per affrontare l'anosmia, ma funzionano solo se la causa è l'infiammazione della mucosa nasale.

  • Preparare un'infusione di camomilla per lavare il naso:
    1 cucchiaino di materie prime versare un bicchiere di acqua bollente, insistere, filtrare caldo. È più conveniente eseguire la procedura estraendo il liquido attraverso le narici dai palmi piegati nel secchio, 2 volte al giorno. Rimuovere espirando attraverso il naso o la bocca. Corso - 7-10. giorni.
  • Collezione per il trattamento dell'infiammazione della mucosa nasale:
    prendi 30 g di calendula e fiori di salvia, 20 g di erba di iperico e foglia di piantaggine, 10 g di erba di equiseto e primula primaverile. Prepara 1 cucchiaio. un cucchiaio di miscela secca con un bicchiere di acqua bollente, cuocere per 1 minuto, insistere per 30-40 minuti, filtrare. Versare il decotto nello spray e irrigare la mucosa nasale 2 volte al giorno per 10 giorni.
  • Varie soluzioni saline sono efficaci: acquamarina, aqualor, fisiomero, ecc. Sono utilizzati in 2 dosi in ciascun passaggio nasale 2-3 volte al giorno. Corso - 7-10 giorni.
  • Un buon risultato è dato dalle gocce nel naso dalle foglie di aloe.
    Conservare 2 foglie fresche in frigorifero per 2 settimane, lavare con acqua bollita, spremere il succo, diluire 1:10 con acqua bollita refrigerata. Instillare 4-5 gocce in ciascuna narice 3-4 volte al giorno. Corso - 7-10 giorni.

Per quanto riguarda l'anosmia post-traumatica, spesso scompare dopo la completa guarigione delle ferite e la fusione dei frammenti ossei. Con l'anosmia centrale, è necessario trattare la malattia di base che l'ha causata.
Spero che dopo aver letto questo articolo sia chiaro che il problema della funzione dell'olfatto è abbastanza rilevante, complesso e richiede molta attenzione da parte di medici e pazienti.

Trattamento e prevenzione dell'odore

anosmia

L'anosmia è una patologia piuttosto rara, che significa perdita dell'olfatto. Può verificarsi iposmia - una diminuzione dell'olfatto. Anosmia e iposmia possono essere congenite e acquisite..

Le cause

L'anosmia è causata da danni ai recettori negli organi dell'olfatto e dei percorsi. La causa di questa complicazione può essere numerose malattie. Malattie infettive acute, sinusite purulenta cronica, encefalite, neurite nervosa uditiva (in particolare eziologia infettiva), tumore cerebrale, trauma nasale, frattura dell'osso etmoide, che porta alla rottura dei nervi olfattivi. Inoltre, l'anosmia appare anche in caso di avvelenamento con atropina, morfina e persino nicotina. Diminuzione persistente del senso dell'olfatto: l'iposmia è causata da polipi, curvatura del setto nasale, tumori.

L'iposmia e l'anosmia possono essere causate da cause completamente diverse e sono sintomi di varie lesioni di tessuti e organi. Pertanto, la diagnosi corretta è molto importante. Si basa sulla conduzione di numerosi studi clinici approfonditi, poiché l'anosmia può essere l'unico segno esterno di una malattia mortale o solo un fastidio innocuo.

L'anosmia nella stragrande maggioranza dei casi è causata da raffreddore, curvatura del setto nel naso o polipi. Il senso dell'olfatto in questo caso è ridotto a causa della comparsa di un ostacolo meccanico di fronte a sostanze aromatiche lungo il percorso verso l'area dell'olfatto.

La natura neurogena dell'anosmia è estremamente rara. Una lesione alla parte frontale della testa o un tumore dei lobi frontali del cervello, avvelenamento con reagenti chimici porta ad esso. Oltre alla perdita dell'olfatto, la sensazione di gusto è nettamente ridotta..

Sintomi di anosmia

Diminuzione persistente del senso dell'olfatto.

Diagnostica

Per la diagnosi, se la causa non è nota, è necessario un esame approfondito delle malattie della cavità nasale e delle malattie intracraniche e uno studio dei nervi cranici e del tratto respiratorio superiore (in particolare naso e rinofaringe). La tomografia computerizzata con contrasto viene eseguita per escludere tumori e fratture della base della fossa cranica anteriore. Viene inoltre effettuata una valutazione psicofisica dell'identificazione di odori e sapori..

Tipi di malattia

L'anosmia è congenita e acquisita..

L'anosmia congenita è osservata a causa del sottosviluppo o della completa mancanza di vie olfattive ed è spesso combinata con altre malformazioni. Relativamente spesso, l'anosmia congenita si verifica con deformità congenite del naso, anomalie dello sviluppo dello scheletro facciale.

L'anosmia acquisita può essere di due tipi: origine centrale e periferica.

L'anosmia è anche di origine centrale e periferica..

L'anosmia di origine centrale è il risultato di lesioni organiche del sistema nervoso centrale, tra cui varie formazioni nel cervello, diffuse, vari disturbi circolatori e danni alle grandi arterie a causa dell'aterosclerosi dei vasi sanguigni o di altre malattie simili. L'anosmia centrale può verificarsi dopo aver sofferto di meningite o trauma cranico. Questo tipo di malattia è caratterizzato dal fatto che il paziente percepisce gli odori, ma non può differenziarli. Non è curabile, ma il senso dell'olfatto può riprendersi nel tempo se la causa della violazione dell'olfatto scompare.

L'anosmia periferica è l'unico tipo di disturbo olfattivo che può essere trattato. Tuttavia, non tutte le sue specie sono tali. La perdita funzionale dell'olfatto, che si verifica a causa dell'influenza trasferita, delle infezioni respiratorie acute, della rinite allergica, nonché dell'isteria e della nevrosi, tende a passare da sola. L'anosmia senile o legata all'età si sviluppa a causa dell'atrofia della mucosa e dell'eccessiva secchezza nel naso.

Azioni del paziente

Al minimo sospetto di anosmia, è necessario consultare i medici ed eseguire l'intera gamma di misure raccomandate.

Trattamento anosmia

Con l'anosmia centrale, il trattamento è ridotto al trattamento della malattia di base.

In caso di anosmia respiratoria, è necessaria l'eliminazione chirurgica o conservativa di ostruzioni meccaniche nella cavità nasale che impediscono la penetrazione dell'aria nella regione olfattiva.

Con anosmia essenziale, è indicata la terapia farmacologica.

Prevenzione dell'anosmia

Le misure preventive riducono la causa della perdita dell'olfatto.

Diagnosi di anosmia

Per confermare strumentalmente le lamentele del paziente che non sente odori, viene eseguita l'olfattometria - la misurazione della gravità dell'olfatto con un dispositivo speciale - l'olfattometro Zvaardemaker. Il dispositivo è un cilindro poroso cavo che contiene una sostanza aromatica e in cui è inserito un lungo tubo di vetro con divisioni. Durante lo studio, questo tubo viene gradualmente abbassato nel cilindro, in questo modo viene dosata la sostanza odorosa che entra nel naso del soggetto. Il valore di immersione di un tubo di vetro in un cilindro è espresso in centimetri in base al numero di divisioni immerse nel cilindro ed è un'unità di misura del senso dell'olfatto - olfattia.

Nel processo di esame, una persona determina innanzitutto l'aspetto di un qualche tipo di odore: questo valore delle olfazioni è chiamato soglia della sensazione. Il tubo continua ad essere abbassato nel cilindro e ad un certo punto il soggetto apprende il tipo di aroma che sente: questa è la soglia di riconoscimento, che è sempre più alta della soglia di sensazione che si presentava prima. La soglia di riconoscimento dipende direttamente dal fatto che una persona abbia familiarità con l'aroma fornito o meno..

Con l'anosmia, viene determinato il fatto stesso della mancanza di odore, ma solo in parte del caso si può determinare se ha origine: centrale o periferica. Come accennato in precedenza, in caso di perdita del senso dell'olfatto della natura cerebrale, il paziente può sentire l'odore senza la possibilità di riconoscerlo, quindi l'olfattometria consente di determinare una soglia di sensibilità normale o aumentata, mentre la soglia di riconoscimento è nettamente aumentata o non determinata affatto.

Un test olfattometrico può anche essere eseguito utilizzando tutti i tipi di odori, inclusi 40 punti di attività per il paziente (ad esempio, identificare un odore specifico tra i 4 forniti). L'affidabilità di questo test è piuttosto elevata - è di circa 0,95, ma è sensibile alle differenze di genere ed età. Nei pazienti che soffrono di una completa perdita dell'olfatto, il risultato del test sarà compreso tra 7 e 19 su 40 punti.

Se si rileva che un paziente non ha alcun senso dell'olfatto, ulteriori studi dovrebbero essere finalizzati a stabilire le cause che li hanno causati. La più importante in questo caso è la tomografia computerizzata del cervello, che consente di rilevare i suoi cambiamenti organici nel lobo frontale e altre patologie. Se vengono rilevati cambiamenti nel cervello, al fine di chiarire la diagnosi, ulteriori esami e determinare le tattiche di trattamento, al paziente viene mostrata una consultazione da un neurologo e / o neurochirurgo.

Trattamento con rimedi popolari

Il trattamento dell'olfatto con rimedi popolari dovrebbe essere trattato con cautela, se il nervo olfattivo viene distrutto, l'automedicazione non sarà in grado di ripristinare la sensibilità agli odori...

I rimedi casalinghi possono ripristinare il senso dell'olfatto in casi come l'iposmia del recettore causata da un accesso alterato ai recettori olfattivi.

Utile per migliorare l'olfatto:

  • risciacquare la cavità nasale con acqua salata, una soluzione di sale marino;
  • acquistare un umidificatore;
  • aggiungere alla dieta alimenti contenenti oligoelementi zinco - noci, semi di girasole, lenticchie;
  • limitare l'uso di sostanze chimiche domestiche pungenti in un appartamento;
  • fare la pulizia con acqua più spesso, combattere la polvere.

Ginnastica facciale

Esercizi dei muscoli del viso, il massaggio migliora la circolazione sanguigna, che influenza positivamente la circolazione sanguigna nella cavità nasale:

  • Fai dei respiri brevi per 6 secondi, come se stessi annusando, quindi rilassa i muscoli per alcuni secondi.
  • Posizionare il dito sulla punta del naso, quindi premere contemporaneamente sul naso con il dito e il naso premere sul dito, tirando il labbro superiore verso il basso.
  • Metti un dito sul ponte del naso, spingi mentre provi a muovere le sopracciglia.

Ogni esercizio viene ripetuto fino a 4 volte. Tutti gli altri muscoli facciali dovrebbero essere provati a non sforzarsi.

Piante medicinali

La perdita dell'olfatto con influenza, raffreddore, naso che cola può essere curata con l'aiuto di farmaci di base e rimedi popolari.

Le seguenti procedure sono modi sicuri ed efficaci per ripristinare l'olfatto:

  • Il basilico essiccato viene polverizzato e inalato..
  • L'olio di mais e l'olio di oliva sono mescolati. Due volte al giorno, inserito nelle narici inumidite con una miscela di oli.
  • Prepara una miscela di erbe secche di menta piperita, semi di cumino, camomilla, maggiorana. Macina tutto in polvere e inspira più volte al giorno.
  • Inspira fumo di cipolla bruciata, bucce d'aglio, assenzio secco.
  • Mastichi i chiodi di garofano piccanti più volte al giorno, senza deglutire.

Le cause

Patologia Congenita Con un tale problema, il bambino avverte i sintomi di uno o più disturbi olfattivi dalla nascita. Con i recettori sottosviluppati, può verificarsi la sindrome di Kallmann (mancanza di odore). Inoltre, alcuni dei disturbi possono essere ereditati dalla madre o dal padre..

Varie infiammazioni Processi infiammatori che si verificano nel naso, il più delle volte accade durante un raffreddore ed è accompagnato da una diminuzione della sensibilità a odori diversi o da una completa mancanza di odore.

Una rinite allergica di solito provoca anosmia a breve termine. Se l'allergia è accompagnata da polipi allergici, l'anosmia può durare a lungo..

Durante l'influenza, l'epitelio su cui si trovano i recettori muore parzialmente - questo porta a una diminuzione della sensibilità o all'anosmia. Dopo la malattia, l'olfatto viene ripristinato.

In alcuni casi, quando la malattia è estremamente grave, l'olfatto può riprendersi parzialmente o non recuperare affatto.

Lesione degli strati interni dell'epitelio. Le lesioni possono essere meccaniche (l'effetto della forza sulla testa o sul naso) o chimiche (droghe e sostanze). Le persone che hanno subito una lesione cerebrale traumatica spesso hanno una rottura o una lacerazione del nervo olfattivo, che porta a iposmia o anosmia per un certo periodo.

Spesso l'epitelio responsabile del senso dell'olfatto è danneggiato da sostanze chimiche e sostanze narcotiche inalate attraverso il naso. La stessa cosa accade con i lavoratori che devono entrare in contatto con sostanze tossiche nocive nelle imprese..

In questi casi, potrebbe esserci una significativa riduzione del senso dell'olfatto o la sua completa assenza per lunghi periodi di tempo o permanentemente.

Varie formazioni e tumori. Le formazioni che bloccano i passaggi nasali portano a una perdita temporanea dell'olfatto (fino a quando le cause non vengono eliminate).

Esistono anche tipi piuttosto rari di tumori nasali (tumore dell'estesioneuroblastoma) che causano iposmia o anosmia, che agiscono direttamente sui recettori olfattivi.

Le metastasi da formazioni maligne, la germinazione delle formazioni nei passaggi nasali e le formazioni intracraniche possono portare alla spremitura dei bulbi responsabili del senso dell'olfatto.

Intervento chirurgico. Le operazioni programmate sul naso e sulla testa possono portare a una diminuzione della sensibilità dei recettori olfattivi o a una completa perdita dell'olfatto per un certo periodo di tempo. Molto spesso, l'olfatto viene ripristinato come uno dei primi nel periodo di riabilitazione.

Altri motivi. La creatura ha molte altre cause di una temporanea diminuzione dell'olfatto o della sua perdita. Questo può essere l'inquinamento atmosferico con varie sostanze e gas, l'effetto e gli effetti collaterali dei farmaci, una delle manifestazioni di varie malattie.

Malattie

Il disturbo dell'olfatto può essere il risultato o uno dei sintomi di varie malattie.

Questi includono:

  1. Influenza.
  2. Squilibrio ormonale.
  3. Ipotiroidismo, ipogonadismo.
  4. Diabete e obesità.
  5. Carenza di vitamina e ipovitaminosi.
  6. Malattia renale, incluso insufficienza renale.
  7. ipofisectomia.

Raramente, un senso del disturbo dell'olfatto può essere visto come conseguenza di malattie come la fibrosi cistica e la malattia da addison..

Cause di un senso dell'olfatto che non sono correlate ai cambiamenti nella cavità nasale e nella testa:

  • Disturbi e malattie psicogeni (schizofrenia, depressione, stimolazione).
  • Trattamento di malattie concomitanti con farmaci (cloramfenicolo, tetraciclina, sostanze psicotrope - anfetamine, tiazidi e altri).
  • Riabilitazione postoperatoria (in particolare intervento pianificato nella cavità nasale).
  • Malattie da carenza di vitamina A (ad es. Epatite).
  • Malattie che cambiano il background ormonale nelle donne.

Misure preventive

Lontano da tutte le cause dell'anosmia, una persona è in grado di controllare e prevenire, ma in una certa misura, possiamo ridurre la probabilità di patologia. Pertanto, le seguenti raccomandazioni aiuteranno a prevenire il verificarsi di anosmia:

  • non eseguire raffreddori e naso che cola;
  • rinunciare a cattive abitudini;
  • non usare gocce di vasocostrittore per più di 5-7 giorni;
  • usare il medicinale esattamente come prescritto dal medico;
  • arricchisci la tua dieta con cibi ricchi di zinco e vitamina A: carote, mele, zenzero, frutti di mare, pomodori, piselli;
  • lavare periodicamente il naso con decotti di erbe che hanno effetti antinfiammatori: camomilla, eucalipto, salvia;
  • osservare le regole di sicurezza.

Data la gravità di una tale malattia come l'anosmia, non bisogna dimenticare tutte le sfumature della sua manifestazione e iniziare il trattamento il più presto possibile. Non ritardare la visita dal medico fino a dopo. Non dimenticare i semplici consigli di prevenzione, perché la malattia è molto più facile da prevenire che combatterla duramente in seguito.

Ragioni per l'olfatto disturbato

La perdita temporanea o permanente dell'olfatto può essere causata da malattie sia della parte strutturale del sistema olfattivo che di altri organi. Ci sono 4 motivi che interrompono l'odore:

  • Blocco meccanico dell'accesso ai recettori;
  • Abuso di droghe;
  • Malattie passate o concomitanti;
  • Malformazioni congenite.

Una causa molto comune di iposmia o anosmia è il blocco meccanico dell'accesso delle molecole odorose ai recettori sensibili della cavità nasale. Questo problema si verifica con gonfiore dei passaggi nasali durante il naso che cola, una reazione allergica del corpo, influenza o infiammazione cronica del seno. Un'altra causa comune di malattia è l'inalazione prolungata di sostanze coloranti tossiche, fumo di sigaretta, fumi acidi, ecc..

Con lesioni alla cavità nasale o con danni alle fibre nervose associate al sistema olfattivo, una persona può sperimentare anosmia temporanea. Quando un paziente ha un tumore nel cervello che blocca il percorso dai recettori al centro olfattivo, non sarà nemmeno in grado di distinguere e annusare.

Dopo l'operazione, le persone possono sperimentare anosmia temporanea, che si verifica dopo il ripristino del tessuto mucoso. Ma con danni alla mucosa o alle fibre nervose dovuti all'esposizione alla radioterapia, può verificarsi una perdita irreversibile dell'olfatto.

Per quanto riguarda i bambini, possono verificarsi anosmia o iposmia a causa dell'uso di gocce per restringere i vasi nel trattamento della rinite. Poiché i bambini non sono ancora in grado di spiegare il loro stato di salute, i genitori dovrebbero controllare il periodo di utilizzo di tali farmaci. Le malattie infettive del sistema respiratorio, degli occhi e della dentizione diventano un frequente precursore dell'anosmia..

La perdita dell'olfatto si verifica a causa dell'uso prolungato di farmaci che provocano gonfiore della mucosa, ad esempio naftitina, reserpina, ecc. Non appena appare un leggero gonfiore della cavità nasale, è meglio smettere di usare queste gocce.

Inoltre, dopo le malattie infantili si verifica una ridotta sensibilità degli odori: parotite, morbillo. Con i cambiamenti anatomici nella cavità nasale, come la curvatura del setto, la proliferazione della poliposi, la presenza di adenoidi, ciò riduce significativamente anche il senso dell'olfatto.

Altre ragioni che causano la perdita dell'olfatto possono essere:

  • Malattie (diabete mellito, Alzheimer, Parkinson, cirrosi epatica, insufficienza renale, sclerosi multipla, ecc.);
  • Esposizione radioattiva;
  • Non abbastanza zinco
  • Chirurgia plastica del naso;
  • Infiammazione nervosa del sistema olfattivo dovuta all'esposizione a tossine o agenti patogeni infettivi.

Meno comune è l'anosmia congenita, che è causata da disturbi anormali del sistema olfattivo, ad esempio l'assenza di percorsi verso il centro dell'olfatto o canali nervosi sottosviluppati. Queste anomalie si verificano nei bambini nati con una struttura irregolare del cranio e delle ossa del naso.
Poiché l'anosmia è la violazione più comune del senso dell'olfatto, è classificata da:

  • Durata della violazione (temporanea, irreversibile, permanente);
  • Localizzazione (un lato, due lati);
  • Alla distribuzione (su tutti gli odori, su alcuni aromi).

Trattamento olfattivo

Il polipo del naso impedisce il passaggio di molecole di sostanze aromatiche attraverso il tratto respiratorio: non raggiungono l'analizzatore olfattivo periferico, si sviluppa l'anosmia.

I metodi di trattamento dell'anosmia e la possibilità di ripristinare il senso dell'olfatto sono determinati in linea di principio in ciascun caso individualmente e dipendono direttamente dal tipo di malattia che ha causato la patologia dell'olfatto.

Se la causa dell'anosmia è la rinite o sinusite virale o batterica, al paziente viene prescritta una terapia antivirale o antibatterica locale e generale, oltre a farmaci antinfiammatori locali e sistemici o antiallergici locali (quest'ultimo aiuta a ridurre il gonfiore della mucosa nasale).

In caso di rinite allergica, il ripristino dell'olfatto è facilitato dalla nomina di farmaci antistaminici (antiallergici) localmente e / o sistemicamente e in caso di una grave reazione allergica o in assenza dell'effetto di antistaminici, vengono prescritti anche gli ormoni corticosteroidi, che sono noti per avere un potente effetto anti-infiammatorio.

Se si trovano polipi nella cavità nasale, l'unico metodo di trattamento efficace che ripristinerà il senso dell'olfatto è rimuovere chirurgicamente le neoplasie. Lo stesso vale per altre formazioni tumorali nel naso, ma nel caso della loro natura maligna, all'operazione verranno anche aggiunte radiazioni o chemioterapia (ovviamente, il ripristino del senso dell'olfatto in quest'ultimo caso non è assolutamente garantito, ma è ancora possibile).

In caso di curvatura del setto nasale, la funzione olfattiva del naso verrà ripristinata solo dopo un'operazione riuscita per allinearlo.

Con l'anosmia centrale causata da un processo tumorale nel cervello, il trattamento è di solito combinato: rimozione chirurgica della neoplasia più chemioterapia e / o radioterapia. Tuttavia, in alcuni casi, nelle fasi molto avanzate della malattia, il trattamento radicale è impraticabile e viene eseguito solo sintomatico: è impossibile ripristinare il senso dell'olfatto.

Alcuni medici suggeriscono che i preparati di zinco dovrebbero essere aggiunti al complesso trattamento delle cause dell'anosmia, poiché la sua carenza porta al peggioramento e alla distorsione del senso dell'olfatto e alla vitamina A, la cui mancanza nel corpo provoca la degenerazione dell'epitelio delle mucose, incluso il naso, che riduce il senso dell'olfatto.

Alla fine dell'articolo, vorrei ripetere ancora una volta: nonostante il fatto che la maggior parte delle cause della perdita dell'olfatto non siano pericolose per la vita del paziente, non dovrebbe lasciare andare la malattia per caso o auto-medicare a casa. Vale la pena cercare l'aiuto di uno specialista il prima possibile per scoprire quale malattia ha causato l'anosmia - nel caso di una scoperta così spiacevole come un tumore nella cavità nasale o nella regione del cervello, le possibilità di un trattamento di successo in una fase iniziale sono molto maggiori rispetto a quelle trascurate.

Trattamento

Il trattamento dell'anosmia è quasi impossibile, ma è sufficiente per eliminare le cause che hanno causato questa malattia e i sintomi dell'anosmia scompaiono. Ecco perché il trattamento può essere applicato a diversi tipi di mancanza di odore periferico. Al fine di prescrivere un trattamento adeguato e corretto, è necessario determinare con precisione la causa della malattia. Il medico identifica i sintomi e, molto spesso, prescrive una tomografia cerebrale e raccomanda una consultazione di un neurologo.

Il trattamento della forma funzionale di solito non è richiesto, il problema scompare da solo. L'eliminazione delle cause dei problemi con la pervietà dei passaggi nasali aiuterà a sbarazzarsi di anosmia respiratoria. Purtroppo, i cambiamenti atrofici nella mucosa non possono essere curati. Se ci sono sintomi di anosmia di origine centrale, è necessario cercare le cause dei disturbi del sistema nervoso centrale che hanno causato questa condizione..

Rimedi popolari

Nella medicina popolare esistono mezzi semplici e convenienti per eliminare le forme curabili di anosmia. Insieme all'assunzione di farmaci, i rimedi popolari completeranno il corso del trattamento e aiuteranno anche a tornare più velocemente alla vita normale..

  • Un esercizio utile sarà la seguente azione: il naso dovrebbe essere teso, quindi rilassato. In tensione, devi resistere per almeno 50 secondi. Ripeti l'esercizio per una settimana.

L'inalazione aiuta con l'anosmia.

  • Bollire 200 ml di acqua in un contenitore smaltato, versare 1 cucchiaio di succo di limone, aggiungere 1 goccia di olio essenziale di lavanda. Fai un respiro profondo sulla composizione risultante, coprendo alternativamente ciascuna narice. È consigliabile un minimo di 10 di tali procedure..
  • Si consiglia di sciacquare il naso con acqua salata. Per fare questo, prendi 250 ml di acqua calda, diluisci un pizzico di sale, mescola. Coprendo qualsiasi narice con il dito, devi provare ad attirare la seconda narice d'acqua in modo che passi fino alla laringe. Per le stesse procedure, è consentito utilizzare altri mezzi: acqua diluita con acqua salata o marina. Per un bicchiere d'acqua, hai bisogno di 1 cucchiaino di sale e 7‒8 gocce di iodio.
  • 3-4 gocce di olio di mentolo possono essere instillate nel naso, lubrificando sia il naso che il whisky.
  • La propoli ha anche un buon effetto terapeutico. Ci vorranno 1 cucchiaino di propoli, 3 cucchiaini di verdura e 3 cucchiaini di burro. Mescolare bene tutti i componenti per ottenere una massa omogenea. Immergi garza o tamponi di cotone. Questi tamponi devono essere posizionati narici, lasciando per 20 minuti. Tale trattamento viene effettuato 2 volte al giorno.

Diagnostica

Il programma di misure diagnostiche dipenderà dal quadro clinico attuale. Un esame iniziale può avvenire con la partecipazione di tali medici altamente qualificati:

Prima di tutto, viene eseguito un esame fisico del paziente, con una raccolta di anamnesi personale e familiare, l'attuale quadro clinico.

Per determinare la natura di questa manifestazione clinica, è possibile utilizzare i seguenti metodi di esame strumentale e di laboratorio:

  • analisi del sangue cliniche e biochimiche;
  • analisi generale delle urine;
  • TC, risonanza magnetica del cervello;
  • olfattometria;
  • test per marcatori tumorali;
  • esame istologico biopsia della neoplasia.

Sulla base dei risultati dello studio, il medico può stabilire una diagnosi accurata e determinare ulteriori misure terapeutiche per eliminare il disturbo di base.

Classificazione del senso dell'olfatto

Esistono 4 forme di violazione dell'iper- o disfunzione olfattiva:

Con l'iposmia, l'olfatto di una persona si perde solo leggermente o l'olfatto diminuisce. Questo problema è abbastanza comune e non ti consente di goderti appieno la vita..

Ma con l'anosmia, l'olfatto è completamente perso, il che porta a disturbi comportamentali. Ad esempio, la mancanza di odore non ti consente di godere dell'accoglienza dei prodotti, perché diventano insipidi. Sembrerebbe che il senso dell'olfatto non possa influenzare il gusto del cibo, ma no. Se una persona non sente l'odore dei piatti, non è interessato a consumarli. Di conseguenza, questo gli fa rifiutare il cibo, diventa una causa di esaurimento, una mancanza di vitamine e persino una malattia psicologica come la depressione.

Inoltre, la perdita dell'olfatto diventa una grave minaccia per la vita umana, in quanto non sarà in grado di annusare odori pericolosi di fumo o sostanze tossiche..

L'iperosmia, al contrario, rende il naso di una persona molto sensibile ai vari odori. In violazione del senso dell'olfatto, i pazienti soffrono di irritabilità, possono persino avere allucinazioni con odori disgustosi che non ci sono. In genere, tale violazione si verifica in pazienti con problemi gastrointestinali, ad esempio, che spesso hanno nausea. Inoltre, l'iperosmia appare durante il digiuno o nell'obesità..
Con o, come viene chiamato in un altro modo - cacosmia, la violazione del senso dell'olfatto è una distorsione degli odori. Tale malattia si verifica in presenza di tumori nella cavità nasale, che attraversano l'area dei recettori olfattivi o lungo l'intera catena dei canali nervosi. La disosmia fa sentire una persona quegli odori che non esistono o trasforma gli odori fragranti in disgustosi.

Molto spesso, l'anosmia e l'iposmia si trovano nelle persone, altri disturbi compaiono molto raramente. Studi negli Stati Uniti mostrano che l'1,4% delle persone nel paese ha un senso di disturbo dell'olfatto. L'anosmia riduce la qualità della vita del 5% della popolazione tedesca. In Russia, tali studi non sono stati condotti, ma è ovvio che questi indicatori saranno simili..

Classificazione e cause della perdita dell'olfatto

Durante il periodo di fioritura, la rinite allergica può causare una diminuzione dell'olfatto..

E la perdita dell'olfatto (o dell'anosmia) e la sua diminuzione (o iposmia) possono essere congenite e acquisite.

La mancanza di odore congenita è il risultato di una completa assenza del tratto respiratorio o del suo parziale sottosviluppo. Spesso questa patologia è associata a malformazioni congenite del naso o del cranio facciale..

La perdita dell'olfatto acquisita può essere di origine periferica e centrale: periferica si verifica quando disturbi localizzati nell'area del naso stesso e centrale - con danno organico al sistema nervoso centrale.

L'anosmia periferica, a sua volta, è divisa in 4 tipi, a seconda dei motivi che l'hanno causata.

  • funzionale (è una manifestazione di infezioni virali, rinite allergica - in questo caso, è una conseguenza del gonfiore della mucosa nasale; può verificarsi con nevrosi e isteria; dopo aver eliminato la causa dell'anosmia, l'olfatto viene completamente ripristinato);
  • respiro e tumori maligni della cavità nasale);
  • senile o correlato all'età (il risultato di alterazioni atrofiche della mucosa nasale, in particolare della mucosa, che porta alla secchezza della mucosa nasale);
  • essenziale (il risultato di un danno alla parte direttamente periferica dell'analizzatore olfattivo, che si è manifestato in relazione a un processo infiammatorio in questa area, ustioni del rinofaringe di qualsiasi natura, traumi domestici o chirurgici alla regione naso / rinofaringe, ipo o atrofia dell'epitelio olfattivo, compressione prolungata della cavità olfattiva da parte di qualsiasi processo tumorale così come danni tossici ad esso).

Nella maggior parte dei casi, l'anosmia periferica è caratterizzata da una diminuzione delle sensazioni gustative in parallelo con un peggioramento dell'olfatto.

Una diminuzione del senso dell'olfatto di origine centrale, o anosmia cerebrale, può verificarsi con le seguenti malattie:

  • accidente cerebrovascolare acuto o cronico di natura aterosclerotica o di altro tipo;
  • neoplasie del cervello nella fossa cranica anteriore (meningioma, glioma del lobo frontale);
  • encefalomielite disseminata;
  • trauma cranico di qualsiasi gravità;
  • aracnoidite;
  • meningite;
  • infiammazione del seno etmoide;
  • Il morbo di Alzheimer.

Nell'anosmia cerebrale, se il processo patologico è localizzato nell'area dei centri corticali dell'olfatto, una persona determina il fatto della presenza di un odore, ma non può verificarlo, determinarne l'aspetto.

Perché le persone odorano

Prima di iniziare a familiarizzare con le disfunzioni olfattive, è necessario conoscere la struttura del sistema olfattivo. Quindi sarà più facile capire i motivi per cui una persona può perdere il proprio olfatto o reagire in modo troppo brusco a qualsiasi odore.

Il sistema olfattivo comprende quattro strutture che compongono un'unica catena inestricabile:

  1. recettori;
  2. Nervi;
  3. Bulbi;
  4. Centro nervoso corticale.

La prima struttura è recettori. Le cellule ad alta sensibilità si trovano sulla mucosa nella parte superiore della cavità nasale. A causa del fatto che i recettori si trovano vicino al cervello, i processi di queste cellule penetrano liberamente nella cavità cranica. Non appena una persona inala qualsiasi sostanza con un odore pronunciato o debolmente espresso, le sue molecole attraversano la regione olfattiva dei recettori e le irritano.

La seconda struttura, cioè i nervi, trasmette immediatamente le informazioni ricevute sulla sostanza odorosa a una parte specifica del cervello.

La terza struttura - i bulbi - collabora con l'olfatto subcorticale e corticale, dove l'odore viene analizzato e decifrato.

Sorprendentemente, il nostro naso può distinguere tra circa 10 mila sapori originali. Ma ciò che è ancora più sorprendente è che il cervello è in grado di ricordare questi odori individuali non appena vengono analizzati e decrittografati per la prima volta. Con l'aiuto dell'olfatto è possibile riconoscere che c'è vanillina nella stanza, sebbene la sua concentrazione in 1 litro di aria sia solo 1: 100 miliardi di frazioni di grammo.

I recettori olfattivi sensibili si trovano nella parte superiore dei passaggi nasali e occupano circa 5 cm2, cioè 2,5 cm2 in ciascun colpo. Sono anche collocati in una piccola fossa, che si trova a 1,5-2 cm dal bordo delle narici. Nonostante il fatto che l'area delle cellule sensibili sia scarsa, colpisce per la sua capacità di distinguere un numero così elevato di odori.
Scientificamente dimostrato che le donne sono più sensibili agli odori rispetto agli uomini. Il loro senso dell'olfatto non è solo più acuto, ma dura anche molto più a lungo - fino alla vecchiaia. E durante la gravidanza o durante l'ovulazione, il centro olfattivo diventa ancora più sensibile. Ma all'inizio del ciclo mestruale nelle donne che non assumono contraccettivi con componenti ormonali, si osserva una temporanea riduzione dell'olfatto. Con l'età, la sensibilità agli odori diminuisce gradualmente a causa dell'atrofia delle fibre nervose olfattive.

Come già accennato, tutte e quattro le strutture formano una singola catena, quindi, se uno dei collegamenti nel sistema olfattivo è disturbato, viene disturbato il senso dell'olfatto. Gli specialisti possono determinare il tipo di violazione e prescrivere un trattamento dopo aver scoperto quale dei dipartimenti della struttura olfattiva è stato danneggiato..

Tipi di anosmia e cause di diagnosi

In base alla struttura dell'analizzatore olfattivo, la malattia descritta può essere suddivisa in diversi tipi.

La forma periferica è associata a disturbi dell'apparato percettivo e del naso, in particolare la sua mucosa e / o recettori (inoltre, a questo si possono attribuire incidenti che coinvolgono la sconfitta dei bulbi olfattivi). Questa forma include anche la cosiddetta anosmia essenziale, in cui le cellule olfattive vengono distrutte.

Il tipo di conduzione dell'anosmia, che si basa su una violazione della trasmissione di un impulso nervoso dai bulbi ai centri subcorticali.

Anosmia centrale a causa della ridotta elaborazione dell'impulso nervoso proveniente dai recettori.

L'anosmia congenita e la mancanza di odore acquisito si distinguono per il momento dell'evento.

È immediatamente necessario fare una prenotazione che in una condizione come l'anosmia, le cause influenzeranno la forma in cui una persona svilupperà una perdita dell'olfatto.

La variante congenita della malattia si forma a causa di malformazioni congenite della mucosa nasale o dei passaggi nasali.

Polipi, rinite e sinusite in forma cronica, così come altre malattie della cavità nasale portano alla formazione di una variante periferica della malattia.

Le lesioni al naso e al cranio possono portare a tutti i tipi di anosmia acquisita. Il tipo periferico della malattia si verifica a seguito della distruzione di recettori e bulbi olfattivi nelle lesioni ossee. Opzione conduttore - a seguito di un danno alle fibre nervose a causa di frammenti ossei (il più delle volte etmoide, occipitale e temporale).

L'anosmia può anche essere diagnosticata in pazienti che soffrono di danni benigni o cerebrali. È interessante notare in questo caso che la perdita dell'olfatto, in contrasto con le lesioni, si svilupperà piuttosto lentamente, a volte i pazienti potrebbero anche non notare questo.

Nella maggior parte dei casi, le malattie infiammatorie e non infiammatorie del cervello portano a una perdita centrale della funzione olfattiva. Ciò accade a causa di danni ai neuroni corticali in malattie come l'encefalite, la sclerosi multipla, il morbo di Alzheimer noto a molti, ecc..

Varie intossicazioni possono diventare la causa del disturbo descritto. Il fatto è che alcune sostanze hanno la capacità di accumularsi nelle cellule nervose e portare alla morte. In particolare, è cadmio, nonché sostanze come benzene e alcuni esteri organici.

Un fattore indipendente nello sviluppo della perdita dell'olfatto può essere il fumo e l'uso di cocaina, in cui si verifica un danno alla mucosa nasale.