Image

Antibiotici ad ampio spettro

Antibiotici ad ampio spettro: TOP 20 i migliori
L'elenco di antibiotici ad ampio spettro comprende farmaci di diversi gruppi. I farmaci da un numero di fluorochinoloni, nitroimidazoli, glicopeptidi e dal gruppo di acido fosforico sono particolarmente attivi..

Di seguito puoi familiarizzare con le caratteristiche dei migliori antibiotici ad ampio spettro e come usarli. Gli antibiotici sono prescritti dal medico curante tenendo conto della sensibilità dell'agente patogeno in base ai dati di laboratorio. In alcuni casi, è necessaria la somministrazione urgente di agenti antibatterici, quindi la scelta ricade sugli antibiotici ad ampio spettro.

Con un trattamento prolungato, è possibile lo sviluppo della resistenza batterica agli antibiotici, in questa situazione è necessario cambiare i farmaci con altri o usare un complesso di diversi farmaci. La durata della terapia antibiotica è determinata dalla gravità della malattia, dalla presenza di complicanze e patologie associate. Le dosi di moderni antibiotici ad ampio spettro sono selezionate dal medico curante individualmente, tenendo conto dell'età del paziente e delle possibili controindicazioni.

Come funzionano gli antibiotici di nuova generazione?

A differenza dei farmaci del gruppo di antisettici, l'antibiotico ha il giusto effetto terapeutico non solo dopo l'applicazione esterna, ma agisce anche sistemicamente dopo l'uso orale, endovenoso e intramuscolare.

Gli antibiotici di nuova generazione sono in grado di:

  1. Influenzare la sintesi delle pareti cellulari interrompendo la produzione di complessi peptidici vitali.
  2. Interrompere il funzionamento e l'integrità della membrana cellulare.
  3. Interrompere la sintesi proteica necessaria per la crescita e l'attività vitale di un agente patogeno patogeno.
  4. Sopprimere la sintesi di acido nucleico.

Per natura dell'effetto sulle cellule batteriche, gli antibiotici si dividono in:

  1. Battericida: l'agente patogeno morirà e successivamente verrà rimosso dal corpo.
  2. Batteriostatico: il componente attivo non uccide i batteri, ma viola la loro capacità di riprodursi.

È importante determinare quanto è attiva la sostanza del farmaco rispetto all'uno o all'altro patogeno. Per fare questo, è necessario sottoporsi a una serie di test di laboratorio prescritti da un medico.

Regole per la prescrizione di antibiotici

Affinché gli antibiotici siano il più efficaci possibile e senza dare gravi effetti collaterali, è necessario tenere conto della forma della malattia e della sua gravità durante la selezione e la prescrizione, nonché determinare la causa della patologia (idealmente, seminando, scoprire quale microbo ha causato l'infiammazione).

Inoltre, è importante determinare la sensibilità dei batteri a determinati antibiotici che si prevede di utilizzare. Naturalmente, questo è difficile da fare nella pratica pediatrica e ci sono quelle condizioni in cui un ritardo di diversi giorni, che va alla semina e alla determinazione della sensibilità agli antibiotici, può diventare fatale.

Ciò include otite media acuta, tonsillite o polmonite, pielonefrite e alcune altre condizioni. In questi casi, la terapia antimicrobica viene prescritta immediatamente sulla base di raccomandazioni cliniche e protocolli di trattamento sviluppati nel corso degli anni di trattamento. Se necessario, la terapia viene regolata in base ai risultati della semina già durante il trattamento, con la sua inefficienza.

Malattie e spettro d'azione degli antibiotici

Alla fine del XIX secolo, il batteriologo Hans Gram rivelò che diversi batteri reagiscono in modo diverso alla colorazione. Alcuni acquisiscono un colore pronunciato, mentre altri, al contrario, svaniscono rapidamente. Questa semplice esperienza è stata di grande importanza da un punto di vista pratico. Dopotutto, una diversa reazione al colorante ha parlato delle proprietà della parete cellulare batterica. Quindi, ha suggerito come esattamente gli antibiotici dovrebbero influenzare il microrganismo.

Da allora, esiste una divisione di base in batteri Gram-negativi (non coloranti) e Gram-positivi (coloranti).

  1. Grammo (+) - gli agenti causali della maggior parte delle infezioni del tratto respiratorio, rinofaringe, orecchio, occhi. Questi includono, in particolare, stafilococchi e streptococchi.
  2. Grammo (-) - i batteri in questo gruppo possono causare gravi malattie. Questa è Escherichia coli, bacchetta di Koch, Salmonella, Shigella (agente causativo di difterite), gonococco, meningococco.

Lo spettro di azione antibiotica è determinato da quali batteri sono sensibili a un particolare farmaco. E se gli antibiotici a spettro ristretto hanno maggiori probabilità di agire su Grammo (+) o Grammo (-), una vasta gamma ti consente di colpire entrambi.

Antibiotici ad ampio spettro: elenco di farmaci

Gli antibiotici ad ampio spettro sono farmaci battericidi universali che aiuteranno a sbarazzarsi di molte malattie. Molto spesso, sono prescritti per il trattamento di varie infezioni, il cui agente causale rimane sconosciuto. Sono anche prescritti se una persona ha contratto un virus in rapido sviluppo e pericoloso..

L'elenco dei moderni antibiotici è presentato nella tabella seguente:

GruppoUna drogaMeccanismo di azione
Le tetraciclineDoxiciclina, tetraciclinaUccide i batteri, ha effetti antivirali
cloramfenicoloMoxifloxacin, LevofloxycinAntimicrobico, antimicotico e antibatterico
Penicilline semisinteticheCarbenicillina, TicarcillinaInibisce la sintesi della parete cellulare dell'agente patogeno
cefalosporineceftriaxoneCambia l'attività di un virus che è entrato nell'RNA
rifampicinaStreptomicina, AmphenicolPreviene la produzione di proteine
carbapenemiMeropenem, Meropenem, Cyronem, ImipenemAzione prolungata antibatterica e antinfiammatoria

Inoltre, tali agenti possono essere indicati come profilassi dopo gravi interventi chirurgici. Ricorda che non tutte le droghe a buon mercato sono così male.

cefalosporine

Attivo contro le infezioni da stafilococco, oltre a Proteus, Klebsiella, Escherichia coli, agenti causali di tonsillite e polmonite, malattie del tratto urinario, osteomielite, meningite.

Gli antibiotici di questo gruppo includono:

3a generazione parenterale:

rappresentantiNome commerciale e metodo di utilizzo
cefotaxime

Claforan: polvere per iniezione: 0,5-2,0 gr. x 1 volta al giorno per via intramuscolare o endovenosa lentamente.

Cefosina: polvere iniettabile: 1,0 g ciascuno. ogni 8-12 ore per via intramuscolare, endovenosa lentamente / flebo.Cefoperazone

Cefobide: polvere per iniezione: 2,0-4,0 gr. al giorno per 2 iniezioni intramuscolari.

Cefpar: polvere per iniezione: 2,0-4,0 gr. ogni 12 ore per via endovenosa / intramuscolare.ceftriaxone

Ceftriaxone: polvere per iniezione: 1,0-2,0 gr. x 1 volta al giorno per via intramuscolare / endovenosa.

Azaran: polvere per iniezione: 1,0 g. sciogliere in 3,5 ml di una soluzione all'1% di lidocaina cloridrato, iniezione intramuscolare 1 volta al giorno.ceftazidime

Fortum: polvere per iniezione: 1,0-6,0 gr. x 1 volta al giorno per 2-3 infusioni endovenose / intramuscolari.

Ceftidina: polvere per iniezione: 1,0-6,0 gr. x 1 volta al giorno per via endovenosa / intramuscolare.

3a generazione parenterale:

rappresentantiNome commerciale e metodo di utilizzo
Cefditoren

Spectraceph: compresse: 0,2-0,4 g. x 2 volte al giorno.Ceftibutene

Zedex: capsule: 0,4 g ciascuna. una volta al giorno.Cefixime

Supraks Solutab: compresse effervescenti: 0,4 g ciascuna. x 1 volta al giorno o 0,2 g. x 2 volte al giorno, sciogliere in anticipo in un bicchiere d'acqua.

Suprax: capsule: 0,4 g ciascuna. x 1 volta al giorno.

Pantsef: compresse: 0,4 g ciascuno. una volta al giorno o 0,2 g. due volte al giorno.

5a generazione (parenterale):

rappresentantiNome commerciale e metodo di utilizzo
Ceftaroline

Zinforo: polvere per iniezione: 0,6 g. ogni 12 ore per via endovenosa per un'ora.Ceftobiprol

Zeftera: liofilizzato iniettabile: non applicabile nella Federazione Russa.

macrolidi

I macrolidi tendono ad accumularsi nei tessuti e non nel siero del sangue, come altri gruppi. Sono utilizzati nel trattamento della bronchite e della polmonite acquisita in comunità come monoterapia (in caso di intolleranza alla penicillina), patologie degli organi ENT (faringite, sinusite, otite media, laringite e altri) malattie a trasmissione sessuale (sifilide, gonorrea, blenorrea).

Gli antibiotici di questo gruppo includono:

14-membro:

rappresentantiNome commerciale e metodo di utilizzo
eritromicina
  • compresse: 0,2-0,4 gr. quattro volte al giorno prima o dopo un pasto, bere con acqua, corso di somministrazione 7-10 giorni.
  • liofilizzato per soluzione per infusione: 0,2 g diluito con solvente, 3 volte al giorno. Il corso massimo di ammissione è di 2 settimane..
  • unguento per gli occhi: mettere dietro la palpebra inferiore tre volte al giorno, il corso di utilizzo è di 14 giorni.
  • unguento esterno: sulle aree interessate della pelle in un piccolo strato 2-3 volte al giorno.
oleandomicina

Oleandomicina fosfato: sostanza in polvere. Praticamente non applicabile al momento.Roxithromycin

RoxyHEXAL: compresse: 0,15 g ciascuno. due volte al giorno o 0,3 g. contemporaneamente, impiega 10 giorni.

Esparossi: compresse: 0,15 g ciascuno due volte al giorno 15 minuti prima dei pasti o 0,3 grammi. una volta, un corso di 10 giorni.

Rulide: compresse: 0,15 g ciascuna. due volte al giorno, 10 giorni.Claritromicina

Klacid: compresse: 0,5 gr. due volte al giorno, ricevimento per 2 settimane.

Fromilide: compresse: 0,5 g due volte al giorno, prese per 2 settimane.

Claritrosin: compresse: 0,25 g ciascuna. due volte al giorno, ricevimento per 2 settimane.

15 membri:

rappresentantiNome commerciale e metodo di utilizzo
azitromicina

Sumamed: capsule: 0,5 g ciascuna. x 1 volta al giorno prima o 2 ore dopo un pasto.

Azitrox: capsule: 0,25-0,5 gr. x 1 volta al giorno.

Azitrale: capsule: 0,25-0,5 gr. x 1 volta al giorno prima o dopo i pasti.

16 membri:

rappresentantiNome commerciale e metodo di utilizzo
spiramicina

Spiramicina-Vero: compresse: 2-3 compresse (3 milioni UI) per 2-3 dosi al giorno.

Rovamicina: compresse: 2-3 compresse (3 milioni UI) o 5-6 compresse (6-9 milioni UI) per 2-3 dosi al giorno.iosamicina

Vilprafen: compresse: 0,5 g ciascuna. due volte al giorno, senza masticare, lavare con acqua.

Solutab di Vilprafen: compresse: 0,5 g ciascuno. x due volte al giorno, senza masticare o sciogliere in 20 ml di acqua.midecamicina

Macropen: compresse: 0,4 g ciascuna. tre volte al giorno, il corso di ammissione per 2 settimane.

aminoglicosidi

La prima generazione viene utilizzata nel trattamento della peste e della tubercolosi solo in combinazione con la tetraciclina. Il terzo e il quarto con tubercolosi, sepsi, gravi infezioni ospedaliere come la polmonite.

Gli antibiotici di questo gruppo includono:

1a generazione:

rappresentantiNome commerciale e metodo di utilizzo
neomicina

Neomicina: aerosol esterno: sulle aree interessate della pelle, agitare bene e posizionare il palloncino a una distanza di 15-20 cm, applicare per 3 secondi; ripetere l'applicazione 1-3 volte al giorno.Streptomicina

Streptomicina: polvere per iniezione: 0,5-1,0 gr. x 2 volte al giorno per via intramuscolare. Preparare la soluzione usando acqua sterile / soluzione fisiologica / 0,25% di novocaina. Calcolo: su 1,0 gr. medicine - 4 ml di solvente.

Streptomicina solfato. Sostanza in polvere: per somministrazione intramuscolare - 0,5-1,0 gr. al giorno. Per somministrazione intratracheale / aerosol - 0,5-1,0 gr. x 2-3 volte in 7 giorni.kanamicina

Kanamicina: polvere per iniezione: 1,0-1,5 gr. per 2-3 iniezioni per via endovenosa (una singola dose (0,5 g.) viene sciolta in 200 ml di soluzione di destrosio al 5%).

Kanamicina solfato: per somministrazione intramuscolare di 0,5 g. / 1,0 g. sciogliere in 2/4 ml di acqua sterile o nello 0,25% * di novocaina. Per amministrazione endovenosa di 0,5 g. sciogliere in 200 ml di soluzione fisiologica o in soluzione di glucosio al 5%.

2a generazione:

rappresentantiNome commerciale e metodo di utilizzo
tobramicina

Tobrex: collirio: 1-2 gocce, tirando la palpebra inferiore, ogni 4 ore; per gravi infezioni agli occhi - 2 gocce ogni ora.

Tobriss: collirio: 1 goccia, tirando la palpebra inferiore, 2 volte al giorno (mattina e sera); con gravi infezioni agli occhi - 1 goccia x 4 volte al giorno.

Bramitob: soluzione per inalazione: 1 fiala di farmaco (0,3 g.) Ogni 12 ore, somministrato per inalazione con un nebulizzatore, corso 28 giorni.Gentamicina

Gentamicina: iniezione: 0,003-0,005 gr. per 1 kg di massa per 2-4 iniezioni, somministrato per via endovenosa / intramuscolare. Gocce per gli occhi: 1-2 gocce ogni 1-4 ore, spostando la palpebra inferiore. Unguento: sulle aree interessate della pelle per 3-4 applicazioni al giorno.

Solfato di gentamicina: polvere fino a 1,2 mg per 1 kg di massa al giorno per 2-3 iniezioni (infezioni urinarie);
2,4-3,3 mg per 1 kg di peso corporeo al giorno per 2-3 iniezioni (infezioni gravi, sepsi). Iniettare per via intramuscolare / endovenosa.

3a generazione:

rappresentantiNome commerciale e metodo di utilizzo
framicetina

Isofra: spray per il naso: 1 iniezione in ogni passaggio nasale x 4-6 volte al giorno, corso non più di 10 giorni.spectinomicina

Kirin: polvere per sospensione: 2,0 gr. (5 ml) / 4,0 gr. (10 ml) profondamente per via intramuscolare nella parte esterna superiore del gluteo.

Per preparare la sospensione, aggiungere 3,2 ml di acqua sterile nella bottiglia. Sospensione monouso, stoccaggio vietato.amikacina

Amikacin: soluzione per infusione: 0,01-0,015 gr. per 1 kg di peso corporeo al giorno per 2-3 iniezioni, iniettato per via intramuscolare / endovenosa (flusso, flebo).

Amikacin sulfate: sostanza in polvere: 0,005 g ciascuno. per 1 kg di massa ogni 8 ore o 0,0075 g. per 1 kg di massa ogni 12 ore, iniettato per via intramuscolare / endovenosa.netilmicina

Nettacina: collirio: 1-2 gocce, tirando la palpebra inferiore, 3 volte al giorno.

Vero-Netilmicina: iniezione: 4-6 mg per 1 kg di peso corporeo al giorno per via endovenosa / intramuscolare; nelle infezioni gravi, la dose giornaliera può essere aumentata a 7,5 mg per 1 kg.

carbapenemi

Di solito incontriamo carbapenemi molto raramente o per niente. E questo è meraviglioso - dopo tutto, questi antibiotici sono indicati per il trattamento di gravi infezioni ospedaliere che sono potenzialmente letali. Il raggio d'azione dei carabapenemi comprende la maggior parte dei ceppi patologici esistenti, compresi quelli resistenti.

Gli antibiotici di questo gruppo includono:

rappresentantiNome commerciale e metodo di utilizzo
doripenem

Doriprex: polvere per iniezione: 0,5 g ciascuno. per via endovenosa ogni 8 ore.

Per preparare una soluzione, la polvere deve essere sciolta in 10 ml di soluzione isotonica di cloruro di sodio, aggiungere la miscela risultante in un sacchetto con 100 ml di soluzione isotonica di cloruro di sodio o una soluzione di glucosio al 5%.

ertapenem

Invasione: liofilizzato iniettabile: 1,0 g ciascuno. al giorno, iniettare per 1 iniezione endovenosa / intramuscolare.
Meropenem

Meronem: polvere per iniezione:

  • 0,5 gr. ogni 8 ore (polmonite, infezioni genitourinarie, infezioni della pelle);
  • 1,0 g ciascuno ogni 8 ore (polmonite nosocomiale, sepsi);
  • 2,0 gr. ogni 8 ore (meningite).

Il medicinale viene somministrato per via endovenosa lentamente (entro 5 minuti; la soluzione viene preparata aggiungendo 5 ml di acqua sterile per 250 mg del farmaco) o per via endovenosa a gocce (entro 15-30 minuti; la soluzione viene preparata aggiungendo 50-200 ml di cloruro di sodio isotonico).

Meropenem: polvere per iniezione:

  • 0,5-2,0 gr. al giorno per somministrazione endovenosa;
  • 0,5 gr. ogni 8 ore per iniezione intramuscolare.
Imipenem + cilastatina

Tsilaspen: polvere per iniezione: il metodo di produzione della soluzione e dell'uso è simile al precedente.

Tiepenem: polvere per iniezione: 1,0-2,0 gr. al giorno, iniettare 3-4 infusioni per via endovenosa. Per preparare la soluzione, è necessario aggiungere cloruro di sodio isotonico al flacone in un rapporto di 100 ml di cloruro di sodio per 0,5 g. agitare il preparato fino a quando non è completamente omogeneo.

Tsilapenem: polvere iniettabile: 1,0-2,0 gr. al giorno, iniettare 3-4 infusioni per via endovenosa. Per preparare la soluzione, aggiungere 100 ml di cloruro di sodio isotonico nella fiala e agitare fino a che non siano uniformi..

Tienam: polvere per iniezione: 2,0 gr. al giorno, somministrato per 4 iniezioni per via endovenosa / intramuscolare.

penicilline

Con la scoperta dell'antibiotico di questo particolare gruppo - benzilpenicillina - i medici hanno capito che i germi potevano essere sconfitti. Nonostante la sua venerabile età, la benzilpenicillina viene ancora utilizzata e in alcuni casi è un farmaco di prima linea. Tuttavia, altri nuovi antibiotici a base di penicillina, che possono essere divisi in diversi gruppi, appartengono ad agenti ad ampio spettro..

rappresentantiNome commerciale e metodo di utilizzo
ampicillina

  • compresse: 0,25-0,5 gr. ogni 6 ore 30-60 minuti prima dei pasti.
  • polvere per sospensione: 1,0-3,0 gr. al giorno per 4 dosi; per preparare la miscela aggiungere 62 ml di acqua nel flacone, il dosaggio della miscela viene effettuato utilizzando il misurino allegato, preso con acqua calda.
  • sostanza in polvere: 0,25-0,5 gr. ogni 4-6 ore per via endovenosa / intramuscolare.
Amoxicillina + acido clavulanico

Amoxiclav: compresse: 1 compressa (250 + 125 mg) tre volte al giorno o 1 compressa (500 + 125 mg) due volte al giorno; prendere con il cibo, un corso di somministrazione per 2 settimane. Polvere in sospensione: utilizzare le tabelle allegate per calcolare la dose del medicinale.

Augmentin: compresse: 1 compressa (250 + 125 mg) tre volte al giorno, un ciclo di somministrazione per 2 settimane. Polvere per sospensione: aggiungere 60 ml di acqua pulita a temperatura ambiente al flacone con polvere, attendere 5 minuti, aggiungere il volume di acqua al segno sul flacone, mescolare.

Flemoklav Solutab: compresse: 1 compressa (500 + 125 mg) tre volte al giorno o 1 compressa (875 + 125 mg) due volte al giorno; non masticare, assumere all'inizio del pasto, il corso di somministrazione per 2 settimane.

amoxicillina

Flemoxin Solutab: compresse: 0,5 g ciascuna. due volte al giorno, il corso di ammissione per 2 settimane.

Amoxicillina: compresse: 0,5 g ciascuna. due volte al giorno, il corso di ammissione per 2 settimane.

Amosina: capsule: un regime simile e durata della somministrazione. Polvere per sospensione: versare la polvere da una bustina in un bicchiere con acqua pulita calda, mescolare.

I fluorochinoloni

Probabilmente nessun medico può immaginare la loro pratica medica senza antibiotici fluorochinolonici. I primi rappresentanti sintetizzati di questo gruppo si sono distinti per uno spettro ristretto di azioni. Con lo sviluppo di prodotti farmaceutici, si sono aperte nuove generazioni di agenti antibatterici fluorochinolonici e lo spettro della loro attività si è ampliato.

Gli antibiotici di questo gruppo includono:

rappresentantiNome commerciale e metodo di utilizzo
Sparfloxacin

Sparflo: compresse: 0,1-0,4 gr. al giorno (a seconda del tipo e della gravità dell'infezione).
gatifloxacina

Gatispan: compresse: 0,4 g. x 1 volta al giorno, senza masticare, corso 10 giorni.
moxifloxacina

Moflaxia: compresse: 0,4 g. x una volta al giorno, senza masticare, un corso di 14 giorni.

Avelox: compresse: 0,4 g. x una volta al giorno, senza masticare, un corso di 14 giorni.

levofloxacina

Tavanic: compresse: 0,25 gr. (2 compresse) due volte al giorno o 0,5 g. (1 compressa) 1 volta al giorno con acqua, un corso di 14 giorni.

Floratsid: compresse: 0,5 gr. due volte al giorno senza masticare.

Antibiotici per angina, bronchite e tosse

Le malattie infiammatorie del tratto respiratorio superiore sono tra le più comuni nella pratica clinica. Malattie come la tonsillite e la bronchite sono colpite da bambini e adulti. A volte queste condizioni patologiche possono essere causate da virus, ma spesso si unisce anche un'infezione batterica. In questo caso, è necessario utilizzare farmaci antibatterici (antibiotici). Va ricordato che la terapia antibiotica deve essere eseguita solo dopo un esame completo del paziente, diagnosi e verifica della sensibilità della flora a un particolare antibiotico.

I seguenti farmaci possono essere prescritti per trattare queste malattie:

Nome e gruppo di farmaciDosaggio
Flemoxin Solutab.

Gruppo di penicillina, principio attivo - Amoxicillina.

  • adulti - 1 compressa da 500 mg 2 volte al giorno.
  • bambini di età superiore ai 10 anni - 2 compresse da 250 mg 2 volte al giorno.
  • bambini sopra i 3 anni - 1 compressa da 250 mg 3 volte al giorno.
  • bambini di età inferiore a 3 anni - 1 compressa da 125 mg 3 volte al giorno.
Sumamed.

Il gruppo macrolidico, il principio attivo è l'azitromicina.

  • adulti e bambini sopra i 12 anni - 1 capsula o compressa da 500 mg al giorno.
  • bambini di età superiore a 3 anni - 2 compresse da 125 mg al giorno.
  • bambini di età inferiore a 3 anni - da 2,5 a 5 ml di sospensione al giorno.
Gatispan.

Gruppo di fluorochinoloni, ingrediente attivo - Gatifloxacina.

1 compressa da 400 mg al giorno.
Avelox.

Il gruppo di fluorochinoloni, il principio attivo è la moxifloxacina.

1 compressa da 400 mg al giorno.
Rulid.

Gruppo macrolidi, principio attivo - Roxithromycin.

Adulti e bambini di peso superiore a 40 kg - 2 compresse da 150 mg 1-2 volte al giorno.

In altri casi, il dosaggio viene calcolato individualmente.

AzitRus.

Il gruppo macrolidico, il principio attivo è l'azitromicina.

Adulti e bambini di età superiore ai 12 anni: 1 capsula o compressa da 500 mg al giorno.

Bambini di età superiore a 3 anni - 10 mg per 1 kg di peso al giorno.

Un forte aumento della temperatura corporea, un aumento dei segni di intossicazione generale (debolezza, mal di testa, dolore muscolare, vertigini) e una tosse con scarico di espettorato purulento possono indicare un'infezione batterica;.

I principi di scelta dei migliori antibiotici per i bambini

Affinché gli antibiotici siano più efficaci, sicuri e non producano effetti collaterali, è importante seguire determinati principi e regole nella loro prescrizione.

Quindi gli antibiotici selezionati dal medico saranno i migliori nel trattamento della patologia:

  • gli antibiotici sono prescritti solo con una comprovata infezione microbica o con elevate possibilità di sviluppo, con forme complicate di patologie, quando i rischi di esiti avversi della malattia sono elevati
  • i farmaci vengono selezionati in base ai patogeni più probabili in una determinata regione e per una data età, i dati sulla loro resistenza a determinati agenti
  • è importante considerare i precedenti episodi di trattamento antibiotico, se effettuati nei tre mesi precedenti, al fine di escludere il trasporto di ceppi resistenti
  • quando si prescrivono farmaci in ambulatorio, sono applicabili solo forme orali, solo per indicazioni speciali sono prescritte iniezioni.

È vietato assumere farmaci con effetti potenzialmente tossici nelle condizioni di trattamento domiciliare - un gruppo di aminoglicosidi, cloramfenicolo, fluorochinolone e biseptolo. Quando si scelgono gli antibiotici per situazioni cliniche complesse, è anche importante considerare le limitazioni di età - ad esempio, per le tetracicline che sono accettabili solo dai 12 anni, poiché i periodi precedenti della loro somministrazione comportano gravi conseguenze per la salute.

Possibili complicazioni

Con tutti i benefici che offre un ampio spettro di azione antibiotica, tali medicinali non possono essere considerati una panacea. L'uso non controllato può influire sulla salute..

In particolare, sorgono le seguenti complicazioni:

  1. Secondo alcuni rapporti, i bambini che hanno assunto antibiotici ad ampio spettro nel loro primo anno di vita hanno maggiori probabilità di sviluppare l'asma.
  2. L'uso improprio di antibiotici può portare a una diminuzione della sensibilità ai farmaci. Spesso questo si osserva nelle persone che non hanno completato l'intero corso della terapia, ma hanno interrotto il trattamento prima del periodo indicato dal medico. In questo caso, l'antibiotico è riuscito a uccidere solo i batteri deboli e sensibili. I restanti iniziano a moltiplicarsi, causano un nuovo ciclo di malattia, ma non rispondono più al trattamento con l'antibiotico iniziale.
  3. L'uso a lungo termine di determinati farmaci porta a gravi complicazioni. Le penicilline possono avere un effetto tossico sul sistema nervoso centrale e la streptomicina può influenzare il nervo uditivo..
  4. Distruzione di microflora benefica e conseguenti problemi a carico del tratto gastrointestinale. Gli antibiotici ad ampio spettro distruggono tutti i batteri, compresi quelli di cui abbiamo bisogno. Pertanto, insieme a loro vengono spesso prescritti probiotici o prebiotici, che aiutano a mantenere una normale condizione intestinale.

Pertanto, lo spettro d'azione universale degli antibiotici non è un motivo per essere trattati da soli. Solo un medico può scegliere il farmaco giusto, prescrivere dosi, prescrivere la durata del corso. E, naturalmente, è lo specialista che determina l'opportunità di assumere antibiotici in quanto tali.

Gli antibiotici sono potenti sostanze di origine naturale, sintetica o semisintetica, che contribuiscono alla soppressione della crescita e dell'attività vitale dei microrganismi patogeni..

I farmaci ad ampio spettro sono efficaci contro la maggior parte dei batteri allo stesso tempo e la loro nuova generazione provoca danni minimi al corpo..

La selezione di un farmaco adatto dipende principalmente dalla diagnosi, quindi dal meccanismo della sua azione, dal grado di effetti tossici e dalle proprietà farmacocinetiche. L'auto-selezione e l'uso di farmaci antibatterici è pericoloso e inaccettabile.

11 regole per l'assunzione di antibiotici per un trattamento efficace

Gli antibiotici combattono rapidamente ed efficacemente le infezioni batteriche. Tuttavia, la forza degli antibiotici può indebolirsi se non seguiamo le regole per il loro uso. Controlla se conosci le regole per l'assunzione sicura di antibiotici.

Regole per l'assunzione di antibiotici

  1. Prendi il medicinale un'ora prima dei pasti o due dopo di esso. Ogni pasto, particolarmente ricco di carboidrati (ad esempio verdure, prodotti a base di cereali), riduce l'assorbimento delle sostanze contenute nel preparato.
  2. Non rosicchiare compresse o versare il contenuto della capsula. Se si rosicchia una compressa, una dose più piccola cadrà nello stomaco. Inoltre, alcuni farmaci devono entrare nello stomaco nel guscio in modo che non venga distrutto nell'acido cloridrico..

Importante! L'efficacia dipende dal tipo di farmaco. Alcuni antibiotici agiscono contemporaneamente su diversi tipi di batteri (ad esempio, tetraciclina, doxiciclina, clindamicina, keomicina), mentre altri uccidono solo alcuni tipi di microrganismi (ad esempio penicillina, syntarpen, zinnat). Una novità sono i cosiddetti antibiotici di tre giorni (ad esempio Sumamed, Azimitsi, Oranex). Tali farmaci vengono assunti per 3 giorni solo una compressa. A causa del fatto che vengono lentamente escreti, hanno un effetto prolungato fino a 7 giorni. Sfortunatamente, a causa dell '"uso incontrollato" di questi farmaci, molti batteri sono riusciti ad abituarsi a loro, quindi spesso il corso del trattamento deve essere ripetuto dopo alcuni giorni.

  • Non assumere il medicinale con succhi di agrumi, latte o bevande analcoliche non gassate. I composti contenuti nei succhi rendono difficile l'assorbimento dei farmaci dal tratto gastrointestinale. Il latte e i prodotti lattiero-caseari (kefir, yogurt, formaggio) contengono molto calcio, che reagisce con molti farmaci, formando sali insolubili in acqua - l'antibiotico viene assorbito peggio (solo il 50%). Non è tuttavia necessario abbandonare completamente i prodotti lattiero-caseari. Devi solo prendere il farmaco 2 ore prima o dopo aver consumato prodotti lattiero-caseari. È meglio bere antibiotici con una grande quantità di acqua naturale con un basso contenuto di sali minerali.
  • L'antibiotico deve essere assunto "con l'orologio in mano" e senza modificare la dose. Di norma, viene assunto a intervalli regolari: ogni 4, 6 o 8 ore e farmaci di nuova generazione 1-2 volte al giorno. Si tratta di mantenere un livello costante del farmaco nel sangue. Quando la concentrazione dell'antibiotico è insufficiente, i batteri inizieranno a moltiplicarsi e adattarsi a nuove condizioni. Ciò può portare allo sviluppo di superinfezione. Se è in ritardo assumendo la dose entro un'ora, prenda il medicinale in base alla dose prescritta. Se l'interruzione è più lunga, salti una dose. Non assumere mai una doppia porzione, perché aumenta il rischio di effetti collaterali..
  • Guarda il tuo corpo rispondere agli antibiotici. Di norma, qualsiasi terapia è accompagnata da effetti collaterali. Finché sono meno pericolosi dell'infezione stessa, la medicina è considerata sicura. Tuttavia, in caso di indebolimento, orticaria, diarrea persistente o vomito, è necessario consultare il proprio medico in modo che decida di sostituire il farmaco. In caso di soffocamento, gonfiore della lingua o della laringe, pallore della pelle, perdita di coscienza, chiamare immediatamente un medico. Tali sintomi possono indicare shock anafilattico potenzialmente letale. Succede raramente, ma richiede cure mediche immediate..
  • Durante il trattamento, smettere di bere alcolici. Anche le bevande alcoliche leggere interagiscono con alcuni antibiotici. Può complicare o aumentare la loro digeribilità da parte del corpo e talvolta aggravare gli effetti collaterali.
  • Al momento dell'assunzione di antibiotici, dovresti abbandonare l'uso di ferro, calcio e farmaci usati per trattare l'alta acidità dello stomaco, perché si legano l'un l'altro e non vengono assorbiti dal tratto gastrointestinale. Non assumere vitamine perché sono un buon terreno fertile per i batteri. Bevi un ciclo di multivitaminici dopo il trattamento per rafforzare il corpo.
  • Non interrompere il trattamento immediatamente dopo la scomparsa dei sintomi. Di norma, il trattamento dura 3, 7 o 10 giorni. Ma il medico decide a riguardo. Nell'infiammazione acuta della vescica, un antibiotico è sufficiente per 3 giorni e l'angina pectoris grave a volte richiede un trattamento di due settimane. Già nel mezzo del trattamento, quando un antibiotico uccide la maggior parte dei batteri, ti sentirai meglio. Tuttavia, è necessario portare il farmaco fino alla fine. Altrimenti, parte dei batteri inizierà a moltiplicarsi di nuovo, causando una ricaduta della malattia.

    Rendilo un must! Se le infezioni si ripresentano, seguire antibiogramma - Alcuni esperti conducono tali studi già prima dell'inizio del primo ciclo di trattamento antibiotico, ad esempio se si sospetta un'infezione del tratto urinario e si utilizza il trattamento con altri farmaci per ottenere il risultato. I non vedenti scelgono un antibiotico per le infezioni acute, perché ritardare il trattamento rischia di complicazioni molto gravi.

  • Non assumere antibiotici da solo, senza consultare un medico. Il farmaco, che è rimasto dopo il precedente trattamento di una malattia simile, potrebbe non solo aiutare, ma anche danneggiare. Un antibiotico casuale causerà il caos sulla flora batterica naturale e indebolirà il sistema immunitario. Ricorda che in caso di raffreddore comune sono sufficienti una goccia per il naso, sciroppo per la tosse, un letto caldo e qualche giorno di riposo.
  • Dopo aver assunto l'ultima dose di antibiotico, prenditi cura di ripristinare la flora batterica naturale. I preparati contenenti colture vive di batteri lattici (ad esempio Latsidofil, Trilak, Laktsid, Nutriplant) ti aiuteranno in questo. Ripristinano la corretta composizione della flora e migliorano le difese naturali dell'organismo, prevenendo ulteriori infezioni.
  • Antibiotici del benessere: come berlo correttamente, quando è inutile e quando è pericoloso

    Compresi con i medici nei principali miti che circondano gli antibiotici

    Con l'avvento degli antibiotici - sostanze che inibiscono la crescita dei batteri e quindi bloccano il processo infiammatorio nel corpo causato da questi batteri - le persone hanno smesso di morire per numerose malattie infettive e hanno iniziato a vivere più a lungo in generale. Spesso, i farmaci antibatterici possono essere acquistati in farmacia senza prescrizione medica, sebbene tutti questi farmaci siano prescritti. L'assunzione incontrollata porta al fatto che i batteri cambiano notevolmente (compaiono forme resistenti) e i farmaci contro di loro non funzionano più. Inoltre, aumenta il rischio di reazioni avverse, che possono essere più gravi della malattia stessa. Come prendere gli antibiotici quando sono inutili da bere e in quali casi è pericoloso, The Village lo ha scoperto dai medici.

    Testo: Evgenia Skvortsova

    Marina Laur

    Terapeuta presso la Dawn Clinic

    Valentin Kovalev

    specialista in malattie infettive, pediatra della Dawn Clinic

    Ekaterina Stepanova

    Ph.D., specialista in malattie infettive, terapista presso la H-Clinic

    Come funziona un antibiotico?

    Un antibiotico è un composto chimico complesso. Agisce sulla cellula batterica, distruggendo la parete cellulare, il nucleo o altri componenti. Il virus, a differenza di un batterio, non ha una cellula - solo una catena di DNA o RNA e un rivestimento proteico attorno ad esso, il che significa che un antibiotico non può influenzarlo. Un agente antibatterico è inutile nel trattamento di malattie virali, come ad esempio l'influenza. Secondo Valentin Kovalev, uno specialista in malattie infettive della Dawn Clinic, gli antibiotici possono essere necessari solo se un'infezione batterica si è unita alla influenza - otite media o sinusite. La faringite acuta (un processo infiammatorio nella gola) è spesso causata da virus e qui gli antibiotici sono impotenti. Un'eccezione è la faringite streptococcica (tonsillite streptococcica), che non può essere curata senza un agente antibatterico..

    Quando è necessaria la profilassi antibiotica

    Bere un antibiotico, ad esempio, con infezioni virali respiratorie acute nella speranza di prevenire complicanze batteriche (sinusite, otite media, polmonite) è fondamentalmente sbagliato. La terapista della clinica "Dawn" Marina Laur attira l'attenzione: un farmaco antibatterico è prescritto solo in caso di complicanze batteriche confermate, mentre l'uso precoce di antibiotici per il raffreddore aumenta solo la probabilità di complicanze batteriche. Il fatto è che se l'antibiotico è stato prescritto per la prevenzione, è troppo presto e l'infezione batterica si è comunque unita, quindi questi saranno altri microrganismi - e il medico dovrà prescrivere un secondo farmaco con l'antibiotico.

    Tuttavia, esiste il concetto di "profilassi antibiotica" in medicina. È pertinente, ad esempio, durante le operazioni chirurgiche pianificate, quando un breve ciclo di antibiotici può proteggere dallo sviluppo di complicanze infettive. Per la profilassi, gli antibiotici sono anche prescritti per le persone con valvole cardiache protesiche prima di iniziare il trattamento dentale o per i pazienti con determinate infezioni quando non esiste ancora una conferma accurata dell'infezione. Quindi, con una puntura di zecca, viene prescritto un antibiotico per prevenire la borreliosi (malattia di Lyme).

    Un altro esempio della cosiddetta profilassi post-esposizione è la somministrazione di un antibiotico a un bambino che ha avuto contatti con una pertosse o un'infezione da meningococco. Tale prevenzione interrompe la diffusione del patogeno e riduce il rischio di sviluppare la malattia.

    Perché vietare gli antibiotici

    I farmaci antibatterici sono divisi in gruppi, si differenziano per il loro effetto e gli effetti indesiderati. La gravità degli effetti collaterali e la probabilità di un'allergia all'antibiotico sono ciò che influenza la scelta di un farmaco antibatterico in ogni caso. La reazione al farmaco dipende non solo dal farmaco stesso, ma anche dal corpo del paziente. Se una persona ha malattie croniche, il loro decorso può peggiorare durante l'assunzione dell'antibiotico prescritto. Pertanto, è così importante informare il medico delle malattie concomitanti e della presenza di allergie, anche se molto tempo fa. I sintomi di quest'ultimo sono prurito della pelle, gonfiore delle vie respiratorie o persino shock anafilattico (di solito dopo un'iniezione di antibiotici), quando la pressione diminuisce drasticamente, si verifica una svenimento e la persona ha bisogno di rianimazione urgente.

    Vertigini, mal di testa, nausea, vomito, gonfiore, feci molli sono manifestazioni comuni in risposta alla terapia antibiotica. Ma questo non è l'intero elenco di reazioni tossiche. Alcuni antibiotici sono epatotossici (amfotericina, eritromicina) - peggiorano la funzionalità epatica e aumentano il rischio di ittero e negli anni '60 l'assunzione di antibiotici potrebbe persino provocare la perdita dell'udito. Ciò è dovuto alle sostanze del gruppo aminoglicosidico: neomicina, streptomicina, kanamicina, gentamicina, amikacina. In precedenza, hanno trattato le infezioni intestinali (oggi hanno imparato a risolvere questo problema in modo diverso, di solito senza antibiotici). Attualmente, i vecchi aminoglicosidi sono usati estremamente raramente e solo per indicazioni rigorose (ad esempio, con infezioni purulente della cavità addominale e del bacino in combinazione con altri mezzi) - sono stati sostituiti da farmaci più moderni e sicuri.

    Una frequente complicazione della terapia antibiotica è lo sviluppo della cosiddetta diarrea associata agli antibiotici. Di solito non ha bisogno di essere trattato in aggiunta, ma se i disturbi persistono da due a tre giorni dopo un ciclo di antibiotici, vale la pena consultare un medico. "La causa di tale diarrea può essere il Clostridium difficile attivato, un batterio dell'intestino crasso che, in determinate condizioni (sotto l'influenza di un antibiotico), può moltiplicarsi attivamente e diventare microbi patogeni", spiega Marina Laur. "Per risolvere il problema, è necessario bere altri antimicrobici (metronidazolo, vancomicina) che inibiscono la crescita dei batteri".

    Una complicanza rara ma molto grave della terapia antibiotica è l'ematopoiesi

    Una complicazione rara ma molto grave della terapia antibiotica è una violazione della formazione del sangue. È causato dall'antibiotico Levomicetina, che, a causa della sua elevata tossicità, non viene rilasciato in compresse e capsule in diversi paesi, ma la Russia non si applica a loro. "In passato, la levomicetina è stata di grande aiuto nella lotta contro l'infezione da meningococco, ma ora ha lasciato il posto a antibiotici più moderni e meno tossici (cefalosporine di terza e quarta generazione, carbapenemi)", afferma Ekaterina Stepanova. - A volte le persone bevono Levomicetinum nel trattamento della diarrea alla vecchia maniera, ma questo non è giustificato. Ci sono ancora colliri con questo antibiotico, la cui efficacia è anche bassa. " Nelle farmacie viene erogata la “Levomicetina”, ma anche se un medico prescrive il farmaco, prima di prenderlo, dovresti mostrarti a un altro specialista e cercare un rimedio alternativo.

    Un gruppo piuttosto ampio di farmaci antibatterici viene utilizzato in pediatria. Ma ci sono antibiotici che sono controindicati durante l'infanzia a causa della capacità di influenzare la crescita e la mancanza di dati sulla loro sicurezza. Ad esempio, gli antibiotici tetracicline non possono essere assunti fino a nove anni, fluorochinoloni - fino a 15 anni. Quando si prescrive un antibiotico, la dose del farmaco deve essere calcolata tenendo conto dell'età e del peso del bambino.

    Con grande cautela, le donne in gravidanza dovrebbero assumere antibiotici, se davvero non si può fare a meno di tale trattamento (ad esempio, in caso di polmonite, pielonefrite, colecistite). Sono particolarmente pericolosi nel primo trimestre di gravidanza, quando è in corso la posa dei principali organi e sistemi del futuro organismo. Durante la gravidanza, le tetracicline sono assolutamente controindicate (possono portare a una ridotta formazione di ossa, denti nel feto), aminoglicosidi (possono causare oto- e nefrotossicità), nonché cloramfenicolo, sulfonamidi e nitrofurani. Alle donne in gravidanza vengono prescritti solo antibiotici relativamente sicuri ufficialmente autorizzati durante la gravidanza: penicilline, cefalosporine, macrolidi.

    I batteri che non hanno paura degli antibiotici

    Da un lato, l'avvento degli antibiotici ha portato a una vera rivoluzione: è diventato possibile far fronte a malattie che in precedenza erano state considerate incurabili. Quindi, dal 1943, hanno imparato a trattare efficacemente la sifilide (il suo agente causale, il treponema pallido, è sensibile alla penicillina). Anche se al momento possono sorgere difficoltà. "Negli ultimi anni, il numero di pazienti con sifilide è aumentato, perché le persone spesso non usano il preservativo durante il rapporto", afferma Ekaterina Stepanova. - Inoltre, molti non sanno che la sifilide viene trasmessa durante il sesso orale e con baci profondi, se ci sono ulcere sulla mucosa orale. Certo, oggi la sifilide viene trattata con antibiotici, ma è molto importante scoprirlo al più presto (per questo è necessario sottoporsi regolarmente a test in caso di rischi), perché i casi trascurati in cui l'agente patogeno colpisce il sistema nervoso sono ancora difficili nella diagnosi e in trattamento ".

    D'altra parte, la resistenza batterica agli antibiotici è un grosso problema in medicina. I microbi mutano e compaiono forme di batteri sulle quali gli antibiotici esistenti non agiscono più. Di conseguenza, l'efficacia dei farmaci abituali è notevolmente ridotta e i nuovi farmaci appaiono estremamente raramente..

    Terapeuta presso la Dawn Clinic

    Uno dei fattori chiave nello sviluppo della resistenza è l'uso incontrollato e improprio di farmaci antibatterici. Con un antibiotico selezionato in modo errato, la sua dose insufficiente, l'inosservanza del periodo di trattamento, i microbi non muoiono, ma cambiano la loro struttura e la volta successiva lo stesso antibiotico non aiuterà il paziente. Esiste solo un modo per uscire dalla situazione: non assumere antibiotici inutilmente e, se un medico li ha prescritti, seguire tutte le raccomandazioni. È importante ricordare la prevenzione delle comuni malattie batteriche e virali con complicanze: dovresti essere vaccinato contro l'influenza ogni anno e vaccinato contro lo pneumococco - uno dei principali agenti causali delle malattie respiratorie - solo una volta.

    Come bere antibiotici

    Le indicazioni per l'uso devono essere determinate dal medico curante. Ecco le regole da seguire in modo che il trattamento antibiotico sia benefico:

    Non violare il dosaggio, il tempo e la frequenza di somministrazione

    È importante che la concentrazione del farmaco nel sangue non diminuisca molto: la riproduzione dei batteri non deve riprendere.

    Bevi antibiotici con acqua naturale e bevi più liquidi durante l'intero trattamento

    Vale anche la pena mangiare cibi meno grassi e non lasciarti coinvolgere dalle spezie piccanti.

    Tieni traccia dei tuoi sentimenti

    L'efficacia della terapia antimicrobica è determinata il terzo giorno. Ciò non significa che a questo punto sta arrivando il recupero, ma dovrebbe esserci una tendenza positiva. In caso contrario, il medico può sostituire l'antibiotico con un altro. Sarà inoltre necessaria assistenza specialistica immediata in caso di allergia al farmaco (di solito appare il primo giorno di ammissione).

    Sottoporsi a un ciclo completo di trattamento

    Nell'infezione acuta senza complicazioni, di solito ci vogliono dai cinque ai sette giorni. Non è necessario smettere di assumere il farmaco prescritto semplicemente perché è migliorato: la scomparsa dei sintomi non è sempre un'indicazione che l'infezione è completamente sradicata. Ma non è necessario allungare il corso del trattamento senza necessità: secondo i medici, con un uso prolungato, gli antibiotici non solo possono smettere di aiutare in futuro, ma anche peggiorare il funzionamento del sistema immunitario.

    Controlla se il trattamento è lungo

    Tuttavia, nei casi più gravi e nelle malattie croniche, il trattamento può essere prolungato fino a due settimane o più. Ad esempio, le infezioni intracellulari non vengono trattate rapidamente. I cicli antibatterici più lunghi sono utilizzati per la tubercolosi, la malattia di Lyme e la micobatteriosi e possono richiedere più di un anno.

    Al fine di non piantare il fegato e non causare danni ancora maggiori alla salute, dovrebbe essere eseguito un test di chimica del sangue: se ALT e AST sono normali, allora il fegato sta affrontando. Allo stesso tempo, gli antibiotici possono avere effetti collaterali - in questo caso, il medico prescriverà un controllo tenendo conto delle malattie croniche del paziente e delle caratteristiche dell'antibiotico.

    Pillole o iniezioni - che è meglio?

    L'efficacia di un antibiotico dipende dalla sensibilità del patogeno ad esso e dalla forma di somministrazione sulla biodisponibilità. La maggior parte dei farmaci antibatterici è disponibile in compresse, capsule e per bambini in sospensione. "Nella maggior parte dei casi, queste forme sono le più adatte. In modo efficace, relativamente sicuro e non richiede costi aggiuntivi ", spiega Valentin Kovalev. - Gli antibiotici per via endovenosa vengono generalmente somministrati in situazioni critiche (ad esempio, quando una persona si trova in una condizione grave o è incosciente) al fine di raggiungere rapidamente una certa concentrazione del farmaco nel sangue. Ma le iniezioni intramuscolari sono, piuttosto, una reliquia dell'era sovietica: nel mondo civile, gli antibiotici non vengono somministrati in questo modo ”.

    "Ci sono farmaci che sono scarsamente assorbiti quando assunti per via orale e vengono iniettati", aggiunge Ekaterina Stepanova. - Di norma, si tratta dei cosiddetti antibiotici di riserva (antibiotici molto potenti). Questo è probabilmente il motivo per cui è apparso il mito che i farmaci intramuscolari agiscono più velocemente e meglio. Ma non è così. La maggior parte delle malattie viene trattata con successo con antibiotici in compresse. E solo se non esiste un'opzione adatta nelle compresse o, ad esempio, una persona non può deglutire per qualche motivo, viene scelta la forma di iniezione del farmaco ".

    Antibiotici e alcol

    Qualsiasi sostanza che entra nel corpo deve essere rimossa da esso. Per questo, funzionano gli enzimi che scompongono molecole complesse in molecole semplici e rimuovono tutte le sostanze non necessarie. In presenza di alcol nel sangue, i sistemi enzimatici sono bloccati: il corpo riceve un doppio effetto tossico sulle proprie cellule e tessuti. La reazione a questo effetto può essere diversa (a seconda del gruppo di antibiotici e della quantità di alcol consumata) - da un'eruzione allergica a uno shock anafilattico, quindi è meglio non rischiare.

    Recupero dopo il trattamento

    Il valore del trattamento antibiotico è che colpiscono esattamente l'obiettivo: bloccare o uccidere l'agente causale della malattia. Tuttavia, durante questo trattamento, non solo patogeno, ma soffre anche della normale flora intestinale, che deve essere ripristinata.

    I medici stanno ancora prescrivendo di bere probiotici con antibiotici (quelli sono i batteri più utili per lo stomaco), ma il loro bisogno è in dubbio. Numerosi studi sono stati condotti nel mondo sulla possibilità di utilizzare i probiotici per prevenire gli effetti negativi degli antibiotici. “Nel 2017, l'Organizzazione mondiale per la gastroenterologia (WGO) ha adottato raccomandazioni pratiche sui probiotici. È stato notato che esiste una forte evidenza dell'efficacia dei probiotici nella prevenzione della diarrea nei pazienti che assumono antibiotici ", afferma Marina Laur.

    Ma mentre l'uso di probiotici è solo di natura consultiva. Ma bere durante il trattamento molta acqua - non fa male.

    Per quanto riguarda le vitamine, secondo i medici, non sono indicate nel periodo acuto di una malattia infettiva

    Per quanto riguarda le vitamine, secondo i medici, non sono mostrate nel periodo acuto di una malattia infettiva e l'efficacia degli immunomodulatori (sostanze che possono avere un effetto regolatorio sul sistema immunitario) è completamente discutibile - non ci sono stati studi randomizzati seri di questi farmaci, il che significa le conseguenze della loro applicazione sono imprevedibili.

    "Allo stesso tempo, le raccomandazioni cliniche ufficiali si basano spesso sulle informazioni di piccoli esperimenti e, di conseguenza, possono essere trovati anche immunomodulatori", Ekaterina Stepanova attira l'attenzione. "Tutto ciò complica il lavoro dei medici seguendo i principi della medicina basata sull'evidenza e impedisce al paziente di comprendere il suo problema di salute"..