Image

Infiammazione delle appendici: come prevenire complicanze e ricadute

Il nostro esperto - ginecologo Marina Vasilieva.

Chi è a rischio?

Si bagna i piedi, si congela, cammina con il suo bambino, fa il bagno nel mare freddo... Molti considerano la causa principale dell'infiammazione delle appendici: l'ipotermia. I medici non discutono: questo, ovviamente, è un fattore di rischio per annessite, ma non quello principale. Dopo aver preso un raffreddore, puoi avere un naso che cola e un mal di gola - l'ipotermia riduce il tono vascolare, indebolisce le difese del corpo.

Eppure, il motivo principale che provoca annessite è un'infezione che può entrare nella cavità uterina non solo dopo un rapporto sessuale non protetto, ma anche dopo un aborto o studi che richiedono un intervento intrauterino.

Anche i processi infiammatori nelle appendici provocano dispositivi intrauterini. È vero, l'unica eccezione è il sistema contraccettivo intrauterino con levonorgestrel (un ormone simile al progesterone naturale). L'ormone uniformemente, in quantità molto piccole, viene escreto quotidianamente nella cavità uterina. Il levonorgestrel ha un effetto locale sull'endometrio dell'utero, che in realtà impedisce la gravidanza. Inoltre, aumenta la viscosità del muco nel canale cervicale, il che complica la penetrazione delle infezioni nella cavità uterina.

Cosa sta succedendo?

Se l'infezione riesce a sfondare la barriera protettiva e cadere nelle tube di Falloppio, inizia a moltiplicarsi rapidamente e si verifica un'infiammazione. Molto spesso, il processo infiammatorio si estende alle ovaie..

I classici sintomi di annessite acuta sono:

  • dolore nella parte inferiore dell'addome, che può restituire alla parte bassa della schiena o alla coscia;
  • secrezione (giallastra o purulenta);
  • aumento della temperatura a 38–39 gradi;
  • nei primi giorni - disturbo della minzione;
  • deterioramento generale della salute, debolezza;
  • possibili interruzioni del ciclo.

Tuttavia, siamo tutti diversi e ognuno di noi può avere una malattia a modo suo. Trovato un problema: non rimandare una visita dal medico e, soprattutto, non cercare di essere curato da solo. Spesso le donne su consiglio degli amici iniziano a prendere antibiotici: dicono, comunque, il medico prescriverà! Dopo una settimana o dieci giorni, il dolore si attenua, la temperatura diventa normale e sembra che tutto sia in ordine. E la malattia, nel frattempo, diventa silenziosamente cronica.

Il più pericoloso!

Nell'adnexite cronica, la temperatura di solito rimane normale, periodicamente preoccupanti dolori doloranti nell'addome inferiore, il ciclo mensile può essere disturbato e talvolta si verificano processi infiammatori del sistema urinario.

L'annessite cronica è molto grave: si formano delle commissioni all'interno delle tube di Falloppio che impediscono la cattura delle uova. Il rischio di una gravidanza extrauterina aumenta notevolmente. Un processo di adesione avviato può portare a una completa ostruzione dei tubi, il che significa che la gravidanza diventerà impossibile. Spesso con annessite cronica, le funzioni sessuali sono disturbate. Spesso ci vogliono anni per il trattamento, ed è tutt'altro che un lieto fine nel finale.

La diagnosi è corretta??

Altre malattie possono essere nascoste sotto la maschera di annessite. Ad esempio, endometriosi o ovaio policistico, in cui un trattamento completamente diverso. Un medico esamina le condizioni dell'utero, della cervice, delle appendici. Inoltre, sono necessari altri studi:

  • esame del sangue clinico (con processo infiammatorio, ESR, aumento dei globuli bianchi);
  • striscio vaginale (mediante batterioscopia viene rilevato l'agente causale della malattia);
  • Ultrasuoni pelvici (per escludere una gravidanza extrauterina, la presenza di una cisti o altre patologie).

Come trattare?

Nell'adnexite acuta, è importante sopprimere rapidamente i processi infiammatori nelle appendici uterine, alleviare il dolore e anche aiutare le difese del corpo a lavorare più attivamente. Pertanto, il medico prescrive un trattamento completo: antibiotici, antidolorifici e farmaci che migliorano la microcircolazione del sangue, nonché vitamine.

Quando la temperatura diventa normale, il dolore scompare, procedere con attenzione alla fisioterapia. Se riesci a catturare la malattia all'inizio, il corso del trattamento richiederà 2-3 settimane. Ovviamente puoi essere curato a casa, ma è meglio andare in ospedale: con l'annessite, il riposo è necessario. Ma la casa non è all'altezza: ti alzi per cucinare cibo, per incontrare un bambino di un asilo o di una scuola, per dare da mangiare a tuo marito che è tornato dal lavoro. Inoltre, durante il trattamento viene imposto un divieto assoluto sul sesso: non pattinano con una gamba rotta...

L'annessite cronica, come qualsiasi malattia che ha ricevuto una "residenza" permanente nel corpo, è difficile da trattare. Gli antibiotici in questa situazione non aiuteranno. Viene prescritta la fisioterapia: elettroforesi, ultrasuoni, magnetoterapia, irrigazione, farmaci che migliorano il trofico e la microcircolazione. La fangoterapia è efficace, ma ha controindicazioni: tumori benigni e tumori.

Anche la dieta guarisce

Durante un'esacerbazione di annessite, è necessaria una dieta ipoallergenica. Sono escluse proteine ​​dell'uovo, cioccolato, kiwi, latte e altri prodotti che possono provocare reazioni allergiche. Sono vietati cibi piccanti, caffè, restrizioni su dolci e farina. Si raccomandano piatti bolliti e in umido, bevande abbondanti: tè debole al limone, acqua minerale, bevande alla frutta di mirtilli rossi o mirtilli rossi, infuso di rosa canina.

Durante l'assunzione di antibiotici, non dovresti bere kefir, latte fermentato fermentato, yogurt: indeboliscono l'effetto del farmaco. È molto importante assicurarsi che gli intestini vengano svuotati regolarmente, quindi il menu dovrebbe contenere più frutta e verdura.

Su una nota

Poiché la causa principale dell'infiammazione delle appendici è l'infezione, al fine di proteggerti da questa malattia, devi seguire una serie di semplici regole:

► Scegli biancheria intima realizzata con materiali naturali in modo che la pelle possa respirare liberamente e non intrappolare i batteri nocivi sulla sua superficie.

► Cerca di indossare abiti meno stretti, non indossare collant al caldo.

► Non andare a lungo in costume da bagno bagnato. Un ambiente umido è favorevole per l'attivazione dei batteri. Dopo una doccia o un bagno, asciugare a fondo la pelle attorno ai genitali da davanti a dietro..

► Non lasciarti trasportare da vari oli igienici, spray, polveri e deodoranti genitali. Può causare irritazione e provocare infezioni..

► Evitare stress che indeboliscono il sistema immunitario..

► Non automedicare. Se sospetti un'infezione, contatta il tuo ginecologo..

Importante

Se la gravidanza si è verificata sullo sfondo di un processo infiammatorio esistente negli organi pelvici, allora dovrebbe essere tenuto presente che a causa di una diminuzione completamente naturale dell'attività del sistema immunitario durante la gravidanza, l'infezione "alzerà la testa" e la malattia peggiorerà. Un processo infettivo persistente (non trattato o non trattato) che colpisce il canale del parto (cioè cervice, vagina e genitali esterni) è irto di infezione del bambino durante il parto, quando un bambino sano che evita in modo sicuro il contatto intrauterino con l'infezione a causa della protezione delle membrane diventa completamente indifeso. In tali casi, i medici spesso insistono su un taglio cesareo.

Un'esacerbazione del processo infiammatorio è irta della minaccia dell'aborto, tale gravidanza è sempre difficile da mantenere. Inoltre, il trattamento antibatterico richiesto non è indifferente al feto in via di sviluppo.

A proposito

► L'annessite è spesso colpita da giovani donne dai 20 ai 40 anni.

► Questa malattia è più comune del 25% nelle donne che usano il dispositivo intrauterino.

► Nell'85% dei casi, la malattia diventa cronica.

► Ogni quinto paziente con annessite cronica presenta infertilità.

Il processo infiammatorio in ginecologia. Sintomi, trattamento: supposte, droghe

I sintomi del processo infiammatorio in ginecologia per varie malattie sono spesso simili. Sono espressi da aumento della temperatura corporea, debolezza generale, sindrome dolorosa, segni di intossicazione del corpo. Affinché il medico sia in grado di determinare con precisione la malattia, è necessaria una diagnosi approfondita. Successivamente, viene prescritto un trattamento conservativo o chirurgico..

Cause di infiammazione genitale femminile

Gli specialisti distinguono 3 fattori provocatori, in presenza dei quali può iniziare l'infiammazione attiva: meccanica, termica e chimica. Tuttavia, molto spesso, le malattie si verificano dopo che rappresentanti patogeni della flora entrano nel tratto genitale.

Spesso, la principale via di trasmissione è l'intimità non protetta con il corriere del virus. Ma è possibile che l'infezione si sia verificata usando solo biancheria, asciugamani e prodotti per l'igiene personale.

Fattori infiammatori

Il processo infiammatorio in ginecologia, i cui sintomi sono pronunciati o deboli, si verifica in donne di età diverse sotto l'influenza di alcuni fattori concomitanti.

Questi includono:

    Intimità con un agente infettivo o un partner non verificato.

Il processo infiammatorio in ginecologia è spesso causato da una STI.

  • Violazione delle norme igieniche - lavaggio raro o troppo frequente dei genitali.
  • La presenza di altre patologie: la progressione di malattie acute o croniche.
  • Indossare continuamente biancheria intima sintetica: esiste la possibilità di sviluppare una reazione allergica che provocherà infiammazione.
  • Riduzione dell'immunità - quando il solo corpo non può sopprimere il processo di propagazione dei batteri opportunistici.
  • L'esposizione prolungata al freddo è il fattore più comune la cui influenza aumenta il rischio di infiammazione..
  • Diabete mellito: in presenza di questa patologia, le donne sono costantemente a rischio di candidosi vaginale.
  • Alcune procedure diagnostiche o terapeutiche ginecologiche possono essere un fattore scatenante per lo sviluppo dell'infiammazione. Ciò vale in particolare per il curettage e l'aborto..

    Forme di malattie infiammatorie

    Per natura del corso, i ginecologi distinguono i processi infiammatori acuti e cronici. Nel primo caso, i sintomi sono pronunciati e nel secondo, praticamente non ci sono segni di patologia.

    Specifico

    Non specifico

    Il moduloGli agenti patogeniCausa
    • Gonorrea
    • tricomoniasi
    • Sifilide
    • HIV
    • Tubercolosi
    • HPV
    • erpete
    • stafilococchi
    • Streptococco
    • E. coli
    Riproduzione attiva della flora opportunistica nel corpo.

    Tipi di malattie infiammatorie e loro sintomi

    In ginecologia, le malattie accompagnate da un processo infiammatorio hanno spesso sintomi simili. Possono svilupparsi a seguito di patologie concomitanti croniche o acute causate da una lesione virale o infettiva. Ecco perché i medici conducono attentamente la diagnosi differenziale, che consente di determinare con precisione il tipo di malattia.

    Vulvit

    Patologia che colpisce gli organi genitali esterni.

    I principali segni dell'aspetto sono:

    • con il movimento intestinale, si avverte disagio;
    • minzione dopo un breve periodo di tempo;
    • nel canale uretrale ci sono sensazioni di taglio e bruciore;
    • mucosa genitale gonfia.

    Il processo infiammatorio in ginecologia, i cui sintomi sono stati descritti sopra, viene diagnosticato eseguendo una radiografia. Assicurati di superare un test delle urine generale, in cui viene spesso rilevata la sabbia.

    Bartolinite

    Con una tale malattia, i pazienti sviluppano un processo infiammatorio nella ghiandola bartolinina.

    I sintomi sono rappresentati dalle seguenti condizioni:

    • c'è arrossamento sui genitali;
    • c'è gonfiore nell'area dell'infiammazione;
    • il gonfiore si forma gradualmente;
    • lo stato di salute sta peggiorando drasticamente;
    • temperatura corporea febbrile.
    • la palpazione dei genitali provoca dolore;
    • febbre.

    In assenza di trattamento, una secrezione purulenta si accumula all'interno della ghiandola e si sviluppa un ascesso. Non è esclusa la sua rottura spontanea o la formazione di una cisti.

    cervicite

    Questa malattia è caratterizzata da infiammazione della parte vaginale dell'utero. Procede in forma acuta o cronica.

    I sintomi della cervicite sono i seguenti:

    • dolorante nell'addome inferiore;
    • disagio con l'intimità;
    • la comparsa di perdite vaginali con una miscela di sangue o pus;
    • sanguinamento mestruale doloroso.

    Se la patologia progredisce, il prurito degli organi genitali, la sensazione di bruciore durante la minzione viene aggiunto ai sintomi principali. Nella forma acuta, si nota un aumento della temperatura corporea, si verificano segni di intossicazione del corpo (nausea e vomito, vertigini).

    Erosione cervicale

    Il processo patologico è un difetto della mucosa dell'organo riproduttivo.

    I sintomi dell'erosione cervicale includono:

    • Abbondante secrezione vaginale di consistenza liquida gialla o verde.
    • La presenza di un odore sgradevole dal tratto genitale.
    • Dolore doloroso nella parte inferiore dell'addome e nella regione lombare.
    • Disagio durante la minzione e il rapporto sessuale.

    Se il processo infiammatorio si sviluppa in modo crescente, l'intero utero è coinvolto in esso. In questo caso, la stabilità del ciclo mestruale viene violata, il sanguinamento diventa abbondante, spesso la temperatura corporea aumenta.

    endometrite

    La malattia può manifestarsi in forma acuta o cronica..

    I sintomi si manifestano 2-3 giorni dopo la manipolazione:

    • forte dolore nell'addome inferiore;
    • secrezione vaginale di essudato purulento;
    • un rapido aumento della temperatura corporea;
    • segni di intossicazione (nausea, vomito);
    • sanguinamento uterino.

    In assenza di un trattamento tempestivo, la malattia diventa cronica. La sintomatologia principale scompare gradualmente, ma rimane una leggera sensazione di dolore, la stabilità del ciclo mestruale è disturbata.

    annessite

    La malattia è anche chiamata salpingooforite - infiammazione dell'utero (tubi e ovaie).

    Nella fase acuta, i sintomi saranno i seguenti:

    • Calore.
    • Debolezza generale.
    • Perdita di appetito.
    • Dolore nell'addome inferiore di varia intensità.
    • Diminuzione della libido.
    • Isolamento di muco o pus dalla vagina.

    Nell'adnexite cronica, le donne avvertono costantemente forti dolori localizzati nella regione pelvica.

    Durante l'esercizio o l'intimità, le sensazioni si intensificano.

    Candidosi

    Un processo infiammatorio si sviluppa a seguito della riproduzione attiva di funghi simili a lieviti del genere Candida.

    Con la malattia, una donna soffre di tali condizioni:

    • Prurito della vulva, peggio dopo l'intimità o facendo una doccia calda.
    • L'aspetto di scarico di formaggio bianco con un odore sgradevole.
    • Gonfiore, arrossamento delle piccole labbra e grandi labbra.
    • Prurito, bruciore durante la minzione, frequente bisogno.

    Se, all'inizio dei primi segni, il trattamento non viene avviato, la malattia diventerà cronica. In questo caso, i principali sintomi saranno assenti, ma la microflora patogena continuerà a svilupparsi nel corpo.

    vulvovaginiti

    Il gruppo a rischio per lo sviluppo della patologia comprende le ragazze del primo anno di vita, la pubertà e le donne in menopausa.

    I sintomi sono i seguenti:

    • arrossamento della pelle;
    • edema vulvare;
    • dolore nell'addome inferiore;
    • prurito e bruciore durante la minzione;
    • dolore alla palpazione dei genitali esterni;
    • violazione del processo di minzione e defecazione;
    • disagio durante l'intimità;
    • la comparsa di secrezione patologica dalla vagina.

    L'agente causale della vulvovaginite può essere la gonorrea, la sifilide, l'E. Coli, il virus dell'herpes.

    Vaginite (colpite)

    Il processo patologico di natura infiammatoria che colpisce la mucosa della vagina.

    Puoi sospettarlo dai seguenti sintomi:

    • La quantità, la consistenza, il colore e l'odore delle secrezioni dal tratto genitale cambiano.
    • Prurito, bruciore, pressione o pienezza si avvertono nella vagina e nella vulva.
    • Con intimità e minzione, appare il dolore.
    • Malessere generale notato.

    In ginecologia si distinguono gonorrea, tricomonas, clamidia, candidosi e tipo atrofico di malattia.

    Verruche genitali

    Queste sono neoplasie che si formano sui genitali. Il papillomavirus umano provoca il loro verificarsi.

    Tra i sintomi caratteristici ci sono:

    • al posto dell'aspetto del papilloma, si avverte disagio;
    • c'è la sensazione che un oggetto estraneo sia nel perineo;
    • la zona dell'eruzione cutanea sembra umida;
    • odore sgradevole emana dalla zona dell'eruzione cutanea.

    Se i condilomi sono piccoli, la donna non sentirà fastidio.

    Endocervicitis

    Una forma specifica della malattia si sviluppa a seguito di infezione del tratto genitale. La varietà non specifica provoca batteri opportunistici.

    Se l'endocervicite è acuta, i sintomi sono:

    • l'essudato purulento o mucoso viene rilasciato dalla vagina;
    • forte prurito e bruciore;
    • in rari casi, è possibile la comparsa di dolore di vario tipo.

    Nella forma cronica, non ci sono segni della malattia.

    Metrite

    L'infiammazione è caratterizzata da un danno alla mucosa uterina.

    I segni della metrite sono i seguenti:

    • pus, muco o sangue viene rilasciato dal tratto genitale;
    • si notano irregolarità mestruali;
    • c'è un forte dolore nell'addome inferiore.

    La progressione è attiva e non più di 4 giorni passano dall'esordio della malattia allo stadio acuto.

    Parametrite

    I primi segni della malattia compaiono in circa una settimana.

    I sintomi principali sono:

    • Calore.
    • Crampi addominali.
    • Dolore parossistico.
    • Costante desiderio di bere.
    • Palpitazioni.

    Se si è formato un ascesso nei parametri, che aumenta gradualmente, i sintomi aumenteranno. In caso di rottura dell'area patologica, le feci avranno diffuso il pus.

    Pelvioperitonitis

    Con lo sviluppo di una forma acuta di patologia, i segni saranno simili allo stadio iniziale della peritonite diffusa.

    Si notano le seguenti sensazioni:

    • inizialmente il paziente sentirà debolezza generale;
    • il dolore apparirà nella parte inferiore dell'addome e dell'inguine;
    • la temperatura corporea aumenta bruscamente;
    • si verificano nausea e vomito.

    Alla reception, il medico nota che la frequenza cardiaca è notevolmente aumentata e anche il polso aumenta. Una caratteristica distintiva è l'aspetto nel linguaggio della placca bianca.

    Le conseguenze delle malattie infiammatorie

    Il processo infiammatorio in ginecologia, i cui sintomi saranno ignorati in una fase precoce, acquisisce spesso una forma cronica e ricorre.

    Le conseguenze comuni includono:

    • diminuzione della libido;
    • stato psico-emotivo instabile;
    • problemi nel lavoro degli organi riproduttivi;
    • sviluppo dell'infertilità;
    • aborto spontaneo.

    Se il processo infiammatorio di natura infettiva è iniziato dopo il concepimento, allora virus e batteri hanno un effetto tossico sul feto. Anche se è possibile dare alla luce un bambino, la microflora vaginale di una donna viene violata con il possibile sviluppo di sepsi e peritonite.

    Metodi diagnostici

    Per determinare il tipo e il grado di complessità della patologia, la donna deve andare dal ginecologo.

    I medici diagnosticano in 4 fasi:

    1. Esame dei genitali esterni.
    2. Esame della cervice e delle pareti vaginali mediante specchi.
    3. Sbavatura.
    4. Esame delle dita (a due mani) della cavità uterina.

    Il complesso delle manipolazioni presentate fornisce un quadro completo delle condizioni del sistema riproduttivo del paziente. Se necessario, sono prescritte procedure aggiuntive.

    Gruppi e forme efficaci di rilascio di farmaci contro l'infiammazione

    La maggior parte delle malattie infiammatorie degli organi genitali femminili viene eliminata da un trattamento farmacologico completo. Per questo, in ginecologia, i preparati vengono utilizzati sotto forma di iniezioni, compresse, creme, supposte.

    antibiotici

    Gli antibiotici sono prescritti per eliminare batteri e virus che sono entrati nel tratto genitale..

    Svolgono 2 ruoli principali:

    • Battericida. Distruggi i microrganismi patogeni, accelera il loro processo di eliminazione dal sistema riproduttivo, rimuove i segni di intossicazione.
    • Batteriostatica. L'azione è di fermare la crescita e la riproduzione di batteri patogeni.

    A seconda della gravità del processo patologico, viene determinata la forma preferita del farmaco. Gli antibiotici sono disponibili in compresse, capsule, soluzioni per somministrazione endovenosa o intramuscolare.

    Farmaci antinfiammatori e supposte

    Le formulazioni di supposte sono sempre una priorità. Ciò è dovuto al fatto che agiscono direttamente nell'area interessata.

    Rilascia le candele con diversi componenti attivi:

    • Con metronidazolo (elimina le malattie causate da Trichomonas).
    • Con Bactodin (creare condizioni nella vagina che non sono adatte alla vita dei batteri patogeni).
    • Con Hexicon (elimina l'infiammazione, adatto per trattamenti complessi e prevenzione).

    Inoltre, il ginecologo può prescrivere supposte al paziente, la cui azione è mirata ad alleviare la sindrome del dolore e abbassare la temperatura corporea.

    Agenti antifungini

    Molto spesso, i farmaci a base di nistatina sono usati per combattere i microrganismi fungini. Sono realizzati sotto forma di candele o compresse. Un'alternativa è Fluconazole, Diflucan, Mikomax o Mikosist. Aiutano ad eliminare i sintomi della candidosi vaginale in una volta sola.

    Altre medicine specifiche

    Dopo aver subito un ciclo di terapia antibatterica, è necessario ripristinare la composizione della microflora vaginale.

    Per combattere la disbiosi, è meglio usare supposte vaginali:

    In ogni rimedio presentato ci sono lattobacilli benefici, che normalmente dovrebbero costituire il 95% dell'intera microflora vaginale.

    Metodi di trattamento delle patologie

    Il processo infiammatorio in ginecologia, i cui sintomi sono simili in varie malattie, viene eliminato dal trattamento medico. Nei casi più gravi, è indicato un intervento chirurgico..

    Infiammazione vulvare

    Ogni giorno, 3 volte al giorno, è necessario lavare i genitali con una soluzione debole di permanganato di potassio (rosa pallido), acido borico 2% concentrazione, Miramistina o Clorexidina.

    È prescritta la somministrazione obbligatoria di compresse o supposte vaginali (Terzhinan, Hexicon, Clotrimazole, Betadine). Inoltre, vengono mostrate le vitamine AEvit (1 capsula 2-3 volte al giorno).

    cervicite

    Puoi seguire un corso terapeutico a casa.

    Spesso i medici prescrivono i seguenti farmaci:

    • Acyclovir (orale) - 1 compressa 5 volte al giorno per 5 giorni (dosaggio 0,2 g).
    • Valtrex - bere 3-5 g al mattino e alla sera per 3-5 giorni.
    • Eritromicina: dosaggio e durata del corso determinati dal medico.

    È assolutamente inaccettabile combinare l'uso di antibiotici e bevande alcoliche di vari gradi di forza.

    endometrite

    I medici offrono diversi regimi di trattamento, ma viene spesso utilizzata una combinazione di Augmentin e Unazin. Il primo medicinale viene somministrato per via endovenosa 4 volte al giorno per 1,2 g e il secondo per via intramuscolare per 1,5 g lo stesso numero di volte.

    Cefalosporine di seconda generazione, nitroimidazoli e aminoglicosidi possono essere presi insieme. Con questa tattica, Cefazolin è indicato alla dose di 1 ge Gentamicina alla dose di 0,08 g per via intramuscolare e Netrogil per via endovenosa a 0,5 g. Tutti i farmaci vengono somministrati 3 volte al giorno.

    annessite

    È possibile combinare l'assunzione di Ceftriaxone o Cefoxitin con Doxiciclina. Il primo farmaco viene assunto 2 volte al giorno e il secondo. La durata del trattamento è di 2 giorni fino alla scomparsa completa dei sintomi. La doxiciclina continua a bere per 2 settimane.

    Se esiste la possibilità di infezione, il metronidazolo viene inoltre introdotto nel complesso precedente. Se in scena, ogni 8 ore, la clindamicina viene somministrata per via endovenosa in combinazione con gentamicina.

    Dopo 24 ore, questi medicinali vengono sostituiti con la forma orale di doxiciclina (due volte al giorno) o clindamicina (quattro volte al giorno), tutti combinati con metronidazolo. Il corso della terapia è di 2 settimane..

    Bartolinite

    A seconda della natura del decorso della patologia, a ciascun paziente viene assegnato un complesso individuale di medicinali per la terapia antibiotica.

    Per combattere i patogeni:

    • Ceftriaxone, Rocefin o Cifran - la durata media della terapia è di 7-10 giorni.
    • Ofloxacina: per via orale due volte al giorno, 0,2-0,8 g per una settimana.
    • Azitromicina: una singola dose di 4 capsule.
    • Tetraciclina 200-250 mg tre volte al giorno (durata del corso 5-7 giorni).

    Se si è formata una lesione nella ghiandola bartolinica, viene prescritto un intervento chirurgico. L'operazione consiste nell'introdurre un tubo di drenaggio nel condotto escretore, seguito dal pompaggio del contenuto. Durante la procedura viene utilizzata l'anestesia locale. L'operazione stessa è minimamente invasiva.

    Malattie fungine

    I processi infiammatori causati dai rappresentanti della microflora fungina in ginecologia vengono eliminati dal punto di vista medico. Per alleviare i sintomi del gambero, ai pazienti del gruppo azole vengono prescritti pazienti.

    Si applicano i seguenti schemi:

    • Clotrimazole sotto forma di crema. Quando si utilizza una concentrazione dell'1%, 5 g di farmaco vengono somministrati per via vaginale una volta al giorno per 1-2 settimane. Se si prende una concentrazione del 2%, la durata della terapia è di 3 giorni.
    • Miconazolo sotto forma di crema. Vaginalmente somministrato 1 volta al giorno 5 g del farmaco per 1 settimana.
    • Miconazolo sotto forma di supposte. Le supposte vengono somministrate 1 volta al giorno per una settimana (concentrazione di principio attivo 1 mg).
    • Fluconazolo in compresse. Prendere per via orale 1 volta in un dosaggio di 150 mg.

    Se il trattamento è inefficace, se i sintomi persistono per 2 mesi, è necessario rivedere un medico per prescrivere farmaci potenti.

    Erosione cervicale

    La terapia farmacologica per l'erosione cervicale non è efficace.

    I modi più efficaci sono:

    • Criodistruzione. Trattamento dell'area interessata con azoto liquido. A causa di ciò, le celle si bloccano, dopo di che vengono aggiornate.
    • Coagulazione laser. L'area erosiva è esposta a un raggio laser. Grazie alla capacità di modificarne la lunghezza, è possibile trattare manifestazioni profonde e superficiali.
    • Apparato di cauterizzazione "Surgitron". In ginecologia è considerato il "gold standard di trattamento". La procedura non richiede una preparazione specifica e richiede alcuni minuti. Il periodo di recupero dopo la cauterizzazione è di 2 settimane.
    • Coagulazione chimica. Applicazione di soluzioni speciali per l'area patologica, spesso è Solkovagin. Contiene acidi organici e nitrato di zinco con acido nitrico. Lo svantaggio di questa tecnica è la possibilità del suo utilizzo solo per piccole ulcere.

    Tutte le procedure vengono eseguite in una sala ginecologica e non richiedono il ricovero in ospedale..

    vulvovaginiti

    Per il trattamento, viene prescritto Amoxiclav (terapia antibatterica). Prendi 1 compressa 3 volte al giorno (dosaggio 0,25 g) con un intervallo di 8 ore.

    Oppure 1 compressa due volte al giorno (dosaggio 0,5 g) con un intervallo di 12 ore. Il corso della terapia è di 5-10 giorni. Inoltre, l'infiammazione è perfettamente eliminata dalle procedure di irrigazione. Vengono eseguiti non più di due volte al giorno per un massimo di una settimana.

    Vaginite

    Con vaginite sono indicati metronidazolo o antibiotici. Quando si utilizza il farmaco sotto forma di gel, deve essere somministrato 1 volta al giorno nella vagina prima di coricarsi (il dosaggio è determinato dal medico). Il corso del trattamento è di 7-10 giorni. Tra gli antibiotici, Polygynax sarà efficace. Il farmaco è sotto forma di capsule vaginali. Vengono somministrati ogni giorno prima di coricarsi nella vagina. La durata del trattamento è di 12 giorni.

    Verruche genitali

    Se vengono identificate verruche genitali di grandi dimensioni, viene indicata una procedura di criodistruzione. Le neoplasie sono cauterizzate con azoto liquido (trattato con un batuffolo di cotone). Tali manipolazioni vengono eseguite una volta ogni 7-14 giorni fino a quando le verruche genitali scompaiono completamente. La procedura è associata a forte dolore..

    Endocervicitis

    Con l'endocervicite, entrambi i partner sessuali dovrebbero essere sottoposti a trattamento. Spesso usato antibiotici tetraciclici o macrolidi (Sumamed o Doxiciclina). Il dosaggio è determinato dal medico individualmente. La durata della terapia è di 14 giorni. Se i funghi erano il provocatore dell'infiammazione, viene prescritto Fluconazole o Diflucan.

    L'endocervicite sullo sfondo di Trichomonas viene eliminata da Trichopolum e Metronidazole. Nel caso in cui i provocatori di stafilococco o malattia da streptococco, il trattamento con antibiotici di penicillina di quarta generazione (Augmentin o Amoxiclav) è efficace. Il dosaggio è determinato dal medico.

    Metrite

    Poiché vari tipi di batteri provocano infiammazione, gli antibiotici ad ampio spettro sono adatti per fermarlo..

    Più spesso utilizzati tali schemi:

    • Amoxicillina. Entro 7-10 giorni, vengono assunti 0,1-0,5 g di farmaco una volta al giorno.
    • Ciprofloxacina. 0,5 g due volte al giorno per una settimana.
    • Wilprafen. 1 compressa 3 volte al giorno per 10-14 giorni.

    Quando il corso della terapia è completato, la cultura batteriologica viene ripetuta. È necessario valutare l'efficacia del trattamento e, se necessario, adeguare il complesso prescritto.

    Parametrite

    Spesso, la malattia si verifica dopo un travaglio grave.

    Se viene diagnosticata una forma acuta di infiammazione, sono indicati i seguenti regimi di trattamento:

    • 500 mg di Amikacin vengono somministrati per via endovenosa o intramuscolare 2-3 volte al giorno per 7-10 giorni.
    • La claritromicina viene assunta per via orale in un dosaggio di 0,25-0,5 g due volte al giorno per 10-14 giorni.
    • Per la somministrazione endovenosa di flebo o getto, Cefazolin è adatto (1 g 4 volte al giorno per una settimana).

    Se la patologia è causata da infezioni anaerobiche, viene utilizzato Trichopol o Metronidazole in un dosaggio di 0,25 g. Bevono medicine 3 volte al giorno e il corso dura 5-10 giorni.

    Pelvioperitonitis

    Non è assolutamente consentito impegnarsi nell'auto-trattamento della palveoperitonite. Il regime terapeutico ottimale, il dosaggio del farmaco e la durata della somministrazione sono determinati dal principale ginecologo.

    Possono essere usati i seguenti medicinali:

    • Farmaci a base di penicillina (amoxicillina, oxacillina).
    • Cefalosporine (Cefazolin, Cefaxitin).
    • Fluorochinoli (Ciprofloxacina).
    • Imidazoli (metronidazolo).
    • Sulfanilamidi (biseptolo).

    Per fermare l'infiammazione e il dolore, viene prescritto l'ibuprofene. Assicurati di avere antistaminici nel complesso (Suprastin) per prevenire le allergie. Le vitamine (AEvit, Ascorutin) aiutano a ripristinare l'immunità.

    Trattamento con rimedi popolari

    Se una donna riconosce tempestivamente la fase iniziale del processo infiammatorio, quando i sintomi sono ancora deboli, puoi farcela a casa.

    Tinture per infiammazione

    In ginecologia, l'erba più comunemente usata è una pineta.

    L'infusione viene preparata secondo il seguente schema:

    • prendi 1 cucchiaio erbe, versarlo con 250 ml di acqua bollente;
    • lasciare fermentare per due ore;
    • filtrare e assumere 100 ml prima dei pasti 3 volte al giorno.

    È molto importante fare una tintura fresca ogni volta.

    Puoi prendere nelle proporzioni 1: 4: 6 la radice di marshmallow, l'origano e la corteccia di quercia, versare 200 ml di acqua bollente, lasciare raffreddare a temperatura ambiente e bere 3 cucchiai. al giorno.

    Il corso del trattamento con tinture di piante medicinali è determinato individualmente. Non è consigliabile farlo per più di due settimane..

    Erbe per infiammazione

    Nella medicina popolare, è noto un gran numero di erbe che aiutano a fermare l'infiammazione nella parte ginecologica, alleviare il dolore e ripristinare il ciclo mestruale. Hanno un ampio spettro di azione e vengono utilizzati sotto forma di tinture, decotti, soluzioni per bagni sedentari e irrigazioni.

    È meglio usare tali erbe per il trattamento:

    In quasi tutte le farmacie vengono venduti preparati a base di erbe pronti. Prima di prenderli, è necessario assicurarsi che non vi siano allergie ai componenti.

    Prognosi della malattia

    Nella maggior parte dei casi, la prognosi per le malattie descritte è favorevole, a condizione di consultare un ginecologo in modo tempestivo. Se una donna trascura le raccomandazioni mediche, non sarà possibile evitare complicazioni sotto forma di ciclo mestruale irregolare, insufficienza ormonale, infertilità.

    I sintomi dei processi infiammatori in ginecologia sono simili in varie malattie. Ecco perché è importante sottoporsi a un esame completo, che consentirà allo specialista di eseguire la differenziazione e successivamente prescrivere la terapia farmacologica corretta o il tipo di intervento chirurgico.

    Autore: Victoria Chernyshova

    Design dell'articolo: Mila Fridan

    11 sintomi da non perdere

    Fai particolare attenzione se l'ARVI ritorna, facendo un passo indietro..

    La polmonite è una malattia infiammatoria dei polmoni. Di norma, è causato da virus (ad esempio, virus influenzale) o batteri (compresi i rappresentanti della normale microflora del tratto respiratorio superiore umano). Questi microrganismi penetrano nei polmoni sullo sfondo di una diminuzione dell'immunità. Spesso - subito dopo la SARS Come sapere se si tratta di polmonite.

    Ecco perché può essere difficile diagnosticare la polmonite: è molto simile all'influenza o ad altre infezioni respiratorie, la cui continuazione è.

    Quando è necessario chiamare urgentemente un'ambulanza

    A volte il tessuto polmonare infetto non può più fornire al corpo la quantità necessaria di ossigeno. Per questo motivo, il sistema cardiovascolare e altri organi vitali, incluso il cervello, sono gravemente colpiti e addirittura falliscono. Questa si chiama polmonite grave Come vengono classificati i diversi tipi di polmonite?.

    Componi urgentemente il numero 103 o 112 se i seguenti sintomi sono stati aggiunti a una polmonite comune grave acquisita in comunità:

    • Respirazione aumentata a 30 respiri al minuto (un respiro in 2 secondi o più).
    • La pressione sistolica (superiore) è scesa al di sotto di 90 mm Hg. st.
    • La pressione diastolica (inferiore) è scesa al di sotto di 60 mm Hg. st.
    • È apparso confusione: il paziente reagisce languidamente all'ambiente, risponde lentamente alle domande, è scarsamente orientato nello spazio.

    Se non ci sono sintomi minacciosi, ma hai ancora pensieri sulla polmonite, controlla la nostra lista di controllo per la polmonite.?.

    Come distinguere la polmonite dal comune raffreddore

    1. Le tue condizioni sono migliorate e poi peggiorate

    Abbiamo già detto che la polmonite si sviluppa spesso come una complicazione dopo la malattia del tratto respiratorio superiore.

    Per prima cosa prendi l'influenza o altre SARS. Mentre il corpo sta combattendo le infezioni, virus o batteri che vivono nel rinofaringe penetrano nei polmoni. Dopo alcuni giorni, sconfiggi la malattia iniziale: i suoi sintomi - febbre, naso che cola, tosse, mal di testa - diminuiscono, ti fanno sentire meglio.

    Ma virus o batteri nei polmoni continuano a moltiplicarsi. Dopo pochi giorni, ce ne sono così tanti che il sistema immunitario stanco nota finalmente l'infiammazione. E reagisce violentemente a lui. Sembra che il raffreddore sia tornato con una nuova forza, con sintomi più distinti e spiacevoli.

    2. Temperatura superiore a 40 ° C

    La febbre con polmonite è molto più forte che con un comune raffreddore. Con la SARS, la temperatura sale a circa 38 ° C, con l'influenza - fino a 38–39 ° C. Ma la polmonite spesso si fa sentire minacciando i valori della temperatura - fino a 40 ° C e oltre. Questa condizione è solitamente accompagnata da brividi..

    3. Sudi molto

    Se non ti muovi molto e non c'è sauna in giro, hai la febbre forte. Il sudore evapora per aiutare a ridurre le temperature estreme.

    4. Hai completamente perso l'appetito

    L'appetito è associato alla gravità della malattia. Con un lieve raffreddore, il sistema digestivo continua a funzionare come al solito - una persona vuole mangiare. Ma se stiamo parlando di casi più gravi, il corpo lancia tutte le sue forze nella lotta contro l'infezione. E temporaneamente "spegne" il tratto digestivo in modo da non sprecare energia nel processo digestivo.

    5. Tossisci spesso

    Sembra anche più spesso che all'inizio della malattia. La tosse con polmonite può essere secca o umida. Parla di irritazione delle vie aeree e dei polmoni..

    6. Quando si tossisce, a volte appare espettorato.

    Nella polmonite, gli alveoli - piccole vescicole nei polmoni che aspirano aria quando inalati - sono pieni di liquido o pus.

    Costringendoti a tossire, il corpo sta cercando di sbarazzarsi di questo "riempimento". Se ci riesce, tossendo, potresti notare muco sulla sciarpa: giallastro, verdastro o sanguinante.

    7. Si nota dolore al petto con impunture

    Molto spesso, quando tossisci o cerchi di fare un respiro profondo. Tale dolore indica edema polmonare - uno o entrambi. Avendo aumentato le dimensioni a causa del gonfiore, l'organo interessato inizia a esercitare una pressione sulle terminazioni nervose attorno ad esso. Causa dolore.

    8. Hai difficoltà di respiro facilmente

    Mancanza di respiro è un segno che il tuo corpo manca di ossigeno. Se la tua respirazione accelera, anche quando esci dal letto per andare in bagno o versarti un po 'di tè, questo potrebbe essere un segno di gravi problemi polmonari..

    9. Hai un battito cardiaco accelerato

    Normalmente, il polso negli adulti è di 60-100 battiti al minuto. Tuttavia, ognuno ha la propria norma - e varrebbe la pena conoscerlo almeno approssimativamente.

    Ad esempio, se prima il tuo polso in uno stato calmo non superava gli 80 battiti al minuto, e ora noti che salta per cento, questo è un segnale molto pericoloso. Significa che per qualche motivo il cuore è costretto a pompare il sangue più attivamente attraverso il corpo. La mancanza di ossigeno a causa della polmonite è uno dei fattori che possono provocare questo..

    10. Ti senti stanco e sopraffatto.

    La ragione potrebbe essere sempre la stessa: organi e tessuti mancano di ossigeno. Pertanto, il corpo cerca di limitare la tua attività e invia segnali al cervello che non ci sono forze.

    11. Labbra e unghie hanno una tinta bluastra

    Questo è un altro segno evidente di una mancanza di ossigeno nel sangue..

    Cosa fare se trovi sintomi di polmonite

    Se noti più della metà di questi sintomi, consulta il medico o il pneumologo il prima possibile. Non il fatto che si tratti di polmonite. Ma il rischio è grande.

    Non rimandare una visita dal medico o la sua chiamata a casa a coloro che sono a rischio di polmonite:

    • persone con più di 60 anni o meno di 2 anni;
    • persone con malattie polmonari croniche, asma, diabete mellito, problemi al fegato, reni, sistema cardiovascolare;
    • i fumatori
    • le persone che hanno un sistema immunitario indebolito (ciò accade a causa di diete troppo rigide, stanchezza, HIV, chemioterapia e assunzione di alcuni farmaci che deprimono il sistema immunitario).

    Sintomi e trattamento dell'infiammazione femminile a casa

    L'infiammazione femminile è un termine medico collettivo che combina diverse malattie ginecologiche. Le patologie possono colpire diverse parti del sistema riproduttivo: vagina, vulva, utero e tube di Falloppio, ovaie e appendici. L'infiammazione è particolarmente pericolosa per le donne in età fertile. Per eliminarli, viene mostrata assistenza completa: fitoterapia, farmaci da farmacia, procedure che possono essere eseguite a casa.

    Sintomi caratteristici

    Il quadro clinico può variare a seconda della patologia. I sintomi comuni dell'infiammazione femminile sono dolore nell'addome inferiore di diversa natura (dolore, tiro), un cambiamento nella consistenza, nel colore e nell'olfatto delle secrezioni, una sensazione di forte prurito e bruciore. Il processo infiammatorio può essere sospettato da un malfunzionamento del ciclo mestruale..

    La gravità acuta dei sintomi aumenta l'eccitabilità nervosa di una donna, diventa irritabile. Nei processi infiammatori gravi, una condizione generale può essere disturbata: compaiono segni di intossicazione, temperatura corporea.

    Una panoramica di infiammazioni specifiche e sintomi tipici:

    TitoloQuale parte del sistema riproduttivo è interessata?segni
    endometriteMembrana uterina mucosa
    • Giallastro biancastro o con pus.
    • Scarico pungente.
    • Grave dolore che si irradia al sacro e ai fianchi.
    Raffreddori ovariciovaie
    • Minzione dolorosa.
    • Muco vaginale e pus.
    • Disagio durante il sesso.
    • Dolore e temperatura sopra i 39.
    VulvitLa sezione esterna della vulvaIl rossore può apparire sulle labbra, la donna avverte prurito. La natura dello scarico dipende dalla causa. Man mano che la vulva avanza, si gonfia, diventa dolorosa.
    cerviciteCerviceCorso asintomatico Lo scarico atipico appare raramente.

    Cause e conseguenze

    Vari microrganismi possono essere l'agente causale del processo infiammatorio: si tratta di strepto-, stafilococco e gonococchi, funghi, virus. I microbi entrano nei genitali in diversi modi.

    1. Rapporto non protetto.
    2. Acqua inquinata.
    3. Esami asettici.
    4. I corpi estranei (cappucci, spirali) si trovano nei genitali per lungo tempo.
    5. I genitali esterni sono fortemente sfregati con abiti ruvidi o stretti..
    6. Violazione dell'integrità della vulva a causa di lesioni o ustioni.
    7. La conseguenza di aborto, curettage o infezione postpartum.

    I fattori avversi possono aggravare il problema e provocare un decorso più acuto. Si tratta di surriscaldamento o ipotermia, frequenti cambiamenti nei partner sessuali, cattive condizioni di vita, scarsa igiene personale, cattiva alimentazione.

    Le complicanze dell'infiammazione femminile incidono principalmente sulla qualità della funzione riproduttiva. Nell'elenco dei più pericolosi sono i seguenti.

    • Infertilità. L'infiammazione cronica interrompe il rilascio e l'attaccamento delle uova.
    • Gravi disturbi nel flusso delle mestruazioni. La loro completa assenza (amenorrea).
    • La minaccia di aborto spontaneo dovuta a deformazione della mucosa dell'utero, aderenze e cicatrici.
    • Gravidanza congelata Patologie nello sviluppo del feto, poiché i patogeni dell'infiammazione penetrano attraverso la placenta.

    Rimedi popolari

    In ginecologia, le ricette popolari sono la componente raccomandata del trattamento complesso. I preparati a base di erbe, le infusioni e i decotti aiuteranno a ottenere un effetto terapeutico precoce con varie infiammazioni femminili. Sono sicuri e approvati per l'uso domestico. Ma è meglio scegliere metodi specifici insieme al ginecologo.
    Decotti popolari per l'infiammazione:

    ingredientiProcesso di cottura
    • Ortica.
    • Corteccia di quercia.
    • knotweed.
    • Centaury grass.
    1. Prendi in proporzioni uguali. Dovrebbero risultare 200 g di materie prime.
    2. Versare 1 litro di acqua e tenere a fuoco basso per 40 minuti.
    3. Inoltre insistere per 4-5 ore.
    4. Bere 100 ml prima dei pasti.
    Fiori di viburno1 cucchiaio 100 ml di acqua bollente, far bollire per 7 minuti. Bevi 3 cucchiai. 3 volte al giorno.
    • corteccia di betulla.
    • Corteccia di ontano.
    Far bollire per 5-7 minuti, raffreddare e bere come il tè.
    • Foglie di salvia (1 parte).
    • Corteccia di quercia (1 parte).
    • Camomilla officinalis (2 parti).
    • Malva, fiori (1 parte).
    Prendi 2 cucchiai. raccolta ricevuta. Aggiungi 1 L acqua fredda, dare fuoco e far bollire per 10 minuti. Insistere per 60 minuti, filtrare e utilizzare per irrigazioni o tamponi vaginali.

    Tinture per infiammazione

    La differenza tra tali ricette è che i componenti non devono bollire. Versare gli ingredienti con acqua calda e attendere il raffreddamento. Il rimedio è pronto per l'uso.

    Le seguenti ricette provate e vere aiuteranno ad alleviare l'infiammazione:

    1. Infuso di maiale utero (erba "femminile"). 1 cucchiaio versare acqua bollente e riposare per 1-2 ore. Bere 100 ml prima dei pasti. Per ogni volta, prepara una bevanda fresca.
    2. Melilotus officinalis. Per somministrazione orale: 2 cucchiaini. le erbe versano 2 tazze di acqua bollente. La bevanda risultante è divisa in 3 dosi. Bere 20-30 minuti prima di mangiare. Per detergenti e tamponi 2 cucchiai. le erbe versano 100 ml di acqua bollente. Melilot è una pianta velenosa. È vietato superare il dosaggio consentito.
    3. Giogo di campo secco. 2 cucchiai versare 1 tazza di acqua bollente, coprire bene, riposare per 4 ore. Bevi 1 cucchiaino. 4-5 volte al giorno. L'erba agisce in modo abortivo, la ricetta è vietata alle donne in gravidanza.
    4. Radice di althea, origano, corteccia di quercia. Proporzioni 1: 4: 6. Aggiungi 200 ml di acqua bollente alla miscela, attendi che si raffreddi. Bevi 3 cucchiai al giorno.
    5. Melissa, tiglio, camomilla da farmacia, iperico. Prendi a volume uguale. Versare acqua bollente, filtrare e bere fino a 4 volte al giorno.

    Qualsiasi infusione può essere preparata sull'alcol. Molti guaritori tradizionali notano che l'alcol renderà efficace il trattamento, poiché l'etanolo espande i vasi, il principio attivo viene assorbito più velocemente. Ma l'aggiunta di alcol può fare molto male. L'ammissibilità di tali ricette deve essere concordata con il ginecologo.

    Erbe per infiammazione

    Per il trattamento dell'infiammazione femminile, vengono selezionate erbe con un ampio spettro di azione. Dovrebbero avere un effetto antinfiammatorio, fermare la sindrome del dolore, migliorare il flusso sanguigno, combattere i patogeni. Le piante adatte e consigliate sono:

    • camomilla;
    • utero di boro;
    • pennello rosso;
    • calendula o calendule;
    • centaurea;
    • ortica e assenzio;
    • trifoglio;
    • poligono;
    • bloodroot.

    Nelle farmacie, puoi acquistare diversi preparati a base di erbe pronti per il trattamento e la prevenzione dell'infiammazione..

    Medicinali

    I farmaci vengono selezionati in base alla diagnosi esatta e all'agente causale dell'infiammazione. Nella moderna ginecologia, ci sono potenti farmaci che possono persino trattare i processi cronici. La lotta contro l'infiammazione viene effettuata secondo lo schema generale: antibiotici, tamponi vaginali e supposte, trattamento con unguenti, irrigazioni.

    assorbente interno

    Per il trattamento, è necessario assumere tamponi speciali. L'igiene, che viene utilizzato durante le mestruazioni, non funzionerà. Puoi eseguire autonomamente un tampone da una benda sterile. Può essere impregnato di rimedi farmaceutici e popolari. Dalla farmacia è meglio prendere unguenti Levomekol e Methyluracil. Dalla gente - olio di olivello spinoso, succo di aloe e miele, olio di semi di lino, mummia diluita.

    I migliori unguenti per il trattamento dell'infiammazione ovarica:

    • Levomekol. Uso locale. Immergi un tovagliolo o un bastoncino. Inserire nella vagina.
    • Ittiolo. Unguento antisettico con un odore pungente. Al contatto con la pelle, le terminazioni nervose sono leggermente irritate, si verifica la denaturazione delle proteine. L'infiammazione diminuisce, il metabolismo migliora.

    Douching con infiammazione

    Il douching è un lavaggio interno della vagina. Indizi per realizzazione - infiammazione con secrezione abbondante. Per la procedura, è possibile utilizzare soluzioni terapeutiche speciali.

    Rosa TantumL'irrigazione viene eseguita 1-2 volte al giorno. Sciogliere il contenuto di 1 bustina in 500 ml di acqua.
    ChlorophyllipiteLa soluzione all'1% è adatta. 1 cucchiaio diluire la medicina in 1 litro di acqua. Il liquido risultante viene diviso per 2 volte. Inserire nella vagina calda.
    Malavit1 cucchiaino per 200 ml di acqua. In totale, non sono necessarie più di 10 ripetizioni..
    Rotokan1 cucchiaio estratto liquido 500 ml di acqua. 3-7 giorni da trattare.
    CreolinSciogliere 10 gocce di liquido in 1 litro di acqua. Procedura 1 volta al giorno prima di coricarsi.

    Supposte per infiammazione

    Questo è il modo migliore per trattare e prevenire se il processo infiammatorio si verifica nella vagina. Esistono molti vasi sanguigni, i principi attivi vengono rapidamente assorbiti..

    Supposte efficaci ed economiche per fermare l'infiammazione:

    antibiotici

    Questi sono medicinali obbligatori, senza i quali l'agente patogeno non può essere eliminato. La terapia antibatterica viene eseguita in diversi modi: compresse, iniezioni, supposte. Per la corretta selezione di farmaci adatti, viene prima prelevato uno striscio ginecologico per la semina batterica..

    Antibiotici efficaci per l'infiammazione:

    • Gruppo di penicillina - Ampicillina, Amoxicillina.
    • Gruppo tetraciclina - Forquinoli, Levomecitina.
    • Streptomicina.
    • Palcoscenico.

    L'infiammazione femminile è un folto gruppo di patologie e patologie ginecologiche. I sintomi tipici sono un cambiamento di secrezione, indolenzimento, prurito e bruciore, irregolarità mestruali. La mancanza di assistenza e trattamento influisce negativamente sulla funzione riproduttiva delle donne. La terapia di lode è completa. Le erbe vengono utilizzate attivamente..