Image

Quali operazioni vengono eseguite con la rinite vasomotoria

Quando si verifica la rinite vasomotoria, la chirurgia è un metodo efficace per stabilizzare il processo di riempimento del sangue con i vasi della mucosa nasale. Se non vengono prese misure tempestive, il conseguente gonfiore della mucosa provocherà difficoltà a respirare attraverso il naso e il naso che cola. Inoltre, la rinite vasomotoria può essere la causa principale dello sviluppo di malattie come otite media, sinusite o sinusite cronica..

Quando si sceglie un'operazione, il medico si concentra direttamente sulle condizioni del paziente e sul grado di sviluppo della malattia. Secondo le statistiche, la rinite vasomotoria è molto più efficacemente trattata da un intervento chirurgico, la cui efficacia è del 75% rispetto al farmaco.

Dati di base

Nel caso in cui la neuroregolazione nel concha nasale sia disturbata e il riempimento vascolare sia instabile, l'edema si sviluppa nella cavità nasale, impedendo il normale passaggio dell'aria. Allo stesso tempo, non può essere rimosso con farmaci convenzionali per il raffreddore comune. Ecco perché la chirurgia per la rinite vasomotoria è il modo più efficace per ottenere un rapido risultato del trattamento..

Le operazioni più comuni con la rinite vasomotoria sono:

  • disintegrazione ad ultrasuoni;
  • vasotomy;
  • plastica per turbine;
  • Criodistruzione;
  • coblation;
  • elettrocauterizzazione;
  • coagulazione delle onde radio;
  • distruzione del rasoio;
  • conchotomia del microdebrider;
  • laterizzazione.

Un esempio è il trattamento chirurgico della rinite vasomotoria mediante resezione sottomucosa (vasotomia). Durante l'operazione viene utilizzata l'anestesia locale e la procedura stessa non richiede più di 10 minuti, durante i quali il medico analizza le articolazioni vascolari situate direttamente tra la mucosa nasale e il periostio.

La procedura viene eseguita sia utilizzando un bisturi metallico convenzionale con ulteriore cauterizzazione dei bordi della ferita (coagulazione), sia utilizzando una serie di moderne tecnologie radio o elettrochirurgiche che hanno un effetto antisettico, in modo che il danno tissutale durante l'intervento chirurgico sia minimo e il processo di guarigione sarà molto più veloce. Inoltre, il processo respiratorio attraverso il naso si normalizza entro poche ore dopo la procedura.

Dopo la dimissione, il paziente deve seguire le raccomandazioni del medico e sciacquare quotidianamente il naso con soluzioni saline fino a quando le ferite non guariscono completamente e le croste scompaiono..

Indipendentemente dal metodo per eliminare la rinite, l'operazione non darà un effetto immediato. Il risultato sarà visibile dopo la scomparsa dell'edema e la completa guarigione del tessuto danneggiato, che deve ricrescere i nervi e i vasi sanguigni. La guarigione completa delle lesioni dopo un intervento delicato avverrà in una settimana e dopo l'uso della conchotomia in pochi mesi.

Applicazione di moxibustione

La vasotomia laser o la cauterizzazione è una delle sottospecie più efficaci della vasotomia ed è uno dei metodi di trattamento più parsimoniosi ed efficaci negli adulti.

Nonostante il fatto che durante la procedura non sia necessario eseguire incisioni dei tessuti molli, il paziente è ancora ferito nei vasi sottomucosi, che vengono distrutti dalla bruciatura laser. Pertanto, dopo l'operazione, dovrà trascorrere diversi giorni sotto la supervisione di un medico in un ospedale, dove il medico dovrà assicurarsi che il gonfiore sia passato e il concha nasale non aumenti più.

Prima dell'operazione, al paziente viene chiesto di assumere una posizione sdraiata ed eseguire l'anestesia obbligatoria di infiltrazione dell'applicazione, il cui effetto si avverte dopo pochi minuti. Dopo di che il medico con un laser esegue una cauterizzazione della superficie dei turbinati inferiori sotto forma di piccoli punti o strisce.

Durante tutta la procedura, al paziente è vietato muovere la testa, inoltre, dovrebbe respirare solo in modo rigorosamente definito, inspirando attraverso la bocca ed espirando attraverso il naso. Al fine di evitare l'uscita del raggio laser oltre la mucosa e a causa di danni ai tessuti sani, il medico monitora il suo lavoro attraverso l'endoscopio durante l'intera operazione.

Dopo la procedura, il medico deve monitorare le condizioni del paziente per un'altra mezz'ora. Solo se la procedura ha avuto esito positivo e non si verifica sanguinamento, al paziente è consentito assumere una posizione seduta.

Nell'area dell'esposizione laser, si forma una sottile pellicola trasparente di fibrina sotto la quale si rigenererà il tessuto danneggiato. Il medico lo rimuove pochi giorni dopo l'operazione e osserva come procede il processo di guarigione dei tessuti, la superficie viene lubrificata con una preparazione speciale e il paziente viene dimesso..

Nelle prossime settimane dopo l'intervento chirurgico, dovresti evitare:

  • attività fisica;
  • visite al bagno o alla sauna;
  • assunzione di alcol.

Il trattamento laser della rinite presenta numerosi vantaggi, il principale dei quali è il rapido ripristino della respirazione attraverso il naso. Il paziente può farlo entro poche ore dopo la fine dell'operazione, anche se un effetto più evidente verrà osservato quando l'edema si attenua completamente.

Disintegrazione ad ultrasuoni

La disintegrazione ad ultrasuoni è di natura non invasiva ed è spesso usata per trattare la rinite infantile. L'operazione non richiede il ricovero in ospedale e viene eseguita utilizzando l'anestesia locale. Dopo aver spruzzato uno speciale spray anestetico nella cavità nasale, il medico inizia ad agire sulla concha nasale inferiore con gli ultrasuoni ad alta frequenza. Per fare questo, uno speciale strumento di guida d'onda viene introdotto nel naso, che viene gradualmente portato al terzo posteriore del guscio e viene rimosso all'esterno.

Tale intervento si svolge in pochi minuti. Questa volta è sufficiente per l'ecografia per distruggere parte dei capillari del sangue situati all'interno del concha nasale. In questo caso, i tessuti molli intorno avranno il tempo di guarire e sclerotizzare e l'edema stesso diminuisce in modo significativo.

Dopo la dimissione, il paziente deve risciacquare il naso quotidianamente con soluzione salina e applicare medicinali prescritti dal medico per prendersi cura della superficie danneggiata della mucosa nasale. Molto spesso, si tratta di gocce speciali o di un gel a base di olio, ad esempio il farmaco Hydrocortisone, che promuove la rapida guarigione dell'area danneggiata della mucosa.

Nonostante l'assenza di sangue di questo metodo, ha degli svantaggi, il principale dei quali è la fragilità dell'effetto ottenuto..

La ricomparsa in breve tempo può provocare:

  • situazioni stressanti;
  • gravidanza e parto;
  • lesioni
  • varie malattie.

Ciò è direttamente correlato al fatto che durante la procedura vengono distrutti i capillari sanguigni e non il tessuto mucoso e, sotto l'influenza dei fattori di cui sopra, la rinite vasomotoria può ripresentarsi.

Intervento radicale

La conchotomia e la sua resezione del rasoio di varietà sono tipi radicali di intervento chirurgico per la rinite vasomotoria. Tali operazioni possono essere prescritte se il paziente ha rinite vasomotoria cronica, in cui altri metodi di trattamento non danno il risultato desiderato.

Prima dell'inizio dell'operazione, al paziente vengono iniettati antidolorifici, ad esempio Analgin. La procedura stessa viene eseguita in anestesia locale e generale, che può portare a una complicazione nella forma di sangue che entra nel tratto respiratorio (aspirazione). Non appena gli antidolorifici iniziano ad agire, sulla parte inferiore del concha nasale viene applicata una clip speciale, che impedisce il riempimento dei tessuti con il sangue. Quindi, con l'aiuto delle forbici conchotome curve, la parte inferiore del guscio viene tagliata per tutta la sua lunghezza, con particolare attenzione alla parte posteriore rivolta verso il rinofaringe. Ciò è dovuto al fatto che qui possono formarsi escrescenze di polipi..

Nel caso in cui venga effettuata un'eccessiva rimozione dei tessuti nella parte anteriore del guscio, si osserverà una secchezza costante nel naso, accompagnata da una maggiore sensibilità. In questo caso, il paziente diventa predisposto allo sviluppo di complicanze sotto forma di rinite atrofica.

Per quanto riguarda la resezione del rasoio nella rinite cronica, l'operazione viene eseguita utilizzando un rasoio speciale (microfreza), che è collegato all'aspirazione. Con il suo aiuto, le piccole parti vengono separate dal turbinato inferiore, senza influire sui tessuti sani. In questo caso, la tomonade nasale per interrompere il sanguinamento dopo l'intervento chirurgico è obbligatoria.

Il tampone può essere il seguente:

  1. Classico - garza.
  2. Guanto: il dito tagliato di un guanto medico riempito di cotone.
  3. Traspirante - un'opzione già finita, è una striscia di schiuma imbevuta di una speciale composizione medicinale.

Un giorno dopo l'intervento chirurgico, il tampone (qualsiasi tipo) viene leggermente stretto e completamente rimosso dalla cavità nasale entro pochi giorni. Le croste essiccate vengono rimosse e le aree danneggiate vengono lubrificate con un agente speciale, ad esempio il dexpatenolo. In assenza di complicazioni, la degenza ospedaliera non supera la settimana.

Rinite vasomotoria e ipertrofica. Metodi di trattamento conservativo e chirurgico.

La principale manifestazione di diagnosi comuni come "rinite vasomotoria", "rinite cronica", "rinite ipertrofica" è un aumento del concha nasale. In generale, la moderna classificazione della rinite cronica ha una dozzina di forme, ma per il paziente ha poco senso capirle: le manifestazioni cliniche e il trattamento della maggior parte delle varietà sono le stesse. Parliamo del più comune: rinite vasomotoria e ipertrofica. Le stesse conchiglie nasali (quelle inferiori che sono più importanti per la respirazione, ne parliamo) sono formazioni anatomiche naturali situate nella cavità nasale, ai lati del setto nasale. Insieme al setto, formano un passaggio nasale comune attraverso il quale passa l'aria durante la respirazione. Le conchiglie nasali svolgono il lavoro principale di pulizia, riscaldamento e inumidimento dell'aria inalata, fungendo da filtri originali. Tutto ciò è ottenuto grazie alla struttura del concha nasale - è costituito da una base ossea coperta da una membrana mucosa molto spessa, penetrata da un numero enorme di vasi sanguigni - come una spugna. A causa del riempimento di questi vasi con sangue o deflusso da essi, le dimensioni del guscio possono variare più volte. Le ragioni per riempire il guscio sono infiammazione, allergie, irritanti e disregolazione del tono vascolare. Piena di sangue, la congestione edematosa restringe il passaggio nasale, di conseguenza migliora la respirazione nasale. Con una diminuzione dell'afflusso di sangue, la dimensione del guscio diminuisce, il passaggio nasale si espande di conseguenza e la respirazione migliora. I metodi di trattamento conservativo della rinite vasomotoria si basano su questo. Nel tempo, i vasi del guscio cessano di restringersi, rispondendo alle gocce di vasocostrittore. La mucosa è sostituita da cicatrice o tessuto polipo. Si forma così la rinite ipertrofica, che è inutile da trattare in modo conservativo. Lo strato superficiale è l'epitelio ciliato, il cui lavoro aiuta a pulire la cavità nasale da batteri, virus e microparticelle. Pertanto, è meglio non danneggiarlo. Trattamento conservativo. Un tempo, furono proposti un numero enorme di metodi per il trattamento conservativo della rinite vasomotoria - qualcuno probabilmente ricorda l'unguento di Simanovsky, in seguito - elettroforesi con difenidramina e cloruro di calcio, e anche più tardi - fonoforesi con idrocortisone. Questo è il più amato dell'ultimo secolo. Oggi tutto è dimenticato. È dimenticato perché è inefficiente. Blocco intranasale. Vale la pena menzionare un altro metodo di trattamento della rinite vasomotoria, che merita attenzione. Stiamo parlando di "blocchi intranasali". Il nome non è del tutto corretto. Si può parlare di "blocchi" solo se si utilizza un anestetico locale, che "blocca" l'impulso nervoso. Se questo non è un anestetico, allora è più corretto parlare di iniezioni intranasali. Tutto è iniziato ovviamente con "blocchi", prima che cercassero di curare la rinite vasomotoria introducendo la novocaina nei lavandini. In alcuni casi, ciò ha dato un effetto: forse l'impulso patologico è stato davvero interrotto e il tono delle navi è cambiato. Inoltre, l'iniezione stessa in un concha nasale molto sensibile ha portato a vasospasmo riflesso e una diminuzione dell'afflusso di sangue. Il problema è che il risultato, se lo era, quindi, di regola, era di breve durata. A proposito, la procedura non è stata piacevole. Più tardi, vari preparati di ormoni corticosteroidi furono iniettati nei lavandini. Prima era una sospensione di idrocortisone, quindi dexazone, kenalog o diprospan. L'idrocortisone si è ritirato in sicurezza nel passato - ha smesso di essere utilizzato, soprattutto dopo che sono comparse segnalazioni di casi di cecità. È stato considerato che con un flusso sanguigno comune, le particelle di sospensione dai vasi del concha nasale possono entrare nelle arterie retiniche e causare la loro embolia. Oggi, il farmaco più popolare per l'inserimento nel lavandino è il diprospan, un potente corticosteroide a lunga durata d'azione (2-3 settimane). La somministrazione di diprospan riduce quasi sempre la concha nasale, naturalmente. Dopotutto, i corticosteroidi sono questo gruppo di farmaci che ha i più potenti decongestionanti, antinfiammatori, antiallergici, antiproliferativi, ecc. azione. È inutile discutere. Solo alcune sfumature dovrebbero essere prese in considerazione. 1) La conca nasale ha un rifornimento di sangue estremamente attivo, l'introduzione di qualsiasi farmaco nella conca è un'introduzione obbligatoria nel letto vascolare. Dopo alcuni minuti, il diprospan somministrato entra nella circolazione sistemica. Il prossimo è un effetto sistemico, che potrebbe essere ottenuto con una diversa via di somministrazione. Infatti, iniettare il farmaco per via intramuscolare e anche il naso respirerà. 2) L'effetto degli ormoni è sempre temporaneo. 3) L'introduzione sistemica di grandi dosi di ormoni è sempre l'oppressione del lavoro delle proprie ghiandole surrenali. È chiaro che dopo una singola e doppia somministrazione, è più probabile che la funzione della ghiandola surrenale si ripristini, e quindi sarà peggio. Quindi lasciamo gli ormoni sistemici per la nostra testimonianza, comunque, non cureremo la rinite vasomotoria con loro. L'uso di gocce di vasocostrittore per la rinite vasomotoria non è stato criticato solo dai pigri. Gli otorinolaringoiatri condannano con rabbia il loro uso incontrollato e la vendita gratuita, mentre molti di loro vivono di operazioni di concha nasale solo in pazienti con rinite da farmaci. Cosa faranno i chirurghi ENT se le gocce di vasocostrittore sono davvero poste sotto stretto controllo?). A proposito di rinite da droga e "dipendenza da naftizina" articolo separato.

Oggi, un qualche tipo di efficacia del trattamento conservativo sicuro della rinite vasomotoria può essere discussa solo in relazione a due fattori terapeutici: la lisciviazione del sale e gli steroidi nasali. Lavaggi di sale (procedure di irrigazione, docce nasali) - un metodo noto in varie modifiche dall'antichità e persino incluso nello yoga e nell'Ayurveda. Consiste semplicemente nell'instillazione, nell'irrigazione o nel lavaggio della cavità nasale con acqua salata in concentrazioni ipertoniche o isotoniche. Nonostante l'antichità e la semplicità, il metodo spesso funziona. Il meccanismo consiste principalmente nella contrazione riflessa dei gusci durante il lavaggio. La respirazione nasale migliora immediatamente. Inoltre, il naso viene ripulito da vari fattori irritanti..

Rinite vasomotoria

La rinite vasomotoria è una malattia cronica causata da un disturbo della regolazione neurovegetativa ed endocrina dei vasi sanguigni del concha nasale, che porta a iperemia delle mucose, restringimento della cavità nasale e difficoltà nella respirazione nasale. Secondo le statistiche dell'OMS, la rinite vasomotoria rappresenta circa un quarto dei casi di naso che cola cronico. La malattia si verifica più spesso nei giovani di età compresa tra 20 e 40 anni..

Cause di rinite vasomotoria

Il processo patologico nella rinite vasomotoria si basa sulla maggiore eccitabilità del sistema nervoso autonomo, causando una reazione anormale agli stimoli ordinari. Parallelamente, l'epitelio ciliato viene trasformato nelle mucose della cavità nasale in cellule caliciformi, la cui funzione è quella di produrre muco. Di conseguenza, la quantità di secrezione aumenta bruscamente mentre rallenta i suoi progressi e riduce la capacità di assorbimento delle mucose, a causa della quale il paziente sente costantemente congestione nasale e incontra difficoltà con la respirazione nasale.

La violazione della regolazione del tono vascolare in questo caso può interessare solo la cavità nasale o essere una delle manifestazioni di una violazione generale del tono vascolare nella disfunzione neurocircolatoria con una predominanza della divisione parasimpatica. Il ruolo dei fattori provocatori è svolto da:

  • infezioni acute e croniche del tratto respiratorio superiore;
  • difetti anatomici che impediscono il passaggio dell'aria attraverso i passaggi nasali;
  • disturbi endocrini;
  • fluttuazioni dei livelli ormonali durante la pubertà, durante la gravidanza e durante la menopausa;
  • sconvolgimento emotivo e nevrosi;
  • sostanze irritanti e allergeni;
  • fluttuazioni di temperatura e umidità.

Un'altra causa comune di rinite vasomotoria è l'uso prolungato e incontrollato di farmaci vasocostrittori nasali e altri farmaci che influenzano la regolazione del tono vascolare: contraccettivi orali, farmaci antinfiammatori e antiipertensivi, antipsicotici, ecc..

A volte la rinite vasomotoria è una delle manifestazioni di gastrite cronica, un'ernia iatale e altre malattie dell'apparato digerente, accompagnata da reflusso gastroesofageo. L'ingestione del contenuto dello stomaco nella cavità nasale danneggia l'epitelio superficiale dello strato mucoso e, alla fine, porta alla sensibilizzazione e all'iperreattività delle mucose. La rinite vasomotoria, diagnosticata per la prima volta a più di 50 anni, può essere il risultato di un consumo frequente. A volte non è possibile stabilire la causa della malattia, in questi casi viene fatta la diagnosi di rinite vasomotoria idiopatica.

Le forme

A seconda del fattore eziologico prevalente, si distinguono due forme di rinite vasomotoria: neurovegetativa e allergica. Forma neurovegetativa, di solito si verifica sullo sfondo della disfunzione neurocircolatoria. Con la rinite vasomotoria allergica, a sua volta, differenziano le varietà per tutto l'anno e stagionali.

Secondo la gravità dei sintomi:

  • lieve: sono presenti solo sintomi locali e il benessere generale del paziente rimane soddisfacente;
  • gravità moderata - manifestazioni asteniche moderate e attività limitata del paziente durante il giorno;
  • grave - caratterizzato da frequenti esacerbazioni prolungate e ridotta capacità del paziente.

La frequenza degli attacchi è anche importante nella scelta di una strategia terapeutica, pertanto, nella pratica clinica, la rinite vasomotoria intermittente è differenziata dalla rinite persistente. Nel primo caso, le esacerbazioni si verificano non più di 3-4 volte a settimana, nel secondo, gli attacchi parossistici si ripetono quasi ogni giorno.

Una causa comune di rinite vasomotoria è l'uso prolungato e incontrollato di farmaci vasocostrittori nasali e altri farmaci che influenzano la regolazione del tono vascolare.

Sintomi di rinite vasomotoria

Molto spesso, la rinite vasomotoria si verifica sullo sfondo del quadro clinico di un naso che cola cronico, i cui sintomi sono ben noti:

  • congestione nasale persistente;
  • un gran numero di secrezioni mucose;
  • la comparsa di croste nei passaggi nasali;
  • una sensazione di calore e secchezza nel naso;
  • starnuti
  • perdita dell'olfatto.

Il segno differenziale della rinite vasomotoria è il decorso parossistico della malattia. Le esacerbazioni sono parossistiche e sono provocate da fattori esterni: inalazione di aria fredda, fumo di tabacco e prodotti per la pulizia della casa, odori pungenti, polvere, cibi caldi o piccanti, stress, ecc. Spesso, i sintomi della rinite vasomotoria si intensificano dopo aver mangiato o al mattino dopo il risveglio, nonché in posizione supina e quando si gira da un lato all'altro. In questo caso, il respiro corto si osserva alternativamente nella narice destra o sinistra.

Con un lungo decorso della malattia dovuto a disturbi respiratori, la ventilazione dei polmoni peggiora, compaiono segni di insufficiente afflusso di sangue al cervello e compaiono sintomi astenici gravi: debolezza, apatia, affaticamento, irritabilità, mal di testa, mani tremanti, scarso appetito, insonnia, disturbi della memoria e dell'attenzione.

Rinite vasomotoria nei bambini

Nei bambini piccoli, la rinite vasomotoria è spesso associata a condizioni allergiche e malattie ORL. In particolare, esiste una relazione diretta tra l'incidenza della rinite vasomotoria e l'adenoidite, l'infiammazione dei seni paranasali, la curvatura del setto nasale e altre patologie degli organi ENT. Dopo l'eliminazione della malattia di base, la rinite vasomotoria nei bambini di solito si risolve da sola.

Particolarmente pericolosa è la rinite vasomotoria per i bambini. La congestione nasale porta a una perdita di forza, a un rigetto del torace e aumenta il rischio di arresto respiratorio. Con una parziale congestione nasale, la possibilità di allattare al seno rimane, tuttavia, i movimenti di suzione richiedono sforzi seri da parte del bambino. La fatica e il frequente sputare impediscono l'assunzione di sufficienti quantità di nutrienti, a causa delle quali i bambini possono rimanere indietro nella crescita e nello sviluppo.

La forma neurovegetativa della rinite vasomotoria nei bambini piccoli è meno comune di quella allergica, ma con una tendenza generale alla nevrosi autonomica, c'è il rischio di sviluppare la malattia a causa dello stress cronico. Negli adolescenti, il debutto della rinite vasomotoria può essere associato a un brusco cambiamento nei livelli ormonali.

Diagnostica

Una diagnosi preliminare viene fatta dall'otorinolaringoiatra in base al quadro clinico e alla storia. Durante l'esame, viene eseguito un esame approfondito delle mucose della cavità nasale, della faringe e della laringe: rinoplastica, laringoscopia e laringoscopia. Durante le esacerbazioni, c'è gonfiore e secchezza delle mucose, un motivo di marmo o macchie bianco-bluastre sulla superficie interna del tratto respiratorio superiore; possono essere presenti difetti del setto nasale, ipertrofia della mucosa e polipi nei seni nasali.

Secondo le statistiche dell'OMS, la rinite vasomotoria rappresenta circa un quarto dei casi di naso che cola cronico. La malattia si verifica più spesso nei giovani di età compresa tra 20 e 40 anni..

La rinite vasomotoria è differenziata con rinite allergica, sinusite, tubercolosi, scleroma, sifilide e granulomatosi di Wegener. Per chiarire la diagnosi, di solito vengono prescritti raggi X dei seni paranasali, un esame del sangue generale e test allergologici. Con la rinite neurovegetativa, il livello di eosinofili e immunoglobuline di classe E (IgE) rimane nella forma, i test cutanei danno un risultato negativo. Con una forma allergica, si notano eosinofilia e un aumento del livello di IgE sieriche, mentre vengono eseguiti test cutanei, di norma, è possibile rilevare allergeni. Nelle donne in gravidanza, vengono determinati anche il tono vegetativo iniziale e lo stato ormonale del corpo; Di particolare importanza sono gli indicatori di estradiolo, estriolo e progesterone - ormoni che influenzano le reazioni neuro-vegetative.

Secondo la testimonianza, vengono condotti ulteriori studi: rinopneumometria ed esame endoscopico della cavità nasale, microscopia di campioni dell'epitelio delle mucose e batteriosi della secrezione mucosa dal naso.

Trattamento della rinite vasomotoria

Le forme lievi e moderate di rinite vasomotoria possono essere trattate in modo conservativo. Nello sviluppo di regimi terapeutici, viene prestata particolare attenzione all'eliminazione delle malattie concomitanti e ai fattori provocatori, al ripristino della microcircolazione e del tono vascolare nei tessuti della cavità nasale, al risanamento profondo del rinofaringe e alla normalizzazione delle funzioni del sistema nervoso autonomo nel suo complesso.

L'uso di farmaci vasocostrittori intranasali per facilitare la respirazione e alleviare il gonfiore è rigorosamente escluso; in casi estremi, vengono prescritti decongenti orali. Con un lieve decorso di rinite vasomotoria, le gocce nasali a base di oli essenziali danno un buon effetto.

In casi moderati, il gonfiore delle mucose viene eliminato dall'introduzione di glucocorticoidi intranasali e farmaci sclerosanti nella regione dei turbinati nasali inferiori, blocchi di novocaina e steroidi o cauterizzazione chimica delle mucose ipertrofiche. Le secrezioni mucose vengono rimosse dai passaggi nasali mediante un'irrigazione fine della cavità nasale con soluzioni saline complesse. Inoltre, possono essere prescritti preparati tissutali che stimolano l'immunità locale..

In caso di rilevazione di focolai cronici di infezione, un regime terapeutico comprende un ciclo di farmaci antibatterici o antivirali. Nella forma allergica della rinite vasomotoria, vengono utilizzati antistaminici di azione sistemica; considerare ulteriormente la possibilità di terapia desensibilizzante.

Le deformità gravi del setto nasale e altri gravi difetti delle strutture intranasali sono indicazioni di settoplastica o correzione endoscopica. Nella gestione dei bambini con adenoidite, viene affrontato il problema della rimozione chirurgica delle escrescenze del tessuto linfoide, l'adenotomia..

Un lungo decorso della malattia contribuisce allo sviluppo della rinite ipertrofica cronica: i cambiamenti proliferativi nelle mucose della cavità nasale diventano irreversibili.

Al fine di un rapido recupero dei tessuti molli e dei vasi sanguigni della cavità nasale, i metodi fisioterapici sono ampiamente praticati:

  • inalazione mediante nebulizzatori;
  • elettroforesi ed ultrasonoforesi;
  • magnetoterapia;
  • risanamento dell'ozono-ultravioletto della cavità nasale.

Sono riportati i risultati positivi dell'uso della terapia fotodinamica per la rinite vasomotoria. L'essenza del metodo: sulle parti modificate della mucosa si ha un effetto a due componenti: il trattamento dei tessuti danneggiati con un fotosensibilizzatore e l'irradiazione con un laser rosso esclusivo con una lunghezza d'onda uguale alle bande di assorbimento. Durante la procedura si formano forti agenti ossidanti e l'ossigeno contenuto nei tessuti assume una forma citotossica. Poiché la capacità del tessuto sano e patologicamente alterato di assorbire la luce non è la stessa, l'effetto dannoso è limitato alle aree di proliferazione dell'epitelio nei punti focali dell'infiammazione; le cellule sane rimangono inalterate.

Con la bassa efficienza del trattamento conservativo, è indicato un intervento chirurgico per la rinite vasomotoria con l'approccio più delicato. In casi moderati, i metodi di chirurgia mini-invasiva ambulatoriale possono essere eliminati, come la disintegrazione a ultrasuoni o a microonde, la vasotomia sottomucosa, l'onda radio o la distruzione laser della concha nasale inferiore. Se ripetutamente è necessario un nuovo intervento, si consiglia di eseguire la conchotomia - rimozione delle mucose alterate insieme allo scheletro osseo del concha nasale inferiore. L'operazione viene eseguita in un ospedale in anestesia endotracheale..

Possibili complicazioni e conseguenze

La respirazione difficile con la rinite vasomotoria peggiora l'aerazione del concha e dei seni nasali, creando i prerequisiti per lo sviluppo di sinusite e sinusite ed è anche considerato uno dei fattori di rischio per lo sviluppo della sindrome da apnea ostruttiva del sonno - una condizione patologica che è accompagnata da arresto respiratorio a breve termine nel sonno e può portare a morte improvvisa. Inoltre, la costante irritazione della faringe e della laringe con un flusso d'aria durante la respirazione forzata dalla bocca provoca faringite, laringite e tonsillite e aggrava anche il decorso della tonsillite cronica.

Un corso prolungato di rinite vasomotoria porta alla carenza di ossigeno nel cervello e alla compromissione della circolazione cerebrale, che ha conseguenze negative per le funzioni cognitive del paziente e la produttività intellettuale; la capacità di apprendimento diminuisce nei bambini.

La rinite vasomotoria, diagnosticata per la prima volta a più di 50 anni, può essere dovuta al consumo frequente..

previsione

Con un trattamento tempestivo e adeguato, le possibilità di una cura completa per la rinite vasomotoria lieve e moderata sono altamente valutate. Un lungo decorso della malattia contribuisce allo sviluppo della rinite ipertrofica cronica: i cambiamenti proliferativi nelle mucose della cavità nasale diventano irreversibili. In tali casi, è necessario un intervento chirurgico per ottenere un effetto positivo duraturo. Nella rinite vasomotoria grave, la prognosi dipende dalla gravità dei sintomi generali, dalla risposta alla terapia, dalla presenza di complicanze e malattie concomitanti, ma nella maggior parte dei casi è possibile ottenere una remissione stabile.

Prevenzione

Per la prevenzione della rinite vasomotoria, il benessere generale del sistema nervoso è importante, quindi è necessario evitare situazioni stressanti, osservare un regime parsimonioso della giornata, mangiare bene, rinunciare a cattive abitudini e non abusare di stimolanti. Utile doccia a contrasto, che funge da buona ginnastica per i vasi sanguigni.

Per il relax, puoi praticare esercizi di respirazione, yoga e meditazione; Utili passeggiate all'aria aperta, gite fuori porta, nuoto e acquagym. Le attività sportive per pazienti inclini a disturbi autonomi sono troppo stancanti; si preferisce un'attività fisica moderata ma costante. Scortese, intimidazione e pressione morale inaccettabili nel trattare con bambini eccitabili.

Nelle infezioni acute del tratto respiratorio superiore, non automedicare; Ricezione particolarmente indesiderabile di potenti farmaci. I pazienti con malattie croniche che sono costretti a assumere costantemente farmaci devono attenersi rigorosamente al regime raccomandato e non ricorrere alla sostituzione dell'automedicazione. Con raffreddori frequenti e rinite allergica, gli spray nasali e le gocce con effetto vasocostrittore non devono essere utilizzati per più di due settimane consecutive. Per prevenire il raffreddore, si consiglia l'indurimento e con tendenza alle allergie - contattare un allergologo-immunologo. La determinazione affidabile dell'allergene mediante test immunologici e moderne tecniche terapeutiche desensibilizzanti può eliminare rapidamente le allergie.

Il rispetto delle norme igieniche negli ambienti residenziali e di lavoro ha un effetto positivo sullo stato del sistema respiratorio. Assicurati di ventilare regolarmente le stanze e la pulizia a umido almeno due volte a settimana.

Vasotomy

La vasotomia è un'operazione chirurgica che fornisce un risultato duraturo nella lotta contro la rinite vasomotoria. Quando si esegue una vasotomia, vengono rimosse la mucosa in eccesso e i vasi sanguigni che interferiscono con il passaggio dell'aria attraverso il naso.

Il concha nasale inferiore è una formazione nel naso che regola il flusso d'aria attraverso la cavità nasale. Al loro interno si trova il tessuto vascolare, che è determinato dalla loro capacità di aumentare di volume. In caso di rinite cronica (allergica, vasomotoria, farmacologica), la concha nasale inferiore aumenta costantemente di volume e talvolta cresce e complica in modo significativo la respirazione nasale.

La causa principale della rinite cronica è una violazione della struttura delle strutture della cavità nasale, ad esempio la curvatura del setto nasale o delle adenoidi. Molto spesso è presente anche la rinite allergica. Con la rinite medica, cioè quando il paziente usa regolarmente gocce vasocostrittive, a volte per molti anni, la causa della malattia è un persistente aumento di volume e proliferazione del tessuto sottomucoso vascolare come reazione all'uso costante di droghe.

  • con difficoltà respiratorie attraverso il naso a causa di rinite vasomotoria cronica o allergica che non è suscettibile di cure mediche
  • pazienti con dipendenza da gocce di vasocostrittore
  • pazienti con setto nasale curvo

L'operazione è prescritta per sbarazzarsi della forma cronica di rinite allergica, vasomotoria o farmacologica. Queste malattie sono l'indicazione principale per il trattamento chirurgico..

La chirurgia per il concha nasale può essere eseguita con vari metodi. L'operazione è indicata nei casi in cui il trattamento farmacologico non porta al risultato desiderato, nonché nei casi di precedenti operazioni non riuscite.

Di conseguenza, viene ripristinata la respirazione nasale libera, viene ripristinato l'olfatto, gli attacchi di emicrania si fermano e si sbarazzano della dipendenza da caduta.

La versione più comune dell'operazione è la riduzione sottomucosa della concha nasale inferiore o, colloquialmente, la vasotomia. Con esso, il chirurgo con l'aiuto di uno strumento (può essere un laser o un bisturi a onde radio), attraverso piccole forature della mucosa, cauterizza il plesso vascolare all'interno dei turbinati nasali inferiori, a seguito del quale i vasi collassano e, dopo la guarigione, le cavità diminuiscono di volume e smettono di gonfiarsi.

Spesso è necessario un intervento chirurgico più avanzato: chirurgia plastica della concha nasale inferiore o turbinoplastica. Durante questa operazione, il volume del guscio viene notevolmente ridotto con l'aiuto di un rasoio (noto anche come microdebrider), uno strumento che rimuove e contemporaneamente aspira piccoli pezzi di tessuto ad alta velocità. In alcuni casi, è richiesta anche la rimozione di parte del guscio osseo del guscio inferiore..

La turbinoplastica è un intervento molto accurato che viene eseguito endoscopicamente e sotto il controllo della vista. Permette di ottenere risultati notevoli in caso di rinite cronica ricorrente dopo precedenti interventi non riusciti, nonché in caso di rinite allergica, quando una semplice vasotomia porterà solo un risultato a breve termine..

Vantaggi della vasotomia sottomucosa

  • Sicurezza, mancanza di sangue.
  • Bassa invasività.
  • Risultato duraturo.
  • Senza complicazioni.
  • Guarigione rapida del tessuto nasale.

Quando la vasotomia del seno può essere inefficace?

  • Grave curvatura del setto nasale.
  • Poliposi nelle cavità nasali.
  • L'uso continuato di vasocostrittori cade dopo l'intervento del paziente - dipendenza da loro anche senza raffreddore.
  • Alcuni disturbi dello sviluppo anatomico.
  • Rinite allergica senza terapia antiallergica.

Importante! Questa procedura viene eseguita sul concha nasale inferiore per eliminare la congestione nasale a causa del loro aumento. Non ridurrà il volume delle secrezioni purulente o mucose.

Controindicazioni

  • disturbo emorragico;
  • gravi malattie sistemiche degli organi interni;
  • infezioni e infiammazioni;
  • gravidanza e periodo di allattamento al seno;

Otorinolaringoiatra, Capo del Dipartimento di Otorinolaringoiatria

Dottore della categoria di massima qualifica

Preparazione all'intervento chirurgico

In caso di rinite cronica, il medico ti offrirà prima un esame per identificare le cause della malattia che possono essere eliminate e prescriverà anche un trattamento di prova, che a volte può portare a risultati tangibili. Se questo trattamento è inefficace, così come in altre situazioni determinate individualmente, verrà pianificata un'operazione.

Inoltre, prima dell'operazione, sarà necessario eliminare i focolai esistenti di infezione nella bocca.

Se un'operazione per la rinite cronica viene eseguita in anestesia locale, 3-4 ore prima si consiglia di non mangiare nulla. Se viene utilizzata l'anestesia generale, nel giorno della procedura è necessario andare in clinica a stomaco vuoto, non è possibile mangiare e bere. Alla vigilia del giorno di intervento, non puoi bere alcolici e assumere farmaci che riducono la coagulazione del sangue.

Metodi Operativi

La vasotomia è divisa in diversi tipi: vaporizzazione laser del naso, elettrocoagulazione del concha nasale, esposizione alle onde radio, disintegrazione ad ultrasuoni, metodo strumentale classico.

  • La chirurgia strumentale è una procedura chirurgica classica in cui la membrana mucosa in eccesso nel concha nasale viene rimossa con un bisturi. Richiede l'osservazione ospedaliera, eseguita in anestesia locale.
  • La vasotomia laser del concha nasale è uno dei metodi più moderni e popolari. Mostra alta efficienza, previene il sanguinamento, riduce al minimo il rischio che un paziente abbia un'infezione. Il trattamento laser della rinite vasomotoria con un laser è molto basso, la procedura è quasi indolore e richiede un tempo di riabilitazione minimo.
  • Metodo delle onde radio: la membrana sottomucosa è esposta a un'onda radio. Allo stesso tempo, le navi sono "sigillate", quindi il sanguinamento è escluso. Questo è uno dei metodi di trattamento popolari e avanzati. Non sono necessari effetti collaterali, non è necessario un lungo e duro recupero.
  • Disintegrazione ad ultrasuoni: sotto l'influenza delle onde ultrasoniche, la mucosa viene distrutta, i vasi interessati vengono eliminati. È usato per l'iperplasia lieve.
  • Elettrocoagulazione: la respirazione migliora a causa dell'esposizione a scosse elettriche. Allo stesso tempo, i vasi sanguigni si coagulano, quindi non c'è sanguinamento.

Avanzamento dell'operazione

L'essenza della vasotomia del concha nasale è quella di ridurre il riempimento del plesso venoso con il sangue, riducendo così il loro gonfiore. Durante l'operazione, il medico attraversa i vasi che vanno dalla base ossea alla mucosa nasale. Per questo, viene utilizzata una moderna attrezzatura elettrochirurgica. Le manipolazioni vengono eseguite sotto il controllo di apparecchiature endoscopiche dotate di un sistema ottico con ingrandimento multiplo, che garantisce l'accuratezza delle azioni del chirurgo e la chiarezza del suo lavoro.

L'intera procedura richiede 5-10 minuti. Grazie all'uso di attrezzature moderne, l'invasività della vasotomia è minima. Durante l'intervento, il paziente non avvertirà sensazioni spiacevoli, poiché viene eseguito in anestesia locale.

Recupero dopo la procedura

Il periodo di recupero dopo vasotomia o turboplastica dura circa una o due settimane. Per accelerare il recupero, il medico prescrive un trattamento speciale. Le procedure fisioterapiche sono utili.

I primi risultati saranno evidenti in una settimana, nella maggior parte dei pazienti la respirazione normale viene ripristinata in 10-14 giorni.

I moderni metodi minimamente invasivi per il trattamento della rinite cronica possono risolvere il problema della congestione nasale persistente e della dipendenza da gocce vasocostrittive in modo rapido, efficiente, sicuro e assolutamente indolore.

Per saperne di più sull'operazione, fissare un appuntamento con il chirurgo ENT del centro medico SM-Clinic. Il medico selezionerà la quantità ottimale di intervento chirurgico per ottenere la respirazione nasale libera persistente..


Nome del servizio (il prezzo è incompleto)Prezzo, rub.)A rate (rub.)
Vasotomia del turbinato inferiore14000dal 1399

* Maggiori informazioni sulle condizioni qui - Trattamento a credito o rateale.

Metodi di pagamento per i servizi medici "SM-Clinic"

Puoi pagare i servizi di clinica in qualsiasi modo conveniente, anche in contanti, utilizzando le carte bancarie dei principali sistemi di pagamento, nonché utilizzando le carte rata "Coscienza" o "Halva":

Specifica ulteriori informazioni per telefono +7 (812) 435 55 55 o compila il modulo online: l'amministratore ti contatterà per confermare l'inserimento.

"SM-Clinic" garantisce la completa riservatezza del ricorso.

Medici di spicco

Zavarzin Boris Alexandrovich

Otorinolaringoiatra operativo. Candidato di scienze mediche

Danubio ave., 47

Karpushenko Maxim Alekseevich

Danubio ave., 47

Zaichenko Vladislav Sergeevich

Otorinolaringoiatra operativo, capo del dipartimento ORL

19, Udarnikov

Lutsevich Andrey Ivanovich

Otorinolaringoiatra operativo. Medico di prima categoria

19, Udarnikov

Mishkorez Maria Vladimirovna

Autostrada Vyborg, 17-1

Smirnova Victoria Valerevna

19, Udarnikov

Sharafiev Gleb Ildarovich

19, Udarnikov

Huseynov Eduard Gasanovich

Otorinolaringoiatra operativo. Dottore della massima categoria

Danubio ave., 47

Soloviev Alexander Vladimirovich

Autostrada Vyborg, 17-1

Ponidelko Sergey Nikolaevich

Otorinolaringoiatra operativo. Candidato di scienze mediche

Danubio ave., 47

Sergeev (Sleptsov) Alexey Vladimirovich

Danubio ave., 47

Ermakov Igor Yuryevich

Danubio ave., 47

Zaichenko Sergey Sergeevich

19, Udarnikov

Astakhov Anatoly Petrovich

19 Udarnikov Avenue, 47 Danube Avenue, 47

Vyaznikov Dmitry Andreevich

Autostrada Vyborg, 17-1

Davudov Gadzhimurad Abdulmuslimovich

19, Udarnikov

Daliev Bakhodir Bakhtierovich

st. Marshala Zakharova, 20

Kovalev Mikhail Vladimirovich

Danubio ave., 47

Kononenko Evgeny Igorevich

Danubio ave., 47

Kucherova Marina Vladimirovna

Autostrada Vyborg, 17-1

Mikhailova Ekaterina Andreevna

Danubio ave., 47

Negazov Alexander Alexandrovich

Autostrada Vyborg, 17-1

Khabibov nominato Suleymanovich

Autostrada Vyborg, 17-1

indirizzi

  • Chirurgia
    • A proposito del centro
    • medici
    • licenze
    • Unità operativa
    • Ospedale
    • Recensioni
    • Contatti
    • Prezzi
  • Le nostre risorse
    • Centro multidisciplinare SM-Clinic
    • Reparto pediatrico
    • Centro di chirurgia plastica
    • Dipartimento di chirurgia
    • Centro per l'Impiego
    • SM Clinic Moscow
  • Versione per non vedenti
  • Informazione Generale
    • A proposito di detenzione
    • Informazione legale
    • mappa del sito
    • articoli
  • Contatti
  • e-mail: questo indirizzo email è protetto dagli spambots. Devi aver abilitato JavaScript per vederlo.

    Rinite cronica

    Seconda opinione

    Non sei sicuro della correttezza della tua diagnosi? Esci dai dubbi! Vieni a MedicCity e consulta n gratuitamente.

    Sconti per amici dai social network!

    Questa promozione è per i nostri amici su Facebook, Twitter, VKontakte, YouTube e Instagram! Se sei un amico o seguace della pagina clinica.

    Residente nel distretto residenziale "Savelovsky", "Begovoy", "Aeroporto", "Khoroshevsky"

    Questo mese, residenti nelle aree di "Savelovsky", "Running", "Airport", "Khoroshevsky".

    Balashova Julia Vyacheslavovna

    Varnel Olga Leonidovna

    Massima categoria di qualificazione

    Kapustina Anna Alexandrovna

    Ponomareva Larisa Viktorovna

    Massima categoria di qualificazione

    Pyshniy Dmitry Vladimirovich

    Categoria di massima qualifica, candidato alle scienze mediche

    Ramazanova Gunay Alniyaz-Kyzy

    Candidato di scienze mediche

    "Trattamento della rinite cronica e acuta"

    "MediaMetrics", una stazione radio, il programma "Malattie ORL con il Dr. Ramazanova" (settembre 2019)

    Doctor I, programma TV, TVC (settembre 2018)

    "MediaMetrics", stazione radio, programma "Ricezione online" (agosto 2018)

    MediaMetrics, una stazione radio, programma Gadget medici (febbraio 2018)

    Salute degli uomini: consulenza di esperti, blog medico (novembre 2015)

    Tutti conoscono una condizione spiacevole con il raffreddore, quando il naso è costantemente chiuso. Secondo le statistiche, una persona normale dalla nascita alla vecchiaia è malata con un naso che cola più di 100 volte. È interessante notare che su tutte le malattie in Russia, una su tre sono malattie respiratorie e ogni settimo appartiene a raffreddori (rinite, sinusite, ecc.).

    Il naso che cola (rinite) è una comune malattia respiratoria superiore trasmessa da goccioline trasportate dall'aria. Uno dei principali fattori nello sviluppo della rinite è l'ipotermia, riduce le difese del corpo, provoca la moltiplicazione dei microbi nel naso e nel rinofaringe e porta alla congestione nasale.

    Un altro fattore correlato alla rinite è una diminuzione dell'immunità dopo malattie croniche..

    Diagnosi di rinite in MedicCity

    Endoscopia della cavità nasale in MedicCity

    Diagnosi di rinite in MedicCity

    Il quadro clinico della rinite

    La rinite può far parte di un'infezione respiratoria acuta e l'insorgenza di una reazione allergica.

    La malattia inizia con un deterioramento delle condizioni generali del corpo, mal di testa, indebolimento dell'olfatto, diventa difficile per una persona respirare attraverso il naso. Un naso può anche essere bloccato, la microflora patogena inizia a svilupparsi in esso, prima appare trasparente, quindi appare verde e marrone dal naso.

    Se hai la febbre e il naso chiuso, può essere la rinite.!

    Sintomi di rinite:

    • naso chiuso;
    • secrezione dal naso (acquoso, mucoso o mucopurulento);
    • drenaggio del muco lungo la parte posteriore della faringe;
    • disturbi del sonno;
    • russare;
    • mal di testa.

    Si può parlare molto della rinite, ma l'obiettivo principale del trattamento della rinite cronica è quello di eliminare le cause che supportano il processo infiammatorio cronico della mucosa nasale.

    Perché pone un naso. cause:

    • infiammazione cronica dei seni;
    • curvatura del setto del naso;
    • anomalie nella struttura del concha nasale;
    • vegetazione adenoidea, ecc..

    In tali casi, la normale circolazione dell'aria viene disturbata, le perdite patologiche fluiscono nella cavità nasale, irritano la mucosa e supportano il naso che cola cronico.

    Rinite acuta

    La rinite acuta è una delle malattie più comuni nell'infanzia. Ogni madre è ben consapevole dei suoi sintomi: un naso chiuso in un bambino, un naso che cola, ecc..

    La rinite acuta ha una forma infettiva, causata da virus o batteri. La malattia può manifestarsi come una malattia separata di natura virale o batterica o essere parte integrante di tali malattie infettive come influenza, infezioni virali respiratorie acute, scarlattina, meningite, difterite, ecc..

    I fattori provocatori della rinite acuta sono l'ipotermia, l'aria inquinata, la ridotta immunità umana, le allergie, le adenoidi, la rinite ipertrofica. Pertanto, se il naso è costantemente chiuso, il bambino ha un'immunità chiaramente debole e deve essere aumentato!

    Sintomi di rinite acuta:

    La malattia procede in 3 fasi:

    • fastidio al naso, prurito, starnuti, lacrime, mal di testa, malessere, febbre (entro 1-2 giorni);
    • naso chiuso, diventa difficile per il paziente respirare, voce rauca, secrezione acquosa dal naso, diminuzione dell'olfatto;
    • lo scarico dal naso diventa denso, purulento, il paziente è preoccupato per una grave congestione nasale.

    Consultazione di un otorinolaringoiatra presso MedicCity

    Consultazione di un otorinolaringoiatra presso MedicCity

    Consultazione di un otorinolaringoiatra presso MedicCity

    Rinite cronica

    La rinite cronica è un'infiammazione cronica a lungo termine della mucosa nasale, che appare a causa dell'influenza negativa dei microbi, nonché di alcuni fattori ambientali (polvere, contaminazione da gas) sulla mucosa nasale.

    Tipi di rinite cronica

    • allergico (stagionale, allergico a piante e prodotti);
    • infettivo (sorto a causa di malattie infettive);
    • rinite anallergica e non infettiva (rinite farmacologica, rinite ormonale, rinite degli anziani).

    Rinite allergica

    Rinite allergica - infiammazione delle mucose nasali, che si basa su una reazione allergica del corpo a un allergene.

    • polvere domestica o dei libri;
    • acari della polvere;
    • morsi di insetto;
    • impianti;
    • Cibo;
    • farmaci;
    • muffa e lievito.

    Puoi leggere ulteriori informazioni sulla rinite allergica qui..

    Rinite vasomotoria

    La rinite vasomotoria si riferisce alla rinite non allergica e non infettiva. Esistono rinite vasomotoria farmacologica, ormonale, riflessa e idiopatica. È caratterizzato da alterazione della respirazione nasale, congestione nasale e restringimento della cavità nasale a seguito di gonfiore e gonfiore dei tessuti molli.

    Ragioni per lo sviluppo della rinite vasomotoria:

    • bassa temperatura dell'aria;
    • aria umida;
    • mangiare cibi troppo caldi o piccanti;
    • uso frequente di bevande alcoliche;
    • sperimentare stress emotivo;
    • inalazione di fumo di tabacco;
    • smog, aria inquinata;
    • odori forti;
    • cambiamenti ormonali nel corpo;
    • l'uso di farmaci vasocostrittori per lungo tempo;
    • l'uso di contraccettivi o farmaci che abbassano la pressione sanguigna;
    • malattia della tiroide ecc..

    Segni e sintomi clinici di rinite vasomotoria

    I principali sintomi della rinite di questa forma possono essere considerati difficoltà nella respirazione nasale e secrezione acquosa dal naso. Gli attacchi di starnuti sono meno comuni.

    Molto spesso, la rinite vasomotoria viene confusa con forme atipiche di rinite allergica. Pertanto, un esame approfondito.

    Endoscopia della cavità nasale in MedicCity

    Endoscopia della cavità nasale in MedicCity

    Endoscopia della cavità nasale in MedicCity

    Rinite ipertrofica

    La rinite ipertrofica è caratterizzata da un aumento della mucosa del concha nasale, che comporta difficoltà respiratorie a causa della congestione nasale.

    Fattori che contribuiscono alla malattia:

    • ipotermia del corpo;
    • uso a lungo termine di farmaci vasocostrittori;
    • infezioni nel rinofaringe;
    • aria contaminata;
    • alcol;
    • fumatori;
    • la presenza di allergie.

    La rinite ipertrofica può verificarsi a causa delle seguenti malattie:

    • malattie del sistema endocrino;
    • malattie cardiache e vascolari;
    • curvatura congenita o acquisita del setto nasale;
    • patologia della funzione neuro-riflessa del naso;
    • rinite catarrale, vasomotoria e cronica non trattata.

    Come si manifesta la malattia??

    La rinite ipertrofica è caratterizzata da naso chiuso e mancanza di respiro e le gocce vasocostrittive non eliminano questi sintomi. Con la rinite ipertrofica, compaiono i seguenti sintomi:

    • Non respira il naso;
    • secrezione mucosa e purulenta dal naso;
    • mal di testa ricorrenti;
    • secchezza delle fauci e rinofaringe;
    • disturbi del gusto e dell'olfatto.

    Rinite catarrale cronica

    La rinite catarrale cronica è chiamata infiammazione persistente nei tessuti epiteliali del naso, che non porta a cambiamenti nella struttura del naso.

    In genere, la rinite catarrale cronica si verifica a seguito di una forma non trattata di rinite acuta o della sua forma trascurata. Nel caso di una forma trascurata, i patogeni si moltiplicano nella mucosa nasale, causando infiammazione catarrale.

    Sintomi della malattia:

    • naso che cola che appare in autunno e in inverno;
    • secrezione mucosa o purulenta;
    • mancanza di odore (il naso non respira affatto);
    • mal di testa.

    Diagnostica

    Un medico ORL durante l'esame può rilevare bolle, crepe ed eczema nella cavità nasale. Con la rinoscopia, il muco nella cavità nasale può essere notato sotto forma di una griglia.

    Trattamento della rinite

    Cosa fare quando naso chiuso?

    Tutti comprendono quale inconveniente dà un naso chiuso. Il trattamento dovrebbe essere completo.

    Il regime di trattamento per la rinite comprende le seguenti misure:

    • eliminazione di possibili endo - ed esogeni fattori che causano e supportano la rinite;
    • terapia farmacologica per ogni forma di rinite;
    • intervento chirurgico secondo le indicazioni (ad esempio, con una curvatura del setto nasale);
    • fisioterapia e climatoterapia.

    Trattamento conservativo della rinite

    La terapia conservativa comprende i seguenti metodi:

    • Inalazioni ad ultrasuoni e per iniezione di farmaci nella cavità nasale.
    • Lavare naso e rinofaringe con sostanze medicinali usando un aspiratore.
    • La terapia fotodinamica è un metodo unico di trattamento della rinite, basato sull'uso della fotoditazina farmaco fotosensibile sotto forma di gel, seguito dalla sua attivazione mediante irradiazione laser della cavità nasale. Il farmaco si accumula nelle cellule "malate", dopo l'irradiazione laser viene rilasciata una grande quantità di ossigeno, che provoca la morte delle cellule danneggiate, ha un potente effetto antisettico e antinfiammatorio. C'è una diminuzione del volume nasale del concha, la respirazione nasale migliora e la scarica si interrompe. Come risultato della terapia, puoi finalmente sbarazzarti della congestione nasale. La procedura è assolutamente indolore e richiede 1,5-2 ore. Le prestazioni non soffrono. Il corso richiede solitamente 2-3 procedure.
    • Applicazioni di farmaci sulla mucosa nasale.

    Sinus Pari Inhaler

    Arrossamento del naso e del rinofaringe

    Terapia fotodinamica presso MedicCity

    Trattamento chirurgico della rinite

    A volte è impossibile fare a meno del trattamento chirurgico della rinite. In questo caso, la scelta di tattiche chirurgiche razionali si basa sul grado di ipertrofia turbinata e disturbi respiratori nasali. Tutti i metodi utilizzati nella nostra clinica sono il più delicati possibile..

    Il trattamento chirurgico della rinite comprende le seguenti procedure:

    • La coagulazione delle onde radio del concha nasale inferiore è il metodo più parsimonioso per il trattamento della rinite vasomotoria e ipertrofica. Dopo l'anestesia della mucosa, un elettrodo con 2 aghi sottili viene inserito nel concha nasale. Sotto l'influenza dell'onda radio, la conca nasale diminuisce letteralmente "davanti agli occhi", la respirazione nasale migliora già al momento della manipolazione. La procedura richiede circa 15 minuti. e quasi indolore.
    • Coagulazione laser: contatto laser sulle zone riflessogene della mucosa nasale o sull'intera superficie del concha nasale inferiore. La procedura è efficace, tuttavia, va notato la presenza di un lungo periodo di recupero (circa 1-2 settimane), nonché un danno maggiore alla mucosa rispetto al trattamento con onde radio.
    • Concha nasale in plastica.

    Se necessario, gli interventi di concha nasale in molte cliniche spesso subiscono ancora un'operazione distruttiva come la conchotomia, che successivamente porta a gravi disordini anatomici e funzionali. La chirurgia plastica del turbinato inferiore è un'alternativa a questa chirurgia paralizzante. Molto spesso viene eseguita una vasotomia sottomucosa, in cui la mucosa viene staccata con la distruzione dei plessi vascolari, che sono la causa della congestione nasale. A volte l'operazione viene integrata deviando il guscio lateralmente, il che consente di espandere significativamente i passaggi nasali e ripristinare il normale flusso d'aria nella cavità nasale. È anche possibile la rimozione parziale delle estremità posteriori del concha nasale inferiore, che viene eseguita da uno strumento speciale - l'anello nasale, o dalla coagulazione bipolare e dalla chirurgia delle onde radio, in cui vi è una riduzione di alcune sezioni della mucosa ipertrofica del concha nasale. La scelta di uno specifico metodo di intervento è individuale ed è effettuata direttamente dal chirurgo.

    Nella clinica multidisciplinare l'otorinolaringoiatria "MedicCity" è una delle aree di lavoro prioritarie! I nostri otorinolaringoiatri sono specialisti di alto livello. Medici, immunologi e altri specialisti in oltre 30 aree aiuteranno a far fronte alle tue malattie!