Image

Come trattare l'ARVI nell'opinione dei bambini di Komarovsky

Se il bambino si ammala e non c'è modo di cercare cure mediche specializzate, gli articoli di Internet vengono in soccorso. Ma non tutte le informazioni sono affidabili. Pertanto, voglio sentire l'opinione di uno specialista in questo campo. Per diversi anni, la dott.ssa Yevgeny Olegovich Komarovsky, pediatra, medico di altissima categoria, ha educato i genitori all'educazione, allo sviluppo e alla salute dei loro figli. Per quanto riguarda il trattamento delle infezioni virali respiratorie acute nei bambini, Komarovsky ha il suo approccio..

Sintomi

L'infezione virale respiratoria acuta è un gruppo di malattie infiammatorie acute che colpiscono il tratto respiratorio superiore causate da infezioni pneumococciche. Questa malattia è la più comune al mondo. Nel processo di una malattia virale, può essere complicato da un'infezione batterica secondaria..

Il periodo di incubazione della SARS dura da un paio d'ore a 3 giorni. Il prossimo è la manifestazione dei primi sintomi della malattia. Un'infezione contaminata si deposita nel rinofaringe e nella cavità orale. Provoca tosse, naso che cola, starnuti. Se l'infezione scende nei bronchi, una tosse intensa può causare vomito. C'è raucedine della voce, gonfiore delle mucose, arrossamento della gola. Manifestazioni caratteristiche di ARVI: laringite, rinite, tracheite, faringite.

I seguenti sintomi indicano l'ingresso del virus nel sangue:

  • aumento della temperatura fino a 39 gradi;
  • brividi, febbre;
  • sensazione di malessere, debolezza, mal di testa;
  • fatica.

Nei bambini di età inferiore ai tre anni, c'è un chiaro odore dalla bocca e i corpi chetonici vengono rilevati nell'analisi delle urine.

Le complicazioni possono sorgere con un trattamento improprio, che è stato ritardato nei bambini di 2-3 anni, poiché sono ancora troppo deboli per resistere alle infezioni..

Mentre il sistema immunitario resiste alle cellule virali, la temperatura si normalizza, il bambino guarisce, la tosse si ferma, la condizione migliora.

Cosa e come trattare l'ARVI

Spesso, il trattamento delle infezioni virali respiratorie acute in un bambino secondo il metodo Komarov è in contrasto con il trattamento tradizionale generalmente accettato da altri pediatri. Accettare tali metodi o meno dipende solo dai genitori.

Nel solito trattamento, si consiglia di avvolgere il bambino più caldo, nutrirlo abbondantemente e applicare una quantità abbastanza grande di farmaci. Sebbene questa strategia porti al recupero, porta danni piuttosto gravi al corpo. Inoltre, l'immunità non viene acquisita, ma sprecata.

Dr. Komarovsky raccomanda di ascoltare le opinioni delle generazioni più anziane filtrandole. Prendendo qualcosa dalla loro esperienza e utilizzando tecniche moderne, il trattamento delle infezioni virali respiratorie acute in un bambino sarà molto più veloce e più efficace..

Se la malattia è piuttosto grave o il bambino è a rischio, è necessario utilizzare farmaci antivirali. Utilizzare questi farmaci solo come prescritto dal medico in regime ambulatoriale o in ospedale. Nel trattamento delle infezioni virali respiratorie acute Komarovsky non raccomanda l'uso di farmaci da soli.

Regole di base per il trattamento delle infezioni virali respiratorie acute secondo Komarovsky

  • Umidificazione e ventilazione. Nella stanza in cui si trova il paziente, è necessario ventilare periodicamente. L'atmosfera è mantenuta umida e fresca. La stanza deve essere accuratamente pulita, strofinata, spolverata. Rifiuta i riscaldatori, blocca o copri i radiatori, è meglio vestire il bambino più caldo. È importante che il bambino respiri aria fresca umida, una temperatura non superiore a 20 gradi. Ciò contribuirà allo scarico dell'espettorato dai bronchi, riducendo la probabilità di complicanze. Il bambino dovrebbe trovarsi nella stanza in cui non vi è un grande accumulo di "collettori di polveri": peluche, tappeti, tende pesanti, libri.
  • Nutrizione. Un bambino malato rifiuta spesso il cibo. Non insistere. Nella modalità fame, il corpo è ottimizzato e si sta riprendendo più velocemente. Inoltre, le forze mirano a combattere l'infezione ed è meglio non sprecarle nel digerire cibi pesanti. Gli alimenti a base di carboidrati liquidi sono considerati prioritari. Le porzioni dovrebbero essere piccole e offrire cibo solo quando il bambino lo richiede..
  • Modalità di consumo. Se nel caso del cibo non dovessi insistere, il bambino deve bere in grandi quantità. Ciò contribuirà a rimuovere rapidamente un'infezione patogena dal corpo. La cosa principale è che la bevanda dovrebbe essere alla stessa temperatura del corpo del paziente. Più secca è l'aria interna, più sarà necessario inumidire le mucose. Puoi bere qualsiasi bevanda: tè, bevande alla frutta, composta, decotti di erbe e frutta secca. Nelle farmacie per lo stesso scopo offrono varie soluzioni: Regidron, Gastrolit e altri. Possono anche essere offerti a un bambino. Ma se non vuole bere qualcosa, non è necessario insistere. Lascialo mangiare ciò che gli piace.
  • Irrigazione delle mucose. In caso di sintomi di rinite, si consiglia di sciacquare la cavità nasale con soluzione salina. Puoi utilizzare farmacie già pronte - Sanorin, AquaMaris, Marimer e altre. Solo un'irrigazione abbondante e costante aiuta.
  • Procedure aggiuntive. Gambe fumanti, cerotti di senape, pomate e creme riscaldanti sul petto e molti altri metodi popolari: tutto ciò può essere usato nel trattamento delle infezioni virali respiratorie acute nei bambini. Ma solo dopo aver consultato un medico.
  • Aiuta con la febbre. La temperatura durante le infezioni virali respiratorie acute in un bambino viene abbassata con farmaci antipiretici - Ibuprofene, Nurofen, Paracetamolo e altri farmaci simili. È severamente vietato utilizzare Aspirin. Se la temperatura non scende o se si blocca per un breve periodo, consultare immediatamente un medico.
  • Nel trattamento delle infezioni virali respiratorie acute nei bambini, non vengono utilizzati antibiotici. Ciò può causare complicazioni. Con un'immunità indebolita, l'uso di tali farmaci porta alla disbiosi, che complica il processo di guarigione..

In quali casi è necessario chiamare un medico

Se il bambino è malato, il medico dovrebbe osservarlo. Questo non è sempre possibile, ma in alcuni casi diventa obbligatorio:

  • se dopo 4 giorni non si sono verificati cambiamenti;
  • i farmaci antipiretici non aiutano ad abbassare la temperatura o ad agire per un breve periodo;
  • dopo una settimana, quando il bambino si è ripreso, ha di nuovo i sintomi della malattia;
  • il bambino ha secrezione purulenta, sete grave, respiro corto, pallore della pelle;
  • tosse soffocante grave;
  • bambino di età inferiore a un anno.

Non meno pericolosi sono i sintomi: perdita di coscienza, temperatura superiore a 39 gradi, gonfiore del collo, crampi, vomito, mal di testa, forte dolore in tutto il corpo, mancanza di respiro, respiro pesante.

Prevenzione

Non ci sono farmaci che riducono il rischio di infezione. Ma una garza aiuterà una persona infetta a non diffondere ulteriormente la malattia. Il Dr. Komarovsky offre diverse regole preventive che aiuteranno a mantenere la salute durante le epidemie..

  • Evita luoghi pubblici, folle.
  • Mantieni le distanze quando hai a che fare con le persone.
  • Trascorri più tempo in spazi aperti. Più lo spazio è chiuso, maggiore è l'accumulo di virus in esso..
  • Con frequenti mani tremanti o toccando oggetti estranei, indossare guanti o trattare le mani con una soluzione disinfettante.
  • Tenere il più lontano possibile da una persona malata.
  • Durante l'epidemia, cerca di non frequentare strutture mediche.
  • Mantenere la temperatura e l'umidità nella stanza entro limiti normali.
  • Durante il giorno, idrata le mucose del naso e della bocca con soluzione salina. Puoi cucinarlo a casa mescolando 1 litro di acqua calda bollita con 1 cucchiaio di sale.

Le misure preventive aiuteranno non solo a evitare la malattia stessa, ma anche quando infetti, passa in una forma più lieve, senza complicazioni.

Inoltre, una corretta alimentazione, frequenti periodi di tempo all'aria aperta, lunghe passeggiate aiutano il corpo a diventare più resistente alle infezioni.

Suggerimenti del Dr. Komarovsky

Oltre al trattamento proposto per le infezioni virali respiratorie acute nei bambini, Komarovsky fornisce alcuni ulteriori suggerimenti:

  • Se c'è un'opportunità per ottenere un'iniezione antinfluenzale, non dovresti rifiutarla. Anche se si verifica un'infezione, il decorso della malattia sarà più facile, le complicazioni possono essere evitate.
  • È meglio condurre una profilassi completa piuttosto che trattare l'infezione risultante..
  • Secondo Komarovsky, i farmaci antivirali come misura preventiva sono solo un'opportunità per le aziende farmaceutiche di ottenere più denaro dai clienti. La principale fonte di pericolo è una persona malata. Pertanto, durante un periodo di epidemia di massa, è necessario cercare di ridurre le visite in luoghi pubblici. La probabilità di essere infettati per strada nella stagione fredda è ridotta al minimo.
  • Nel trattamento delle infezioni virali respiratorie acute nei bambini, è necessario mantenere il riposo a letto. Se il bambino soffre di una malattia alle gambe, c'è una possibilità di infezione secondaria e conseguenti complicanze.
  • Naturalmente, durante il periodo della SARS, Komarovsky raccomanda vivamente di rifiutare di frequentare la scuola materna, la scuola e altre istituzioni educative.

Komarovsky è un pediatra che seleziona risultati più moderni per il trattamento delle malattie nei bambini. La generazione più anziana di medici non supporta la sua opinione e si oppone. Ma le osservazioni mostrano che la sua tecnica ha un effetto positivo. A seconda dei sintomi, viene anche prescritto un trattamento. Dovrebbe essere selezionato in base all'età e alla presenza di controindicazioni. Sebbene l'ARVI non sia considerata una malattia grave, sono possibili complicanze e un decorso grave della malattia. Pertanto, ai primi sintomi, è necessario consultare un medico e iniziare la terapia.

I medici hanno spiegato perché è impossibile trattare le infezioni virali respiratorie acute nei bambini

L'ARVI è un'infezione virale respiratoria acuta che colpisce il sistema respiratorio e la malattia più comune in tutto il mondo. In effetti, un raffreddore (e un raffreddore - questa è la SARS) può essere catturato in qualsiasi momento dell'anno, eppure è spesso malato in autunno. Allo stesso tempo, i bambini si ammalano molto più spesso degli adulti e, non appena ciò accade, i genitori iniziano immediatamente un processo di trattamento lungo e in più fasi. Antivirali, antitosse, gocce nasali, inalazioni, risciacqui, cerotti di senape - vengono utilizzati tutti gli agenti potenzialmente curativi. Nel frattempo, l'anno scorso l'Unione dei pediatri della Russia ha approvato nuove raccomandazioni cliniche per il trattamento delle infezioni virali respiratorie acute. E, secondo questo documento, risulta che la maggior parte dei farmaci che utilizziamo sono completamente inutili o pericolosi. Quindi, ti diciamo con quali mezzi non vale la pena curare un raffreddore, come prevenirlo e in quali casi suonare l'allarme.

Ogni quanto tempo un bambino dovrebbe ammalarsi?

Prima di tutto, devi ricordare: è comune che i bambini si ammalino, e questo è abbastanza normale - è così che formano la loro immunità. Pertanto, se il bambino prende il raffreddore non più di sei volte l'anno, non c'è nulla di cui preoccuparsi. Allo stesso tempo, i bambini sani tollerano bene i virus, ma per i bambini con malattie croniche come l'asma bronchiale, possono essere pericolosi. Ma in ogni caso, l'unica SARS mortale è l'influenza. Ecco perché i pediatri consigliano ai genitori di non rifiutare la vaccinazione..

Come trattare ARVI

Per cominciare, non esistono farmaci antivirali. Esistono farmaci antinfluenzali che devono essere assunti nelle prime 48 ore della malattia. Come per tutti i tipi di "medicine", i cui nomi terminano con "-ferone", non sono usati da nessuna parte tranne che nei paesi dell'ex Unione Sovietica - non sono nemmeno riconosciuti come rimedi omeopatici. Tuttavia, è stato dimostrato che gli interferonogeni possono ridurre il periodo di febbre di un giorno e anche solo nei bambini di età superiore ai sette anni. Ma ne vale la pena imbottire un bambino con droghe sintetiche per un giorno?

Gli espettoranti dovrebbero essere usati solo in rari casi. I bambini sono in grado di tossire se stessi e non hanno bisogno di aiuto.

Per il mal di gola, puoi usare spray, losanghe o pillole: non c'è nulla di pericoloso in loro e il bambino si sentirà davvero meglio. Ricorda solo di mostrarlo al medico, perché il dolore può essere causato da un'infezione da streptococco, che viene trattata solo con antibiotici..

Gocce e spray nasali dovrebbero essere usati solo per facilitare la respirazione del bambino. Ma non più volte al giorno, ma a livello di situazione, ad esempio di notte, in modo che potesse dormire. Il periodo di trattamento massimo con tali gocce è di tre giorni, non di cinque, come alcuni medici consigliano. Ma è meglio sciacquarsi il naso con soluzione salina. A proposito, aiuterà con la tosse causata dal muco che scorre lungo la laringe..

Farmaci antipiretici - solo in casi estremi: se il bambino non tollera la febbre ed è davvero male. Se corre e salta, non è necessario sparare a nulla. Quindi in realtà "spegni" il sistema immunitario, così si ammala più volte con lo stesso virus. E ricorda: se abbassi la temperatura, non è necessario portarla a 36.6. Caduto a 38 - già buono.

Come trattare un bambino malato? I soliti rimedi della "nonna": tè con lamponi, latte con miele e bevande di frutta acida. E anche con una bevanda abbondante, poiché a una temperatura elevata il corpo perde molta umidità. E anche quando il bambino non smette di vomitare, devi ancora bere - almeno un cucchiaino, ma spesso. Un raffreddore senza complicazioni scompare entro pochi giorni e i sintomi individuali - tosse e naso che cola - possono persistere per una o due settimane..

Come prevenire

Per far ammalare il tuo bambino meno spesso, segui alcune semplici regole. Innanzitutto, fai lavare le mani al tuo bambino più spesso e non solo dopo essere andato in bagno e prima di mangiare. In effetti, la cosa più pericolosa non è affatto la toilette, ma le maniglie delle porte.

In secondo luogo, cerca di non andare in luoghi affollati durante la stagione fredda. Il bambino si abitua ai microbi che circolano nel gruppo o nella classe della scuola materna, ma il nuovo virus che ha raccolto al cinema o al teatro lo metterà immediatamente a terra.

In terzo luogo, stare all'aria aperta, anche se fuori fa freddo. Perché le persone si ammalano non a causa del freddo, ma a causa dei virus, che sono molto più facili da catturare in una stanza con aria secca.

In quarto luogo, il bambino non dovrebbe essere indossato fino allo stato di "cavolo". Più caldo è vestito, più facile sarà per lui ammalarsi. Ricorda: sui bambini in movimento devi indossare uno strato di abbigliamento in meno rispetto a te stesso. E in caso di pioggia è meglio indossare stivali di gomma sul bambino.

In quinto luogo, mantenere l'umidità e una temperatura dell'aria confortevole nell'appartamento - non più di + 22 ° С. Lascialo dormire con una finestra aperta e, in generale, l'aria più spesso.

Infine, non rifiutare le vaccinazioni. È più facile prevenire l'influenza che affrontarne le complicazioni.

Quando chiamare un'ambulanza

Se il bambino ha una temperatura elevata per 10 giorni, non può bere, vuole dormire tutto il tempo, non ha vomito o febbre combinati con un'eruzione cutanea, chiama immediatamente un'ambulanza. Vale anche la pena di suonare l'allarme nei casi in cui la frequenza respiratoria del bambino è stata ridotta a 30 respiri al minuto, o viceversa, respira troppo spesso, geme, gonfia le ali del naso, annuisce con la testa mentre inspira o disegna nella parte inferiore del torace. Ricorda: questi sono sintomi pericolosi che richiedono cure mediche immediate..

In precedenza, abbiamo parlato di quali medicinali non dovrebbero essere nel tuo armadietto dei medicinali a casa..

SARS nei bambini: sintomi, tattiche di trattamento

La malattia più comune nei bambini è la SARS. Come scegliere un trattamento che aiuterà a curare rapidamente un bambino. Farmaci efficaci per il trattamento di sintomi e manifestazioni di infezioni respiratorie acute in un bambino.

L'ARVI è un'infezione virale respiratoria acuta che può colpire i polmoni, i bronchi, la laringe, il naso, la gola, la trachea, i seni paranasali e le mucose degli occhi. Molto spesso, i bambini piccoli soffrono dell'infezione. Il picco stagionale del virus si verifica nei mesi autunnali.

Le frequenti malattie respiratorie contribuiscono a una riduzione dell'immunità e allo sviluppo di malattie croniche degli organi ENT, quindi il trattamento delle infezioni virali respiratorie acute nei bambini dovrebbe mirare non solo a combattere i sintomi, ma anche a prevenire le esacerbazioni 1.

Sintomi della SARS nei bambini

I sintomi delle infezioni virali respiratorie acute nei bambini dipendono dalla forma della malattia. Il periodo di incubazione (la durata dal momento in cui il virus entra nel corpo fino ai primi sintomi) è di 2-7 giorni.

I segni comuni di infezioni virali respiratorie acute nei bambini, di norma, sono:

  • Eccessiva secrezione mucosa dal naso
  • Calore
  • Dolore alla testa e alle articolazioni
  • Congestione nasale
  • Tosse, mal di gola
  • Linfonodi ingrossati
  • Diminuzione dell'appetito
  • Debolezza, ansia 2

Esistono numerosi patogeni ARVI, i principali sono: rinovirus, adenovirus, virus dell'influenza, parainfluenza. Tutti loro, oltre ai sintomi generali, possono includere alcuni sintomi specifici. Ad esempio, l'infezione da adenovirus si verifica spesso con sintomi più gravi di faringite, congiuntivite, tonsillite, un aumento significativo dei linfonodi.

Nell'infanzia, la parainfluenza, una malattia virale acuta che colpisce il tratto respiratorio superiore, è particolarmente pericolosa. Il virus della parainfluenza può causare un restringimento acuto della laringe e una tosse che abbaia, che richiede cure mediche urgenti 3.

Cause di infezioni virali respiratorie acute nei bambini

La principale causa di infezioni virali respiratorie acute nei bambini è il contatto con il corriere del virus. I patogeni entrano nella mucosa nasale e causano infiammazione acuta. Di conseguenza, i microrganismi dannosi rilasciano tossine nel flusso sanguigno, che provoca una reazione corrispondente: secrezione dal naso, dolori articolari, febbre.

L'infezione da infezioni virali respiratorie acute durante l'infanzia può contribuire a:

  • Diminuzione dell'immunità locale, che porta ad un aumento dell'attività dei batteri opportunistici e ad un aumento dell'infiammazione della mucosa delle vie respiratorie
  • Forte ipotermia
  • Diminuzione dell'immunità generale a causa di frequenti malattie, stress passati e operazioni
  • La presenza di focolai di infezioni croniche (adenoidi, sinusite cronica, carie, polipi nella cavità nasale)
  • Cattiva alimentazione durante la diffusione di epidemie virali
  • Inosservanza delle regole di sicurezza infettiva nei gruppi di bambini nel periodo autunno-inverno in cui le malattie respiratorie sono molto diffuse 4

Indipendentemente dalla causa delle infezioni virali respiratorie acute nei bambini, il trattamento deve essere tempestivo ed efficace. Le infezioni virali non trattate possono essere accompagnate da complicanze. Con infezioni virali respiratorie acute nei bambini, è possibile esacerbare le patologie degli organi ENT, l'attaccamento di un'infezione batterica e in alcuni casi lo sviluppo di bronchite, polmonite, otite media, linfoadenite purulenta e meningite. L'auto-trattamento dell'influenza nei bambini è inaccettabile: solo un medico può fare la diagnosi corretta e scegliere un regime terapeutico efficace.

Trattamento delle infezioni virali respiratorie acute nei bambini

Il regime di trattamento per le infezioni virali respiratorie acute nei bambini dipende dalla forma della malattia e dalle condizioni del bambino. Per fare una diagnosi accurata, uno specialista può esaminare la mucosa della bocca e del naso, prescrivere test di laboratorio.

Il trattamento delle infezioni virali respiratorie acute nei bambini, di norma, include:

  • Mezzo letto o riposo a letto (a seconda delle condizioni del bambino)
  • Bevanda pesante
  • Dieta ad eccezione di piatti piccanti, fritti e speziati che irritano la gola 5

La terapia sintomatica per le infezioni virali respiratorie acute comporta l'assunzione di farmaci antipiretici. Per ripristinare la respirazione nasale, vengono spesso utilizzate gocce vasocostrittive. Se il bambino si lamenta di mal di gola, i risciacqui antisettici possono essere eseguiti con decotti di erbe o soluzioni speciali. Quando si verifica una tosse, vengono prescritti farmaci espettoranti, vengono eseguite inalazioni.

In caso di complicanze batteriche, potrebbe essere necessario un trattamento antibiotico. Ma dare a un bambino farmaci antibatterici durante le infezioni virali respiratorie acute senza previa consultazione con un medico è controindicato. I farmaci selezionati in modo errato possono essere inutili e l'uso incontrollato può renderli inefficaci la prossima volta che ne assumono 6.

Un ruolo speciale nel trattamento delle infezioni virali respiratorie acute è dato alla terapia locale. I virus si accumulano sulla mucosa nasale e sul tratto respiratorio, ma gli spray e le gocce antibatterici locali non influenzano i virus. È importante utilizzare un farmaco in grado di prevenire l'ulteriore diffusione dell'infezione..

Un esempio di farmaco utilizzato nel trattamento delle infezioni virali respiratorie acute nei bambini è l'IRS ® 19. Questo è uno spray nasale che stimola l'immunità locale e aiuta il corpo a combattere la causa principale delle infezioni virali respiratorie acute - agenti patogeni.

La protezione non specifica si riduce all'attivazione del sistema immunitario dovuta ai lisati. IRS ® 19 contiene lisati dei 18 patogeni più comuni delle infezioni respiratorie che stimolano l'organismo a resistere. IRS ® 19 può essere usato nei bambini da 3 mesi 7.

Prevenzione dell'ARVI nei bambini

Le regole generali per la prevenzione delle infezioni virali respiratorie acute nei bambini sono semplici, ma diventano efficaci solo se vengono eseguite continuamente, non solo durante uno scoppio di incidenza, ma anche in momenti di calma.

La prevenzione ARVI include:

  • Correzione dell'alimentazione, uso di alimenti ricchi di vitamine e minerali
  • tempra
  • Passeggiate regolari e lunghe all'aria aperta
  • Rispetto delle regole di sicurezza infettiva: insegna a tuo figlio a lavarsi le mani regolarmente e, dopo essere tornato da luoghi affollati, sciacqua il naso con spray a base di acqua di mare

Preparandosi per l'inizio della stagione fredda, insieme al bambino, puoi consultare un medico sulla possibilità di condurre un corso di farmaci immunomodulanti. IRS ® 19 può diventare un eccellente assistente per la prevenzione delle infezioni virali respiratorie acute A causa del contenuto di lisati batterici, i patogeni più comuni delle infezioni del tratto respiratorio superiore, il farmaco stimola l'immunità locale nella porta d'ingresso principale delle infezioni respiratorie. IRS ® 19 ha un effetto a lungo termine. L'effetto preventivo può durare 3-4 mesi 8. In combinazione con le misure preventive generali, l'IRS 19 può aiutare a sostenere la salute del bambino e la resistenza al freddo.

Leggi altri articoli su raffreddore, nutrizione e sport qui.

ARI e SARS nei bambini: come distinguere tra infezioni virali e batteriche?

I sintomi di infezioni virali respiratorie acute nei bambini di età inferiore a un anno sono violenti. Non dovresti aver paura, questa è una reazione abbastanza adeguata del corpo per diversi giorni ai virus. Dovresti imparare a distinguere e trattare correttamente le frequenti infezioni respiratorie acute e le malattie causate da batteri. Con cosa si è ammalato esattamente il bambino, ragioni per come curare, quali farmaci assumere, se sono necessari antibiotici e quali complicazioni sono possibili dopo?

Tipi di malattie virali: influenza, parainfluenza, adenovirus e infezioni respiratorie sinciziali, rinovirus. A seconda della localizzazione, si distinguono i seguenti tipi comuni di infezioni respiratorie acute: laringite, tonsillite, rinite, faringite, bronchite, rinofaringite e bronchiolite.

Le cause delle infezioni respiratorie acute e delle infezioni virali respiratorie acute nei bambini sono vari virus, contrariamente alla pratica comune: classificare le infezioni respiratorie acute (infezioni respiratorie acute) come un raffreddore comune.

La diagnosi è possibile al 90% durante i primi giorni. Dai un'occhiata più da vicino alle condizioni generali del bambino, analizza i sintomi: c'è febbre, vomito, naso che cola, tosse?

Influenza

Influenza - una conseguenza dell'attività dei virus di tipo A, B e C, la cui diagnosi è possibile superando i test in una clinica.

  • Tipo A: virus instabile. L'influenza di tipo A cambia e si adatta quasi costantemente. Dopo che si manifesta ripetutamente, provoca complicazioni. Causa epidemie. Sono richiesti antibiotici. La vaccinazione è necessaria per la prevenzione.
  • Tipo B: varia moderatamente. L'influenza di tipo B è una malattia prevalentemente nei bambini. L'immunità non viene prodotta, il tipo B dopo che si manifesta ripetutamente, sono possibili complicazioni. Sono richiesti antibiotici. La vaccinazione è necessaria per la prevenzione.
  • Tipo C: stabile. L'influenza di tipo C è una malattia esclusivamente dei bambini. Essendo stato malato di influenza di tipo C, il bambino ottiene un'immunità stabile alla malattia. I farmaci della terapia antivirale tradizionale vengono utilizzati per diversi giorni, non sono necessari antibiotici.

L'influenza si manifesta entro 1-2 giorni, i sintomi sono pronunciati:

  • la temperatura corporea aumenta bruscamente a 38 ° o più;
  • dolori muscolari e dolore in tutto il corpo;
  • mancanza di appetito, è impossibile nutrire il bambino;
  • secco, doloroso nella zona del torace, tosse;
  • nausea e vomito.

La principale differenza tra le infezioni virali respiratorie acute è rappresentata da manifestazioni catarrali frequenti. Quanto monitorare le condizioni generali per determinare l'influenza o un raffreddore comune? In un bambino piccolo fino a un anno, i primi giorni manifestano sintomi: flusso dal naso, arrossamento e mal di gola, catarro dei percorsi superiore e inferiore, tosse, bronchite.

E solo dopo pochi giorni si manifesta febbre alta, nausea e vomito, compaiono altri sintomi: mancanza di appetito: è difficile nutrire il bambino, debolezza generale.

Con la SARS nei bambini di età inferiore a un anno, la temperatura corporea aumenta spesso al di sopra dei 38 anni.

Tieni presente che la temperatura e il vomito possono essere causati da infezioni batteriche che sono più difficili da curare. Con una lieve infezione virale, non sono necessari antibiotici, vengono utilizzati farmaci antivirali.

ARI e ARVI possono "sulla coda" portare complicazioni come un'infezione batterica. Se si sospetta, il pediatra prescrive test appropriati.

I pediatri per la riassicurazione possono prescrivere farmaci antibatterici e trattare con antibiotici. Ma i farmaci antibatterici sono meglio assumere in caso di SARS ripetuta nei bambini di età inferiore a un anno..

Per le infezioni influenzali e virali, è consigliabile eseguire la terapia antivirale tradizionale e assumere farmaci adeguati..

Come distinguere dai batteri

A differenza delle infezioni respiratorie acute e delle infezioni virali respiratorie acute nei bambini, i tipi di batteri che causano complicanze sono più numerosi: moraxella ed emofilo bacillo, cornebatteri, meningococchi, Staphylococcus aureus, pneumococchi, clamidia.

Periodo di incubazione

Le infezioni batteriche possono verificarsi entro 2-14 giorni. Con infezioni respiratorie acute e infezioni virali respiratorie acute nei bambini di età inferiore a un anno, la condizione peggiora all'istante: il vomito è possibile, gli aumenti di temperatura, la tosse umida - il periodo di incubazione è minimo. La durata del contatto con pazienti, stress, affaticamento, ipotermia gioca qui un ruolo importante..

Va tenuto presente che la moraxella, il meningo e gli pneumococchi possono, per anni, senza mostrare la loro presenza, abitare nel tratto respiratorio superiore del bambino quanto vogliono. È assolutamente inutile eseguire la procedura di semina.

Lo Staphylococcus aureus si manifesterà in primo luogo, sebbene il corpo del bambino affronti perfettamente questo "ospite" nel tratto respiratorio senza antibiotici. La clamidia, che causa tonsillite e difficoltà di diagnosi di polmonite, non viene seminata.

Periodo prodromico

Nelle infezioni causate da batteri, il periodo prodromico procede allo stesso modo delle infezioni respiratorie acute e della SARS: debolezza, febbre, vomito, dolori, tosse, mancanza di appetito e incapacità di nutrire un bambino. Ma a differenza delle infezioni virali, ha una chiara localizzazione: otite, sinusite, tonsillite streptococcica e altre.

Insorgenza della malattia

Se un bambino si ammala di infezioni virali respiratorie acute, la condizione peggiora all'istante: la temperatura aumenta, tosse, vomito.

Un'infezione batterica è spesso preceduta da una virale. Pertanto, durante la fase iniziale, ci sono tutti i segni di SARS: debolezza, dolore corporeo, emicrania, nausea e vomito, temperatura.

Si può sospettare un'infezione dopo complicanze della SARS ripetuta. La polmonite da micoplasma potrebbe non essere affatto diagnosticata. Sullo sfondo di una dolorosa tosse umida, potrebbe non esserci febbre.

La Pediatrics di Rudolph Guide raccomanda di identificare la polmonite interstiziale in questo modo: spingendo il centro dello sterno con un respiro profondo. Se la reazione è una tosse grave - la diagnosi è ovvia, il pediatra può prescrivere farmaci appropriati.

Localizzazione

Le infezioni virali si manifestano come sintomi comuni. Manifesto batterico sotto forma di: otite media e sinusite, polmonite, meningite.

Manifestazioni allergiche

Le reazioni allergiche nelle infezioni virali respiratorie acute sono presenti sotto forma di naso che cola e congiuntivite. Nessuna infezione batterica.

terapie

Le infezioni causate da batteri devono essere trattate con antibiotici. Le ARVI sono trattate con farmaci antivirali. Prima di iniziare il corso di assunzione di antibiotici, è necessario superare i test in ospedale.

Trattamento

Il trattamento delle infezioni virali respiratorie acute nei bambini è mirato alla terapia sintomatica. Il processo prevede l'assunzione, se necessario: farmaci antipiretici, antistaminici, compresse contenenti vitamina C..

Si consiglia di bere molti liquidi - durante la malattia spesso si verifica il vomito, il corpo del bambino perde non solo umidità, ma anche minerali.

È meglio usare bevande calde alla frutta, succhi di frutta e verdura. Acqua minerale non gassata per prevenire la tosse causata da vescicole spinose.

Ai bambini di età inferiore a un anno non è raccomandato assumere farmaci contenenti acido acetilsalicilico, questo è irto di insorgenza della sindrome di Reye. L'aspirina è un allergene che colpisce negativamente le pareti dei vasi sanguigni. Si raccomandano solo agenti antivirali..

preparativi

Si raccomanda di trattare l'ARVI, compresa l'influenza, con farmaci antivirali. Gli antibiotici non sono efficaci. Solo il sistema immunitario del bambino può superare il virus nel corpo. Quanto tempo passerà dipende dalla presenza o dall'assenza di immunità. I sintomi di ARVI durano non più di una settimana.

Omeopatico

Una vasta gamma di medicinali omeopatici attiva le funzioni protettive del corpo del bambino. Nessuno conosce la meccanica esatta dell'azione. I pediatri non possono spiegare il principio del lavoro dei farmaci, prescrivendo farmaci nelle prime fasi della malattia: supposte Vibrukol, Aflubin, Flu-heel.

È impossibile prevedere le prestazioni in anticipo. Pertanto, se nei primi giorni l'effetto non viene osservato, è meglio passare ai farmaci di un altro gruppo farmaceutico.

Antivirale

Gli antibiotici antivirali più efficaci: Acyclovir, Arbidol, Rimantadine, Tamiflu. Se si è verificata l'infezione da virus Epstein-Barr, i pediatri considerano Acyclovir il più efficace e sicuro. L'aciclovir è un agente terapeutico piuttosto che profilattico. Acyclovir è prescritto per bambini da tre anni.

L'aciclovir è un agente antivirale ad ampio spettro, l'azione è mirata all'agente causale dell'herpes. Ma Acyclovir è spesso prescritto come agente antivirale nel trattamento delle infezioni virali respiratorie acute..

antibiotici

Trattamento antibiotico: rimantadina o sciroppo di Orvire è prescritto per l'influenza di tipo A. Per altri virus, il farmaco è inefficace. Pertanto, i pediatri preferiscono somministrare un antibiotico in caso di epidemia e sviluppo di un'epidemia di influenza.

In caso di epidemie, l'agente antivirale più potente come Acyclovir è inefficace. I farmaci antibatterici non sono innocui, non abusano di antibiotici. Ad esempio, la rimantadina ha molti effetti collaterali..

Gli interferoni

Gli interferoni influenzano tutti i virus. L'ARVI è guarito entro tre giorni. I pediatri prescrivono candele Viferon e Kipferon, gocce per il naso Grippferon.

Va tenuto presente che gli interferoni sono trattati. Per la prevenzione, dovrebbero essere somministrati farmaci che contribuiscono alla produzione del proprio interferone nel corpo, in particolare nel periodo autunno-inverno: Amiksin, Neovir, Cycloferon.

immunomodulatori

È necessario stimolare l'immunità in tempo: prima dell'infezione e non dopo. Se un bambino si ammala di SARS fino a un anno, i pediatri prescrivono un trattamento più efficace. Immunomodulatori: Riboxin, Isoprenosine, Immunal, Methyluracil e altri sono prescritti per la prevenzione delle malattie respiratorie, il ripristino e il rafforzamento dell'immunità.

Prevenzione

La prevenzione delle infezioni virali respiratorie acute nei bambini implica la presenza di una vaccinazione annuale; i genitori dovrebbero anche monitorare i contatti del bambino, l'igiene, specialmente in numerosi gruppi di bambini.

Dovresti osservare le condizioni generali: letargia, malumore, naso che cola, tosse, vomito - segni di infezione. In presenza di tali sintomi nei bambini per diversi giorni, la vaccinazione di routine è strettamente controindicata.

La vaccinazione non è una panacea, è impossibile difendersi da un numero infinito di virus trasmessi da goccioline trasportate dall'aria.

Particolarmente pericoloso è la ricomparsa di raffreddori che sono difficili da trattare. Pertanto, non trascurare i farmaci che rafforzano il sistema immunitario, soprattutto nelle stagioni fredde, irti di raffreddori.

Valuta questo articolo: 28 Valuta questo articolo

Numero di recensioni rimasto: 28, valutazione media: 4,32 su 5

Orvi nei bambini: sintomi e trattamento, caratteristiche, consigli, prevenzione, complicanze


Orvi è la malattia più comune tra i bambini. Secondo le statistiche, ogni bambino ha un'infezione virale respiratoria acuta da 1 a 6 - 8 volte all'anno. Ciò è dovuto al fatto che i bambini sono sensibili a vari tipi di virus e infezioni, specialmente nei primi anni di vita. Con l'età, il corpo del bambino sviluppa un'immunità relativa e il bambino smette di ammalarsi così spesso. Ma i virus stessi non sono così spaventosi come le loro conseguenze. Ecco perché i genitori sono interessati a domande su come riconoscere Orvi nei bambini, i sintomi e il trattamento necessari per questo.

Tipi di "bambini" Orvi

L'acronimo Orvi combina non una malattia specifica, ma un intero gruppo di infezioni respiratorie. Non esiste una singola classificazione della malattia, ma tutti i virus possono essere distinti in base a diversi criteri..

Per grado di corso:

  • leggero
  • moderare;
  • pesante
  • ipertossico (principalmente con l'influenza, ma c'è una tale reazione su Orvi).
  • rhinovirus;
  • coronavirus;
  • sinciziale respiratorio;
  • adenovirus.

Nella posizione:

Per distinguere Orvi da altre malattie simili, il tablet aiuterà:

Sintomi

Orvi nei bambini si presenta sotto forma di infezioni infiammatorie che colpiscono le mucose del tratto respiratorio superiore. È accompagnato da debolezza del corpo, letargia, febbre, tosse, riduzione dell'appetito, feci compromesse, congiuntivite, naso che cola, mal di testa.

La gravità della manifestazione della malattia e la presenza di alcuni sintomi in caso di danno al corpo dipendono dal tipo di agente patogeno.

Le infezioni da rinovirus e coronavirus si verificano, di regola, senza complicazioni e sono facilmente tollerate dai pazienti. Sono caratterizzati da una scarica abbondante dalla cavità nasale, a volte c'è una tosse secca e lacrimazione. La durata della malattia con infezione da coronavirus è leggermente inferiore rispetto al rinovirus ed è di 5-7 giorni.

I segni caratteristici di un'infezione respiratoria sinciziale sono: tosse secca, danni alla mucosa nasale con lievi secrezioni, febbre (fino a 38 ° C). Nel tempo, appare un espettorato denso, mancanza di respiro. Di solito questa infezione si manifesta sotto forma di rinite e faringite. In un bambino più grande, può verificarsi come bronchite acuta, nei neonati - sotto forma di bronchiolite.

L'infezione da adenovirus nei bambini si protrae e dura più di 2 settimane. È accompagnato da forme di malattie come: rinite, tonsillite, polmonite, rinofaringite. Nella maggior parte dei casi sono presenti congiuntivite, tosse umida, naso che cola, febbre e febbre. Spesso procede ondulando a causa di nuovi focolai di localizzazione della malattia. I bambini possono provare dolore addominale e diarrea.

Temperatura a Orvi nei bambini

I sintomi e il trattamento nei bambini e negli adolescenti sono quasi gli stessi. Uno dei principali segni della malattia è la temperatura. Può durare da diversi giorni a una settimana e con un decorso grave della malattia - fino a due settimane. Succede che il caso sia limitato solo da un naso che cola, i medici lo interpretano in modo diverso - o l'immunità è debole, non può "combattere" o il decorso della malattia è molto lieve.

Di solito, le condizioni del bambino con un trattamento efficace migliorano di 3-5 giorni e la febbre passa. L'immunità del bambino impiega così tanto tempo a produrre anticorpi. Molto spesso, la temperatura non aumenta più di 37,5 - 38 ° C. Se durante questo periodo il calore non è passato, devono essere prese misure urgenti per non iniziare la malattia in una fase difficile.

Ragioni per l'aspetto / infezione

Nella maggior parte dei casi, l'infezione da Orvi si verifica con goccioline trasportate dall'aria. È sufficiente essere a una distanza di 2-3 metri da una persona malata in modo che la flora dolorosa possa penetrare nel tratto respiratorio. A volte puoi ammalarti con il contatto quotidiano con una persona infetta. Ad esempio, giocando all'asilo gli stessi giocattoli con un bambino malato o mangiando cibo dagli stessi piatti.

Oltre al contatto diretto con la fonte di infezione, un bambino può ottenere l'ARVI per una serie di altri motivi:

  • bozze, ipotermia;
  • vestiti bagnati, scarpe;
  • immunità indebolita;
  • indurimento o mancanza inadeguati;
  • anemia, ipovitaminosi;
  • acclimatazione (dopo una vacanza nei resort);
  • un brusco cambiamento del tempo;
  • ridotta attività fisica e preparazione del bambino.

Diagnostica

Orvi nei bambini viene diagnosticato dai sintomi e dai risultati di un esame fisico. Inoltre, un'analisi generale del sangue e delle urine aiuterà a riconoscere l'infezione. Esistono anche metodi di diagnosi precoce in laboratorio:

  • metodo di anticorpi fluorescenti (MFA);
  • reazione a catena della polimerasi (PCR);
  • metodi virologici;
  • reazioni sierologiche.

Per la ricerca, uno striscio dal naso e dalla gola, il sangue viene prelevato dal paziente. Ma non oltre i primi 3 giorni di malattia. Tali test rapidi sono necessari per determinare infezioni particolarmente pericolose di natura pandemica, come il virus A (H1N1).

Tuttavia, la diagnosi più semplice è la temperatura nei bambini con Orvi, naso che cola, congestione nasale.

Come trattare Orvi nei bambini? Modi tradizionali

Il trattamento di forme lievi e moderate di infezione virale viene effettuato a casa, sotto la supervisione di un pediatra in cura. Le condizioni necessarie sono:

  • isolamento del paziente da bambini sani;
  • aerare la stanza;
  • riposo a letto;
  • diminuzione dell'attività fisica;
  • bere pesantemente;
  • l'uso di farmaci prescritti.

A una temperatura, al bambino devono essere somministrati farmaci antipiretici (paracetamolo, nurofen, ibuprofene). Per i bambini, candele o supposte (cefecone, efferalgan, panadol) sono le più adatte. Per i bambini, si applica la stessa regola degli adulti: non abbassare la temperatura se è inferiore a 38 - 38,5 ° C. Solo un medico può prescrivere antipiretici per i bambini nei primi mesi di vita, nessuna iniziativa è consentita.

A seconda dei sintomi, vengono prescritti agenti disintossicanti, farmaci desensibilizzanti (tavegil, suprastin). Per mal di gola, inalazioni, si consigliano risciacqui con infusi di erbe. Con rinite - gocce nasali vasocostrittive. Fino a sei mesi, ai bambini viene prescritto di instillare soluzioni saline. Con una tosse che abbaia a secco - espettoranti (bromexina, mucaltina). Con congiuntivite - soluzioni antisettiche.

I farmaci immunomodulanti (anaferone, immunitario, arbidolo, broncomunale) sono molto popolari. La loro azione è volta a migliorare l'immunità, a causa della quale la malattia è lieve e il bambino si sta riprendendo due volte più velocemente. Tali farmaci vengono utilizzati nella manifestazione dei primi segni di Orvi. Se ti manca questo momento, l'azione non sarà giustificata.

Prima dell'arrivo del medico:

Gli antibiotici possono essere prescritti da un medico solo in presenza di complicanze causate da un'infezione batterica, a una temperatura elevata e stabile per 3-4 giorni. Prima di dare a tuo figlio un agente antibatterico, vale la pena fare un esame del sangue.

Un bambino è ricoverato in ospedale nei seguenti casi:

  • con un decorso grave della malattia e / o presenza di complicanze;
  • se il bambino ha meno di 3 anni;
  • se la temperatura superiore a 38,5 ° C non è confusa dai farmaci antipiretici convenzionali;
  • sullo sfondo di mancanza di calore, respiro rumoroso, reazione lenta a sostanze irritanti, convulsioni;
  • perdita di conoscenza;
  • se non esistono condizioni di vita soddisfacenti per il trattamento (nelle famiglie socialmente svantaggiate);
  • se il bambino vive in un'area remota e non è possibile una costante supervisione medica.

Non dimenticare che gli appuntamenti possono essere assegnati solo da un MEDICO!

Tuttavia, non sono solo i farmaci a eliminare i sintomi di Orvi nei bambini..

Trattamento con rimedi popolari

Il trattamento di Orvi con l'aiuto di rimedi popolari si riduce all'uso di varie infusioni e decotti a base di erbe, riscaldando. Ai primi segni della malattia, si consiglia di dare al bambino un tè caldo con componenti ausiliari (latte, zenzero, miele, lamponi o tiglio).

Per stabilizzare la temperatura dare succo di mirtillo o limone. La senape secca aiuta, che deve essere infilata nelle calze del bambino di notte. Le cipolle saranno un aiuto indispensabile per il raffreddore comune. Puoi anche riscaldarti applicando calde sacche di sale sul naso o un uovo sodo avvolto in tessuto. Tali procedure hanno lo scopo di assottigliare il muco e facilitare la respirazione. Per mal di gola per i bambini più grandi, è adatto il risciacquo con soda, soluzione salina, camomilla.

Sono anche comuni metodi come impacchi, vasetti, impiastri, intonaci di senape, piastre riscaldanti, sfregamenti, bagni curativi..

Tutti i farmaci usati nella medicina popolare per le infezioni virali possono essere divisi in diversi gruppi in base al metodo di esposizione:

  • antivirale (lamponi, cipolle, aglio);
  • espettorante (farfara, piantaggine, anice comune, sambuco nero, liquirizia, marshmallow, ginepro);
  • antipiretico (tiglio a foglie piccole, sambuco nero, farfara, lamponi);
  • antinfiammatorio (camomilla, eucalipto, iperico, salvia, tiglio, calendula).

Complicanze di Orvi nei bambini

Se i sintomi della malattia "crescono" in un corso più complesso, anche il trattamento deve essere modificato. Le complicanze dell'ARVI possono essere causate sia dall'agente causativo della malattia stessa nel suo decorso sfavorevole, sia da un'infezione batterica unita. Si distinguono le seguenti complicazioni:

  1. Bronchite acuta: un bambino tossisce dopo Orvi, può essere accompagnato da mal di testa. La tosse può essere secca o umida, lo scarico dell'espettorato è verde..
  2. Polmonite (polmonite): è caratterizzata da febbre con temperatura superiore a 38 ° C, tosse umida, dolore toracico, respiro corto.
  3. Sinusite acuta - l'infiammazione dei seni nasali, può verificarsi sotto forma di sinusite, sinusite frontale. È accompagnato da congestione nasale, mal di testa, febbre. Con un trattamento inefficace o la sua mancanza, diventa cronico.
  4. Otite media acuta - caratterizzata da un forte dolore all'orecchio, che si manifesta nel corrispondente emisfero della testa e dei denti, acufene, febbre.
  5. Meningismo: aumento della pressione intracranica, accompagnato da mal di testa e vomito.
  6. Sindrome da distress respiratorio - mancanza di respiro, respiro rapido, letargia, perdita di coscienza.
  7. Shock tossico-infettivo - febbre, diminuzione della temperatura corporea, pallore, calo della pressione sanguigna.
  8. Edema cerebrale - possono svilupparsi mal di testa, ipertensione, coma.

A proposito, sono più inclini a complicazioni dopo Orvi:

Prevenzione dei bambini in età prescolare

La prevenzione di Orvi nei bambini è particolarmente rilevante in offseason, quando la probabilità di prendere un raffreddore aumenta in modo significativo. I bambini in età prescolare possono ammalarsi quando visitano un asilo, un parco giochi o una casa da un membro della famiglia malato. La prevenzione dei bambini in età prescolare comprende le seguenti attività:

  • Procedure di tempra;
  • L'uso di preparazioni vitaminiche complesse;
  • Aumento della resistenza immunitaria assumendo farmaci immunomodulanti (presi in anticipo, prima dell'inizio della stagione fredda);
  • Non esagerare con i vestiti e vestire il bambino in base al tempo;
  • Eseguire la pulizia a umido in casa e arieggiare bene la stanza;
  • Quando visiti luoghi affollati, usa un unguento ossolinico e quando torni a casa per sciacquarti il ​​naso con soluzioni saline;
  • Lavare accuratamente le mani del bambino dopo aver camminato;
  • Bilancia la tua dieta includendo quante più vitamine possibile.

Prevenzione degli scolari

Le misure di prevenzione dei virus per gli scolari sono le stesse dei bambini in età prescolare. Inoltre, è possibile vaccinare gli scolari contro l'influenza con il consenso dei genitori.

In caso di situazioni epidemiche è consigliabile:

  • vacanze estese nelle scuole;
  • cancellazione di eventi di massa;
  • restrizioni alle visite agli ospedali di Orvi nei bambini.

Sintomi e trattamento: Dr. Komarovsky

L'autorevole dottoressa Komarovsky Evgeny Olegovich, così popolare in questi giorni, fornisce i seguenti consigli per il trattamento di Orvi:

  1. È necessario creare condizioni favorevoli per il trattamento della malattia: vestirsi calorosamente e ventilare bene la stanza. La temperatura nella stanza non deve superare i 20 ° C.
  2. Bilancia la dieta: dai al bambino un alimento liquido leggero e ricco di carboidrati. Nutri solo se lo desideri, non forzatamente.
  3. Bevi molti liquidi: tè, bevande alla frutta, succhi di frutta freschi, acqua, decotti.
  4. Sciacquare il naso regolarmente con soluzione salina.
  5. Usa prodotti ausiliari: impacchi, intonaci di senape, immergi i piedi e altre medicine tradizionali.

Komarovsky risponde alla domanda su quanti giorni la temperatura nei bambini con Orvi è la seguente: “La reazione di ogni bambino a un'infezione può essere diversa. Due o tre giorni sono sufficienti per uno e cinque giorni non sono sufficienti per l'altro per superare il virus. E questo non significa che dopo un "bruciore" di tre giorni sia necessario somministrare immediatamente antibiotici. La soluzione migliore è fare un esame del sangue che mostri se è necessario o meno, di cui abbiamo scritto in questo articolo. Guarda il video per maggiori dettagli:

Se la condizione peggiora, il medico consiglia di consultare immediatamente un medico. L'uso di antibiotici senza il consenso del pediatra presente può portare a complicazioni.

8 principi di base del trattamento delle infezioni virali respiratorie acute nei bambini di età diverse

Dal momento della nascita, il bambino ha a che fare con varie malattie. E uno di questi è l'insorgenza di un'infezione virale respiratoria acuta (ARVI) in un bambino. Si trova spesso nell'infanzia e nell'età adulta. Ciò è dovuto al fatto che gli agenti causali di questa malattia sono facilmente trasmessi da una persona all'altra. I genitori di briciole devono capire che il trattamento delle infezioni virali respiratorie acute è una fase importante e cruciale nella vita del loro bambino, perché se a un bambino non viene prescritto un trattamento in tempo, possono insorgere gravi complicazioni.

È importante notare il fatto che la SARS è più comune nei bambini piccoli, poiché hanno sviluppato un'immunità acquisita in modo insufficiente.

Che cos'è l'ARVI nei bambini?

L'infezione virale respiratoria acuta nei bambini (ARVI) è un gruppo di infezioni virali che presenta sintomi inerenti alla tossicosi infettiva e colpisce principalmente le mucose del tratto respiratorio.

La malattia respiratoria acuta (ARI) si riferisce a tutte le malattie degli organi respiratori di natura infettiva: ARVI e malattie batteriche.

A volte la malattia inizia come un'infezione virale e quindi la flora batterica si unisce a essa, ma il medico può ancora considerarla come ARI. Tra i raffreddori, oltre il 72% è virale, motivo per cui un'infezione respiratoria acuta viene spesso definita infezione virale respiratoria acuta. Il nome della malattia e la sua natura svolgono un ruolo importante nella prescrizione del trattamento..

La via di trasmissione dell'infezione è trasmessa per via aerea e domestica.

Le infezioni virali respiratorie acute ripetute hanno un impatto significativo su come il bambino si svilupperà in futuro. A causa loro, le difese dell'organismo sono indebolite e si formano focolai cronici di infezione, che contribuiscono al verificarsi di allergie, un ritardo nello sviluppo psicomotorio del bambino.

Alcuni bambini soffrono di SARS più di 10-12 volte all'anno.

In città, questa malattia si verifica spesso nei bambini (fino a 12 volte l'anno).

La SARS è una malattia stagionale, che appare più spesso in inverno, primavera, autunno.

Cause di infezioni virali respiratorie acute nei bambini

Gli agenti causali di ARVI possono essere i seguenti virus:

  • influenza. Si trasforma facilmente e provoca pandemie / epidemie. Questo virus è di tre tipi: A, B e C;
  • parainfluenza. Questo virus colpisce principalmente la gola e la trachea e durante l'infanzia provoca stenosi della laringe;
  • adenovirus. È caratterizzato dall'aspetto di un "triplo bouquet" in un bambino: un processo infiammatorio nel naso, nella faringe e l'insorgenza della congiuntivite.
  • rhinovirus. È uno dei più semplici ed è caratterizzato dall'aspetto di "moccio";
  • enterovirus (influenza "intestinale"). È caratterizzato da un peggioramento del benessere generale, disidratazione e insorgenza di grave diarrea;
  • infezione sinciziale respiratoria. È caratterizzato da un danno ai polmoni e ai bronchi. Clinicamente manifestato da tosse secca, angosciata, respiro rapido, respiro corto;
  • altro.

L'ARVI nei bambini si verifica più spesso a causa di:

  • ipotermia;
  • riduzione dell'immunità (mancanza di vitamine, stress, raffreddori frequenti);
  • visite in luoghi affollati (giardini, tazze, scuole);
  • malattie croniche o autoimmuni;
  • insufficiente indurimento del corpo.

Il periodo di incubazione della SARS nei bambini

Con la SARS, questo periodo dura in media dai due ai cinque giorni. Questo indicatore dipende dal tipo di virus e da quanto è nel corpo del bambino. A volte questo periodo dura solo poche ore. Nei bambini che hanno una buona immunità o una piccola parte dell'agente causale della malattia è arrivata a loro, il periodo di incubazione è più lungo. Pertanto, per dimostrarsi, il virus avrà bisogno di più giorni per la riproduzione.

Segni di infezione virale respiratoria acuta nei bambini

I sintomi della SARS nei bambini possono essere diversi. La loro manifestazione dipende dal tipo di agente patogeno. Un ruolo importante è giocato dalla stagionalità di queste malattie. Ad esempio, per l'influenza, il rinovirus, si verifica un frequente verificarsi della malattia nel periodo autunno-inverno. Per le forme enterovirali - infezione da primavera, estate e adenovirus, il bambino può essere infettato tutto l'anno.

I segni comuni di infezioni virali respiratorie acute nei bambini sono considerati la comparsa di:

  • rinorrea;
  • aumento della temperatura;
  • punti deboli;
  • ansia
  • sbalzi d'umore;
  • diminuzione dell'appetito;
  • tosse
  • gola infiammata;
  • irritazione nella trachea;
  • eccetera.

Si distinguono le seguenti sindromi di infezioni virali respiratorie acute nei bambini:

  • catarrale. È caratterizzato da congestione nasale, secrezione mucosa, trasparente, talvolta verdastra dal naso e dalla tosse;
  • respiratorio. È caratterizzato da tosse, dolore, bruciore alla gola e al torace, insufficienza respiratoria;
  • intossicazione. È caratterizzato dall'aspetto in un bambino di debolezza, letargia, dolore muscolare, dolori muscolari e diminuzione dell'appetito. La temperatura corporea è aumentata;
  • addominale. Nella maggior parte dei casi, si verifica in tenera età. I bambini hanno dolori addominali, che hanno intensità e carattere diversi;
  • emorragico. Un'eruzione cutanea rossa appare sulla pelle ed eruzioni cutanee sulle mucose della cavità orale e della faringe.

A seconda dei sintomi presenti nel bambino e della sua gravità, le infezioni virali respiratorie acute nei bambini sono: lievi, moderate e gravi..

Come trattare l'ARVI nei bambini?

Il trattamento delle infezioni virali respiratorie acute nei bambini viene effettuato principalmente a casa, ma sempre sotto la supervisione di un pediatra. L'eccezione sono i casi gravi e complicati della malattia, i neonati e i neonati prematuri, nonché i bambini con patologia cronica concomitante di reni, organi respiratori, sistemi nervosi e cardiovascolari.

SARS nei bambini, i sintomi e il trattamento possono essere diversi. Tutto dipende dall'agente causale del processo infettivo, dalla gravità e dalle manifestazioni cliniche..

La terapia etiotropica delle infezioni virali respiratorie acute è la nomina di farmaci che sopprimono un'infezione virale, cioè antivirale. È particolarmente importante usarli nelle forme gravi della malattia (in questi casi, usare Oseltamivir, Rimantadine, ecc.).

Se il bambino ha una SARS precoce, è necessario utilizzare i preparati a base di interferone (Viferon, ecc.).

Se il bambino ha una grave forma di influenza, il pediatra può prescrivere un'immunoglobulina del donatore con un titolo elevato di anticorpi influenzali per via intramuscolare. Nei casi più gravi, può essere reintrodotto dopo 12 ore.

La terapia di base delle infezioni virali respiratorie acute nei bambini è di prescrivere:

  • riposo a letto per un periodo da cinque a sette giorni o fino a quando si verifica la normalizzazione della temperatura corporea;
  • una dieta a base di latte e verdure arricchita con un complesso vitaminico;
  • abbondante bevanda calda;
  • frequente aerazione della stanza. La temperatura dell'aria al suo interno non dovrebbe essere superiore a 22-24 ° C;
  • mantenendo l'umidità dell'aria interna ottimale, specialmente durante la stagione di riscaldamento. Dovrebbe essere compreso tra il 50 e il 70%;
  • è necessario effettuare la pulizia a umido della stanza;
  • farmaci per abbassare la temperatura corporea (Nurofen, Paracetamol, ecc.);
  • trattamento di altri sintomi nelle infezioni virali respiratorie acute.

Per ridurre la temperatura corporea, si ritiene ottimale la prescrizione di antipiretici contenenti paracetamolo (Efferalgan, Panadol) e ibuprofene (Nurofen). Altri farmaci in questo gruppo, in particolare quelli contenenti acido acetilsalicilico, analgin, contribuiscono alla comparsa di effetti collaterali gravi e potenzialmente letali nei bambini. L'uso di acido acetilsalicilico provoca la sindrome di Reye e l'analginum - agranulocitosi.

Quando si verifica un naso che cola nella cavità nasale, si forma il muco, sotto l'influenza del quale vengono neutralizzati virus e batteri. Per svolgere pienamente la funzione della mucosa nasale, è necessario idratarla. A tale scopo, viene instillato con una soluzione di cloruro di sodio allo 0,65%. I bambini di età superiore ai sei mesi possono utilizzare speciali gocce per bambini vasocostrittive per il naso, ma non più di due o tre giorni.

Per migliorare l'evacuazione dell'espettorato in presenza di tosse in un bambino, è necessario inumidire l'aria nella stanza in cui si trova. A tale scopo vengono utilizzati farmaci che diluiscono e ne facilitano lo scarico (Ambroxol, Acetylcysteine, ecc.).

La nomina di antistaminici è necessaria per ridurre l'edema (ad esempio, Zodak, Claritin).

Un indicatore per la prescrizione di farmaci antibatterici per l'infezione virale respiratoria acuta è l'aggiunta di complicanze. Questi includono la comparsa nel bambino di otite media, sinusite, tonsillite acuta, bronchite, che è causata da clamidia, micoplasma, agenti patogeni batterici; polmonite.

Inoltre, quando non ci sono focolai di infezione visibili, l'ipertermia superiore a 38 ° C persiste per più di tre giorni e la temperatura corporea sale a 39 ° C il terzo o il quinto giorno dopo che è tornata alla normalità; o mancanza di respiro, asimmetria del respiro sibilante nei polmoni, leucocitosi nel sangue periferico superiore a 15,0 × 109 unità / l.

Trattamento delle infezioni virali respiratorie acute nei bambini di età inferiore a 1 anno

Se la temperatura corporea di un bambino supera i 38 ° C prima di 1 anno, è necessario ridurla immediatamente. A tale scopo, è meglio utilizzare medicinali antipiretici (i migliori sotto forma di supposte rettali, ad esempio Cefekon D, Efferalgan) contenenti paracetamolo.

Il regime di temperatura nella stanza dovrebbe corrispondere a 20 - 22 ° C. È vietato avvolgere il bambino, poiché ciò può contribuire a un aumento ancora maggiore della temperatura corporea.

Per eliminare i sintomi di intossicazione, è necessario bere molte briciole con acqua. Se il bambino ha diarrea e vomito, i sali vengono persi insieme al liquido, quindi per reintegrare la loro quantità, è necessario utilizzare soluzioni speciali (Regidron, ecc.).

Se il bambino ha il naso chiuso o il naso che cola, deve prescrivere gocce vasocostrittive (Nazivin, Tizin, ecc.). Vengono gocciolati dal bambino prima di allattare, in modo che durante esso possa respirare normalmente. In caso di semplice intorbidimento della mucosa nasale, puoi provare a lavare semplicemente il naso con cloruro di sodio (Aquamaris, ecc.).

Per aumentare l'immunità, i medici dei bambini spesso prescrivono farmaci che aumentano le difese del corpo. Questi includono: Grippferon, Viferon, Aflubin, Genferon Light, ecc..

Per il trattamento di bambini di età superiore ai sei mesi, vengono utilizzati sciroppi per la tosse (Dr. Tyss et al.) Per l'espettorato.

Indicazioni per il ricovero in presenza di infezione virale respiratoria acuta in un bambino

I bambini con ARVI devono essere ricoverati in ospedale se:

  • forma grave di SARS;
  • ci sono complicazioni (convulsioni, polmonite, groppa e altre condizioni che minacciano la vita del bambino);
  • l'età del bambino non raggiunge i tre anni.

Nei bambini con fasce di età diverse, i reclami e il quadro clinico possono variare.

Prevenzione dell'infezione virale respiratoria acuta nei bambini

Al fine di evitare l'insorgenza di infezione virale respiratoria acuta nei bambini, è necessario escludere il contatto del bambino con le persone malate, nonché i luoghi in cui le persone si accumulano in grandi quantità, specialmente durante l'insorgenza di malattie infettive. È necessario temperare il bambino e rafforzare la sua immunità.

Questo può essere fatto come segue:

  • formare correttamente il regime del giorno delle briciole;
  • il bambino dovrebbe dormire completamente;
  • il bambino dovrebbe mangiare equilibrato;
  • l'appartamento deve essere mantenuto ad una certa temperatura e umidità;
  • il bambino deve fare sport;
  • il bambino deve eseguire le procedure igieniche;
  • il bambino deve camminare all'aperto ogni giorno.

Per prevenire l'insorgenza dell'influenza in un bambino, viene effettuata la vaccinazione. A causa del fatto che ne esistono numerosi ceppi e sono soggetti a mutazioni, il vaccino non fornisce una protezione del 100% contro questa infezione, ma presenta numerosi vantaggi. Ad esempio, i bambini non vaccinati hanno da 2 a 4 volte più probabilità di ammalarsi rispetto a quelli vaccinati. In caso di influenza in un bambino vaccinato, la malattia avrà una forma lieve.

Conclusione

L'infezione virale nei bambini può avere diversi sintomi e trattamento. Le manifestazioni cliniche dipendono in gran parte dal virus che ha causato la malattia, dalle caratteristiche dell'immunità del bambino e dalla gravità della malattia. Per curare correttamente l'ARVI, è necessario osservare un pediatra e le condizioni ambientali corrette.

L'ARVI è una malattia virale, quindi deve essere trattata con farmaci antivirali, non antibiotici. Ogni bambino affronta questa infezione nella sua vita, quindi prendi misure preventive per proteggere il bambino da gravi complicazioni. Prenditi cura dei tuoi figli! essere sano!