Image

Perdita dell'udito neurosensoriale (neurite del nervo uditivo): sintomi, trattamento, diagnosi, prognosi

L'udito è uno dei sensi che fornisce una normale qualità della vita. Con la sua sconfitta, una persona non può percepire appieno i suoni del mondo: parole, musica, rumore industriale e così via. Nel 73% dei casi, l'udito è causato dalla perdita dell'udito neurosensoriale. In questa condizione, una delle sezioni del nervo uditivo è danneggiata, spesso irreversibilmente.

Fino ad ora, rimane una "confusione" con la designazione della diagnosi. I seguenti termini sono reperibili su Internet, referti medici e vecchie monografie: neurite cocleare, neurite / neuropatia del nervo uditivo, perdita dell'udito percettivo. Tutti questi sono concetti obsoleti che hanno perso la loro rilevanza nel 1992 insieme al rilascio della decima edizione dell'International Classification of Pathologies (ICD-10). Queste raccomandazioni suggerivano un concetto generale: "perdita dell'udito neurosensoriale".

Caratteristiche anatomiche del nervo uditivo

Il nervo uditivo è l'VIII coppia cranica. Il suo percorso non ha significato clinico in questa malattia, poiché il livello di danno non influenza i sintomi della neurite nervosa uditiva. Si verificano quando qualsiasi area è interessata dai recettori che si trovano nelle cellule ciliate dell'orecchio interno, al tronco encefalico (più precisamente - la sua parte a ponte).

Le caratteristiche importanti che influenzano i sintomi della perdita dell'udito neurosensoriale sono le seguenti:

  • Le fibre del tronco nervoso uditivo non sono distribuite uniformemente. Sulla periferia (lungo il bordo del tronco) c'è un percorso per condurre suoni bassi. Più vicino al centro ci sono fibre che conducono toni più alti. Pertanto, prima di tutto, con questa patologia, soffre la percezione dei suoni bassi;
  • A causa del fatto che la parte vestibolare dell'VIII coppia si accompagna a quella uditiva, i pazienti spesso manifestano: squilibri, vertigini, nausea e altri segni di danno a queste fibre;
  • Poiché la conduzione dei suoni non soffre di perdita dell'udito neurosensoriale e il tronco nervoso è interessato gradualmente, la sordità completa (anacusia) si verifica raramente nel periodo iniziale della malattia;
  • Forse lo sviluppo dell'atrofia (malnutrizione) del tronco nervoso, a causa della sua compressione prolungata (edema, neoplasia e così via). In questo caso, l'udito diventa irreversibile..

Dato che con la perdita dell'udito neurosensoriale è interessato solo il tronco nervoso (prima che entri nel cervello), le lesioni si verificano più spesso su un lato (in un orecchio). Tuttavia, è possibile un processo a due vie.

Classificazione

Nelle raccomandazioni nazionali degli otorinolaringoiatri, si propone di classificare la perdita uditiva neurosensoriale in base a tre criteri: la posizione della lesione, il tasso di sviluppo e il grado di "sordità". Inoltre, la malattia è divisa in acquisita e congenita, ma quest'ultima è estremamente rara. Ad esempio, con sifilide congenita, otosclerosi, perdita dell'udito progressiva con danni al labirinto.

A seconda della posizione del processo patologico, ci sono:

  • Unilaterale (destra e sinistra);
  • Bilaterale:
    • Simmetrica: la violazione della percezione del suono è la stessa su entrambi i lati;
    • Asimmetrico: la funzione uditiva è cambiata in modo diverso a destra e a sinistra.

Molto spesso, si verifica una perdita dell'udito unilaterale, poiché è necessario un fattore patologico comune per lo sviluppo del danno su entrambi i lati.

Esistono le seguenti opzioni per il ritmo di sviluppo della "sordità":

Tipo di perdita dell'udito neurosensorialeTermine sintomoQuanti sintomi persistono?
improvviso12 oreFino a diverse settimane (2-3)
AcutoEntro 3 giorniNon più di 4-5 settimane
subacutaPoche settimane (1-3)4 settimane a 3 mesi
cronicoPiù di 3 mesi (sono possibili cambiamenti irreversibili)

Il tipo di sviluppo della sordità dipende dal grado di danno al nervo uditivo. Se la sua atrofia si sviluppa, di regola, la malattia acquisisce un decorso cronico.

Perdita dell'udito neurosensoriale

Il grado di perdita dell'udito neurosensoriale è determinato dalla soglia dell'udito del paziente (quale volume una persona non sente il suono). Esistono cinque opzioni:

Grado di perdita dell'uditoSoglia di udibilità decibel (dB)Esempio di rumore corrispondente a una soglia
1 °25-39
  • Sussurri a una distanza di 3 metri;
  • Volume parlante ad una distanza di 6 metri.
2 °40-54
  • Sussurri a una distanza di un metro;
  • Volume parlante ad una distanza di 4 metri.
3 °55-69
  • I sussurri non vengono ascoltati dal paziente.
  • Volume parlante ad una distanza di un metro.
4 °70-89Il paziente può distinguere il parlato ad alta voce vicino all'orecchio.
Anacusia (completa sordità)più di 90Il paziente non sente suoni di alcun volume

Questa è la classificazione più comune approvata dall'OMS. Il grado di perdita dell'udito neurosensoriale deve essere determinato in base ad esso..

Le cause

Con la perdita dell'udito neurosensoriale, si verificano sempre i seguenti fattori negativi:

  • violazione del microcircolo (nutrizione) dei recettori uditivi, a causa della quale diminuisce la loro funzione di rilevamento del suono;
  • compressione delle fibre nervose da parte dei tessuti circostanti (edema, tumore, a seguito di traumi e così via), che porta a una trasmissione ridotta del momento dai recettori al cervello.

Queste condizioni possono svilupparsi per i seguenti motivi:

Alcuni tipi di virus e microrganismi hanno tropismo (tendenza al danneggiamento) del tessuto nervoso, in particolare dei nervi cranici.

Infettando le loro cellule, gli agenti infettivi spesso causano cambiamenti irreversibili nella funzione uditiva..

Prima di tutto, c'è una violazione dell'alimentazione dei recettori dell'udito, a causa della quale la loro funzione diminuisce gradualmente e quindi viene irreversibilmente persa.

C'è anche una violazione della microcircolazione nel tronco del nervo stesso.

Gruppo di fattoriIn che modo influisce sul nervo uditivo??Esempi
La conseguenza delle infezioni (principalmente virali)
  • ARVI;
  • Virus dell'herpes simplex;
  • Influenza;
  • parotite;
  • Meningite (di qualsiasi tipo);
  • neurosyphilis.
Malattie vascolari (più spesso - croniche)
  • Aterosclerosi;
  • Circolazione alterata nel bacino vertebro-basilare (cronico o acuto);
  • Ipertensione (fasi II-III);
  • Diabete.
Malattie della colonna vertebrale
  • spondilosi;
  • Artrosi non vertebrale delle prime vertebre cervicali (fino alla 4a);
  • Spondilolistesi in cui si sviluppa la "sindrome dell'arteria vertebrale" (questa nave è compressa).
Agenti traumaticiDi norma, il danno ai recettori del nervo uditivo si verifica con agenti traumatici. Tuttavia, con un colpo significativo alla regione temporale (più precisamente, all'area del processo mastoideo), il tronco nervoso stesso può essere ferito.
  • Trauma cranico meccanico (abbreviato in TBI);
  • Lesioni acustiche Esposizione cronica a suoni con un volume superiore a 70 dB. Trauma acuto - suono più di 120-130 dB;
  • Barotrauma (a causa della pressione differenziale pronunciata).
Agenti chimiciIl tropismo del tessuto nervoso porta spesso alla sconfitta dell'VIII coppia e alla perdita dell'udito neurosensoriale..
  • Sostanze di origine industriale (benzene, anilina, arsenico, mercurio, idrogeno solforato, fluoro e così via);
  • Prodotti chimici domestici (alcool, nicotina ad alte dosi);
  • Alcuni farmaci farmacologici: antibiotici aminoglicosidici (streptomicina, vancomicina, gentomicina, amikacina), citostatici (cisplatino, endoxan), antimalarici e alcuni antiaritmici (chinidina)
Agenti di radiazione (estremamente raro)Le radiazioni radioattive possono danneggiare qualsiasi tessuto del corpo, ma i nervi soffrono molto meno di altri. Pertanto, questo fattore è estremamente raro..
  • Radioterapia per tumori di natura maligna;
  • Singolo contatto con una fonte di radiazione significativa e contatto prolungato con un piccolo oggetto radioattivo.
Processo idiopaticoI danni al nervo uditivo dovuti a disturbi vascolari sono più comuni. Tuttavia, il meccanismo non è chiaro..Causa affidabile sconosciuta

Il quadro clinico non dipende dalla causa dello sviluppo della perdita dell'udito neurosensoriale (ad eccezione della meningite cerebrospinale), pertanto viene preso in considerazione solo durante la diagnosi della malattia.

Sintomi

La lamentela più significativa dei pazienti è la perdita dell'udito. La perdita dell'udito neurosensoriale può verificarsi solo su un orecchio o su entrambi i lati contemporaneamente (vedere perché un orecchio ha problemi di udito). Come si può vedere dalla classificazione, può essere di vario grado: dall'incapacità di ascoltare il sussurro all'anacusia. Prima di tutto, soffre la percezione di suoni bassi (bassi, toni bassi nella musica e così via). Successivamente, viene aggiunta la scarsa udibilità del suono ad alta frequenza.

  • L'acufene è del 92%, una diminuzione della percezione del suono è accompagnata da un costante rumore ossessivo da uno / due lati (vedi rumore nella testa). Può avere un timbro diverso, spesso un rumore di tono misto (i suoni alti e bassi si fondono l'uno nell'altro).
  • Il mal d'orecchi non è caratteristico della perdita dell'udito neurosensoriale (solo al momento della lesione).

Poiché le fibre vestibolari passano insieme alle fibre uditive, nei pazienti si osservano spesso i seguenti sintomi:

  • Vertigini costanti, che si intensificano con il movimento;
  • Instabilità dell'andatura;
  • Mancanza di coordinamento (incapacità di eseguire movimenti precisi);
  • Nausea persistente, vomito periodico.

È possibile associare altri segni della malattia, a seconda della causa dello sviluppo della perdita dell'udito..

Diagnostica

Il disturbo della percezione del suono è uno dei problemi socialmente significativi. Pertanto, se si sospetta una perdita dell'udito neurosensoriale, il paziente deve essere ricoverato in ospedale nel reparto ORL dell'ospedale, se possibile. Per suggerire questa malattia è sufficiente:

  • Reclami dei pazienti per i sintomi sopra indicati;
  • La storia di possibili cause che potrebbero portare alla malattia.

Dopo il ricovero, vengono eseguite ulteriori diagnosi per confermare e chiarire la diagnosi..

Ricerca vocale

Un test elementare che non richiede alcuna attrezzatura. Prima di tutto, investiga sull'udibilità del sussurro del discorso. Viene eseguito secondo il seguente algoritmo:

  • La distanza tra il medico e il paziente dovrebbe essere di 6 metri. Il paziente deve affrontare il medico con l'orecchio, mentre chiude un'altra apertura uditiva;
  • Il medico pronuncia le parole principalmente con suoni bassi (tana, mare, finestra e così via), quindi con suoni alti (boschetto, lepre, zuppa di cavolo);
  • Se il paziente non riesce a sentire suoni bassi / alti, la distanza viene ridotta di 1 metro.

Norma: i suoni bassi del sussurro dovrebbero essere chiaramente distinguibili per i pazienti da una distanza di 6 metri, alta - 20.

Se necessario, uno studio simile viene condotto utilizzando il linguaggio colloquiale.

Accordatura diapason

Il primo e più semplice metodo di diagnosi strumentale della funzione uditiva. Con l'aiuto di diapason a bassa e alta frequenza, viene determinato il tipo di violazione (impossibilità di condurre suoni o perdita dell'udito neurosensoriale).

Che cos'è un diapason? Questo è uno strumento speciale che emette un suono di una certa frequenza. Consiste in una gamba (che il dottore tiene) e in una mascella (il suono colpisce quando viene colpito). In medicina, vengono utilizzati due tipi di diapason: C128(bassa frequenza) e C2048(alta frequenza).

I seguenti test sono importanti per la diagnosi della perdita dell'udito neurosensoriale:

Nome del testCome spendere?Risultato normaleIl risultato della perdita dell'udito neurosensoriale
Rinne
  • Un diapason viene colpito ai rami e posizionato con un piede sul processo mastoideo (l'area dietro il padiglione auricolare). Questo è un metodo per determinare la "conduzione ossea";
  • Dopo che il paziente ha smesso di ascoltarlo, lo portano direttamente nel condotto uditivo. Questo è un metodo per determinare la "conduttività dell'aria";
  • Il test è positivo se il paziente sente di nuovo il suono di un diapason vicino al canale uditivo (almeno alcuni secondi). Negativo - se non l'udito.
PositivoPositivo (negativo per suono disturbato)
WeberIl diapason ha colpito i rami e messo al centro della testa (tra le orecchie).Il paziente sente un suono al centro della testa o ugualmente su entrambi i latiIl suono è più udibile in un orecchio sano

La determinazione dei segni di perdita dell'udito neurosensoriale nei pazienti ci consente di assumerne con sicurezza la presenza. Tuttavia, per fare una diagnosi finale, è necessaria l'audiometria.

audiometria

Questo esame viene effettuato utilizzando un generatore speciale di suoni di una certa frequenza: un audiometro. Esistono diversi metodi per usarlo. Tradizionalmente, l'audiometria di soglia viene utilizzata per diagnosticare la perdita dell'udito neurosensoriale..

Questo è un metodo per determinare la soglia di udibilità in decibel (una delle funzioni dell'audiometro), conduzione ossea e aerea. Dopo aver ricevuto i risultati, il dispositivo crea automaticamente una curva del paziente, che riflette la funzione del suo udito. Normalmente è orizzontale. Con la perdita dell'udito neurosensoriale, la linea diventa obliqua, la conduzione dell'aria e dell'osso diminuisce in modo identico.

Per chiarire la funzione di selezione del suono, ci sono ulteriori metodi moderni di audiometria:

Lesioni del recettore nervoso uditivo.

Viene determinata la soglia differenziale di intensità del suono in un paziente (DIP).

Presenza di lesioni del tronco nervoso uditivo o del tronco encefalico.

Viene determinata la sensibilità di una persona agli ultrasuoni..

La capacità di comunicare con il paziente nella società.

È determinata la sua capacità di comprendere il discorso di qualcun altro.

Metodo di audiometriaCiò che mostra?NormaIl risultato della perdita dell'udito neurosensoriale
Audiometria tonale supratensioneSoglia differenziale di intensità del suono 0,8-1 dBSoglia differenziale di intensità del suono inferiore a 0,6-0,7 dB
Sensibilità agli ultrasuoni uditiviUna persona percepisce gli ultrasuoni fino a 20 kHzLa soglia di sensibilità aumenta
Audiometria vocale100% comprensione del parlato.Qualsiasi diminuzione della capacità di riconoscimento delle parole.

I metodi di cui sopra sono usati per chiarire le condizioni del paziente, sono usati raramente nella pratica clinica..

Le linee guida nazionali indicano anche l'uso della tomografia (TC) della regione temporale per escludere la presenza di tumori e l'ecografia dei vasi del bacino vertebro-basilare.

Trattamento

Le tattiche mediche sono significativamente diverse, a seconda della forma di perdita dell'udito neurosensoriale, quindi il loro trattamento è considerato separatamente. Una cosa rimane invariata: il trattamento precoce del paziente (quando compaiono i primi sintomi) migliora significativamente la prognosi della patologia.

Trattamento improvviso / acuto

Se si sospetta una neurite acuta del nervo uditivo, il paziente deve essere immediatamente posto nel reparto ORL / ​​neurologico dell'ospedale. Al paziente viene mostrata una modalità uditiva "protettiva", che elimina qualsiasi suono forte (voce forte, musica, rumori ambientali e così via).

I seguenti farmaci sono raccomandati dagli standard di assistenza medica (MES):

  • Ormoni glucorticosteroidi per via endovenosa (desametasone). Di norma, viene prescritto per 7-8 giorni, con una riduzione graduale della dose;
  • Farmaci per migliorare la circolazione sanguigna, anche nel tessuto nervoso (pentossifillina / vinpocetina). Programma di somministrazione raccomandato: per via endovenosa per 8-10 giorni;
  • Antiossidanti (vitamine del gruppo C, E; etilmetilidrossipiridina succinato).

Se dopo il trattamento ospedaliero rimangono necessari farmaci, vengono prescritti per un'ulteriore somministrazione, ma in forma di compresse.

Trattamento subacuto / cronico

Con queste forme, la patologia acquisisce un corso stabile o che progredisce lentamente. Al fine di rallentare la riduzione della funzione di assorbimento acustico, al paziente vengono mostrate le seguenti misure:

  1. Modalità uditiva "protettiva";
  2. Trattamento di altre malattie concomitanti che potrebbero portare allo sviluppo della perdita dell'udito neurosensoriale;
  3. Regime terapeutico di supporto, simile a quello nel trattamento della perdita dell'udito neurosensoriale acuta. 2 volte all'anno in media.

Inoltre, si dovrebbe prestare la dovuta attenzione all'adattamento del paziente nella società con l'aiuto di attrezzature mediche specializzate.

Metodi di riabilitazione

Attualmente, sono stati sviluppati metodi efficaci per l'adattamento di pazienti con perdita dell'udito neurosensoriale cronica. Sfortunatamente, la maggior parte di essi comporta un intervento chirurgico e solo un metodo viene eseguito a spese del finanziamento federale (gratuito per il paziente).

MetodologiaCondizioni di installazioneCome funziona?
Apparecchi acustici di ricambio per conduzione dell'aria (tecnica preferenziale)2-3 gradi di perdita dell'udito neurosensorialeIl termine "apparecchio acustico", a cui fanno riferimento questi dispositivi, è comune tra la popolazione. Per dimensioni, sono suddivisi in:

Sono riparati nel padiglione auricolare. Percependo i suoni dell'ambiente, i dispositivi li amplificano e li dirigono lungo il canale uditivo.

Posizionamento dell'impianto dell'orecchio medio
  • 3 ° grado di perdita dell'udito;
  • Impossibilità di utilizzare un dispositivo esterno.
Il suo principio è simile. La differenza è che il dispositivo è installato chirurgicamente nell'orecchio medio del paziente.
Posizionamento di impianti cocleari
  • Perdita dell'udito neurosensoriale bilaterale di 4 ° grado;
  • Inefficienza di "apparecchi acustici";
  • Desiderio del paziente;
  • L'assenza di controindicazioni nel paziente per un intervento chirurgico.
Questo è un dispositivo installato operativamente nell'orecchio interno. L'impianto converte il suono proveniente dall'ambiente esterno in impulsi elettrici, che vengono trasmessi ulteriormente lungo il tronco nervoso al cervello.

L'ipoacusia neurosensoriale è una malattia socialmente significativa che riduce la qualità della vita dei pazienti. Ecco perché se sospetti questa diagnosi, dovresti immediatamente ricoverare il paziente e iniziare il trattamento al fine di aumentare le possibilità di ripristinare la vitalità del nervo. Tuttavia, in assenza di tale opportunità, sono stati sviluppati metodi di riabilitazione che permetteranno a una persona di sentirsi a proprio agio nella società.

Domande frequenti

Esistono metodi efficaci di trattamento alternativo per la perdita dell'udito neurosensoriale?

No, tuttavia, esistono metodi fisioterapici che hanno dimostrato la loro efficacia: elettroforesi endourale di alcuni farmaci (galantamina, dibazolo, acido nicotinico e così via), massaggio delle regioni parotidee e del colletto, correnti pulsate.

Avrò ascolto dopo il trattamento?

Dipende dalla forma di perdita dell'udito neurosensoriale. Nei pazienti con forme improvvise / acute, il recupero avviene entro 1 mese nel 93% dei casi. Con perdita dell'udito subacuta e cronica, la prognosi è più negativa.

Esiste un'alternativa agli apparecchi acustici?

Sì, tuttavia, con meno efficienza. Nel 2011 un gruppo di scienziati ha condotto uno studio utilizzando i seguenti metodi: stimolazione vibrofonica a bassa frequenza, elettroreflessoterapia e attivazione pedagogica del sistema uditivo. Sono finalizzati al ripristino dei recettori del nervo uditivo, ma non sono comuni in Russia.

La perdita dell'udito neurosensoriale viene trasmessa per eredità ai bambini?

Trasmissione nota e affidabile della perdita dell'udito nella sifilide, labirintite progressiva e otosclerosi congenita. In altre patologie, il ruolo dell'eredità non è dimostrato..

Come trattare la coordinazione compromessa e le vertigini con la neurite?

Sono trattati secondo uno schema simile. Forse l'inclusione nel corso dei nootropi (Cerebrolysin) e delle sostanze anticolinesterasiche (Neuromidin). Solo il neurologo presente può integrare la terapia e scegliere la tattica finale.

Neurite uditiva

Neurite uditiva

Ogni area del nostro corpo è invertita a causa della presenza del tessuto nervoso e dei suoi componenti principali: i neuroni. L'orecchio non fa eccezione. Il nervo uditivo ha due rami nella sua composizione, uno dei quali proviene dall'apparato vestibolare responsabile dell'equilibrio. Di conseguenza, il suo danno grave può portare a una violazione dell'orientamento nello spazio. Inoltre, la neurite del nervo uditivo si manifesta con acufene, compromissione dell'udito (perdita dell'udito).

Cause dell'evento:

Molto spesso, la neurite del nervo uditivo, come qualsiasi altra infiammazione nell'orecchio, si presenta come una complicazione dopo la SARS, l'influenza.

Inoltre, questo tipo di problema può manifestarsi dopo aver preso un ciclo di antibiotici, farmaci antitumorali. L'ototossico (la capacità di vari tipi di composti chimici di danneggiare l'apparecchio acustico) è inerente a mercurio, piombo, arsenico, fosforo.

Le lesioni cerebrali traumatiche possono scatenare la neurite del nervo uditivo. La sua infiammazione è anche possibile con una reazione allergica. Tale neurite si verifica spesso anche nelle persone di determinate professioni, le cui attività quotidiane sono associate a rumori forti e vibrazioni costanti..

Tipi di neurite:

  • La neurite cocleare colpisce le terminazioni nervose, i centri uditivi. Molto spesso, la neurite cocleare è una malattia unilaterale, cioè colpisce solo un orecchio, ma sono possibili eccezioni. Tale infiammazione è spesso una complicazione delle infezioni respiratorie..
  • La neurite tossica è causata da farmaci del gruppo antibiotico, sostanze dannose con cui una persona si mette costantemente in contatto, ad esempio, con un robot e anche dall'abuso di nicotina.
  • La neurite traumatica si manifesta dopo una lesione alla testa, a seguito della quale è apparsa una patologia vascolare del cervello. Sullo sfondo di altri gravi problemi che accompagnano danni vascolari, edema, interruzioni del flusso sanguigno, che sono pericolose per il nervo uditivo, possono anche svilupparsi.

Chi è più colpito?

Come già accennato, la neurite del nervo uditivo può verificarsi nelle persone le cui professioni sono associate a rumore costante, vibrazione. I rappresentanti di tali professioni hanno spesso neurite cocleare. Un'altra malattia è comune tra le persone che si trovano nella zona di inquinamento industriale..

Le persone anziane possono essere soggette a infiammazione senza nemmeno dover lavorare prima nelle imprese del tipo sopra descritto. La presenza di ipertensione arteriosa, le conseguenze di ictus passati, a causa della quale il flusso sanguigno peggiora - tutti questi fattori possono causare neurite nervosa uditiva.

Sintomi

  • acufene estraneo (sibilo, ronzio)
  • perdita dell'udito, che può svilupparsi lentamente o improvvisamente e manifestarsi come lieve perdita dell'udito e completa sordità
  • vertigini, nausea, pallore della pelle compaiono a causa di avvelenamento con sostanze tossiche, che potrebbero avere un effetto negativo sul nervo uditivo
  • aumento della pressione, oscuramento o increspature davanti agli occhi possono segnalare un malfunzionamento delle terminazioni nervose nel cervello
  • sintomi simil-influenzali, la SARS dovrebbe anche farti sospettare di questo tipo di infiammazione.

Trattamento della neurite nervosa uditiva:

Se non prendi misure per eliminare l'infiammazione, possono iniziare cambiamenti irreversibili nel tessuto nervoso, dopo di che il trattamento diventerà impossibile e la persona rimarrà sorda.

Nella neurite acuta, il paziente viene spesso ricoverato in ospedale e curato in ospedale. In caso di infiammazione del nervo uditivo, è possibile prescrivere vitamine di diversi gruppi sotto forma di compresse e iniezioni - per migliorare il metabolismo e riparare meglio il tessuto nervoso danneggiato. Se il flusso sanguigno peggiora nell'area della testa, i vasodilatatori vengono prescritti senza fallo per garantire un normale flusso sanguigno al nervo uditivo e prevenirne la morte a causa di ischemia. Dovresti anche prescrivere fondi per migliorare la microcircolazione e la conduzione del tessuto nervoso.

Inoltre, vengono prescritte varie procedure di fisioterapia ai pazienti in ospedale (con la neurite, questa è spesso una camera a pressione).

Neurite nervosa uditiva - cause, sintomi, diagnosi, trattamento e prevenzione

Cos'è la neurite nervosa uditiva

Attualmente, non esiste un'unica classificazione della neurite nervosa uditiva. Sulla base di dati audio-logici, a seconda della localizzazione del processo, distinguono: cocleite - principalmente danno all'apparato recettoriale della coclea, neurite - cambiamenti patologici nel tronco nervoso e lesioni retrococleari dell'analizzatore uditivo durante la localizzazione del processo nei nuclei uditivi e percorsi sovrastanti del tronco encefalico.

La neurite acuta del nervo uditivo è una malattia infiammatoria non infettiva che è accompagnata da perdita dell'udito e rumore. La prevalenza di questa patologia raggiunge il 5%. Gli uomini si ammalano più spesso delle donne. Secondo le statistiche, la neurite viene spesso diagnosticata nelle persone di età superiore ai 55 anni. Nell'ICD-10, questa patologia viene definita perdita dell'udito neurosensoriale..

Neurite

La neurite è una malattia infiammatoria dei nervi periferici, in cui, insieme al dolore, vengono rilevati i sintomi, il cosiddetto prolasso, cioè perdita o diminuzione della sensibilità, nonché paralisi e paresi.

Una forma speciale di neurite è la polineurite, in cui molti nervi sono coinvolti nel processo della malattia..

Una certa polineurite è causata da un virus neurotropico ed è solitamente accompagnata da un danno simultaneo alle radici spinali (polradiculoneurite), spesso al midollo spinale e persino al cervello.

La causa più comune di polineurite è l'intossicazione cronica esogena (alcol, tossicità da botulismo, piombo, ecc.) Ed endogena (diabete, uremia)..

I pazienti hanno dolore alle estremità, debolezza muscolare, disturbi della sensibilità, atrofia e paresi dei muscoli, scolorimento della pelle, sudorazione, freddezza, ecc..

Cause della neurite nervosa uditiva

Esistono molte cause di neurite uditiva..

Prima di tutto, si tratta di varie malattie infiammatorie e infettive, come: otite media, influenza, SARS. Può anche essere la conseguenza di lesioni, ad esempio dopo una lesione cerebrale traumatica. Nella pratica medica, ci sono neuriti del nervo uditivo di origine allergica.

Molti pazienti con neurite uditiva professionale. Ciò è dovuto alla prolungata esposizione agli organi uditivi di rumore o vibrazioni. Le persone dopo 60 anni soffrono di questa malattia a causa dell'invecchiamento generale del corpo..

Altre cause di neurite nervosa uditiva includono:

  • cambiamenti patologici;
  • malformazione congenita della struttura dell'orecchio;
  • complicazione dell'influenza o delle infezioni respiratorie acute;
  • bere o fumare frequentemente;
  • effetti tossici;
  • danno meccanico;
  • lesioni alle orecchie o alla testa;
  • la formazione di aterosclerosi;
  • la comparsa di tumori o cisti.

Inoltre, l'uso prolungato o incontrollato di antibiotici o altri farmaci può causare lo sviluppo della malattia..

Sintomi di neurite nervosa uditiva

I chiari sintomi della neurite uditiva sono rumore e ronzio nell'orecchio. Ciò porta al fatto che il paziente inizia a sentire molto peggio. Il rumore e il ronzio nell'orecchio possono essere di diversa intensità e frequenza. Con lo sviluppo di questa malattia, è possibile una perdita dell'udito completa in una persona.

Un paziente con neurite uditiva ha le vertigini e non è in grado di equilibrarsi. Molto spesso, durante un esame di routine dell'orecchio, il medico non può rilevare alcun cambiamento in esso. Solo l'audiometria può mostrare la presenza di questa malattia..

Descrizioni dei sintomi della neurite nervosa uditiva

Trattamento della neurite nervosa uditiva

Nel trattamento della neurite uditiva, prima di tutto, è necessario stabilire la causa di questa malattia. Il trattamento deve essere iniziato il prima possibile, mentre il tessuto nervoso è ancora suscettibile di un qualche tipo di trattamento. Nella neurite uditiva acuta, il paziente deve essere ricoverato in ospedale nel reparto ORL.

Con la neurite uditiva, al paziente vengono prescritti farmaci che possono migliorare i processi metabolici e ripristinare il tessuto nervoso. Tra questi farmaci ci sono le vitamine A, B ed E, stimolanti biogenici, come ad esempio l'estratto di aloe.

Molto spesso, il medico prescrive vari farmaci per dilatare i vasi sanguigni e migliorare la microcircolazione.

Viene anche utilizzato un farmaco come la proserina, che migliora la conduttività del tessuto nervoso..

Se hai di nuovo la neurite uditiva, il trattamento mira a interrompere il processo di morte del nervo uditivo. Una o due volte l'anno, il paziente viene sottoposto a un trattamento di mantenimento. Questo trattamento si basa più spesso su vitamine e stimolanti biogenici..

Fisioterapia

I metodi di trattamento fisioterapico hanno un effetto stimolante positivo:

  • riflessologia: elettropuntura, puntura laser, agopuntura;
  • stimolazione elettrica;
  • fonoforesi delle droghe;
  • baroterapia dell'ossigeno.

Chirurgia

Il trattamento chirurgico della neurite del nervo uditivo viene eseguito per eseguire l'impianto staminale o cocleare, la rimozione del neuroma del nervo uditivo, l'ematoma o il tumore al cervello.

Il trattamento chirurgico può essere necessario a causa del rumore lancinante dell'orecchio o di vertigini intense.

In tali casi, viene eseguita la rimozione del ganglio stellato, la resezione del plesso timpanico o la simpatectomia cervicale, con sordità o perdita dell'udito di quarto grado, operazioni distruttive sulla coclea.

Apparecchio acustico

Se il paziente ha completamente perso l'udito, viene selezionato un apparecchio acustico per lui. Possono essere utilizzati apparecchi acustici analogici, digitali e lineari. La selezione e la regolazione del dispositivo vengono eseguite da un audioprotesista. Prima inizi il trattamento della neurite, più efficace sarà il suo esito.

Prevenzione della neurite nervosa uditiva

Al fine di prevenire la neurite uditiva, il paziente deve proteggere gli organi uditivi da rumori forti, vibrazioni e dall'esposizione a varie sostanze tossiche. È anche molto importante proteggersi dall'influenza, dalla SARS o dal morbillo. Se hai ancora una di queste malattie, prova a sbarazzartene il prima possibile..

La neurite del nervo uditivo è una malattia complessa che richiede un'attenzione speciale, sia da parte dei medici che dei pazienti stessi.

Cerca di tenere d'occhio il tuo stato di salute sempre e ovunque. Anche l'uso elementare di un cappello nella stagione fredda è uno dei punti molto importanti per non raccogliere la neurite uditiva..

Diagnosi di neurite nervosa uditiva

Quando si diagnostica la neurite del nervo uditivo, un medico ORL non deve solo stabilire una diagnosi accurata, ma anche determinare le cause del danno all'analizzatore cocleare, valutare il livello e la dinamica del processo di perdita dell'udito.

Lo studio dell'ascolto in un sussurro e in un discorso colloquiale rivela una diminuzione della percezione di suoni precedentemente acuti. Tuttavia, con pronunciati cambiamenti atrofico-degenerativi, le percezioni e i suoni bassi possono diminuire.
Un test di Rinne positivo si nota nelle manifestazioni iniziali di neurite e uno negativo con un processo sviluppato.
Gli studi di Weber, quando c'è neurite bilaterale, non danno lateralizzazione del suono, quando c'è neurite unilaterale, la lateralizzazione del suono sarà in una direzione sana.
Test di Schwabach - nettamente ridotto, test di gelatina - positivo.

Tuttavia, lo strumento diagnostico principale è l'audiometria. Aiuta a rilevare una diminuzione della percezione dei suoni (in particolare le onde ad alta frequenza) e il grado di danno alla funzione uditiva. In alcuni casi, c'è un paradossale aumento di volume.

Per escludere altre patologie dell'orecchio, vengono eseguite elettrocochleografia, otoscopia e microotoscopia. È necessario differenziare la neurite del nervo uditivo con otosclerosi, in cui la conduzione ossea è ben conservata.

Domande e risposte sull'argomento "Neurite nervosa uditiva"

Domanda: Ciao, ho ricevuto un trattamento per iniezioni di Benevron B e Neurox mentre ho ricevuto iniezioni, c'è stato un miglioramento, ma dopo tutto il rumore nell'orecchio è tornato. Grazie in anticipo per la tua risposta..

Risposta: Per un trattamento efficace della malattia, il medico deve determinarne la causa. Metodi di trattamento: terapia farmacologica, fisioterapia, chirurgia, in casi estremi - l'uso di un apparecchio acustico.

Domanda: ho 57 anni. A partire da circa 35 anni, ho iniziato a sentire un rumore nell'orecchio sinistro, simile alle chiacchiere di una cavalletta, molto debole, di solito di notte in assoluto silenzio. Nel corso degli anni, questo rumore è cresciuto e cresciuto, il che mi ha fatto rivolgere ai medici appropriati. È stata rilevata la perdita dell'udito nell'orecchio sinistro (40%). La diagnosi di neurite nervosa uditiva. Trattamento: betaserx, vitamine gr.B e tutto. All'età di 50 anni, in un day hospital, è stata iniettata emoxipin iv (precedentemente - un ciclo di emoxipin i / m). Questo trattamento non ha dato alcun effetto. Attualmente sento molto forte - il rumore nell'orecchio sinistro soffoca i suoni esterni. Gentilmente rispondi, esiste un'opportunità per rimuovere questo rumore nell'orecchio e ripristinare l'udito? Grazie in anticipo.

Risposta: prova a utilizzare un buon apparecchio acustico, che migliorerà l'udito e maschererà il rumore..

Domanda: ciao! Fin dall'infanzia (ho 41 anni) ero malato di otite media. All'età di 30 anni, ho avuto un intervento di rinoplastica sul timpano nell'orecchio destro. Dopo 8 anni, la voce ha iniziato a scomparire e i medici hanno perso l'udito di 3-4 gradi. Nel giugno di quest'anno, dopo un raffreddore, un'audizione nell'orecchio sinistro ha iniziato a diminuire. Di conseguenza, i medici hanno fatto una diagnosi: neurite del nervo uditivo e perdita dell'udito di 2 gradi. Sono stato sottoposto a trattamento: contagocce, camera a pressione, agopuntura, prendo compresse di Betaserk 24 g 2 volte al giorno e Cavinton 3 volte al giorno. C'è rumore costante nell'orecchio sinistro. Presto in vacanza, vola in aereo, dimmi se è possibile volare, se il volo non influirà sull'ulteriore perdita dell'udito. E un'altra domanda è se la neurite del nervo uditivo può essere curata, se possiamo curare quale trattamento efficace esiste? grazie.

Risposta: la perdita dell'udito sensoneurale (neurite nervosa uditiva) non può essere ripristinata. L'unico modo per riguadagnare l'udito perso è attraverso gli apparecchi acustici (apparecchi acustici). Volare su un aereo non aggrava la perdita dell'udito neurosensoriale. Prima di volare, è meglio usare uno spray a vibrazione.

Domanda: ciao! Aiutateci con un consiglio. 1 marzo 2012 il telefono squillò nel suo orecchio. Diagnosi: neurite acuta del nervo uditivo a destra. Trattamento completato: Cavinton, Desametasone, Actovegin, Vitamina B, Nicotina. Ulteriori compresse: cavinton, citoflavina. L'orecchio sente ancora male, l'acufene persiste. Questo significa che nulla ha aiutato e non aiuterà? O dopo il trattamento, il rumore può persistere per qualche tempo? C'è qualche speranza che il rumore passi e che l'udito venga ripristinato? grazie.

Risposta: Betaserk è possibile, consultare un neurologo, è davvero prescritto in questi casi. Milgamma - vitamine del gruppo B, sono anche mostrate in questi casi. Da ulteriori esami è possibile eseguire l'impedanometria e la dopplerografia dei vasi della testa e del collo. Cosa può prescrivere il neurologo se le procedure elettriche non sono controindicate (ipertensione, ad esempio).

Domanda: buon pomeriggio! Mia madre ha una diagnosi di neurite cocleare bilaterale del nervo uditivo, l'udito è completamente perso. La perdita dell'udito è iniziata all'età di 15 anni per una ragione sconosciuta (possibilmente avvelenamento da droghe) e gradualmente si è verificata la perdita completa dell'udito. Per tutta la vita è stata trattata secondo il noto metodo, iniezioni, aloe, vitamina B6 ed elettroforesi. Nulla ha aiutato, la voce è ancora scomparsa. Adesso ha 56 anni. Vogliamo conoscere la possibilità di installare "Ear elettronico", una perdita dell'udito dell'audiogramma di 4 gradi e nessun aiuto per gli apparecchi acustici. A quanto ho capito, la mamma deve essere esaminata di nuovo, per favore dicci da dove cominciare. Grazie in anticipo, in attesa di una risposta.

Risposta: Sfortunatamente, senza un esame personale e la familiarizzazione con i risultati di un sondaggio condotto in passato, è impossibile giudicare se è possibile effettuare una simile operazione nel tuo caso. Il paziente deve chiedere la consulenza personale di un audiologo che sarà in grado di valutare più accuratamente la situazione e le possibilità di recupero dell'udito, nonché di elaborare un piano per ulteriori esami.

Domanda: come curare la neurite nervosa uditiva?

Risposta: è necessario rivolgersi a uno specialista ristretto - un neuropatologo. Di solito, per la neurite sono prescritti farmaci antinfiammatori, vitamine del gruppo B, proserina, galantamina.

Domanda: ciao! I medici mi hanno diagnosticato una neurite del nervo ottico. L'orecchio sinistro non ha sentito affatto per 8 anni. Dissero che l'udienza non poteva essere ripristinata. Solo gli apparecchi acustici aiuteranno. Ho diverse domande: 1) è possibile ripristinare l'udito in caso di nevrite in questo momento. 2) Ci sono nuovi trattamenti. 3) Cosa mi consigliate. Se ci sono nuovi metodi per ascoltare il restauro in qualsiasi paese di cui non sei a conoscenza, per favore dimmelo.

Risposta: ciao! Nel tuo caso (neurite o atrofia del nervo uditivo), la medicina che esiste in questa fase non aiuta davvero, quindi la sostituzione dell'udito è l'unica via d'uscita dalla tua situazione.

Neurite del nervo uditivo: dalla perdita dell'udito alla perdita dell'udito è un passo. L'efficacia del trattamento nella sua efficienza!

I danni alle fibre nervose possono causare disturbi nel funzionamento dei sensi. Quindi, la neurite cocleare del nervo uditivo si manifesta di solito con problemi di udito e rumore costante nell'orecchio. Con una visita precoce dal medico, è possibile una completa eliminazione della malattia e il ripristino dell'udito, tuttavia, in alcuni casi c'è una violazione irreversibile della sensibilità. Il trattamento prevede farmaci, fisioterapia e chirurgia..

Informazioni di base

La neurite cocleare del nervo uditivo è un tipo di perdita dell'udito caratterizzata da un danno alle fibre nervose. I fattori patologici possono influenzare qualsiasi parte dell'analizzatore uditivo, compresa la parte corrispondente del cervello. Spesso, i pazienti hanno anche disturbi vestibolari. La neurite può verificarsi a qualsiasi età, ma viene spesso diagnosticata negli anziani. La forma congenita della malattia inizia ad apparire dai primi anni di vita.

La compromissione dell'udito di diversa gravità è diagnosticata in circa il 5% della popolazione. Si ritiene che la neurite del nervo uditivo sia la causa più comune di questo disturbo. Questa malattia è classificata come perdita dell'udito neurosensoriale. La violazione della sensibilità uditiva a qualsiasi età influisce negativamente sulla qualità della vita. Con danni bilaterali alle strutture nervose, il paziente può essere disabilitato a causa di una disfunzione irreversibile degli organi.

Caratteristiche del corpo

L'udito si riferisce ai più importanti tipi di sensibilità di cui una persona ha bisogno per una percezione globale del mondo esterno. Le vibrazioni sonore cadono nell'area del padiglione auricolare esterno, si muovono attraverso il canale uditivo e influenzano il timpano. La membrana del tessuto connettivo cambia la posizione degli ossicini uditivi, rendendo il suono meglio percepito. In definitiva, le vibrazioni sonore trasformate nell'orecchio esterno e medio influenzano la parte del recettore dell'orecchio interno, dando luogo a informazioni uditive primarie.

L'analisi dei suoni esterni non si limita al lavoro dell'orecchio interno situato nell'osso temporale. I recettori uditivi formano un impulso che viaggia verso il cervello usando il nervo uditivo. Gli impulsi elettrici contengono informazioni che consentono a una persona di valutare tutte le caratteristiche dei suoni esterni. L'organo uditivo è accoppiato, quindi le fibre nervose corrispondenti si trovano su entrambi i lati. Un singolo analizzatore nel cervello percepisce un quadro olistico, non la sensibilità di ciascun analizzatore separatamente..

L'orecchio interno si trova accanto all'apparato vestibolare, necessario per coordinare la posizione del corpo nello spazio. Grazie alla sensibilità vestibolare, una persona si sente a proprio agio durante il movimento e si adatta rapidamente a un cambiamento nella posizione del corpo. Le fibre nervose di questo organo sono associate al suono e alla sensibilità visiva. Una malattia che colpisce le condizioni dell'organo dell'udito e della vista può anche interferire con l'attività dell'apparato vestibolare.

Ragioni per lo sviluppo

La neurite congenita del nervo uditivo si forma a causa di disturbi ereditari o complicazioni che si presentano durante il travaglio. Lo sviluppo di tutti gli organi e tessuti è controllato dal DNA cellulare, quindi eventuali cambiamenti nei geni possono causare disturbi funzionali. Gli scienziati sono consapevoli delle mutazioni genetiche che causano la perdita dell'udito neurosensoriale nei bambini. Prima di tutto, si tratta di patologie ereditarie associate a sindromi congenite..

Le principali cause dello sviluppo di una forma congenita della malattia

  1. Anomalie genetiche congenite trasmesse al bambino dai genitori. Questa è la sindrome di Waardenburg e la malattia di Refsum. Le patologie sono caratterizzate da una varietà di anomalie che influenzano l'aspetto del paziente e la sensibilità del recettore. Sullo sfondo di queste malattie, possono verificarsi neuriti bilaterali dei nervi uditivi.
  2. Danni al cranio e alle strutture cerebrali durante il parto. Le ossa molli in un bambino aumentano il rischio di lesioni alla nascita.
  3. Fornitura inadeguata di ossigeno al tessuto cerebrale. L'ipossia può verificarsi durante lo sviluppo fetale e durante il travaglio. A causa della mancanza di energia in diverse parti del cervello, le cellule muoiono.

Nei bambini che soffrono di neurite congenita dei nervi uditivi, vengono alla luce altri sintomi caratteristici, come riduzione dell'acuità visiva e compromissione della coordinazione nello spazio. Con danni al tessuto cerebrale, compaiono disturbi neurologici più gravi. La forma ereditaria di perdita dell'udito è difficile da trattare.

Modulo acquisito

Durante la vita, la neurite del nervo uditivo può formarsi a causa dell'influenza di eventuali fattori avversi esterni e interni. Queste sono malattie acute e croniche, lesioni e le conseguenze di uno stile di vita malsano..

  1. Infezioni virali e batteriche. I microrganismi patogeni penetrano in qualsiasi parte dell'organo uditivo e danneggiano i tessuti responsabili del trasporto e dell'elaborazione di informazioni sonore. La perdita dell'udito neurosensoriale può essere una complicazione di rosolia, morbillo, herpes, parotite, influenza e altre infezioni..
  2. La conseguenza dell'assunzione di farmaci. Quindi, un effetto collaterale della terapia antimicrobica è il danno all'orecchio interno e al nervo uditivo. Alcuni farmaci, come la neomicina, causano una perdita permanente dell'udito. Altri gruppi di farmaci che influenzano i sensi includono citostatici, diuretici e antiaritmici.
  3. Avvelenamento da sostanze tossiche. Le fibre nervose danneggiano i metalli pesanti, il fosforo e i composti dell'arsenico.
  4. Flusso sanguigno inadeguato all'organo. I cambiamenti ischemici si verificano con ictus, emorragia e altri disturbi cardiovascolari..
  5. Trauma cranico. Il danno immediato all'osso temporale spesso porta alla perdita dell'udito unilaterale..
  6. Lesioni acustiche o barotrauma. Il lavoro dell'orecchio medio e interno è progettato per determinati indicatori della frequenza delle vibrazioni e della pressione del suono. Una significativa caduta di pressione o esposizione a suoni molto forti danneggerà i recettori.

La neurite uditiva acquisita è di solito unilaterale. Si verificano gravi forme di patologia con danno cerebrale ischemico o emorragico.

Fattori di rischio

Gli effetti collaterali associati a danni all'organo dell'udito sono associati allo stile di vita e alla storia individuale.

Fattori di rischio noti:

  • insufficienza cerebrovascolare, dovuta al restringimento del lume dei vasi cerebrali, mentre alcune parti del corpo non ricevono una quantità sufficiente di ossigeno;
  • la formazione di placche grasse sulla parete interna dei vasi (aterosclerosi) - la patologia appare sullo sfondo della malnutrizione;
  • la storia di ictus emorragico o ischemico, visione alterata e udito sono le complicazioni più comuni della malattia;
  • sono possibili interventi neurochirurgici, danni accidentali al nervo uditivo o alla regione cerebrale;
  • un tumore benigno del nervo uditivo - un neurinoma comprime le fibre nervose e interrompe l'impulso al sistema nervoso centrale;
  • disturbi endocrini come l'ipoparatiroidismo e il diabete.

Nelle persone anziane, le cause della perdita dell'udito neurosensoriale non possono sempre essere determinate. Si ritiene che la distrofia nervosa possa essere il risultato dell'invecchiamento..

Classificazione

La malattia è classificata per motivi di danno d'organo e modelli di flusso. La neurite congenita o acquisita sono i principali tipi di perdita dell'udito, che differiscono per fattori eziologici e indicatori prognostici. Nella pratica pediatrica, la perdita dell'udito è classificata in base al momento dell'insorgenza della malattia. Quindi, i primi sintomi possono comparire prima o dopo lo sviluppo del linguaggio. Questi sono criteri molto importanti che influenzano la qualità futura della vita di un bambino..

Classificazione in base alla forma del flusso:

  1. Neurite acuta del nervo uditivo - ha sintomi gravi. Di norma, questo è il risultato di un danno infettivo o tossico alle fibre nervose..
  2. Neurite cronica del nervo uditivo - una violazione dell'organo, caratterizzata da periodi di esacerbazione e remissione.

Determinare la forma della malattia durante la diagnosi è importante per la selezione del trattamento e la successiva riabilitazione.

Come si manifesta la patologia?

I principali sintomi della neurite del nervo uditivo sono una diminuzione dell'acuità uditiva e la comparsa di rumori di fondo. I pazienti lamentano distorsione della percezione dei suoni. La gravità dei disturbi descritti dipende dalle condizioni del secondo organo uditivo. Con un danno bilaterale, è possibile una completa mancanza di sensibilità. I primi segni di perdita dell'udito di solito compaiono dopo il risveglio. Nelle forme acute infettive o tossiche di neurite, la perdita dell'udito progredisce rapidamente. Altri tipi di malattia sono caratterizzati da uno sviluppo prolungato..

  • vertigini ricorrenti;
  • goffaggine, cambiamenti dell'andatura;
  • squilibrio;
  • violazione del coordinamento dei movimenti quando si gira la testa;
  • nausea periodica;
  • abilità linguistiche compromesse.

La perdita dell'udito congenita influisce negativamente sullo stato psicologico di una persona. I pazienti diventano chiusi. Compaiono fobie e disturbi emotivi.

Metodi diagnostici

La compromissione dell'udito richiede la nomina di una varietà di esami strumentali volti a valutare la conduttività delle fibre nervose e l'efficacia dell'orecchio interno.

  1. L'audiometria è il modo principale per determinare il grado di perdita dell'udito. Con l'aiuto delle cuffie e la selezione di suoni di frequenze diverse, il medico studia le caratteristiche dell'orecchio interno. Nei disturbi neurosensoriali, di solito viene rilevata una violazione della percezione dei toni alti.
  2. L'elettrochleografia è un metodo strumentale altamente accurato per determinare il tipo di perdita dell'udito. I risultati dello studio riflettono le caratteristiche della conduzione degli impulsi nelle fibre nervose. Per la diagnostica, un elettrodo collegato ad apparecchiature speciali viene posizionato nell'area del timpano.
  3. La tomografia computerizzata o la risonanza magnetica del cervello è un esame visivo estremamente accurato dei dipartimenti del sistema nervoso centrale responsabili della percezione delle informazioni sonore. Potrebbero essere necessari TC e risonanza magnetica per rilevare complicanze della malattia cronica ischemica, trauma cranico o ictus.
  4. Vestibolometria - uno studio dell'apparato vestibolare mediante test speciali.
  5. Imaging ad ultrasuoni dei vasi della testa e del collo. Questo è un modo sicuro ed efficace per valutare le condizioni delle arterie che alimentano le varie parti del sistema nervoso centrale. L'ecografia dei vasi sanguigni aiuta a rilevare la causa dell'ischemia dei tessuti.

Se necessario, l'otorinolaringoiatra prescrive ulteriori studi per valutare le condizioni dell'apparato vestibolare e dei recettori acustici, tra cui la stabografia e l'otolitografia indiretta. Il paziente viene inviato per la consultazione a un neurologo, neurochirurgo, oculista e altri specialisti coinvolti nella diagnosi e nel trattamento dei disturbi neurologici.

Come trattare

Il trattamento dovrebbe mirare principalmente a ripristinare la percezione del suono. Vengono utilizzati medicinali, procedure fisioterapiche, impianti e interventi chirurgici. Nella forma cronica della malattia, è necessario uno speciale regime terapeutico per prevenire un ulteriore deterioramento. Il danno nervoso acuto è un'indicazione per il ricovero in ospedale. Se il paziente ha altre patologie che influenzano il lavoro dei recettori cocleari, è necessario un trattamento appropriato. Le malattie concomitanti comuni includono ipertensione, aterosclerosi e diabete.

Se si verifica un deterioramento dell'afflusso di sangue al cervello, al paziente vengono prescritti farmaci che dilatano i vasi sanguigni e prevengono la formazione di coaguli di sangue. Con l'aterosclerosi è possibile l'uso di statine. Per preservare i neuroni e prevenire la progressione della perdita dell'udito, vengono selezionati i neuroprotettori. Le forme allergiche della malattia rispondono bene al trattamento con corticosteroidi. Le medicine vengono somministrate per via endovenosa o intramuscolare.

Inoltre, la fisioterapia è prescritta a pazienti con neurite uditiva. La fornitura di impulsi elettrici a punti riflessogeni migliora la conducibilità degli impulsi. Stimolazione elettrica, agopuntura e ossigenazione iperbarica aiutano a combattere le complicanze delle patologie cerebrali. La fisioterapia non influisce sulla causa principale della perdita dell'udito, tuttavia, questo metodo di correzione migliora significativamente le capacità adattative del sistema nervoso centrale.

Trattamento aggiuntivo

Con perdita dell'udito bilaterale e grave danno unilaterale, è necessaria la consultazione di un audioprotesista. Lo specialista diagnostica e, se necessario, seleziona un apparecchio acustico. Soprattutto tali dispositivi sono importanti nella manifestazione precoce della malattia nei bambini, quando la funzione vocale non si è ancora completamente formata. Lo sviluppo mentale adeguato del bambino richiede una correzione tempestiva della sensibilità del suono.

L'intervento chirurgico è indicato per patologie strutturali del cervello e sintomi dolorosi di perdita dell'udito, come vertigini e nausea costanti. Inoltre, vengono eseguite operazioni per installare l'impianto nella coclea dell'orecchio interno. Il trattamento chirurgico consente di eliminare la causa principale della neurite: tumori benigni ed ematomi che comprimono le fibre nervose.

Quale medico tratta la neurite del nervo uditivo?

Se vengono rilevati sintomi di perdita dell'udito, è necessario fissare un appuntamento con l'otorinolaringoiatra. Il medico chiederà al paziente i reclami ed esaminerà la storia per identificare i fattori di rischio per la malattia. Un esame strumentale primario del canale uditivo esterno aiuta a escludere altre cause di perdita dell'udito, come la presenza di un oggetto estraneo o la rottura del timpano. Sono necessarie manipolazioni diagnostiche più accurate per escludere anomalie congenite, otite media e altre condizioni patologiche. Il medico dovrebbe anche determinare il grado di disfunzione d'organo..

Previsioni e prevenzione

La forma acuta della malattia ha una prognosi favorevole con un trattamento tempestivo. Nel 50% dei casi, i medici riescono a curare completamente il paziente o a migliorare significativamente la percezione dei suoni. Con un decorso progressivo della perdita dell'udito, il danno ai nervi viene raramente fermato, ma è possibile la correzione con apparecchi acustici e impianti.

  1. Correzione del colesterolo e della glicemia nell'aterosclerosi e nel diabete.
  2. Monitoraggio della pressione arteriosa e trattamento regolare dell'ipertensione.
  3. Attiva musica con volume moderato o basso sulle cuffie.
  4. Vaccinazione tempestiva contro rosolia, morbillo e parotite. Dopo la vaccinazione, il rischio di udire l'infezione è inferiore.
  5. Assunzione di farmaci solo dopo aver consultato un medico. Non è possibile prescrivere alcuni antibiotici per la perdita dell'udito congenita.

Il rispetto delle raccomandazioni mediche di cui sopra aiuta non solo a prevenire l'insorgenza della perdita uditiva acquisita, ma anche a rallentare lo sviluppo di una malattia esistente.