Image

Infiammazione del padiglione auricolare: sintomi e trattamento della pericondrite

La pericondrite del padiglione auricolare è una malattia infiammatoria in cui il processo patologico si diffonde al pericondrio, alla pelle e alla parte membranosa del meato uditivo. La mancanza di terapia provoca la formazione di masse purulente e una diminuzione della qualità dell'udito, che sarà impossibile ripristinare.

Cause di pericondrite

L'infiammazione del padiglione auricolare provoca spesso un'infezione batterica

L'infiammazione del padiglione auricolare si verifica a seguito della penetrazione di vari batteri. Il loro tipo determina la forma della malattia. Esistono due modi di sviluppo:

  1. Primario. L'infezione si verifica attraverso ferite e microcricche sulla pelle del padiglione auricolare.
  2. Secondario. La pericondrite si presenta come una complicazione di un'altra malattia. In questo caso, i batteri penetrano nel padiglione auricolare attraverso la linfa e il sangue, colpendo altre parti del corpo.

Le cause di qualsiasi forma di malattia possono essere:

  • Lesione al padiglione auricolare e al condotto uditivo.
  • Ustioni di vario grado o grave congelamento. In questo caso, lo strato superiore dell'epidermide viene danneggiato e un'infezione penetra nelle ferite formate con un pronto soccorso reso in modo errato.
  • La formazione di formazioni purulente. Anche varie acne e bolle causano infiammazione..
  • Trattamento errato o mancanza di cure mediche per l'influenza.
  • Otite caratterizzata dalla formazione di masse purulente.
  • Tubercolosi. Anche la pericondrite si presenta spesso come una complicazione della tubercolosi..
  • Operazioni con gli apparecchi acustici.
  • Procedure di cosmetologia. L'infezione può verificarsi quando si perfora il lobo dell'orecchio in caso di mancato rispetto degli standard sanitari.

Le cause della pericondrite sono molte e prima di iniziare il trattamento, è necessario stabilire cosa ha innescato lo sviluppo del processo infiammatorio nel padiglione auricolare.

Quadro clinico

La forma purulenta della pericondrite ha sintomi più vividi ed è più comune

La pericondrite è generalmente divisa in due forme, a seconda della natura del corso: sierosa e purulenta. Ognuno di essi è accompagnato da alcuni sintomi..

I segni di una forma sierosa sono:

  • Sensazioni dolorose. Si verificano nella zona interessata del padiglione auricolare, spesso non forte. Ma possono amplificare sotto l'influenza di determinati fattori.
  • Gonfiore dell'orecchio. Accompagnato dal rossore della pelle e dalla lucentezza pronunciata.
  • Un aumento della temperatura nell'area del focus del processo patologico.
  • Aspetto di paraorecchie.

La forma purulenta ha sintomi più pronunciati, che includono:

  • Forte dolore In caso di contatto con l'area interessata più volte più forte, può diventare insopportabile.
  • Gonfiore del padiglione auricolare. Non c'è lucentezza, la superficie diventa irregolare.
  • Arrossamento. Nel tempo, la pelle dell'orecchio diventa bluastra.
  • Aumento della temperatura. Con una forma purulenta, si nota un aumento fino a 39 gradi. Il paziente avverte debolezza, malessere, forse la comparsa di un mal di testa di un personaggio urgente.
  • Deformazione del padiglione auricolare, che diventa notevolmente circostante.

La caratteristica principale di questa forma è la formazione e l'escrezione di masse purulente che si accumulano sotto la pelle. I pazienti hanno anche una diminuzione dell'appetito, disturbi del sonno, irritabilità e depressione.

Dal video puoi scoprire cos'è il padiglione auricolare e quali funzioni svolge:

complicazioni

L'infiammazione del padiglione auricolare non andrà via da sola. Non vale la pena ritardare con il trattamento, poiché il processo infiammatorio inizierà a diffondersi nei tessuti sani.

Ciò porta allo sviluppo di una serie di complicazioni:

  1. Violazione della struttura della cartilagine del padiglione auricolare. La morte del tessuto Il corpo inizia a respingerli, che è accompagnato da sensazioni dolorose, prurito e altri sintomi. Di conseguenza, sarà richiesta la rimozione del tessuto necrotico..
  2. Deformazione dell'orecchio. Lo scarso trattamento o la mancanza di terapia porta a una diminuzione della qualità dell'udito, poiché il processo patologico influisce sul timpano. Molto spesso, è impossibile ripristinare l'udito o richiederà un'operazione costosa e un lungo ciclo di riabilitazione.

Metodi di trattamento

La pericondrite richiede una terapia complessa volta a eliminare la causa, distruggere l'infezione e ripristinare i tessuti degli organi. Prima di tutto, viene prescritto un farmaco antibiotico.

Dopo aver interrotto la fase acuta, vengono prescritti metodi fisioterapici. Nei casi più gravi, quando con l'aiuto di farmaci non è possibile ripristinare l'udito o i tessuti danneggiati, viene prescritto un intervento chirurgico.

Terapia farmacologica

La terapia farmacologica consiste in farmaci antibatterici e antinfiammatori.

Quando si diagnostica la pericondrite, vengono prescritti antibiotici ad ampio spettro e farmaci antinfiammatori. Ma spesso la scelta del farmaco antibatterico dipende dal tipo di infezione.

Se la causa dello sviluppo della malattia è il bacillo sieroso, che mostra la somministrazione di farmaci tetracicline, ad esempio eritromicina o oletetrina.

In caso di pericondrite, vengono prescritti i seguenti gruppi di farmaci:

  1. Farmaci locali con effetti antinfiammatori e antisettici. I più efficaci per l'infiammazione del padiglione auricolare sono "Flucinar", unguento di Vishnevsky, "Lorinden".
  2. Farmaci antinfiammatori non steroidei. Aiutano non solo ad alleviare l'infiammazione, ma anche a ridurre il dolore. Questo gruppo comprende Ibuprofene e Diclofenac..
  3. Complessi vitaminici. Assegnato a rafforzare e mantenere l'immunità.
  4. Sono anche prescritte compresse con una soluzione di acido borico, liquido di Burov o pomata di canfora-ittiolo.

Il dosaggio dei farmaci e la durata della terapia sono determinati dal medico curante in base alla gravità della malattia e alle caratteristiche individuali del corpo del paziente. Sono inoltre prese in considerazione le controindicazioni e i possibili effetti collaterali..

Fisioterapia

Gli effetti fisioterapici sono prescritti solo nel caso dello sviluppo di una forma sierosa di pericondrite e dopo aver fermato lo stadio di esacerbazione del processo infiammatorio. La fisioterapia accelera il processo di rigenerazione dei tessuti, ma è completamente controindicata in forma purulenta.

Le procedure fisioterapiche possono essere eseguite solo con una forma sierosa della malattia

I metodi più efficaci di fisioterapia per l'infiammazione del padiglione auricolare sono:

  • Terapia laser Il moderno metodo di esposizione al fuoco del processo patologico usando un laser.
  • Esposizione ai raggi UV. Aiuta a uccidere i batteri che causano infiammazione.
  • Terapia a microonde. Il metodo si basa sull'esposizione alle onde elettromagnetiche..
  • UHF L'azione al centro del processo patologico avviene utilizzando un campo magnetico ad alta frequenza.

Nel caso in cui venga rilevato un decorso cronico della pericondrite, può essere prescritta la radioterapia. Inoltre, il paziente deve osservare il riposo a letto e mangiare bene..

Trattamento alternativo

I metodi di medicina tradizionale sono usati con successo per molte malattie. Ma nel caso della pericondrite, non sono efficaci.

Varie tinture, decotti o unguenti, preparati secondo le ricette della nonna, non possono aiutare a eliminare i sintomi della malattia. Inoltre, non sono in grado di eliminare la causa dello sviluppo dell'infiammazione del padiglione auricolare..

Gli esperti non raccomandano l'uso della medicina tradizionale per la pericondrite, poiché l'esposizione a varie erbe può distorcere il quadro clinico.

Di conseguenza, sarà difficile fare una diagnosi accurata e un trattamento improprio porta allo sviluppo di complicanze..

Intervento chirurgico

La forma purulenta lanciata di pericondrite richiede un intervento chirurgico

L'operazione è prescritta nei casi in cui altri metodi di trattamento non sono efficaci e si osserva il processo di morte dei tessuti molli. Lo scopo dell'intervento chirurgico è rimuovere il tessuto necrotico e trattare le aree della pelle colpite con agenti che includono un antibiotico.

Le indicazioni per l'operazione sono:

  • Esfoliazione della cartilagine. Ciò suggerisce che il processo patologico è penetrato negli strati profondi dell'epidermide.
  • L'accumulo di masse purulente. Devono essere rimossi, poiché la capsula in cui si trova il pus potrebbe esplodere. Ciò porta all'ingestione di masse purulente e avvelenamento del sangue..

La forma purulenta di pericondrite rappresenta una minaccia per la vita e la salute del paziente. Ecco perché è necessario un intervento chirurgico urgente. L'operazione si svolge in più fasi:

  1. Lo scarico purulento viene rimosso. Per fare questo, il medico esegue un'incisione nell'area in cui si è accumulato il pus.
  2. Pulizia o sostituzione delle aree interessate. Tutto il tessuto necrotico viene rimosso. In caso di lesioni gravi, lo specialista ripristina la forma dell'orecchio.

Dopo l'operazione, il paziente deve sottoporsi a drenaggio di gomma e viene prescritto un lavaggio regolare della cavità in cui erano localizzate le masse purulente. Per questo vengono utilizzati antibiotici e soluzioni antisettiche. La procedura viene eseguita più volte al giorno fino alla cessazione dello scarico di vario genere.

Viene applicata una benda sulla ferita, che viene cambiata 3-4 volte al giorno. Vengono anche utilizzati tamponi di cotone trattati con una soluzione antisettica. Questo aiuta a prevenire le infezioni e ad accelerare la guarigione dei tessuti..

Cosa non può essere trattato?

La pericondrite è una malattia grave, quindi è vietato automedicare!

La pericondrite è caratterizzata dalla diffusione del processo infiammatorio nel padiglione auricolare. Può interessare l'interno dell'orecchio. Le cause dello sviluppo della malattia sono i virus. Il trattamento è sempre con antibiotici. Ma molti pazienti decidono di non vedere un medico e di condurre la terapia da soli. Molto spesso usano il riscaldamento, che è severamente vietato.

L'effetto del calore sul fuoco dell'infiammazione porta all'attivazione del virus e alla sua diffusione nei tessuti sani. Inoltre, il riscaldamento contribuisce alla rottura della capsula, che contiene pus. Di conseguenza, le masse purulente non possono uscire, ma penetrare nel corpo, il che porta a gravi conseguenze.

La prognosi dipende dalla tempestività del trattamento e dal grado di diffusione del processo infiammatorio.

Nei casi in cui il paziente non ha consultato un medico per lungo tempo, la forma sierosa di pericondrite si sviluppa in purulenta. Nel tempo, i tessuti molli iniziano a morire, il processo patologico si diffonde alla cartilagine. L'assenza di trattamento provoca deformazioni del padiglione auricolare e perdita dell'udito, che in alcuni casi non possono essere ripristinate. Se il trattamento è stato avviato in modo tempestivo, è possibile un pieno recupero senza conseguenze..

Ma per evitare lo sviluppo dell'infiammazione del padiglione auricolare, gli esperti raccomandano di osservare una serie di misure preventive:

  1. Evitare lesioni alla pelle nel padiglione auricolare.
  2. Sbarazzarsi tempestivamente di acne, foruncolosi e altri tipi di formazioni purulente.
  3. In caso di danni alla pelle, trattare il sito della lesione con un antisettico.
  4. Rispettare l'igiene.
  5. Prendi i complessi vitaminici per rafforzare l'immunità.
  6. Elimina gli effetti degli allergeni.
  7. Cura tempestiva di raffreddori, come infezioni respiratorie acute, infezioni virali respiratorie acute, influenza.
  8. Seguire tutte le regole di cura postoperatoria dopo l'intervento chirurgico all'orecchio.

La pericondrite è una malattia pericolosa caratterizzata da infiammazione del padiglione auricolare. Con un trattamento tempestivo, passa senza conseguenze, ma nel caso in cui il paziente non consulti un medico per un lungo periodo, possono svilupparsi gravi complicazioni. Ecco perché, se ci sono segni di infiammazione, dovresti consultare un medico.

Otite esterna

Panoramica

L'otite media esterna è un'infiammazione (arrossamento e gonfiore) del meato uditivo esterno - il canale tra l'orecchio esterno e il timpano.

L'otite media esterna è abbastanza comune. Si stima che prima o poi circa il 10% delle persone soffra di questa malattia. Questa malattia è leggermente più comune nelle donne che negli uomini. Le persone con determinate condizioni croniche, come l'eczema, l'asma bronchiale o la rinite allergica, sono più inclini all'otite esterna.

Inoltre, l'otite esterna è spesso chiamata "l'orecchio del nuotatore", poiché il condotto uditivo può diventare più soggetto all'infiammazione a causa del regolare contatto con l'acqua. L'otite media esterna è la malattia più comune tra i nuotatori professionisti.

I sintomi dell'otite esterna sono familiari a molti. Questo: dolore all'orecchio, secrezione dall'orecchio e perdita dell'udito temporanea in un modo o nell'altro. Di solito, la malattia colpisce solo un orecchio. Nel trattamento di questi sintomi dovrebbe scomparire entro 2-3 giorni.

In alcuni casi, i sintomi persistono per diversi mesi. Questa condizione è chiamata otite media cronica esterna. I sintomi dell'otite media esterna cronica sono generalmente molto meno pronunciati.

Il rischio di sviluppare otite media esterna aumenta il contatto regolare con l'acqua. Ciò è dovuto al fatto che l'acqua può lavare via il cerume, che ha proprietà protettive dal canale uditivo esterno. Se si tenta di grattarsi l'orecchio con il dito, esiste il rischio di danneggiare la pelle sensibile del condotto uditivo e l'infezione può apparire lì. L'acqua nell'orecchio crea anche un ambiente umido che favorisce lo sviluppo di batteri.

Altre ragioni includono:

  • acne all'interno dell'orecchio;
  • infezione fungina;
  • qualsiasi cosa direttamente irritante per il condotto uditivo, come un apparecchio acustico o tappi per le orecchie.

Non mettere nulla nelle orecchie

Quasi tutti lo fanno, spesso inconsapevolmente, ma quando possibile dovresti evitare di infilarti qualcosa nelle orecchie. Compreso:

  • cotton fioc: dovrebbero essere usati solo per strofinare la pelle intorno all'orecchio esterno;
  • penne e matite;
  • proprio dito.

La pelle del condotto uditivo esterno è molto sensibile e può essere facilmente danneggiata, rendendola vulnerabile alle infezioni..

Se sospetti l'otite esterna, consulta un medico, poiché se non trattato, può durare diverse settimane. Per trattare l'infiammazione e l'infezione, l'anestetico viene utilizzato in combinazione con gocce auricolari. Per le infezioni gravi, possono essere prescritti antibiotici..

Le complicanze dell'otite media esterna sono rare, ma a volte possono essere molto gravi Una complicazione rara e potenzialmente fatale dell'otite media esterna è la diffusione dell'infezione all'osso inferiore. Questa complicazione si chiama otite esterna maligna e può richiedere un intervento chirurgico per trattarla..

Sintomi di otite esterna

La maggior parte dei casi di otite media esterna sono causati dall'infiammazione del condotto uditivo esterno e sono caratterizzati dai seguenti sintomi:

  • mal d'orecchi;
  • sentimenti di pressione e soffocamento all'interno dell'orecchio;
  • arrossamento e gonfiore dell'orecchio esterno e del condotto uditivo, che può essere molto doloroso;
  • pelle traballante all'interno e intorno al condotto uditivo, che può staccarsi;
  • lo scarico dall'orecchio può essere mucoso e acquoso o purulento;
  • prurito e irritazione all'interno del condotto uditivo e attorno ad esso;
  • dolore quando si sposta l'orecchio o la mascella;
  • ghiandole gonfie e dolorose (linfonodi) nella gola;
  • perdita dell'udito parziale.

L'otite esterna può svilupparsi a seguito di un'infezione batterica del bulbo pilifero, che si sviluppa in un brufolo e talvolta in ebollizione. Questa condizione è chiamata otite media esterna limitata. Potresti riuscire a vedere un brufolo o far bollire allo specchio: di norma, al centro c'è un pus bianco o giallo (non cercare di spremere un brufolo o far bollire, poiché ciò può portare alla diffusione dell'infezione).

  • forte dolore all'orecchio, specialmente quando si sposta l'orecchio;
  • in alcuni casi, perdita dell'udito, che può verificarsi se un brufolo o ebollizione blocca il condotto uditivo;
  • ipersensibilità e dolore nei linfonodi dietro le orecchie.

Sintomi di otite media cronica

In alcuni casi, per motivi non sempre compresi, i sintomi dell'otite esterna potrebbero non scomparire per diversi mesi e talvolta anni. Questa è un'otite esterna cronica, in cui si osservano vari sintomi:

  • prurito costante all'interno e intorno al condotto uditivo, spesso questo è il sintomo principale;
  • disagio e dolore nell'orecchio, aggravati dal movimento dell'orecchio - il dolore è di solito molto più facile rispetto ad altri tipi di otite esterna;
  • scarico mucoso e acquoso dall'orecchio;
  • mancanza di cerume;
  • un accumulo di spessa pelle secca nel condotto uditivo, la cosiddetta stenosi, che può restringere il condotto uditivo e influire negativamente sull'udito.

Cause di otite esterna

Esistono diverse cause di otite esterna, nonché una serie di fattori che aumentano la suscettibilità a questa malattia. Sono descritte di seguito..

L'infezione batterica è una causa comune di otite media esterna acuta. In genere, i batteri che causano l'infezione sono o Pseudomonas aeruginosa (Pseudomonas aeruginosa) o Staphylococcus aureus (Staphylococcus aureus). Nel caso dell'otite esterna cronica, la causa potrebbe essere un'infezione lieve persistente che è difficile da diagnosticare.

La dermatite seborroica è una malattia della pelle comune in cui le aree della pelle diventano irritate e infiammate, in cui si sviluppano ghiandole sebacee (secernendo una sostanza grassa), ad esempio sul naso, sulla fronte e sulla testa. Ciò può contribuire allo sviluppo dell'otite esterna..

L'infezione dell'orecchio medio, come l'otite media, può essere accompagnata da una scarica prolungata dall'orecchio. In alcuni casi, queste secrezioni possono causare otite esterna..

Il fungo che causa l'otite esterna può essere l'aspergillus (Aspergillus) e la candida bianca (Candida albicans), che causano anche la stomatite. Se hai usato gocce auricolari antibatteriche o corticosteroidi auricolari (un farmaco per ridurre il gonfiore dell'orecchio) per lungo tempo per trattare un'altra infezione, potresti sviluppare un'infezione fungina secondaria che può portare a otite esterna.

Reazione allergica e reazione di irritazione. L'otite media esterna a volte può essere causata da una reazione allergica o irritazione in risposta a qualsiasi cosa venga a contatto con le orecchie, come un contagocce per far cadere gocce auricolari, tappi per le orecchie o shampoo. Se indossi un apparecchio acustico, le tue orecchie potrebbero sudare a causa di ciò, che a volte può causare otite esterna.

Trattamento incompleto. Se si è sottoposti a trattamento per otite media esterna acuta e non lo si completa, è possibile sviluppare otite media esterna cronica..

Diagnosi di otite media esterna

Se si sospetta l'otite media esterna, consultare un medico. Il medico ti chiederà i sintomi e se stai utilizzando oggetti situati nell'area dell'orecchio, come un apparecchio acustico o tappi per le orecchie..

Un medico può esaminare l'orecchio esterno e il condotto uditivo utilizzando un otoscopio, uno strumento speciale con una lampadina all'estremità. Controllerà il tuo orecchio per arrossamenti e infiammazioni. Durante l'esame, il medico può anche controllare l'orecchio per la pelle screpolata, i segni visibili di infezione fungina e la perforazione (formazione di buchi) del timpano.

Se si verificano casi ripetuti di otite esterna o in assenza di un effetto curativo da un farmaco precedentemente prescritto, il medico può prelevare un tampone dall'orecchio utilizzando uno speciale tampone auricolare. Ciò contribuirà a determinare se l'infezione è batterica o fungina al fine di prescrivere il farmaco appropriato..

Trattamento dell'otite media esterna

Esistono varie opzioni di trattamento per l'otite esterna, che possono essere suddivise in tre categorie principali:

  • trattamenti che puoi usare per alleviare i sintomi a casa;
  • trattamenti che il tuo medico può fornire;
  • metodi di trattamento che può fornire uno specialista nella malattia.

Come alleviare il mal d'orecchi da solo

I suggerimenti di seguito ti aiuteranno ad alleviare i sintomi (in una certa misura) e prevenire complicazioni..

  • Evita di far entrare acqua nell'orecchio dolente. Si consiglia di indossare una cuffia per la doccia nella doccia e nel bagno. Rimuovere eventuali particelle di scarico o sporco pulendo delicatamente il padiglione auricolare con un batuffolo di cotone, per evitare danni alle orecchie; non mettere cotton fioc o cotton fioc all'interno dell'orecchio, poiché ciò potrebbe danneggiarlo.
  • Libera il tuo orecchio dolente da tutto ciò che potrebbe causare una reazione allergica, come apparecchi acustici, tappi per le orecchie o orecchini..
  • Prendi un antidolorifico come il paracetamolo o l'ibuprofene per alleviare il mal d'orecchi. Non prendere l'ibuprofene se hai l'asma o un problema allo stomaco, come un'ulcera allo stomaco (era o è ora). Se non si è sicuri di assumere antidolorifici, consultare il medico o il farmacista. I bambini di età inferiore a 16 anni non devono assumere aspirina.
  • Il dolore può anche essere alleviato mettendo un panno caldo o un asciugamano sull'orecchio interessato..
  • Astenersi dal nuoto fino a quando l'infezione non è completamente scomparsa..

Trattamento di otite media esterna dal medico

L'otite media esterna può passare da sola, ma senza trattamento può richiedere diverse settimane. Il medico può prescrivere gocce auricolari curative che accelereranno il processo di guarigione. Per il trattamento dell'otite media esterna, vengono utilizzati quattro tipi principali di gocce auricolari:

  • antibiotici: possono curare l'infezione batterica che ha causato l'otite media;
  • corticosteroidi: aiutano ad alleviare l'infiammazione;
  • antimicotico: può curare un'infezione fungina;
  • acido - l'acido può aiutare a distruggere i batteri.

In alcuni casi, potrebbe essere prescritto un trattamento che è una combinazione di quanto sopra, come antibiotici e corticosteroidi.

Se instillato in modo errato, l'efficacia delle gocce auricolari può essere ridotta. Meglio se qualcuno ti aiuta a gocciolare nelle orecchie. Tu (o il tuo assistente) dovrai fare quanto segue:

  • Rimuovere con cura eventuali secrezioni, cerume o particelle di sporco dall'orecchio esterno e dal condotto uditivo utilizzando un cotton fioc (non utilizzare cotton fioc).
  • Riscalda le gocce per le orecchie tenendo la bottiglia tra le mani per un paio di minuti: potresti avvertire vertigini per le gocce fredde.
  • Sdraiati su un fianco con l'orecchio malato e gocciola le gocce direttamente nell'orecchio esterno, quindi tira delicatamente e strofina il padiglione auricolare in modo che le gocce scendano più profondamente nell'orecchio e l'aria che rimane sotto le gocce fuoriesca.
  • Sdraiati in questa posizione per 3-5 minuti per assicurarti che le gocce non rifluiscano dal condotto uditivo.
  • Non bloccare il condotto uditivo per lasciarlo asciugare..

Altre opzioni di trattamento che il medico può suggerire includono:

  • antidolorifici rigorosamente soggetti a prescrizione medica, come la codeina, nei casi più gravi;
  • antibiotici in compresse o capsule per il trattamento di infezioni gravi - di solito la fluloxacillina è considerata l'opzione migliore in questo caso;
  • trattamento delle principali malattie della pelle che possono peggiorare il decorso dell'otite media esterna, come dermatite seborroica, psoriasi o eczema;
  • se si forma un'ebollizione all'interno dell'orecchio, il medico può decidere di perforarlo con un ago sterile e pompare il pus; in nessun caso prova a farlo da solo.

Per migliorare l'efficacia del trattamento, il medico può rimuovere il cerume. Questo può essere fatto in diversi modi, ad esempio:

  • lavarsi o sciacquare quando viene iniettata acqua nel condotto uditivo con una siringa senza ago per lavare lo zolfo nell'orecchio;
  • micro-aspirazione, quando si utilizza il piccolo dispositivo di aspirazione l'orecchio esterno e il condotto uditivo vengono liberati da zolfo, secrezioni e particelle di sporco;
  • asciugatura a secco, in cui lo zolfo viene accuratamente rimosso dal condotto uditivo.

A volte, per il miglior effetto del medicinale, viene iniettato nell'orecchio su un piccolo tampone di garza - turunda. Turunda fornisce una penetrazione profonda di un agente terapeutico. Dovrebbe essere cambiato ogni 2-3 giorni..

Complicanze dell'otite esterna

Le complicanze con l'otite media esterna non sono comuni. Tuttavia, in alcuni casi, possibile.

Gli ascessi sono di solito formazioni dolorose e piene di pus che si verificano dentro e intorno all'orecchio interessato dopo l'infezione. Di solito vanno via da soli, ma in alcuni casi, il medico potrebbe aver bisogno di pompare il pus da loro..

La stenosi (restringimento) del condotto uditivo è una crescita della pelle secca spessa nel condotto uditivo, che può formarsi nell'otite media cronica esterna. Ciò può indebolire l'udito, poiché il condotto uditivo si restringe a causa di una crescita cutanea. In rari casi, questo può portare alla sordità. La stenosi del condotto uditivo viene trattata con gocce auricolari.

Infiammazione o perforazione del timpano. Qualsiasi infezione può diffondersi al timpano. In alcuni casi, un'infezione può causare l'accumulo di pus nell'orecchio interno, che può causare la perforazione (scoppio del timpano). Questo si chiama perforazione del timpano. Sintomi

  • perdita dell'udito temporanea;
  • dolore o disagio nell'orecchio;
  • secrezione di muco dall'orecchio;
  • ronzio o ronzio nell'orecchio (acufene).

In molti casi, un timpano danneggiato si accumula senza trattamento in circa 2 mesi. Se non ci sono segni di miglioramento durante questo periodo, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico.

L'ipodermite è un'infezione cutanea batterica che può svilupparsi dopo l'otite esterna. Ciò accade quando i batteri, che di solito vivono sulla superficie della pelle e non fanno danni, penetrano negli strati più profondi della pelle attraverso aree danneggiate, ad esempio a causa dell'otite esterna.

Le aree della pelle colpite da ipodermite diventano rosse, dolenti, infiammate e sensibili al tatto. Altri sintomi includono:

  • nausea;
  • brivido;
  • brividi;
  • sensazione generale di malessere.

La maggior parte dei casi di ipodermite viene trattata con un ciclo di antibiotici di 7 giorni. Se l'ipodermite viene rilevata in una persona che ha già una malattia grave o è estremamente suscettibile alle infezioni, può metterlo in ospedale per precauzione.

L'otite media esterna maligna è una complicazione grave ma molto rara dell'otite media esterna, in cui l'infezione si diffonde all'osso che circonda il condotto uditivo.

L'otite media esterna maligna è più comune negli adulti che nei bambini. Gli adulti con un sistema immunitario indebolito (con un sistema immunitario indebolito) sono particolarmente sensibili a questa malattia. Questi includono le persone che hanno subito la chemioterapia o hanno una malattia cronica, come diabete, HIV o AIDS..

Con l'otite media maligna, potresti riscontrare uno o più dei seguenti sintomi:

  • forte dolore all'orecchio e mal di testa;
  • osso nudo, che è visibile attraverso il canale uditivo;
  • paralisi del nervo facciale quando la pelle del viso si affloscia dal lato dell'orecchio interessato.

Senza trattamento, l'otite media esterna maligna può essere fatale. Tuttavia, può essere efficacemente trattato con antibiotici e interventi chirurgici..

Prevenzione dell'otite esterna

È possibile prendere alcune misure per prevenire la comparsa di otite esterna e prevenirne la ricorrenza. Queste misure sono descritte di seguito..

Evitare lesioni alle orecchie. Non mettere bastoncini di cotone o altri oggetti nelle orecchie. L'isolamento dello zolfo dalle orecchie è un processo naturale e bastoncini di cotone dovrebbero essere usati solo per pulire la pelle intorno all'orecchio esterno.Se sei preoccupato per l'accumulo di zolfo, contatta il tuo medico ORL per rimuoverlo..

Mantieni le orecchie asciutte e pulite. Durante il lavaggio, evitare di introdurre acqua, sapone o shampoo nelle orecchie. Indossa una cuffia per la doccia nella doccia e nella vasca. Dopo il lavaggio, asciuga le orecchie a bassa potenza. Non pulire mai le orecchie attaccando un angolo dell'asciugamano in esse, in quanto ciò potrebbe danneggiarle. Se nuoti regolarmente, indossa una cuffia da bagno o usa i tappi per le orecchie.

Tratta altre malattie della pelle e prevenile. Se hai l'otite esterna e sei incline alle allergie, informane il medico. Le gocce auricolari contenenti determinati componenti, come la neomicina o il glicole propilenico, hanno maggiori probabilità di provocare una reazione allergica rispetto ad altri. Il medico o il farmacista può raccomandare le gocce che sono le migliori per te..

Se si verifica una reazione allergica a qualcosa a contatto con le orecchie, come un apparecchio acustico, tappi per le orecchie o orecchini, rimuoverli. Una lieve reazione allergica di solito scompare da sola. Si raccomandano anche prodotti ipoallergenici (prodotti che hanno meno probabilità di provocare una reazione allergica)..

Consultare il proprio medico su altre condizioni della pelle, come la psoriasi o l'eczema, per trovare i rimedi giusti per il loro trattamento. Prova a usare gocce auricolari acidificanti o uno spray per mantenere le orecchie pulite, soprattutto prima e dopo il nuoto. Possono aiutare a prevenire il ripetersi di otite esterna; possono essere acquistati nella maggior parte delle farmacie senza prescrizione medica..

Quale medico dovrei contattare con tonsillite flemmonica?

Se compaiono sintomi di otite media esterna, trova un terapista, un pediatra (con mal di gola in un bambino) o un medico ORL che diagnostichi, prescriva un trattamento e, se necessario, ti mandi in ospedale.

Se il ricovero è necessario per il trattamento chirurgico, puoi scegliere una clinica ORL usando il nostro servizio.

Pericondrite (infiammazione dei pericondrite)

Informazione Generale

La pericondrite è un'infiammazione dello strato di tessuto connettivo (pericondrio) che copre e nutre la maggior parte della cartilagine del nostro corpo.

Di solito, quando parliamo di pericondrite, stiamo parlando di un processo infiammatorio che coinvolge i componenti cartilaginei del padiglione auricolare.

La pericondrite della parte esterna dell'orecchio è spesso secondaria all'infiammazione dei tessuti circostanti (ad es. Otite media, trauma, dermatite, ecc.) E, se trascurata, può diventare complicata e portare a cicatrici deformanti.

Nel trattamento della pericondrite, vengono utilizzati principalmente farmaci volti ad eliminare la causa principale..

Cos'è la pericondrite?

La pericondrite è un processo infiammatorio che colpisce i pericondrio (pericondrio), cioè uno strato di tessuto connettivo fibroso denso che copre la cartilagine e fornisce loro l'alimentazione.

Di solito, quando viene usato il termine "pericondrite", si riferisce all'infiammazione dei pericondrite della parte esterna dell'orecchio (padiglione auricolare).

Cos'è il pericondrio (pericondrio)?

  • I pericondrite sono uno strato di tessuto connettivo fibroso compatto ricco di collagene, vasi sanguigni e terminazioni nervose.
  • Perichondria, come una sorta di armatura, circonda la maggior parte delle strutture cartilaginee del corpo, ad eccezione delle superfici articolari.
  • Lo scambio nutrizionale delle cellule della cartilagine dipende dai pericondrite. Non ci sono vasi sanguigni nella cartilagine.

Cause e fattori di rischio

Quali sono le principali cause di pericondrite?

Di solito, la pericondrite è un'infiammazione secondaria al processo infiammatorio originato dai tessuti circostanti. A sua volta, l'infiammazione può diffondersi e influenzare la cartilagine sottostante (condrite).

La forma più comune della malattia è la pericondrite dell'orecchio esterno. Infatti, data la situazione specifica, i pericondrite atriali sono inclini a dermatosi, lesioni, punture di insetti, infezioni e ustioni che possono causare e / o sostenere l'infiammazione.

Cause di percondrite dell'orecchio esterno

La pericondrite dell'orecchio esterno è principalmente dovuta a:

  • trauma
  • otite media esterna;
  • eczema e altre dermatosi (ad esempio dermatite da contatto a causa dell'uso prolungato di farmaci locali, herpes zoster, psoriasi, ecc.);
  • bolle all'interno del padiglione auricolare;
  • morsi di insetto;
  • infezioni (nota: i principali agenti infettivi che sono in dubbio sono Staphylococcus aureus e Pseudomonas aeruginosa);
  • incisioni o perforazioni della cartilagine (secondaria, ad esempio, piercing);
  • otoplastica e chirurgia dell'orecchio medio;
  • ustioni;
  • superinfezione di otogematoma.

Le persone con malattie infiammatorie sistemiche o un sistema immunitario indebolito sono particolarmente a rischio di sviluppare pericondrite..

L'infiammazione dei pericondrite dell'orecchio esterno viene rilevata principalmente in relazione alle seguenti patologie:

Pericondrite della laringe

L'infiammazione dei pericondrite della laringe si manifesta come una complicazione della laringite acuta. Questa forma di pericondrite si verifica durante le malattie infettive (in particolare la febbre tifoide e la tubercolosi) o a seguito di lesioni della laringe.

Sintomi e complicanze

Come si manifesta la pericondrite?

In generale, la pericondrite si manifesta con iperemia, dolore e gonfiore della parte interessata (vedi foto). Successivamente, possono verificarsi febbre e formazione di pus tra la cartilagine e lo strato di tessuto connettivo (cioè pericondrio).

Se l'accumulo di materiale purulento riduce o interrompe il flusso di sangue e sostanze nutritive verso la cartilagine, i pericondrite possono separarsi su entrambi i lati della cartilagine. Questo fenomeno può portare alla necrosi avascolare, cioè alla distruzione e alla deformazione dell'area colpita dalla pericondrite entro poche settimane.

I primi segni di pericondrite dell'orecchio esterno

La pericondrite dell'orecchio esterno di solito inizia con:

  • edema diffuso (nota: l'edema dell'orecchio può annullare i rilievi (vedi foto));
  • dolore molto forte e persistente nel padiglione auricolare e nei tessuti periarticolari;
  • arrossamento
  • febbre (spesso la temperatura corporea è molto alta).

In alcuni casi, l'infiammazione si manifesta con un ascesso purulento, che tende a formarsi tra i pericondrite e la cartilagine sottostante.

Con un trattamento improprio, la pericondrite può svilupparsi in necrosi avascolare, che porterà alla deformazione dello scheletro della cartilagine del padiglione auricolare; nelle persone comuni, questa malattia è nota come "ematoma del padiglione auricolare" (vedi foto sopra).

Possibili complicanze della pericondrite

  • L'infiammazione pericondriale può svilupparsi in condrite (infiammazione della cartilagine), complicando il quadro clinico.
  • La pericondrite dell'orecchio esterno può essere distruttiva: la necrosi della cartilagine può deformare la parte coinvolta nel processo patologico.
  • L'infiammazione pericondriale può anche ripresentarsi (recidiva) e durare a lungo (diventare cronica).

Diagnostica

La diagnosi di pericondrite si basa principalmente su un esame obiettivo (esame ed esame fisico da parte di uno specialista ORL). In effetti, una visita da un medico è di solito sufficiente per riconoscere l'infiammazione dei pericondrite.

Al fine di stabilire la presenza di infezione, è possibile eseguire un test di coltura di secrezioni o materiali prelevati dal sito di pericondrite per identificare correttamente l'agente patogeno e il farmaco più efficace per la sua distruzione.

Se l'eziologia non è infettiva, i pazienti devono sottoporsi a un esame reumatologico per determinare la presenza di vasculite o altre patologie..

Terapia e terapie

La pericondrite non deve mai essere sottovalutata, poiché l'infiammazione può diffondersi e danneggiare le strutture circostanti..

Ad esempio, in caso di danno all'orecchio esterno, l'infiammazione dei pericondrite può presentare gravi cicatrici e portare alla chiusura del condotto uditivo o alla deformazione del padiglione auricolare. Pertanto, è possibile che la pericondrite possa compromettere l'udito..

Terapia farmacologica della pericondrite

Se la pericondrite è provocata da un'infezione, il medico può prescrivere una terapia orale basata su antibiotici selezionati a seconda della gravità della malattia e dei batteri coinvolti nel processo. Il trattamento deve essere iniziato il più presto possibile per evitare lo sviluppo di infiammazione nella necrosi della cartilagine, che richiede un trattamento chirurgico con rimozione del tessuto necrotico e correzione delle cicatrici.

Pertanto, i pazienti con infiammazione diffusa dell'intero padiglione auricolare possono essere inizialmente trattati con antibiotici empirici (ad es. Fluorochinoloni).

Indipendentemente dalla presenza di pus, il medico prescriverà antibiotici. La levachina (levofloxacina) è un antibiotico fluorochinolone comune per il trattamento della pericondrite. Tuttavia, un secondo antibiotico, come la tobramicina, può essere prescritto per un uso a lungo termine e un trattamento più aggressivo, se necessario. La scelta dell'antibiotico verrà modificata, a seconda dei risultati del test di coltura e degli antibiogrammi.

I corticosteroidi sistemici possono anche essere prescritti per alleviare l'infiammazione pericondriale e gli analgesici per alleviare il dolore..

Altre opzioni terapeutiche

A seconda della causa dell'infiammazione pericondriale, il trattamento può essere integrato da varie misure terapeutiche. Ad esempio, se sono presenti corpi estranei, come orecchini, piercing o schegge, il medico può rimuoverli e consigliarti di utilizzare impacchi caldi per cercare di eliminare eventuali ascessi.

È necessario un intervento chirurgico per pericondrite?

Il trattamento della pericondrite può includere un intervento chirurgico se necessario:

  • Drenare qualsiasi materiale purulento: in presenza di un ascesso pericondrio (accumulo di pus), il medico può eseguire un'incisione per aiutare a liberarsi del pus accumulato, consentendo al sangue di rifluire nella cartilagine. Nelle successive 24-72 ore, un piccolo tubo di drenaggio rimane nel sito dell'incisione;
  • Per prevenire o eliminare le conseguenze deformanti delle complicanze: per una corretta guarigione della pericondrite dell'orecchio esterno, il medico può suturare dai pericondrite alla cartilagine. Questa operazione viene eseguita per evitare la deformazione del padiglione auricolare..

La prognosi della pericondrite è buona se trattata rapidamente; il recupero dell'orecchio è generalmente previsto.

Prevenzione della pericondrite

A volte è impossibile prevenire la pericondrite, come nel caso di lesioni accidentali. Tuttavia, puoi aumentare il rischio di sviluppare pericondrite avendo più piercing nelle immediate vicinanze nell'orecchio superiore. Attraverso il piercing all'orecchio sul lobo dell'orecchio, è possibile ridurre significativamente il rischio di complicanze associate al piercing all'orecchio.

Otite esterna

L'otite media esterna è una malattia infettiva del canale uditivo esterno, del timpano o del padiglione auricolare. Batteri, funghi o virus causano il processo..

La malattia è comune, quasi tutti noi abbiamo mai avuto questi sintomi..

I bambini in età prescolare e della scuola primaria sono predisposti allo sviluppo dell'otite media..

Tipi di malattia

Ci sono otite esterna acuta e cronica. L'otite media acuta è la prima che si verifica, con un trattamento adeguato, il paziente recupera completamente.

La malattia diventa cronica se il processo dura almeno un mese o le esacerbazioni si verificano più spesso 3-4 volte l'anno.

A seconda del quadro clinico della malattia, ci sono:

  • l'otite media limitata è un decorso grave della malattia, manifestata dalla formazione di ascessi (focolai limitati di infiammazione) nei tessuti del canale uditivo esterno. Sia i follicoli piliferi che le ghiandole sebacee sono coinvolti nel processo. L'agente causale più comune di otite media limitata è lo Staphylococcus aureus;
  • diffuso - caratterizzato da un esteso danno al condotto uditivo, timpano e altre strutture. Provoca tale otite media nell'ingestione di acqua sporca. Diluisce il cerume e, di conseguenza, si creano condizioni favorevoli per lo sviluppo di microrganismi (alta umidità, calore, mancanza di ventilazione). Lo Pseudomonas aeruginosa è spesso seminato con otite media diffusa;
  • fungo (otomicosi): questo tipo è raro (circa il 10% dell'otite media). Candida e Aspergillus provocano malattie. Porta allo sviluppo dell'otomicosi uso locale a lungo termine di gocce antibatteriche;
  • L'otite media emorragica si presenta come una complicazione dell'influenza. Si manifesta la formazione di papule ematiche nel condotto uditivo;
  • non infettivo - otite media secondaria, si verifica sullo sfondo di altre malattie (neurodermite, seborrea, allergia, ecc.).

Esistono anche tipi misti di otite esterna..

Tipi di otite media:

Fattori predisponenti

Il cerume è prodotto nel canale uditivo esterno. Ha molte caratteristiche. Quello principale è protettivo. Lo zolfo ha un ambiente acido, che impedisce la crescita dei batteri.

L'otite media esterna provoca:

  • mancanza di cerume (non soddisfa il suo ruolo di barriera);
  • il suo eccesso (lo zolfo intrappola polvere, acqua, microrganismi, creando condizioni eccellenti per l'infiammazione);
  • lesioni al padiglione auricolare, al condotto uditivo e al timpano (il più delle volte si verificano a causa di tentativi di pulizia delle orecchie con bastoncini di cotone);
  • immunodeficienza;
  • trattamento a lungo termine con gocce antibatteriche;
  • immersioni subacquee - immersioni subacquee;
  • nuoto frequente in acqua.

La malattia si verifica in tutte le fasce d'età..

Come si manifesta l'otite media??

La malattia inizia in modo acuto. Spesso prima, il paziente era impegnato in nuoto (piscina, fiume).

L'otite media esterna è caratterizzata dai seguenti sintomi locali:

  • il mal d'orecchi è la principale manifestazione di otite media. Sta sparando, cucendo, di gravità variabile, dura da 3 a 7 giorni. È questo sintomo che induce il paziente a consultare un medico;
  • perdita dell'udito - a causa di infiammazione nel condotto uditivo;
  • sensazione di soffocamento;
  • sensazione di pressione nel condotto uditivo;
  • prurito, bruciore;
  • deflusso di pus dall'orecchio.

Sintomi

Nelle malattie gravi, la temperatura aumenta e i sintomi di intossicazione (mal di testa, debolezza, perdita di appetito, nausea, ecc.) Si uniscono. A volte appare un'eruzione cutanea sull'orecchio (piccoli noduli rossi).

Quali sono le possibili complicanze??

Le complicanze dell'otite esterna si trovano nel diabete - un decorso maligno della malattia. Infiammato non solo i tessuti del condotto uditivo, ma anche la cartilagine del padiglione auricolare. Ciò è causato da un sistema immunitario inferiore e chetoacidosi (metabolismo dei carboidrati alterato a causa della carenza di insulina) nel diabete.

La malattia procede con ipertermia (febbre) e grave intossicazione. Il cancro dell'otite media esterna può essere curato solo con l'uso di una terapia antibatterica generale.

Diagnostica

Quando compaiono i primi sintomi di otite media, è necessario contattare un otorinolaringoiatra. Il medico intervista il paziente in dettaglio e conduce un'otoscopia (esame del canale uditivo esterno utilizzando un dispositivo di ingrandimento).

Con l'otite media esterna, il passaggio sarà ostruito da masse purulente o fluido sieroso. È leggermente ristretto a causa dell'infiammazione dei tessuti, le pareti sono diventate rosse. Il timpano è spesso coinvolto nel processo infiammatorio. Quando si preme sulla pelle intorno all'orecchio, il paziente nota un aumento del dolore.

Di solito, una diagnosi del canale uditivo è sufficiente per fare una diagnosi. Inoltre, il medico può prescrivere timpanometria (valutazione del grado di mobilità del timpano), audiometria o test dell'udito utilizzando un diapason, un test per la sensibilità dei batteri agli antibiotici, ecc..

La diagnosi differenziale viene eseguita con otite media, nevralgia facciale, parotite, mastoidite, ecc..

Terapia della malattia

L'otite esterna viene trattata in regime ambulatoriale; in rari casi è necessario il ricovero in ospedale.

La terapia inizia con la toilette del canale uditivo esterno. L'orecchio deve essere pulito dall'accumulo di muco, pus, zolfo, ecc. Questo può essere fatto con un batuffolo di cotone imbevuto di una soluzione antisettica (clorexidina, furatsillina).

Quindi procedere al trattamento principale finalizzato all'eliminazione dell'agente patogeno.

  1. In caso di infezione microbica, vengono utilizzati unguenti antibatterici (in combinazione con glucocorticoidi). Sono posizionati nell'orecchio con un batuffolo di cotone o un batuffolo di cotone ritorto (Tetraciclina, Triderm, Flucinar). Il farmaco viene applicato 2-3 volte al giorno per 5-7 giorni;
  2. È più conveniente usare gocce antibatteriche: Oflaxacin, Normax, Otof, Tobradex. 2 gocce in ciascun condotto uditivo due volte al giorno per una settimana;
  3. I farmaci antinfiammatori alleviano il dolore e l'edema tissutale: ibuprofene, nimesulide, nurofen;
  4. Gli antistaminici neutralizzano il prurito e il bruciore (prescritti solo con la gravità pronunciata di questi sintomi): Claritin, Loratadin, Tavegil;
  5. La fisioterapia asciuga e cura il focus dell'infiammazione: UHF, laser;
  6. Vitamine complesse per 30 giorni.

Se l'otite media esterna è di eziologia virale, l'uso di farmaci immunomodulanti può essere aggiunto al trattamento generale: Kagocel, Interferone, Viferon. La durata dell'ammissione è di almeno 7 giorni. Non dovresti rifiutare unguenti e gocce antibatteriche, perché i microbi si appoggiano facilmente sull'orecchio infiammato, rendendo il processo più difficile.

Nel caso in cui si formi un ascesso nel canale uditivo, deve essere aperto chirurgicamente con anestesia locale. Dopo che la cavità dell'orecchio viene trattata con antisettici e pomate antimicrobiche.

Un paio di giorni dopo l'inizio del trattamento, il paziente nota un miglioramento della salute. Se non arriva, il medico dovrebbe cambiare tattica..

Di solito, è sufficiente utilizzare antibiotici solo localmente, ma se l'otite esterna è estremamente grave, con complicanze, prescrivere farmaci per via intramuscolare o endovenosa (Ceftriaxone, Cefotaxime, Amoxiclav).

Prevenzione e prognosi

La prognosi per l'otite media esterna è spesso favorevole. La malattia è facilmente curabile. Dopo 7-10 giorni, il paziente ritorna al suo solito stile di vita.

Ma dopo aver sofferto di otite media esterna, una persona deve essere più attenta alla propria salute, perché la malattia può ripresentarsi. Per il nuoto, è meglio usare tappi per le orecchie speciali e quindi disinfettarli con un antisettico. L'acqua dalle orecchie deve essere rimossa dopo ogni bagno. Le orecchie di zolfo devono essere pulite con molta attenzione per evitare lesioni al condotto uditivo e al timpano..

Cause di tenerezza auricolare

Cause del dolore

Il motivo può essere la manifestazione di reazioni allergiche del corpo. L'infiammazione viene spesso diagnosticata nelle persone che soffrono di secchezza del condotto uditivo. Ciò è dovuto alla produzione inadeguata di cerume..

L'ipersensibilità può anche svilupparsi sotto l'influenza, che penetra nell'orecchio e si moltiplica attivamente. Il verificarsi di reazioni allergiche può verificarsi a seguito di un accumulo di zolfo nei canali auricolari da parte del paziente. Di conseguenza, l'udito di una persona è significativamente ridotto. Per eliminare i tappi di zolfo, il medico si sciacqua le orecchie e instilla strumenti speciali che contribuiscono al rapido scarico dello zolfo. Se si verifica dolore alla cartilagine quando viene premuto, si può concludere che c'è una rinite allergica.

Inoltre, è possibile la formazione di un processo infiammatorio nei nervi intermedi e glossofaringeo. La neurologia occipitale è accompagnata da dolore nelle parti esterne degli organi uditivi. L'infiammazione del nervo trigemino si verifica solo da un lato e si sviluppa nel padiglione auricolare.

Il processo infiammatorio che si verifica nei tronchi nervosi del viso provoca dolore. La pressione si accumula nella zona dell'orecchio e il dolore aumenta quando si apre la bocca. Pochi giorni dopo, potrebbe comparire un'eruzione erpetica. Per risolvere questo problema, è necessario utilizzare farmaci appropriati che hanno l'effetto dell'anestesia e dei complessi vitaminici. È anche utile eseguire varie procedure fisioterapiche.

Durante il periodo di infiammazione dell'articolazione mandibolare, possono svilupparsi sensazioni dolorose nella bocca e nella mascella. Il dolore può diffondersi alle orecchie. Qualsiasi movimento della mascella può causare dolore, che viene dato alla cartilagine. Con un'ampia apertura della bocca, una persona ha un suono schioccante. Per curare l'artrite di questa articolazione, devono essere utilizzati farmaci antinfiammatori non steroidei. Gli esperti raccomandano di fare esercizi speciali per aiutare a eliminare questa sensazione..

L'infiammazione della cartilagine è causata da batteri patogeni che entrano nei canali auricolari. I processi infiammatori possono derivare da lesioni meccaniche della regione cartilaginea. Di conseguenza, può svilupparsi la foruncolosi, che si esprime nell'infiammazione delle ghiandole sebacee. I processi patologici possono essere complicati da vari disturbi. Tra questi, si distinguono una significativa riduzione delle difese dell'organismo, carenza di vitamina, infezione da stafilococco e diabete mellito. Allo stesso tempo, una persona può sentire un intenso dolore alle orecchie. Il dolore può essere aggravato dal movimento della mascella.

Funghi e batteri che penetrano nei canali auricolari possono essere un fattore stimolante per lo sviluppo di otite media diffusa. Il dolore in questo caso, può verificarsi all'esterno e direttamente all'interno dell'orecchio. Questa patologia si estende al timpano..

Il dolore alla cartilagine dell'orecchio può verificarsi con la ricondrite, che è una lesione del tessuto infettivo.

Altri fattori

Tutti gli organi situati nel nostro cranio sono strettamente collegati tra loro da fibre nervose, quindi i dolori nel padiglione auricolare non segnalano sempre la presenza di patologia direttamente nell'orecchio. Anche i processi infiammatori localizzati relativamente lontani dall'organo uditivo possono portare a sintomi spiacevoli..

Infiammazione dei nervi

Il dolore al guscio dell'orecchio può verificarsi sullo sfondo della nevralgia. L'infiammazione porta spesso alla manifestazione di sintomi dolorosi:

  • Nervo trigemino;
  • nervo intermedio;
  • nervo glossofaringeo

Il dolore con tali patologie può essere bilaterale, cioè essere somministrato a entrambe le orecchie o unilaterale.

Le sensazioni spiacevoli diventano più acute con i movimenti attivi dei muscoli facciali, ad esempio con un'ampia apertura e chiusura della bocca.

Le procedure fisioterapiche vengono utilizzate per trattare la nevralgia ed eliminare i sintomi infiammatori concomitanti e vengono prescritti multivitaminici e farmaci antinfiammatori non steroidei che hanno un pronunciato effetto analgesico..

Problemi dentali

Il dolore dietro l'orecchio o all'interno del condotto uditivo può essere innescato da problemi dentali. L'infiammazione e il conseguente aumento del gonfiore dei tessuti delle mascelle portano all'irritazione dei recettori nervosi, un segnale da cui viene dato alla regione dell'organo uditivo. Quali condizioni patologiche spesso causano dolore nella conca dell'orecchio e nelle aree che si trovano nelle vicinanze?

  1. Crescita dei denti della "saggezza". Questo processo in molti pazienti può durare per un decennio: i denti si muovono irregolarmente all'interno delle gengive, portando al suo gonfiore e alla formazione di ascessi.
  2. Carie. Il danno ai denti profondi è accompagnato da processi infiammatori attivi nel tessuto gengivale, che colpiscono anche i nervi..
  3. Artrite. L'infiammazione della mascella inferiore si manifesta con sintomi specifici: con un'ampia apertura della bocca, i pazienti avvertono un clic caratteristico dal lato interessato. In questo caso, il dolore nell'articolazione nell'orecchio viene costantemente sentito e si intensifica gradualmente man mano che si sviluppa l'infiammazione..

È abbastanza facile diagnosticare queste malattie: il dolore all'orecchio con tali processi infiammatori è sempre accompagnato da un disagio tangibile nella mascella. Per trattare la patologia, consultare un dentista.

La cartilagine dell'orecchio fa male a causa di lesioni

La cartilagine dell'orecchio fa male quando viene ferita da qualcosa. Quando una cartilagine viene perforata, ferita con un oggetto appuntito o può formarsi un colpo, lividi, danni ai tessuti e un processo infiammatorio. Le lesioni della cartilagine possono verificarsi con una forte e gelida raffica di vento, ustioni e congelamento, ingestione di sostanze chimiche caustiche sulla cartilagine. Tutto ciò può provocare la formazione di lividi e ferite nell'orecchio. La ferita deve essere trattata con un antisettico, l'ematoma deve essere lubrificato con un unguento risolvente e deve essere applicata una medicazione asciutta. Mentre la cartilagine guarisce, il dolore sarà accompagnato da prurito..

A volte una lesione della cartilagine è combinata con un danno al canale uditivo esterno se un corpo estraneo, coaguli di sangue, acqua, fuoco o un flusso d'aria fredda vi arrivano. In questi casi, puoi entrare in una turunda superficiale con unguento terapeutico dopo aver pulito e lavato l'orecchio. In caso di gravi lesioni alle orecchie, si consiglia di seguire un ciclo di antibiotici per prevenire l'infezione..

Cosa può ferire

La stretta interconnessione di tutti gli elementi del sistema auricolare può provocare dolore in una particolare area dell'orecchio in caso di malattia di qualsiasi organo e in relazione a una varietà di ragioni. Quindi, con l'otite media, il dolore è possibile non solo all'interno dell'orecchio, ma anche all'esterno. Il dolore nella parte esterna dell'orecchio può accompagnare la perforazione o la rottura del timpano, le malattie infettive dell'orecchio interno, ecc. Pertanto, con dolore al guscio esterno, non è necessario cancellare gravi malattie interne del sistema auricolare. E poiché l'orecchio, la gola e il naso sono strettamente interconnessi, le malattie di ciascuno di questi organi possono manifestarsi con dolori all'esterno dell'orecchio. E non solo questi. Le statistiche della ricerca medica hanno dimostrato che anche il dolore nelle articolazioni e negli organi distanti dalle orecchie può essere sentito nell'orecchio..

Se la cartilagine dell'orecchio fa male, molto probabilmente si tratta di un livido, una lesione all'organo esterno dell'udito. La cartilagine è costituita da elementi cellulari e non cellulari, questi ultimi gli conferiscono flessibilità ed elasticità. Queste caratteristiche aiutano a danneggiare raramente la cartilagine. Ma se un colpo alla zona dell'orecchio è grave o un danno meccanico è associato a una rottura o incisione dei tessuti, ciò causerà dolore nella parte esterna delle orecchie. Inoltre, l'inizio del dolore può essere influenzato dall'influenza della temperatura: con congelamento o ustioni. Quindi anche l'integrità del tessuto viene violata e si sviluppa una microflora dolorosa. Se sulla superficie delle orecchie arrivano sostanze chimiche dannose, si verifica anche dolore.

Il dolore alla cartilagine dell'orecchio esterno può anche essere causato da:

  • allergie
  • infezione
  • infiammazione dei nervi trigemino, intermedio o glossofaringeo.

Spesso il dolore alla cartilagine è un sintomo di pericondrite, un processo infiammatorio nel pericondrio e nella pelle. Quando l'infiammazione copre tutte le cartilagini dell'orecchio, i medici diagnosticano la condroprocondrite. Questa malattia può essere una conseguenza di un raffreddore alle gambe, quando i microbi infiammatori si diffondono a tutti gli organi dell'orecchio, della gola e del naso, che sono strettamente correlati. Per evitare tali complicazioni, è necessario sottoporsi a trattamento del raffreddore in tempo e, soprattutto, per portarlo alla fine.

Punta dell'orecchio in alto

Tutti gli stessi motivi possono causare dolore alla punta dell'orecchio. Anche la nevralgia occipitale può essere aggiunta a loro, quando si sviluppa un'infiammazione nei tronchi nervosi vicino al viso. Quindi il dolore può interessare non solo qualsiasi area del padiglione auricolare esterno, ma anche l'intera testa. L'infiammazione articolare, in particolare delle articolazioni della mascella, può anche essere la causa di questo tipo di dolore. Quindi il dolore si diffonde in qualsiasi parte dell'orecchio. Spesso i dolori sulla punta dell'orecchio sono causati da punture di insetti o dall'aspetto di un'ebollizione. Qualsiasi malattia deve essere diagnosticata in clinica. Altrimenti, puoi essere trattato per l'acne (eruzioni cutanee e bolle), ma in realtà la causa sarà nella malattia articolare della parte mascellare della testa.

Conchiglia

Il padiglione auricolare è costituito da cartilagine e pericondrio. Pertanto, qualsiasi malattia che causa dolore alla cartilagine è la causa del dolore al di fuori dell'orecchio. La stessa pericondrite del padiglione auricolare e lo sviluppo della condondicondrite. Esistono 2 tipi di questa infiammazione: sierosa e purulenta. Entrambi richiedono un trattamento immediato. Gli agenti causali della malattia sono stick di varie modifiche, tra cui il pericoloso Pseudomonas aeruginosa; stafilococchi, compreso Staphylococcus aureus, ecc. Questi sono agenti patogeni pericolosi delle malattie più complesse della zona dell'orecchio. È impossibile lasciarli alla deriva, questi tipi di microbi patogeni si diffondono rapidamente e assorbono i tessuti e gli organi vicini, causando danni ad altri sistemi del corpo.

Fa male premere l'orecchio fuori

Se non è solo doloroso per te premere sull'orecchio, ma c'è anche gonfiore, arrossamento dell'orecchio. E anche tu hai un malessere generale, quindi c'è una pericondrite purulenta. Ma affinché la diagnosi sia accurata, deve naturalmente essere stabilita dal medico durante l'esame e l'identificazione delle cause del dolore esterno nell'orecchio. L'otite media purulenta e altre malattie dell'orecchio possono avere gli stessi sintomi..

Diagnostica

Le persone che per la prima volta hanno riscontrato dolore alla cartilagine dovrebbero consultare uno specialista ORL. Uno specialista qualificato prescriverà il trattamento e prescriverà determinati farmaci. Nella maggior parte dei casi, i medici prescrivono antibiotici. In nessun caso è necessario prescrivere autonomamente il trattamento e utilizzare iodio e biglietto verde. Il riscaldamento improprio può solo aggravare i processi infiammatori. Se vengono rilevati segni di accumulo di pus, lo specialista prescriverà un'operazione chirurgica. Quando viene tenuto, il padiglione auricolare viene tagliato nel sito della neoplasia.

Solo dopo questo, il medico può applicare una benda che impedirà il processo di deformazione della cartilagine. In alcuni casi, potrebbe essere necessario un altro intervento chirurgico per ripristinare la cartilagine..

Molti hanno dolore all'orecchio su cui hanno dormito. Questo fenomeno è stato notato da persone che hanno sofferto di dolori alle orecchie dopo il riposo. Se non ci sono sintomi della malattia, il dolore è temporaneo. Il dolore potrebbe derivare da biancheria da letto selezionata in modo errato. Se una persona dorme su un cuscino rigido, o senza di esso, potrebbe verificarsi una pressione sulla cartilagine e sul padiglione auricolare. Inoltre, una postura erroneamente selezionata per il sonno può bloccare completamente il condotto uditivo. Pertanto, al mattino può verificarsi uno spiacevole dolore doloroso. Se la microcircolazione del sangue è disturbata, il sangue scorre male al padiglione auricolare. Questo porta al dolore. Se i fattori elencati non sono tipici per una persona, è necessario visitare uno specialista che fornirà consulenza.

Indipendentemente dalla causa del dolore, l'automedicazione non è raccomandata per eliminare questo problema. Poiché i nervi ottici e il cervello sono vicini agli organi dell'udito, l'automedicazione può portare a conseguenze negative..

Se l'orecchio ti fa male dopo aver dormito, devi consultare immediatamente un medico. Ciò eliminerà il rischio di tappi parietali di zolfo, nevralgia e otite esterna. Gli esperti raccomandano di usare Otinum, che ridurrà il dolore.

Le cause del dolore nelle punte delle orecchie possono essere diverse, perché sono causate da una varietà di fattori. Il dolore può verificarsi a causa di congelamento, una malattia infettiva, un trauma, ecc. Qualsiasi malattia provoca alcune allergie dolorose, poiché il corpo è alle prese con la malattia.

Come eliminare il dolore al di fuori del padiglione auricolare

Con la comparsa di un tale sintomo patologico come una superficie infiammata del padiglione auricolare e una cartilagine dolorosa dell'orecchio, che può verificarsi con malattie completamente diverse, vengono prescritte misure terapeutiche a seconda del disturbo, che è diventato la sua causa principale. Se i sintomi negativi compaiono sotto l'influenza di un processo infiammatorio che si verifica nell'orecchio o nella cartilagine dell'organo uditivo, ai pazienti vengono prescritte le seguenti misure terapeutiche:

  • Terapia antibiotica. Gli antibiotici sono prescritti per l'uso sistemico (orale o iniettabile). I farmaci di scelta sono ciprofloxacina, sulfadimezina, tetraciclina, eritromicina.
  • Trattamento superficiale del padiglione auricolare con agenti locali con effetti antisettici e antinfiammatori. Il miglior effetto terapeutico, secondo la maggior parte degli esperti, è fornito dall'unguento di Vishnevsky, Sofradex, Levomikol.
  • La riduzione del dolore con sollievo simultaneo del processo infiammatorio viene effettuata con farmaci antinfiammatori non steroidei. In genere, si consiglia ai pazienti di assumere Diclofenac per ridurre il dolore o.

Il dosaggio dei farmaci e la durata del corso terapeutico sono determinati solo dal medico curante, tenendo conto delle caratteristiche individuali del corpo del paziente, delle controindicazioni presenti e della gravità della condizione patologica nella scelta del trattamento.

In caso di lesioni dell'orecchio, sono prescritte misure terapeutiche a seconda della gravità delle lesioni e possono consistere sia nel trattamento locale delle lesioni con agenti antisettici sia nell'uso dell'intervento chirurgico. Per eventuali patologie che hanno provocato dolore nell'orecchio esterno, intensificandosi con la pressione, il trattamento può essere effettuato utilizzando la fisioterapia. In assenza di temperatura, ai pazienti vengono prescritti UHF, radiazioni ultraviolette o terapia a microonde. Queste procedure fermano efficacemente il processo infiammatorio che si sviluppa nel tessuto cartilagineo del padiglione auricolare ed eliminano le sensazioni dolorose..

Se l'orecchio esterno non è solo dolorante, ma anche irritante, il trattamento viene effettuato con l'aiuto dell'intervento chirurgico. Durante l'operazione, il padiglione auricolare viene tagliato parallelamente ai contorni e il tessuto cartilagineo che ha subito la necrosi viene rimosso da esso. Dopo aver eseguito questi passaggi, il chirurgo tratta l'orecchio operato con una soluzione antisettica e suture.

Importante!
Indipendentemente dalle ragioni che hanno provocato il processo infiammatorio nel tubo uditivo e nel padiglione auricolare, accompagnato dalla comparsa di dolori acuti, il trattamento deve essere eseguito solo da uno specialista. È fortemente sconsigliato di intraprendere qualsiasi azione indipendente nel trattamento della malattia che ha causato dolore all'orecchio esterno, poiché può portare a gravi complicazioni.

Di persona in persona, da tempo immemorabile, sono state trasmesse ricette che possono aiutare se la parte esterna dell'organo uditivo fa male. Un gran numero di rimedi popolari che eliminano questo dolore può essere trovato su Internet. Ma il trattamento con il loro aiuto non è sempre accettabile. Prima di tutto, è necessario sottoporsi a una diagnosi diagnostica e solo dai suoi risultati il ​​medico può consentire o vietare il loro uso. Fondamentalmente, i metodi popolari, se l'orecchio fa male, vengono utilizzati in assenza di processi purulenti in esso..

L'uso della terapia domiciliare è consentito nei seguenti casi:

  • Con congelamento o ustioni. Per eliminare le sensazioni dolorose e accelerare il processo di rigenerazione dei tessuti, il padiglione auricolare viene lubrificato con il succo dell'agave, trattato con estratto d'acqua di calendula. Aiuta ad eliminare il dolore e la foglia di cavolo scottata con acqua bollente applicata sulla zona interessata.
  • Per alleviare i sintomi provocati dalla foruncolosi. Se l'orecchio fa male a causa dell'ebollizione che appare sulla sua superficie, la pappa di aglio e cipolla, presa in quantità uguale, fritta in olio vegetale, aiuta bene. Viene applicato quotidianamente sul punto dolente, fino al completo recupero..

Cause di tenerezza auricolare

Puoi liberarti del dolore nel padiglione auricolare solo identificando ed eliminando le cause di questa condizione patologica. Cosa può portare a un sintomo spiacevole??

Processi infiammatori nel padiglione auricolare

Le sensazioni dolorose nell'area della parte esterna dell'organo uditivo appaiono più spesso sullo sfondo del corso dei processi infiammatori in esso.

foruncolosi

Il dolore nel padiglione auricolare può essere un sintomo dello sviluppo della foruncolosi sulla superficie della pelle. Le sensazioni spiacevoli con una tale patologia, di regola, sono chiaramente localizzate nell'area della ghiandola sebacea infiammata.

Nel trattamento della foruncolosi, gli otorinolaringoiatri, di regola, prendono una posizione di attesa. La fase attiva della terapia si verifica dopo una svolta: quindi è necessario trattare regolarmente l'area della pelle con soluzioni antisettiche che eliminano efficacemente la microflora patogena.

pericondrite

Il danno infettivo alla cartilagine dell'orecchio è sempre accompagnato da un forte e grave dolore al padiglione auricolare. Questa patologia richiede un trattamento sotto la supervisione di uno specialista, poiché il processo infiammatorio senza terapia complessa può portare gradualmente alla fusione della cartilagine e alla deformazione del padiglione auricolare.

Se il padiglione auricolare fa male quando viene premuto, contattare immediatamente uno specialista. Prima di iniziare la terapia, si verificheranno cambiamenti meno irreversibili nella cartilagine dell'organo uditivo affetto da infiammazione..

Mastoidite

Con l'infiammazione del processo mastoideo attaccato all'osso temporale, si nota un disagio in tutte le parti dell'organo dell'udito, a volte sono date alla parte posteriore della testa, ma il sintomo principale è che il padiglione auricolare è dolorante dall'esterno. I tessuti molli situati sopra l'osso si gonfiano notevolmente e, dopo l'esame, l'otorinolaringoiatra noterà un significativo gonfiore dietro l'orecchio.

Per il trattamento della mastoidite, uno specialista elaborerà un programma terapeutico complesso che includerà farmaci antibatterici, antinfiammatori e antistaminici.

Se i metodi conservativi non apportano dinamiche positive, l'otorinolaringoiatra può decidere la necessità di un'operazione durante la quale il chirurgo rimuoverà il tessuto interessato.

Lesione

Molto spesso, la cartilagine nell'orecchio fa male costantemente o solo quando viene premuta, provoca lesioni al guscio. I fattori che provocano lo sviluppo dell'infiammazione nei tessuti danneggiati della parte esterna dell'organo dell'udito possono essere:

  • punture;
  • tagli;
  • contusioni;
  • congelamento;
  • morsi
  • ustioni termiche o chimiche.

In modo che l'infiammazione non si verifichi dopo l'infortunio, immediatamente dopo averlo ricevuto, le aree interessate devono essere trattate. In caso di violazione dell'integrità della pelle, vengono utilizzate soluzioni antisettiche, con la comparsa di ematomi: unguenti e gel assorbibili e antistaminici vengono utilizzati per alleviare l'eccessivo gonfiore.

Se il processo infiammatorio è comunque iniziato, dovresti consultare un otorinolaringoiatra per un aiuto. Il medico esaminerà il padiglione auricolare danneggiato, valuterà la natura del processo patologico e prescriverà un ciclo di terapia antibatterica. In genere, vengono utilizzati antibiotici sistemici e topici durante il trattamento..

Reazione allergica

Il dolore al guscio dell'orecchio può essere un segno di una reazione allergica. La superficie della parte esterna dell'organo dell'udito è densamente rivestita con terminazioni nervose. Con lo sviluppo di una reazione allergica, un sottile strato di pelle e tessuti molli sulle orecchie inizia a gonfiarsi e spremere i recettori, motivo per cui il padiglione auricolare fa male.

Risposte dell'organismo a:

  • Alimenti contenenti allergeni
  • strumenti cosmetici;
  • detergenti;
  • gioielleria;
  • farmaci.

Per eliminare le spiacevoli conseguenze di una reazione allergica, è necessario escluderne la fonte. Quindi, se le orecchie iniziano a far male dopo aver messo i gioielli nei lobi, è necessario rimuovere questi gioielli. Per accelerare la rimozione del gonfiore, puoi seguire un corso di antistaminici.

Funghi e batteri

Se vari funghi e batteri penetrano nella pelle, si può formare un'otite media versata. Il dolore può essere localizzato esternamente e internamente. In alcuni casi, il processo infiammatorio può andare al timpano. Grave dolore può verificarsi con periocondrite, che copre la cartilagine dell'orecchio. Inoltre, si può sentire dolore con mastoidite, che è un processo infiammatorio della cavità mastoidea dell'osso temporale. Si trova dietro i padiglioni auricolari. In questo caso, c'è gonfiore della parte posteriore dell'orecchio.

A causa di malattie infiammatorie e infettive, l'udito può essere significativamente ridotto. Inoltre, può apparire una scarica dai padiglioni auricolari, la temperatura può aumentare e lo stato generale della salute umana peggiorerà. I sintomi elencati richiedono cure mediche immediate. Il dolore alla cartilagine può essere una reazione riflessa ad un ascesso o alla parotite.

Colpiscono le ghiandole parotidi e allargano i linfonodi. Come risultato dello sviluppo della malattia, possono formarsi sinusite, tonsillite, tonsillite, rinite e altri processi patologici.

Con dolore permanente nella cartilagine, non automedicare. In un caso, saranno necessari impacchi caldi per trattare il disturbo; per altri, potrebbero essere necessari alcuni farmaci. La presenza di infezione può richiedere l'uso di antibiotici, che sono prescritti da uno specialista. Eventuali lividi o lesioni richiedono un esame immediato. Tutte le malattie associate all'orecchio richiedono un trattamento chirurgico, che dovrebbe verificarsi sotto la guida di uno specialista.

Se la cartilagine dell'orecchio fa male, possiamo parlare della presenza di pericondrite dei padiglioni auricolari. Questo disturbo può svilupparsi con processi infiammatori del pericondrio. Il dolore si verifica a causa di infezione.

Nella maggior parte dei casi, Pseudomonas aeruginosa provoca dolore, poiché penetra nel pericondrio. Ciò può accadere a seguito di interventi di chirurgia plastica, varie malattie e congelamento. Se si verifica dolore all'orecchio durante il sonno, ciò può essere dovuto a fluttuazioni. Si esprime in edema e gonfiore, che si diffonde in tutte le aree del guscio dell'orecchio. In questo caso, è necessario consultare urgentemente uno specialista che prescriverà una terapia specifica. Lo scarico purulento deve essere rimosso, poiché si accumulano nella cartilagine..

Terapia farmacologica

Per scoprire il motivo per cui l'orecchio è gonfio e dolente, consultare un otorinolaringoiatra. Diagnosticherà e prescriverà il trattamento giusto..

Se l'orecchio esterno fa male a causa dell'otite media, viene prescritta una terapia specifica per questa condizione, compresi i farmaci antibatterici sistemici con un ampio spettro di azione, gocce, antisettici.

In caso di ustioni, lesioni, congelamento, punture di insetti, i seguenti farmaci sono prescritti per il trattamento:

  • Antibiotici. Questo gruppo di farmaci viene utilizzato sia per eliminare un'infezione batterica, sia a scopo preventivo, al fine di prevenire lo sviluppo di un processo purulento.
  • Antistaminici. Ridurre l'edema reattivo, ridurre i sintomi di prurito, irritazione. Più efficace nei casi in cui si verifica dolore all'orecchio a causa di un morso di nasi. Ridurre l'attività del processo patologico, contribuire alla rapida guarigione dei tessuti interessati, ridurre il dolore.
  • Antisettici. Utilizzato per l'elaborazione esterna del padiglione auricolare e del condotto uditivo. Distruggi i patogeni, prevenendo l'ulteriore sviluppo dell'infiammazione.
  • Antifungini. Utilizzato quando è attaccata un'infezione fungina.

Tutti questi gruppi di farmaci sono prescritti sia a livello sistemico che per uso topico, sotto forma di gocce, soluzioni, unguenti.

Complessi vitaminici, antivirali, immunostimolanti sono prescritti come terapia di rafforzamento generale, specialmente quando l'otite ha provocato malattie catarrali..

Se la causa del dolore nell'orecchio sono i processi infiammatori del rinofaringe e dei seni nasali, il primo passo è eliminarli. Senza eliminare il focus primario dell'infezione, è inutile trattare i sintomi spiacevoli dell'orecchio.

La condizione in cui fa male la cartilagine dell'orecchio è spesso accompagnata da lesioni purulente, ascessi. In tali casi, ricorrere alla chirurgia mini-invasiva. La cosa principale con questa manipolazione è aprire il fuoco purulento, rilasciare l'essudato, sciacquare con un antisettico e, se necessario, rimuovere il tessuto necrotico. I chirurghi ricorsero anche con bolle e blocco delle ghiandole sebacee. Cercare aiuto nella fase iniziale del processo aiuterà a evitare l'intervento chirurgico, costando una terapia conservativa.

Quando il periodo acuto è alle spalle, vengono prescritte procedure fisioterapiche, tra cui UHF e riscaldamento.

La cartilagine dell'orecchio fa male a causa di malattie infiammatorie e infettive

L'infiammazione delle orecchie porta a varie forme di otite media. L'otite media esterna è caratterizzata da dolore attraverso la cartilagine dell'orecchio, nella regione del padiglione auricolare e del canale uditivo esterno. Ciò si verifica a seguito di infezione del condotto uditivo, causata da un'infezione batterica..

I danni meccanici alla cartilagine e al padiglione auricolare possono anche portare a un'infiammazione acuta dell'orecchio esterno. Può essere complicato dalla foruncolosi - infiammazione delle ghiandole sebacee. Questi disturbi sono esacerbati da un sistema immunitario indebolito, diabete mellito, carenza vitaminica e infezione da stafilococco. In tale situazione, il dolore alla cartilagine e al padiglione auricolare può essere significativo, specialmente quando si spostano le mascelle.

Come risultato della penetrazione di vari agenti patogeni nei tessuti - batteri e funghi, si verifica l'otite versata. L'orecchio fa male sia dentro che fuori. A volte l'infiammazione arriva al timpano. La cartilagine dell'orecchio fa molto male con la periocondrite, un processo infettivo nei tessuti che coprono la cartilagine dell'orecchio. Il dolore nella cartilagine e in tutto l'orecchio è avvertito anche dalla mastoidite, il processo infiammatorio della cavità mastoidea dell'osso temporale situato dietro l'orecchio. Tutta la parte posteriore dell'orecchio è gonfia.

Con tutte le malattie infettive e infiammatorie delle orecchie, l'udito può diminuire, la temperatura aumenta, appare lo scarico dalle orecchie e le condizioni generali della persona peggiorano. Con tutti questi sintomi, dovresti consultare immediatamente un medico.

Il dolore nella cartilagine dell'orecchio può essere una reazione riflessa del corpo alla parotite o un ascesso che colpisce la ghiandola parotide, i linfonodi ingrossati, la rinite, la sinusite, la tonsillite e la tonsillite, i processi patologici nella cavità orale.

Quando senti dolore costante nella cartilagine dell'orecchio, non automedicare. In alcune malattie sono necessari impacchi caldi, in altre sono controindicati. Per le infezioni, è necessario assumere antibiotici, che il medico dovrebbe prescrivere. Per eventuali lesioni e contusioni, è necessario essere esaminati. Tutto ciò che riguarda le orecchie deve essere trattato sotto la guida di un medico in modo da non perdere l'udito. Nelle vicinanze si trova il cervello, gli organi della visione, pertanto, nessuna manipolazione può essere eseguita in modo indipendente ed è profondamente preoccupata per lo stato di tali organi vitali.

Quando il padiglione auricolare è dolorante all'esterno, una persona sperimenta un estremo disagio. Questo sintomo non può essere ignorato. Sensazioni spiacevoli indicano un processo infiammatorio nell'apparecchio acustico o altre patologie del corpo. Quando compaiono i primi segni, dovresti immediatamente cercare l'aiuto di un otorinolaringoiatra.

Quasi ogni adulto almeno una volta ha avuto una condizione in cui i padiglioni auricolari facevano male. Questa sensazione non può essere definita piacevole. Il dolore può essere di diversa natura: dolore, tiro, tiro, acuto o sordo. Tali sintomi indicano la presenza di otite media o altre patologie..

Se l'orecchio fa male all'esterno, è impossibile ritardare una visita dal medico, poiché l'infiammazione può diffondersi ad altri organi o causare perdita dell'udito parziale e completa..

Ci sono molte ragioni per cui i gusci delle orecchie fanno male. In generale, l'infiammazione del tessuto si verifica a causa dell'eziologia batterica o virale che entra nel condotto uditivo. Stabilendosi nell'organo, provoca un processo patologico che si estende alle parti interne ed esterne dell'apparecchio acustico.

L'agente causale può diffondersi all'orecchio da altri focolai infiammatori attraverso il flusso sanguigno o direttamente attraverso la tromba di Eustachio con patologie del naso, dei seni paranasali e della faringe. Ciò è particolarmente vero per i bambini la cui pipa è anatomicamente larga e corta. Il sintomo principale nelle lesioni infettive dell'orecchio, indipendentemente dalla posizione, sarà un forte dolore che appare quando si fa clic sul trago.

Altre cause per cui l'orecchio esterno fa male includono:

  • disordini neurologici;
  • morsi di insetto;
  • entrare nel condotto uditivo di un oggetto estraneo, acqua;
  • bolle;
  • igiene impropria;
  • parotite;
  • eustachitis;
  • infiammazione del timpano;
  • eczema;
  • lesioni
  • ustioni;
  • congelamento.

Una delle manifestazioni più pericolose di patologie dell'apparato uditivo è la pericondrite. In questa condizione, la cartilagine dell'orecchio fa male. La malattia si verifica a causa di lesioni, reazioni allergiche, morsi, seguita dall'attaccamento di un'infezione batterica. La patologia è più pericolosa dell'otite media, caratterizzata da danni alla cartilagine, a causa della quale c'è necrosi e deformazione dell'orecchio.

Misure preventive

La fase più importante della prevenzione è una visita tempestiva dal medico al primo segno di malattie ORL, in modo che il trattamento inizi il prima possibile. Ma oltre a ciò, possono essere prese altre misure:

  • asciugare accuratamente il meato uditivo esterno dopo aver fatto il bagno o la doccia;
  • trattare tempestivamente un naso che cola;
  • vestirsi in modo da prevenire l'ipotermia;
  • fai attenzione quando pulisci le orecchie, non pulirle prima di nuotare, in modo da non privare la protezione naturale dall'acqua;
  • evitare correnti d'aria e una lunga permanenza in presenza di forti venti;
  • in inverno, assicurati di indossare un cappello;
  • indurire il corpo.

Nota! E se stiamo parlando di bambini, allora è necessaria un'attenzione speciale per loro in modo che oggetti estranei non entrino nelle loro orecchie. Quando gioca, un bambino può spingere qualcosa nell'orecchio, quindi spaventarsi e non dirlo ai suoi genitori.

Otite media, ustioni e congelamento

La cosiddetta otite media diffusa è un decorso di otite media purulenta cronica, che si verifica a seguito della penetrazione di agenti patogeni nel tessuto dell'orecchio sotto forma di funghi e batteri. In tali casi, il processo infiammatorio può diffondersi all'intera area del timpano.

Il dolore all'orecchio, come menzionato sopra, è provocato dal processo infiammatorio delle tonsille, nonché dalla mascella e dai seni nasali. Se il dolore è costante e non si attenua per 7-14 giorni, questo può essere un segno di ipotermia, edema o congelamento. In particolare, una tipica folata di vento può provocare l'insorgenza e la formazione di lividi nell'orecchio. Il livido può aumentare gradualmente di dimensioni, diventare scuro e molto doloroso. In particolare, una sensazione dolorosa può essere accompagnata da prurito..

Un processo infettivo chiamato periocondrite è anche una delle cause di una grave condizione patologica e il processo infettivo si diffonde alla cartilagine dell'orecchio. In alcuni casi, il processo infiammatorio si estende a tutto il timpano.

Un po 'di anatomia dell'orecchio

L'orecchio umano è una struttura organica complessa progettata per ricevere e trasformare le vibrazioni del suono. L'organo è costituito dall'orecchio interno, medio ed esterno. In caso di violazione dell'integrità o della funzionalità di una delle parti, ciò porta a malfunzionamenti dell'intero sistema uditivo.

L'orecchio esterno è la parte laterale dell'organo dell'udito, compresi il padiglione auricolare e il canale cartilagineo osseo, che è il canale uditivo esterno. La base del guscio auricolare è la cartilagine, costituita da fibre di elastina. La differenza tra il tessuto cartilagineo e molti altri è l'assenza all'interno dei suoi nervi e le formazioni tubolari elastiche attraverso le quali circola il sangue. Una reazione psicofisiologica con irritazione di questo tipo di tessuto non può verificarsi, poiché non ha terminazioni nervose. Parlando del fatto che la cartilagine dell'orecchio fa male, intendiamo la pelle, il guscio auricolare o i tessuti e gli organi adiacenti.

I muscoli del guscio sono ridotti e non forniscono la sua mobilità. L'innervazione motoria viene effettuata dal settimo nervo facciale, che fornisce anche comunicazione con il sistema nervoso centrale dei muscoli facciali e delle ghiandole lacrimali. I nervi afferenti forniscono al concha i nervi auricolari orecchio-temporali e di grandi dimensioni.

Come si manifesta il dolore nella cartilagine dell'orecchio

Il dolore si verifica prima nel condotto uditivo, nel padiglione auricolare, quindi può apparire gonfiore, gonfiore, inizia a diffondersi molto rapidamente attraverso la conca, tranne il lobo dell'orecchio. Molto spesso, la malattia non appare esternamente, ma presto inizia a comparire un gonfiore di natura tuberosa. I medici chiamano questa fluttuazione del processo (quando toccato, puoi sentire le fluttuazioni a forma di onda). Perché si verifica, perché il pericondrio e la cartilagine hanno essudato purulento.

Cosa fare in una situazione del genere? Urgentemente bisogno di consultare un medico che prescriverà un trattamento per te, se non lo fai, potresti avere problemi con la cartilagine - inizierà a sciogliersi, il padiglione auricolare inizierà a deformarsi e rughe. È necessario rimuovere il pus, perché nella cartilagine inizierà ad accumularsi e la malattia si trasformerà in infiammazione nel pericondrio e nella cartilagine.

Cause del dolore all'orecchio

Il dolore nel padiglione auricolare è un sintomo molto pericoloso e allarmante che non dovrebbe mai essere ignorato! La soluzione migliore è consultare immediatamente un medico. Tuttavia, tu stesso devi capire cosa può provocare un problema simile.

La causa più comune del dolore è l'otite media, che è un processo infiammatorio che colpisce anche la cartilagine dell'orecchio con un risultato sfavorevole. Una lesione meccanica, un'immunità indebolita e qualsiasi infezione possono provocare questo fenomeno! L'otite può essere trattata con successo, a condizione che il paziente cerchi aiuto in modo tempestivo. L'ipotermia, presente principalmente nella stagione fredda, può anche causare forti dolori debilitanti. Un sintomo concomitante è un ematoma che acquisisce un colore scuro..

Le cause del dolore nei bambini spesso risiedono nell'ingresso di un oggetto estraneo nel canale uditivo. Temendo l'ira degli adulti, i bambini semplicemente nascondono questo fatto, anche provando sensazioni molto spiacevoli. Di conseguenza, un forte processo infiammatorio, a volte richiede persino un intervento chirurgico e danneggia la cartilagine dell'orecchio. Le persone che hanno un contatto costante con l'acqua sono spesso esposte agli effetti negativi del dolore. Nella medicina moderna è apparso anche il termine corrispondente: "orecchio del nuotatore", che implica un'infiammazione della sezione centrale.

Una quantità eccessiva di zolfo, che non viene rimossa da una persona in tempo, può non solo ridurre l'udito, ma anche causare sensazioni estremamente spiacevoli, simili a come fa male la cartilagine. Non sarà più possibile far fronte ai problemi da soli. Solo un medico che pulisce abilmente il condotto uditivo con una siringa può salvare un paziente negligente. C'è un'opinione secondo cui il dolore all'orecchio prima o poi causa danni all'udito. In realtà, questo non è altro che un mito! Soprattutto se la sindrome del dolore è causata dai seguenti problemi:

  • osteoartrosi deformante;
  • linfoadenite;
  • parotite;
  • ascesso.

Inoltre, se il padiglione auricolare fa male, si dovrebbe prestare attenzione ad altri problemi che possono causare tale complicazione. Questi includono:. problemi dentali;
ulcere e ascessi nella cavità orale;
nevralgia cervicale.

  • problemi dentali;
  • ulcere e ascessi nella cavità orale;
  • nevralgia cervicale.

Durante il dolore, non puoi auto-medicare, in 9 casi su 10 danno solo complicazioni. Solo un medico dovrebbe occuparsi di problemi alle orecchie!