Image

Pegni orecchie

Una sensazione di soffocamento nelle orecchie è una percezione alterata della propria voce e dei suoni di sottofondo. Il disagio è causato da disturbi nel funzionamento del sistema di rilevamento del suono o di conduzione del suono dell'analizzatore uditivo. La diagnosi e il trattamento prematuri della patologia possono causare lo sviluppo di gravi complicanze, come otite media purulenta, meningite, labirintite, ecc..

Il contenuto dell'articolo

Di norma, la congestione dell'orecchio è una conseguenza delle reazioni infiammatorie nelle mucose del rinofaringe, dell'orecchio medio e della tromba di Eustachio.

A causa della grave intossicazione del corpo, i tessuti molli si gonfiano, il che porta al blocco del canale uditivo che collega l'orecchio medio al rinofaringe.

La riduzione della pressione nella cavità timpanica provoca una sensazione di soffocamento nelle orecchie.

Meccanismo di occorrenza

Perché pone le orecchie? Si verifica un fenomeno spiacevole a causa della condotta o della percezione alterata dei segnali sonori da parte dell'analizzatore uditivo. I guasti nei componenti del circuito di conduzione del suono portano inevitabilmente a distorsione o indebolimento dei suoni, a seguito del quale il paziente accerta il fatto di perdita dell'udito.

Il timpano non solo trasmette segnali sonori, ma li migliora anche molte volte. Attraverso gli ossicini uditivi, il suono penetra nel centro del recettore uditivo, dove viene modulato e convertito in un impulso elettrico. La presenza di barriere al passaggio di un'onda sonora contribuisce alla sua attenuazione, che porta a una diminuzione della soglia della sensibilità uditiva.

Molto meno spesso, si verifica una sensazione di congestione nell'orecchio a causa della disfunzione delle sezioni principali del sistema di rilevamento del suono. I danni al labirinto dell'orecchio, ai nervi uditivi e ai recettori dei capelli contribuiscono a compromettere l'udito e lo sviluppo della perdita uditiva neurosensoriale. Con l'accesso tempestivo a un medico, è possibile eliminare il problema solo chirurgicamente.

Le cause

Perché pone costantemente orecchie? Esistono molti fattori esogeni ed endogeni che contribuiscono alla perdita dell'udito e alla sensazione di congestione. Convenzionalmente, possono essere divisi in due categorie:

  • naturale - la formazione di sughero allo zolfo, un brusco cambiamento della pressione atmosferica;
  • patologiche - malattie infettive, lesioni cerebrali traumatiche, sviluppo anormale dell'organo dell'udito e del setto nasale.

Ignorare il problema può causare autofonia o sordità..

Dovrebbe essere chiaro che la congestione nell'orecchio senza dolore non garantisce l'assenza di processi infiammatori. Se entro pochi giorni il disagio persiste, dovresti cercare l'aiuto di un otorinolaringoiatra per chiedere aiuto. In alcuni casi, il sintomo segnala lo sviluppo di tumori benigni, otite media sierosa o perdita dell'udito neurosensoriale..

Cause naturali

Cosa devo fare se le mie orecchie sono bloccate? Per prima cosa devi scoprire quali fattori hanno contribuito al problema. Alle ragioni naturali per la comparsa di sensazioni spiacevoli, gli esperti includono:

  • tappi solforici: un eccesso di zolfo nel canale uditivo esterno contribuisce alla formazione di tappi densi che impediscono la penetrazione del segnale sonoro nell'orecchio;
  • cadute di pressione - un brusco cambiamento di pressione sul timpano porta al suo allungamento e una diminuzione dell'elasticità. Spesso si verifica una congestione durante i viaggi aerei, le immersioni, i viaggi in treno veloce, ecc.;
  • umidità nel canale uditivo - l'acqua che entra nel canale uditivo esterno contribuisce alla formazione di una barriera al passaggio del suono, con conseguente riduzione dell'udito dei suoni circostanti.

Se l'orecchio non fa male, ma è chiuso e con problemi di udito, è consigliabile sottoporsi a un esame specialistico. In circa il 15% dei casi, un sintomo indica lo sviluppo di malattie cardiovascolari come ipertensione arteriosa, distonia vegetovascolare, ipotensione, ecc..

Cause patologiche

La congestione nelle orecchie, accompagnata da vertigini o dolore, molto spesso segnala lo sviluppo di infiammazione nelle parti dell'organo uditivo. Le patologie dell'orecchio si verificano a causa di una diminuzione della reattività del corpo o di infezione del tratto respiratorio superiore.

La comparsa di disagio può essere associata allo sviluppo di patologie come:

  • otite media - malattia ORL, caratterizzata dal verificarsi di focolai di infiammazione nell'orecchio medio, esterno o interno. Di norma, si sviluppa sullo sfondo di malattie comuni (tonsillite, faringite, polmonite, scarlattina). L'edema del tessuto interessato impedisce la conduzione e la normale percezione dei segnali sonori, che porta a congestione, acufene e pesantezza nella testa;
  • perdita dell'udito percettivo - una patologia dell'orecchio che si verifica a seguito di un danno alle parti principali dell'apparato di rilevamento del suono (recettori per capelli, nervo vestibolo-cocleare, labirinto dell'orecchio);
  • tubotimpanite - processi infiammatori nelle mucose della tromba di Eustachio e della cavità timpanica. Il gonfiore dei tessuti porta al blocco del canale uditivo, a seguito del quale viene creato un vuoto nell'orecchio medio. Pertanto, una pressione eccessiva sulla membrana auricolare deriva dal canale uditivo esterno.

L'ipoacusia percettiva non è praticamente suscettibile al trattamento farmacologico, a causa dell'incapacità delle cellule ciliate (recettori uditivi) di rigenerarsi.

Se la congestione dell'orecchio non si esaurisce entro pochi giorni, è necessario essere esaminati da uno specialista. Di norma, le patologie dell'orecchio si sviluppano sullo sfondo di malattie infettive comuni (influenza, morbillo, raffreddore, tonsillite), la cui progressione è irta di gravi complicazioni.

Durante la gravidanza

Nella maggior parte delle donne, durante la gestazione, circa nel 2 ° trimestre di gravidanza, l'orecchio viene periodicamente bloccato. Il verificarsi del problema è spesso dovuto a cambiamenti ormonali e una diminuzione della resistenza corporea. La produzione di quantità eccessive di progesterone ed estrogeni porta a malfunzionamenti degli organi di disintossicazione. Per questo motivo, l'umidità in eccesso si accumula nei tessuti, a seguito della quale le mucose degli organi ENT iniziano a gonfiarsi..

Il gonfiore dei tessuti aiuta a ridurre il diametro interno del canale uditivo, impedendo la normale ventilazione della cavità timpanica. A causa del verificarsi di bassa pressione nell'orecchio medio, il timpano viene tirato verso l'interno, il che porta alla comparsa di sensazioni spiacevoli.

Importante! Un orecchio chiuso senza dolore può segnalare lo sviluppo di otite media catarrale. Il trattamento prematuro della malattia può causare lo sviluppo di infiammazione purulenta.

Altri motivi

Perché l'orecchio sinistro è bloccato? La compromissione dell'udito associata a una sensazione di soffocamento nelle orecchie non è sempre associata a disfunzione dell'analizzatore uditivo..

I malfunzionamenti nel funzionamento dell'organo uditivo possono essere associati a malattie di altri organi e sistemi, tra cui:

  • colesteatomi: neoplasie benigne costituite da cellule epiteliali cheratinizzate, cristalli di colesterolo e cheratina. Si verificano principalmente con lo sviluppo di otite media purulenta cronica, accompagnata da otorrea;
  • La sindrome di Meniere è una malattia otorinolaringoiatrica caratterizzata dall'accumulo di endolinfia nella cavità dell'orecchio interno. L'eccesso di liquido crea pressione sulle cellule ciliate, con conseguente riduzione dell'udito e sensazione di congestione;
  • disfunzione dell'articolazione temporo-mandibolare - infiammazione della borsa articolare, accompagnata da un danno al fascio neurovascolare, che fornisce innervazione dell'orecchio medio;
  • otosclerosi: una patologia caratterizzata dalla proliferazione del tessuto osseo nel processo mastoideo; porta a danni alle strutture del sistema di conduzione del suono, che è irto di perdita dell'udito e auricolari;
  • lesioni craniche - danno da contatto ai tessuti molli e alle catene nervose nell'analizzatore uditivo, che porta allo sviluppo di disfunzione uditiva.

Se l'orecchio è bloccato e non passa, è necessario cercare l'aiuto di un medico ORL per la diagnosi differenziale. L'esame audiologico ti consentirà di determinare con precisione in quale collegamento del circuito di conduzione del suono ci sono disturbi, che contribuiranno alla scelta corretta del corso di terapia appropriato.

Diagnostica

Quali tipi di esami dovrei fare se l'orecchio è bloccato? Prima di tutto, lo specialista esaminerà il meato uditivo esterno per la presenza di perforazioni nella membrana timpanica e iperemia dei tessuti. Se sospetti malattie dell'orecchio, al paziente verrà chiesto di sottoporsi ai seguenti tipi di diagnosi:

  • audiometria - determinazione della soglia di sensibilità uditiva in relazione a segnali sonori di varia intensità e frequenza;
  • video endoscopia - esame della cavità dell'orecchio esterno e medio con l'aiuto di un endoscopio, che consente di determinare la presenza di focolai di infiammazione nei tessuti molli;
  • timpanometria - uno studio delle funzioni dell'orecchio medio, durante il quale lo specialista valuta il grado di mobilità degli ossicini uditivi e del timpano;
  • la tomografia computerizzata è un metodo per ottenere un'immagine stratificata del cervello e delle ossa temporali, grazie alla quale è possibile determinare la presenza di danni meccanici e tumori nell'organo dell'udito.

Cosa fare se si posa l'orecchio destro dopo un raffreddore? Le complicanze post-infettive, accompagnate da perdita dell'udito, segnalano spesso lo sviluppo della flora patogena nei principali dipartimenti dell'analizzatore uditivo. In presenza di otorrea, lo specialista dovrebbe effettuare l'inoculazione dello scarico dal canale uditivo esterno. Pertanto, è possibile determinare il grado di sensibilità dei patogeni ai componenti degli agenti antifungini e antibatterici..

Terapia farmacologica

Per eliminare il vuoto nell'orecchio, uno specialista può prescrivere farmaci, fisioterapia o trattamento chirurgico. Il principio della terapia dipende direttamente dai fattori che hanno innescato la comparsa del problema. Nel quadro della farmacoterapia, i seguenti tipi di farmaci vengono utilizzati per fermare un sintomo spiacevole:

  • gocce di vasocostrittore ("Nazol", "Snoop") - riducono la permeabilità vascolare, che porta ad un aumento del diametro interno del canale uditivo e al ripristino della ventilazione della cavità timpanica;
  • gocce antinfiammatorie (Otipaks, Sufradeks) - contribuiscono alla regressione dei focolai di infiammazione nella mucosa del rinofaringe e della tromba di Eustachio;
  • farmaci antivirali ("Kagocel", "Remantadin") - uccidono i virus patogeni che provocano lo sviluppo di otite media esterna bollosa e diffusa;
  • agenti antifungini ("Candibiotik", "Amfoglukamin") - inibiscono l'attività di muffe e funghi simili a lieviti, causando lo sviluppo di otomicosi;
  • farmaci antibatterici (Dexon, Amoxicillin) - distruggono i batteri aerobici e anaerobici, che portano allo sviluppo di otite media purulenta.

Importante! Durante la terapia antibiotica, si consiglia di utilizzare i probiotici per prevenire la disbiosi.

Rimozione del traffico

Perché periodicamente pone le orecchie? Il mancato rispetto delle norme igieniche di base è una delle cause più comuni di disagio. Se l'umidità entra nel canale uditivo esterno, potrebbe formarsi una presa d'aria nell'orecchio, impedendo l'evacuazione del fluido. Per rimuoverlo, gli esperti raccomandano di sciacquare l'orecchio con soluzione fisiologica, riscaldato a una temperatura di 37-38 gradi.

Se l'orecchio viene improvvisamente bloccato, ciò può indicare un'ostruzione del condotto uditivo con un tappo di zolfo. Il verificarsi del problema è spesso preceduto da una lieve alterazione dell'udito associata a una parziale ostruzione del canale uditivo. Per sciogliere il cerume ed eliminare il sughero, gli esperti raccomandano l'uso di cerumenolitici. Includono componenti attivi in ​​superficie che ammorbidiscono le masse dense e ne facilitano l'evacuazione. Se l'orecchio destro è bloccato, è più consigliabile utilizzare farmaci come A-Tserumen, Remo-Vax, Aqua Maris Oto, ecc..

I tappi ad alta densità che non si dissolvono con i cerumenolitici vengono rimossi durante il carutage usando una sonda speciale.

Perché c'è una sensazione di soffocamento nelle orecchie e cosa fare a casa: metodi e rimedi popolari

Ci sono molti fattori che provocano lo sviluppo di questa spiacevole condizione. Pertanto, una risposta categorica, da cui una persona pone costantemente le orecchie, ad esempio durante la deglutizione, non è sempre possibile a causa della natura polietiologica di questa sindrome. Scopri cosa può causare perdita dell'udito persistente e occasionale..

Sintomi di congestione dell'orecchio

Nella maggior parte dei casi, questa condizione si verifica a causa della presenza di sostanze estranee nel canale dell'organo: zolfo, sudore. Nel caso in cui si posino costantemente le orecchie senza la comparsa di sensazioni dolorose, vale la pena valutare la qualità dell'igiene personale. Con il suo livello insufficiente, si sviluppano molte condizioni negative. In una situazione normale, è possibile determinare ciò che l'orecchio è bloccato da suoni ovattati ambientali, percezione distorta della propria voce. Inoltre, una diminuzione dell'acuità uditiva è spesso espressa clinicamente da vertigini, comparsa di rumore nella testa.

Perché pone le orecchie

La condizione specificata può svilupparsi sotto l'influenza di molti fattori interni ed esterni. La congestione di una o entrambe le orecchie spesso indica lo sviluppo di un processo patologico nell'analizzatore del suono o negli organi adiacenti, ad esempio la gola o il naso. Le sindromi di questo tipo sono solitamente accompagnate da dolore e altre manifestazioni negative. Per tutto ciò, le cause del tappo auricolare possono essere dovute ad azioni naturali per l'uomo. Pertanto, una riduzione fisiologica dell'acuità uditiva si verifica spesso durante un volo in aereo.

Tra le altre cose, dovrebbe chiarire separatamente la questione di cosa può mettere le orecchie nei bambini. A causa delle caratteristiche anatomiche, i bambini del primo anno di vita sono particolarmente sensibili alla diffusione dell'infezione dal naso e dalla gola nell'area dei canali auricolari. Per questo motivo, è estremamente importante condurre un trattamento tempestivo adeguato delle malattie respiratorie nei più piccoli. Nel frattempo, tra le altre ragioni per cui le orecchie sono imbottite, possiamo distinguere:

  • alta pressione;
  • infiammazione dell'orecchio esterno;
  • otite media;
  • tappi solforici (dovuti all'accumulo di cerume nel condotto uditivo);
  • differenze di pressione atmosferica;
  • infezioni alle orecchie;
  • colpo di oggetti estranei;
  • la presenza di processi infiammatori nel rinofaringe;
  • gravi patologie del sistema nervoso.


Differenze di pressione atmosferica

Molte persone assolutamente sane spesso sorvolano le orecchie quando volano su un aereo. Il fatto è che durante la salita a causa di una forte caduta di pressione, il timpano si piega verso l'esterno e la sua capacità vibratoria diminuisce. È importante notare che le malattie della gola (mal di gola), la presenza di patologie dei canali uditivi, l'infiammazione dell'orecchio medio e altri disturbi favoriscono lo sviluppo di questa condizione.

Pochi minuti dopo aver raggiunto l'altezza desiderata, la pressione interna della cavità timpanica, di regola, ritorna ai sintomi normali e spiacevoli scompaiono. Devo dire che una situazione simile si presenta quando l'aereo si avvicina: la pressione nella cabina aumenta rapidamente, mentre nella cavità timpanica rimane bassa, il che provoca una sensazione di soffocamento.

Ingresso acqua

La perdita dell'udito dopo il bagno in mare, in piscina o nel proprio bagno è un fenomeno spiacevole molto comune. Elencando i possibili motivi per cui vengono poste le orecchie, gli esperti descrivono il seguente meccanismo per lo sviluppo di questa condizione quando entra l'acqua. A causa dell'ingresso di liquido nel canale uditivo esterno, la funzione vibratoria del timpano viene disturbata. Di conseguenza, i sintomi della congestione compaiono nell'orecchio destro o sinistro (raramente in entrambe le orecchie).

Questa grave malattia è causata dall'infiammazione della mucosa del timpano. La causa immediata dello sviluppo di orecchie chiuso con l'otite media è una violazione del tubo uditivo. In caso di ostruzione di quest'ultimo, la presa d'aria nella cavità timpanica è limitata e tutte le condizioni sono create per la propagazione di microrganismi patogeni. Per la maggior parte, l'otite media si sviluppa sullo sfondo di malattie infiammatorie del tratto respiratorio superiore.

Eustachitis

In medicina, viene utilizzata un'ampia comprensione di questa condizione come infiammazione dell'orecchio medio. Va notato che i sintomi principali della malattia derivano dall'infiammazione della tromba di Eustachio. La stretta connessione di questo canale con l'orecchio medio contribuisce all'ulteriore diffusione del processo patologico. Inoltre, durante la fase acuta della malattia, la mucosa della tromba di Eustachio si gonfia, causando un restringimento del suo lume, contro il quale diminuisce la pressione interna della cavità timpanica e appare una sensazione di congestione.

Rinite allergica

Questa condizione è particolarmente comune durante l'infanzia. L'immunità del bambino è altamente sensibile ai vari allergeni: polline di piante, prodotti alimentari e medicine. In una situazione in cui una struttura proteica estranea entra nel corpo attraverso il tratto respiratorio superiore, si deposita sulla mucosa del rinofaringe, causando infiammazione e gonfiore dei tessuti circostanti.

Questi cambiamenti patologici portano allo sviluppo di rinite allergica con abbondante secrezione di muco dal naso (naso che cola grave), lacrimazione, grave difficoltà respiratoria e altri sintomi spiacevoli. Inoltre, sullo sfondo dell'edema del rinofaringe, si nota la comparsa di sintomi di congestione dell'orecchio a causa della sovrapposizione dell'ingresso del tubo uditivo con i tessuti iperplastici.

Malattie neurologiche

Il gruppo specificato di sindromi è una causa comune di riduzione dell'acuità visiva. Pertanto, se poni le orecchie, dovresti prestare attenzione allo stato del sistema nervoso. Pertanto, la distonia vegetativa-vascolare e l'osteocondrosi del rachide cervicale sono le principali malattie che possono causare malfunzionamenti dell'apparecchio acustico. Vale la pena dire che il quadro clinico di queste sindromi è spesso accompagnato da mal di testa, oscuramento degli occhi.

Il meccanismo del verificarsi della congestione dell'orecchio nelle malattie neurologiche non è ben compreso. Tuttavia, si presume che il motivo principale dello sviluppo di questo e di molti altri sintomi sia una violazione dell'apporto di sangue ai nervi che innerva i componenti dell'analizzatore uditivo. Eliminare la congestione in tale situazione è possibile solo eliminando la malattia primaria.

raffreddori

In caso di danno al tratto respiratorio superiore a causa di un processo infiammatorio, si verifica gonfiore della mucosa nasale e della faringe. Di conseguenza, l'ingresso al tubo uditivo è bloccato, che è irto di una violazione della ventilazione delle cavità dell'orecchio. Particolarmente intensi sono i sintomi della congestione nasale con un raffreddore o un raffreddore al mattino dopo il sonno. In questo caso, non si verificano cambiamenti patologici nei canali auricolari e la diminuzione dell'acuità dell'udito è temporanea e, di norma, è consentita dopo che i segni di un raffreddore si sono placati.

Curvatura del setto nasale

Questa malattia può manifestarsi a qualsiasi età e provocare lo sviluppo di molti altri sintomi spiacevoli. Quindi, in una situazione normale, i seni mascellari e altre cavità nasali circolano liberamente nell'aria, impedendo la riproduzione della flora patogena. Quando il setto nasale è curvo, l'apporto di ossigeno è limitato, il che contribuisce alla moltiplicazione dei patogeni in queste aree. Nel tempo, il processo infiammatorio si diffonde al rinofaringe, che porta a una riduzione dell'acuità dell'udito.

Cosa fare se l'orecchio è bloccato

Le manifestazioni occasionali di questo tipo di sintomi spiacevoli, di regola, non causano paure per la salute del paziente. In questa situazione, i medici raccomandano una pulizia regolare del condotto uditivo con bastoncini auricolari e un trattamento tempestivo delle malattie del tratto respiratorio superiore. Nel caso in cui compaiano segni di congestione nasale dopo il bagno, fare alcune inclinazioni della testa nella direzione appropriata. A causa della caduta di pressione, il resto del liquido verrà fuori e i sintomi spiacevoli scompariranno.

Con forte prurito dovuto alla presenza di tappi di zolfo, gli esperti consigliano di gocciolare alcune gocce di perossido o olio d'oliva caldo nel condotto uditivo. Ricorda che è severamente vietato iniettare qualsiasi mezzo nel canale uditivo per eliminare le secrezioni patologiche (purulente). Tali condizioni richiedono il contatto immediato con uno specialista che esaminerà le orecchie e prescriverà un trattamento adeguato per la sindrome.

Rimedi popolari

L'eliminazione della congestione del meato uditivo è possibile solo dopo aver eliminato il problema che ha comportato lo sviluppo di questo spiacevole sintomo. Tuttavia, puoi accelerare il processo con l'aiuto di rimedi popolari. Ricorda che l'applicazione di eventuali raccomandazioni dei guaritori deve essere discussa in precedenza con il medico. In casi opposti, si corre il rischio, oltre alla malattia di base, di molti altri problemi. Tra l'enorme numero di rimedi popolari per sbarazzarsi delle orecchie chiuse, si può evidenziare quanto segue:

  • Impacchi riscaldanti. Tali procedure dovrebbero essere eseguite solo con piena fiducia in assenza di processi purulenti e infiammatori nell'orecchio. Si consiglia il riscaldamento con alcool di canfora. A tal fine, una garza o un batuffolo di cotone vengono inumiditi nella composizione specificata, spremuti leggermente e applicati al padiglione auricolare. La durata di una sessione è di circa 20 minuti. Si consiglia di effettuare il riscaldamento tre volte al giorno fino a quando la condizione non migliora.
  • Inalazione con decotti di erbe medicinali. 2 cucchiai. l materie prime secche, riempire con acqua fredda e portare ad ebollizione. Quindi, coperto con un asciugamano, inala il vapore proveniente dal contenitore con il decotto medicinale. Inspira due volte al giorno per una settimana fino a quando non smetti di ronzio nelle orecchie.
  • Risciacquo con soluzione salina. Questo consiglio popolare viene utilizzato se pone periodicamente orecchie contro il naso che cola. La procedura viene eseguita per somministrazione intranasale di una soluzione ipertonica. Quest'ultimo è preparato al ritmo di 2 cucchiaini. sale in un bicchiere d'acqua. La procedura per lavare i passaggi nasali viene eseguita utilizzando una pipetta più volte al giorno.

Medicinali

Prima di applicare questo o quel farmaco, è estremamente importante capire cosa ti pone le orecchie. Quindi, una diminuzione dell'acuità uditiva può essere un sintomo di malattie gravi (ipertensione, attacco VSD). Di norma, tali condizioni, tra le altre cose, sono accompagnate da vertigini, nausea, forti dolori e altre sindromi. Inoltre, un'infezione all'orecchio può servire come risposta alla domanda sul perché l'orecchio è stato bloccato. In questa situazione, il trattamento dovrebbe essere finalizzato all'eliminazione della flora patogena. In generale, i seguenti farmaci vengono utilizzati per eliminare le orecchie chiuse:

  • Otipax. I componenti di questo farmaco affrontano con successo i processi infiammatori. Perché Otipax è ampiamente usato per combattere l'otite media e le orecchie chiuse. Il farmaco non ha un effetto solvente sui tappi di zolfo.
  • Garazon. Gocce auricolari antibatteriche utilizzate per il trattamento dell'otite media, eczema della mucosa del condotto uditivo. Non applicabile per difetti del timpano.
  • Otinum. Ha effetti antimicrobici e analgesici. Può essere utilizzato per ammorbidire i tappi di zolfo. Il farmaco non deve essere usato in caso di sospetta violazione dell'integrità del timpano.

Cosa fare se l'orecchio è bloccato

La situazione non è così rara: l'orecchio è bloccato. Dopo il bagno, dopo l'ascensore, dopo il volo... Ci sono molte ragioni. Ma è normale? E cosa fare in questi casi? A questa "semplice domanda" risponde lo specialista del centro medico "ARS VALEO" Andrei Chelombitko.

C'è bisogno di preoccuparsi di un orecchio chiuso?

Prima di andare dal medico, attendi di vedere se questa sensazione scompare da sola. Se non hai l'opportunità di consultare rapidamente uno specialista, Andrei Chelombitko consiglia:

- Tanto per cominciare, tieni solo l'acqua lontano dall'orecchio. L'acqua contribuisce al gonfiore delle masse di zolfo - il tappo di zolfo aumenta di dimensioni e inizia a esercitare pressione sul timpano. Ciò può portare a otite media, anche esterna (acuta) e vertigini..

Inoltre, l'otorinolaringoiatra ti chiede di non scaldarti l'orecchio e di non usare da solo i tuoi auricolari.

"L'eccezione è se l'orecchio è bloccato a causa di un tappo di sughero, cioè non a causa di una malattia o di un oggetto estraneo", afferma Andrey Chelombitko. - Solo in questo caso, puoi gocciolare 3-4 gocce di perossido di idrogeno e provare a sciacquarti l'orecchio sotto la doccia.

Durante il giorno non è diventato più facile? Qui è il momento di preoccuparsi e trovare un'opportunità per apparire a un medico specialista:

- Non puoi scherzare con le orecchie. A proposito, non usare mai candele per rimuovere i tappi di zolfo a casa! Non è solo inutile, ma anche pericoloso a causa del rischio di danni al condotto uditivo.

Perché può posare un orecchio?

Uno dei motivi più comuni che un medico chiama nuotare in una piscina o fare la doccia (shampoo).

- Può bloccare l'orecchio dopo (o durante) il volo in aereo. In questo caso, se la congestione persiste entro un giorno dopo il volo, contattare lo specialista ENT, dice il medico. - La stagione estiva sta iniziando e presto comparirà un'altra ragione frequente di congestione: zanzare o moscerini possono volare nel canale uditivo esterno. Se senti un oggetto estraneo nell'orecchio e la congestione non scompare, vale anche la pena andare dal medico.

Ma questo non è tutto. Andrei Chelombitko osserva che la formazione di tappi di zolfo può anche provocare l'uso frequente di tappi per le orecchie e apparecchi acustici.

Prevenzione della congestione: ricorda cosa fare

Il medico sottolinea: per rendere le orecchie pulite e ben curate, è sufficiente sciacquare il padiglione auricolare e l'ingresso nel condotto uditivo durante lo shampoo. Usa le tue dita per farlo..

"Se all'improvviso l'acqua penetra nell'orecchio, asciugalo accuratamente con un asciugamano", suggerisce l'otorinolaringoiatra. - Ma non usare bastoncini di cotone e altri oggetti per pulire l'orecchio. In primo luogo, non funzionerà nulla: spingerai solo lo zolfo più in profondità. In secondo luogo, esiste il rischio di lesioni alla pelle del canale uditivo esterno e del timpano. Di conseguenza, un'infezione entrerà nell'orecchio e potrebbe svilupparsi l'otite media..

In ogni caso, non sforzarti a tutti i costi per liberare il condotto uditivo dal cerume. Protegge l'orecchio da infezioni e batteri e la pelle da microcricche, quindi la sua assenza è uno dei fattori di rischio per lo sviluppo dell'otite esterna.

Andrei Chelombitko raccomanda di trattare i bambini ancora più attentamente:

- Il massimo accettabile per un bambino è pulire il padiglione auricolare con un bastoncino cosmetico di cotone. E questo è tutto! Nessun cotton fioc con limitatori: questo è uno stratagemma di marketing. Credi all'esperienza: hai più probabilità di danneggiare tuo figlio che di aiuto.

Altro su HEALTH.TUT.BY

Se noti un errore nel testo delle notizie, selezionalo e premi Ctrl + Invio

Perché pone le orecchie e come affrontarlo

Di solito blocca le orecchie a causa della chiusura della tromba di Eustachio per qualche motivo, il che porta a una differenza nella pressione interna ed esterna. Alla fine, una serie di questi fattori porta all'allungamento della membrana timpanica, a seguito della quale l'orecchio è bloccato..

Cause di congestione

  • Variazione della pressione atmosferica. Molto spesso, si osservano cambiamenti così marcati durante l'immersione dell'ingresso o del decollo. In alcuni casi, la congestione è possibile quando si solleva a una certa altezza o durante una forte discesa.
  • La congestione nasale può portare alla formazione di edema che blocca la tromba di Eustachio. Se hai il naso che cola o altri sintomi di raffreddore, le orecchie potrebbero ostruirsi dopo il sonno..
  • I processi infiammatori, l'otite media, possono causare sensazioni simili. I sintomi correlati includono febbre, dolore e prurito degli organi uditivi..
  • I depositi di zolfo (tappi) compromettono significativamente l'acuità dell'udito e possono bloccare il canale uditivo.
  • I problemi con la pressione sanguigna (ipertensione) causano una sensazione di congestione, mal di testa e perdita di equilibrio. Sensazioni simili possono verificarsi durante la corsa e altri sforzi fisici..
  • Oggetti estranei nelle orecchie o acqua stagnante.
  • Assunzione di determinati farmaci (ormoni, antibiotici). Per evitare tali casi, leggere attentamente le possibili controindicazioni dei medicinali.
  • Infiammazione della tonsilla (adenoidite).
  • La congestione può verificarsi tra perdita dell'udito. Anche l'udito peggiora, il rumore e il ronzio.
  • Durante la gravidanza, in connessione con processi fisiologici che causano una certa ritenzione di liquidi e un aumento del diametro dei vasi sanguigni.
  • Modifica della forma del setto nasale a seguito di lesioni o altre malattie.

Diagnostica

Nella maggior parte dei casi, un esame otorinolaringoiatra iniziale è sufficiente per diagnosticare la congestione. Con una diagnosi dubbia, la diagnostica hardware viene prescritta utilizzando un otoscopio, una radiografia. Inoltre, un audiogramma e timpanometria.

Trattamento

Considera esempi specifici di trattamento, a seconda della causa della congestione:

  • Nel caso del raffreddore comune che ha causato gonfiore, vengono utilizzate gocce con effetto vasocostrittore. Dopo essere caduto all'interno, si consiglia di assumere una posizione orizzontale.
  • Con un brusco cambiamento di pressione, apri la bocca, prova a sbadigliare violentemente. Seguire la procedura di spurgo. Per fare questo, copriti il ​​naso con la mano e prova a espirare. Con l'aiuto di tali operazioni, la tromba di Eustachio viene aperta e la pressione viene bilanciata.
  • I tappi per le orecchie vengono rimossi sciacquando con acqua o perossido. Il perossido di idrogeno può essere instillato usando una pipetta, una siringa senza ago o inserito in un batuffolo di cotone pre-imbevuto d'orecchio. Ci sono gocce speciali per combattere gli ingorghi Remo-Wax e simili.
  • L'acqua che è penetrata nel condotto uditivo può essere rimossa semplicemente posizionando un batuffolo di cotone asciutto lì. Oppure usa i bastoncini per le orecchie, esegui attentamente tutte le manipolazioni per evitare danni meccanici.
  • Se si depongono le orecchie in presenza di otite media, viene applicata una serie di misure terapeutiche, a seconda della forma e dello stadio della malattia. In alcuni casi, agli antibiotici, agli antidolorifici vengono attribuiti, in altri, agenti antifungini. Inoltre, vengono prescritte gocce e vitamine. Prima di iniziare il trattamento, familiarizzare con possibili controindicazioni, alcuni farmaci sono vietati durante la gravidanza, un timpano danneggiato, allergie e per i bambini di età inferiore ai 3 anni.
  • Con l'aumento della pressione, vengono prescritti farmaci per abbassarlo.
  • La rimozione di oggetti estranei può essere eseguita utilizzando il risciacquo. Ciò richiede una certa conoscenza, è meglio cercare l'aiuto di uno specialista qualificato.
  • Difetti nel setto nasale.
  • Per altri motivi vengono utilizzati soffiaggio, massaggio ed elettroforesi..

Prevenzione

Quando si puliscono le orecchie, si cerca di eliminare lo zolfo o altri oggetti, non utilizzare strumenti appuntiti. Una mossa sbagliata può portare a una violazione dell'integrità della membrana, dell'otite media e di gravi patologie.

A volte quando si posano le orecchie senza motivo noto, una dieta regolare può aiutare. Escludi cibi grassi, fritti, dolci e piccanti dalla dieta e rimarrai sorpreso dal risultato.

Per prevenire sensazioni spiacevoli con l'orecchio chiuso, instillare olio di mandorle in esso. Contribuisce alla distruzione dei batteri, previene la formazione di tappi di zolfo.

In assenza di malattie cardiache o vascolari, nonché i divieti di un medico, fare bagni caldi. Questa procedura rafforza il corpo, tonifica, ammorbidisce i depositi di zolfo.

Etnoscienza

Prima di iniziare qualsiasi procedura, consultare il medico:

  • Mescolare il biancospino in un volume di 40 g con 20 g di vinca e versare mezzo litro di acqua bollente. Dopo che il brodo si è depositato, filtrare e assumere meno di 50 g prima dei pasti.
  • Radici di lampone, in un volume di 40 g, asciugare, macinare e versare 1 litro di acqua bollente. Dopo aver infuso il brodo, assumere 50 g tre volte al giorno.
  • Cuocere le melanzane, farcite con semi di zucca o olio. Dopo la cottura, spremi il succo e seppelliscilo nelle orecchie.

Perché pone le orecchie

La congestione nell'orecchio è una sensazione che tutti hanno provato almeno una volta nella vita. In questo caso, l'orecchio non distingue tra suoni silenziosi, il paziente si lamenta di essere diventato difficile da sentire. Di norma, non attribuiamo molta importanza a questo fenomeno. A volte la congestione nelle orecchie non richiede davvero un trattamento, ma dovresti essere consapevole che ci sono momenti in cui questo inconveniente segnala una malattia.

Le cause

Perché pone le orecchie? Le circostanze che portano a una sensazione di congestione dell'orecchio possono essere diverse. Da cosa dipende la prossima azione? Dalle ragioni che causano tale disagio. Sono divisi in fisiologici e patologici.

Ragioni fisiologiche

Dicono di ragioni fisiologiche se pongono le orecchie in risposta a uno stimolo esterno:

  • Improvvise cadute di pressione Durante i voli con la maggior parte delle persone, l'orecchio viene bloccato durante il decollo e l'atterraggio dell'aeromobile. Il fatto è che il timpano garantisce la tenuta della cavità dell'orecchio interno al fine di evitare effetti dannosi dall'esterno. Quando la pressione ambientale cambia, si verifica una differenza di pressione e appare una presa d'aria, che crea una sensazione di lieve intasamento nell'orecchio. Le caramelle vengono offerte sull'aereo: quando vengono assorbite, una persona fa movimenti di deglutizione che contribuiscono all'apertura del lume della tromba di Eustachio. Quindi la differenza di pressione viene eliminata. Nelle persone particolarmente sensibili alle cadute di pressione, periodicamente pongono le orecchie anche con lievi cadute di pressione - durante una passeggiata in montagna o anche quando si sale su un ascensore.
  • Nuoto e immersioni. Gli appassionati di sport acquatici spesso scoprono di avere orecchie soffocanti senza dolore dopo un altro allenamento. Ciò è dovuto alla congestione del fluido nel condotto uditivo, che impedisce il normale passaggio dei suoni ai recettori.
  • Aumento della formazione di zolfo. L'orecchio secerne una sostanza speciale progettata per proteggere l'organo. Se non si osserva l'igiene o, al contrario, quando orecchie e passaggi sono troppo aggressivi, la formazione di zolfo può aumentare. Una sostanza giallastra e appiccicosa blocca il canale uditivo, creando una barriera naturale al passaggio dei suoni. A volte i pazienti lamentano orecchio chiuso dopo la doccia. La ragione di ciò è gonfia sotto l'influenza del liquido che è entrato nelle orecchie dello zolfo.

Cause patologiche

In altre parole, queste sono le cause della congestione dell'orecchio, che sono associate alla disfunzione del corpo o alla malattia:

  • Raffreddore, naso che cola. A infezioni respiratorie acute il rinofaringe si gonfia, il naso è "bloccato". L'edema può essere trasmesso alla tromba di Eustachio, bloccando il condotto uditivo.
  • Otite. Di norma, la malattia è accompagnata da una serie di sintomi: dalle orecchie chiuse al dolore intenso e alla temperatura corporea elevata.
  • Sugheri di zolfo Nella maggior parte dei casi, il paziente sente orecchio chiuso senza dolore. Le masse di zolfo creano una barriera meccanica sulla via dei suoni verso i recettori; risultato: le orecchie sono imbottite.
  • adenoiditi La ragione per la posa delle orecchie in questo caso è l'infiammazione delle tonsille nel rinofaringe. Poiché gli organi si trovano nelle immediate vicinanze, il processo infiammatorio e l'edema di accompagnamento possono essere trasferiti nel tubo uditivo.
  • Perdita dell'udito neurosensoriale. In questo caso, il paziente ha un orecchio, ma non fa male. Per vari motivi, il malfunzionamento dei nervi uditivi, che porta a compromissione dell'udito. La diagnosi non è piacevole, quindi se non sai perché l'orecchio è bloccato, ascolta i tuoi sentimenti. La presenza, oltre al riempimento di orecchie, mal di testa, nausea, vertigini, può indicare una diagnosi di perdita dell'udito neurosensoriale..
  • La curvatura del setto nasale è anche uno dei motivi per cui le orecchie sono bloccate. Anche deviazioni apparentemente insignificanti rispetto alla norma hanno le loro conseguenze nel corpo: con la curvatura, la normale ventilazione delle vie aeree e il deflusso del muco vengono interrotti. Di conseguenza, il muco blocca l'apertura della tromba di Eustachio. Può anche creare condizioni favorevoli per la propagazione di microbi patogeni, che provoca infiammazione e gonfiore. I pazienti con un tale disturbo spesso lamentano che le loro orecchie sono costantemente in posa.
  • Allergia. Un tipo di reazione a un irritante è l'edema. Nelle allergie, il rinofaringe si gonfia, esercitando una pressione sul tubo uditivo e l'orecchio potrebbe bloccarsi.

Elimina il disagio

Se le tue orecchie sono piene, devi prima capire il motivo. I metodi per alleviare la congestione variano a seconda del fattore scatenante..

  • Se la causa dell'orecchio chiuso e la sensazione di vuoto è la differenza della pressione atmosferica, il disagio diminuirà durante la deglutizione. Le gomme da masticare o le caramelle verranno in soccorso. I tappi per le orecchie possono essere usati per prevenire orecchie chiuse..
  • Il fluido nella cavità dell'orecchio esterno riduce l'audibilità dei suoni. Il disagio nelle orecchie dopo il nuoto è facilmente eliminato. Nel caso in cui ponga l'orecchio sinistro, è sufficiente inclinare la testa a sinistra e saltare. Se l'orecchio destro è bloccato, la posizione della testa durante il salto deve essere modificata di conseguenza. Puoi anche usare un cotton fioc con un limitatore o turunda per assorbire il liquido stagnante..
  • Con una maggiore formazione di zolfo, che crea la sensazione che l'orecchio sia bloccato, verranno in soccorso strumenti speciali per l'igiene dei padiglioni auricolari. Ricorda che l'uso di cotton fioc può aggravare la situazione, quindi il disagio non andrà via per molto tempo - fino alle manipolazioni in un istituto medico.
  • Se hai un orecchio chiuso e un naso intasato, la causa è il gonfiore del rinofaringe. In questo caso, gli sforzi devono essere diretti alla lotta contro la malattia. Il gonfiore aiuterà ad alleviare i farmaci vasocostrittori sotto forma di gocce per il naso.
  • Succede che i pazienti con diagnosi di otite media si lamentino che un orecchio è stato improvvisamente bloccato. Sfortunatamente, questo inconveniente è il meno spiacevole di tutti i sintomi dell'otite media: dolore acuto, temperatura corporea elevata, sensazione di liquido nell'orecchio. La raccomandazione degli otorinolaringoiatri è una di queste: adottare immediatamente misure per sbarazzarsi dell'infiammazione dell'orecchio. Quindi la congestione passerà da sola.
  • Se il gonfiore del rinofaringe si sovrappone al lume della tromba di Eustachio sullo sfondo dell'adenoidite, gli sforzi dovrebbero essere concentrati su misure antinfiammatorie. Come prescritto dal medico, vengono utilizzate gocce vasocostrittive nel naso, gocce antinfiammatorie nell'orecchio. Il calore secco è efficace anche quando si posa un orecchio.
  • Se spesso poni le orecchie senza una ragione apparente, l'otorinolaringoiatra durante l'esame può rilevare una curvatura del setto nasale, che viene trattato chirurgicamente.
  • Se sei preoccupato per le orecchie chiuse al mattino, devi consultare un medico. Questo può essere un segno di infiammazione cronica..
  • Un otorinolaringoiatra lavora individualmente con una diagnosi di perdita dell'udito neurosensoriale. Questa è una malattia complessa che richiede correzione mediante apparecchi acustici..
  • Con le allergie, gli antistaminici prescritti da un allergologo aiuteranno a ridurre il gonfiore. L'automedicazione non è raccomandata, quindi il paziente può aggravare la situazione..

Contrariamente alla credenza popolare, la congestione dell'orecchio non si verifica proprio così. Gli otorinolaringoiatri spesso prendono pazienti lamentando che l'orecchio è stato bloccato per una settimana, come se ci fosse del liquido. Quindi sono costretti a combattere una malattia trascurata. Non importa se l'orecchio sinistro è bloccato, a destra o entrambi, dovrebbe essere visto da un medico se il fenomeno diventa sistematico. Le ragioni possono essere sia innocue che gravi e le conseguenze che ne conseguono in caso di misure intempestive sono deplorevoli.

Il sito contiene esclusivamente articoli originali e protetti da copyright.
Durante la copia, inserire un collegamento alla pagina dell'articolo principale o principale.

Congestione delle orecchie. Cause, sintomi e segni di soffocamento in una o entrambe le orecchie

Il sito fornisce informazioni di riferimento a solo scopo informativo. La diagnosi e il trattamento delle malattie devono essere effettuati sotto la supervisione di uno specialista. Tutti i farmaci hanno controindicazioni. È richiesta la consultazione di uno specialista!

Qual è la congestione dell'orecchio / i?

La congestione dell'orecchio è una condizione patologica caratterizzata da una diminuzione dell'acuità uditiva, nonché da una maggiore percezione della propria voce (ovvero, una persona sente le parole da lui pronunciate più forte del solito). La congestione dell'orecchio non è una malattia indipendente, ma solo un sintomo che indica la presenza di un'altra patologia. Di conseguenza, la congestione nelle orecchie appare più spesso contemporaneamente ad altri sintomi caratteristici di una particolare malattia..

Al fine di comprendere le cause e i meccanismi dello sviluppo del soffocamento nelle orecchie, è necessario avere una certa conoscenza della struttura e del funzionamento dell'analizzatore uditivo umano.

Dal punto di vista della fisiologia e dell'anatomia, l'analizzatore uditivo può essere diviso in due dipartimenti: periferico e centrale. La parte periferica dell'organo uditivo è responsabile della cattura delle vibrazioni sonore (suoni) e della loro conversione in impulsi nervosi, che vengono inviati attraverso speciali fibre nervose al centro dell'udito. Il centro uditivo (che è la parte centrale dell'analizzatore uditivo) è una cellula nervosa (neurone) della corteccia cerebrale situata nei lobi temporali di ciascun emisfero. Questi neuroni sono responsabili del riconoscimento e del riconoscimento dei suoni..

Nella struttura del dipartimento periferico dell'analizzatore uditivo, ci sono:

  • Orecchio esterno. L'orecchio esterno comprende il padiglione auricolare e il meato uditivo esterno. La funzione principale del padiglione auricolare è catturare e concentrare le onde sonore, il che rende possibile distinguere anche i suoni più silenziosi. Il meato uditivo esterno (la cui lunghezza in un adulto è di 2,5–4 cm e un diametro di circa 5 mm) ha una funzione protettiva, impedendo la penetrazione di corpi estranei nell'orecchio e ferendo il timpano. Nella pelle del meato uditivo esterno ci sono ghiandole speciali che secernono il cerume (una massa viscosa di colore giallo-marrone). Il cerume idrata il canale uditivo esterno, previene lo sviluppo di batteri e funghi al suo interno e fornisce anche protezione contro vari piccoli insetti che possono accidentalmente entrare nell'orecchio.
  • Orecchio medio. L'orecchio medio è una piccola cavità piena d'aria, all'interno della quale si trovano gli ossicini uditivi (malleo, incudine e graffe). La cavità timpanica è separata dal meato uditivo esterno dalla membrana timpanica (una membrana sottile il cui spessore non supera 0,1 mm). La funzione principale dell'orecchio medio è di amplificare le vibrazioni del suono e trasferirle nell'orecchio interno. Succede come segue. L'onda sonora viene catturata dal padiglione auricolare, inviata al meato uditivo esterno e raggiunge il timpano, facendolo vibrare. Le vibrazioni del timpano vengono trasmesse ai malleus ad esso collegati, quindi in sequenza all'incudine e alle staffe, che a loro volta trasmettono le vibrazioni alle strutture dell'orecchio interno. Un elemento importante dell'orecchio medio è anche il tubo uditivo, un canale sottile che collega la cavità timpanica con la faringe. La sua funzione principale è quella di equalizzare la pressione nella cavità timpanica con la pressione atmosferica, che garantisce vibrazioni normali e libere della membrana timpanica e degli ossicini uditivi.
  • Orecchio interno. L'orecchio interno è una struttura anatomica complessa in cui si verifica il processo di conversione delle vibrazioni sonore in impulsi nervosi. L'orecchio interno è costituito dalla cosiddetta coclea (canali ossei e membranosi attorcigliati a spirale). Questi canali sono riempiti con un fluido speciale che contatta recettori speciali (terminazioni nervose). Nel processo di conduzione di un'onda sonora, le vibrazioni dai punti metallici vengono trasmesse a questo fluido e attraverso esso ai recettori, che trasformano le vibrazioni meccaniche in impulsi nervosi. Su speciali fibre nervose, questi impulsi raggiungono i centri uditivi nella corteccia cerebrale. È importante notare che i canali cocleari sono in stretta relazione con i cosiddetti tubuli semicircolari, che appartengono all'apparato vestibolare (cioè sono responsabili dell'equilibrio, un senso della posizione del corpo nello spazio e così via). Strutturalmente, l'apparato vestibolare è simile alla coclea (cioè è anche costituito da diversi tubi riempiti di fluido in cui si trovano le cellule del recettore) e si trova in prossimità di esso, e quindi varie patologie dell'analizzatore uditivo possono essere accompagnate da squilibrio e coordinazione dei movimenti.

Cause di orecchio chiuso

La congestione di una o entrambe le orecchie può indicare la presenza di un processo patologico nell'analizzatore del suono stesso o negli organi vicini (nella gola, nel naso e così via). Allo stesso tempo, la congestione nelle orecchie può svilupparsi a seguito di azioni comuni all'uomo, senza essere un sintomo di una malattia.

Congestione dell'orecchio congestione

Come accennato in precedenza, nella pelle del canale uditivo esterno sono presenti le ghiandole che producono cerume. In condizioni normali, il cerume si asciuga piuttosto rapidamente, causando la formazione di croste di zolfo di colore giallo o giallo-marrone. Queste croste vengono rimosse da sole dal canale uditivo esterno durante la masticazione, a causa del movimento dell'articolazione temporo-mandibolare (questa articolazione si trova in prossimità della parete del canale uditivo esterno e, mentre mastica il cibo, lo comprime leggermente, contribuendo alla separazione e alla secrezione delle croste solforiche).

Se il processo descritto è disturbato (che può essere associato a disturbi metabolici, con uno stretto canale uditivo esterno, con una maggiore formazione di cerume e altri fattori), all'interno del canale uditivo esterno possono accumularsi croste solforiche. Nel tempo, si condensano e si induriscono, fissandosi saldamente alle pareti del canale. Ciò interrompe il processo di passaggio delle onde sonore al timpano, che è la causa immediata della perdita dell'udito. Questo processo può essere unilaterale o bilaterale, a seguito del quale i pazienti avvertiranno congestione in una o entrambe le orecchie, rispettivamente.

A volte nel canale uditivo esterno possono formarsi le cosiddette spine epidermiche. Il meccanismo della loro formazione è associato allo sviluppo del processo infiammatorio nella pelle del passaggio stesso (a causa della raccolta nelle orecchie con dita sporche, fiammiferi o altri oggetti estranei). Di conseguenza, le cellule dello strato superficiale della pelle esfoliano, si mescolano con lo zolfo e formano ammassi densi di colore bianco, che vengono rimossi molto più difficili dei normali tappi di zolfo.

Orecchio chiuso con otite esterna

L'otite media esterna è una malattia infettiva e infiammatoria caratterizzata da danni alla pelle e alle pareti del canale uditivo esterno. La causa della malattia può essere batteri o funghi patogeni, il cui sviluppo può essere facilitato dal microtrauma del canale uditivo esterno (quando si raccolgono le orecchie con dita, spille e altri oggetti estranei).

Dopo che l'agente infettivo è stato introdotto nel tessuto della parete del meato uditivo esterno, si verifica la sua infiammazione, che è accompagnata dall'espansione dei vasi sanguigni e da un grave edema. Poiché il diametro del meato uditivo esterno è inizialmente piccolo, lo sviluppo di edema in esso porta a un restringimento uniforme del lume esistente, con conseguente sensazione di soffocamento nell'orecchio.

Con una progressione prolungata della malattia e in assenza di un trattamento specifico nei tessuti del canale uditivo esterno, può svilupparsi un processo purulento. Nel tempo, il pus può penetrare nel canale uditivo stesso, il che contribuirà anche alla congestione dell'orecchio..

Congestione dell'orecchio con otite media

L'otite media è una malattia infiammatoria caratterizzata da un danno alla mucosa del timpano. La ragione per lo sviluppo di questa patologia è di solito un malfunzionamento del tubo uditivo, che oltre a garantire il normale funzionamento del timpano e degli ossicini uditivi fornisce anche la ventilazione della cavità timpanica, che impedisce lo sviluppo di processi infettivi in ​​esso.

Se il tubo uditivo è compromesso, l'accesso dell'aria fresca alla cavità timpanica è compromesso, a seguito del quale il normale funzionamento della membrana timpanica e degli ossicini uditivi viene interrotto e vengono create condizioni favorevoli per la riproduzione di agenti infettivi.

A seconda del meccanismo di sviluppo, ci sono:

  • Otite media catarrale acuta. Questa malattia si sviluppa a causa di una violazione della pervietà del tubo uditivo, che può essere facilitata da varie malattie infettive del tratto respiratorio superiore, escrescenze adenoidi (che possono bloccare l'ingresso del tubo uditivo), curvatura del setto nasale e così via. Sotto l'influenza di fattori causali, l'ingresso al tubo uditivo viene bloccato, a causa del quale l'aria fresca cessa di fluire in esso (cioè, la cavità timpanica è completamente isolata dall'ambiente). L'aria nella cavità timpanica viene assorbita nel tempo dalla mucosa. Di conseguenza, si forma una pressione negativa (rispetto all'atmosfera) nella cavità stessa. In questo caso, il timpano viene “tirato” nella cavità timpanica e negli sforzi, a causa della quale perde la sua capacità di vibrare normalmente quando percepisce le onde sonore. Questa è la ragione per la sensazione di orecchio chiuso sul lato interessato..
  • Otite media essudativa. Questa è una malattia infiammatoria della cavità timpanica, caratterizzata dall'accumulo di una grande quantità di liquido infiammatorio e muco in essa. Questa malattia inizia come normale otite media catarrale, tuttavia, con un'ulteriore progressione del processo patologico nella cavità timpanica, il liquido infiammatorio inizia ad accumularsi (filtra dai vasi sanguigni dilatati). Questo fluido può riempire completamente la cavità timpanica, che interrompe in modo significativo il movimento degli ossicini uditivi e migliora la sensazione di soffocamento nell'orecchio. Nel tempo, il fluido nella cavità timpanica diventa più viscoso, più spesso. "Incolla" gli ossicini uditivi, a seguito del quale la congestione nell'orecchio diventa ancora più pronunciata.
  • Otite media purulenta. Questa è una malattia infettiva e infiammatoria caratterizzata dall'accumulo di pus nella cavità timpanica. La causa dello sviluppo dell'otite media purulenta è la penetrazione dei batteri patogeni nella cavità timpanica e la loro riproduzione lì. Ciò può essere facilitato da una diminuzione delle difese generali del corpo, nonché dallo sviluppo di un'infezione batterica nel tratto respiratorio superiore. In questo caso, i batteri entrano nella cavità timpanica attraverso il tubo uditivo e colonizzano la sua mucosa. Ciò porta all'attivazione del sistema immunitario del corpo, a seguito del quale le cellule del sistema immunitario (globuli bianchi) migrano verso il sito dell'introduzione dei batteri (con un flusso sanguigno). Queste cellule iniziano a combattere i batteri e a distruggerli, ma muoiono anch'essi. Batteri uccisi, globuli bianchi morenti e frammenti di tessuti distrutti dal processo infiammatorio vengono secreti nel timpano sotto forma di masse purulente. Man mano che si sviluppa il processo patologico, il pus può riempire l'intera cavità timpanica, a seguito della quale viene impedito il movimento degli ossicini uditivi e della membrana timpanica. Allo stesso tempo, una persona si lamenta di una sensazione di soffocamento nell'orecchio e di una pronunciata diminuzione dell'acuità uditiva sul lato interessato.

Orecchio chiuso per raffreddori e raffreddori

Questi fattori possono portare al fatto che l'ingresso del tubo uditivo sarà bloccato dalla mucosa edematosa. Ciò porterà a una violazione della ventilazione della cavità timpanica, a seguito della quale una persona può sentirsi soffocante in una o entrambe le orecchie. Tuttavia, a differenza dell'otite media catarrale, non si verificano cambiamenti nella mucosa della cavità timpanica. La congestione dell'orecchio è temporanea e si risolve immediatamente dopo che il raffreddore si è placato..

Orecchi chiusi con sinusite

Congestione delle orecchie nella faringite acuta

Congestione delle orecchie

L'angina (tonsillite acuta) è una malattia infettiva e infiammatoria acuta, spesso causata da streptococchi emolitici B e che colpiscono le tonsille. Le tonsille palatali (tonsille) sono accumuli di tessuto linfoide (cioè appartengono agli organi del sistema immunitario) e svolgono una funzione protettiva. Le ghiandole contengono un gran numero di globuli bianchi (cellule del sistema immunitario). Vengono in contatto con varie microparticelle batteriche, virali e di altro tipo che entrano nel corpo insieme all'aria inalata. Se un microrganismo particolarmente pericoloso (ad esempio, stafilococco) arriva su di loro, questo innesca lo sviluppo di una risposta immunitaria. Allo stesso tempo, la mucosa delle tonsille stesse si gonfia e diventa rosso vivo (a causa dell'espansione dei piccoli vasi sanguigni situati in essa).

Una caratteristica importante dell'angina è un grado estremamente pronunciato della risposta immunitaria, ovvero il corpo reagisce all'introduzione dell'agente patogeno più intensamente di quanto dovrebbe. Di conseguenza, il processo infiammatorio può diffondersi dalla mucosa delle tonsille alla mucosa delle aree vicine (cavità orale, faringe), che porterà alla comparsa dei sintomi corrispondenti (dolore durante la deglutizione e durante il discorso, raucedine della voce, orecchie chiuso e così via).

Congestione allergica

Un'allergia è una condizione patologica in cui il sistema immunitario del corpo reagisce troppo violentemente per entrare in contatto con qualsiasi sostanza (allergeni). Il meccanismo di sviluppo di questa patologia è il seguente. Durante il contatto iniziale con un allergene, si verifica la cosiddetta sensibilizzazione del corpo, cioè il suo sistema immunitario "viene a conoscenza" di questa sostanza e "la ricorda". Di solito questo processo si svolge durante l'infanzia, quando l'immunità del corpo non è ben formata e non può rispondere adeguatamente al contatto con agenti stranieri..

Come risultato della precedente "conoscenza" del sistema immunitario con un allergene, produce sostanze speciali (immunoglobuline), il cui scopo è riconoscere quello e solo quell'agente estraneo contro il quale sono stati sviluppati. Queste immunoglobuline possono circolare nel sangue umano per molti anni. Quando un allergene rientra nel corpo, le immunoglobuline lo riconoscono immediatamente e iniziano immediatamente il processo di reazioni allergiche. La loro essenza è il rilascio di molte sostanze biologicamente attive nel flusso sanguigno e nei tessuti, che stimolano l'espansione dei vasi sanguigni, il gonfiore delle mucose, le manifestazioni cutanee (ad esempio l'orticaria) e molte altre reazioni.

Una varietà di sostanze può agire come allergeni, dal polline delle piante agli alimenti, alle medicine e così via. Se l'allergene entra nel corpo attraverso il tratto respiratorio superiore (come, ad esempio, con un'allergia al polline dalle piante), si deposita sulla mucosa dei passaggi nasali e della faringe, causando lo sviluppo di un processo infiammatorio e l'edema dei tessuti. Ciò si manifesta con una grave difficoltà nella respirazione nasale, rinorrea (secrezione di una grande quantità di muco dal naso), aumento della lacrimazione e altri sintomi, inclusa la congestione delle orecchie (a seguito del blocco dell'ingresso alle tube uditive con una membrana mucosa gonfia).

Congestione nell'orecchio con osteocondrosi cervicale

L'osteocondrosi cervicale è una malattia in cui si osservano alterazioni patologiche e assottigliamento dei dischi intervertebrali nelle vertebre cervicali. Ciò può portare alla compressione dei nervi spinali, che sono estensioni delle cellule nervose del midollo spinale e normalmente controllano l'afflusso di sangue e il metabolismo in vari tessuti della testa e del collo.

Il meccanismo di insorgenza della congestione dell'orecchio nell'osteocondrosi cervicale non è ben compreso. Allo stesso tempo, è stato scoperto che nelle persone che soffrono di questa patologia, le orecchie sono più spesso che in altri pazienti. Si presume che la causa di questo e di molti altri sintomi sia una violazione dell'apporto di sangue a vari nervi che innervano i componenti dell'analizzatore uditivo.

In questo caso, le misure terapeutiche dovrebbero mirare a ripristinare il normale funzionamento del midollo spinale e dei nervi spinali, nonché a prevenire la progressione del processo patologico nella colonna cervicale.

Orecchio chiuso dopo il bagno

La congestione di una o entrambe le orecchie dopo il nuoto in mare, in piscina o in bagno può essere abbastanza comune. Ciò è spiegato dal fatto che durante l'immersione della testa sott'acqua, essa (acqua) può entrare nel canale uditivo esterno e indugiare in esso, il che è facilitato dalla sua forma speciale (nella regione della membrana timpanica, il canale uditivo esterno si piega verso il basso, formando una piccola depressione). L'acqua bloccata lì è in contatto con il timpano e impedisce la sua normale oscillazione durante la percezione delle onde sonore, che porta all'orecchio chiuso.

Eliminare questo fenomeno è abbastanza semplice. Per fare questo, è sufficiente sdraiarsi per alcuni secondi, con la testa posizionata in modo che l'orecchio chiuso sia sotto. Sotto l'influenza della gravità, l'acqua uscirà dal canale uditivo esterno e verrà ripristinata l'acuità uditiva.

Orecchie chiuse in un aeroplano

Per molte persone sane, durante il volo in aereo (più precisamente, durante la salita e quando si abbassa un aereo), mettono le orecchie. In alcune persone, questo fenomeno è di natura a breve termine e passa dopo pochi minuti, mentre in altri può durare per tutto il volo e anche dopo l'atterraggio.

Il meccanismo per lo sviluppo di questo sintomo è un cambiamento della pressione atmosferica nell'aeromobile. Come accennato in precedenza, per il normale funzionamento del timpano e degli ossicini uditivi, la pressione nella cavità timpanica deve essere uguale alla pressione atmosferica. Questo "equilibrio" viene mantenuto grazie alla presenza di tubi uditivi, attraverso i quali la cavità timpanica comunica con la faringe e con l'ambiente. Tuttavia, durante la salita di un aereo, la pressione al suo interno cambia (diminuisce) troppo rapidamente, a seguito della quale potrebbe diventare inferiore alla pressione nella cavità timpanica. Il timpano si piegherà verso l'esterno e il processo della sua fluttuazione durante la percezione del suono sarà disturbato, a seguito del quale una persona sentirà soffocamento nell'orecchio. Varie condizioni patologiche associate a danni ai tubi uditivi (recenti malattie infiammatorie della gola, del naso, dell'orecchio medio, dei tubi uditivi anatomicamente stretti e così via) possono contribuire allo sviluppo di questo processo..

Pochi minuti dopo che l'aereo ha finito di salire, la pressione nella cavità timpanica può eguagliare con la pressione atmosferica in cabina, a seguito della quale la congestione nell'orecchio scompare. Tuttavia, durante la discesa dell'aeromobile (durante l'avvicinamento), verrà osservato il processo inverso. La pressione al suo interno aumenterà troppo rapidamente e nella cavità timpanica rimarrà relativamente bassa. Di conseguenza, il timpano si piegherà verso l'interno (verso la cavità timpanica), il che creerà anche una sensazione di soffocamento nelle orecchie..

Congestione ad alta pressione

Un aumento della pressione ambientale rispetto alla pressione nella cavità timpanica può essere osservato nelle persone impegnate in immersioni (immersioni). Il fatto è che durante l'immersione aumenta la pressione esercitata dall'acqua sul corpo umano. È scientificamente provato che durante le immersioni ogni 10 metri, la pressione aumenta di circa 1 atmosfera (cioè diventa 2 volte maggiore della pressione sulla terra). In questo caso, la pressione nella cavità timpanica può rimanere relativamente bassa (specialmente se l'ostruzione dei tubi uditivi è compromessa a causa di varie malattie), a seguito della quale la membrana timpanica sarà "premuta" verso la cavità timpanica. La sua funzione (membrane) sarà violata in questo caso, il che porterà al verificarsi di soffocamento nelle orecchie. Per molte persone, i primi segni di questo fenomeno si osservano a una profondità di 2-3 metri e si intensificano con un'ulteriore immersione.

Quando si affiora in superficie, può verificarsi il processo opposto: la pressione esterna diminuirà, mentre la pressione nella cavità timpanica può rimanere relativamente alta. Di solito in questi casi, l'aria proveniente dalla cavità timpanica "lascia" attraverso i tubi uditivi, a seguito della quale viene equalizzata la pressione. Tuttavia, se il sollevamento è troppo veloce, nonché in presenza di danni organici o funzionali ai tubi uditivi (cioè con otite media, naso che cola, raffreddore e così via), questo processo può essere disturbato, il che può anche portare a orecchie chiuse..

Congestione dell'orecchio dopo un impatto (lesione)

Un colpo all'orecchio può causare soffocamento in esso. Ciò può essere dovuto a un fenomeno così pericoloso come l'emorragia nella cavità timpanica. L'emorragia può essere causata da danni ai vasi sanguigni piccoli o più grandi. Il sangue versato nella cavità timpanica coagula nel tempo e "incolla" gli ossicini uditivi, interrompendo così il processo di percezione del suono. In caso di frattura delle ossa della base del cranio, non solo il sangue, ma anche il liquido cerebrospinale può essere versato nella cavità timpanica - un sintomo pericoloso che richiede assistenza medica.

Un altro motivo di congestione dell'orecchio può essere l'esposizione a onde sonore eccessivamente forti, che possono essere osservate durante l'ascolto di musica estremamente rumorosa per lungo tempo, nonché se un proiettile è esploso vicino a una persona o un colpo è stato sparato da un'arma da fuoco. La causa delle orecchie chiuse in questo caso è la seguente. In condizioni normali, due piccoli muscoli sono attaccati agli ossicini uditivi: il muscolo stapedio (attaccato alle staffe) e il muscolo che tende il timpano (attaccato al malleus). Se esposti a onde sonore eccessivamente forti, questi muscoli si contraggono, causando tensione del timpano e movimento delle staffe sul lato della cavità timpanica. Il risultato di questi processi è una diminuzione della sensibilità delle strutture dell'orecchio medio alle vibrazioni del suono, che è accompagnata da una sensazione di soffocamento nelle orecchie. Questo è un meccanismo protettivo che impedisce l'impatto di un suono eccessivamente forte sulle strutture dell'orecchio interno (che potrebbe causare danni). Qualche tempo dopo la scomparsa dello stimolo (suono forte), questi muscoli si rilassano e le funzioni del timpano e degli ossicini uditivi vengono ripristinate.

Congestione delle orecchie (orecchio) in un bambino

La congestione delle orecchie in un bambino può essere associata allo sviluppo di processi infettivi e infiammatori (ad esempio l'otite media), nonché ad alcune altre condizioni. Va notato che durante l'infanzia l'otite media è molto più comune che negli adulti, a causa di diversi fattori. Il ruolo principale in questo è svolto dalla struttura anatomica del tubo uditivo, che è più corta e più larga nei bambini dei primi anni di vita che negli adulti. Di conseguenza, vari batteri della cavità orale possono facilmente entrarvi. Il liquido amniotico (durante il parto) o anche le particelle di cibo ingerito possono anche entrare nel tubo uditivo, il che può anche portare allo sviluppo di un processo infiammatorio. Inoltre, nei bambini dei primi anni di vita, si osservano più frequentemente vegetazioni adenoidi (tonsille nasofaringee eccessivamente ingrandite) (rispetto agli adulti), che possono bloccare l'ingresso del tubo uditivo, che si manifesterà con orecchie chiuse.

Altre delle condizioni patologiche sopra menzionate (inclusi raffreddori, sinusite, tonsillite, reazioni allergiche e così via) possono anche provocare l'orecchio chiuso del bambino. È importante il fatto che nei bambini del primo anno di vita, il sistema immunitario non è completamente formato e non può combattere adeguatamente varie infezioni. Di conseguenza, lo sviluppo di processi infettivi e infiammatori nell'area del naso o della gola può diffondersi rapidamente alla mucosa delle sezioni vicine, interessando anche i tubi uditivi.

Non dimenticare che i bambini dei primi anni di vita tendono ad attaccare vari piccoli oggetti nelle loro orecchie che possono rimanere bloccati lì, provocando un orecchio chiuso. Ecco perché quando si verifica questo sintomo, dovresti esaminare in modo indipendente il canale uditivo esterno del bambino. È importante ricordare che se si trova qualche oggetto in esso, non si dovrebbe provare a rimuoverlo da soli, in quanto ciò può causare danni al timpano. In questo caso, è necessario contattare lo specialista ORL (un medico che cura le malattie dell'orecchio) il più presto possibile.

Vale anche la pena notare che durante un volo in aereo un bambino ha molte meno probabilità di essere posato rispetto agli adulti. Ciò è spiegato dalle stesse caratteristiche anatomiche dei tubi uditivi. Poiché sono più larghi, l'aria li attraversa più velocemente, per cui, quando l'aereo sale e scende, la pressione nella cavità timpanica si allinea abbastanza rapidamente con la pressione atmosferica nella cabina dell'aeromobile.

Congestione dell'orecchio durante la gravidanza

Durante la gravidanza, un nuovo organismo inizia a svilupparsi nell'addome della donna, a seguito del quale si possono notare molti diversi cambiamenti da vari organi e sistemi. Tuttavia, la congestione nelle orecchie non è quasi mai una conseguenza della gravidanza stessa. In altre parole, le cause di questo sintomo nelle donne in gravidanza e non in gravidanza possono essere gli stessi fattori (ad es. Otite media, tappi di zolfo, malattie infiammatorie del tratto respiratorio superiore e così via). Allo stesso tempo, vale la pena notare che durante il periodo di gestazione, si può notare una diminuzione delle forze protettive del corpo femminile, a seguito della quale aumenta il rischio di sviluppare un'infezione. Ecco perché le future mamme dovrebbero monitorare attentamente la loro salute, prestando particolare attenzione alla prevenzione del raffreddore e di altre malattie infettive e infiammatorie.

Orecchie chiuse al mattino

La congestione dell'orecchio che si verifica immediatamente dopo il risveglio e scompare durante il giorno può indicare una maggiore formazione di cerume nel condotto uditivo. In questo caso, durante il sonno notturno, una persona rimane immobile, a causa della quale lo zolfo si forma parzialmente blocca il canale uditivo esterno, rendendo così difficile il passaggio delle onde sonore. Dopo essersi svegliato, una persona inizia a muovere attivamente la mascella inferiore (durante lo sbadiglio, mentre si lava i denti, durante la colazione e così via). Di conseguenza, i processi della mascella inferiore comprimono la parete del meato uditivo esterno, che aiuta a separare ed espellere il cerume ed eliminare la sensazione di soffocamento nell'orecchio.

Un'altra causa di orecchie chiuse al mattino può essere lenta perdita di malattie infettive e infiammatorie del tratto respiratorio superiore (raffreddore, sinusite, faringite e così via). In questo caso, durante un sonno notturno, si verifica un gonfiore della mucosa della faringe, a seguito del quale gli ingressi ai tubi uditivi si sovrappongono. L'aria proveniente dalle cavità del tamburo viene parzialmente assorbita, a seguito della quale viene creata una pressione negativa in esse. Ciò porta alla retrazione del timpano e delle orecchie soffocanti. Dopo il risveglio, una persona esegue diversi movimenti di deglutizione e sbadiglia anche più volte. Questo aiuta a ripristinare la pervietà dei tubi uditivi e normalizzare la pressione nelle cavità timpaniche, a seguito della quale scompare la congestione.

Sintomi, segni e diagnosi di congestione dell'orecchio

Nella maggior parte dei casi, la congestione dell'orecchio è un segno di altre malattie o condizioni patologiche. Allo stesso tempo, la presenza o l'assenza di altri sintomi concomitanti può aiutare nella diagnosi e nel trattamento.

Orecchie chiuse

Molto spesso, si verificano orecchie chiuse indolori quando si vola su un aereo o dopo il nuoto. Nel primo caso, il meccanismo di sviluppo di questo sintomo è spiegato da cadute di pressione, che non influiscono sui recettori del dolore e non causano dolore. La congestione dell'orecchio dopo il bagno è associata all'acqua che entra nel meato uditivo esterno, che non è anche accompagnato da dolore.

Nelle fasi iniziali della formazione di tappi di zolfo, anche i pazienti non avvertono dolore all'orecchio. Tuttavia, vale la pena notare che con la progressione della malattia (specialmente nel caso dello sviluppo del processo infiammatorio e della formazione di tappi epidermici nel canale uditivo esterno), possono apparire sensazioni dolorose di natura penetrante.

Con raffreddori non complicati del tratto respiratorio superiore, non si osserva nemmeno dolore alle orecchie. Allo stesso tempo, con la progressione del processo patologico, l'infezione può penetrare nell'orecchio medio, il che porterà allo sviluppo di otite media e alla comparsa di sensazioni dolorose di un personaggio penetrante o lancinante.

Mal d'orecchie

Il dolore all'orecchio può verificarsi con vari processi infettivi e infiammatori (ad esempio, con l'otite media). Con l'otite esterna, il dolore acuto nell'area del canale uditivo esterno è uno dei primi sintomi della malattia. Il dolore può intensificarsi quando si cerca di pulire l'orecchio, oltre a tirare il padiglione auricolare.

Con l'otite media, il dolore è acuto, le cuciture, possono verificarsi immediatamente dopo una sensazione di soffocamento nell'orecchio o diversi giorni dopo. Un aumento del dolore può essere causato da fluttuazioni della pressione atmosferica (ad esempio, quando si vola su un aereo).

Un'altra causa di dolore all'orecchio può essere un trauma dell'orecchio, accompagnato da danni alle strutture interne. In questo caso, il dolore si verifica acutamente al momento della lesione ed è molto pronunciato in intensità. Se un oggetto estraneo entra nel meato uditivo esterno, può anche essere accompagnato da dolore all'orecchio (specialmente se l'oggetto ha bordi affilati e ferisce la pelle delicata di quest'area).

L'acufene non è tipico per le malattie infettive e infiammatorie del naso, della faringe o dei seni mascellari, nonché per le reazioni allergiche. La congestione dell'orecchio durante un volo in aereo non è quasi mai accompagnata da dolore e il verificarsi del dolore nell'orecchio dopo il bagno richiede ulteriori esami, in quanto può indicare la presenza di un processo infettivo o di altro processo patologico in esso.

Congestione delle orecchie e acufene

L'acufene può verificarsi anche con otite media acuta, con danni al timpano, agli ossicini uditivi o all'orecchio interno. Vale anche la pena notare che un rumore costante e duraturo o un ronzio nell'orecchio possono indicare una patologia del nervo vestibolo-cocleare (condurre impulsi nervosi dall'organo uditivo e l'equilibrio al cervello). Tuttavia, con questa patologia, la congestione dell'orecchio è relativamente rara e più spesso a causa di altre malattie..

Inoltre, una malattia come l'osteocondrosi cervicale può anche essere accompagnata dalla comparsa periodica di rumore o ronzii in una o entrambe le orecchie senza motivo apparente. Il meccanismo per lo sviluppo di questo sintomo è associato a una violazione dell'afflusso di sangue a varie strutture dell'analizzatore uditivo.

Orecchi chiusi e mal di gola

Tosse con orecchie soffocanti

Accompagnata da una tosse, la congestione delle orecchie può essere un segno di varie condizioni patologiche. Se la congestione delle orecchie è causata da una violazione della pervietà dei tubi uditivi contro qualsiasi malattia infiammatoria del tratto respiratorio superiore (naso, faringe), molto probabilmente la tosse è dovuta all'irritazione dei recettori della tosse situati nella mucosa della faringe. Può essere secco (senza produzione di espettorato, che si nota nelle prime fasi della malattia) o bagnato, accompagnato da produzione di espettorato (che può indicare lo sviluppo di una complicazione come la polmonite). In questo caso, il trattamento della malattia di base contribuirà alla scomparsa della tosse..

Un'altra causa di tosse quando l'orecchio è bloccato è la presenza di un tappo di zolfo o di un corpo estraneo nel canale uditivo esterno. Ciò è spiegato dall'irritazione di speciali fibre nervose situate nelle pareti del canale uditivo esterno, che porta all'irritazione del centro della tosse e alla comparsa di una tosse riflessa. In questo caso, la tosse è sempre secca (non accompagnata dalla produzione di espettorato), può verificarsi o intensificarsi quando si tenta di pulire l'orecchio e scompare dopo aver eliminato un fattore che irrita il canale uditivo esterno (cioè dopo la rimozione del tappo di zolfo o di un oggetto estraneo).

Orecchio e naso chiusi

Orecchio chiuso

La congestione di una o entrambe le orecchie in assenza di naso che cola o altri segni di malattie infettive del tratto respiratorio superiore indica che la causa della congestione è molto probabilmente nascosta nell'orecchio stesso.

Si può osservare una congestione dell'orecchio senza raffreddore:

  • con ingorghi stradali solforici;
  • con otite media esterna;
  • con osteocondrosi cervicale;
  • dopo il nuoto;
  • quando si vola in aereo;
  • se immerso in acqua;
  • dopo l'infortunio.

Vale la pena notare che per l'otite media, anche il naso che cola non è caratteristico, tuttavia, a volte può apparire a causa di altre malattie che hanno causato lo sviluppo dell'otite media..

Orecchie e mal di testa chiusi

Il mal di testa è una condizione patologica che si verifica con numerose e diverse patologie..

Il mal di testa combinato con orecchie chiuse può essere un segno di:

  • otite media acuta;
  • raffreddori
  • sinusite;
  • mal di gola;
  • Lesioni alla testa.
Il meccanismo del mal di testa in queste malattie (ad eccezione di un trauma cranico) è dovuto allo sviluppo di un processo infettivo e infiammatorio nel corpo. Con la sua progressione, le reazioni immunitarie diventano più intense, a seguito delle quali molte sostanze biologicamente attive con un effetto vasodilatatore entrano nella circolazione sistemica. Questo, oltre a una violazione della regolazione nervosa del tono vascolare (che si osserva in molte gravi malattie infettive), può contribuire all'espansione dei vasi sanguigni del cervello, che porterà all'irritazione dei recettori del dolore (di cui la coroide è ricca) e alla comparsa del dolore. Il dolore in questo caso è acuto e più spesso localizzato nelle regioni occipitali o temporali. Movimenti acuti, luci intense o rumori forti possono contribuire al dolore..

Con una lesione alla testa, il dolore può essere causato da un danno diretto alla coroide e dal processo infiammatorio che si sviluppa a seguito di un trauma a vari tessuti della zona interessata.

Tinnito e vertigini

Capogiri e soffocamento nelle orecchie possono verificarsi a seguito di una violazione dell'afflusso di sangue al tessuto cerebrale o con una lesione all'apparato uditivo e vestibolare.

La violazione dell'afflusso di sangue al cervello può verificarsi con osteocondrosi cervicale. La ragione di ciò può essere il danno (pizzicamento) delle arterie vertebrali che passano nelle immediate vicinanze della colonna vertebrale. Le vertigini in questo caso possono essere osservate con una netta transizione da una posizione "sdraiata" o "seduta" a una posizione eretta. Il meccanismo per lo sviluppo di questo sintomo è il seguente. In condizioni normali, quando una persona si alza bruscamente, sotto l'influenza della gravità, il sangue scorre dalla testa ai vasi inferiori. Per prevenire l'ischemia (insufficiente apporto di sangue) al cervello, la funzione cardiaca si intensifica in modo riflessivo, a seguito della quale inizia a pompare il sangue un po 'più velocemente. Tuttavia, con il restringimento delle arterie vertebrali, questo meccanismo compensativo è inefficace, poiché il sangue non ha il tempo di passare attraverso il lume ristretto della nave, a causa del quale il cervello inizia a mancare di ossigeno (che è la causa diretta delle vertigini). Se una persona si siede immediatamente o si sdraia, il flusso di sangue al cervello aumenterà e le vertigini scompariranno.

Le vertigini durante il trauma alla testa sono causate da danni all'apparato vestibolare, che si trova nelle immediate vicinanze dell'organo uditivo. In questo caso, la sua funzione è temporaneamente interrotta a causa di una commozione cerebrale (causata da uno shock), che si manifesta con disorientamento nello spazio, vertigini e compromissione del coordinamento dei movimenti.

Vale la pena notare che la lesione può essere non solo fisica (cioè quando colpita), ma anche suono (acustico), derivante dall'esposizione a un'onda sonora troppo forte. Ecco perché le persone che sono vicine all'esplosione di proiettili o altre potenti esplosioni spesso si lamentano non solo di congestione e acufene, ma anche di vertigini, accompagnate da uno squilibrio.

Orecchi chiusi e nausea

La congestione dell'orecchio, accompagnata da nausea e vertigini, può essere osservata durante il volo in aereo, ma i meccanismi per lo sviluppo di questi fenomeni sono completamente diversi. In questo caso, le orecchie sono bloccate a causa della differenza di pressione nella cavità timpanica e della pressione atmosferica, mentre la nausea e le vertigini sono causate da un malfunzionamento dell'apparato vestibolare. Il fatto è che durante il decollo o l'atterraggio, il corpo umano accelera o decelera con l'aeromobile, che viene percepito dall'analizzatore vestibolare. Tuttavia, la persona nella cabina dell'aeromobile "non nota" alcun movimento (la sua testa rimane immobile rispetto al suo corpo). Di conseguenza, c'è una discrepanza tra i segnali che arrivano al cervello da vari analizzatori (alcuni "dicono" che il corpo si sta muovendo, mentre altri dicono che è immobile), che è la causa diretta della cosiddetta "cinetosi" (mal di mare).

La congestione di una o entrambe le orecchie, vertigini e nausea possono anche derivare da danni all'apparato vestibolare (dopo un trauma fisico o acustico). Ciò è spiegato da un malfunzionamento dell'analizzatore vestibolare, che non può "determinare" con precisione in quale posizione si trova il corpo umano. Il verificarsi di vomito non è necessario, tuttavia, si può notare se una persona dopo una lesione tenta di camminare autonomamente o di eseguire qualsiasi altra azione associata a un cambiamento nella posizione della testa e del corpo nello spazio.

Vale la pena notare che la nausea può essere un segno di varie condizioni fisiologiche (ad esempio, la gravidanza) o patologiche (avvelenamento, malattie infettive, ipertensione, ecc.), Mentre la congestione dell'orecchio può svilupparsi per una ragione completamente diversa (ad esempio, a causa dell'otite media. o tappo di zolfo). Questo è il motivo per cui questi sintomi dovrebbero essere valutati solo insieme ad altri reclami dei pazienti..

Congestione e temperatura dell'orecchio

Un aumento della temperatura corporea con congestione dell'orecchio indica la presenza di un processo infettivo e infiammatorio nel corpo (può essere otite media purulenta, tonsillite, sinusite e così via). Il meccanismo di aumento della temperatura in questo caso è dovuto alla progressione delle reazioni infiammatorie e al rilascio di varie sostanze biologicamente attive nella circolazione sistemica. Anche l'azione pirogena (aumento della temperatura corporea) può avere componenti di batteri che possono penetrare nei tessuti del corpo. Le sostanze pirogeniche agiscono sul centro della temperatura nel cervello (stimolandolo), determinando un aumento della temperatura corporea.

Vale anche la pena notare che un aumento della temperatura può essere osservato anche con reazioni allergiche, il cui meccanismo di sviluppo è anche associato all'attivazione del sistema immunitario.

Orecchie soffocanti e prurito

Il prurito è un'intensa sensazione di bruciore o solletico. Il prurito nell'orecchio può verificarsi periodicamente in persone completamente sane, a causa dell'accumulo di una grande quantità di cerume nel canale uditivo esterno. Il morbillo di zolfo essiccato irrita le terminazioni nervose sensibili in quest'area, a seguito della quale la persona avverte prurito. Per eliminare questo sintomo, basta pulire l'orecchio con tamponi di cotone sterili.

Inoltre, il prurito nell'orecchio può essere un segno di:

  • Otite media esterna - la causa del prurito in questo caso è anche l'irritazione dei recettori nervosi sensibili del canale uditivo esterno.
  • Otite media cronica - una malattia in cui si osserva un processo infiammatorio cronico (corrente lenta e che progredisce lentamente) nella mucosa della cavità timpanica.
  • Infezioni dell'orecchio fungine.
  • Corpo estraneo nell'orecchio.

Escrezioni con congestione dell'orecchio

In condizioni normali, nient'altro che una piccola quantità di cerume (croste morbide di colore giallo-marrone) dovrebbe essere rilasciato dall'orecchio. La comparsa di secrezione patologica purulenta dal canale uditivo esterno è sempre un segno dello sviluppo di un processo infiammatorio purulento nell'orecchio e richiede un intervento medico.

L'orecchio può apparire:

  • Quando si esegue l'otite media esterna. In questo caso, il pus formato nella parete del meato uditivo esterno può esplodere e risaltare sotto forma di masse dense grigio-biancastre, giallastre o verdastre.
  • Nell'otite media suppurativa acuta. Questa malattia è caratterizzata dalla progressione di un processo infiammatorio purulento e dall'accumulo di una grande quantità di pus nella cavità timpanica. Nel corso del tempo, il pus diventa troppo, a causa del quale si rompe attraverso il luogo più "debole", cioè fa un buco nel timpano. Al momento della rottura del timpano, dall'orecchio interessato viene rilasciata una grande quantità di masse mucopurulenti di colore grigio o giallo, che possono contenere una miscela di sangue. Immediatamente dopo, il paziente avverte una diminuzione della gravità del dolore e un miglioramento delle condizioni generali, dovuto a una diminuzione della pressione nella cavità timpanica.
  • Dopo un infortunio. Il rilascio di una piccola quantità di sangue rosso vivo può essere un segno di danno alla pelle del meato uditivo esterno (ad esempio, la raccolta di oggetti appuntiti nelle orecchie). Allo stesso tempo, la comparsa di sanguinamento abbondante dopo una grave lesione può indicare un danno alle ossa della base del cranio (in questo caso, il liquido cerebrospinale può essere rilasciato insieme al sangue, il che richiede cure mediche immediate).

Quale medico dovrei contattare con l'orecchio chiuso?

Se la congestione dell'orecchio è estremamente rara (ad esempio, dopo il bagno a causa dell'acqua che entra nel canale uditivo esterno), non c'è motivo di preoccuparsi. È necessario monitorare la pulizia del canale uditivo esterno e pulire regolarmente le orecchie con bastoncini di cotone sterili dopo le procedure dell'acqua. Se la congestione dell'orecchio (orecchie) viene spesso ripetuta, persiste per diversi giorni ed è accompagnata da altri sintomi (dolore, acufene, secrezione anomala dalle orecchie), è necessario consultare un otorinolaringoiatra (ENT). Il medico eseguirà un esame completo dell'analizzatore uditivo, stabilirà una diagnosi e prescriverà il trattamento necessario..

Nel processo di diagnosi, il medico può utilizzare:

  • Ispezione esterna Il medico esamina le parti esterne del condotto uditivo ad occhio nudo, cercando di identificare i segni di un processo infiammatorio (arrossamento e gonfiore della pelle, pustole e così via).
  • Palpazione. Il medico preme leggermente sulla parte posteriore del padiglione auricolare, quindi lo tira di lato. La comparsa di dolore nell'orecchio durante queste manipolazioni può indicare la presenza di un processo infiammatorio nell'area del canale uditivo esterno.
  • otoscopia L'essenza di questo studio è di esaminare il canale uditivo esterno e la superficie esterna del timpano utilizzando uno speciale imbuto metallico. Durante lo studio, il medico tira leggermente il padiglione auricolare del paziente posteriormente e inserisce un imbuto speciale nell'orecchio. Durante l'esecuzione di questa manipolazione, può verificarsi la comparsa di una tosse riflessa, associata a irritazione delle terminazioni nervose della pelle del meato uditivo, tuttavia, il dolore non dovrebbe essere normale. La comparsa del dolore può essere un segno della presenza di un processo infiammatorio o indicare un'introduzione troppo profonda dell'imbuto. Dopo aver inserito l'imbuto, il medico lo ruota lentamente, esaminando le pareti del canale uditivo esterno e il timpano per identificare i focolai di infiammazione, suppurazione o perforazione (perforazione) della membrana stessa.
  • Studio della funzione dei tubi uditivi. Questo studio viene effettuato utilizzando un dispositivo speciale, che è un tubo di gomma, ad entrambe le estremità dei quali sono presenti degli auricolari (imbuti). L'essenza dello studio è la seguente. Il medico inserisce un'estremità del tubo nel canale uditivo esterno del paziente e l'altra nel canale uditivo esterno. Inoltre, il medico chiede al paziente di eseguire una serie di semplici manipolazioni e valuta la natura dei suoni che si presentano in questo caso. Prima di tutto, il paziente deve eseguire il solito movimento di deglutizione. Se il tubo uditivo è passabile, il medico sentirà un suono caratteristico. Successivamente, il medico perdona il paziente per chiudere naso e bocca, quindi ripetere il movimento di deglutizione. Nel caso di pervietà del tubo uditivo, il paziente sentirà un impulso caratteristico nell'orecchio e il medico sentirà un suono caratteristico. Successivamente, il medico chiede al paziente di fare un respiro profondo, chiudere naso e bocca e provare a espirare aria con forza. Come risultato dell'aumento della pressione nella faringe, si apre l'ingresso ai tubi uditivi e l'aria entra attraverso di essi nella cavità timpanica. Questo è accompagnato da un caratteristico botto o fischio che il paziente avverte e il medico sente.
  • Determinazione dell'acuità uditiva. L'acuità uditiva può essere valutata usando la parola (il medico, trovandosi a una distanza di 6 metri dal paziente, pronuncia alcune parole in un sussurro e il paziente deve ripeterle). Puoi anche usare un diapason - un dispositivo speciale che emette determinati suoni durante il movimento. In base a quanto tempo il paziente può sentire il diapason, il medico valuta le condizioni del suo analizzatore uditivo. Anche l'audiometria è abbastanza efficace: una serie di metodi che consentono di esplorare le funzioni dell'analizzatore uditivo utilizzando varie tecnologie elettroniche e informatiche. Questi studi forniscono risultati più accurati e aiutano nella diagnosi..